ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB: SUSANNA STIVALI in GOLSONIANA

Foto SUSANNA STIVALIALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

Questi i prossimi appuntamenti: Domenica 25 novembre SUSANNA STIVALI in “GOLSONIANA”:  SUSANNA STIVALI  voce – ETTORE  CARUCCI piano – FRANCESCO PUGLISI contrabbasso – ANDREA NUNZI  batteria

SUSANNA STIVALI in GOLSONIANA

Golsoniana un nuovo progetto di Susanna Stivali, una delle voci più note del jazz italiano, un omaggio alla musica ed al genio di Benny Golson, uno dei più grandi compositori di jazz ancora viventi. Un nuovo quartetto composto da  Stivali, appunto alla  voce, un grande quartetto formato  da alcuni  dei  migliori  jazzisti  italiani pianista: Ettore Carucci al piano, Francesco Puglisi  al  contrabbasso,  Andrea  Nunzi  alla batteria. “Benny non scrive canzoni, scrive standard” è stato detto di lui. Golsoniana vuole essere un viaggio nel mondo compositivo di questo grande musicista attraverso una rilettura personale del quartetto. Gli arrangiamenti originali, i testi appositamente scritti da Susanna Stivali, lo scambio, lo spazio dedicato all’ improvvisazione, restituisce la scrittura di Golson da un punto di vista personale partendo dal concetto di lavoro orchestrale di tutti e quattro gli strumentisti che lavorano insieme agli arrangiamenti all’interno di un‘ottica di  rilettura  della  scrittura di Golson, una  scrittura colta e accattivante  al tempo stesso.


Inizio concerto ore 21.30


L’ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB, lo storico locale di Roma fondato nel 1984 è considerato uno dei 100 migliori locali jazz al mondo.

Dopo una stagione di inattività, lo spirito avventuriero, il coraggio d’avanguardia della famiglia Rubei continua ad esprimersi attraverso Eugenio Rubei, figlio dell’indimenticabile Giampiero che, commenta così questa nuova stagione: “Rendere immortale il lavoro quarantennale di mio padre e dare alla città di Roma un luogo di reale aggregazione del mondo del jazz, che accompagni le generazioni attuali e possa essere in grado di andare oltre. Questo è il vero messaggio, il vero obiettivo della riapertura dell’AlexanderPlatz, che anche nel 2018 ha ricevuto il premio Downbeat e il prestigioso Django d’or. L’AlexanderPlatz dunque può continuare ad essere lo spazio principe per i musicisti di tutte le età e provenienze”. 

Con la sua riapertura, l’AlexanderPlatz sta facendo scoprire, un tratto innovativo, estetico e non solo, che parte dall’originale cucina a vista e arriva alla ristrutturazione del bar.

Gabriele Geri e Angela Buono, registi del cambiamento, sempre sotto l’occhio attento del Presidente Eugenio Rubei, puntano sull’unicità del locale, con un giusto mix di esperienza e sperimentazione sia in sala che dietro le quinte. Attraverso le sapienti mani dello chef Davide Boggian il menù è basato sull’essenzialità e sulla qualità dei sapori con un occhio di riguardo alla selezione delle materie prime e alla loro stagionalità, puntando a una cucina piena di creatività che non rinuncia ad essere semplice. Discorso che viaggia di pari passo al rinnovo del bar, dove l’ospitalità e gli alti standard qualitativi saranno garantiti da Fabrizio Valeriani, classe 1972, capace di approntare una drink-list unica nel suo genere grazie a distillati selezionati, attenzione particolare a vermouth e bitter’s, e una linea creata ad hoc per il mondo del jazz con ‘twist on classic’ pensati per lo storico locale romano.

ALEXANDERPLATZ Via Ostia 9 – Roma
Info e prenotazioni: prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com – tel. 06 83775604
Annunci

BENITO GONZALEZ TRIO live all’ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

Foto BENITO GONZALEZALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

Giovedì 22 novembre BENITO GONZALEZ TRIO FEAT. ESSIET  OKON  ESSIET: BENITO GONZALEZ al piano, OKON ESSIET al contrabbasso e ALESSANDRO  D’ANNA alla batteria.

Inizio concerto ore 22.00

BENITO GONZALEZ TRIO FEAT. ESSIET  OKON ESSIET “PASSION,  REVERENCE, TRASCENDENCE, THE  MUSIC  OF  MCCOY  TYNER”

In anteprima europea, all’Alexanderplatz, la presentazione ufficiale del nuovo album di Benito Gonzalez dedicato al pianista che più ha influenzato il suo linguaggio: McCoy Tyner.  Gonzalez è conosciuto nella scena jazz mondiale per essere stato il pianista più volte nominato al Grammy Awards insieme al grande sassofonista americano Kenny Garrett. Il trio avrà questa volta la collaborazione con uno dei più grandi bassisti della scena newyorkese, Essiet Okon Essiet, che vanta collaborazioni come: Art Blakey, Kenny Barron, Benn Golson.  Alla batteria il giovane Alessandro D’Anna che è entrato da un anno nella formazione ufficiale del pianista, collaborando con lui in molte tournée europee.

