“LE DISSOLUTE ASSOLTE” RITORNANO CON LO SPETTACOLO IN VERSIONE INTEGRALE

LeDissoluteAssolte_27022018_3OK

Teatro Arciliuto
Piazza Montevecchio, 5 – Roma

Dal 27 Febbraio al 18 Marzo 2018
Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato (ore 20:30)
Domenica (18:30)
Date:
Febbraio
 27-28
Marzo 1, 2, 3, 4, 7, 8, 9, 10, 11, 14, 15, 17, 18

Le Dissolute Assolte
 (ovvero le donne del Don Giovanni)

Uno spettacolo ideato, scritto e diretto da Luca Gaeta

con Lucia Rossi, Nela Lucic, Valentina Ghetti, Annamaria Zuccaro, Glenda Canino, Adele Perna, Raffaella Paleari, Priscilla Micol Marino, Giulia Morgani,  Licia Amendola, Martina Palmitesta  e Marco Giustini.


Costumi Laura Di Marco

Organizzazione Federica Di Stefano
Foto locandina Christopher Alvarez-Hnks
Produzione KILL THE PIG in collaborazione con TEATRO ARCILIUTO

 ph Andrea Rubbo

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso ottobre “Le Dissolute Assolte” ritornano a Roma presso l’evocativo e storico spazio del TEATRO ARCILIUTO nella NUOVA INTEGRALE VERSIONE  e con nuovi personaggi.

Il debutto è previsto per martedì 27 Febbraio alle ore 20:30.

Dal 27 febbraio il Teatro Arciliuto si trasformerà idealmente in una casa chiusa nella quale abiteranno le donne che Don Giovanni ha reso immortali, inserendole nel suo famoso catalogo. Ogni donna racconterà la propria storia di seduzione e contemporaneamente ricomporrà, con il proprio tassello, il mosaico del profilo dell’uomo che le ha sedotte.

In questo surreale ed onirico locale notturno, il servo Leporello accompagnerà divertito il pubblico tra scenari, corridoi e ambientazioni in cui si incontreranno le sensuali e performative attrici.

Le Dissolute assolte_1

KILL THE PIG

presenta

LE DISSOLUTE ASSOLTE
(ovvero le donne del Don Giovanni)
27 Febbraio – 18 Marzo 2018
Teatro Arciliuto
Piazza di Montevecchio, 5 – Roma

ideato, scritto, diretto da Luca Gaeta  

con Lucia Rossi, Nela Lucic, Valentina Ghetti, Annamaria Zuccaro, Glenda Canino, Adele Perna, Raffaella Paleari, Priscilla Micol Marino, Giulia Morgani,  Licia Amendola, Martina Palmitesta  e Marco Giustini.

Produzione Kill The Pig in collaborazione con Teatro Arciliuto
Costumi e scene Laura Di Marco
Organizzazione Federica Di Stefano 
Assistente Rossella Castaldo
Foto locandina Christopher Alvarez-Hnks

Date: Febbraio 27-28 / Marzo 1, 2, 3, 4, 7, 8, 9, 10, 11, 14, 15, 17, 18
Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato dalle ore 20:30
Domenica ore 18:30

Ingresso 20 € con consumazione (si consiglia prenotazione)

Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è consigliabile la prenotazione; mail info@arciliuto.it / sms & calls mobile +39 3338568464 / teatro tel. 06 6879419 (ore 18-22)

Segui e condividi l’evento https://www.facebook.com/events/407786546321581/
Link Evento Sito ufficiale: http://www.arciliuto.it/it/programmazione/spettacoli/649-le-dissolute-assolte.html

Note di Regia
Don Giovanni è una figura che non rappresenta solo la seduzione dell’uomo che mira alle donne e poi se ne libera, ma anche dell’essere umano che vuole assecondare i propri piaceri senza pensare ad altro, affondando sempre più nel vizio, anche a scapito della morale. Le protagoniste di questa storia sono donne che decidono di “chiudersi” in un bordello. E paradossalmente questo luogo si trasforma quasi in un convento, in un habitat sacro in cui “espiare” la propria dissolutezza. Si racconta la storia e l’incontro con il Don Giovanni di ogni singola donna, come un percorso a ritroso nel cuore di tenebra dell’uomo. Le parole sondano l’anima nera di chi prende senza trattenere, ama senza toccare il cuore, vuole senza avere.

