Evento e tanta arte al compleanno di Sergio Tirletti

FB_IMG_1545046129711

received_349524179174260[1]Evento multiarte nel cuore di Roma “Fashion Moda Arte Spa Luxury”, ideato e condotto da Sergio Tirletti, nell’elegante Spa “Opera Relax e Wellness” a due passi dal Teatro dell’Opera. L’evento si è svolto il 12 dicembre 2018, con la partecipazione e la collaborazione di diversi artisti e parte del ricavato è stato destinato a ActionAid ONLUS, che si occupa di tutelare i diritti dell’infanzia e promuovere progetti di adozioni a distanza in tutto il mondo, Ma non solo dei diritti dei bimbi si è parlato quant’anche della violenza, in particolare sulle donne, che tanto stà attanagliando la nostra società, con la presenza in sala di Michele Simolo con il suo progetto fotografico ed alcune testimonial.

FB_IMG_1545045811073

 

Ad accogliere il prima battuta le opere pittoriche di Massimiliano Ferragina con i suoi quadri densi di colore e di significato che hanno illuminato di gioia lo spazio dedicato alle sfilate ed esibizioni. Bellissimi gli abiti di Monica Bartolucci Couture e  le portabilissime pellicce di Sabrina Margifur, nonché gli splendenti abiti da sposa di Maria Laurenza Couture,

 

 

 

 

oltre alla splendida sorpresa dell’abito di Korn Taylor indossato dalla sua modella testimonial Alessia Casiere.

FB_IMG_1545046005540Non potevano mancare gli intermezzi canori con l’incantevole voce della cantautrice Angelita, già finalista al premio Mia Martini ed in lizza tra i selezionati di Casa Sanremo Tour, che si è esibita in una cover e con il suo brano “Ancora Qui” dedicato all’amicizia, FB_IMG_1545045836314ed all’inossidabile Sandro Presta, storico esecutore di brani di Franco Califano, nonché all’esibizione di tango di Sergio Tirletti con la sua tangheira. Particolarmente intenso il momento dedicato alla poesia ad opera della giornalista e scrittrice Maria Salera con la lettura di alcuni suoi scritti.

FB_IMG_1545045918913A seguire apericena offerto dalla titolare di Opera Relax e Wellness ed in finale  la piccola sorpresa con il festeggiamento del compleanno dell’organizzatore con torta e bollicine. Tanti gli amici e partecipanti che hanno presenziato, nonostante il gelo ed il traffico della capitale. Fotografo della serata Michele Simolo e videomaker Alessandro Maggi.

Sara Lauricella

FB_IMG_1545045954774

FB_IMG_1545045658774

FB_IMG_1545046019915

 

 

Annunci

ALESSANDRO RAGAZZO ESCE CON IL SUO NUOVO DISCO

MALAMENTE-BackstageAlessandroRagazzo_bALESSANDRO RAGAZZO

ESCE

CADO GIÙ  

IL VIDEO DEL NUOVO SINGOLO DEL GIOVANE CANTAUTORE VENEZIANO

 

Esce oggi su YouTube il video di “Cado giù” (Tank of Music/Malamente Records) il nuovo singolo di Alessandro Ragazzo, giovane chitarrista e cantautore veneziano.

Il video è stato girato con la regia di  Marco Da Re e con la partecipazione di Alessandro Burbank, poeta, performer e promotore di eventi culturali.

Cado giù è un lavoro che dimostra una solida maturità nel testo e nella musica, dove le chitarre incontrano i synth e le tastiere dando vita a una melodia malinconica ma allo stesso tempo intensa e graffiante.

