Caput Mundi International Burlesque Award vince il titolo la romana Holly’s Good

Caput Mundi_6 Ediz_Foto Ufficiali_Venerdì 16 Nov 2018 (2).JPGPer la prima volta dopo sei anni dalla prima edizione del Caput Mundi International Burlesque Award, ad indossare la corona a forma di colosseo costruita dall’artista Jan Eneskey, è una giovane romana, al secolo Daisy Ciotti, da oggi nel patinato mondo delle performer professioniste, sarà nota con il nome di Holly’s Good, nome d’arte che la burlesquer in erba ha scelto con la benedizione di Albadoro Gala sua insegnante, nonché ideatrice e direttrice del festival di burlesque più grande d’Italia insieme all’imprenditore Silvio Cossi della SDC Service.

CaputMundi_Sab17Nov_rid_3 La kermesse che nella serata di venerdì 16 novembre al Parioli Theatre Club diretto da Nanni Venditti, ha aperto la sua sesta edizione, accogliendo oltre venti artisti (tra uomini e donne) da tutto il mondo, ha visto in gara altre cinque giovani leve (dette newcomers) da Bologna Midnight Purrs, da Ferrara Sweet Chilly, mentre arriva ad un passo dalla vittoria la sensuale veronese Jiminy Cricket, seguite dall’irruenta danese Scarlett Blixen e dalla elegante Silly Than dalla svizzera ma di origine asiatica. Musica dal vivo con Serena Ottardo & the Broadway Family, con brindisi a base di scarlatti bitter della Compagnia dei Caraibi,

CaputMundi_Sab17Nov_rid_2crew di mixologist che ha battezzato il festival con una drink list appositamente studiata per l’evento. Una tre giorni che ha accolto grandi nomi del panorama burlesque d’oltreoceano, come l’americano e acclamatissimo Russell Bruner, fulgido esempio di boylesque che nella vita ha vinto tutto con i suoi incredibili act, oppure l’esplosiva Bambury Cross dall’Inghilterra, che ha concluso la serata con la sua performance a base di champagne. A condurre la serata la poliedrica Marty Maraschino, seguita dal trasformista Jesus e dall’indomito e di poche parole (ma molti gesti) Azzurro Fumo. I tre sono stati affiancati dalle stage kitten Mad Cat e Imy Silly Noir e per la prima volta alla conduzione inedita della padrona di casa Albadoro Gala.

CaputMundi_Sab17Nov_rid_9Caput Mundi_6 Ediz_Foto Ufficiali_Venerdì 16 Nov 2018 (7)Il festival è continuato nelle serate di sabato 17 e domenica 18 novembre, aperto dalle note swing di Serena Ottardo & The Broadway Family, con le esibizioni degli headliners: Wanda De Lullabies, Clea De Velours e Cherry Lily Darling dalla Francia, la russa Agneta Linchevskaya, il greco John Celestus e l’ospite Betsy Rose dall’Inghilterra, con la sorpresa francese di Betty Crispy, performer del Moulin Rouge, giunta d’oltralpe per augurare al suo amato Russell Bruner un buon compleanno a ritmo di can can. Tra il pubblico numeroso, spiccava una buona parte della comunità retrò capitolina, dal regista Francesco Felli insieme ad Alessia Torroni, passando per Inès Boom Boom, Mike LuPone,  la neo-vincitrice di Miss Burlesque Italia 2018, la giovane Ginevra Joyce. Nella serata di sabato dalla platea, giungono anche gli applausi della conduttrice Anna Pettinelli.

Caput Mundi_6 Ediz_Foto Ufficiali_Venerdì 16 Nov 2018 (10)

Annunci

Violette Sauvage torna l’1 ed il 2 dicembre nella Coffee House di Palazzo Colonna

violette sauvage dicembre

L’azienda francese Violette Sauvage torna in Italia per lo Special Christmas Event che si terrà ancora una volta nell’incantevole Coffee House di Palazzo Colonna, in Piazza SS. Apostoli 67.  Sabato 1 e domenica 2 dicembre dalle ore 11,00 alle 19,00 la location, straordinariamente aperta al pubblico, accoglierà tutti i visitatori con l’evento dedicato allo shopping, che mette in connessione la creatività dei designer emergenti, che potranno usufruire di una splendida vetrina per farsi conoscere, ed un mix di tendenze del passato. Oltre quattromila persone hanno preso parte ai precedenti appuntamenti moda.

