BALLANTINI E PETROLINI all’OFF/OFF THEATRE

Ballantini_Petrolini_OffOff Theatre__Amleto_ph Daniele Bonanni_ridDa martedì 19 a domenica 24 febbraio 2019

 

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

 

 

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

 

BALLANTINI E PETROLINI

DALLE OPERE DI ETTORE PETROLINI

Ballantini_Petrolini_OffOff Theatre__Nerone_ph Daniele Bonanni_ridScritto ed interpretato da

DARIO BALLANTINI

accompagnato dalla fisarmonica del maestro Marcello Fiorini

 

scene Sergio Billi, costumi Dario Ballantini e Nadia Macchi, sartoria Enrica Bombardieri, materiali trucco Mariangela Palatini,

direzione tecnica Claudio Allione, direzione organizzativa Nadia Macchi

regia Massimo Licinio

 

Torna a rivivere la Roma del grande Ettore Petrolini

Ballantini_Petrolini_OffOff Theatre_Fortunello_phDaniele Bonanni_rid 

Da martedì 19 a domenica 24 febbraio all’OFF/OFF Theatre risplende la Roma del grande Ettore Petrolini, grazie allo spettacolo Ballantini e Petrolini, diretto e interpretato da Dario Ballantini che porta in Via Giulia uno dei cavalli di battaglia del suo repertorio giovanile, tratto dalle opere del grande maestro dell’avanspettacolo: Ettore Petrolini.

 

Con la consueta maniacale ostinazione per il totale camuffamento, l’artista livornese riesce a far rivivere, in una versione più aderente possibile all’originale, sette personaggi creati dal grande comico romano nato a fine ‘800: Gigi Il Bullo, Salamini, la Sonnambula, Amleto, Nerone, Fortunello e Gastone, che si ripresentano in scena nel nuovo millennio. Tra un personaggio e l’altro, Ballantini si trucca a vista utilizzando una sorta di camerino aperto, recuperando anche i suoi vecchi trucchi teatrali.

Ballantini_Petrolini_OffOff Theatre__Salamini_ph Daniele Bonanni_ridL’artista livornese, celebre al grande pubblico grazie alla sua grande capacità interpretativa e imitativa, approfondisce alcuni contenuti ed osservazioni per spiegare e dare importanza al recupero di una memoria collettiva e per preservare il futuro dei comici dalla mancanza di agganci culturali col passato.

 

Ettore Petrolini può essere infatti considerato il precursore di tutta la comicità italiana, e moderna compresa, visto l’ampio ventaglio di creazione dei personaggi che, corredati da rudimentali trucchi speciali, sono stati anche di ispirazione per molti grandi interpreti della scena italiana. Il lavoro di ricerca di trucchi e costumi originali, restituisce l’atmosfera pionieristica di questo genio assoluto. Il commento musicale e la riproposizione dei successi “Petroliniani” sono affidati al virtuoso fisarmonicista e compositore Marcello Fiorini, che ne ha curato anche gli arrangiamenti. La Regia, dopo il successo dello spettacolo “Da Balla A Dalla – Storia di un imitazione vissuta” tutt’ora in scena nei teatri italiani, è affidata a Massimo Licinio.

Ballantini_Petrolini_OffOff Theatre_Gastone_ph Daniele Bonanni_ridOFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

Annunci

La satira di Grazia Scuccimarra al Teatro degli Audaci

IMG_9538La maestra della satira Grazia Scuccimarra al Teatro degli Audaci dal 31 gennaio al 24 febbraio 2019 con “Così impari”
Dal 31 gennaio al 24 febbraio 2019 – Teatro degli Audaci – Via Giuseppe De Santis 29 Roma

COSì22Non ci sarebbe niente da ridere con i tempi che corrono, ma con lei si ride comunque. Una donna multitasking: docente, scrittrice, attrice teatrale e regista, che guarda al futuro senza mai perdere di vista il passato, prezioso bagaglio di esperienze e di vita vissuta. Da 40 anni sulla scena Grazia Scuccimarra torna con un nuovo spettacolo al Teatro degli Audaci, “Così impari”, scritto e diretto dalla stessa artista, dal 31 gennaio al 24 febbraio. I tempi peggiorano, così sembra, la protagonista invecchia, e non solo sembra, è così: sarà per queste circostanze che, più velocemente del solito, la Scuccimarra organizza le sue scorribande, da vera malandrina impenitente, tra visuali sospette, insospettate e insospettabili della nostra quotidiana vita privata, sociale e politica.

_DSC5954Da quarant’anni Grazia Scuccimarra, sagace e comica, continua a lanciare strali con una satira pungente che non fa sconti, con l’intento di cogliere i paradossi della nostra esistenza e della società.Più scorrono gli anni, più il suo sguardo si fa affilato e irriverente, ma anche leggero, come se il pensiero sull’umana società si fosse ormai cristallizzato e solo un miracolo potesse rimetterlo in moto. Il bersaglio preferito continua ad essere la persona a tutto tondo: uomo e donna, eterni interlocutori della Scuccimarra, offrono, ancora una volta, motivi e argomenti su cui confrontarsi e scontrarsi. In “Così impari”, sua ultima esilarante fatica, l’interprete, coinvolgente e distaccata, ironica e spietata, consegna al pubblico le sue brillanti riflessioni, le sue critiche alla vita civile, alla classe politica, al mondo del lavoro, alla funzione del giornalismo, alla scuola, al consumismo.