Cado giù come un pugile venduto e mi domando se abbia un senso

cadere sempre al primo colpo

E che senso abbia dire aaah se poi non mi rialzo

e non sento niente

Chitarrista, cantante e compositore, Alessandro Ragazzo nasce a Venezia nel 1994. Il suo primo Ep “Venice”, disco del giorno su “Rockit”, è presentato al Coin Store di Mestre nel febbraio 2015 e da quel momento comincia ad esibirsi in acustico suonando in importanti locali e festival della zona e non solo (Suoni Di Marca, Mame Club, Across the university, Curtarock, Rivolta, Argo16-SpazioAereo, Sherwood Open Live, Home Rock Bar, Arteria, Mast). Nell’Ottobre del 2016 Alessandro fa un mini tour per Londra che lo porta a suonare in diversi locali ed eventi della città ricevendo ottimi feedback. Nel dicembre dello stesso anno partecipa ad un contest di Radio Popolare a Milano classificandosi secondo. Il 24 Dicembre 2016 esce una versione Unplugged del suo Ep “Venice” con all’interno un inedito. Nei Flux Studios di New York (dove hanno registrato anche Shakira, The do, David Crosby, Sean Lennon) ha registrato e prodotto il suo terzo Ep uscito l’8 Maggio 2017 per Nimiq Records, di nome “New York”, che ha ricevuto ottimi consensi dalla critica. Durante il 2018 Alessandro è protagonista di due diversi tour, che toccano diverse città italiane tra cui Trieste, Roma, Bologna e Perugia in cui porta le sue canzoni e accompagna alla chitarra Are You Real?. Alessandro partecipa a numerosi format musicali come Sofar Sounds, BalconyTv ed indiemood session ed ha aperto concerti di Giorgio Poi, Matt Elliott, Emily Wells, Hugo Race e Galeffi.

www.youtube.com/alessandroragazzo ; www.facebook.com/alessandroragazzomusic; www.instagram.com/alessandro__ragazzo

FOLCO ORSELLI liveSUL PALCO DI NA COSETTA A ROMA

Folco Orselli.jpgFOLCO ORSELLI

 

IL 23 DICEMBRE DAL VIVO

SUL PALCO DI NA COSETTA A ROMA

 

Domenica 23 dicembre, alle ore 21.30, il cantautore milanese Folco Orselli si esibirà dal vivo sul palco di Na Cosetta a Roma (via Ettore Giovenale, 54 – ingresso gratuito – info su www.nacosetta.com) per proseguire la presentazione del suo nuovo disco “Blues in Mi – Vol. 1” (Muso Records-Moletto/Self-IDM) che inizia un lungo percorso musicale sulla sua città dal titolo “Blues in Mi: periferia identità di Milano”.

 

«Da questo disco è scaturito un progetto più ampio dal titolo “Blues in Mi: periferia identità di Milano” – commenta Folco Orselli – trattasi di una serie di docufilm, diretti da Il Terzo Segreto di Satira e ideati da me e dal mio staff creativo, che gireremo lungo il 2019 e che racconteranno, attraverso le mie canzoni, il lato più blues di Milano, i suoi quartieri, la sua gente e l’esperimento continuo di integrazione tra culture, vera sfida sociale dei prossimi anni.»

 

«Ho riunito i musicisti con cui suono da sempre e abbiamo registrato questi pezzi – commenta ancora Folco Orselli – che sono un compromesso tra la forma canzone e il blues e che andranno a finire in due dischi: Blues in MI volume 1, che presentiamo ora e, Blues in Mi volume 2 che presenteremo a Novembre 2019.»

 

“Blues in Mi – Vol. 1” è composto di dodici tracce di blues tagliente cadenzato da riff pieni di groove che il cantautore milanese affianca a testi che delineano storie dalla forte componente milanese ma altrettanto diretti e ironici da poter abbracciare un immaginario molto più vasto.

 

Nel disco, al fianco di Folco Orselli (voce, chitarre, percussioni e cori), hanno suonato Enzo Messina (piano, wurlitzer, hammond, chitarra wha e slide, programmazioni e percussioni), Leif Searcy (batteria), Paolo Legramandi (basso elettrico e acustico), Daniele Moretto (tromba), Pepe Ragonese (tromba), Valentino Finoli (sax), Luciano Macchia (trombone) e Francesca Risoli (cori).