Violette Sauvage 1Un’occasione quindi per tutti gli appassionati di poter fare degli acquisti di abiti di marca ad un prezzo vantaggioso ma anche di scoprire nuove realtà quali: Und1ciUnd1c1, RZL Project, La Deuxieme Vie Vintage, Antonio Romano Bijoux, Barbara Iacobucci Couture, Opera by Carlotta Bellucci, L’Etre Different, Occhiali Opera, Flora Sica Gioielli, Handmade by Esse, Reuse Design, Paola De Simone- Maglieria Artigianale, Luce Jewels, Emanuela Salatino Fashion Jewelry, Luci Vintage, Silvia Rodico, Dettagli Preziosi-Mariella Cruciani. Oltre a ciò si potranno acquistare splendidi capi usati o vintage di grandi marchi, a prezzi notevolmente ridotti. Fra i rinomati designer presenti ci saranno: Prada, Cavalli, Brioni, Dior, Tom Ford, Chanel, Yves Saint Laurent, Jean Paul, Gaultier, Valentino, Dolce&Gabbana, ecc. La ristorazione sarà curata da Home Sweet Home Chef –catering, che delizierà il pubblico con specialità sia dolci che salate. Fra i partner dell’iniziativa troviamo: Fleur Decor Fiori e Moda Francese, Emanuele Palucci- The Blck Sheep Tattoo, Accademia Trucco Professionale Roma e Sartoria Mariangela Casafina.

Violette Sauvage 2In ogni evento moda c’è sempre anche una forte attenzione ai temi sociali. Violette Sauvage, in questa edizione sosterrà infatti Save The Children,  che sarà presente con un punto informativo per divulgare gli importanti progetti principali: “Fino all’ultimo bambino”, per portare cibo, cure mediche ed istruzione ai bambini in Italia e nel mondo,  “Illuminiamo il futuro”, contro la povertà economica ed educativa, “Punti luce”,  “Spazio Mamme”.

Aide Trolley primo soccorsoL’Associazione AIDE, (Associazione Indipendente Donne Europee) sezione Lazio, presenterà invece il Trolley di Primo Soccorso dedicato alle vittime di violenza, un vero e proprio guardaroba di prima necessità per le donne costrette ad abbandonare la propria dimora per entrare nelle case rifugio. Violette Sauvage nasce nel 2010 grazie all’idea all’imprenditore italo-francese Rino Coletti, che decide di lanciare per la prima volta in Francia l’idea di un riutilizzo glamour che faccia bene all’ambiente, in grado di associare qualità e divertimento ad una visione green e con una forte attenzione verso gli animali, nelle vendite infatti non sono mai presenti pellicce vere. La filosofia portata avanti è che tutto quello che ci circonda può essere innanzitutto riutilizzato e soprattutto rivalutato. Da questa semplice ma importante idea prende vita Violette Sauvage, l’azienda francese ormai leader nel vide dressing. In Francia questo tipo di manifestazioni vanta anche 12.000 visitatori in un solo week end!

Premio Donna d’Autore la V Edizione d’eccellenza

Cover Premio Donna D'Autore30 novembre 2018

“Premio Donna d’Autore”

 La V Edizione del Premio DONNA D’AUTORE 2018 si terrà venerdì 30 novembre 2018 alle ore 18.00 presso le meravigliose sale del SHG HOTEL ANTONELLA Wanderlust Collection in via Pontina km 28.