Foto BENITO GONZALEZ_2

L’ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB, lo storico locale di Roma fondato nel 1984 è considerato uno dei 100 migliori locali jazz al mondo.

Dopo una stagione di inattività, lo spirito avventuriero, il coraggio d’avanguardia della famiglia Rubei continua ad esprimersi attraverso Eugenio Rubei, figlio dell’indimenticabile Giampiero che, commenta così questa nuova stagione: “Rendere immortale il lavoro quarantennale di mio padre e dare alla città di Roma un luogo di reale aggregazione del mondo del jazz, che accompagni le generazioni attuali e possa essere in grado di andare oltre. Questo è il vero messaggio, il vero obiettivo della riapertura dell’AlexanderPlatz, che anche nel 2018 ha ricevuto il premio Downbeat e il prestigioso Django d’or.  L’AlexanderPlatz dunque può continuare ad essere lo spazio principe per i musicisti di tutte le età e provenienze”. 

Con la sua riapertura, l’AlexanderPlatz sta facendo scoprire un tratto innovativo, estetico e non solo, che parte dall’originale cucina a vista e arriva alla ristrutturazione del bar.

Gabriele Geri e Angela Buono, registi del cambiamento, sempre sotto l’occhio attento del Presidente Eugenio Rubei, puntano sull’unicità del locale, con un giusto mix di esperienza e sperimentazione sia in sala che dietro le quinte. Attraverso le sapienti mani dello chef Davide Boggian il menù è basato sull’essenzialità e sulla qualità dei sapori con un occhio di riguardo alla selezione delle materie prime e alla loro stagionalità, puntando a una cucina piena di creatività che non rinuncia ad essere semplice. Discorso che viaggia di pari passo al rinnovo del bar, dove l’ospitalità e gli alti standard qualitativi saranno garantiti da Fabrizio Valeriani, classe 1972, capace di approntare una drink-list unica nel suo genere grazie a distillati selezionati, attenzione particolare a vermouth e bitter’s, e una linea creata ad hoc per il mondo del jazz con ‘twist on classic’ pensati per lo storico locale romano.

Foto BENITO GONZALEZ_1ALEXANDERPLATZ Via Ostia 9 – Roma

Info e prenotazioni: prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com – tel. 06 83775604 www.facebook.com/alexander.platz.37  alexanderplatzjazz.com www.instagram.com/alexanderplatzjazzclub/ twitter.com/aplatzjazz

 

Federica Baioni LIVE al Lettere Caffè

Federica BaioniFederica Baioni

In concerto per: “Giovedì D’Autore”

Giovedì 22 Novembre ore 21,30 

Lettere Caffè 

Ritorna sul palco del Lettere Caffè di Trastevere a Roma, per la rassegna dei “Giovedì d’Autore” la cantautrice ed interprete: Federica Baioni. Con lei sul palco in dimensione acustica e intima Enrico Contardi al contrabbasso e Dario Esposito alle percussioni.

Un insolito trio per un live sussurrato e rigorosamente acustico fino all’ultima nota. Formazione e line up originale per un repertorio che va dalla rivisitazione di brani jazz a successi della canzone italiana ed internazionale arrangiati ad hoc, a brani originali della stessa autrice che presenta in una veste essenziale e nuova un repertorio di canzoni da viaggio in musica che tocca: Roma, Istanbul, New York e Parigi.

Sorprese ed ospiti in scaletta, l’appuntamento è per giovedì 22 novembre alle ore 21,30 circa nel bistrot trasteverino. Orario super britannico.

