SALENTO ALL STARS, PAPA RICKY ft. ‘O ZULÙ escono con “LOGORATO”

SAS_Logorato_500x500SALENTO ALL STARS, PAPA RICKY ft. ‘O ZULÙ

insieme nel nuovo singolo

LOGORATO

Un brano contro ogni forma di discriminazione

 In radio da venerdì 22 febbraio

 

Da venerdì 22 febbraio in radio “Logorato”, il nuovo singolo dei Salento All Stars, Papa Ricky ft. ‘O Zulù, insieme in un brano contro ogni forma di discriminazione.

Sonorità Elettro-Raggamuffin con scrittura cantautorale italiana con inserti in lingua salentina e napoletana, un punto d’incontro tra i mondi che raccontano al meglio la matrice artistica dei Salento All Stars e ‘O Zulù, rivisitando l’inciso di “Comu t’a cumbenatu”, successo di Papa Ricky del 1992.

Salento_All_Stars_Ph

“ ‘Logorato’ è un brano che vuole raccontare l’involuzione umana dell’Italiano medio, passato da essere emigrante ad essere intollerante e razzista in ogni sua forma.” – continuano i Salento All Stars –  “Il brano ha la volontà di mantenere viva la speranza contro la perdita di umanità, perché c’è chi nonostante tutto, continua a battersi per un mondo senza discriminazioni di colore, razza e sesso… PER UN MONDO MIGLIORE”.

Il brano è stato registrato ne “La Cabina del Granma” in salento, quartier generale dei Salento All Stars e mixato da Angelo Emanuele Buccolieri presso New Stars Rec. di Tenerife.

Il progetto sarà accompagnato da un videoclip in uscita nei prossimi giorni sui canali ufficiali della band.

BIOGRAFIA

Salento All Stars è la prima e unica gypsy-taranta-orchestra composta da importanti ed eclettici musicisti salentini. E’ un progetto artistico che parte dai suoni tradizionali arrivando fino alle sonorità più moderne, scrivendo brani propri e rivisitando quelli popolari del tacco d’Italia, per abbracciare tutte le culture del mondo.

Esce nella primavera del 2014 Salentu (lu sule, lu mare, lu jentu) per il ventennale dalla sua stesura. L’autore Davide QbA Apollonio chiama a raccolta i migliori musicisti del Salento per reincidere questa nuova versione. La formula del “collettivo” musicale piace molto nei live, nasce l’idea di incidere un intero album fatto di inediti e rivisitazioni.

E’ di imminente pubblicazione (15 febbraio) il  nuovo singolo “Logorato” insieme a Papa Ricky e Zulù dei 99 Posse.

Papa Ricky è stato il pioniere del raggamuffin nel Salento, venuto fuori da quella fucina di artisti  (Papa Ricky, Sud Sound System, Neffa, Casino Royale, ecc. ecc.) che fu Bologna a cavallo degli anni ’80 e primi ’90. Proprio in quegli anni pubblicò per la Virgin “Comu t’a cumbenatu”, del quale in “Logorato” è stato ripreso il ritornello e completamente riscritto il brano.

‘O Zulù è il cantante e leader dei 99 Posse, band napoletana da sempre impegnata con la propria musica nel sociale.

Sia Papa Ricky che 99 Posse sono presenti con i loro brani nella colonna sonora del film “Sud” di Gabriele Salvatores.

SOCIAL NETWORKS
www.facebook.com/salentoallstars

www.instagram.com/salentoallstars

https://open.spotify.com/artist/6IImHQIA2vEbDi9FWUBH9S?si=KQfnMhtdR2WggiKbvxpHfw

Annunci

PAOLA4 torna con il brano LONTANO

Cover_Paola4_Lontano_500x500PAOLA4

Dopo il singolo con Viola Valentino l’Artista catanese torna con 

 “LONTANO

il pop-rock che rende l’amore meno distante

in radio e nelle piattaforme digitali

 

 

In radio e nelle piattaforme digitali il nuovo singolo di Paola4 “Lontano”, un nuovo progetto pop-rock che segna il ritorno dell’Artista catanese a sei anni di distanza dall’ultimo lavoro realizzato con Viola Valentino.

 “Lontano” parla di un amore irraggiungibile il quale nonostante l’impossibilità di essere vissuto continua ad esistere costantemente nell’anima e nella mente delle stesse persone.

