PIANETA DONNA IL RILANCIO CULTURALE PARTE DAL GREMBO

20190116_170750[1]

da sinistra: Linda Caroli, Paola Pompei, Barbara Castellani, Loredana dell’Anno, Antonietta Di Vizia e Giovanna Incarnato

Sei donne che ci mettono la faccia ma, soprattutto, l’anima in ciò che fanno e nel proporre alle altre donne, come agli uomini,  il loro stile di vita ed il pensiero femminile. Cultura, scrittura, attività menageriali, moda, finanza, spettacolo e tanta passione. Questi sono i punti cardini delle sei relatrici che martedi 15 gennaio 2019, nella sede Banca Mediolanum in Via Crescenzio a Roma, hanno dato lo start agli incontri culturali del 2019 portando spessore e grazia al tempo stesso.

20190115_200353Il titolo dell’incontro  “Pianeta Donna” è già di per se un programma, e le sei relatrici hanno messo a disposizione le loro esperienze di vita per condividerle e per essere da sprone ai presenti intervenuti. L’evento è stato elegantemente condotto dalla giornalista Sky Barbara Castellani ed ha presentato le sei donne  ospiti: 20190116_162942l’imprenditrice Giovanna Incarnato Bartolomucci di Otofarma, la psicoterapeuta e scrittrice Paola Pompei, la Baronessa Loredana Dell’Anno stilista e membro della Croce Rossa Italiana, la global banker e padrona di casa Linda Caroli, e la giornalista Rai Pubblica Utilità  Antonietta Di Vizia.

20190115_202415Molti i temi toccati nella serata Pianeta donna: dalla solidarietà all’economia, dallo stress alla gestione del tempo, dalle difficoltà delle donne nel conciliare la professione con la vita familiare, ma anche il tema dell’indipendenza economica che aiuta le donne a sviluppare autonomia e concretezza, e l’interessante tema della libertà culturale e mentale delle donne che si tengono informate.

20190115_202304

Linda Caroli, Loredana Dell’Anno, Antonietta Di Vizia e Sara Lauricella

Piena la sala per la folta  partecipazione dell’eterogeneo pubblico  che ha visto in sala anche giornalisti, vip ed artisti come Ilian Rachov, la modella Elisabetta Viaggi, la psicologa Daniela D’Urso, la giornalista ed attivista Marina Bertucci  ed, ovviamente, le telecamere della nostra #Differevent con la presidente Sara Lauricella.

20190115_200403

Sara Lauricella e Marina Bertucci

Un piacevole appuntamento in cui la  Banca Mediolanum  apre le porte e si pone come luogo di incontro e di scambio interpersonale.

Sara Lauricella

Annunci

Marco Tullio Barboni vittorioso al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “I fiori sull’acqua”

img-20190112-wa0035

Il  Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “I img-20190112-wa0037fiori sull’acqua”  giunto alla VI Edizione – Già Memorial Melania Rea – ha visto tra i vincitori Marco Tullio Barboni, noto sceneggiatore e regista ed oggi soprattutto apprezzato scrittore. Svariati ed importanti i i riconoscimenti da lui ottenuti nel 2018 appena trascorso, e questo 2019 iniziato da poco lo vede ancora una volta sul podio dei protagonisti, avendo ottenuto il secondo posto nella sezione Narrativa Edita del concorso con la sua opera   “A spasso con il mago, Merlino e io” ( Viola Editrice ) .
Organizzato dal Cenacolo Letterario Internazionale Altrevoci – Associazione Culturale “Il Confine” – peRte Time Management, con una giuria competente e davvero  preparata a livello culturale e di critica letteraria, il contest ha avuto il Patrocinio con Medaglia del Presidente del Senato della Repubblica Italiana, il Patrocinio del Comune e Assessorato alla Cultura di Bologna, il Patrocinio del Comune e Assessorato alla Cultura di Aulla. La giuria era composta da:
HAFEZ HAIDAR – ALESSIA SORGATO – CLAUDIO SARA – LIETTA MORSIANI – MARCO VIROLI – MINA RUSCONI
Con la Presidenza esecutiva di RODOLFO VETTORELLO, la Vice Presidenza di MARINA PRATICI e la Direzione e Organizzazione artistica di MELINA GENNUSO.
Le premiazioni sono avvenute a  Imola il 12 gennaio 2019.
Ulteriori info : www.marcotulliobarboni.com www.aspassoconilmago.it

img-20190112-wa0036

Proiezione film e lezione di cinema con la regista Margarethe von Trotta

 

