VerticalMovie, il Festival del Nuovo Linguaggio a piazza del Popolo

VerticalMovie_Salvatore Marino_Cinzia Mascoli_Maurizio NinfaVerticalMovie, il Festival del Nuovo Linguaggio

Artisti 7607 sostiene il primo festival internazionale di ripresa in verticale. Dal 20 al 23 Settembre a Piazza del Popolo.

 “Quasi una necessità” la creazione del VerticalMovie, il primo festival internazionale di ripresa in verticale, ideato e diretto artisticamente da Salvatore Marino, annunciato in conferenza stampa alla Casa del Cinema, con l’invito per tutti a non perder di vista i numeri che parlano chiaro: oltre il 70% dei video caricati sulla rete sono fatti in verticale. E’ dalla nascita di un vero e proprio nuovo linguaggio che proviene l’idea di Marino, messa in piedi insieme a Maurizio Ninfa amministratore della Interproject Event, azienda organizzatrice dell’evento che dal 20 al 23 Settembre riempirà Piazza del Popolo con le videoproiezioni sui maxi schermi (verticali per l’appunto).

Una gara di video sostenuta tra i tanti da Artisti 7607, Rai Com, Rai Italia, Rai Radio 2, FIDAL, Comingsoon.it, Frecciarossa Trenitalia, Run Fest, Video Bank, Web Magistri, Audio Visual Service, E20 Music – Live, Sidief, S.T.I. Srl, Diamo il Meglio di Noi e tra cui saranno elette otto sezioni in gara: VerticalOpen (tema aperto), VerticalWoman (dedicata alle donne sia come autrici, che come tematica), VerticalComedy (comicità), VerticalDoc (documentari e docufiction a tema MyItaly e Ri-cycle), VerticalHome (dedicata a chi cerca casa e promossa dalla Sidief che premierà l’opera migliore), Vertical2K (rivolta ai nati dall’anno 2000 in poi), VerticalTrain (dedicata ai treni e premiata da Frecciarossa) e VerticalSport (a tema sportivo), a cui si aggiungono le quattro sezioni fuori concorso: VerticalNews (produzione di un notiziario in verticale), VerticalArt (audiovisivo come nuova forma di espressione artistica), ViralWeb (trend virali e di intrattenimento) e infine Maestri Verticali, che offre in anteprima mondiale le prime opere dei grandi maestri del cinema.

Una kermesse a cui non poteva mancare il sostegno di Artisti 7607, la collecting degli artisti che cura i diritti connessi al diritto d’autore, partecipe alla presentazione stampa con la sua presidente Cinzia Mascoli, che ha sottolineato quanto gli artisti siano attenti e sensibili al cambiamento e ai nuovi linguaggi audiovisivi. “Una delle mission che abbiamo, oltre a quella di raccogliere e distribuire i diritti degli artisti, è quella di promuovere, con un occhio ai nuovi linguaggi, le attività degli artisti stessi, come quella di immaginare, creare, sognare, inventare progetti. E’ per questo che sosteniamo il Vertical Movie, come un nuovo modo per immaginare e creare nuove possibili visioni”. Una partecipazione quella di Artisti 7607, legata anche ad un mirato invito a tutti quei giovani attori che verranno accolti presso un stand apposito, dagli operatori della collecting, pronti a dispensare i migliori consigli per affrontare insieme il difficile lavoro d’artista.

Non solo competizione, ma anche tanto divertimento con un ricco programma che prevede videoproieizioni, workshop come quello con Stefano Reali, oppure quelli di cameraworks o dizione e recitazione, musica dal vivo con Federica Pento seguita l’indomani dai Delta Machine, djset con i djs Efèe il giovedì e Tatù il venerdì, realizzazione di storyboard e disegno dal vivo con la Scuola Romana dei Fumetti, teatro, ospiti, danza con la coreografia di Alex La Rosa che dirige Emanuela Mastrandrea, e il corpo di ballo New Ballet. E poi ancora la magia di Mariano Navetta e i concerti con Mario Venuti, Ainè e Mahmood, trasmessi in diretta su Rai Radio2 Indie dalla voce di Sara Del Caldo. A condurre le serate del primo Vertical Movie ci saranno Karin Proia, Marco Capretti, Nathalie Caldonazzo e Salvatore Marino. Domenica 23 Settembre grande conclusione con la premiazione condotta da Andrea Delogu insieme a Salvatore Marino. Una giornata particolare quella di domenica, che avrà inizio con la videocronaca in verticale della Rome Half Marathon Via Pacis, la mezza maratona multi religiosa per la pace, organizzata dalla FIDAL e promossa da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura. Si proseguirà con le attese esibizioni musicali dei LaceBlack, Grace Cambria e il seguitissimo Nesli.

