IMMANUEL CASTO live ALL’HIROSHIMA MON AMOUR DI TORINO

Casto 2 © Marco Bucci_b

 

FREAK & CHIC

PRESENTA

IMMANUEL CASTO

L’ETÀ DEL CONSENSO

 

IL 23 NOVEMBRE IL PRINCIPE DEL PORN GROOVE DAL VIVO ALL’HIROSHIMA MON AMOUR DI TORINO

 

Venerdì 23 novembre, alle ore 22, di Hiroshima Mon Amour di Torino (via Carlo Bossoli, 83 – ingresso 15 euro + d.p. – info e prevendite su www.ticketone.it) fa tappa il nuovo tour di Immanuel Casto che sta portando l’istrionico artista italiano nei principali club d’Italia in occasione dell’uscita, lo scorso 14 settembre, de “L’Età del Consenso” (Freak & Chic/Artist First), la nuova raccolta del principe del Porn Groove, con all’interno i due inediti “Piromane” e “Goodbye Milano”.

L’Età del Consenso è composto da diciannove brani, dagli esordi musicali del 2004 quando il Casto Divo (così chiamato dal suo pubblico) inizia il suo percorso sul web collezionando milioni di visite grazie a raffinati e alquanto spiazzanti videoclip e perfezionando un preciso stile musicale da lui definito “Porn Groove”, agli anni più recenti del suo sviluppo discografico con le uscite di quattro album da studio, l’attivismo nei pride nazionali e un pubblico sempre più numeroso che lo supporta nei suoi tour spesso sold-out.

Casto 1 © Marco Bucci_b«Ho usato la provocazione perché volevo essere ascoltato; perché ero arrabbiato, essendo cresciuto sotto un’ideologia culturale e religiosa che pretendeva di stabilire quale modo di essere fosse accettabile e quale andasse invece soppresso. – commenta Immanuel Casto – Sicuramente tante persone mi seguono per il mio umorismo politicamente scorretto e va benissimo così. Divertirmi e far divertire è sempre stata una delle mie priorità. Sento però che molte di loro lo fanno perché empatizzano con quello che è un percorso alla ricerca della mia vera voce, in ogni accezione possibile. ‘L’Età del Consenso’ è una raccolta che celebra questo percorso.»

“L’Età del Consenso Tour (prodotto da Freak&Chic) è partito il 13 novembre dall’Alcatraz di Milano e vedrà il ritorno dal vivo di Immanuel Casto accompagnato dalla sua band e dal suo corpo di ballo.

23 novembre – Hiroshima Mon Amour – Torino;

24 novembre – Urban – Perugia;

1 dicembre – Zona Roveri – Bologna;

7 dicembre – New Age – Roncade (Tv);

info e prevendite su www.ticketone.it

Immanuel Casto, all’anagrafe Manuel Cuni, nasce a Bergamo e già nell’adolescenza inizia il percorso di studi artistici legati al teatro e alle arti visive, dedicandosi specialmente alla grafica. Nel 2002 si sposta a Bologna e dopo aver lavorato in ambito teatrale comincia nel 2004 il suo progetto musicale nelle vesti di Immanuel Casto. Cinque anni di carriera vissuti embrionalmente su YouTube, collezionando milioni di visite grazie a raffinati e alquanto spiazzanti videoclip, e perfezionando un preciso stile musicale da lui definito “Porn Groove”. Senza alcun supporto discografico nei negozi o rotazione televisiva, Immanuel Casto segna presto numerosi concerti sold-out nei principali club italiani e un hype popolare sempre più crescente. Attualmente ha quattro album all’attivo: la raccolta “Porn Groove 2004-2009”, “Adult Music” del 2011, “Freak&Chic” del 2013 e l’ultimo disco “The Pink Album”. Immanuel Casto è stato il primo cantautore europeo a presentare in anteprima mondiale il video del suo singolo in collaborazione con il sito erotico più popolare al mondo: Pornhub.

www.immanuelcasto.com; www.facebook.com/CastoImmanuel; www.instagram.com/immanuelcasto

www.freaknchic.it

 