Queste sono le donne dissolute, ma assolte, perché innocenti: unico colpevole Don Giovanni, soltanto ricordato, nominato, maledetto, già sprofondato all’inferno, ma pure presente come un personaggio protagonista. La storia di ciascuna è una storia diversa, ma ha un filo conduttore di assoluta coerenza: la fascinazione malefica e l’essere caduta in braccio all’impenitente, leggendario seduttore.” (Teatro.org)

Il Regista
LUCA GAETA. Lavora come aiuto-regia in QUESTO AMORE con Laura Lattuada, ALICE con Romina Mondello, ORLANDO IN LOVE con Lorenzo Lavia. Ha curato la regia di commedie come CENTRAL PARK STATION di Woody Allen, nel 2012 progetta uno spettacolo dal titolo le DISSOLUTE ASSOLTE (ovvero le donne del Don Giovanni). Ha diretto lo spettacolo CUORI DI DONNA (2013) con Tosca D’aquino, Iaia Forte, Michela Andreozzi. Nel Maggio 2013 debutta con il primo capitolo della futura trilogia scrivendo e dirigendo CONFESSIONI DI UN BURATTINO SENZA FILI (vincitore del premio MARTELIVE 2014) con Salvatore Rancatore e Fefo Forconi, nel 2014 e 2016 da vita al secondo e terzo capitolo rispettivamente con #ALTROKESUPERMAN e R.I.P. Ritorno in platea. Nel 2017 dirige il suo primo lavoro sul regista tedesco Rainer Werner Fassbinder – FASSBINDER/VON KANT che aprirà un ciclo sulle opere dell’autore. Viene selezionato al FRINGE FESTIVAL di ROMA con lo spettacolo LA GABBIA DI CARNE che ha scritto e diretto per l’attrice Valentina Ghetti. Nel 2015 scrive e dirige HAMLETOPHELIA con gli attori Massimiliano Vado, Salvatore Rancatore, Federica Rosellini. Dal 2014 inizia a lavorare anche come autore e sceneggiatore per il cinema e la TV.

***

Contatti Evento:

Teatro ARCILIUTO
Piazza Montevecchio, 5
00186 Roma (Italy)
Tel. +39 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)
– mobile 333 8568464 (calls&sms)
info@arciliuto.it
http://www.arciliuto.it/

@TeatroArciliuto
Teatro Arciliuto Pagina Facebook

Annunci

ALESSIO LEGA PRESENTA IL SUO “MARE NERO -RITRATTO DI UN INFERNO BELLO MOSSO” AL TEATRO ARCILIUTO

AlessioLega_MareNero_07062017

ALESSIO LEGA  presenta il suo ultimo lavoro discografico

MARE NERO  RITRATTO DI UN INFERNO BELLO MOSSO

con

Alessio Lega, voce e chitarra Rocco Marchi, basso, percussioni, pianoforte

Mercoledì 7 giugno 2017 Teatro Arciliuto Piazza Montevecchio, 5 – Roma

Roma, mercoledì 7 giugno 2017, al Teatro Arciliuto approda il cantautore Alessio Lega per presentare il suo ultimo lavoro discografico dal titolo “Mare Nero” – Ritratto di un inferno bello mosso. Con Alessio a calcare la scena il polistrumentista Rocco Marchi.

Alessio Lega è uno dei cantautori più conosciuti della sua generazione, e dei più stimati dalla nicchia degli appassionati del genere. Ha messo in scena centinaia di spettacoli, di performance, di conferenze/concerti sulla canzone d’autore mondiale e sulla musica popolare e d’impegno. Dopo un’assidua frequentazione col Nuovo Canzoniere Italiano, è considerato oggi il rappresentante più coerente del canto sociale, in bilico fra canzone d’autore e riproposizione dei repertori storici. È citato nei dizionari (Garzanti, Giunti, Rizzoli), si è guadagnato i riconoscimenti più ambiti (Targa Tenco, Premio Lunezia, ecc…), è inserito in antologie, libri, dvd. Eppure Alessio non rinuncia al nobile donchisciottismo di cantare dove gli piace, piuttosto che dove “si deve”, andando in giro a tentare di cambiare se stesso e il mondo con le canzoni di cui fa l’autore, l’interprete e lo storico.

“Mare Nero” è il terzo disco da autore di Lega (in totale ad oggi se ne contano otto, fra dischi di traduzioni, rifacimenti, live)

“Mare Nero. Ritratto di un inferno bello mosso” (Autoprodotto) Data di uscita: 6 giugno 2017

TUTTE LE ULTERIORI INFO SUL SITO UFFICIALE DEL TEATRO: http://www.arciliuto.it/it/programmazione/spettacoli/520-alessio-lega-mare-nero.html

Ore 20,30 – Aperitivo Cena facoltativo, drink euro 10,00 Ore 21,30 – Concerto nella sala teatro, ingresso intero euro 12,00 – ridotto NewsLetter euro 10,00 ( il ridotto è riservato alle persone iscritte alla mailing list del Teatro http://dm-mailinglist.com/subscribe?f=74ba7f05  )

Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è preferibile la prenotazione scrivendo a info@arciliuto.it o telefonando al mobile 333 8568464 (phonecall & sms) o al tel. 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)

Info e Contatti Evento: Teatro ARCILIUTO
 Piazza Montevecchio, 5 00186 Roma (Italy) Tel. +39 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi) – mobile 333 8568464 (calls&sms) info@arciliuto.it

http://www.arciliuto.it/

“LUCIA NON CADE” IL ROMANZO DI CHIARA BORGHI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