Annunci

L’Estate in biblioteca – il Cinema legge il mondo

unnamed(4)Venerdì 21 Settembre 2018
Biblioteca “Valle Aurelia” 
via di Valle Aurelia 129 – Roma, quartiere Aurelio – XIII° Municipio
ore 19:00 AperiCinema con Giona A. Nazzaro
ore 20:00 VELENO di Diego Olivares
Il prossimo appuntamento con la rassegna L’Estate in biblioteca – il Cinema legge il mondo avrà luogo alla Biblioteca Valle Aurelia venerdì 21 settembre. Preceduto da un incontro di approfondimento con Giona A. Nazzaro, a cura di Veronica Flora, sarà proiettato il film Veleno di Diego Olivares: una storia ambientata nelle campagne del casertano ed incentrata sulla criminalità organizzata con cui due fratelli che portano avanti con fatica un’azienda di famiglia, si devono scontrare per proteggere le proprie terre, facendo i conti con le intimidazioni, le minacce e la corruzione.
Pellicola di estrema attualità e rivolta ad una forte denuncia sociale delle condizioni illegali di coltivazione delle terre, il film, interpretato tra gli altri da Luisa Ranieri e Massimiliano Gallo, con le musiche di Enzo Gragnaniello, è stato presentato quale evento speciale di chiusura alla Settimana Internazionale della Critica 2017 (Biennale di Venezia).
Gli ultimi appuntamenti con la manifestazione che porta la migliore produzione cinematografica dei Paesi del Mediterraneo nei luoghi della lettura, sono previsti mercoledì 26 settembre, sempre a Valle Aurelia, con la maratona di corti “Made in Med”,  giovedì 27 Settembre, presso la Biblioteca di Rebibbia Terza Casa, con il film Ammore e malavita di Antonio e Marco Manetti che vedrà gli autori presenziare all’incontro con i detenuti (l’ingresso è riservato solo agli ospiti dell’Istituto penale) e venerdì 28 settembre, nuovamente a Valle Aurelia, con la pellicola Summer 1993 di Carla Simòn.

La critica:

” Veleno è il cinema civile italiano al suo meglio. Attingendo alla grande tradizione del melodramma italiano – da Matarazzo a De Santis – il regista compone un film potente e lirico. La resistenza degli ultimi contro le prepotenze dei pochi. La dignità contro l’arroganza. Cinema civile ma contaminato con le passioni più veraci dello spettacolo popolare: dalla sceneggiata al noir. Veleno è un film dolente eppure potente. Ma soprattutto è un film giusto. “.
(Giona A. Nazzaro)

“Il veleno è quello della Terra dei Fuochi. Disperazione morale e dissoluzione fisica, ed è lì che Diego Olivares infila la macchina da presa: una famiglia assediata da Gomorra, un cinema non pastorizzato, un affondo civile.”
(Federico Pontiggia)

 

L’ESTATE IN BIBLIOTECA – IL CINEMA LEGGE IL MONDO
La Rassegna, diretta da Ginella Vocca e realizzata dall’Associazione Methexis, in collaborazione con le Biblioteche di Roma e il MedFilm Festival, entra dalle biblioteche comunali (tra cui anche quelle di Istituti penali), per arricchirne l’offerta culturale, con una panoramica varia e interessante della produzione cinematografica contemporanea di qualità.  Il cinema legge il mondo, perché il mondo ci guarda e ci riguarda: dalla Norvegia al Marocco, dalla Spagna al Belgio, passando per la Siria, l’Algeria, la Tunisia, Israele e la Croazia, fino all’Italia, con l’obiettivo di fornire possibili chiavi di lettura del mondo d’oggi, stimolando ragionamenti su tematiche e contraddizioni della società contemporanea.
L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana 2018 promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

Sito ufficiale: medfilmfestival.org
Pagina FB: https://www.facebook.com/estateinbiblioteca/
Twitter @estateinbiblioteca
#estateinbiblioteca

Ufficio stampa :
Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it
Raffaella Spizzichino
+39 338 8800199 – raffaspizzy@gmail.com

