IL GIOVANE TALENTO DI XFACTOR 10 GABRIELE ESPOSITO GUEST STAR AL MUSICAL “NATALE IN CASA WHY NOT?” – di Sara Lauricella

“Tutti siamo DIVERSI e tutti UNICI ma, soprattutto, tutti UNITI”

facebook_1482943078014

 

replicafb-30-dic

Il 30 dicembre 2016 alle ore 20.30 presso il Teatro Velly di Formello, nei pressi di Roma, sarà  presente GABRIELE ESPOSITO il giovanissimo “escluso”, ma talentuoso, di XFACTOR 10. Lo vedremo in due vesti: nel prespettacolo promuoverà l’iniziativa di Crowfundig per la produzione del suo imminente singolo che andrà in tutte le piattaforme mondiali e durante lo svolgimento del musical parteciperò attivamente come “personaggio” esibendosi in una (o forse più)  delle sue performance canore. Come tutti sappiamo Gabriele è “uscito” da XF10 per una valutazione di ARISA che ha, a dir poco, sconcertato il pubblico presente e tutti coloro che hanno seguito il talent. Ma il giovane Gabriele ha deciso di non farsi abbattere e di continuare per la  sua strada intraprendendo un percorso diverso che, come spesso accade per i giovani talenti di tutti i campi, lo porterà fuori dall’Italia. L’accademia d’arte WHY NOT?, da sempre attenta a tutto ciò che possano essere le disparità di trattamento, ha scelto proprio Gabriele Esposito  come personaggio simbolo del musical dal titolo “NATALE IN CASA WHY NOT?”, un musical semi-serio scritto a  4 mani dal Maestro David Pironaci e dalla Elite-blogger Sara Lauricella. E’ ambientato nella casa di una famiglia un po’ “sui generis” ed un po’ sparsa per il mondo, che si riunisce la sera ed il giorno di Natale. Gli zii d’America, le sorelle impegnate nel sociale, la coppia gay che si rivela, la Tata un po’ matta, l’amica di famiglia diversamente abile (impersonata dalla grandissima voce di Anna Di Stefano ex cantante dei Ladri di Carrozzelle) che inciterà alla vita ed a sostenere i diritti di tutti, la donna che ha subito violenza. Un musical per divertirsi e sentire buona musica e bravissimi cantanti ma anche un momento di riflessione. Ma tranquilli, non sarà uno spettacolo triste, anzi sarà molto ironico e divertente.. Ma le sorprese non mancheranno! Durante la serata sono previsti altri “camei” ed incursioni di “altre forme d’arte” tra cui anche la proiezione del video dei ritratti del Maestro Daniele Pacchiarotti “Ritrattista delle Dive”. Come ormai di consueto negli spettacoli della Why Not parte del ricavato andrà all’Aism, che durante la serata avrà uno spazio dedicato alla vendita dei regalini natalizi. Presente, in qualità di sponsor media, con i microfoni della radio “Hi Five Radio” con Lara Rossi ed Alessandro Moglioni, Fotografo “Gioca la Luce” e diversi rappresentanti di stampa, foto e tv.  Sponsor della serata Kasanova di Aprilia e #Differevent.  L’ingresso allo spettacolo è di E. 5.00 Per info e prenotazioni contattare la Why Not Tomas Conforti 349.4256087, mail accademiawhynot@gmail.com. Potete seguire l’evento su  https://www.facebook.com/events/1814470655502075/    e nella pagina facebook della Why Not https://www.facebook.com/Why-Not–511239762226962/

Annunci

IL PANETTONE … LA SUA STORIA E LA RICETTA … PER CHI VUOLE CIMENTARSI IN UN NATALE… “FATTO IN CASA”

panettone


http://www.villacaribe.it/wp-content/themes/ingrid/js/html5.js

Una storia antica che si confonde nella nebbia e nella leggenda

A Milano fino al 1900 erano in moltissimi tra fornai e pasticceri a produrre il panettone, ma le sue origini si sfumano a tratti nella leggenda.