Annunci

PAOLO CONTE E’ USCITO IL NUOVO DISCO

Paolo-Conte-Terme di Caracalla

 

PAOLO CONTE

CON ORCHESTRA

IL 9 NOVEMBRE È USCITO IL NUOVO DISCO

LIVE IN CARACALLA

50 YEARS OF AZZURRO

 ALL’INTERNO “LAVAVETRI”

IL NUOVO INEDITO CANTATO DAL CANTAUTORE ASTIGIANO

 

Da venerdì 9 novembre è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e nelle principali piattaforme streaming “Live in Caracalla – 50 years of Azzurro” (BMG), il nuovo disco di Paolo Conte registrato dal vivo alle Terme di Caracalla a Roma insieme ad un’Orchestra composta da musicisti d’eccezione in occasione dei cinquant’anni di “Azzurro”, il primo brano, interpretato allora da Adriano Celentano, che l’ha portato ad essere conosciuto in Italia e nel mondo.

Tra i brani è stato inserito “Lavavetri”, il nuovo inedito cantato dal cantautore astigiano, che ci regala questo singolare valzer a distanza di un anno da “Per te”, l’ultimo inedito pubblicato nella raccolta “Zazzarazaz” (Platinum/Universal).

CD1: Ratafià (live); Sotto le stelle del jazz (live); Come di (live); Alle prese con una verde milonga (Live); Messico e nuvole (Live); Languida (Live); Snob (live); Recitando (Live); Eden (live); Sudamerica (live); Lavavetri.

 CD2: Dancing (live); Gioco d’azzardo (Live); Gli impermeabili (live); Madeleine (live); Via con me (Live); Max (live); Diavolo rosso (live); Le chic et le charme (live); Azzurro (live); Bye, music (live).

Inoltre, da venerdì 30 novembre “Live in Caracalla – 50 years of Azzurro” (BMG) sarà disponibile in una speciale edizione in tre vinili.

Ecco la straordinaria orchestra che accompagna Paolo Conte nel disco: Nunzio Barbieri (Guitar – Electric Guitar), Lucio Caliendo (Oboe – Bassoon – Percussions – Keyboard), Claudio Chiara (Alto Sax – Tenor Sax – Baritone Sax – Flute – Accordeon – Bass – Keyboard), Daniele Dall’Omo (Guitar), Daniele Di Gregorio (Drums – Percussions – Marimba – Piano), Luca Enipeo (Guitar), Massimo Pitzianti (Accordeon – Bandoneon – Clarinet – Baritone Sax – Piano – Keyboard), Piergiorgio Rosso (Violin), Jino Touche (Double Bass – Electric Guitar), Luca Velotti (Soprano Sax – Tenor Sax – Contralto Sax – Bariton Sax – Clarinet) con la straordinaria partecipazione di Francesca Gosio (violoncello), Natalino Ricciardo (corno francese), James Thompson (sax), Ginger Brew (vocals) e Julie Brannen (vocals).

Nel frattempo, continua il tour organizzato da Concerto Music (www.concerto.net) nelle principali città d’Europa e d’Italia. Ecco tutte le date:

PAOLO CONTE

CINQUANT’ANNI DI AZZURRO

 14-15 giugno – Terme di Caracalla – Roma;

29 giugno – Montreux Jazz Festival – Montreux;

6 luglio – Gent Jazz Festival – Gent;

12 novembre – Teatro Arcimboldi – Milano; SOLD OUT

13 novembre – Teatro Arcimboldi – Milano; SOLD OUT

22 novembre – Teatro Regio – Parma; SOLD OUT

10 dicembre – Teatro EuropAuditorium – Bologna;

11 dicembre – Teatro EuropAuditorium – Bologna; SOLD OUT

23 febbraio – Teatro Carlo Felice – Genova;

28 marzo – KKL Luzern – Lucerna (Ch);

15 aprile – Teatro Regio – Torino;