Come ogni anno l’evento, patrocinato dalla Regione Lazio, è organizzato dalla Presidente di A.I.D.E. Lazio, Anna Silvia Angelini, ideatrice di questa importante manifestazione. Per questa edizione la presidente si è avvalsa anche della collaborazione organizzativa di Elena Parmegiani, che condurrà l’evento insieme a Beppe Convertini. Anna Silvia Angelini, affiancata da un’importante rosa di giurati scelti personalmente tra i membri più rappresentativi dell’associazione AIDE, ha individuato le personalità femminili che si sono distinte per talento e per generosità nel campo dell’arte, della moda e del sociale. Il fulcro della serata sarà la celebrazione della Donna in contrapposizione alla negatività della cronaca criminale quotidiana. La presidente, Anna Silvia Angelini, afferma: ’’Ho scelto di premiare queste donne perché nel corso dell’anno si sono distinte per le loro capacità artistiche e professionali. Sono donne molto diverse tra loro per la loro personalità e carattere ma unite da una forte sensibilità e da una grande passione ed amore per il proprio lavoro. La stessa passione che metto io nella lotta quotidiana contro la violenza sulle donne”.

Premio Vittorio CamaianiFra la rosa delle premiate, della quinta edizione del PREMIO DONNA D’AUTORE 2018, figurano per le rispettive categorie:

Sociale: Roberta Bruzzone;

Giornalismo: Vittoriana Abate;

Moda: Regina Scerrato;

Cinema: Francesca Valtorta;

Organizzazione Eventi: Elena Parmegiani;

Letteratura: Rita Coruzzi;

Arte: Ombretta Del Monte;

Imprenditoria: Sonia Rondini;

Regia Teatrale: Alessandra Pizzi

Di particolare rilievo, è la scultura del Premio Donna d’Autore, ideata, in esclusiva, dal maestro orafo Giovanni Pallotta. Il gioiello, realizzato in argento, raffigura il cuore della donna, l’amore e la tenerezza, che racchiude la vera essenza, l’anima della femminilità, il suo profilo, la sua delicatezza ma anche la sua forza. Durante la kermesse verrà consegnato il “Premio per i 30 anni di Carriera” allo stilista marchigiano Vittorio Camaiani. Eleganza, stile e creatività sono le tre componenti che caratterizzano le sue creazioni made in Italy. La sua è una donna sofisticata e chic ma che non rinuncia alla comodità. Saranno consegnati inoltre degli “Sial Awards”. Per la categoria “Fashion Testimonial” un premio speciale sarà conferito alla modella internazionale Giulia Lupetti, che verrà appositamente da Los Angeles per ritirare l’ambito riconoscimento. Special Award all’attore Lorenzo Flaherty per il Cinema e Fiction, a Mauro Poponesi, pittore umbro considerato tra i migliori artisti italiani dal 1900 a oggi, per la Critica e al soprano Eleonora Croce come giovane promessa della musica italiana.
Ospite della serata il cantante Flavio Capasso.
Tra gli ospiti Simone Ripa il ballerino delle Dive. In occasione dell’evento sarà allestita la
mostra pittorica “SGUARDI DI DONNE”
Una mostra di opere che si concentra esclusivamente sulla donna, sul suo universo e sul suo animo.
Gli artisti in mostra sono,
Simona Battistelli
Giuliana Garrone
Sergio Abbrescia
Silvia Moccia
Massimo Paravani
Domenico Portale
Mauro Poponesi
.
La Direzione artistica dell’evento è di Anna Silvia Angelini.
Ufficio Stampa AIDE Nettuno.
Si ringraziano tutti gli sponsor che hanno contribuito alla manifestazione:
Angelini Investigazioni, Giovanni Pallotta, Boccuccia Ristorante, Pausa Caffè, Bar Loricina, Hair Top Style, Tempo e Tendenze, 1000 Gomme, Enea’s Sport Wellness, La Pecora Nera chiosco Bar-Nettuno, Panna e Cioccolato.
Sponsor ufficiale
Maltese Wine Roma – Anna Spinato Winery,
A.I.D.E. Provinciale Lazio (Associazione Indipendente Donne Europee)

Vernissage d’Autunno de la Chaine Francigena Toscana un trionfo di “Saperi e Sapori”

Vice Presidente Nazionale e Avv. Elettra Giovanna Livreri

Un vero trionfo per il “Vernissage D’Autunno”, “Chaine Autumnal – San Martino Gourmet” del Bailliage Toscana Francigena della millenaria Confrérie Chaine des Rotisseurs, tenutosi lo scorso sabato 10 novembre 2018 in Artimino, presso la splendida Villa Medicea La Ferdinanda, residenza dei Granduchi di Toscana e patrimonio dell’Unesco. Per i fortunati ospiti, l’intera serata è stata un susseguirsi di scoperte culturali ed esperienze eno-gastronomiche di alto livello in un contesto altamente storico e infinitamente suggestivo.