VELENO
Italia, 2017, 103 min

https://www.youtube.com/watch?v=_y-inq0XQMw

Regia Diego Olivares
Sceneggiatura Diego Olivares, Marcello Olivieri
Produttore Bronx Film, Minerva Pictures, Tunnel Production, Sky Italia, Rai Cinema,
Fotografia Andrea Locatelli
Montaggio Davide Franco
Musiche Enzo Gragnaniello, Marco Messina, Sasha Ricci
Suono Daniele Maraniello
Cast  Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Salvatore Esposito, Gennaro di Colandrea, Miriam Candurro, Nando Paone, Marianna Robustelli

Festival e premi

Tetuan Mediterranean Film Festival 2018 : Premio alla migliore attrice Luisa Ranieri
Los Angeles – Italia 2018: Italian Cinema Today
Busan International Film Festival 2017: Flash Forward Competition
Festival du Film Italien de Villerupt 2017: Compétition
La Biennale di Venezia 2017: Settimana della Critica – Evento speciale – Film di chiusura
Les rencontres du cinéma italien à Toulouse 2017: En compétition

23° Les Prix Lumières della stampa internazionale 2018
17° Festival del cinema mediterraneo di Bruxelles – Premio Speciale della Giuria
23° Medfilm Festival – Menzione Speciale
In anteprima al Festival de Cannes 2017 – Un certain regard

Tanti Vip ospiti da Carol Maritato e Vincenzo Capua a Radio Italia Anni ’60

IMG-20180919-WA0032[1]
FABIO TESTI, IRA FRONTEN, CHRISTIAN MARAZZITI, ANTONIA LISKOVA E DANYRAP OSPITI A “E CI SEI TU” SU RADIO ITALIA ANNI ’60. CONDUCONO CAROL MARITATO E VINCENZO CAPUA. Venerdì 21 settembre ore 18.

Dal 7 settembre sulla storica emittente romana, Radio Italia Anni 60, è ripartita la trasmissione “E ci sei tu”, che vede alla conduzione  i cantautori italiani Carol Maritato e Vincenzo Capua. Il duo ha già iniziato con grande successo ad allietare il venerdì pomeriggio di migliaia di romani.
Il programma va in onda dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma su 100.5 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili nonchè sul sito www.radioitaliaanni60roma.it.

In ogni puntata di “E ci sei tu”, programma di musica e intrattenimento, sono ospiti autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e della scena canora italiana e internazionale. Venerdì 21 settembre saranno presenti ben 4 ospiti d’eccezione: l’attore Fabio Testi, l’attrice Ira Frontén, il regista Christian Marazziti, l’attrice Antonia Liskova e il cantante DanyRap.

Fabio Testi dopo essersi iscritto all’Accademia d’Arte Drammatica, fa una breve apparizione in C’era una volta il West (Sergio Leone), finché con Il giardino dei Finzi Contini (Vittorio De Sica), premio Oscar come miglior film straniero, riesce a mettersi in luce anche a livello internazionale.

Ira Frontén studia recitazione a Buenos Aires; il suo esordio nel cinema coincide con il ruolo principale nel film “Frontera Sur” del regista e produttore premio Oscar Gerardo Herrero. Di recente la troviamo nella serie Rai “È Arrivata la Felicità “e nel film “Il Ministro”. Ira sarà il 3 ottobre all’International Tour Film Festival in veste di presentatrice.

Christian Marazziti è attore, regista, sceneggiatore e produttore. Si è formato frequentando diversi stage e laboratori di recitazione. È stato diretto da maestri del cinema come Pupi Avati e Alessandro D’Alatri. Come sceneggiatore, regista e produttore ha realizzato tre cortometraggi. Nel 2015 il docufilm “ebola”, di cui ha curato la regia, gli ha portato un riconoscimento come miglior film della critica sociale al festival di Roma. Quest’anno è uscito al cinema Sconnessi, film commedia da lui scritto e diretto.

Antonia Liskova a 19 anni lascia la Slovacchia per trasferirsi a Roma. Lavora come modella. Il salto nel mondo della recitazione avviene con il ruolo in Incantesimo 6. Dal 2010 al 2011 interpreta Laura del Fiore in Tutti pazzi per amore. Nel 2011 è nel cast del film Maria di Nazareth. Nel 2015 veste i panni di Elena in Solo per amore ed anche nel 2017 in Solo per amore – Destini incrociati. Nel 2018 è Olga in Sconnessi.