TiAmoDaMorire_17052017

TI AMO DA MORIRE ONLUS
presenta

“Lucia non cade”
il romanzo di Chiara Borghi

Mercoledì 17 maggio 2017
Teatro Arciliuto
Piazza Montevecchio, 5 – Roma

Mercoledì 17 maggio 2017, presso il Teatro Arciliuto in Roma, nell’ambito della Campagna Permanente contro la Violenza di Genere, l’Associazione “Ti Amo da Morire ONLUS”  presenta il libro “Lucia non cade” di Chiara Borghi, edito da Alter Ego.
Interverranno l’autrice del libro di cui sarà proposta al pubblico una lettura drammatizzata a cura degli attori M. Concetta Liotta, Martina Marone ed Emiliano Frabetti; seguirà lo spettacolo musicale con Stefania D’Ambrosio, accompagnata al piano da Michele Micarelli e con Stelio Gicca Palli.
In occasione della serata verranno esposte le opere del giovane artista Marcello Del Prato.

Evento inserito nella programmazione della settima edizione del #MaggiodeiLibri: http://www.ilmaggiodeilibri.it/edizione_2017/gestore.php?var0=appuntamenti&uniquecode=2017-02820

Sinossi
“Lucia viene stuprata nella notte da uno sconosciuto e da quel momento tutto cambia. In un dialogo serrato con una se stessa che stenta a riconoscere ma che non può fare a meno di ascoltare, quasi ipnotizzata, ben presto si fa strada nella sua mente un freddo e assurdo piano di vendetta. Solo uccidendo il mostro potrà ritrovare la pace. Denunciare non servirebbe. Non le crederebbero. Usciva da una discoteca. Indossava una gonna. L’aveva di certo provocato lei, quell’uomo. Così direbbero. E lei sarebbe di nuovo sola, sola con il proprio dolore, con il proprio odio.
Intensa e drammatica, la voce di Lucia diventa quella di tutte le donne vittime di violenza, in una vicenda che non lascia indifferenti ma che, per la profondità con la quale viene narrata, colpisce dritto al cuore e allo stomaco.”

TI AMO DA MORIRE ONLUS
presenta
“Lucia non cade” – il romanzo di Chiara Borghi
Letture drammatizzate di
M. Concetta Liotta, Martina Marone, Emiliano Frabetti

A seguire spettacolo musicale con Stefania D’Ambrosio, Michele Micarelli, Stelio Gicca Palli

Dalle 20.30 Aperitivo Cena con buffet €10,00 (drink incluso)
Dalle ore 21.30 Spettacolo nella sala teatro, INGRESSO LIBERO

Ulteriori Info Sul Sito Ufficiale Del Teatro:
http://www.arciliuto.it/it/programmazione/spettacoli/513-ti-amo-da-morire.html

Info e Contatti Evento:
Teatro ARCILIUTO
Piazza Montevecchio, 5
00186 Roma (Italy)
Tel. +39 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)
– mobile 333 8568464 (calls&sms)
info@arciliuto.it

http://www.arciliuto.it/

***

Associazione Ti Amo da Morire ONLUS
http://www.tiamodamorireonlus.it

twitter: @tiamodamorire1

facebook: Associazione Ti Amo da Morire ONLUS

Scopo dell’associazione è svolgere finalità di solidarietà sociale nei confronti di persone svantaggiate, attraverso uno “Sportello d’Ascolto Legale e/o Psicologico – Ti ascolTiAmo da Morire” dedicato a tutte le donne che si trovino sul territorio nazionale e che, al di là della loro condizione sociale, culturale ed economica,subiscano, sia in ambito familiare che extrafamiliare, qualsiasi tipo di maltrattamento fisico o psichico quali ad esempio, violenza, sfruttamento, stalking, mobbing familiare, emarginazione e discriminazione, atti questi spesso preludio del ben più grave FEMMINICIDIO, nonché ai minori, appartenenti al nucleo familiare in sofferenza, vittime, sia pur in modo riflesso, di qualsiasi tipo di maltrattamento fisico o psichico nella loro condizione di soggetti svantaggiati.
Lo sportello d’ascolto fornisce consulenze qualificate e supporto tecnico da parte di avvocati, psicologi, sociologi e assistenti sociali, al fine di individuare i loro bisogni e fornire le prime risposte, mediante il numero verde 800-642328, operativo in giorni e a orari stabiliti a cura delle figure professionali sopracitate; in questo ambito l’associazione si propone, inoltre, di indirizzare i soggetti sottoposti a maltrattamenti, che a essa si rivolgono, in caso di necessità e al fine di sottrarle all’imminente pericolo, verso associazioni similari fornite di strutture protette per l’accoglienza, che avrà cura di individuare, siano esse private o pubbliche, sia in ambito regionale quanto in ambito nazionale.
L’associazione garantisce la gratuità dei servizi offerti e l’anonimato.