In loco selezioni di vini italiani e possibilità di cenare à la carte.
Si consiglia la prenotazione.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Lettere Caffè

Via San Francesco a Ripa, 100/101

REGGIE WASHINGTON VINTAGE NEW ACOUSTIC – ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB – ROMA

Foto REGGIE WASHINGTONReggie Washington leggenda della musica Modern Jazz, in particolar modo nei decenni degli anni ’80 e ’90, torna in tour con una nuova formazione per esplorare le sonorità del basso acustico in chiave attuale e tradizionale al tempo stesso. La formazione con cui presenta il progetto del “Vintage New Acoustic” è composta dal multi-keyboardist Bobby Ray Sparks, drummer E.J. Strickland ed al sassofono Fabrice Alleman. Giovedì 15 e Venerdì 16 novembre li potremo vedere ed ascoltare live nel “REGGIE WASHINGTON VINTAGE  NEW ACOUSTIC” nel noto e storico locale – ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB – ROMA

Foto REGGIE WASHINGTON _ 1

KEKKO FORNARELLI e ROBERTO CHERILLO ESCONO CON MATTER OF TIME

Kekko Fornarelli_bSHINE

 Il 16 novembre esce

MATTER OF TIME

IL NUOVO DISCO NATO DALL’INCONTRO TRA IL JAZZ CROSSOVER DI KEKKO FORNARELLI E LA SENSIBILITÀ INDIE DI ROBERTO CHERILLO

 

www.youtube.com/watch?v=p725J53Im5k  

 

IL 12 NOVEMBRE IN ANTEPRIMA ALL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA DI ISTANBUL

DAL 18 NOVEMBRE IN TOUR IN TUTTA ITALIA

 Da venerdì 16 novembre sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Matter of Time” (Eskape/IRD), il nuovo disco di Shine, il duo composto dal pianista, compositore e produttore jazz Kekko Fornarelli e il cantante Roberto Cherillo.

”Matter of Time”, scritto e interpretato da due artisti dagli stili unici – Kekko Fornarelli e Roberto Cherillo – testimonia il connubio di due rare personalità. Dieci tracce in cui è possibile ascoltare un mix di suggestioni sonore che spaziano dal puro piano jazz all’elettronica, passando per le contaminazioni nordeuropee, il trip-hop anglosassone e i richiami alla musica orientale. La voce di Roberto Cherillo ed il piano di Kekko Fornarelli, uniti all’elettronica, si armonizzano e si supportano a vicenda, amalgamandosi alle distorsioni create dai synth, dando vita ad atmosfere nuove dalla forza evocativa esclusiva.

Dal 19 novembre, dopo l’anteprima a Istanbul, partirà il tour, prodotto con il supporto di Puglia Sounds, che porterà il duo ad esibirsi in tutta Italia:

SHINE

12 novembre – Istituto Italiano di Cultura – Istanbul; anteprima

18 novembre – Perbacco – Taranto;

21 novembre – Bistrock – Padova;

23 novembre – Bistrot Caffeina – Viterbo;

25 novembre – Pop & Low – Torino;

26 novembre – Club Kristalia – Pordenone;

27 novembre – Le Mura – Roma;

29 novembre – Anche Cinema – Bari;

30 novembre – Live 28 – Castrovillari (Cs);

info su www.eskapemusic.com

Ecco la tracklist del disco: Intro MOT” (K. Fornarelli / R. Cherillo) – “Matter of Time” (K. Fornarelli / R. Cherillo / P. Gadaleta) – “Leaf” (K. Fornarelli / R. Cherillo) – “All These Things” (K. Fornarelli / R. Cherillo) – “Inter MOT” (K. Fornarelli / R. Cherillo) – “Sometines a Smile” (K. Fornarelli / R. Cherillo) – “Parasite” (N. Drake) – “The Man Who Plays Your Blue” (K. Fornarelli / R. Cherillo) – “Room of Mirrors” (K. Fornarelli) –  “Outro MOT” (K. Fornarelli / R. Cherillo).

 Una delle voci maschili più importanti e apprezzate in Italia, Roberto Cherillo è un talento fuori dall’ordinario. Pianista, compositore e cantautore, la sua ricerca musicale è una costante sperimentazione, che nel corso del tempo ha identificato il canto quale passione principale. Di qui gli studi d’avanguardia sui timbri e sulla voce, passando dal cantautorato anglosassone alle influenze orientali per il canto armonico e non solo.

 Kekko Fornarelli (all’anagrafe Francesco – Bari, 1978) è un pianista, compositore e produttore. Con cinque album pubblicati e oltre 250 concerti in quasi 50 Paesi nel mondo negli ultimi sei anni, Kekko Fornarelli è attualmente uno degli artisti italiani più apprezzati nel mondo. Ha sviluppato uno stile unico caratterizzato dal tentativo di creare musica da osservare, più che da ascoltare. Un modo particolare e tutto personale per raccontare storie, esprimere emozioni e ‘dipingere’ situazioni. La sua musica è una morbida combinazione tra le più moderne idee nordeuropee e il lirismo neoclassico, filtrata dal suo caldo background mediterraneo.

www.eskapemusic.com

Alexanderplatz jazz club Roma – i prossimi eventi

Foto CHIHIRO YAMANAKA 1martedì 30 ott “THE BEATLES tribute” con CHIHIRO YAMANAKA

31 ottobre “HABER canta BUKOWSKI” con ALESSANDRO HABER

 