Paola4_PhSono molto legata a questo brano che ho composto pensando a un colpo di fulmine non consumato e non vissuto, quindi per molti aspetti “Lontano” per la mente ma sempre vicino il cuore– ‘Lontano’ – prosegue Paola4tutti, almeno una volta, nella vita hanno provato la sensazione del: “Chissà come sarebbe stato!” Quando si prova un sentimento, quando hai la pelle d’oca, quando senti i brividi solo immaginando una persona ,non esiste età, non esiste tempo, non esistono limiti e anche il non vedersi non serve a nulla poiché  la mente ha la capacità di farti andare così lontano tanto da raggiungere il tuo sogno e di sperare che prima o poi possa finalmente avverarsi.”.

Il singolo, scritto testo e musica dalla stessa Paola4, è stato registrato a Catania presso Phantasma Recording Studio Michele Musarra, mixato da Michele Musarra masterizzato da Andrea “Bernye” De Bernardi  presso Eleven Studio Mastering.

Hanno collaborato al recording, suonando live, i “Blues Essence”: Gianfranco Fichera Cogliandro alla chitarra, Salvatore Finocchiaro alle tastiera, Riccardo Barbagallo al basso e Luca Barbato alla batteria.

Disponibile sul canale YouTube dell’Artista il videoclip realizzato dal regista Sergio Greco per OneWeb: https://www.youtube.com/watch?v=3pGKuKQsk6Y

 

TANGERI Silvano Spada sul palco dell’Off/Off Theatre

Da martedì 5 a domenica 10 marzo 2019

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

presenta

5-10marzo_OffOffTheatre_GianniDeFeo_Tangeri (9)

TANGERI

di Silvano Spada

diretto e interpretato da Silvano Spada

scenografia Roberto Rinaldi – costumi Gianni Sapone – coreografie Giulia Avino

voce off Irma Ciaramella

Miguel de Molina, Federico Garcia Lorca, l’omosessualità nella Spagna degli anni ‘30 e ‘40 e la sensuale Tangeri. Uno spettacolo musicale, omaggio a Lindsay Kemp.

Da martedì 5 a domenica 10 marzo, all’OffOff Theatre sarà in scena Tangeri, spettacolo scritto da Silvano Spada e interpretato dal cantante e attore Gianni De Feo in un viaggio nella Spagna degli anni ’30 e ’40.

Al centro della pièce è la figura del celebre cantante e ballerino spagnolo Miguel de Molina, mito di Pedro Almódovar, vissuto durante la dittatura franchista e perseguitato per le sue idee antifasciste e la sua dichiarata omosessualità. Al racconto si intersecano le canzoni spagnole, tra quelle più celebri di Miguel de Molina. La presenza di temi musicali in evidente contrasto tra loro, dalla chitarra classica al barocco di Vivaldi, passando per il minimalismo di Philippe Glass e il tango argentino, farà da contrappunto alla storia, restituendo atmosfere dai differenti colori.

Silvano Spada_offoff theatre_Dalla nascita a Malaga nel 1908, in una poverissima Andalucia, e l’infanzia nel lugubre collegio dei preti da dove viene espulso, quella di de Molina è una vita coraggiosa e ricca di avventure. Costretto a lottare fin da bambino per guadagnarsi da vivere passando attraverso i più umili lavori, è sempre in fuga verso qualcosa, alla ricerca di un’identità.

E così riaffiorano i ricordi: l’adolescenza da garzone nella casa della tenutaria Pepa, la fuga da Algesiras sulla nave che lo porta a Tangeri, dove sarà servitore nel sontuoso palazzo del principe marocchino e poi il ritorno in Spagna, a Siviglia, con i primi turbamenti erotici nel caffè del quartiere arabo. Poi Granada e l’incontro con Federico Garcia Lorca e Manuel de Falla, fino ai primi successi a Barcellona, Valencia e Madrid. L’eccentrica e sregolata vita notturna che precede l’avvento della Guerra Civile.

Ed è proprio il ricordo dell’arresto e la fucilazione di Federico Garcia Lorca, rivissuto con estremo dolore, a segnare una forte rottura nella vita di Miguel. Anche lui perseguitato dal regime fascista, picchiato e contestato durante i suoi spettacoli, viene costretto all’esilio a Caceres, il paradiso delle cicogne. E come le cicogne, non smette di aprire le ali, sempre in volo verso la libertà. Fugge poi in Argentina dove, legato in amicizia a Evita Peron, consacra il suo successo, per poi morire nel 1993 a Buenos Aires, dove è sepolto.

Nell’azione teatrale, alla figura di Miguel si contrappone quella di David, uno scrittore dei nostri giorni. Anche lui in cerca di una propria identità, in fuga da un mondo nel quale non si riconosce più perché costretto a rivestire il ruolo di un “manichino senz’anima” e al quale si ribella, preparando così la sua fuga verso Tangeri. I due personaggi, inizialmente ben distinti, in un ritmo incalzante, si riconoscono infine, fino a identificarsi l’uno con l’altro e a diventare Uno.