10 maggio – Creberg Teatro – Bergamo; New

3 agosto – Roncalliplatz – Koln;

Info: www.ticketone.it e www.concerto.net

www.paoloconte.it; www.facebook.com/paoloconteofficial; twitter.com/Conte_Official;

www.concerto.net

REGGIE WASHINGTON VINTAGE NEW ACOUSTIC – ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB – ROMA

Foto REGGIE WASHINGTONReggie Washington leggenda della musica Modern Jazz, in particolar modo nei decenni degli anni ’80 e ’90, torna in tour con una nuova formazione per esplorare le sonorità del basso acustico in chiave attuale e tradizionale al tempo stesso. La formazione con cui presenta il progetto del “Vintage New Acoustic” è composta dal multi-keyboardist Bobby Ray Sparks, drummer E.J. Strickland ed al sassofono Fabrice Alleman. Giovedì 15 e Venerdì 16 novembre li potremo vedere ed ascoltare live nel “REGGIE WASHINGTON VINTAGE  NEW ACOUSTIC” nel noto e storico locale – ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB – ROMA

Foto REGGIE WASHINGTON _ 1

Alexanderplatz jazz club Roma – i prossimi eventi

Foto CHIHIRO YAMANAKA 1martedì 30 ott “THE BEATLES tribute” con CHIHIRO YAMANAKA

31 ottobre “HABER canta BUKOWSKI” con ALESSANDRO HABER

 

Due giorni dedicati a grandi artisti. Come sempre l’offerta dell’ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB, lo storico e noto

LOCANDINA-HABER-640x905

locale di Roma fondato nel 1984 e annoverato tra i 100 migliori locali jazz al mondo, si distingue per l’eleganza e la ricerca di artisti che abbiano dei contenuti. In questi due prossimi giorni della stagione 2018/2019 vedremo: martedì 30 ottobre THE BEATLES tribute: CHIHIRO YAMANAKA piano – ALFREDO PAIXAO basso – ALESSANDRO MARZI batteria e mercoledì 31 ottobre, per la rassegna “Voci d’ attore all’AlexanderPlatz”, HABER canta BUKOWSKI con ALESSANDRO HABER.

 

 

 

alpz

This is Indie musica indie italiana e internazionale inaugura a Milano

this-is-indie_btutto il meglio della musica indie italiana e internazionale
 
Venerdì 26 Ottobre
Tunnel Club – Milano
[Via Sammartini, 30, 20125 – Milano ]
Dalle ore 23, ingresso 10 euro
 
o a questo per prenotare l’ingresso ridotto a 8€:  http://www.indieitalia.it/hiroshima-27-10/
 
This is Indie inaugura a Milano e sceglie il Tunnel Club per la sua prima data: tutto il meglio della musica indie italiana e internazionale.
Da Alex Turner a Calcutta. Dalle strade di Liverpool al lungomare di Mergellina.
This Is Indie è il nuovo party in cui il fenomeno indie pop del panorama italiano odierno si mischia al sound del movimento culturale e musicale made in UK degli anni 2000.
Due generazioni portabandiera dell’alternative a confronto: dai suoni ruvidi di Arctic Monkeys e Bloc Party alla malinconia sentimentale di Calcutta e Gazzelle, dalla psichedelia di LCD Soundsystem e The Black Keys ai beat elettronici di Cosmo e Liberato.
 
Partendo dagli anni in cui la parola indie non suona più come un termine letto su una fragranza orientale ma come sinonimo di esplosione del movimento culturale che in Gran Bretagna e Stati Uniti ha appassionato migliaia di giovani,  fino ad arrivare al fenomeno pop del panorama italiano odierno.
Cinque ore di musica con le hit di:
CALCUTTA, MOTTA, COEZ, CANOVA, FRAH QUINTALE, THEGIORNALISTI, GAZZELLE, LEMANDORLE, GIORGIO POI, POP X, COSMO, LIBERATO, CIMINI, CARL BRAVE x FRANCO126, VIITO, GHEMON, EX-OTAGO, GALEFFI, GERMANÓ, I CANI.
Ma anche: ARCTIC MONKEYS, THE STROKES, BLOC PARTY, THE BLACK KEYS, JET, BLUR, FRANZ FERDINAND, KASABIAN, THE FRATELLIS, THE DRUMS, VAMPIRE WEEKEND, THE RAPTURE, FOALS, MUSE, PHOENIX, MGMT, LCD SOUNDSYSTEM, INTERPOL, EDITORS.
Pagina FB: This is Indie
WA: 3469441041 / 3927491884

