Isola del cinema: apre al femminile con “Un battito di ciglia” di Cristina Campagna

campagna

Apre la rassegna del nuovo cinema italiano nella sede estiva ormai divenuta istituzionale per l’arte in pellicolo: l’Isola del Cinema. Il 12 luglio l’Isola Tiberina specchierà la realtà nella finzione degli schermi nella nota rassegna curata da Francesca Piggianelli, con la presenza di registi, artisti, proiezioni, musica, presentazioni libri introdotti dal direttore artistico di Cinema&Libri Giovanni Fabiano. Si parte alle 20.15 con “Stop alla violenza e all’indifferenza”, incontri, ospiti speciali, proiezioni di cortometraggi con la presenza delle registe e parte del cast, Cristallo di Manuela Tempesta, vincitore Nastro d’argento Premio Universal 2018, Eyes di Maria Laura Moraci, Un battito di ciglia di Cristina Campagna.

isola1Ed è proprio quest’ultimo a destare la nostra curiosità per la tematica trattata, per il modo in cui è stata scritta la sceneggiatura e condotta la regia.

isolaSi parla d’amore… si ma soprattutto si parla di scelte … di accettazione della libertà … si parla di eutanasia. Una scelta di morte ed una scelta di vivere l’amore per la libertà di morire anche oltre la fine del corpo. Cos’è un corpo… un cuore o un occhio … la Storia di un Cuore che vive per i Suoi Occhi, i quali di rimando non riescono a non abbracciarlo anche solo con un sorriso. Un battito di ciglia è quel momento in cui può cambiarti la vita, quel momento in cui passi ad un’altra vita, il momento in cui sei cambiato dall’amore, il momento in cui accetti la libertà dell’altro, il momento in cui decidi che vuoi vivere nella speranza, il momento in cui quell’attimo che dura poco meno di un secondo scegli di farlo diventare eterno. “Il per sempre è negli occhi di Chi guarda”. Difficile reggere la scena con un tema così reale  ma l’esperimento è riuscito per tutti i protagonisti.

Genere: Drammatico   Anno: 2018   Regia: Cristina Campagna     Titolo: Un battito di ciglia     Produzione: Onrec Produzioni   Prodotto da: Cristina Campagna, Fabrizio Davì e Gabriele Davì    Soggetto: Cristina Campagna     Sceneggiatura: Fabrizio Davì Montaggio: Gabriele Davì      Fotografia: Gabriele Davì    Musiche: Emanuele Bruno     Attori: Cristina Campagna, Andrea Scipioni, David Pironaci, Andrea Striano, Chiara De Annuntiis, Giulia Santarelli Paese: Italia Durata: 14 minuti e 42′

Inoltre  presentazioni dei libri ‘John mi regalò una cravatta’ di Kitti Vinciguerra, ‘L’esodo’ di Ciro Formisano,  da cui è stato tratto il film con protagonista Daniela Poggi (a seguire presso la sala CINELAB ore 22:00 proiezione del film).

Dal 13 luglio altri appuntamenti, tra i quali le proiezioni dei film Nico e le cicloavventure, Mikael, Taranta on the road, Oh mio dio!, Malati di sesso, dei corti La gamba e Idris, del libro ‘Perso a Los Angeles’.

Il programma qui: http://www.isoladiroma.it/programma/

Annunci

IN ARRIVO IL NUOVO SINGOLO DI ALESSANDRO PIROLLI IL ROMANTICISMO DEGLI ADOLESCENTI…. E NON SOLO – di Sara Lauricella

FB_IMG_1517923335214[1]

Nuovo singolo in arrivo per il giovanissimo cantautore e produttore Alessandro Pirolli. Questa volta il suo stile “tormentone” cambia veste … da giocoso e spensierato a malinconico e romantico. Un brano scritto per il cuore e con il cuore che uscirà, non a caso, il giorno di San Valentino. La malinconia di Alessandro è però una tensione positiva, ed il testo parla di speranza … la speranza che l’amore nasca, che il sentimento si modifichi e prenda una forma più adulta. Sarà anche coincidente con un momento di passaggio per il giovane cuore di Alessandro? Chi può dirlo!

FB_IMG_1517923308566[1]Il brano è lo specchio della bellezza e dolcezza di un amore adolescente, di un sentimento semplice e complicato allo stesso tempo, in cui il corpo è l’espressione di un’emozione, il ballo è una danza di amore e di delicata sensualità. Alessandro questo brano sembra molto autobiografico. E’ dedicato agli adolescenti? : – “E’ molto autobiografico ed è la descrizione di una situazione che sto vivendo attualmente, ma contiene dei passaggi che sono dedicati anche agli adulti, soprattutto a quelli provati dall’amore”. Vuoi spiegarci meglio cos’accade  nel brano che hai scritto? : – “Beh, c’è un momento in cui noi ci sentiamo cambiati e diversi, perché magari abbiamo sofferto in passato e  non riusciamo più ad aprirci,  ed allontaniamo alcune persone. Ma poi può accadere che torna indietro proprio “quella” persona, la persona a noi più cara, e tutto ad un tratto, basta un piccolo ballo per ricordare tutti i momenti belli passati insieme. Grazie a quell’ultimo ballo che c’è la speranza che tutto possa riprendere, anche se siamo cresciuti, cambiati esternamente, ma dentro siamo sempre gli stessi … siamo sempre adolescenti dinanzi all’amore”.

FB_IMG_1517923412512[1] Un testo da ascoltare con calma del giovanissimo Alessandro Pirolli, sempre molto impegnato anche nel sociale: a già scritto e prodotto brani contro il bullismo ed è un sostenitore del progetto internazionale Stop Bullying  ed, insieme con i suoi “vecchi” compagni di Ti Lascio Una Canzone canteranno, il 18 marzo 2018, al Palacavicchi per raccogliere fondi contro la Fibrosi Cistica per “La Magia di un Respiro”. Come ci stà abituando Alessandro riserva sempre delle belle ed interessanti sorprese.

Accade ciò che scrivi

Accade ciò che componi

Accade ciò che canti     facebook_1517925577690