ANTONELLA RUGGIERO ALLA FIERA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA DI MILANO

RUGGIERO

ANTONELLA RUGGIERO e ANDREA BACCHETTI
con ORCHESTRA CLASSICAVIVA

diretta da Stefano Ligoratti
arrangiamenti di Stefano Barzan 

La vita imprevedibile delle canzoni

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
Giovedì 31 maggio 2018, Auditorium Testori, Piazza Città di Lombardia, Milano. Si conclude ufficialmente la prima giornata della nuova edizione di FIM – Fiera della Musica con un concerto straordinario, davvero imperdibile. In occasione dei 20 anni di Tranquilo, Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti, insieme all‘Orchestra ClassicaViva diretta da Stefano Ligoratti, presentano al FIM il concerto La vita imprevedibile delle canzoni. FIM 2018, edizione ricca di grandi novità, non poteva che aprirsi così: con il concerto di una diva della musica italiana, una straordinaria voce e un’artista con una nota ed eclettica sensibilità musicale. La vita imprevedibile delle canzoni è l’ultimo album della popolare vocalist, realizzato insieme al pianista genovese, e contiene le più belle canzoni della sua carriera e del suo periodo con i Matia Bazar, riarrangiate per voce e pianoforte, come se fossero arie antiche, da Stefano Barzan, fondatore di Tranquilo, storica casa di produzione musicale di Milano nata nel 1998.

unnamed(1)Nella sua carriera da solista Antonella Ruggiero ha affrontato repertori diversi che hanno attraversato folk, etnica, pop, musica sacra, lirica e contemporanea, accompagnata da ogni genere di organico: orchestre, solisti, organo, cori popolari, elettronica pura. Per Antonella non esiste distinzione tra generi musicali e Roberto Colombo, da sempre al suo fianco, è probabilmente l’unico produttore in Italia con una veduta così ampia a livello musicale, da non rappresentare alcun limite per Antonella. L’inarrestabile ricerca sonora e musicale di Colombo e il talento di Antonella hanno creato una alchimia unica, riconoscibile e penetrante nel panorama italiano. La visione musicale e artistica di Antonella Ruggiero è totalmente condivisa da Stefano Barzan, arrangiatore, orchestratore e direttore d’orchestra ma soprattutto fondatore di Tranquilo, che quest’anno celebra 20 anni di attività.

Senza compromessi (in primis commerciali), la musica vissuta e prodotta da Tranquilo, nei propri studi, non ha generi e non ha etichette. Stefano Barzan e Michela Casazza coltivano giorno per giorno la qualità del suono e della musica, trasferendo (da ormai 13 anni) il know-how acquisito anche ai giovani allievi del Corso di Tecnologia del suono dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. Spaziando dal pop alla musica cantautorale, dalle incisioni di musica classica-sinfonica alla partecipazione ad eventi memorabili come l’inaugurazione e la chiusura di Expo 2015, 14 edizioni del festival di Sanremo e 2 edizioni dello Zecchino d’oro, Stefano Barzan è una figura presente “dietro le quinte” di molte produzioni oltre che come musicista come tecnico di registrazione e di mastering. Fondatore con Massimo Mariani del corso di Tecnologia del suono presso l’Accademia del teatro alla Scala di Milano, svolge anche una intensa attività divulgativa e didattica centrata sull’integrazione delle competenze tecniche con quelle musicali, con l’intento di formare figure complete e competitive per il mondo della musica.

FIM è una manifestazione ideata e diretta da Verdiano Vera e organizzata da Maia, in collaborazione con BigBox e L’Alveare e il contributo di Regione Lombardia e in Lombardia.