DanyRap è un giovanissimo cantante che ha trovato nella musica il modo per raccontare la parte migliore di sé: i suoi sogni, che persegue ogni giorno con tenacia, che gli danno la forza e il coraggio necessario in una vita un po’ più difficile del comune. E’ un ragazzo speciale ed è da poco uscito con la canzone ‘Viva lo sport’, un brano nato durante i corsi di atletica che frequentava con ragazzi come lui.

Sintonizzatevi tutti, venerdì 21 SETTEBRE alle 18:00 sulle frequenze 100.5 di Radio Italia Anni ’60.

Press Office Roberta Nardi
Management The Mac Live

DSL DIRE STRAITS LEGACY dopo le 8 data negli USA arriveranno IN ITALIA

Trevor Horn 1 dDopo il successo dei concerti in Sudamerica e in Europa 

DSL DIRE STRAITS LEGACY 

8 DATE NEGLI USA A SETTEMBRE   

Il “DSL EUROPEAN TOUR” ATTRAVERSA L’OCEANO E DIVENTA “WORLD TOUR”

DAL 20 NOVEMBRE IN ITALIA

BIGLIETTI GIA’ IN PREVENDITA SU TICKETONE  

 A ROMA, TEATRO SISTINA, IL 3 DICEMBRE

DSL Ph Mariagrazia ProiettoIl “DSL EUROPEAN TOUR” dei DSL Dire Straits Legacy sbarca Oltreoceano e diventa… “WORLD TOUR”. La concept band terrà una serie di otto concerti in USA a Settembre, prima di tornare live in Italia a novembre, con una serie di date nei teatri delle principali città.
Dopo il successo dei recenti concerti in Sudamerica, Svizzera, Francia e Lussemburgo, il nuovo DSL World Tour 2018 partirà da Los Angeles The Wiltern il 26 settembre e toccherà in seguito le città di Riverside CA FOX Performing Arts Center (28 settembre), St. Charles MO Family Arena  (29 settembre), Nashville IEBA conference (30 settembre), St Charles IL Arcada Theatre (2 ottobre), Ft Lauderdale FL Parker Playhouse (4 ottobre), St Petersburgh FL Mahaffey Theater (5 ottobre) e Westbury NY NYCB Theater at Westbury (6 ottobre).

Il tour continuerà in Europa, con un concerto a Bucarest 15 Ottobre e una tappa ad Helsinki il 3 Novembre, per poi approdare in Italia, dove i DSL faranno tappa nei teatri di: Milano, Padova, Brescia, Firenze, Palermo, Catania, Bari, Roma e Bologna, a partire dal 20 novembre. 

DSL Dire Straits Legacy bandIl DSL World Tour farà tappa a Roma il 3 dicembre, al Teatro Sistina (Via Sistina, 129, 00187 Roma) alle ore 21.00.    

I biglietti per le date italiane del tour, organizzato da We4show, sono già in prevendita su TicketOne.it  e disponibili in tutti i punti vendita e circuiti abituali.  Sarà possibile acquistare anche speciali posti “vip legacy” che comprendono il meet & greet con la band, il cd e il pass celebrativo. Per ulteriori info: www.dslegacy.com

Il tour sarà l’occasione per rivivere la magia dell’indimenticabile repertorio dei Dire Straits, con brani come Money For Nothing, so Far Away, Sultans of Swing, Walk of Life e tante altre Hit, ma anche per ascoltare alcune canzoni del nuovo album di inediti  “3 Chord Trick” prodotto da Phil Palmer e Alan Clark, registrato a Los Angeles nello studio di Steve Ferrone e poi a Roma ai Forward StudiosRome dove l’album è stato completato, e pubblicato dall’etichetta Forward Music Italy.

I DSL Dire Straits Legacy sono nati dall’amore e dalla passione per la musica dei Dire Straits, rock band britannica formatasi nel 1977, con l’idea di portare la musica del celebre gruppo a tutti gli appassionati che hanno atteso a lungo di poter riascoltare dal vivo tanti brani memorabili. L’anno scorso, è arrivato il primo tour internazionale, organizzato da We4Show, che li ha visti esibirsi con successo in Francia, Svizzera, Lussemburgo e anche in Sudamerica, con una serie di sold-out in diverse città.