Lunedì 21 gennaio 2019 – Ore 16,00

Proiezione del film e lezione di cinema con la regista Margarethe von Trotta in occasione del centenario dal tragico assassinio della teorica del socialismo rivoluzionario

Casa del Cinema
Largo Marcello Mastroianni 1 – Roma

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Introducono e intervengono:
Vincenzo Vita
presidente Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
Felice Laudadio 
presidente della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia

Con la straordinaria partecipazione della regista
Margarethe von Trotta
In dialogo con Pietro Montani 
professore Emerito di Estetica alla Sapienza Università di Roma
In occasione dei 100 anni dell’assassinio di Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht, l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico promuove un’iniziativa che al suo centro prevede la proiezione del film Rosa Luxemburg di Margarethe von Trotta e una “lezione di cinema” nella quale la regista parlerà della sua opera insieme al Prof. Pietro Montani. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione e il sostegno del Centro Sperimentale di Cinematografia, Goethe Institut, Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté e Casa del Cinema. Ad introdurre la serata saranno proprio Vincenzo Vita, presidente della Fondazione AAMOD e Felice Laudadio, presidente della fondazione CSC.

Il pluripremiato film di Margarethe von Trotta è un ritratto della coraggiosa rivoluzionaria, attivista politica, filosofa, esempio tuttora di un socialismo dal volto umano e icona del movimento operaio  internazionale e antimilitarista.

La ricerca di Rosa Luxemburg per la von Trotta è stata la scoperta di una donna per la quale non c’era stato mai un tempo né uno spazio. Una donna poco amata, sia dal suo partito, la socialdemocrazia tedesca, sia dall’Internazionale, accusata di aver precipitato per avventurismo il fallimento della rivoluzione tedesca. Una donna di cui l’ultimo degli interessi fu la nazionalità e il primo la lotta contro la burocrazia, il potere, la guerra.

“Ci sono due  tipi di film per me – dichiara Margarethe von Trotta – quelli che vengono dall’interno e sono un viaggio nell’inconscio, e quelli che guardano al  mondo, come è il caso di Rosa Luxemburg che era una rivoluzionaria radicale, non sopportava di vedere sangue e ha lottato per tutta una vita contro la guerra, con il sogno di poter creare una società migliore. Per il mio lavoro cinematografico è fondamentale comprendere che significa  confrontarsi  con la realtà, qualunque essa sia, e concepire trame in cui gli spettatori possano identificarsi con le situazioni e con i personaggi. Ma il personaggio ritratto dalla regista in questa opera, peraltro recentemente restaurata e ripresentata a Berlino proprio pochi giorni fa, va aldilà di un messaggio politico e ideologico preciso:  “Non faccio film per politica o per comunicare un mio preciso messaggio politico – continua  von Trotta – benché la politica interessi ed influenzi spesso anche la vita dei miei personaggi.
unnamed(1)
ROSA LUXEMBURG nasce nel 1871 in Polonia, ebrea della Galizia. Nel 1898 sposa un tedesco per ottenere la cittadinanza, con l’obiettivo di militare nel Partito Socialdemocratico  Tedesco (SPD), allora il più grande in Europa. Per lei è la scelta giusta, al fine di realizzare il sogno di una rivoluzione.
Nel 1914, con l’avvento della Prima Guerra Mondiale, Rosa avvia una campagna, con comizi e manifestazioni di  massa, contro il coinvolgimento della Germania nel conflitto e a favore della pace. Ma si vede tradita dai suoi stessi compagni che sposano il Nazionalismo a favore della  Guerra.
Per impedirle di continuare di lottare contro il Militarismo e per l’internazionalismo pacifista, Rosa, accusata di disfattismo, subisce vari periodi di detenzione in diverse prigioni fino al 1918. Neanche un anno dopo, partecipa alla rivolta operaia, ma viene brutalmente massacrata dai soldati inviati dal governo socialdemocratico a soffocare tale insurrezione.