Per informazioni: www.fimfiera.it  – Info Line: +39 010 86 06 461

UFFICIO STAMPA
Synpress44 Ufficio stampa: www.synpress44.com

Annunci

“Uno Voice” riparte il talent canoro di Davide Papasidero

20180507_002251Prima tappa della quinta edizione di “Uno Voice” organizzato ed ideato da Davide Papasidero. E’ stato il “The Random” sanlorenzino il locale deputato allo svolgimento di questo primo combattimento nella “savana” dove non ci sono stati né vinti né vincitori ma solo votazioni e, soprattutto, tanti consigli per i partecipanti. La serata, presentata dal divertente Andrea Cipriano, ha visto in giuria Giulia Lanzeroti,  Francesca Bovi e David Pironaci; supervisore della serata lo stesso Davide Papasidero che, come gli altri giurati, ha dato ai concorrenti indicazioni preziose su come rendere al meglio le esibizioni. A vivacizzare ulteriormente lo spettacolo, già di per se molto vispo, le opinioniste Teresa ed Elena e le inviate Federica Giuliani e Benedetta di  “Hai sentito che musica”. I cantanti emergenti, tutti comunque preparati e spesso con brani ed arrangiamenti tutt’altro che scontati, si sono messi in gioco con grande entusiasmo e serietà, accettando con piacere gli spunti offerti. Stuzzicante il sistema di votazione quasi totalmente palese e con le classiche palette che ha portato tre dei partecipanti alla posizione di leader delle squadre che si sono formate ed all’interno di cui i concorrenti dovranno preparare, per la semifinale, una serie di duetti tra membri dello stesso team. Vincitrice della serata per la categoria Junior la bravissima Sara  Lisi. Nella prossima tappa vedremo altri concorrenti e scopriremo la composizione delle squadre che andranno in semifinale, scontrandosi, quindi, con le tre squadre formatasi in questa prima sfida. Chi saranno i prossimi concorrenti?  Potete saperlo seguendo la pagina  facebook al seguente link: https://www.facebook.com/Uno-Voice-141557639334047/

Interviste a cura di Hai sentito che musica:  https://www.youtube.com/watch?v=ix-Z4zUneg8

 

Nuovo singolo per Giada Agasucci: “La mia Itaca”

Cover cs LA MIA ITACA_GIADA AGASUCCIGIADA AGASUCCI torna ad incantare con forza e passione, con il suo nuovo singolo “LA MIA ITACA”, che verrà presentato, in anteprima nazionale, venerdì 27 Aprile 2018 al Teatro Brancaccio di Roma 

all’interno dello spettacolo “Stasera a casa di Geppo”, lo spettacolo che vede Simone Metalli, in arte Geppo Show, protagonista di un appuntamento in cui le risate, le barzellette e la comicità sono l’asse portante di due ore di sano divertimento

“Questo è un brano al quale sono particolarmente legata – dichiara Giada – parla di una crescita, di una rinascita di me stessa…la rinascita di una forza, una volontà di farcela e di raggiungere i miei obiettivi. Musicalmente è un genere nuovo per me, nei precedenti lavori non mi ero mai accostata ad un arrangiamento così “forte”. Sono molto orgogliosa di questo nuovo lavoro e del progetto che sto portando avanti con la Otto P Management, e non vedo l’ora di mostrare a tutti la Giada che sono diventata: più determinata, più consapevole e forse, anche emotivamente, più forte.”
GIADA AGASUCCI (© Carlo William Rossi e Fabio Mureddu)
La canzone arriva a pochi mesi dall’uscita del singolo “Non lasciarmi andare”. Quello che si vuole raccontare in note, è un percorso interiore di Giada, un percorso che parte in “Non lasciarmi andare” con un amore adolescente, sbagliato e malato, che l’ha portata alla disillusione; fino alla “rinascita”, alla maturità, al superamento del sentimento di sfiducia in “La mia Itaca”. In questo nuovo brano l’amore è una ricerca, un’isola sicura da trovare con la stessa pazienza e determinazione con cui Ulisse cercò la sua Itaca. La sequenza di pubblicazione dei brani non è stata casuale, poiché è solo dalla frantumazione delle certezze, da ciò che è stato prima che si può ripartire con più forza e più convinzione verso il futuro, così come cita il testo:
“Seduto sopra un mondo che si sgretola, Lo vedi, Cerco anch’io la mia isola”
Si tratta di un percorso necessario per la cantante, un cambiamento naturale per un’artista che
ha incontrato il grande pubblico ancora adolescente e che ora lo affronta con una maturità ed
una consapevolezza diversa.