Edoardo Coli studenteUna organizzazione impeccabile quella voluta dalla determinata Presidente (Bailli) del Bailliage Francigena Toscana, l’avvocato Giovanna Elettra Livreri, all’unisono con la Vice-Chargé Des Missions Marzia Frascatani e la Vice-Echanson du vin Annabella Pascale, CEO della Artimino spa e splendida padrona di casa della Villa Ferdinanda in Artimino. Ad aprire la serata la Vice-Chargé Des Press, Gabriella Chiarappa, con l’introduzione del salotto culturale nella sala conferenze della Villa, il Salone del Toro. Salotto culturale  magistralmente condotto dal Confrér de la Confrérie Prof. AvvEmilio Petrini Mansi, Marchese della Fontanazza, che ha presentato la Prof. June di Schino, docente universitaria di storia rinascimentale e barocca dell’università di Roma e grande studiosa della cultura della tavola rinascimentale e barocca, autrice dell’opera “Arte Dolciaria Barocca – I segreti del Credenziere di Papa Alessandro VII”.

Anisetta AL’incantevole presentazione del libro della June Di Schino, accompagnata da altri testi per immagini, ha regalato ai numerosi ospiti momenti magici, svelando i segreti di un credenziere seicentesco e l’utilizzo dello zucchero, alimento principe del Seicento Un ritorno nel passato, passando nella Sala Dell’Annunziata, con il suo monumentale caminetto, dove il famoso genio Galileo Galilei dava lezioni di matematica al delfino del Granducato di Toscana, Cosimo II de Medici, ha trionfato l’aperitivo, particolarmente ricco di gusto e di sapori ed altamente scenografico, curato dalla Chef Rotisseurs Najada Frascheri, Vice-Conseiller Culinaire del Bailliage Chaine Toscana; coadiuvata dallo Chef Rotisseurs, Paolo Sciara. Uno show cooking con degustazione di speciali e particolari prodotti tipici toscani e marchigiani, rielaborati, scomposti e ricomposti tra loro in una danza di perfetta fusione territoriale, ed accompagnati da marmellate e mieli marchigiani ed uno speciale miele di acacia e castagno della Valsesia (Folecchio) “Fior Mel” altamente biologico di Cinzja Mc kensi; il tutto in armonia con le bollicine dello champagne della “Relais & Champagne – Import & Quality del Confrèr Antonio Gullì ed il Brut rosé della “Tenuta Baron di Asolo” della Bailli Bailliage Asolo Montegrappa Donna Enrica Beatrice Amabilia.