È difficile dare una data precisa alla nascita del panettone ma pare che già a partire dal ‘400 fosse nota la ricetta del suo primo antenato.

Un bell’articolo tratto dal sito di Villa Caribe Restaurant …. per continuare a leggere e per la ricetta completa cliccare sul link:

http://www.villacaribe.it/la-storia-del-panettone/

LE INTERVISTE “AL CUCCHIAIO”: LA PAROLA AD ANNA DI STEFANO UN CONCENTRATO DI VOCE E VOGLIA DI VIVERE – di Sara Lauricella

distefano

Solo nelle “Occasioni buone” tiro fuori le mie “interviste al cucchiaio”, quelle fatte a persone che in me lasciano il segno e fatte in grande relax davanti ad un caffè o ad un aperitivo. L’Occasione Buona di oggi è la “piccola cantantessa” Anna Di Stefano: Ciao Anna, noi ci conosciamo da tanto tempo e, come sai ho sempre avuto piacere nell’ascoltare le tue performance canore. “Ciao a te ed a tutti coloro che ci leggono. Eh… però così mi fai emozionare!”. Beh in verità sei tu che ci fai emozionare. Anche per chi non ti ha mai vista sente dalla tua voce un fiume di sensazioni e percepisce il vissuto della tua vita. “Decisamente la mia è una vita molto vissuta e tanto amata, nonostante le mille e pesanti difficoltà. Certo ognuno di noi ha le proprie ma la mia condizione me ne ha create di molto gravose fin da quand’ero bambina. Però il canto, la voglia di esprimersi, il bisogno di essere in comunicazione con gli altri è sempre stato, per me, molto importante. Quando hai iniziato il  tuo percorso nel mondo della musica e del canto? “Uh ormai tanti anni fa …. Ho avuto il piacere di condividere il palco con tanti grandissimi nomi tra i quali Franco Battiato e soprattutto con un gruppo di amici con le mie stesse difficoltà i “Ladri di Carrozzelle”, con i quali abbiamo espresso il nostro amore per la musica. E’ stata un’esperienza bellissima che ci ha permesso di calcare palchi importati tra cui quello di San Giovanni per il Concertone del 1 maggio, ci ha dato l’opportunità di far vedere agli altri che la musica non ha confini, che le persone diversamente abili possono produrre bei pezzi e riarrangiare delle cover in modo originale ed unico”. Originale ed unico un po’ come le vostre vite? “Si certo vite difficili ma vite uniche … uniche come le persone che ci stanno accanto” . E’ da un po’ di anni che “ti sei ritirata” e che esci solo per situazioni speciali. “Si esco solo per quello che mi coinvolge direttamente, per persone che stimo ed alle quali voglio bene … ma forse…” Ma forse alla “piccola cantantessa”  iniziano a scaldarsi le ugole? “ah ah ah…. Si diciamo che si stanno scaldando ed insieme alle ugole si stanno iniziando a  bruciare le ruote… hanno voglia di uscire di casa!”. Noi tutti ne saremmo felici, oltre la tua splendida voce quello che ci doni con il tuo canto è il messaggio di forza e di voglia di vivere perché come canti spesso tu …. “I will survive …. Si forse ricomincerò proprio con quella canzone”. La salutiamo ed insieme a lei il suo inseparabile compagno certi che quelle due piccole ugole ritorneranno presto a darci grandi emozioni!”.

Foto credits Ph Antonello Ariele Martone

‘CHRISTMAS OF FASHION 2016’: LA SOLIDARIETÀ VESTE LA MODA IN TOTAL RED CON LE CREAZIONI DI ELEONORA ALTAMORE FASHION AND LUXURY

22

Nella suggestiva cornice della “Dimora l’Amuri” è grande successo per il Gala di moda e raccolta fondi in sostegno dell’AIL che, grazie al Professor Franco Mandelli, da oltre trent’anni è impegnata nel supporto alla ricerca e nell’assistenza ai malati e ai loro familiari