Riemerge allora il mito di TANGERI, ricordo struggente e poesia, isola di libertà e dissolutezza tanto amata da quei poeti e dagli artisti di tutto il mondo che l’hanno conosciuta: Delacroix, Matisse, Francis Bacon, Tennessee Williams, Samuel Beckett, Jean Jenet, Paul Bowls, William Burroughs, Allen Ginsberg, Jack Kerouac e, tra gli altri, oggi anche Mick Jagger dei Rolling Stones.

SILVANO SPADA: Tangeri è l’ultimo testo scritto da Silvano Spada, dopo Gin&Tonic, scelto da Giancarlo Menotti per il Festival di Spoleto e in scena al Teatro Caio Melisso con grande successo con bem 13 repliche, Discarica, prodotto da Maurizio Costanzo, protagonista Vladimir Luxuria e Processo alla strega con Ornella Muti, in tour in Italia e in Russia.

GIANNI DE FEO: attore, cantante e regista, inizia la sua formazione professionale a Roma dove studia recitazione e dizione con Alba Maria Setaccioli, insegnante all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Studia presso l’MTM (mimo-teatro-movimento) sulla direzione di Lydia Biondi. Successivamente, a Parigi, approfondisce le tecniche del movimento e del mimo con Jacques Lecoq, studia canto alla Schola Cantorum e segue un seminario sul teatro di Peter Brook con Jean Paul Denizon. In teatro è diretto, tra gli altri, da Mario Ricci, Sylvano Bussotti, Werner Schroeter, Roberto De Simone, Mario Scaccia, Lindsay Kemp, Tato Russo, Maurizio Scaparro, Dacia Maraini, Antonio Salines. Tra i ruoli principali interpreta Giacomo Leopardi, Marcel Proust, Jean Cocteau, il Marchese De Sade, Amedeo Modigliani, Oscar Wilde. E’ ideatore, interprete e regista di diversi spettacoli di teatro-canzone con musicisti dal vivo. Dirige corsi teatrali e laboratori incentrati sul movimento, l’improvvisazione creativa e l’espressione corporea, in armonia con la recitazione e lettura di testi.

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

 

 

Dado torna con il suo show Il Super-ficiale

IMG-20190221-WA0033Dado torna al teatro Tirso con un nuovo show “Il Super-ficiale” e per combattere la faciloneria della società moderna domani terrà una lezione in una scuola di Cinecittà con lo slogan “Sembrerà banale, ma una sana educazione è proprio quello che ci può salvare”

Teatro Tirso dal 27 febbraio al 17 marzo 2019

Lezione 21 febbraio presso “I.C. Viale dei Consoli Plesso Aldo Fabrizi”

Superficialità e leggerezza possono comportare seri rischi. Lo sa bene “Il Super-ficiale”, l’esatto contrario del supereroe che data la sua provenienza terrena si adatta a vivere seguendo i classici luoghi comuni e fa cose di fretta non preoccupandosi delle conseguenze. A creare questo personaggio con tanto di tuta, stemma e immancabile mantello ci ha pensato l’attore comico Dado pronto a mettere in scena il suo nuovo divertentissimo show, in programma al teatro Tirso dal 27 febbraio al 17 marzo, nel quale calandosi nel ruolo di un improbabile eroe dei nostri tempi illustra un personale punto di vista sulla nostra società, divenuta appunto profondamente superficiale. Come combattere la faciloneria con la quale si affronta il quotidiano?

IMG-20190221-WA0035 Con una serie di piccoli accorgimenti ed attenzioni che sono nel potere di ogni persona. E proprio per sottolinearlo il comico ha raccolto l‘invito di un gruppo di mamme dell’associazione Uniphelan Onlus, associazione che opera per la sensibilizzazione e la ricerca relativa alla sindrome Phelan Mcdermid che ha colpito i loro figli, con le quali il 21 febbraio scenderà in strada per congratularsi in seguito al ripristino della segnaletica orizzontale riservata a persone con disabilità, ottenuta dalle mamme a suon di tenacia. Con lo stesso spirito il brillante comico romano terrà poi una lezione speciale nella scuola “I.C. Viale dei Consoli Plesso Aldo Fabrizi”, con lo scopo di distribuire ai bambini un decalogo di buone azioni per invertire la tendenza e ribadire che, può sembrare banale, ma una sana educazione è proprio quello che ci può salvare.