Sito web: https://www.aamod.it/
INFOLINE: +39  06 57305447 – info@aamod.itpalandrani@aamod.it

Ufficio stampa AAMOD: Elisabetta Castiglioni

IL CHIAPAS VISTO COL PASSAMONTAGNA

villagio zapatista

Da domani la mostra fotografica che racconta i viaggi nei villaggi zapatisti organizzati dal collettivo 20ZLN

 Da domani fino a domenica 13 gennaio a Milano presso la sede di Radio Popolare (via Ollearo, 5 – ingresso gratuito) partirà la mostra “Il Chiapas visto col passamontagna”, organizzata da Inter Campus, Lo Stato Sociale/Garrincha Dischi, Radio Popolare e il collettivo 20ZLN.

All’inaugurazione di venerdì 11 gennaio, alle ore 18.00, saranno presenti Carlotta Moratti, Enrico Roberto de Lo Stato Sociale, Matteo Romagnoli di Garrincha Dischi, Claudio Agostoni di Radio Popolare e Andrea Cegna, membro del collettivo 20ZLN.

Il 1 gennaio del 1994 in Messico entrava in vigore il Trattato di Libero Commercio del Nord America. Messico, USA e Canada sperimentavano la prima esperienza di mercato unico. Contadine e contadini indigeni del Chiapas, in quello stesso giorno, con il viso coperto dal passamontagna entravano in diverse città per dire no a quell’accordo e al mondo che andava a determinare.

25 anni dopo quelle contadine e quei contadini sono ancora ai loro posti, la loro critica al neoliberismo si è trasformata in una società libera e autorganizzata. L’esperienza zapatista ha dapprima stupito e meravigliato, e poi attirato il mondo intero. E così è successo che storie sportive e culturali si intrecciassero e si incontrassero proprio in quel territorio diverso e vivo.

Inter Campus, il progetto sociale di F.C. Internazionale, opera in Chiapas dal 2011. Nato da uno scambio epistolare tra il Presidente Massimo Moratti e il SubComandante Marcos, il progetto Chiapas è oggi un programma di cooperazione per lo sviluppo sostenibile del sistema educativo autonomo delle comunità indigene zapatiste e coinvolge ogni anno 300 bambini e bambine e oltre 150 “promotori dell’educazione”.

 Lo Stato Sociale ha conosciuto da vicino zapatiste e zapatisti e ha coinvolto l’intera etichetta Garrincha Dischi nel progetto Garrincha Loves Chiapas.

 Radio Popolare organizza un viaggio di ascoltatrici-tori annuale in Chiapas, e tra le varie tappe non manca la visita al Caracol di Oventik.

Queste tre realtà, assieme al collettivo 20ZLN, organizzano una mostra fotografica per raccontare la loro esperienza in terra zapatista, e in Messico, dall’11 al 13 gennaio 2019, nella 25esima ricorrenza della marcia per la pace (il 12 gennaio 1994, 1 milione di persone manifestò a Città del Messico, per chiedere che il governo messicano iniziasse a dialogare con gli indigeni zapatisti).

La mostra si svolgerà presso l’auditorium di Radio Popolare, Via Ollearo 5 Milano, con i seguenti orari e appuntamenti:

Sabato 12 gennaio – Apertura ore 11.00 e chiusura ore 19.00

Domenica 13 gennaio – Apertura ore ore 11.00 e chiusura ore 19.00

Per tutti i tre i giorni saranno presenti i banchetti informativi di Ya Basta! Milano e 20ZLN

https://20zln.noblogs.org/
Collettivo 20ZLN

IL 1° FESTIVAL DEGLI EFFETTI VISIVI il 12 gennaio a ROMA

effetti visivi posterAL VIA IL 12 GENNAIO 2019 A ROMA
IL 1° FESTIVAL DEGLI EFFETTI VISIVI
Vittorio Storaro, Gabriele Salvatores, Sam Nicholson ospiti d’eccezione