Con il recente ingresso di Trevor Horn – uno dei più rinomati produttori della sua generazione e una vera leggenda dell’industria musicale (anche grazie alle sue storiche collaborazioni con gli Yes e i Buggles di “Video Killed the Radio Star) –  in veste di bassista, la line-up di questo tour è formata dai componenti storici Alan Clark (tastiere, hammond e cori), che lo scorso 14 aprile si è recato a Cleveland per ritirare l’ambito riconoscimento della Rock and Roll Hall of Fame come storico membro dei Dire Straits, Danny Cummings (percussioni e cori) e Phil Palmer (chitarre), insieme alla strepitosa sezione ritmica formata da Trevor Horn (basso) e Steve Ferrone (batteria), con gli italiani Marco Caviglia (voce e chitarra) e Primiano DiBiase (tastiere).

20.11 – TEATRO DELLA LUNA – MILANO

21.11 – TEATRO GEOX – PADOVA

23.11 – GRAN TEATRO MORATO – BRESCIA

24.11 – OBIHALL – FIRENZE

26.11 – TEATRO GOLDEN – PALERMO

27.11 – TEATRO METROPOLITAN – CATANIA

29.11 – TEATRO TEAM – BARI

03.12 – TEATRO SISTINA – ROMA

05.12 – TEATRO EUROPAUDITORIUM – BOLOGNA

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti: www.dslegacy.com

DSL DIRE STRAITS LEGACY – Nel 2013 l’incontro con l’agenzia We4Show – a new concept for the show (management della band in tutto il Mondo), da il via al progetto che decide di produrre e promuovere, con grande passione, questa musica di indiscussa qualità. Arriva così la prima tournée, con una formazione con Phil Palmer, Pick Withers, Danny Cummings, Jack Sonni, Mel Collins e i romani Marco Caviglia, Primiano DiBiase e Maurizio Meo. Cinque concerti sold-out. Non molto tempo dopo, arriva un secondo tour, per il quale anche John Illsley e Steve Ferrone si aggiungono al gruppo. Una serie di nove date e un’esibizione all’evento finale del 97° Giro d’Italia, dove sono acclamati da oltre 20 mila persone.  Nel corso degli ultimi anni ci sono stati vari cambi di formazione, fino a quella attuale formata da: Alan Clark (tastiere, hammond e cori), Phil Palmer (chitarre), Trevor Horn (basso) Danny Cummings (percussioni e cori), Mel Collins  (sax), Steve Ferrone (batteria), Marco Caviglia (voce e chitarra), Primiano Dibiase (tastiere).
Nell’ultimo periodo l’attività della band è stata intensa con concerti in tutta Europa e Sudamerica e la pubblicazione dell’album di inediti “3ChordTrick” nel corso del 2017, ed un nuovo tour in Brasile a Gennaio 2018.

www.dslegacy.com  | www.facebook.com/direstraitslegacy

Ufficio stampa Ultra – Elisabetta Galletta | email: egalletta@ultrapragency.com

La poesia viaggia su treni di…versi al Polo Museale Arte in Viaggio e si unisce ai cartoons educativi

41788443_10156705459284282_4272820292843208704_n

Roma, 15 settembre 2018. Tanta poesia e tante emozioni presso lo spazio espositivo del Polo museale atac per “Treni di …versi” una kermesse letteraria che si inserisce nel ricco programma  della manifestazione di intrattenimento dell’estate romana “Arte in viaggio” organizzata da Helikonia Indi, in collaborazione con Caffè Letterario, Atac e Roma Capitale. Il Polo museale è un giardino urbano nel cuore della Capitale all’ombra della Piramide Cestia in via B. Bossi 7 dove è possibile interfacciarsi con esperienze artistiche e una variegata offerta di aree food&drink e lounge tra antichi tram e locomotive perfettamente restaurate e rese fruibili per un nuovo e creativo riuso.

41780575_10156705468884282_6609119589462704128_nIdeatrice e organizzatrice del reading poetico Ella Clafiria Grimaldi medico, con la passione per la poesia e presidente del Comitato di volontariato culturale “Insieme per l’Arte”. Tema della serata raccontato in tutte le sue declinazioni è stato il “Viaggio” inteso come conoscenza, esperienza spirituale ed esistenziale. Hanno aderito all’iniziativa incantando con il loro versi il pubblico attento gli autori e compagni di viaggio:  Sonia Giovannetti, Lucianna Argentino, Laura Pingiori, Simonetta Paroletti, Gabriella Giuliani, Fausto Desideri, Domenico Oriolo, Antonella Taffuri.