Najara e Gabriella ChiarappaMolti sono stati gli sponsor tecnici tra i quali hanno primeggiato la Artimino Spa, che ha messo a disposizione per la Chaine la monumentale Villa Medicea; e la Scuola Made – Management dell’Accoglienza e delle Discipline Enogastronomiche – Fondazione Campus di Lucca e Fondazione Palazzo Boccella in Capannori –  che hanno prestato il servizio in sala con i propri diplomati e studenti; ed il Garden Club di Lucca – Scuola italiana arte floreale – SIAF per le decorazioni della tavola rinascimentale della cena placè nel Salone del Leone;  ed a seguire le molte aziende del territorio marchigiano, coordinate da Lorella Lamponi, responsabile dello scouting aziendale territoriale de la Chaine Toscana Francigena. E’ stata anche una serata di conferimento di premi speciali e riconoscimenti.  Infatti tra i momenti significativi della serata vi è stata la consegna al Bailliage Toscana Francigena, del dono del Presidente Dr. Roberto Zanghi Bailli Délégué d’Italie, conferito in sua vece dal vice presidente nazionale de la Chaine des Rotisseurs Italia, Dr. Bruno Peloi. La cena placè si è tenuta nel Salone del Leone, dove il Granduca di Toscana Ferdinando I de Medici teneva udienza ed amministrava giustizia. Una cena che ha visto correre lungo tutto il salone due imbandite tavole rinascimentali alle quali gli ospiti sono stati accolti con ogni confortevolezza ed hanno potuto godere di una accurata presentazione dei vini da parte della Consoeur Annabella Pascale, e dalla presentazione degli elaborati piatti da parte della Chef Rotisseurs Michela Bottasso, Chef executive del famoso Ristorante Biagio Pignatta di Artimino. Il servizio durante l’aperitivo e la cena è stato assicurato dai numerosi studenti della Scuola Made, Master post diploma in management dell’accoglienza e delle discipline enogastronomiche. Tutti insieme appassionatamente ed in sinergia per la riuscita di questo esemplare “viaggio sensoriale dei saperi e dei sapori” nella cultura della tavola. L’atteso momento di consegna di premi speciali e riconoscimenti è quindi intervenuto in un clima di armonioso “star bene” ed ha visto conferire Le Prix Spécial Jeune professionnel des disciplines d’accueil et de enogastronomiques choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena”, al giovane ventenne lucchese Edoardo Coli (consegnano il premio Il Vice Presidente nazionale de la Chaine des Rotisserus Italia Bruno Peloi e la Chef Rotisseurs del Bailliage Toscana Francigena Najada Frasheri) diplomato in Master in Accoglienza e discipline gastronomiche con indirizzo “Maitre di sala”, per essersi distinto esemplarmente nei pori studi e nel conseguimento del massimo dei voti in sede di diploma. Il conferimento più partecipato è stato poi “Le Prix Spécial de Carrière en tant que personnage d’excellence choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena” al conduttore e regista televisivo Anthony Peth.

Premio Anthony Vincitore del David di Michelangelo nella categoria Spettacolo nel 2012, nel 2013 riceve un secondo David, conseguendo, con quest’ultimo premio, un piccolo primato. (consegna il premio la Consoeur Enrica Beatrice Amabilia, Bailli du Bailliage Chaine Asolo Montegrappa).  Mentre “Le Prix Spécial de Journalisme d’Auteur choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena” è andato a  Lorella Ridenti, direttore del settimanale Lei Style e del settimanale Ora,per la sua particolare tenacia, intraprendenza, determinazione e versatilità che l’avvicina allo spirito ed ai valori della Chaine (consegna il premio il Confrèr Matteo Gobbo Trioli, Vice Chargé De Missions du Bailliage Asolo Montegrappa e Presidente dell’Associazione Spirito Nuovo Venezia). A seguire è intervenuta la consegna delle targhe per Reconnaissance Particulière, per lo speciale contributo culturale, artistico e professionale conferito all’evento Chaine Autumnal 2018 – San Martino Gourmet, alla Prof. June di Schino; al Prof. Avv Emilio Petrini Mansi; al musicista e cantante Matteo Gobbo Triolo;  alla pittrice Mara Corfini; alla fotografa d’autore Alberta Puccinelli; al Garden Club di Lucca – Scuola SIAF, ed alla Scuola MADE – Management dell’Accoglienza e delle Discipline Enogastronomiche – Fondazione Campus, in collaborazione con Fondazione Palazzo Boccella di Capannori (lucca) – per il perfezionamento di diplomati nelle figure professionali protagoniste dell’ospitalità: addetto sala, cucina e organizzazione eventi/catering – Nella persona della Prof.ssa Enrica Lemmi, Direttrice Scuola MADE e Presidente corsi di laurea Fondazione Campus. Sono state infine conferite targhe di ringraziamento ai numerosi Sponsor tecnici dell’evento Chaine Autumnal 2018 – San Martino Gourmet organizzato dalla Chaine Toscana Francigena: Artimino spa, Scuola Made di Capannori, Antica Gastronomia, Tenuta Baron, Cantina Carmignano, Champagneria di Gaetano Gullì, Camera CC-ICRD, Garden Club di Lucca, Anisetta Rosati, Caonà, Mencarelli, Frolla, Ambrosia, Danhera Un appuntamento che si ripeterà ogni anno, con performance e contenuti di volta in volta diversi, per confermare il grande operato della Chaine Des Rotisseurs in Italia, decisa a divulgare la diffusione  della cultura della tavola, della convivialità, dell’amicizia senza confini e soprattutto del valore assoluto della diffusione e conoscenza dei saperi e sapori delle eccellenze dell’eno-gastronomiche nel nostro paese; valori sempre in linea con l’essenza e la missione della Confrèrie de la Chaine Des Rotisseurs: il piacere della tavola, dell’accoglienza ed il valore dell’amicizia.