GIADA AGASUCCI è una talentuosa interprete nata a Roma il 20 settembre 1995. Ama cantare sin da quando era bambina, ha iniziato a dedicarsi alla musica all’età di 7 anni. Dal 2010 al 2013 partecipa a numerosi festival e concorsi facendosi notare sin da subito per le sue doti canore: “Una stella sarò” (1° Classificata, 2010), “Una stella sarò” (1° Classificata, 2011), “Una voce italiana” (1° Classificata, 2012), “Cantamonte” (1° Classificata, 2012), “Far far away” (1° Classificata, 2012), “Una stella sarò” (1° Classificata, 2013), “Stasera canto io” (1° Classificata e Premio della Critica, 2013), “Festival dell’adriatico” (2° Classificata, 2013), “Miss teenager” (1° Classificata, 2013), “Festival di Arce” (1° Classificata, 2013), “Cantamonte” (1° Classificata, 2013), “Faenza Pop Festival” (3° Classificata e Premio della Critica, 2013). Nel settembre 2013 supera le selezioni ed entra a far parte del cast di “Amici 13”. “Amici”  rappresenta la sua grande occasione: arrivata in semifinale nel corso del programma la cantante della Squadra Blu, capitanata da Miguel Bosè, si è fatta notare grazie alla sua voce intensa, la sua dolcezza e la sua sensibilità. Nel corso del programma si è fatta notare con interpretazioni cariche di emozione, oltre ai prestigiosi duetti con nomi eccellenti della musica italiana ed internazionale come Kylie Minogue, Antonello Venditti, Loredana Bertè, Marco Mengoni, Umberto Tozzi, Fedez e Modà. Uscita dal programma televisivo nell’estate del 2014 ha pubblicato il suo primo disco con Sony, dal titolo “Da Capo”. Per i due anni successivi, ha partecipato al programma tv di capodanno “L’anno che verrà” su Rai1. All’inizio del 2016 esce l’Ep “La foglia e il sole”. Da giugno 2017 inizia la sua collaborazione con l’etichetta discografica Otto P Management, ed esce il singolo “Non lasciarmi andare”.

Rigo Righetti ospite al FIM – Fiera della Musica!

unnamed(2)

Dai Rocking Chairs a Ligabue, passando per il nuovo album ‘Cash Machine’ e il nuovo romanzo ‘Schiavoni Blues’, il bassista modenese partecipa a un incontro sulla sua esperienza tra rock americano e narrativa. Appuntamento domenica 3 giugno in CASA FIM.

Domenica 3 giugno 2018 FIM – Fiera Della Musica (con la direzione artistica di Verdiano Vera, organizzato da Maia in collaborazione con Alveare e BigBox) sarà lieta di accogliere Rigo Righetti per un incontro speciale incentrato sulla sua esperienza di musicista e narratore, in occasione del suo ultimo disco Cash Machine e del suo ultimo romanzo Schiavoni Blues. Righetti sarà intervistato in CASA FIM, il centro nevralgico della rassegna all’interno del quale si incontrano – come sempre da tradizione FIM – i nomi illustri e creativi del mondo della musica, in diretta streaming.
unnamed(1)
Antonio Righetti, meglio noto come Rigo, è una colonna portante del rock italiano. Modenese, classe 1964, fa parte dei Rocking Chairs, la pionieristica band italiana tra le più attive e amate della seconda metà degli anni ’80. Negli anni ’90 intraprende una storica collaborazione con Ligabue in dischi popolarissimi come Buon Compleanno Elvis e anche in tour. Con Songs from a room vol. 1 del 2005 avvia una carriera solista unica nel suo genere, caratterizzata da una personale interpretazione delle influenze rock americane e una devozione verso figure colossali come Johnny Cash, Bob Dylan e Elvis Presley, come accaduto nell’ultimo album Cash Machine, pubblicato alla fine del 2017. Rigo è anche un valido narratore: nel 2014 debutta con il suo libro Autoscatto in 4/4, recentissima è l’uscita del nuovo romanzo Schiavoni Blues, dedicato alla sua infanzia modenese, ai luoghi della sua città come il Bar Schiavoni, al suo amore per l’America.