IMG-20180823-WA0030

Testimonial della serata l’autrice ed attrice Emanuela Del Zompo che ha presentato il suo cartoon, già presentato in anteprima sul red carpet della 75ma Mostra del Cinema di Venezia, dal titolo “Grunda l’angelo dalle ali rotte” incentrato sulla tematica del femminicidio. “Grunda e la tematica trattata voglio che arrivino ovunque -afferma Emanuela del Zompo- e la scelta di questo genere di scrittura e di rappresentazione vuole essere un modo per facilitare la diffusione e la direzione verso ogni tipo di pubblico, dai più maturi ai piccolissimi”.

“Risvegliare le sensibilità attraverso la poesia fatta nei luoghi pubblici  per rendere le emozioni punto cardine di incontri, messaggi e dello stare insieme” afferma Ella Grimaldi l’organizzatrice del reading e aggiunge “La poesia stessa può essere considerata un viaggio verso i luoghi dell’anima, verso il senso più profondo della vita”.  Il binomio Arte –Viaggio  evocato dalle locomotive in esposizione e il ricco palinsesto culturale e musicale ha dato vita in queste serate estive al Polo museale atac ad un ambiente socialmente vitale motore di sviluppo e creatività artistica.

41925236_10156707006134282_1806147921083629568_n

A Palazzo Grifalcon la mostra “Idoli – Il potere dell’immagine”

di Riccardo Bramante

ligabue-idoli_mostra_locandina

E’ in corso a Venezia a Palazzo Loredan, sede della Fondazione Giancarlo Ligabue, una interessante mostra dal titolo “Idoli – Il potere dell’immaginazione” che attraverso più di cento opere provenienti da collezioni pubbliche e private offre una sorta di viaggio nel tempo e nello spazio alla scoperta della evoluzione della rappresentazione umana tra il 4000 ed il 2000 avanti Cristo dall’estremo oriente delle civiltà dell’Indo all’occidente della Spagna con l’area del Mediterraneo a fare da trait d’union tra mondi e civiltà così lontane.

Fin dalla preistoria, infatti, l’uomo ha sentito la necessità di rappresentarsi con graffiti, statuette e pitture murali aventi a volte valore simbolico o religioso ma spesso anche con funzioni “politiche” o semplicemente rappresentative della propria figura.

Mostre: Idoli. Il potere dell'immagine. Promossa FondazioneAttraverso le opere in mostra si può seguire la cosidetta “rivoluzione neolitica” che segna il passaggio dalla organizzazione per clan e tribù a più complesse società che, anche grazie alla scoperta di nuovi metodi per la lavorazione dei metalli e di altri materiali, tendono a creare manufatti in cui la figura umana viene rappresentata con le sue caratteristiche fondamentali.

All’inizio queste figure sono quasi esclusivamente femminili con una forte accentuazione delle caratteristiche sessuali (seni e fianchi particolarmente prosperi) per sottolinearne l’aspetto della maternità e della fertilità; di qui le famose “Dee Madri” provenienti dall’Anatolia, dall’Egitto, dalla Spagna e anche dalla Sardegna o i cosidetti “idoli oculari” o idoli-placca in cui l’occhio viene visto come espressione della presenza divina o ancora gli idoli geometrici che tanto colpirono ed influenzarono gli artisti del Novecento.

ligabue_mostra-idolsLa creatività dei nostri antenati del periodo neolitico si evolve, poi, nella raffigurazione di personaggi, re, guerrieri e geni come quelli degli artisti della “Civiltà dell’Oxus” nell’Asia centrale che si sviluppano in battaglie cosmiche e mitologiche in cui il “Drago dell’Oxus” è la contrapposizione guerriera della “Dama dell’Oxus”, nota anche come “Venere di Ligabue”.

Ma anche partendo da una solida base storica ed archeologica, la mostra evidenzia anche la qualità artistica dei manufatti in quanto “gli individui che realizzarono quelle sculture erano artisti dotati di grande talento che, muovendosi tra il rispetto dei modelli tradizionali e la creazione innovativa, seppero comunque lasciare un segno”, come giustamente scrive nel catalogo di Skirà la curatrice della mostra Annie Caubet conservatrice onoraria del Museo del Louvre.