Grazia ScuccimarraIl pubblico le accoglie con grandi risate, un applauso dopo l’altro, contagiato dalla sferzante sincerità che sempre è stata la sua nota speciale.Con comicità intelligente ed energia dirompente, la Scuccimarra conduce uno show scoppiettante: non un attimo di noia per il pubblico, non un attimo di riposo per una attrice col teatro nel sangue. Come sempre, l’obiettivo è quello di poter condividere con il pubblico pregi e difetti di quell’essere umano, sociale e politico, con cui abbiamo continuamente a che fare e che fedelmente ci riflette, buono e malvagio com’è. Lo spettacolo è un turbine affascinante, caustico e divertente di pensieri collegati e ribaltati come una vera maestra della satira sa fare.

Scritto e diretto da
Grazia Scuccimarra –
Musiche di
Pino Cangialosi –
Luci di Flavio Bruno
Vi invitiamo a visitare il sito
http://www.teatrodegliaudaci.it
ed a prenotare il “vostro” posto telefonando al
numero 06 94376057.
PER INFO
http://www.teatrodegliaudaci.it
Telefono 06 94376057
PER RITIRARE I BIGLIETTI
Dal lunedì al venerdì e la domenica 16:00 – 20:00
Sabato 10:00 – 13:30 e 16:00 – 20:00                         
PER PRENOTAZIONI E INFO
Dal lunedì al sabato 10:00 – 13:30 – Domenica 16:00 – 20:00
COSTO dei BIGLIETTI
: intero € 16,00 – ridotto € 13,00
Ufficio stampa Grazia Scuccimarra Federica Rinaudo
Mobile 3277851570
Ufficio Stampa Teatro degli Audaci Giusy Montera
Mobile 345 1622071
Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Luciana Frazzetto con lo spettacolo “Una Donna per Amico” per Comic Off

luciana fotoAl Teatro de’ Servi, in occasione della kermesse Comic Off, la travogente Luciana Frazzetto con lo spettacolo “Una Donna per Amico”

con Francesca Milani e Stefano Scaramuzzino

13 e il  14 settembre 0re 21

L’amore che non ha colore e vince su tutto: ostacoli, pregiudizi, sesso. Il teatro come strumento educativo. E’ la proposta di Luciana Frazzetto, orgogliosa di riportare in scena, il 13 e 14 settembre ore 21.00,  al Teatro de’ Servi, in occasione della kermesse Roma Comic Off – Il festival della Comicità che coinvolge numerosi teatri romani con oltre 50 spettacoli e compagnie da tutta Italia, la commedia “Una donna per amico”. Luciana Frazzetto, con Francesca Milani e Stefano Scaramuzzino, tra personaggi al centro di una storia, scritta da Luca Giacomozzi e per la regia di Massimo Milazzo, che vede protagonista  la povera Marisa, interpretata dalla bravissima Frazzetto, alle prese con le difficoltà quotidiane e decisa a tentare la fortuna attraverso il gioco. La vincita di una notevole somma di denaro non le garantirà però la felicità. Dopo la perdita del marito cadrà in depressione, aiutata solo dal portiere narcolettico del palazzo (Scaramuzzino) che la va a trovare per confidarle le proprie delusioni amorose. La vita di Marisa sembra essere incanalata sui binari della noia e della monotonia, fino a quando una notte, prende coraggio per dare una svolta alla sua vita. Attraverso una modernissima agenzia matrimoniale per corrispondenza  “ordina” il suo uomo ideale ma per uno scherzo del destino conosce invece la dipendente meticolosa e logorroica dell’agenzia (Milani). Dall’incontro di queste due personalità, così forti e diverse tra loro, nasceranno una serie di situazioni divertentissime ed un rapporto speciale. Battute, risate ed equivoci… per una commedia ricca di colpi di scena e buoni sentimenti per tutti.

Federica Rinaudo

Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
www.federicarinaudo.it

Maurizio Mattioli interpreta Aldo Fabrizi debutta con lo spettacolo “E qua so io”

A 126

 

 

 

Al Teatro Tirso da Molina dal 9 al 27 maggio 2018

 

 

 

 

 

 

 

Maurizio Mattioli rende omaggio al grande Aldo Fabrizi. Lo interpreta, lo reinventa, diventa lui. Al Teatro Tirso De Molina, dal 9 al 27 maggio, va in scena “E qua so io” (regia Giuseppe Manfridi) con un Fabrizi che racconta se stesso in un viaggio introspettivo che lo lega all’unico altro Mastro Titta del celebre “Rugantino” di Garinei & Giovannini. Mattioli porta in scena la voce, le movenze e l’aspetto di una delle più celebri ed amate icone della romanità. Insomma un Maurizio di nome Fabrizi che a tratti, torna ad essere Maurizio. Il presupposto per dare vita ad un tributo sincero, pieno di colpi di scena ricordando un teatro di varietà che è ormai parte radicata della nostra cultura e del nostro costume. Una narrazione concreta dell’ultima stagione di Fabrizi, quando viveva accudito da una delle sorelle e inondato di ricordi.

