ESCE NELLE SALE “LA TERRA E IL VENTO” OPERA PRIMA DI SEBASTIAN MAOLUCCI

laterraed-il-vento

Vincitore del Terra di Siena Film Festival 2014 (Gran Premio della Critica SNCCI), esce finalmente nelle sale l’opera prima di Sebastian Maulucci, LA TERRA E IL VENTO, produzione Ar.Pa. Film che dopo tre anni e mezzo di candidature e partecipazioni ad alcuni dei più rilevanti festival italiani, trova un circuito aperto al pubblico.

Scritta e diretta dal giovane Maulucci – già assistente alla regia di Paolo Sorrentino nel film L’amico di famiglia e allievo di Marco Bellocchio nel film Sorelle durante il seminario Farecinema – autore di vari spot aziendali e Pubblicità Progresso, oltreché autore di racconti, testi teatrali, cortometraggi e docu-film – la pellicola sarà in programmazione a partire dal 2 febbraio p.v. Nel cast una rosa di giovani attori tra cui Lorenzo Richelmy (figlio d’arte dalla lunga esperienza teatrale e cinematografica, ultimamente a fianco di Carlo Verdone in Sotto una buona stella e protagonista della serie Marco Polo prodotta da Netflix), Robin Mugnaini (tra le interpretazioni più recenti la serie tv Don Matteo, Tutti i santi giorni di Paolo Virzì e Francesco-2014 di Liliana Cavani); Laura Gigante (The Sphinx, L’ispettore Coliandro, Albakiara), Chiara Martegiani (Amici di Maria De Filippi, Meno male che ci sei con Stefania Sandrelli, Il sesso dopo i figli), Vijaya Bechis BollGiacomo TarsiMargherita Vicario (Kubrick-una storia porno, Pazze di me, Arance e Martello, To Rome with Love e apprezzata cantautrice) e Beniamino Brogi (Ein Sommer in Amalfi, FDR, 4 Rules). Altri interpreti sono Lina BernardiRosanna Gentili, Stefania Micheli, Maurizio Lombardi, Enzo Provenzano, Nino Bernardini, Alessandra Roca, Roberto Di Maio, Barbara Folchitto, Emiliana Franzone, Annamaria Teresa Ricci e Mariano Aprea. Presenti infine, con due “camei” ad hoc, Pietro De Silva e Christiane Filangieri.

La terra e il vento, prima di tutto, si rivolge ai giovani d’oggi: a coloro che non hanno ancora scelto il proprio destino e continuano a rifugiarsi nelle proprie radici per paura di un salto nel buio, ma anche a quelli che hanno deciso di estirpare il proprio passato per inseguire un’onda avventurosa verso ignoti ed inesplorati cammini. Commedia all’apparenza spensierata ma ritratto del conflitto multi generazionale che il nostro Paese sta vivendo nell’indecisione tra la fuga dei cervelli e la riesumazione delle proprie tradizioni “must” Made in Italy, il film abbraccia la coralità di una storia di due famiglie “allargate” e la singletudine delle riflessioni soggettive intrise da sensi di colpa e ambiti progetti di evasione en plein air.
I protagonisti, divisi tra il restare legati alla Terra o fuggire come il Vento, rifugiano in una tenuta in Toscana per dimenticare i problemi quotidiani. Ma la realtà irrompe comunque conducendo per mano ognuno – attraverso le relazioni di gruppo o introspezioni psicologiche, a trovare il proprio destino.
A compenetrarsi con gli animi dei personaggi, prima ancora che a fare da sfondo alle loro azioni, sono i colli senesi, naturale aiuto alle scelte cromatiche color pastello della fotografia firmata da Paco Maddalena, congiuntamente alle note musicale originali di stampo prevalentemente classico (a parte l’inserto rock del prologo e dell’epilogo) che vede la colonna sonora firmata da Francesco Ruggiero richiamarsi ad una certa tradizione popolare.

“Ho fatto ampio uso dei carrelli – afferma Maulucci – per avvolgere i personaggi e la storia in uno sguardo che fosse insieme partecipe e distaccato, osservativo e narrativo al contempo che è poi il mio rapporto con tutti i personaggi, un misto di affetto e approvazione ma anche di distanza critica, che mi ha permesso di svelare luci e ombre di ognuno oltre che concedermi qualche parodia di certi cliché sociali oggi di moda.”

Complici gli attori calati nei loro prototipi naturalistici, l’uso di una steadycam tesa a raccontare con immediatezza e fluidità alcune scene di vita, un montaggio classico ma ritmato che valorizza ogni momento quasi fosse un insostituibile tableau vivant, la pellicola segue passo passo il cambiamento dei suoi protagonisti verso una maturità che si scopre tutt’a un tratto consapevole, calciando per sempre i retaggi di un’adolescenza insicura.