NUMERO VERDE  800 642328

Tra le attività secondarie, invece, vi è l’utilizzo della cultura e di tutte le forme d’arte, perché è su queste che si gioca la partita della sopravvivenza e dello sviluppo sano della nostra società ed è per questo che “Ti Amo da Morire ONLUS” trova spazi e momenti di riflessione in tutte quelle manifestazioni culturali/artistiche (grandi e piccole) che riesce a creare o con cui riesce a interagire, predisponendo una nutrita agenda di appuntamenti a livello nazionale. “Ti Amo da Morire ONLUS”, diffonde il proprio messaggio, attraverso una ampia agenda di appuntamenti a livello nazionale quali convegni ed eventi così declinabili: CanTiAmo da Morire – ReciTiAmo da Morire – LeggiAmo da Morire – ScriViAmo da Morire – DipingiAmo da Morire – DanziAmo da Morire – DisegnAmo da Morire – FilmiAmo da Morire – FotografiAmo da Morire – PoeTiAmo da Morire – ProgetTiamo da Morire ecc…

Il progetto intende creare una vasta comunità formata da operatori, artisti, giornalisti, scrittori, registi, filmaker, fotografi, grafici, pittori, attori, intellettuali, filosofi, giuristi, psicologi, sociologi e assistenti sociali ecc… uniti dalla stessa sensibilità e convinti che con l’arte e la cultura ci si possa porre al servizio di un tema sociale così importante veicolandone e amplificandone il messaggio.

***

Chiara Borghi

È nata a Finale Ligure (sv) nel 1981. Ha studiato a Genova, dove si è laureata in Filosofia, e a Milano, dove ha frequentato il master Professione.tv con Alessandro Ippolito, divenendo sceneggiatrice televisiva e cinematografica. Dopo alcune esperienze come insegnante di storia e filosofia nei licei e dopo aver gestito per due anni un laboratorio teatrale rivolto a persone con disagio psichico all’interno dell’associazione “A cielo Aperto”, si è trasferita a Roma. Ha fondato e dirige “La bottega dello scrittore”, associazione culturale che si occupa di letteratura, teatro e drammaturgia, e tiene corsi di scrittura creativa e filosofia per vivere meglio presso la U.P.T.E.R.
È autrice dei romanzi Drake’s Heaven (Edizioni Joker, Novi Ligure 2001) e Il tempo è scaduto (Edizioni Joker, Novi Ligure 2007). 

Maria Concetta Liotta

Attrice professionista, membro stabile della Compagnia Teatrale Enter si è  specializzata nel linguaggio corporeo e nella sua resa psicofisica , lavorando in luoghi di disagio sociale e psicofisico ( rebibbia , casa-famiglia , tossicodipendenti). Per la Bottega dello scrittore si occupa dei laboratori di mimo ed espressione corporea. 

Martina Marone

Attrice acrobata, formatasi al teatro di Tor Bella Monaca ha per definizione a cuore l’educazione estetica e teatrale nelle periferie. Fa parte della compagnia del teatro delle anime. E’ nel consiglio direttivo de La bottega dello scrittore. 

Emiliano Frabetti

Attore non professionista, formato principalmente alla U.P.T.E.R, ha preso parte ad alcuni spettacoli organizzati dall’associazione La bottega dello scrittore, per la rivalutazione dei luoghi della Roma sparita.  

Stefania D’Ambrosio

Raffinata interprete della canzone d’autore, ha collaborato con il grande cantautore genovese Umberto Bindi a cui era legata da profonda amicizia. Nel 2013 presentò all’Auditorium Parco Della Musica “Sulle note di Umberto Bindi” dedicando l’intero concerto al cantautore, progetto tuttora  in programmazione in altri teatri. Dopo i successi del tour “Dentro un Sogno” (in viaggio con la canzone d’autore) portando concerti nei teatri d’Italia e all’estero per ben sette anni con grandi soddisfazioni, Stefania D’Ambrosio con la sua voce delicata e sensuale ricca di sfumature e di spiccata eleganza, inizia un nuovo viaggio il 2 maggio 2016 all’Auditorium Parco Della Musica con un suo nuovo progetto “Una voce libera” l’artista spazierà da Paolo Conte al fado, dalla canzone medioevale francese a Emerson Lake & Palmer,  da Branduardi a Dulce Pontes. Nell’intrigante viaggio anche brani inediti. Gli arrangiamenti sono curati da Michele Micarelli. 