 

Folco Orselli compositore e cantautore milanese, suona chitarra e pianoforte. Nel 1995, con il duo Caligola, partecipa al Festival di Sanremo nella categoria ‘Giovani’ e, nel 1996, esce il suo primo album “Il sole che respira” (EMI). Segue una partecipazione come band di apertura del “Golden Eye Tour di Tina Turner (1996) e dello “Spirito Divino Tour” di Zucchero Fornaciari (1996). Nello stesso anno nasce il progetto musicale “Folco Orselli e La Compagnia dei Cani Scossi” con cui autoproduce l’album di inediti “La stirpe di Caino” (2000). Parallelamente crea il Caravanserraglio, autentico e originale movimento musicale formato da un gruppo di affiatati cantautori milanesi. Nel 2003 suona, interpretando il ruolo di sé stesso, nel lungometraggio di Silvio Soldini “Agata e la tempesta” e canta “More” per i titoli di coda. Nel novembre 2004 esce il suo terzo album “La Spina”, prodotto da Lifegate e registrato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani, dove sarà registrato anche il suo quarto album “Milano Babilonia” (2007). Nel corso dell’edizione di Musicultura 2008, il cantautore è Vincitore del Premio della Critica, Vincitore del Miglior Testo e Vincitore Assoluto votato dal pubblico con il brano “L’amore ci sorprende”. Folco Orselli è stato l’unico nella storia di Musicultura a vincere tre differenti e importanti premi contemporaneamente nel corso della stessa edizione. È del 2011 “Generi di conforto”, disco di ballate registrato con un’orchestra d’archi. Nel 2013/14/15 crea insieme a Carlo Fava e Claudio Sanfilippo “Scuola Milanese”, con 24 appuntamenti tematici sulla città di Milano, a cui partecipano più di 100 ospiti di spicco a Milano (Giuliano Pisapia, Stefano Boeri, Gillo Dorfles, Ornella Vanoni…). Folco Orselli è stato in tour con lo spettacolo “Passati col rosso” con e di Gino e Michele, per la regia di Paolo Rossi. Nel Dicembre 2015 esce il suo ultimo album “Outside is my side” co-prodotto con gli stessi Gino e Michele. Nel Settembre 2018, Folco Orselli ha partecipato, come gli anni precedenti, con Scuola Milanese, alla seconda edizione di Fuori Cinema, rassegna ideata da Gino e Michele, Sky e Cinema Anteo, in collaborazione con Cristiana Capotondi.

www.folcoorselli.com 

EDO esce oggi il video del singolo d’esordio MURALES

Edo_bEDO

ESCE OGGI

 

MURALES  

 

IL VIDEO DEL SINGOLO D’ESORDIO DEL GIOVANE CANTAUTORE ROMANO

https://www.youtube.com/watch?v=Ym4NAoEKU8g

 

Da oggi, venerdì 14 dicembre, è online su YouTube “Murales” (Fenix Entertainment) il video del singolo d’esordio di Edo, nome d’arte di Edoardo Galletti, giovane cantautore romano. Dalla prossima settimana il brano sarà disponibile sui digital stores e su tutte le piattaforme streaming.

Murales è un esordio che colloca Edo nel panorama della musica indie ma con uno stile più originale e testi più freschi.

Ho scritto sopra i muri della mia città

C’era una volta una favola

Cercavo solamente un po’ di libertà

Volare via

Senza pensare

A nient’altro che a te

E poi ricominciare

 Ora che ci sei tu ha senso il mio murales

Edo2_b

«È un viaggio nel passato, un viaggio che fa rivivere un amore nato ai tempi della scuola, un amore ingenuo ma folle allo stesso tempo. – commenta Edo – Il brano racconta tutte le emozioni di un ragazzo innamorato che fa di tutto per conquistare la sua ragazza. L’amore è descritto come un mezzo di comunicazione fondamentale per una relazione duratura e stabile. Per me questo brano è comunque una specie di sogno che mi ha riportato verso il primo amore che non si scorda mai.»