44-la-rappresentante-romail-daniela-ronconi

 ROMA –  Un gran Gala all’insegna del glamour e della solidarietà. Parola d’ordine Total Red. E’ stato questo il mood che ha animato il ‘Christmas of Fashion 2016’, sabato 17 dicembre, organizzato da Artistica Events-Eventi d’Autore nella direzione artistica della fashion designer Eleonora Altamore. Gran via vai di ospiti e invitati con le ladies rigorosamente in rosso, in contrasto con i gentlemen total black con un particolare in rosso. Un fashion event presentato dalla giornalista Barbara Castellani, che ha utilizzato i riflettori della moda per raccogliere fondi per l’AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma.

Nella suggestiva location ‘Dimora l’Amuri è’ alle pendici dei Castelli Romani ha così preso vita la sfilata Haute Couture ‘Red&Black Collection’ di Eleonora Altamore: abiti di pizzo e organza con bustier ricamati di perle e cristalli Swarovski come quello da sposa total red rivestito di petali di rosa in seta rossa, indossato per l’occasione dalla bellissima ed eterea top model Andreea Duma.lo-chef-bruno-brunori-con-a-destra-la-modella-andreea-duma-a-sinistra-ana-blatnic

Un grande ringraziamento è arrivato dall’AIL e del Professor Franco Mandelli attraverso Daniela Ronconi, portavoce ed ex malata di leucemia che ha detto: «Ringrazio di cuore Eleonora Altamore per l’iniziativa di questa sera e per il contributo che tutti voi state dando soprattutto alla ricerca.» «Da sempre AIL mette al centro del proprio impegno il malato come persona, ecco perché i fondi servono a sostenere i pazienti, attraverso l’assistenza domiciliare e il supporto alle loro famiglie, soprattutto quelle che per le cure arrivano a Roma da altre città, e che nella ‘Residenza Vanessa’ di RomAIL troveranno un valido e familiare punto di appoggio.»

la-stilista-eleonora-altamore-insieme-al-presidente-della-ss-lazio-pallavolo-giorgio-darpino

Il Gala è poi proseguito con la gustosa cena preparata dallo Chef di Miss Italia Bruno Brunori con i vini della Cantina Poggio le Volpi: antipasto di terra, lasagna in bianco con funghi, polenta con spuntature e arista con patate per un menù che ha mixato sapientemente la stagionalità di madre Terra con i prodotti tipici laziali.  Una splendida torta monumentale offerta da Artistica Events Eventi d’Autore e da Eleonora Altamore Fashion&Luxury è stata l’occasione per un brindisi ed un augurio di Buone Feste accompagnato dalle frizzanti dal vivo della Tonino Swing Band.

UFFICIO STAMPA

Francesca Nanni

URBAN MISSION TRAINING PLANK ON: ALLENARSI STUDIANDO LA STORIA E L’ARTE DELLA CITTA’! – di Sara Lauricella e ….

urban2

Una domenica a dir poco entusiasmante! Il 18 dicembre 2016 la storica Piazza del Popolo di  Roma ha visto, e vissuto,  la nascita di un progetto che coinvolge la cultura dello sport, la cultura dell’arte e la cultura della storia urbana. Si tratta di Plank-On Urban Mission Training https://plank-on.com/, ideato ed eseguito dal personal trainer Gianluca Petrai, e per  la partenza di questo tour mondiale è stata scelta la Città Eterna, nota in tutto il mondo per le sue bellezze storiche, artistiche, architettoniche e …. per i set cinematografici. Ma andiamo nel dettaglio e scopriamo in che cosa consiste questo progetto.