Teatro Tirso De Molina, via Tirso 89

Direzione Artistica

Achille Mellini

Orario spettacoli: merc. giov. ven. ore 21 – sab ore 17,30 e 21 – domenica ore 17,30

Parcheggi convenzionati: Parioli Parcheggi Via Tirso, 14 (aperto 24h)

www.teatrotirsodemolina.it

Milano come Seattle omaggio italiano a Layne Staley Nona edizione

Layne Staley Tribute 2019Milano come Seattle: l’omaggio italiano a Layne Staley, Kurt Cobain e Chris Cornell. Il 30 Marzo, benefit show al Serraglio di Milano, con l’annuale festival Grunge con un ospite d’eccezione

Per il 9° anno consecutivo l’Italia ospita il benefit-show in onore di Layne Staley, carismatico cantante degli Alice in Chains scomparso nel 2002. L’evento sarà l’occasione per ricordare altre due icone del rock anni ’90: Kurt Cobain dei Nirvana e Chris Cornell, voce dei Soundgarden.

Staley, Cobain e Cornell, con Eddie Vedder dei Pearl Jam furono gli artefici dell’ascesa planetaria di quel movimento che, nato nelle cantine di Seattle, sconvolse il modo di fare rock tanto da essere definito come l’ultima vera rivoluzione musicale.

Layne Staley Tribute 2018 2 d

Il LAYNE STALEY ITALIAN TRIBUTE 2019 – Chris Cornell & Kurt Cobain Celebration Night si terrà Sabato 30 Marzo al Serraglio di Milano con inizio alle ore 21.30 (apertura porte ore 21.00).
Sul palco si alterneranno tre delle migliori band italiane che renderanno omaggio ad ALICE IN CHAINS, MAD SEASON e SOUNDGARDEN (Alice in the Box, da Bologna), PEARL JAM (No Habits, da Milano) e NIRVANA (Poottana Play for Money, da Milano).

L’evento vedrà anche la partecipazione di un ospite davvero speciale, già confermato, ma il cui nome verrà svelato il 29 marzo.

La presentazione della serata è affidata a Edoardo Rossi, autore di Sky Arte, per MTV Italia e Deejay TV. Già speaker di Rock FM e musicista in band ad alto contenuto grunge, ha pubblicato diversi libri sul rock e sulla scena indipendente italiana.

Layne Staley Tribute 2019 w

A lui anche il compito di intervistare Valeria Sgarella, autrice del libro sulla storia della SUB POP, storica e ancora attivissima etichetta di Seattle che fece conoscere il grunge al mondo intero (“Oltre i Nirvana. Sub Pop Records: storia di una casa discografica dal 1988 sull’orlo della bancarotta”, Edizioni del Gattaccio).

Il Layne Staley Italian Tribute 2019 è sostenuto da Alice in Chains Italia, Nirvana Italia e dal Layne Staley Memorial Fund, al quale saranno devoluti i proventi della serata. Il fondo, attivato dalla famiglia del cantante, sostiene le attività di prevenzione, cura e recupero in vari ambiti che riguardano il disagio sociale (dipendenze, problematiche psichiatriche, emarginazione, maltrattamento infantile).

Ingresso: 10€ con tessera ACSI (può essere richiesta preventivamente su www.serragliomilano.org)

Layne Staley Tribute 2018 dVenue: Serraglio, Via Gualdo Priorato 5, Milano

Apertura porte: 21.00

Inizio concerto: 21.30

Ulteriori dettagli sulla pagina dell’evento:

https://www.facebook.com/events/2570037566402496/

Ufficio stampa Elisabetta Galletta 393 6833111 egalletta@ultrapragency.com

Porretta Soul Festival 32ma edizione a tutto Soul

Porretta Soul Gran Finale 2018 1 ph. Gianni Grandi_bPorretta Soul Festival

CON

DON BRYANT, WILLIE WEST, WENDY MOTEN, TONY WILSON, KHYLAH B., WEE WILLIE WALKER, CURTIS SALGADO e J.P. BIMENI

Porretta Soul Festival_giorgio_barbato-5224_b 

DAL 18 AL 21 LUGLIO A PORRETTA TERME (BO) LA 32° EDIZIONE DI

UNO DEI PIÙ IMPORTANTI FESTIVAL SOUL IN ITALIA E NEL MONDO

Giovedì 18 luglio prende il via al Rufus Thomas Park di Porretta Terme (Bo) la trentaduesima edizione del Porretta Soul Festival, uno dei più importanti festival soul in Italia e nel mondo.