Press: Le Salon de La Mode

VILLA ARTIMINO RESORT

Viale Papa Giovanni XXIII,1

59015 Artimino Prato (PO)

http://www.artimino.it

writer Gabriella Chiarappa

 

In passerella le emozioni delle vere spose: La Vie en Blanc Atelier incanta Roma Sposa

Sfilata La Vie en Blanc Atelier - Ph. Stefano Cesaroni (6)

Sabato 20 Ottobre 2018 nel prestigioso scenario del Palazzo dei Congressi all’EUR, La Vie En Blanc Atelier ha illuminato la kermesse del wedding capitolino di Roma Sposa con una sfilata che verrà ricordata per molto tempo. Giorgia Albanese, giovane titolare dell’Atelier di Viale delle Milizie, vuole continuamente affermare lo stretto legame tra il sogno di una Sposa e la sua creatività ed ha voluto riportare alla platea le suggestioni del rapporto emozionale in cui la personalità della futura sposa è l’elemento cardine del lungo percorso di studio e realizzazione del suo abito dei sogni.

Sfilata La Vie en Blanc Atelier - Ph. Stefano Cesaroni (4)Per questo motivo, tra le spose del 2018 de La Vie en Blanc Atelier, è stata scelta a raccontare la sua storia d’amore Giordana Spizzichino, splendida modella e da poco sposa di un noto imprenditore, che ha accompagnato la titolare Giorgia Albanese nell’uscita finale della sfilata.

La neosposa ha indossato, per la seconda volta e con grande emozione, il suo abito unico, realizzato per lei partendo da un progetto esclusivo che la rappresenta perfettamente, simbolo dello stretto legame che si è instaurato tra la sua personalità e la creatività dell’Atelier. Una suggestione che ha coinvolto la platea di giovani ed emozionate future spose. Un’immagine che ha trasmesso, meglio di mille parole, un messaggio che racconta come gli abiti de La Vie en Blanc Atelier, in qualsiasi stile, foggia e forma vengano realizzati, si ispirino sempre al valore unico ed assoluto della Sposa che non è mai una semplice cliente ma la musa ispiratrice di un progetto di vita che coinvolge lei, i suoi familiari, lo sposo e l’intero staff dell’Atelier. Un percorso lungo, spesso più di un anno, che culmina in quel “Sì” carico di emozioni e di amore. Due storie che si fondono, una familiare ed una creativa, generando un rapporto empatico che culmina nell’emozione unica del matrimonio. La sfilata, sapientemente organizzata da RomaSposa, che ha proposto la nuova collezione Bride 2019 de La Vie en Blanc Atelier.

Sfilata La Vie en Blanc Atelier - Ph. Stefano Cesaroni (1)Un’armonia di dettagli e particolari creativi, di stoffe pregiate, moderna ed attuale, caratterizzata da raffinatezza e qualità, ma con uno sguardo alla tradizione ed al passato, sia per i tagli che per i tessuti nei quali si vuole proporre un ritorno all’eleganza del passato. Giorgia Albanese, instancabile nello studio e nella ricerca, ha proposto la preziosità del velluto ricamato in seta che rappresenta egregiamente la specificità della nostra tradizione culturale e la qualità artigianale dei nostri tessuti. Una novità ma anche un ritorno al passato, proposta insieme ai più tradizionali tessuti per la sposa quali seta, mikado e georgette in seta.

Ad applaudire le splendide creazioni indossate dalle modelle dell’Accademia di Moda di Regina Scerrato, un nutrito ed importante parterre di stampa ed istituzioni, tra cui Massimiliano de Toma, presidente onorario di Federmoda Roma con la consorte, la giornalista di Costume & Società Maria Teresa Fabris oltre a giornalisti di caratura internazionale come Ekaterina Shevlyakova del noto magazine russo Wonderwhite.ru.