Stelio Gicca Palli

Avvocato per professione,  cantautore per vocazione, è noto ai più per aver firmato con Edoardo De Angelis Lella,  celeberrima ballata su un femminicidio. Dopo il brillante esordio al fianco dell’amico Edoardo,  compagno di banco oltre che di musica, Stelio ha virato bruscamente verso l’attività forense,  pur senza smettere mai di scrivere e di fare musica. Con la piena maturità è tornato a racimolare pensieri e versi e ha deciso di tornare a regalare canzoni al proprio pubblico con Corpi estranei – vol.I., Corpi Estranei vol.I (label Helikonia, dictr. Egea) è un cd intenso di immagini e storie di uomini e di donne: città,  amanti,  mogli e mariti con cui la vita quotidiana ci obbliga a convivere,  combattuti fra una lucida analisi del reale e il tentativo,  sotterraneo ed illusorio,  di trasformare queste realtà in quello che vorremmo fossero, Stelio osserva tutto ciò con uno sguardo particolarmente lucido servendosi di arrangiamenti raffinati che offrono leggerezza ed ironia al dipinto dei suoi protagonisti. Al suo fianco, in questo viaggio fra parole e musica,  musicisti dello spessore di:Primiano De Biase al piano,  Fabrizio Guarino alle chitarre,  Marco Siniscalco al basso,  Cristiano Micalizzi alla batteria,  Carlo Di Frescesco Simone Talone alle percussioni,  Daniela Iezzi back vocals., I testi e le musiche sono di Stelio Gicca Palli. Tranne per La Dama di Cuori il cui testo Gicca Palli ha scritto con Claria Miozzi; Abitudine scritto,  sempre per il testo,  con Edoardo De Angelis come,  naturalmente,  la celeberrima Lella. Con Primiano De Biase, inoltre, sono state scritte le musiche di Moira Conti. Tutti gli arrangiamenti e l’orchestrazione sono di Fabrizio Guarino e Stelio Gicca Palli. Tranne per l’orchestrazione di Piazza di Spagna. Alle quattro che porta la firma di Michele Braga.

Marcello del Prato

Nasce a Roma nel 1997 e frequenta l’ultimo anno di liceo. Ha disegnato e dipinto fin da bambino, più per istintiva necessità che per volontà razionale, ha usato, soprattutto negli ultimi anni, svariate tecniche figurative. Il suo interesse principale è quello della figura umana, non si stanca mai delle infinite espressività del volto, alla ricerca costante di bloccare il continuo movimento dell’inconscio. In questo periodo lavora principalmente in bianco e nero perché non vuole che le emozioni provocate dal colore distraggano dalla figura. Ha esposto, quest’anno, in una mostra allestita presso il teatro Vascello di Roma, e ha creato loghi e grafiche per diverse iniziative, tra cui, ad esempio, Quindici19

“VENTITRE” di GIOVANNI CASTELLANI IN SCENA AL TEATRO ARCILIUTO – di Simonetta Bumbi

teatroCastellani2017

Roma, Dal 2 al 30 Maggio 2017
Tutti i Martedì e Sabato

Al Teatro Arciliuto
Torna la compagnia ROMA NOSTRA
con la pièce teatrale di Giovanni Castellani dal titolo

“VENTITRE”

Teatro Arciliuto
Piazza Montevecchio, 5

Dal 2 al 30 maggio 2017, il martedì e il sabato dalle ore 20,30, torna al Teatro Arciliuto in Roma la compagnia ROMA NOSTRA con una nuova pièce di Giovanni Castellani dal titolo  “VENTITRE”, e messa amichevolmente in scena dal noto regista teatrale e autore televisivo Massimo Cinque. Con, in ordine di apparizione: Margherita Nardone, Antonella Aiesi, Piero Trio, Massimo Marinelli, Paola Pinci, Edoardo Camilletti, Caterina Ferlito, Giovanni Castellani. Costumi ANNAMODE 68.

Tutte le commedie di Giovanni Castellani hanno in comune la semplicità del teatro popolare di altri tempi. Sono storie fondate sugli equivoci, sul gioco dei sentimenti, sui luoghi comuni della vita familiare, sul buon senso. La compagnia ROMA NOSTRA inizia la sua avventura di palcoscenico proprio al Teatro Arciliuto e con il passare degli anni e dei successi riscontrati, diviene compagnia stabile dello stesso. La Compagnia, come quelle rare e grandi, nel corso degli anni si è caratterizza nel mantenersi sempre composta dagli stessi personaggi (Antonella Aiesi, Giovanni Castellani, Massimo Cinque, Caterina Ferlito, Massimo Marinelli, Paola Pinci, Piero Trio) e nel mettere in scena ogni anno un testo nuovo, originalmente scritto dalla fantasia dell’ideatore come la commedia di quest’anno.

“VENTITRE”

Date: Martedì e Sabato del mese di maggio 2017
Martedì 2, 9, 16, 23, 30 maggio
Sabato 6, 13, 20, 27 maggio

Note introduttive dell’Autore:
Una commedia semplice fondata sul gioco dei sentimenti, sui luoghi comuni della vita familiare, sul buon senso e sull’affetto reciproco, che tutto risolvono.
Parenti ed amici ad una festicciola di compleanno.
Tutti dimostrano una sorniona consapevolezza che l’esistenza umana è un perenne scontro tra opposti egoismi e in fondo, con molti sorrisi, tutti propendono verso l’indulgenza del compromesso.
I personaggi si propongono senza durezza e le loro azioni e i sentimenti e le crisi che in essi si combattono e si avvicendano, ne addolciscono i modi.
La grande ricchezza della nostra tradizione trova questa volta il suo riconoscimento, non tanto nel lessico che, insieme a Trilussa rende omaggio anche a Nino Martoglio e a Edoardo Scarpetta, quanto piuttosto in una serie di caratteri tipicamente disegnati da questi grandi artisti.
Ci si ritrova così in teatro, dove la spontaneità dei personaggi e di ciò che dicono, ci regala un’ora di divertimento e di sorrisi, trovando anche il modo di farci provare un po’ di malinconia per un tempo non vissuto. Giovanni Castellani