“In un periodo di crisi del cinema italiano – dichiara Paola Populin, fondatrice di Ar.Pa Film e produttore del film – abbiamo cercato di riflettere sulle nuove possibilità produttive e concepire questo progetto, che ha alla base un lavoro di notevole spessore, per un pubblico diversificato, di modo da soddisfare le esigenze di uno spettatore vario e interessato”.

La terra e il vento è un film sulla famiglia, sull’amore, sulla gioventù, sui valori svaniti e su quelli emergenti, ma anche sull’ambiguità dei rapporti e l’incertezza dei sentimenti all’interno del conflitto oggi sempre più acuto tra la vecchia e la nuova generazione. E i due poli si rispecchiano nei due fratellastri protagonisti: l’uno col suo rifiuto categorico di tradizioni e vincoli famigliari proiettato verso un futuro avventuroso, l’altro con la missione di continuare la tradizione paterna dell’impresa agricola, (forse unica possibilità di salvezza per l’umanità alla fine del mondo), nella speranza di ridare linfa vitale ad una attività ormai destinata all’estinzione.

Alla ricerca della felicità che ognuno tenta di costruire superando la memoria, recita bene lo slogan di apertura: “La libertà non può tener conto dei legami, ma senza legami nessuno è mai davvero libero.”
Il film è distribuito da PS Servizi eventi e Management di Pietro Sermon e promosso in collaborazione con Tiziana Preziosa e Andrea Lamia.

Pagina FB: https://www.facebook.com/laterraeilvento/?fref=ts

TRAILER DEL FILM: https://www.youtube.com/watch?v=_QHAdQ5E-qw

Annunci

RIPARTE IL “PREMIO COMMERCIO ROMA” PER I GIOVANI 3.0 CHE VOGLIONO MIGLIORARE IL PROPRIO QUARTIERE CREANDO UN’APP – di Sara Lauricella

commercio-roma

Giunge alla VII edizione e continua con più slancio che mai il  “Premio Commercio Roma”, un appuntamento aperto a tutti gli studenti degli istituti medio superiori capitolini, un vero fiore all’occhiello per il Mediocredito Centro Italia e Centro Commerciale Euroma2, entrambi promotori della manifestazione che avvicina i ragazzi alla multimedialità, al territorio e al commercio e che offre una sostanziosa ed allettante BORSA DI STUDIO ai giovani talentuosi.

Quest’anno la borsa di studio “Premio Commercio Roma”, torna nei quartieri, con lo scopo di avvicinare ancora di più i ragazzi alle istituzioni territoriali per una interazione 3.0 mirata a stimolare la loro integrazione e la loro partecipazione alla vita di quartiere. Per il titolo di quest’anno “Disegna il tuo quartiere… con un click!”, gli studenti  sono chiamati a disegnare una vera e propria “App di quartiere” che consenta al cittadino di “avere il quartiere in mano” e di venire a conoscenza e poter usufrire dei servizi offerti. Un’app che renda facilmente fruibile la divulgazione e l’accesso alle attività sia di svago che di pubblica utilità del quartiere: dalle mostre in corso nei musei del loro territorio, alle iniziative promosse dal municipio, dalle competizioni sportive a sagre e mercatini. Le informazioni considerate maggiormente utili verranno raccolte dai ragazzi, i veri promotori del territorio, come le news sugli orari dei trasporti pubblici o eventuali scioperi ma anche gli eventi promossi dalle associazioni di quartiere o quelli organizzati dalle attività commerciali e dalle istituzioni pubbliche.

premio-commercio-roma

Lo scopo di immaginare una vera e propria “App di quartiere” è quello di far conoscere e mettere in rete le informazioni del territorio che tutti vorremmo avere sempre a portata di mano, gettando le basi per una seria ricognizione e conoscenza di ciò che li circonda e per avviare un dialogo costruttivo con le istituzioni territoriali.

 

Cultura digitale, vita di quartiere e spirito di iniziativa sono gli ingredienti della VII edizione della borsa di Studio Premio Commercio Roma “Disegna il tuo quartiere..con un click!”.

 

Siamo felici anche quest’anno di – afferma Cristina Allegra, responsabile della comunicazione del Mediocredito Centro Italia – di dare una possibilità concreta ai ragazzi di dimostrare talento e creatività su un terreno a loro certamente congeniale. Soprattutto siamo onorati di essere ancora una volta, promotori di una iniziativa che non solo cerca di avvicinare i giovani alle istituzioni territoriali, ma cerca di creare una vera e propria sinergia!