IMG_1963

Teatro Tirso De Molina via Tirso,89

Info 06/8411827

Orari:

Prima settimana ore 21.00, domenica ore 17.30

Seconda e terza settimana, ore 21.00 e anche sabato pomeriggio alle 17.30

Ufficio stampa Federica Rinaudo

Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

A 124

Enzo Salvi ed il Codice del Volo di Leonardo da Vinci

IMG-20180421-WA0047

Alla scoperta del Codice del Volo di Leonardo da Vinci

con Enzo Salvi istruttore dei volatili per un giorno

Parco Zoomarine 29 aprile dalle ore 15.00

Cosa hanno in comune il grande genio italiano Leonardo da Vinci e il popolarissimo attore Enzo Salvi? Semplicemente la passione per i volatili. Lo scienziato dedicò parte della sua vita allo studio della conformazione delle ali degli uccelli e a quello delle correnti d’aria, perché era certo che con la giusta meccanica anche l’uomo sarebbe, in qualche modo, riuscito nell’impresa di rimanere “sospeso” nel cielo. Salvi, grande estimatore del genio toscano, si occupa invece dello studio della loro personalità per instaurare un legame di amicizia ed educare le nuove generazioni al rispetto di questi meravigliosi esseri viventi. Due diversi scopi, entrambi importanti, che saranno al centro dell’evento ideato dal Parco Zoomarine per il prossimo 29 aprile (a partire dalle 15.00) in collaborazione con il Museo Leonardo da Vinci Experience di Roma, il museo più completo al mondo sul genio universale in via della Conciliazione, per vivere insieme le suggestioni che solo gli uccelli sanno evocare sfidando la forza di gravità. Scienza, tecnologia e ambiente. Per grandi e piccini sarà l’occasione di apprendere una serie di nozioni e curiosità sui volatili in modo un pò diverso dal solito, grazie anche alla simpatia del comico romano che ha due pappagalli, Chicco e Jerry, ed è padrino dell’iniziativa di “Volo libero Italy “ volare con i pappagalli FreeFlight del trainer Gianluca Ranzan, in compagnia del veterinario Ignazio Pumilia, specializzato in ornitologia e del direttore del museo, Leonardo La Rosa, accolti dall’Ad del parco Renato Lenzi. Una lezione speciale a spasso tra storia e natura, in compagnia di studiosi, ricercatori e l’energia positiva di Salvi, in partenza per l’inizio delle riprese di due film: “Free” per la regia di Fabrizio Maria Cortese e “Din Don” con Maurizio Battista.

TEATRO FURIO CAMILLO E LA COMICITA’ SURREALE

tfc

 

22 – 25 marzo
Rosso Senza Naso – rassegna di clown teatrale e comicità surreale

Il Teatro Furio Camillo, in collaborazione con La Compagnia della Settimana Dopo, intende dare spazio e respiro ad un umorismo intelligente e strampalato, tipico del clown teatrale e della grande tradizione comica che passa da Karl Valentin a Buster Keaton per arrivare ai Monty Python.

22 marzo ore 21.00
C.A.B.A.R.E. Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico

Spettacolo di arte varia, sempre in divenire e con una buona dose di imprevedibilità.

23 marzo ore 21.00
Not Here Not Now – Andrea Cosentino

Un assolo da stand up comedian per spettatori fatalmente passivi e programmaticamente maltrattati, con pupazzi parrucche martelli di gomma e nasi finti. E ketchup, naturalmente.

24 marzo ore 21.00
Clowniristan – Movimento Comico

Uno spettacolo comico, eccentrico ispirato ai film di Kusturica. E’ un luogo, una repubblica in un lontano est dove vivono grotteschi e surreali personaggi clown che incarnano pregi e debolezze del genere umano.

25 marzo ore 19.00
Old Jazz Orchestra – Compagnia La Settimana Dopo

Teresa, Tomasine e Antonio erano i membri di una micro big band che calcò le scene americane per oltre quarant’anni. Antonio Muffata, formidabile chitarrista, lasciò il gruppo nel 1972 per gestire un emporio in Kentucky. Da quel momento per Teresa e Tomasine cominciò una lunga pausa artistica in cui si dedicarono alla loro vita insieme.

25 marzo ore 11.00 e ore 12.00
Il circo delle emozioni – Daniele Antonini

Attraverso la giocoleria, la magia, le bolle di sapone, ma soprattutto attraverso la condivisione delle emozioni, Daniele Antonini presenterà uno spettacolo unico nel suo genere e irripetibile.

 

 

Teatro Furio Camillo
Via Camilla, 44 – Roma – Tel. 06.97616026
E-mail: info@teatrofuriocamillo.it
www.teatrofuriocamillo.it