La compagnia ROMA NOSTRA, nasce, nel 1993, da un’idea di Giovanni Castellani, dottore commercialista, per dare vita, in scena, al suo appassionato amore per la romanità e per il teatro. Insieme ad amici di sempre, anche loro impegnati lavorativamente in altri campi, ed artisticamente in modo amatoriale, iniziano così al Teatro Arciliuto la loro avventura di palcoscenico mettendo in scena il poema di Cesare Pascarella “La scoperta dell’America”. Segue poi “Roma Nostra” sempre ispirato ai versi di Pascarella e poi altre consolidando di anno in anno la crescita della loro bravura e, già dopo pochi anni, il riconoscimento a compagnia teatrale stabile del Teatro Arciliuto.

Tutte le commedie di Giovanni Castellani hanno in comune la semplicità del teatro popolare di altri tempi. Quello immaginato dai poeti e sviluppato da alcune compagnie stabili della prima metà del ‘900. Sono storie fondate sugli equivoci, sul gioco dei sentimenti, sui luoghi comuni della vita familiare, sul buon senso. Ispirate alla grande eredità della nostra tradizione poetica; quella del Pascarella, del Trilussa, del Belli e di tanti altri, non solo romani, riportano abilmente alla luce i tratti originali dei personaggi poeticamente disegnati che intrecciati con altri personaggi danno vita alle storie dei diversi spettacoli. Buoni, cattivi, furbi e ingenui, preti, aristocratici, borghesi e poveri, interpretati sempre dagli stessi attori nella pura tradizione della Commedia dell’Arte. Un ricco repertorio di sensibilità volto a cogliere con caricatura e disincanto solo gli aspetti più comici della vita esaltandone nello stesso tempo gli aspetti caratteriali di una profonda umanità spesso sorprendente. Il tutto eseguito con una consapevolezza e semplicità autentica senza mai inciampare in cadute di stile con ammiccamenti volgari da altri utilizzati per una più facile ed immediata approvazione del pubblico.

Così, da allora, ogni anno è un successo, sia per le interpretazioni delle canzoni eseguite dalla splendida voce di Antonella, sia per le divertenti caratterizzazioni dei personaggi vestiti da Piero, Massimo, Caterina, Paola e sia per i nuovi protagonisti che guidano la storia scenica interpretati da Giovanni.

Seguiti fin dall’inizio dall’abile direzione registica di Massimo Cinque, regista teatrale e noto autore televisivo, la compagnia ROMA NOSTRA fa ormai parte integrante della storia e della tradizione del Teatro Arciliuto di Roma. Giovanni Samaritani, Teatro Arciliuto

***

Aperitivo, Spettacolo e Cena
ore 20,30 Aperitivo, ore 21,00 Spettacolo sala teatro, a seguire Cena e dopo spettacolo
Ingresso Intero Euro 50,00 – Ridotto Euro 45,00 (il ridotto è riservato alle persone iscritte alla newsletter del teatro)

Alla NewsLetter del Teatro Arciliuto ci si può iscrivere direttamente dalla Home Page del website del Teatro oppure dalla Pagina FaceBook

Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è preferibile la prenotazione scrivendo a info@arciliuto.it o telefonando al tel. 06 6879419 (dalle ore 16,00 in poi) o al mobile 333 8568464 (phonecall & sms)

***

Info e Contatti Evento:

Teatro ARCILIUTO
Piazza Montevecchio, 5
00186 Roma (Italy)
Tel. +39 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)
– mobile 333 8568464 (calls&sms)
info@arciliuto.it

http://www.arciliuto.it/

MELODIE LATINA IN SOL-IDARIETA’ PER I TERREMOTATI

MelodieLatineinSolidariteta_19042017_1

Melodie Latine in Sol-idarietà
Evento pro terremotati
con il Vicepresidente della Camera dei Deputati SIMONE BALDELLI

Roma, mercoledì 19 aprile 2017, al Teatro Arciliuto “Melodie Latine in Sol-idarietà”, evento di solidarietà con raccolta benefica per una scuola marchigiana colpita dal terremoto e al quale prenderanno parte: Simone Baldelli, Carlo Vaccari, Andrea Panzera, Mimmo Imperiale e Angelo Capuzzimato.

Un concerto per la “Sol-idarietà” con una anima passionale e con un cantante e musicisti di eccezione. Infatti Simone Baldelli, Vicepresidente della Camera dei Deputati, sarà la voce del gruppo e, oltre ad essere un cultore delle tematiche che si interessano della solidarietà partecipata e partecipativa che apre al rispetto del territorio e delle persone che lo abitano, ha una profonda passione per la musica latina e quella napoletana.

Per la sua particolare esibizione è accompagnato da amici manager/musicisti di grande talento ed uguale passione.
Una serata per stare assieme ad amici, ascoltare buona musica, raccogliere dei fondi per progetti benefici per chi oggi ha bisogno di aiuto.