AVFX e Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello curano le prima edizione del Festival degli Effetti Visivi, una giornata dedicata agli ai addetti lavori, alle produzioni cinematografiche e televisive e agli studenti di cinema e arti visive, presso la Casa del Cinema di Roma il 12 gennaio 2019.
Un festival nuovo, che svela i segreti della narrazione visiva dell’impossibile,  ostrandone i processi creativi e realizzativi. Gli ospiti di eccellenza Vittorio Storaro, autore della fotografia e vincitore di tre premi Oscar, e Gabriele Salvatores, regista premio Oscar e autore di alcuni dei più importanti film italiani con effetti visivi, Sam Nicholson, supervisore degli effetti visivi di celebri serie tv americane, racconteranno la loro esperienza al fianco dei più importanti supervisori e artisti italiani e agli ospiti
internazionali. Il Festival degli Effetti Visivi è un momento di incontro e dialogo dove tecnica e immaginazione si legano per raccontare un lavoro creativo in continua evoluzione e in crescita esponenziale in Italia e nel mondo. Un’occasione imperdibile per conoscere le più importanti aziende italiane, che racconteranno la loro esperienza attraverso la presentazione di materiali originali esclusivi dei making of dei film e delle serie tv.

effetti visiviI supervisori, le aziende e gli sponsor tecnici saranno protagonisti di masterclass di
approfondimento tecnico e artistico. Professionisti e studenti avranno l’occasione di partecipare a workshop e di mostrare le proprie competenze nelle gare di abilità tecnica
Una mostra e una rassegna cinematografica illustreranno agli appassionati i film che hanno segnato la storia degli effetti visivi, il lavoro delle aziende italiane e le principali tecniche realizzative. Il festival si svolgerà sabato 12 gennaio presso la Casa del Cinema di Roma dalle 10 alle 22, ingresso libero.

Clown dottori dalla corsia alla magia: allegria e solidarietà al Teatro Greco di Roma

locandinaDomenica 13 Gennaio 2019 al Teatro Greco di Roma

Via Ruggero Leoncavallo 10 – Ore 10.30

Clown dottori dalla corsia alla magia: allegria e solidarietà con il duo Rufus&Coriandolo Show

Uno spettacolo gratuito all’insegna dello stupore e del divertimento per grandi e bambini con due straordinari artisti della scuola di circense di Cascina. Tra illusionismo e comicità uno spettacolo unico durante il quale verranno estratti i biglietti vincenti della Clowndotteria solidale. Qui tutti i dettagli…

comici camici 1

ROMA – Un spettacolo esplosivo, dove gag di tradizione circense, illusionismi e comicità si fondono in maniera irresistibile, dando vita ad un divertente spettacolo dove il pubblico è sempre protagonista. La onlus dei clown dottori Comici Camici vi invitano Domenica 13 gennaio (ore 10,30) al Teatro Greco di Roma per lo gratuito (ma con prenotazione obbligatoria) One Man, Anzi Two Men Show” di e con Rufus e Coriandolo.

Organizzato dalla Onlus Comici Camici, finanziato e patrocinato dalla Regione Lazio e dal Municipio II, lo spettacolo unico nel suo genere vedrà sul palco Alessandro Frediani (Coriandolo) e Cristiano Masi (Rufus), un duo di clown nato nel 2001 lavorando come clown di corsia in ospedale, esibendosi in numerosi contesti socio-sanitari e non. Ma è solo nel 2013 che decidono di fondare un duo stabile. Oggi sono entrambi insegnanti della Scuola di Circo Cooperativa “Chez nous…Le Cirque!” di Cascina (PI) e membri del Club Magico Pisano, mettendo le competenze acquisite in questi anni al servizio delle loro esibizioni.