In un’edizione così ampia e sfaccettata come quella del 2018, particolarmente attenta al tema della formazione musicale e delle professioni legate alla musica, la presenza di un musicista e narratore come Rigo Righetti sarà utile nel percorso relativo al rapporto tra musica, professione e scrittura.

FIM è una manifestazione ideata e diretta da Verdiano Vera e organizzata da Maia, in collaborazione con BigBox e L’Alveare e il contributo di Regione Lombardia e inLombardia.

Per informazioni: www.fimfiera.it  – Info Line: +39 010 86 06 461

UFFICIO STAMPA
Synpress44 Ufficio stampa: www.synpress44.com

Compleanno della SIAE nella Giornata Mondiale del Diritto d’Autore

siae pal

IL DIRITTO D’AUTORE FA VIVERE CHI CI FA SOGNARE #SIAE136

Abbiamo liberato la creatività: è la Giornata Mondiale del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE

Roma, 23 aprile 2018. Questa mattina migliaia di palloncini* sono stati liberati nel cielo dell’Eur dal palazzo della Direzione Generale SIAE, in viale della Letteratura. È il modo con cui la Società Italiana degli Autori ed Editori ha scelto di celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, che coincide con la data di nascita di SIAE, che oggi compie 136 anni.

“Abbiamo scelto il palloncino come simbolo perché vola alto, come le emozioni – commenta Filippo Sugar, Presidente di SIAE. – È un oggetto semplice eppure capace di evocare la spensieratezza e la creatività. Ma anche un simbolo di fragilità, perché basta uno spillo per renderlo un involucro privo di vita. Così il diritto d’autore, che tutela tutti coloro che ogni giorno ci regalano emozioni, è messo a rischio dagli ‘spilli’ di chi non riconosce il lavoro degli autori”.

image002

Oggi come non mai è di importanza cruciale celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore. Il rischio, infatti, è di assistere alla incredibile affermazione del paradosso per cui corrispondendo meno diritti agli autori e agli editori si otterrebbe un aumento della produzione culturale.

Hanno ricordato l’importanza della creatività con la loro presenza premi Oscar come Ennio Morricone e Nicola Piovani, autori che hanno fatto la storia della canzone italiana come Mogol, e tanti autori e artisti tra i più amati, da Luca Barbarossa a Dori Ghezzi, da Paolo Fresu a Paolo Damiani, Mario Lavezzi, Riccardo Sinigallia, Franco Mussida, Piero Cassano in rappresentanza degli oltre ottantacinquemila associati SIAE che fanno grande ogni giorno la cultura italiana.

Con loro il Presidente di SIAE Filippo Sugar, il Direttore Generale Gaetano Blandini e il Presidente del Consiglio di Sorveglianza Franco Micalizzi, per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE, fondata a Milano il 23 aprile 1882, e numerosi autori, rappresentanti di tutte le generazioni della creatività italiana, per ricordare che il diritto d’autore fa vivere chi ci fa sognare.

Sono intervenuti al festeggiamento dando prova del loro entusiasmo e del loro talento anche i ragazzi del Dipartimento di jazz presso il Conservatorio romano di Santa Cecilia diretto dal M° Paolo Damiani.

Sono Vittorio Gervasi (sax tenore), Stefano Di Grigoli (sax tenore), Daniele Dominici (sax baritono), Vittorio Solimene (pianoforte), Fabio De Vincenti (chitarra acustica), Giordano Panizza (contrabbasso), Fabrizio Ferrazzoli (percussioni), Daphne Nisi (voce), Marta Alquati (voce), Laura Sciocchetti (voce) e Daniela Troilo (voce), che hanno omaggiato il Maestro Morricone e il Maestro Piovani eseguendo alcune delle loro più celebri colonne sonore, da C’era una volta un film a La vita è bella.

Fotografo ufficiale dell’evento è stato Massimo Sestini, vincitore del World Press Photo 2015.