Melodie Latine in Sol-idarietà
con
Simone Baldelli, voce
Carlo Vaccari, pianoforte
Andrea Panzera, chitarra
Mimmo Imperiale, basso
Angelo Capuzzimato, batteria

Dalle ore 19,30- Aperitivo nel salotto musical Euro 15,00.
Si consiglia la prenotazione.

Alle ore 20,30 – Concerto nella sala teatro
Ingresso con devoluzione volontaria per la raccolta benefica per progetti per i terremotati

Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è consigliabile la prenotazione: tel. 06 6879419 (dalle ore 16,00 in poi)  mobile 333 8568464, mail: info@arciliuto.it

http://www.arciliuto.it/it/programmazione/spettacoli/490-melodie-latine-in-sol-idarieta.html

Teatro ARCILIUTO
Piazza Montevecchio, 5
00186 Roma (Italy)
Tel. +39 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)
– mobile 333 8568464 (calls&sms)
info@arciliuto.it

http://www.arciliuto.it/

 

“PURI COME UNA BESTEMMIA” Spettacolo di Teatro Canzone contro LA VIOLENZA DI GENERE

ti-amo-da-morire_12042017

Mercoledì 12 aprile 2017, presso il Teatro Arciliuto in Roma, nell’ambito degli Eventi di Sensibilizzazione Contro LA VIOLENZA DI GENERE organizzati dall’Associazione “Ti Amo da Morire Onlus”, andrà in scena uno spettacolo di Teatro Canzone dal titolo “Puri Come una Bestemmia”, con Rossella Seno, Lino Rufo e Yuky Rufo.

In un mondo votato al vuoto consumismo dei sentimenti e delle idee, Noi abbiamo deciso di sederci dalla parte considerata sbagliata dalle odierne convenzioni, quella del cuore.
Successo non è emergere a tutti i costi, ma riuscire a essere fedeli a se stessi, senza lasciarsi ingannare da una società che come pensiero unico ha il profitto e ci ha portati ad avere piuttosto che essere.
Ecco perché portiamo in scena le storie di coloro che, per scelta o costrizione, stanno al di là della vetrina, gli ultimi: i clochard, i carcerati, i violentati, gli zingari, le puttane, i pazzi…
…e poi la bellezza non fiorisce nei posti più inaspettati, come i papaveri tra i binari del treno, mentre le stelle continuano a cadere e istillare speranza al mondo?
…e poi la vita non è rincorrere le illusioni, ma affrontare il buio più profondo per poi scoprire la luce in fondo al tunnel della disperazione e ringraziarla per le uniche vere ricchezze che ci ha donato: occhi per vedere, cuore per amare, voce per cantare, piedi per andare…
…e la Verità non è forse odiata perché ci mette brutalmente di fronte “a quel che siamo”?

Ti Amo Da Morire Onlus
presenta
“Puri Come una Bestemmia”
con
Rossella Seno, voce
Lino Rufo, chitarra
Yuki Rufo, chitarra

Dalle 20.30 Aperitivo Cena con buffet €10,00 (drink incluso)
Dalle ore 21.30 Spettacolo nella Sala Teatro
Ingresso Libero

Tutte le ulteriori info sul sito ufficiale del Teatro:
http://www.arciliuto.it/it/programmazione/spettacoli/482-ti-amo-da-morire.html

Info e Contatti Evento:
Teatro ARCILIUTO
Piazza Montevecchio, 5
00186 Roma (Italy)
Tel. +39 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)
– mobile 333 8568464 (calls&sms)
info@arciliuto.it

http://www.arciliuto.it/

***

Associazione Ti Amo da Morire ONLUS
http://www.tiamodamorireonlus.it

twitter: @tiamodamorire1

facebook: Associazione Ti Amo da Morire ONLUS

Scopo dell’associazione è svolgere finalità di solidarietà sociale nei confronti di persone svantaggiate, attraverso uno “Sportello d’Ascolto Legale e/o Psicologico – Ti ascolTiAmo da Morire” dedicato a tutte le donne che si trovino sul territorio nazionale e che, al di là della loro condizione sociale, culturale ed economica,subiscano, sia in ambito familiare che extrafamiliare, qualsiasi tipo di maltrattamento fisico o psichico quali ad esempio, violenza, sfruttamento, stalking, mobbing familiare, emarginazione e discriminazione, atti questi spesso preludio del ben più grave FEMMINICIDIO, nonché ai minori, appartenenti al nucleo familiare in sofferenza, vittime, sia pur in modo riflesso, di qualsiasi tipo di maltrattamento fisico o psichico nella loro condizione di soggetti svantaggiati.
Lo sportello d’ascolto fornisce consulenze qualificate e supporto tecnico da parte di avvocati, psicologi, sociologi e assistenti sociali, al fine di individuare i loro bisogni e fornire le prime risposte, mediante il numero verde 800-642328, operativo in giorni e a orari stabiliti a cura delle figure professionali sopracitate; in questo ambito l’associazione si propone, inoltre, di indirizzare i soggetti sottoposti a maltrattamenti, che a essa si rivolgono, in caso di necessità e al fine di sottrarle all’imminente pericolo, verso associazioni similari fornite di strutture protette per l’accoglienza, che avrà cura di individuare, siano esse private o pubbliche, sia in ambito regionale quanto in ambito nazionale.
L’associazione garantisce la gratuità dei servizi offerti e l’anonimato.