Due giorni dedicati a grandi artisti. Come sempre l’offerta dell’ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB, lo storico e noto

LOCANDINA-HABER-640x905

locale di Roma fondato nel 1984 e annoverato tra i 100 migliori locali jazz al mondo, si distingue per l’eleganza e la ricerca di artisti che abbiano dei contenuti. In questi due prossimi giorni della stagione 2018/2019 vedremo: martedì 30 ottobre THE BEATLES tribute: CHIHIRO YAMANAKA piano – ALFREDO PAIXAO basso – ALESSANDRO MARZI batteria e mercoledì 31 ottobre, per la rassegna “Voci d’ attore all’AlexanderPlatz”, HABER canta BUKOWSKI con ALESSANDRO HABER.

 

 

 

alpz

SHEILA JORDAN esce il singolo della cantante americana

SheilaJordan1©CarloMaradei_bSHEILA JORDAN

 Il 7 dicembre esce

LUCKY TO BE ME

IL NUOVO DISCO LIVE DELLA CANTANTE AMERICANA CHE PER PRIMA HA MESSO LE PAROLE ALLA MUSICA DI CHARLIE PARKER, IL PADRE DEL BEBOP

 Da venerdì 7 dicembre sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Lucky to be me” (Abeat Records) il nuovo disco della cantante americana Sheila Jordan, la prima a mettere le parole sulla musica di Charlie Parker, il padre del Bebop.

 SJQuartet©CarloMaradei_b

«Ho chiamato questo disco ‘Lucky to Be Me’ – commenta Sheila Jordan – non solo perchè è uno dei brani ma perché mi sento veramente fortunata nella vita ad avere amici e musicisti così meravigliosi, che si divertono a fare musica con me, ad organizzare tour e registrazioni. Sono come una famiglia e mi sento fortunata ad averli con me in questa vita.»

“Lucky to be me” è la testimonianza del live dell’11 novembre del 2016 a Castellanza (Mi) registrato da Gabriele Simoni e masterizzato presso il prestigioso studio milanese Indiehub. Si tratta di uno dei migliori concerti in Italia di Sheila Jordan, una piccola perla di eleganza jazz, dove è possibile vedere al meglio la caratura della straordinaria vocalità della cantante americana, accompagnata dal suo quartetto composto da musicisti jazz italiani del calibro di Attilio Zanchi, al contrabbasso, Roberto Cipelli, al piano, e Tommaso Bradascio, alla batteria.

“Lucky to be me” segna il ritorno sulla scena discografica, sotto il marchio Abeat Records, di un’interprete che ha lasciato il segno nella storia della tradizione vocale jazz afroamericana.

Sheila Jordan è una cantautrice jazz statunitense nata nel 1928 a Detroit. Cresciuta in Pennsylvania, nel 1940 fa ritorno nella sua città d’origine dove comincia la sua carriera cantando e suonando il pianoforte. Sheila Jordan è la prima che inizia a scrivere testi per le musiche di Charlie Parker con il suo trio Skeeter, Mitch, and Jean di cui faceva parte. I tre, insieme, si recano agli spettacoli di  Charlie Parker che, dopo averli conosciuti, li invita a cantare per lui. La loro collaborazione dura fino alla morte di Charlie Parker nel 1955 e lei lo considererà sempre uno dei suoi maestri di riferimento. Nel 1951, Sheila Jordan si trasferisce a New York e inizia gli studi di armonia e teoria musicale con Lennie Tristano e Charles Mingus, concentrandosi sempre sulle musiche di Parker. Nel 1962, ha lavorato con George Russell, con il quale ha registrato la canzone “You Are My Sunshine” nel suo album The Outer View (Riverside). Nello stesso anno ha registrato l’album Portrait of Sheila, pubblicato dalla Blue Note Records. Nei primi anni 60’ è iniziata anche la sua lunga collaborazione con Steve Kuhn e ha anche suonato con Don Heckman, Lee Konitz e Roswell Rudd. Nel 1976 ha realizzato l’album Sheila, con Arild Andersen per Steeple Chase. Nel 1979 ha fondato un quartetto con Steve Kuhn, Harvie S e Bob Moses. Sheila Jordan è una cantautrice affermata che opera nel bebop e nel free jazz e nel  2012 ha ricevuto il NEA Jazz Masters Award. La sua biografia “Jazz Child: A Portrait of Sheila Jordan”, pubblicata nel 2014, è stata scritta da Ellen Johnson.

www.abeatrecords.com

Ufficio Stampa SHEILA JORDAN: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it