Alla conferenza stampa di presentazione, che si terrà il 6 febbraio alle ore 15.30 presso la Sala del Carroccio, Palazzo Senatorio in Campidoglio, interverranno il presidente Dario D’Innocenti del IX Municipio, il Dott. Davide Zanchi di Euroma2, la Dott.ssa Cristina Allegra del Mediocredito Centro Italia, la Vicepreside dell’Istituto Tecnico Costruzioni Ambiente e Territorio “G. Valadier” dell’ “IIS Salvini” Natalia Barbato ed il vincitore della passata edizione Denis Paul oltre a numerosi esponenti della rappresentanza politica territoriale ma anche di ragazzi, presidi e professori.

Siamo orgogliosi di contribuire, anno dopo anno, alla formazione e alla crescita professionale delle giovani generazioni attraverso un’iniziativa, il Premio Commercio Roma, che stimola lo studio, la ricerca, la creatività e la capacità di innovazione dei nostri ragazzi, i professionisti del futuro- afferma il Dott. Luca Caramella, Direttore Marketing Euroma2–  Riteniamo sia indispensabile sostenere il loro potenziale, ed è per questo motivo che abbiamo accolto con entusiasmo il tema della VII edizione del premio, ‘Disegna il tuo quartiere… con un click!’, riservando la borsa di studio Euroma2 ai progetti più meritevoli. Desideriamo affermare così il nostro reale impegno a tutelare quei valori che ci sono più cari, in linea con la nostra filosofia che ci piace riassumere nelle parole: Immaginare, Creare, Innovare.”

Come ogni anno la dotazione complessiva della borsa di studio Premio Commercio Roma 2017, è pari ad euro 10.000,00 (diecimila) che saranno ripartiti fra sei finalisti per l’importo totale di euro 7.700 (settemilasettecento) e fra le tesine meritevoli di menzione per l’importo totale di euro 2.300,00 (duemilatrecento).

Oltre ad un premio in denaro, quest’anno la partecipazione delle istituzioni territoriali, sarà ancora più incisiva. Viene riconfermata infatti “Una giornata con il Presidente”, durante la quale il vincitore della VII edizione potrà presentare il proprio progetto al Presidente del proprio Municipio per offrire le basi per la creazione di una vera App del Municipio.

invito-conferenza-2017

In considerazione dell’alto valore sociale e culturale del Premio Commercio Roma anche questa VII Edizione, vanta il patrocinato della Regione Lazio,  dell’Assessorato alle Attività Produttive di Roma Capitale, di Confartigianato e Confesercenti in rappresentanza delle associazioni di categoria, oltre alla partecipazione e al supporto dei quindici municipi capitolini.

La cerimonia di premiazione del Premio Commercio Roma 2017,  si svolgerà al Centro commerciale Euroma2, il 28 maggio 2017 alle ore 11.30. Le candidature sono aperte! Forza ragazzi il quartiere è vostro!

 

AL TEATRO ARCILIUTO TRIBUTE AL GRANDE PAROLIERE GIANFRANCO BALDAZZI

cattedrale

Il 30 Gennaio 2017 il Teatro Arciliuto in Roma (Piazza Montevecchio n. 5), in collaborazione con l’Associazione Ti Amo Da Morire Onlus, per la consueta serata dei Lunedì dell’ArciliutoPER CHI SUONA LA CAMPANA?” Ricordando Giancarlo Cesaroni, il Folkstudio e le sue “stanze polverose“, ha organizzato una Serata Special Tributo al grande paroliere GIANFRANCO BALDAZZI con la presentazione, in anteprima nazionale, del suo ultimo romanzo dal titolo “Il Silenzio della Cattedrale”, edito postumo da Reverdito; a seguire gli Artisti partecipanti, di cui non si svela il nome, interpreteranno le sue canzoni. Presenterà il libro, la moglie Miriam Eredi Baldazzi.
Il Silenzio della Cattedrale”, un romanzo medievale che, coerente con gli eventi storici del suo tempo, intreccia tra le sue pagine anche vicende femminili a tinte forti, scritto dall’Autore subito dopo “L’uomo degli specchi”, in collaborazione con il fotografo Roberto Serra, dedicato a Lucio Dalla.