Press Office

Max Piccinno Press Office – maxpiccinno@maxpiccinno.com

Wine & Fashion 2018 grande successo per l’evento che unisce vino e moda

44319796_10156785451549282_1012602719728304128_n“Wine & Fashion” 2018, 4° edizione, affinità elettive tra vino e moda, dove i sensi uniscono il mondo della moda a quelli del vino attraverso un linguaggio comune, dove il buon vino diventa accessorio e moda, comunicando allegria, eleganza e successo. Moda, bellezza e vini pregiati sono stati i protagonisti di una manifestazione immersa in una magia di profumi e colori con ospiti illustri, mise fantasiose e performance dedicate alla vendemmia. La kermesse è stata organizzata dalla manager Sara Iannone  presidente dell’associazione culturale “L’Alba del Terzo Millennio” per i centocinquanta selezionatissimi ospiti, tutti estimatori di vino e di moda presso il Casale Tor di Quinto a Roma. 44161768_10156783369704282_5132155914907811840_nEvento nell’evento la selezione di Miss Vendemmia 2018 con uno spettacolare red carpet per le giovani Miss che hanno sfilato nel magnifico salone delle feste interpretando i vini in gara, indossando gli abiti Luigi Bruno e le pellicce di Roberto Cagnetta. I vini scelti per l’occasione sono stati quelli di Le Masserie di Giuseppe Carusone per la Campania, di Bisceglia per la Puglia, di Casale del Giglio per il Lazio e di Sancarraro per la Sicilia. 44159741_10156783312164282_2263418606459027456_n

Il tutto condotto da Camilla Nata e supervisionato da una folta giuria di esperti formata dallo Chef Bruno Brunori, dal giornalista Marino Collacciani, l’attrice Demetra Hampton, il giornalista Carlo Senes, l’attrice Aline Pilato, il giornalista Rai Mauro Calandra, la dottoressa Stefania Gugi, l’onorevole Antonio Paris, la giornalista Loredana Filoni, Besian Demce e dal Presidente di giuria l’onorevole Catia Polidori sotto il controllo del notaio Giampiero Buttitta. Per allietare la serata, Sara Iannone ha pensato di premiare anche due, tra le numerose ospiti che hanno onorato questo evento dedicato alla vendemmia con grande estro e raffinatezza, con il “Premio Bacco” e il Premio “Vino, Amore e Fantasia”, che sono andati rispettivamente a Roselyne Mirialachi e ad Aline Pilato, oltre all’intrattenimento canoro della splendida soprano Sara Pastore. La giuria ha pensato, inoltre, di improvvisare anche un terzo premio, simbolizzato con una bottiglia di nettare degli dei che è andato alla charmante Pina Carbone. In passerella ha sfilato anche a sorpresa un fantastico abito-opera d’arte floreale creato in esclusiva dal maestro Mauro Fiordiluna con oltre quattrocento rose fresche, ispirato al vino Bosco delle Rose di Bisceglia e indossato dalla conduttrice e attrice pugliese  Floriana Rignanese. L’abito era arricchito da un particolare copricapo-scultura realizzato da Sergio Tirletti. Lo spirito della serata è stato all’insegna dell’allegria, della gioia e del buon gusto. Del resto Sara Iannone non sbaglia un colpo, ed anche questa edizione del “Wine & Fashion” è stato un grandissimo successo.

44162528_10156782987789282_5351893940784070656_nTra gli ospiti: Manuela Pozzi, Ceo di Panta Rei Solution Srl; Alessia Fabiani; Elena Russo; marchese Emilio Mansi Petrini della Fontanazza; Maria Pia Lettini, immobiliarista dei vip; Ernesto Carpintieri, presidente Aerec; Federico Tassinari, direttore di Mondolibero; Sara Manfuso; Neda Mokhtari, stilista; Chiara Zamboni, presidente Rotay club Roma Aniene; Maria Monsè; Giampiero Butitta, notaio; Giuliana Guidotti, stilista; Patrizia Caimmi; Cecilia Villani; Rosa Altavilla; Giusi Vaccari; Annapaola Ricci; Maria Carla Ciccioriccio; Pina Carbone; Leoluca Russo; Maria Luisa Lomonte; Ella Grimaldi; Marco Petrillo; Laura Nuccetelli col marito Alessandro D’Orazio; Diana Torrice; Luciano e Graziella Bernazza; Luca Chiapponi; Giusi Cimino; Carla Ficoroni; Francesca Romagnoli; Luigi Sarpi; Maria Pia Cappello; Marianna Petronzi; Lara Landolfi e molti altri ancora…

Appuntamento alla prossima edizione.