PORRETTA SOUL FESTIVAL

Ingresso per una serata: 30 euro

Ingresso per tre serate: 75 euro

Abbonamento a tutti concerti: 90 euro

prevendite su www.vivaticket.it

info: www.porrettasoulfestival.it – tel. 335 6364192;

Si alterneranno sul palco artisti del calibro di Don Bryant feat. The Bo-Keys, Anthony Paule Soul Orchestra, Willie West, Wendy Moten, Tony Wilson the Young James Brown, Khylah B., LaRhonda Steele, Wee Willie Walker, Chilly Bill Rankin & Jerry Jones, Annika Chambers, Curtis Salgado Band, J.P. Bimeni & The Black Belts, Leon Beal with Sax Gordon and the Luca Giordano Band, Re:Funk feat. Pee Wee Ellis, Judy Lei, The Sweethearts e Georgia Van Etten.

Quattro giorni a suon di soul, blues e rhythm & blues con una line-up che attinge direttamente dalle grandi città americane come Memphis (Don Bryant & The Bo Keys, Wendy Moten, Chilly Bill Rankin, Jerry Jones, Wee  Willie Walker), New Orleans (Willie West), Chicago (Tony Wilson – The Young James Brown, Khylah B.), Houston (Annika Chambers), Portland (LaRhonda Steele, Curtis Salgado), Boston (Leon Beal, Sax Gordon) ma anche dalla Australia (The Sweethearts, Georgia Van Etten) e, per la prima volta, dal Burundi (J.P. Bimeni).

Pee Wee Ellis, già arrangiatore di James Brown ed Esther Phillips, riceverà un premio alla carriera per il contributo dato alla promozione e alla diffusione della musica soul e rhythm & blues.

La resident band del festival sarà la Anthony Paule Soul Orchestra composta da Anthony Paule, alla chitarra, Endre Tarczy, al basso, Tony Lufrano, al piano ed Hammond B3, Derrick Martin, alla batteria, Charles McNeal, al sax tenor, Robert Sudduth, al sax baritone, Derek James, al Trombone, Bill Ortiz, alla tromba,
e Larry Batiste, Sandy Griffith, Omega Brooks, ai cori.

La suggestiva atmosfera di Porretta Terme farà da cornice alla manifestazione insieme allo Street Food Village in pieno centro storico con concerti gratuiti dalle ore 11 alle 19. Inoltre, dal 16 al 26 luglio, nei dintorni di Porretta, ci sarà The Valley of Soul, iniziativa che vedrà concerti collaterali con tanti protagonisti del festival. Il Mercato Storico, che si tiene ogni sabato, offre una vasta gamma di prodotti tipici di origine emiliana e toscana e si estenderà ai quattro giorni del festival.

Porretta Terme vanta una posizione strategica, ad un’ora di percorrenza da Bologna e Firenze, unite dalla storica Ferrovia Porrettana. Conosciuta per le acque termali, vera e propria attrazione naturale, la cittadina ospita, ogni anno, migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo, in cerca di relax e benessere. Il centro storico di Porretta Terme possiede una suggestiva architettura classica e presenta monumenti, edifici storici e religiosi degni di nota: la chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena, il Palazzo Comunale, il Santuario della Madonna del Ponte e a poca distanza Castello Rocchetta Mattei.

www.porrettasoulfestival.it

Ufficio Stampa PORRETTA SOUL FESTIVAL: Rif. Nazionale: Ufficio Stampa GPC –  Rif. locale – Il Popolo del Blues 330 270081 pressilpopolodelblues@yahoo.it

DIORHA’ INTERVISTA A CASA SANREMO

DIOHORA'Diorhà intervista alla cantautrice foggiana.

Proseguiamo con gli incontri a Sanremo durante il Festival della Canzone Italiana. Tra i cantanti e cantautori che si esibiscono nei tanti angoli della città dei fiori mi affascina un viso pieno di entusiasmo e che emana positività. Lei è Diorhà e, parlando con lei, scopro una donna che vive “a testa in sù” nel senso che la sua testa va verso le nuvole ma con i piedi ben piantati per terra. Un percorso di vita ed artistico a tappe e con quattro cambiamenti fondamentali. L’artista attualmente, fa parte del percorso professionale di NEM Nuove Energie Musicali. Scoprite nell’intervista che ha rilasciato alla nostra Sara Lauricella.

Introduzione a cura di Max Angotti, riprese Sara Lauricella.

Vi invitiamo a visitare il canale You Tube di Diorhà al seguente indirizzo:

https://www.youtube.com/channel/UCWwQD1pzV8VmBqnSPCc6Bwg?fbclid=IwAR1pV6Mp0iGkOduRIN3PspPaa3no-zIv-S1ZR17ScORj1PfEKHqF8QFII48