 

M. Ligabue, Frontèn e Gemelli di Guidonia a “E ci sei tu” su Radio Italia Anni 60. Conducono Carol Maritato e Vincenzo Capua

carol-maritato-roberta-nardi-320x427Carol Maritato e Vincenzo Capua padroni di casa della trasmissione “E ci sei tu” on air dal 7 settembre sulla storica emittente romana, Radio Italia Anni 60, continuano con successo il loro salotto musical culturale. La trasmissione si può ascoltare e vedere ogni venerdì pomeriggio  dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma su 100.5 Fm, in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili nonchè sul sito www.radioitaliaanni60roma.it, e on line sulla web radio “RadioSanremoWeb” tutti i giorni, a partire dalle ore 14.

Anche in questa puntata del 19 ottobre ci saranno come ospiti autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e della scena canora italiana e internazionale: l’attrice Ira Frontén, l’artista Marco Ligabue e i trio “Gemelli di Guidonia”.

Ira Frontén studia recitazione a Buenos Aires; il suo esordio nel cinema coincide con il ruolo principale nel film “Frontera Sur” del regista e produttore premio Oscar Gerardo Herrero. Di recente la troviamo nella serie Rai “È Arrivata la Felicità “e nel film “Il
Ministro”. Ira è stata il 3 ottobre all’International Tour Film Festival in veste di presentatrice.

I “Gemelli di Guidonia” sono Pacifico, Gino ed Eduardo Acciarino, tre fratelli di origine napoletana, che vivono a Roma da oltre dieci anni e girano l’Italia con spettacoli frizzanti e coinvolgenti: saranno dal 24 al 28 ottobre al Teatro Tirso De Molina, a Roma, con lo spettacolo “Disco-Patia… dica 33 giri”.

Marco Ligabue, invece, è un celebre cantante, bravissimo chitarrista col rock nel sangue, che ha pubblicato proprio in questi giorni il suo nuovo singolo “Quante vite hai”. Non resta che sintonizzarvi tutti, venerdì 19 ottobre alle 18 sulle frequenze 100.5 di Radio Italia Anni ’60.

DUCCIO BERTINI & Orchestra live alla Villa Medicea di Artimino

Duccio BertiniDUCCIO BERTINI

&

RAINBOW JAZZ ORCHESTRA

 

BOTH DIRECTIONS: THE MUSIC OF JOHN COLTRANE

DAL VIVO DOMENICA 4 NOVEMBRE PRESSO LA VILLA MEDICEA DI ARTIMINO (PO) CON LA STRAORDINARIA PARTECIPAZIONE DI

JESSE DAVIS

 Domenica 4 novembre, alle ore 17.30, Duccio Bertini & Rainbow Jazz Orchestra, presso la Villa Medicea di Artimino (ingresso gratuito) suoneranno dal vivo “Both Directions: the music of John Coltrane”, un concerto dedicato alle musiche del maestro del jazz John Coltrane e, in particolare, al suo album perduto recentemente “rintracciato” dagli eredi di Coltrane. L’evento, inserito all’interno del Festival Ognissanti suona il Jazz, vedrà la straordinaria partecipazione dell’eccezionale sassofonista afro-americano Jesse Davis.