 

GIANFRANCO BALDAZZI, poeta, giornalista e scrittore di Bologna, amico da sempre di Lucio Dalla e Ron, sul finire degli anni sessanta ha reinventato il pop italiano. Tanti i brani che portano la sua firma, tra cui “Occhi di ragazza”, “Dolce Susanna”, “Fumetto”, “Itaca”, “Piazza Grande”, “Silvie”, “La casa in riva al mare”… Baldazzi ha scritto anche testi per Mina, Gianni Morandi, Ornella Vanoni e il pezzo degli Stadio “Grande figlio di puttana”.

Critico musicale su quotidiani e periodici, pubblica alcuni libri. I più noti: Lucio Dalla (1984) – La canzone italiana del ‘900 (1988) – Cura il libro di Lucio Dalla Parole Cantate (1988) – I nostri cantautori, con Luisella Clarotti e Alessandra Rocco (1990) – Le parole che cantavamo (2004 50&Più.) – Lucio Dalla, L’uomo degli specchi (2013). Alterna l’attività di scrittore e paroliere conducendo, per circa dieci anni, per RAI INTERNATIONAL, Il notturno italiano.
Dalle ore 20,00 Aperitivo Cena a buffet
Ore 21,30 Musica dal vivo nella Sala Teatro
INGRESSO LIBERO

 Info e contatti
Teatro ARCILIUTO

Piazza Montevecchio, 5 – 00186 Roma (Italy)
tel. 06 6879419 dalle ore 18:00 in poi , mobile 333 8568464
mail: info@arciliuto.it
http://www.arciliuto.it/

Comunicazione Web
bumbiMediaPress
info@bumbimediapress.com

ANCHE I NOSTRI CUCCIOLI A 4 ZAMPE SONO SOGGETTI ALLA DISPLASIA: COME PREVENIRLA? – di Sara Lauricella

displasia-cani

L’Ordine dei Veterinari di Roma e Provincia sostiene l’importanza di una corretta prevenzione in fase di adozione o acquisto degli animali.

Alcuni teorici affermano che l’uomo non faccia parte del Regno Animale, ma la natura spesso ci fa vedere il contrario. In questo caso affrontiamo un parallelismo tra i nostri cuccioli umani  ed i cuccioli di cane. Sempre più spesso ci ritroviamo a curare cani (soprattutto di medio-grande taglia) che soffrono di displasia all’anca. Tale patologia può essere prevenuta nei primi mesi di vita, esattamente come accade per i nostri cuccioli umani, con una serie di controlli specialistici per verificare il loro stato di salute e con delle  semplici e piccole cure che possono evitare aggravamenti successivi.  In particolare alcune razze di cani come il Labrador, il Golden Retriever, il Pastore Tedesco, il Rottweiler, il San Bernardo, ed in generale quelle di taglia medio-grande, sono geneticamente predisposte alla displasia dell’anca, che consiste in un’incongruenza dell’articolazione coxo-femorale, in cui femore e bacino non si sviluppano e quindi non si articolano in  modo corretto.

rad-displasia

L’Ordine dei Veterinari di Roma e Provincia, attento alla salute dei nostri animali prima per passione e poi per mestiere, scende in campo per sostenere l’attività preventiva legata ad una diagnosi precoce delle malattie scheletriche ereditarie, che possono essere curate con interventi chirurgici preventivi, che assicurino al cane la possibilità di fare attività fisica senza problemi e di non sviluppare artrosi, in alcuni casi gravemente invalidante.

“Radiografie e visita preventiva eseguite fra i 4 ed i 5 mesi di vita – sostiene Michele d’Amato, Presidente della SIOVET Società Italiana di Ortopedia Veterinaria- possono consentirci di intervenire chirurgicamente con estrema precocità evitando le successive evoluzioni degenerative causa di grave dolore e di alterazioni della capacità motoria del cane”. La displasia non diagnosticata, soprattutto su animali giovani, può infatti evolvere in artrosi:

“Una malattia cronica che – spiega il Dott. Pietro Gulì, consigliere dell’Ordine dei Veterinari di Roma e Provincia – può svilupparsi anche in seguito all’invecchiamento delle articolazioni e quindi essere considerata una patologia senile che necessita di fisioterapia, utilizzo di condroprotettori, farmaci ed infiltrazioni e controllo del peso”. Per questo motivo è opportuno, in fase di adozione o acquisto di un cucciolo, non dimenticare mai l’importanza della prevenzione. La buona salute dei nostri animali dipende, in gran parte da noi … aiutiamoli a vivere bene … loro, per noi, lo fanno già!