Ella Grimaldi44254004_10156785488944282_8821255607802658816_n (1)WINE FASHION

 

 

 

Un compleanno pieno d’amore per Simone Ripa e Stefano Riccardi ed il loro “Love Party”

di Ester Campese 

43880085_1259870580822253_7547675677143597056_o

E’ questo un anno particolare ed un meraviglio momento per il noto ballerino Simone Ripa e l’hair stylist Stefano Riccardi, recentemente sposi, uniti civilmente, che condividono la loro vita, ma anche l’occasione, in questa circostanza del loro compleanno. Sabato 13 ottobre, e per i più scaramantici una data davvero fortunata, hanno festeggiato insieme questa ricorrenza organizzando all’Accademia Nazionale di Ballo Fuego di Roma, un party riservato ad ospiti vip e non ed amici della coppia.

44027547_1259872277488750_4395100983877697536_oNel loro destino “Dive e Vip” non mancano certamente, Simone infatti è noto campione italiano pluripremiato nonché vice campione del mondo di danze latino-caraibiche, soprannominato “il ballerino delle Dive”. Simone Ripa è noto anche per molte delle le sue partecipazioni a programmi sia RAI che Mediaset. Stefano Riccardi non è da meno, lui è noto infatti come “l’hair stylist delle Vip” che fanno a gara per avvalersi della sua comprovata professionalità. Ma la cosa più bella è vedere l’amore che c’è tra loro.

44055694_1259878847488093_7368134967450140672_oUn bellissimo messaggio è il pensiero di Simone, giunto agli amici, in cui  dichiara come un anno che passa non fa che arricchire la preziosità di ognuno di noi, smettendo di contare gli anni ed iniziando a compiere i sogni. Vedere Simone e Stefano insieme e la condivisione della loro felicità, del loro calore, della loro forza, trasmette gioia in una forma schietta, testimoniando in tal modo a tutti il valore vero della vita: L’Amore.

Hanno voluto festeggiare con loro, presenti tra gli ospiti della serata, tanti amici di “Ballando con le stelle”, tra cui Anastasia Kuzmina, Veera Kinnunen e Stefano Oradei accompagnati da Francisco Porcella modello ufficiale di “Intimissimi” nonché  secondo  classificato lo scorso anno proprio nella trasmissione di “Ballando con le stelle”.

44030856_1259878280821483_4980736610959097856_oTra gli ospiti intervenuti nella serata la principessa Conny Caracciolo con la figlia Conny accompagnata dal marito, Proprio la principessa Caracciolo è stata recentemente complice della realizzazione del sogno di Simone e Stefano, recentemente coronato, attraverso l’unione civile.

Presente con affetto anche Carolina Marconi del Grande Fratello, la Miss Elisabetta Viaggi, Anna Nori e Claudio Carboni,  la cantante Naira che si è esibita per i festeggiati, Riccardo Bramante e la pittrice Ester Campese, oltre a giornalisti della stampa tra cui il mitico Giò di Giorgio e Marco Nardo.

Molte le sorprese e gli interventi di alcuni ospiti  susseguitesi nel corso della serata.  Scenografico ed emozionante il ballo di Simone Ripa con Stefano Riccardi appena prima del taglio della torta. Tutti gli ospiti si sono scatenati nei balli, in una festosa atmosfera, allietata dal sontuoso banchetto culminato con il momento topico proprio del taglio della torta.

44084637_1259881094154535_3848365923568189440_oCiò che tutti si “sono portati a casa” al termine della bella serata, scorsa in una atmosfera di consapevole spensieratezza, è un vero senso di energia positiva che Simone e Stefano hanno saputo, e sanno sena dubbio trasferire, attraverso il loro esempio di amore e rispetto.

Credito ph Giancarlo Fiore