Duccio Bertini, attraverso un linguaggio orchestrale, ricco di colori e di varietà, ci porta in nuova e originale dimensione per celebrare la riscoperta dell’album inedito di John Coltrane Both Directions at Once: The Lost Album” registrato nel 1963, insieme alla Rainbow Jazz Orchestra composta da Renzo Telloli, Michele Tino, Marco Bini, Giovanni Pecchioli, Claudio Ingletti (sassofoni), Maurizio Pasqui, Nicola Cellai, Valerio Mazzoni (trombe), Paolo Acquaviva, Jacopo Caramagno (tromboni), Guido Zorn (contrabbasso), Francesco Maccianti (pianoforte) e Andrea Beninanti (batteria).

Duccio Bertini arrangiatore, compositore e direttore d’orchestra che attualmente divide la sua attività artistica tra l’Italia e la Spagna. Nato a Firenze nel 1968, figlio d’arte (sua madre è pittrice), inizia a otto anni a studiare il pianoforte sotto la guida del padre. Successivamente passa al clarinetto e al sassofono studiando con Mirko Guerrini, Nico Gori, Marco Bini, Renato Cordovani, Daniele Malvisi, Pietro Tonolo e Barend Middlehoff. Ha studiato arrangiamento e composizione jazz con Klauss Lessmann, Giancarlo Gazzani, Giancarlo Schiaffini, Bruno Tommaso, Mario Raja, Roberto Spadoni. Ha collaborato con molte orchestre e big band jazz in Europa, in Italia e in Spagna, sia come direttore che come arrangiatore, tra cui ricordiamo la Barcelona Jazz Orchestra, la Big Band di Granada, la Cam Big Band, Andalucia Big Band di Siviglia, l’Original Jazz Orchestra di Barcellona, la Royal Big Band di Stoccolma, la USAL Big Band di Salamanca, l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, e la Ljp Big Band di Matera. Attualmente fa parte dei seguenti progetti: la Futura Jazz Orchestra, la Rainbow Jazz Orchestra e la Duccio Bertini Big Band. Ha collaborato con Perico Sambeat, Bobby Watson, Scott Hamilton, Patti Wicks, Joyce Yuille, Gianni Basso, Claudio Fasoli, Fabrizio Bosso, Marco Tamburini, Fabio Morgera, Nico Gori, Mirko Guerrini, Ignasi Terrasa, David Pastor, Toni Solà, Susana Sheiman e Antonio Zambujo.

Jessie Davis è considerato uno dei migliori contraltisti jazz della scena mondiale, nato a New Orleans nel 1965, Davis ha studiato con maestri di prestigio come Ellis Marsalis, di cui ha seguito le lezioni al New Orleans Center for Creative Arts. Ha registrato e suonato dal vivo assieme a Wynton Marsalis, Jack McDuff, Hank Jones, Chico Hamilton, Joey De Francesco, Wallace Roney, Jeremy Pelt e altri grandi. Con il suo stile assolutamente “parkeriano” (e molto vicino anche a Cannonball Adderley) compare nel film di Robert AltmanKansas City”. All’inizio degli anni Novanta ha firmato un contratto con la Concord realizzando una serie di dischi a proprio nome che hanno ottenuto un notevole successo di critica.

La Rainbow Jazz Orchestra nasce da un idea di Duccio Bertini, che ne cura gli arrangiamenti e la direzione, con lo scopo di eseguire un repertorio decisamente eterogeneo e misurarsi con partiture orchestrali più disparate, dallo swing-era fino alla orchestra jazz contemporanea, ed è composta da alcuni tra i migliori talenti del jazz italiano e da musicisti attivi già da tempo sulla scena jazzistica italiana. Nel 2014 ha registrato il disco Duccio Bertini & Rainbow Jazz Orchestra “A View on Standards” (con ospite Perico Sambeat), pubblicato dalla Temp Record, l’etichetta discografica di Barcellona, con le liner notes di Dave Liebamn. La Rainbow Jazz Orchestra ha inoltre collaborato con Marco Tamburini, Scott Hamilton, Nico Gori, Stefano Cocco Cantini, partecipando ai Festival del Sesto Jazz e del Jazz Italiano a L’Aquila.

Ufficio Stampa DUCCIO BERTINI & RAINBOW JAZZ ORCHESTRA: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it