Edoardo Galletti, in arte ‘Edo’, nato a Roma il 4/12/1995. Laureato in Scienze Politiche per il governo e l’amministrazione. Fin da piccolo, grazie a suo padre, ha coltivato la passione per la musica e per il pianoforte ma solamente due anni fa ha iniziato a scrivere canzoni. Attraverso la scrittura ha la possibilità di esprimersi senza alcun velo facendo emergere tutte le sue insicurezze e senza avere paura di essere giudicato.

www.fenixent.com

FATOUMATA DIAWARA CONTINUA IL TOUR IN ITALIA

Fatoumata Diawara2 @ Aida MulunehFATOUMATA

DIAWARA

CONTINUA IL TOUR IN ITALIA

DI UNA DELLE PIÙ VITALI VOCI DELLA MUSICA AFRICANA CONTEMPORANEA

 Da domani, sabato 1 dicembre, dal festival “Il Volo del Jazz” di Sacile (Pn), riparte il tour di Fatoumata Diawara, la serie di appuntamenti live, targata Musicalista Produzioni, che porterà una delle figure più carismatiche della musica africana contemporanea sui palchi dei migliori teatri e festival di tutta Italia.

La cantante e attrice maliana che ha collaborato con Damon Albarn, Herbie Hancock, Tony Allen e Flea porterà dal vivo tutto il suo repertorio e i brani del suo nuovo disco “Fenfo” (Wagram/Audioglobe), disponibile dal 25 maggio scorso, prodotto Matthieu Chedid e registrato tra Mali, Burkina Faso, Barcelona e Parigi.

Statuaria, superba, elegante; dotata di un sorriso radioso e naturale, Fatoumata Diawara reinventa i ritmi veloci e le melodie blues della sua ancestrale tradizione Wassoulou attraverso una sensibilità istintivamente pop. C’è qualcosa di speciale nell’idea di una giovane donna che canta con la sua chitarra. Non solo Fatoumata Diawara si riappropria di questa immagine in maniera forte e personale, ma la colloca letteralmente in una nuova era, in un’altra cultura; conferendo una prospettiva decisamente africana al concetto di cantautrice.

Ad accompagnare la cantautrice maliana durante il tour, ci saranno Yacouba Kone, alla chitarra, Arecio Smith, alle tastiere, Sekou Bah, al basso, e Jean Baptiste Gbadoe, alla batteria.

Ecco le prossime date del tour:

1 dicembre – Teatro Zancanaro – Sacile (Pn); Il Volo del Jazz

21 febbraio – Teatro Nuovo – Verona; Live at Teatro Nuovo

22 febbraio – Locomotiv – Bologna;