Si tratta di un tour mondiale, prossima tappa a gennaio 2017 negli USA, in cui gli sportivi e non che parteciperanno avranno la possibilità di effettuare un allenamento all’aria aperta con percorso di running e di esercizi che saranno svolti nelle strade delle varie città interessate con contestuale guida turistica in cuffia Wi-fi (che per la tappa romana è stata Sara Nardoni) che illustrerà e darà delucidazioni sui percorsi che si stanno svolgendo, sui monumenti, sui palazzi e sulle opere che via via si incontrano. Un allenamento 2.0 in cui la tecnologia è di supporto allo sport ed alla storia il tutto accompagnato dalla musica appositamente studiata per ogni percorso e tipo di allenamento (per la tappa romana la diffusione musicale è stata curata ed eseguita dal Dj Marco Bartolucci) e che ha anche un pregevole risvolto sociale in quanto il 50% del ricavato è andato alla “Divento grande Onlus” per il sostegno dei ragazzi autistici. Nella tappa romana non sono ovviamente mancate le “visite” e le citazioni relative ad alcuni siti che sono stati set di film cinematografici e fiction televisive. Ma andiamo nel dettaglio di ciò che è successo domenica 18 a Roma: dopo la registrazione ed il ritiro del materiale per l’allenamento gli sportivi di Urban Mission Training hanno iniziato il percorso con la Sara Nardoni la guida turistica di questa tappa romana,  che ha spiegato la storia e l’arte della storica piazza del Popolo, (punto di partenza) spesso  usata come set di film famosi ed indimenticabili. A seguire è iniziata la fase di riscaldamento e la prima fase di camminata fino ad arrivare al Pincio, con Gianluca Petrai personal trainer di grande esperienza e ideatore dell’iniziativa, dove si è svolta la prima fase statica di allenamento Plank-on. Stimolati nelle varie fasi di allenamento dalla trascinante musica del Dj Marco Bartolucci, Club Culture Records,   il gruppo si è spostato seguendo il coach Claudio Paganelli attraversando il parco di  Villa Borghese fino  in Via Veneto,  luogo molto caro al cinema capitolino, per poi arrivare in piazza di Spagna. Per la fase successiva dell’allenamento il testimone è passato al personal trainer Michele Falanga, che sotto gli occhi increduli dei turisti ha fatto provare una fase di allenamento con le corde, per poi correre  con fasi Tabata ovvero un metodo di allenamento cardiovascolare che propone il concetto di Interval training, eseguendo una prestazione ad alta intensità per 20-30 secondi, intervallata  con fasi ad intensità moderata per circa 90 secondi,  nella parte finale del percorso, per terminare di nuovo in piazza del Popolo dopo circa un ora e mezza di allenamento.

20161213_205837   urban-3

Nella serata di conferenza stampa pre-evento, che si è tenuta il 13 dicembre al Risto Margutta (speciale ristorante vegetariano con gusti strepitosi), ho avuto il piacere di intervistare l’ideatore del progetto Gianluca Petrai. “Quest’iniziativa parte da Roma ed andrà in tour in tutto il mondo. Ma ci sarà modo di poterla continuare qui a Roma mentre voi sarete in tour?” – “Stiamo formando personale per ovviare a questo tipo di problema. Sarebbe bello poter dare continuità all’allenamento ma molto dipende  dal riscontro che avremo. Certo una città come Roma si presterebbe a poter fare diversi tipi di allenamenti abbinati a  diversi percorsi storici e culturali”. A questo punto confidiamo nell’ottima riuscita che ha avuto la prima tappa di lancio romana e nel sostegno della FITEL (Federazione Italiana Tempo Libero) per  la prosecuzione di questo bellissimo e salutare progetto.

Per avere ulteriori notizie sul lancio in conferenza stampa vi consigliamo di leggere l’articolo su RomaOggi.eu di cui indichiamo il link:urban

http://www.romaoggi.eu/index.php/2016/12/19/partito-urban-mission-training-roma/

PORTO CESAREO, LA RETE FOGNARIA, LE VERITA’ E LE FANDONIE

received_1319879584723867

 

 