rufus&coriandolo1

Il filo conduttore dello spettacolo è il tentativo da parte di uno dei due protagonisti di conquistare il palco, ma puntualmente quando è sul punto di farlo, il suo amico/nemico collega sbriciola tutto con trovate inaspettate, rocambolesche ed esilaranti. Momenti di grande comicità alternati ad altri di poesia, il tutto condito da Illusionismi e Magie. Accanto a numeri comici ed elementi di clownerie e jonglerie, ampio spazio è dedicato alla magia comica e, soprattutto, all’improvvisazione, ancora una volta con un costante coinvolgimento del pubblico. Prima dello spettacolo, inoltre, saranno estratti i biglietti vincenti della Clowndotteria solidale.
Insomma il divertimento è garantito nella prestigiosa cornice di uno dei teatri storici della Capitale. “La giornata del 13 vuole essere il nostro personale ‘grazie’ a quanti ci sostengono spiega la clown dottoressa ‘Ercolina’ dei Comici Camici – a chi parteciperà perché curioso di conoscerci per la prima volta e al territorio che ci ha accolti con tantissimo affetto.” La Cooperativa Sociale Onlus Comici Camici, infatti, da più di dieci anni è impegnata in diverse realtà ospedaliere e sociali a Roma e dintorni: “In tutti questi anni – prosegue la clown dottoressa ‘Ercolina’ – abbiamo potuto constatare quanto l’incontro tra un Clown Dottore e un bambino o un adulto in difficoltà generi un vero e proprio effetto benefico sulla malattia tanto da far diventare l’umorismo, l’allegria e il sorriso una terapia.

rufus&coriandolo2

Per quanti lo desiderano è ancora possibile acquistare i biglietti della Clowndotteria al costo si Euro 2,50 cadauno online scrivendo a info@comicicamici.it, chiamando il numero 06.5431799, acquistandoli fino a sabato 12 Gennaio presso ‘Bottega 58’ Via Capponi 58 (Furio Camillo) oppure in teatro la mattina stessa dello spettacolo. Il ricavato sosterrà i progetti dei clown dottori negli ospedali pediatrici del Bambino Gesù di Roma e Palidoro e del San Camillo. Partecipate numerosi e contribuite a rendere l’ospedale un luogo colorato come un arcobaleno, caldo come un camino acceso, amorevole come una famiglia!

INFO E PROGRAMMA:

Teatro Greco, Roma
Via Ruggero Leoncavallo 10 (Viale Somalia)

Ore 10.30 entrata
Ore 11.00 inizio estrazione animata ricevute vincenti
ore 11.30 spettacolo di magia comica con Rufus e Coriandolo

SPETTACOLO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:

info@comicicamici.it – 06.5431799

http://www.comicicamici.it

MoWi Art Communication in mostra a TERNI artisti internazionali

manifesto terni
La MoWi Art Communication è finalmente pronta ad andare in scena e si presenterà ufficialmente giovedì 10 gennaio 2019 alle ore 17 presso il Museo Diocesano e Capitolare di Terni.
Un pomeriggio giudicato importante dagli organizzatori che con questa nuova realtà culturale vogliono puntare alla promozione e diffusione dell’arte e degli artisti con qualità, professionalità, competenza e dedizione, avendo un occhio di riguardo per i giovani da sempre futuro delle arti e della società.
Per questo motivo sarà inaugurata una mostra d’arte collettiva dal titolo “Libertà Creativa. Forma, Concetto, Immagine”, dove ad essere esposti saranno alcuni artisti del panorama artistico nazionale e internazionale, capaci di rendere chiaro quello che è lo sviluppo della creazione contemporanea oggi, volgendo lo sguardo verso la creazione artistica di domani.
Ma il pomeriggio sarà anche l’occasione per la consegna del “Premio Donna dell’Anno – Fiorella Fiorelli”, nato per ricordare questa grande donna esempio di fortezza, determinazione, passione e competenza artistica, che con amorevole cura è stata per lunghi anni Ufficio Stampa del Maestro Montanari, ruolo oggi ricoperto dallo storico e critico d’arte Marco Grilli. Ad essere premiata per questo 2019 sarà una donna contraddistintasi per il suo forte impegno umanitario nell’aiuto al prossimo.
La mostra della MoWi Art Communication resterà aperta tutti i giorni dalle 15.30 alle 19.30 fino al 18 gennaio 2019. La cittadinanza e la Stampa sono invitati a partecipare.
Si ringraziano i patrocini di Regione Umbria, Provincia di Terni e Comune di Terni; si ringraziano altresì gli sponsor Accademia Rousseau, Capotosti Martini Assicurazioni, Angelantoni Holding, Fusionart, Archimede Solar Energy, Bcc Roma, Lincei Catering.