E meritoria è stata anche l’attività della Fondazione Giancarlo Ligabue, organizzatrice della mostra, che dal 2016, in continuità con l’omonimo Centro Studi e Ricerche Ligabue, favorisce l’attività di promozione culturale e di ricerca sia in Italia che all’estero.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 20 gennaio 2019.

Francesca Inaudi a Cagli, nelle Marche, per l’anteprima italiana di Preziosa

FRANCESCA-INAUDI-01

È appena tornata in televisione a fianco di Gigi Proietti con la terza stagione di Una pallottola nel cuore, nota fiction di Rai Uno della quale è coprotagonista. Francesca Inaudi, un’attrice eclettica in grado di esprimere il suo talento al cinema e in tv, ora torna in teatro con il suo ultimo lavoro Preziosa. Inaudi ha scelto, come tanti altri artisti italiani negli ultimi anni, di lavorare al Teatro Comunale di Cagli, dove lo spettacolo sarà presentato in anteprima italiana venerdì 21 settembre 2018.

Preziosa è un monologo scritto da Mariateresa Venditti, per la regia Luca De Bei, che narra le vicende di una donna e della sua vita difficile, la sua sindrome d’abbandono, dei genitori anaffettivi, dei suoi sgangherati rapporti di coppia, della migliore amica divenuta mito, della psicoterapia, della difficoltà a chiedere aiuto. Della presenza costante della morte. Ma anche del miracolo della vita che regala sempre un’ennesima opportunità.

FRANCESCA-INAUDI-02In Preziosa, Francesca Inaudi esprime tutta la sua versatilità scenica toccando diversi registri espressivi: dalla vis comica ai toni più intimisti. Una bella prova teatrale sorretta da un testo vincente e capace di conquistare qualsiasi tipo di pubblico.

Dalle note artistiche dello spettacolo leggiamo «Ci travolge come un fiume in piena il flusso di coscienza in cui la protagonista, Preziosa ripercorre le tappe fondamentali della sua vita attraverso tutte le volte in cui ha tentato il suicidio. A tre anni, gettandosi dal seggiolone. A undici anni, cercando di soffocare con delle Big Babol. A quindici anni, tagliandosi le vene… Il registro è brillante, ma il “non-detto” che emerge tocca corde profonde e di grande umanità.»

«Vivi spinta dal desiderio e non dalla paura» è il messaggio che raccoglie Preziosa lungo il suo percorso.

La direzione del Teatro Comunale di Cagli ha scelto di presentare questo spettacolo con un biglietto molto economico (10,00 € e 5,00 per gli under 25) per avvicinare un pubblico più ampio possibile alla meraviglia del teatro e per vedere da vicino un personaggio conosciuto solo attraverso lo schermo televisivo.

Francesca Inaudi, una delle attrici più interessanti della scena italiana, è conosciuta dal pubblico per la partecipazione alle serie televisive Distretto di Polizia e Una pallottola nel cuore ma la sua carriera artistica inizia in teatro. Nel 1996 il suo volto colpì Giorgio Strehler, che consentì alla Inaudi di studiare nella scuola del Piccolo fino al 1999, nell’ultimo corso del grande artista milanese. Nel corso di lunghi anni di teatro, si è confrontata con alcuni dei migliori registi italiani – Elio De Capitani, Massimo Castri, Gianluca Guidi, Giancarlo Sepe, Daniele Ciprì, Piero Maccarinelli – confermando la sua voglia di sperimentare, grazie alla sua determinazione e alla sua personalità. Numerose anche le sue interpretazioni al cinema: ha lavorato – fra gli altri – con registi quali Cristina Comencini, Ron Howard, Paolo Virzì, Mario Martone, Paolo Genovese, Massimo Venier e Ridley Scott.

PREZIOSA è l’ultimo spettacolo della pre-stagione di Cagli, dal 4 ottobre con il concerto di Toquinho partirà la stagione 2018 2019 del Teatro con sedici date tra teatro, musica, danza e opera.

Venerdì 21 settembre ore 21.15

PREZIOSA – Anteprima italiana – con Francesca Inaudi

di Maria Teresa Venditti – regia di Luca De Bei – aiuto regia Rachele Minelli

disegno luci Marco laudando – scenografia Katia titolo – costumi Sandra Cardini

produzione Pierfrancesco Pisani/Infinito e Nidodiragno

Biglietto unico 10,00 € – Under 25 anni 5,00 €