E’ troppo insolente il fruscio che si sente intorno alla rete idrica e fognaria di Porto Cesareo. Eppure la questione è chiara, e il recente convegno (Rete fognaria e idrica: un nodo gordiano da sciogliere) promosso dai consiglieri comunali della lista Idea Comune e Aurora, con il supporto del circolo locale del Pd, l’ha ribadito con argomenti giuridici, politici e ambientali. L’unico modo di realizzare la rete fognaria è il pieno rispetto del progetto finanziato che prevede lo scarico in mare!
Ci troviamo, invece, di fronte a travaganti rimpalli di responsabilità tra le istituzioni regionali e gli Enti Locali e a indecifrabili revoche di protocolli con tanto di timbri, senza ascoltare e considerare gli altri partner. Eppure le ragioni per chiudere positivamente la faccenda ci sono tutte. C’è un progetto approvato e finanziato, un vincolante regolamento comunitario ambientale e un Ministro dell’Ambiente che non lascia nessuna porta aperta per scelte non previste: tutti concordano che la strada è a senso unico, dove non è consentita l’inversione di marcia.
Le richieste alternative, come quella dell’utilizzo dei reflui in agricoltura vagheggiata dal Sindaco di Nardò, saranno pure assai seducenti, ma per il momento non sono perseguibili. Lo saranno solo e quando l’ordinamento comunitario del 2006, in materia ambientale, sarà modificato laddove prevede che lo smaltimento dei reflui va canalizzato nei fiumi, laghi e mare.
Per evitare di sottoporre a rischio la realizzazione di un’opera strutturale, costata già milioni di euro e di far lievitare il pericolo per la salute dell’uomo e dell’ambiente marino, è indispensabile perseguire la strada tracciata da chi ha il pallino in mano, ovvero la Comunità Europea. Se così non fosse l’incombente procedura d’infrazione comunitaria del 2004 e/o il commissariamento ipotizzato da parte del ministero dell’Ambiente, sono drasticamente pronti a tagliare il “nodo gordiano”.

MASSIMO FERRARI OSPITE D’ONORE AL KRONOS TEATRO GRANDI EVENTI IL 18 DICEMBRE – di Sara Lauricella

ferrari

Il fervente e dinamico teatro del Kronos Club di Cerveteri sarà inondato dalla musica dell’artista internazionale MASSIMO FERRARI, ospite d’onore della serata,  che presenterà al pubblico romano il suo nuovo singolo “AVVELENAMI” che già ha raccolto numerosi consensi sia tra il pubblico web che nelle prime tappe di concerti in cui è stato presentato. Insieme al grande cantante e nella veste di guest star ci sarà il giovanissimo VALERIO MONACO, noto al grande pubblico per la sua partecipazione a TI LASCIO UNA CANZONE. Ma la musica è anche danza e coreografie, settore che vedrà impegnati la coreografa e maestra di ballo Aurelia Realgar pluridiplomata A.N.M.B. (associazione  Nazionale maestri di ballo) e
campionessa mondiale combinata caraibici PRO=AM, in collaborazione con i maestri Giancarlo Guacomobono e Elena Botti Michela Limosani service manager collaboratrice della Hurricane Music Production. “Cosa rappresenta per te presentare Massimo Ferrari a Roma?” – “Per me è una grande soddisfazione –risponde la general manager Norma Imbriano – con la  Eventi e Management e la Hurricane Music Production, ci stiamo impegnando molto per diffondere la musica italiana all’estero e stiamo avendo notevoli risultati in Svizzera, in America e nell’Est Europa. Sia con il precedente singolo che con questo “AVVELENAMI” stiamo girando il mondo … ma è giunto il momento di riportare la musica italiana nella nostra terra! Non potevamo non accettare l’invito ricevuto da Aurelia Realgar ed i teatro della Kronos che hanno voluto costruire quest’evento sulla canzone di Massimo Ferrari, scritta nei testi da Sergio Viola e musica ed arrangiamento Francesco D’Alessio”. Tanti gli invitati tecnici del settore music show tra i quali il producer Francesco Pellegrino, lo speaker radiofonico e vocal coach David Pironaci, il noto promoter di musica, cinema e teatro Enzo Longobardi, il “SALUTATORE” Kristian Paoloni, la fotografa Tiziana Stefanelli e tanti altri addetti.