Tutte le immagini e il video dell’evento sono scaricabili a questo link: http://www.massimosestini.it/archive/Slate.aspx?id=c33505dc-4235-4567-98d3-3c108f11547d

*tutti i palloncini utilizzati per realizzare l’evento sono ecologici e biodegradabili

Maria Rosaria Grifone

UFFICIO STAMPA

 SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori

THE VOICE OF ITALY 2018: IN GARA DUE PREMI “INEDITO DOC” DI #DIFFEREVENT DEBORAH XHAKO E FERDINANDO VEGA

TEAM TVOI JAX

Grande soddisfazione della presidente di #Differevent per la presenza di ben due artisti, che hanno ricevuto il premio “Inedito Doc”, nella trasmissione televisiva “The Voice of Italy 2018”.

PREMIO INEDITO DOC VEGA bnGli artisti in questione sono Ferdinando Vega, che ha ricevuto il premio “Inedito Doc” per il brano “Il Presidente” durante la finale del talent canoro “My Voice” svoltasi al Billions di Roma il 12 marzo 2017 e Deborah Xhako, che è stata premiata per il brano “Tutto può succedere” durante la finale del “Sanremo Festival Cafè” svoltasi al Billions il 1 febbraio 2018.

PREMIO INEDITO DOC XHAKO “Grande, anzi immensa soddisfazione – afferma Sara Lauricella, la presidente di #Differevent- aver scelto questi due artisti  tra le decine di partecipanti ad ognuno dei due concorsi a cui hanno partecipato. Li ho voluti premiare per il brani che loro stessi hanno scritto, e sappiamo tutti quanto la musica italiana abbia bisogno di nuovi autori. Inoltre sono anche degli ottimi cantanti e con una splendida presenza scenica. Ero sicura che avrebbero avuto molto da dire: il mio è un premio piccolo e nato da poco ma ha la funzione di incoraggiare i nuovi talenti a scrivere e creare la nuova musica e, perché no, essere anche un piccolo portafortuna. Sono molto felice che Ferdinando Vega e Deborah Xhako siano entrambi in quest’edizione di The Voice of Italy e sono convinta che si faranno notare dal grande pubblico e dalle grandi produzioni”.  Stiamo tutti pronti a vedere il percorso di questi due artisti sia a TVOI che nel prossimo futuro e ad ascoltare la bella musica che avranno da proporci! Il premio “Inedito Doc” è stato instituito il 12 febbraio 2017 durante il talent “Lasciatemi Cantaaare” organizzato da Produzioni Why Not presso Aprilia2 ed il primo artista ad aggiudicarsi il titolo è stato Massimiliano Lavanga; anche per quest’artista si è aperto un brillante percorso nel mondo dei musical e, il   26 maggio 2018, lo vedremo al Teatro Sistina in “Georgie il musical”. Un premio assegnato con cura e che porta bene agli artisti: aspettiamo di vedere l’evolversi dei loro percorsi.

 

Al teatro Olimpico arriva Shine on! The Pink Floyd Opera con gli Animals Pink Floyd

foto anials2

Musica 4.0 e arriva Shine on! The Pink Floyd Opera con gli Animals Pink Floyd
22 aprile 2018 Teatro Olimpico ore 21.00

Pink Floyd, passione senza tempo. Un mito percorso da intere generazioni. Gli Animals Pink Floyd sono una tribute band speciale che ripercorre la stessa filosofia della band britannica e si accosta quasi perfettamente al loro modo di stupire il pubblico con perfomance memorabili. A premiarli l’affetto del pubblico che li segue ovunque e dopo il grande successo dello scorso anno con Obscured by Clouds, gli Animals Pink Floyd, in collaborazione con Momento Danza, mettono in scena uno spettacolo unico il 22 aprile ore 21 al teatro Olimpico:Shine on! The Pink Floyd Opera, che racconta l’evoluzione dei Pink Floyd dal 1967 ad oggi.

foto animals
L’epopea di una band che ha cambiato per sempre la storia del rock ed ha segnato i tempi, verrà ripercorsa dagli Animals Pink Floyd in un’indimenticabile esperienza di rock-art, che coniuga musica live, performance teatrali della compagnia “Teatranti tra tanti”,  coreografie danzanti a cura di Fabio Massimo Casavecchia, il tutto sotto l’attenta regia di Stefano Viezzoli.

Teatro Olimpico
Piazza Gentile da Fabriano, 17, 00196 Roma RM
Telefono:06 326 5991

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
www.federicarinaudo.it