LA STREET ART DIVENTA “FUMETTO” NELLA GRAFIC NOVEL “LEE SERGIC – e la genesi contesa” di BRUNO SGARBI – – – di Sara Lauricella

20170119_193625

20170119_195951

Le presentazioni dei libri, a volte, possono essere lunghe e non propriamente appassionanti, ma ritrovarsi alla presentazione di un Grafic Book è un’altra cosa! Il libro “LEE SERGIC e la genesi contesa”, scritto e disegnato dal noto Street Artist Bruno Sgarbi (artista nostrano ma oramai internazionale), contiene una Grafic Novel in cui il protagonista è un personaggio realistico e surreale al tempo stesso. “Un viaggio” tra la realtà ed il sogno, ma anche tra una personalità avventuriera e spaventata allo stesso tempo, un dialogo tra la matita che disegna e la penna che scrive. Nel video di sfondo si posso ammirare immagini di opere di altri noti STREET ARTIST quali Moby Dick, Solo, Omino71 e Daniele Tozzi. L’evento si è svolto presso il ristorante VEGETARIANO RISTOMARGUTTA. Di seguito la ripresa a stralcio della conferenza stampa di presentazione della grafic novel in cui sogno e realtà si intrecciano e si sciolgono… DA COMPRARE, LEGGERE, CONSERVARE E RILEGGERE.

LA DOMENICA DEI PICCOLI AL TEATRO GOLDEN CON IL PICCOLO PRINCIPE

golden-piccoli

CONTINUANO GLI APPUNTAMENTI CON LA DOMENICA DEI PICCOLI
AL GOLDEN PROSSIMO SPETTACOLO

 

DOMENICA 29 GENNAIO ORE 11:15
con
IL PICCOLO PRINCIPE

a cura della Compagnia Bolle Spaziali
In collaborazione con Radiobimbo 

PREZZO BIGLIETTO €. 8,00 (Grandi e Piccini)
Info e prenotazioni  06.70493826 oppure con Ticketone.

Il Piccolo principe è un adulto-bambino che lascia il suo minuscolo asteroide per mettersi in viaggio nel cosmo. Durante il cammino, visita sei pianeti diversi, abitati da strani personaggi. Sono personaggi equivochi che mettono in risalto il lato ridicolo degli affanni umani. Queste storie hanno lo scopo di insegnare a vivere: essere coraggioso tra i vili, buoni tra i malvagi, liberi tra i prepotenti, sinceri tra i bugiardi, saggi in ogni circostanza dell’esistenza. Il piccolo principe si rivela alla fine l’amico che ciascuno di noi vorrebbe avere.

AL TEATRO AGORA’ DAL 31 GENNAIO “SE STASERA SONO QUI” LA “COMMEDIA PENSIEROSA” DI LILLI ERITREI CON GABRIELE CANTANDO PASCALI – di Sara Lauricella

se-stasera-sono-qui-loc

Un uomo che è anche una donna, una starlett che potrebbe essere anche una politica, un gay che è anche un padre (o forse no), un “uno” che potrebbe essere ognuno … ed ognuno di noi che potrebbe essere il personaggio sul palco. Un continuo palleggio tra il pubblico ed i personaggi interpretati … l’autrice e regista Lilli Eritrei “prende” i personaggi della vita reale, li porta sul palco e li riporta tra il pubblico che si identifica almeno in uno di essi. Istrione one woMAN show dello spettacolo un magnifico Gabriele Cantando Pascali, che tra travestimenti e svestimenti, è uomo, donna e tutto quello che vuoi, affiancato dai ballerini Lucia Bochiccio e Rosario Marotta. Una “commedia pensante” in cui vengono lanciate battute esilaranti con il retrogusto amaro, un gioco scherzoso che fa riflettere su temi seri ed attuali. Le musiche trascinanti invitano al ballo ed il gioco di luci trasforma, a tratti, il palco in una discoteca. Uno spettacolo, presentato da ASD Balletto Alchimia, da vedere e da “sentire”. Dal 31 gennaio al dal 31 Gennaio al 5 Febbraio 2017 ore 21.00, Teatro Agorà 80, Via della Penitenza 33, Roma (Trastevere) – Orari spettacoli: da Martedì a Sabato ore 21.00- Domenica ore 17.30 – Sala A: Per info e prenotazioni biglietti: Tel: 06 68 74 167 Email: info@teatroagora80.com Sito: www.teatroagora80.org

LINK TRAILER https://youtu.be/FfCxMXC7Qzs

di Lilli Eritrei regia Lilli Eritrei con Gabriele Cantando Pascali e con Lucia Bochicchio e Rosario Marotta disegno luci Andrea Busiri Vici assistente regia Federica Tessari scenografia Mariella Pizziconi vocal coach Paolo Bianchi make up Lia Vergari costumi Lilli Eritrei fotografie di scena Fabrizio Nardocci