NUMERO VERDE  800 642328

Tra le attività secondarie, invece, vi è l’utilizzo della cultura e di tutte le forme d’arte, perché è su queste che si gioca la partita della sopravvivenza e dello sviluppo sano della nostra società ed è per questo che “Ti Amo da Morire ONLUS” trova spazi e momenti di riflessione in tutte quelle manifestazioni culturali/artistiche (grandi e piccole) che riesce a creare o con cui riesce a interagire, predisponendo una nutrita agenda di appuntamenti a livello nazionale. “Ti Amo da Morire ONLUS”, diffonde il proprio messaggio, attraverso una ampia agenda di appuntamenti a livello nazionale quali convegni ed eventi così declinabili: CanTiAmo da Morire – ReciTiAmo da Morire – LeggiAmo da Morire – ScriViAmo da Morire – DipingiAmo da Morire – DanziAmo da Morire – DisegnAmo da Morire – FilmiAmo da Morire – FotografiAmo da Morire – PoeTiAmo da Morire – ProgetTiamo da Morire ecc…

Il progetto intende creare una vasta comunità formata da operatori, artisti, giornalisti, scrittori, registi, filmaker, fotografi, grafici, pittori, attori, intellettuali, filosofi, giuristi, psicologi, sociologi e assistenti sociali ecc… uniti dalla stessa sensibilità e convinti che con l’arte e la cultura ci si possa porre al servizio di un tema sociale così importante veicolandone e amplificandone il messaggio.

“Lasciando un segno” una serata teatrale dedicata a grandi personaggi femminili con Natalia Simonova.

natalia simonova-foto francesco bianchi (2)

Ci sono, e ci sono state … donne che hanno percorso la loro vita “Lasciando un segno” della loro presenza e della loro personalità. Lo spettacolo ideato, diretto e interpretato da Natalia Simonova è incentrato proprio su di loro e sulla loro capacità di incidere nel loro piccolo o ampio mondo. Lo spettacolo andrà in scena al Teatro Arciliuto il 13 aprile 2017 alle ore 21 e sul palco vedremo una splendida Natalia Simonova, attrice e performer, con un lungo percorso artistico iniziato dall’età di sette anni come ballerina classica e solista, e che ha in Italia trovato il suo luogo artistico e dell’anima.

Natalia Simonova-foto francesco Bianchi

“Lasciando un Segno” è uno spettacolo performance dedicato alle donne, incentrato sulla parola femminilità, sulla bellezza ed unicità delle donne. “Dietro al fascino e al successo di grandi artiste c’è un lavoro molto intenso- ci confida l’attrice Natalia Simonova– fatto di fatica e di dedizione. In questa ricerca sono partita da Judy Garland con il suo Somewhere over the rainbow qualcosa accadrà, una grande aspettativa di colori e speranze, anche dopo un percorso lungo e sofferto, c’è bisogno di sperare e di trovare un arcobaleno, un po’ come è successo a me“.

Natalia Simonova- foto Francesco Bianci

“Lasciando il Segno” racconta attraverso flash, monologhi e canzoni, le suggestioni e il lascito di grandi personaggi femminili, per raccontare un visione rosa del mondo alle generazioni successive, da parte di grandi donne del secondo millennio.

Uno spettacolo di grande energia, che svela che cosa significa fare l’artista, il peso della creatività, uno spettacolo vibrante anche grazie a musicisti di grande talento  in scena insieme a Natalia Simonova, come maestro e pianista Luca Ruggero Jacovella e Alessandro Tomei al sax e fluto, elementi che arricchiscono lo spettacolo creando un atmosfera straordinaria, una sorta di cuscino su cui si poggiano i sette  personaggi femminili di “Lasciando il segno”.

natalia simonova-foto francesco bianchi (3)

Per ogni personaggio – racconta Natalia Simonova– ho scelto un frammento, addirittura una frase che li rappresenta, Per Judi Garland ho scelto Somewhere  over the rainbow, per Evita Peron Patria mia, per Ingrid Bergman Mio Roberto, Marina Cvetaeva poetessa russa…Cammino a me somigliante, per la diva Marlen Dietrich…Quando morirò immagini il chiasso, per Maja Plisezkaja la più grande ballerina del secolo del Teatro Bolshoi…Il cigno bianco, chiudo con Nina de Il Gabbiano di Cechok, una personaggio inreale stanco del peso che porta dietro, come molte donne nella vita”.

Ufficio stampa e multimedia

Cristiano Morelli– RomaOggi.eu

Per info e prenotazioni: Teatro Arciliuto, Piazza di Montevecchio, 5- Roma-www.arciliuto.it

Foto Credits Ph Francesco Bianchi