23 febbraio – Teatro Splendor – Aosta; Saison Culturelle

info e prevendite su www.ticketone.it; www.mailticket.it e www.boxol.it

Fatoumata Diawara era una ragazza energica e testarda quando all’età di dodici anni rifiuta di andare a scuola. I suoi genitori decidono di mandarla a vivere da una zia a Bamako per disciplinarla un po’ (storia di cui canta in Sowa). Quella zia lavora nel mondo dello spettacolo e, attraverso di lei, nel 2002 il direttore della compagnia teatrale francese Royale de Luxe, rimane colpito da Fatou e le offre una parte nella sua nuova produzione. Una donna non sposata è considerata come un minore nella società maliana, così è necessario chiedere il permesso della sua famiglia. Che però rifiuta. Dopo un lungo esame di coscienza Fatou decide infine di scappare e in modo rocambolesco riesce a salire su un aereo per Parigi, sfuggendo all’inseguimento della polizia che era stata avvertita del ‘sequestro’ della ragazza. Con Royal de Luxe Fatou si esibisce in tutto il mondo, dal Vietnam al Messico e in tutta Europa. Durante le prove e i momenti di tranquillità si ritrova spesso a cantare dietro le quinte per il proprio divertimento. Il direttore si accorge presto di questo suo altro talento e in un attimo le dà anche ruoli da voce solista negli spettacoli della compagnia. Incoraggiata dalla risposta del pubblico, inizia a cantare nei caffè e club parigini durante le pause della tournèe. Qui incontra Cheikh Tidiane Seck il celebre musicista e produttore maliano che la invita a viaggiare con lui di nuovo in Mali, per lavorare come corista su due progetti; “Seya”, album della stella del Mali Oumou Sangare nominato ai Grammy e “Red Earth” progetto sul Mali della cantante jazz americana Dee Dee Bridgewater (vincitore di un Grammy Award). Quando gli album vengono pubblicati Fatou è già tour in tutto il mondo come cantante e ballerina di entrambi i progetti. È in quel momento che prende la decisione di dedicarsi a tempo pieno alla sua passione, la musica. Lavora alacremente per completare un numero di canzoni sufficienti per un album, canzoni tutte rigorosamente scritte e arrangiate da lei. Grazie ad Oumou Sangare si aprono le porte per un contratto discografico con la World Circuit e la registrazione del suo album di debutto. Durante le registrazioni trova anche il tempo per collaborare con il progetto “Africa Express” di Damon Albarn e contribuire con la sua voce agli album di Cheikh Lô, AfroCubism, il progetto “Imagine” di Herbie Hancock e il clamoroso ritorno dell’Orchestra Poly-Rythmo de Cotonou. Dopo l’uscita dell’acclamato disco di debutto “Fatou” (19 settembre 2011) Fatoumata Diawara gira a lungo con la sua band e con Damon Albarn, Tony Allen e Flea come parte del progetto “Rocket Juice & The Moon”. Più recentemente, l’abbiamo apprezzata dal vivo al fianco del celebre pianista cubano Roberto Fonseca (con cui realizza anche uno splendido disco dal vivo, “At Home”) e soprattutto nella sua ultima apparizione in veste d’attrice, quel “Timbuktu” del regista Abderrahmane Sissako, che ha riportato al centro dell’attenzione internazionale il carisma e la determinazione di un’artista unica nel suo genere.

 

www.fatoumatadiawara.com;

www.musicalista.it

PAOLO CONTE E’ USCITO IL NUOVO DISCO

Paolo-Conte-Terme di Caracalla

 

PAOLO CONTE

CON ORCHESTRA

IL 9 NOVEMBRE È USCITO IL NUOVO DISCO

LIVE IN CARACALLA

50 YEARS OF AZZURRO

 ALL’INTERNO “LAVAVETRI”

IL NUOVO INEDITO CANTATO DAL CANTAUTORE ASTIGIANO

 

Da venerdì 9 novembre è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e nelle principali piattaforme streaming “Live in Caracalla – 50 years of Azzurro” (BMG), il nuovo disco di Paolo Conte registrato dal vivo alle Terme di Caracalla a Roma insieme ad un’Orchestra composta da musicisti d’eccezione in occasione dei cinquant’anni di “Azzurro”, il primo brano, interpretato allora da Adriano Celentano, che l’ha portato ad essere conosciuto in Italia e nel mondo.

Tra i brani è stato inserito “Lavavetri”, il nuovo inedito cantato dal cantautore astigiano, che ci regala questo singolare valzer a distanza di un anno da “Per te”, l’ultimo inedito pubblicato nella raccolta “Zazzarazaz” (Platinum/Universal).

CD1: Ratafià (live); Sotto le stelle del jazz (live); Come di (live); Alle prese con una verde milonga (Live); Messico e nuvole (Live); Languida (Live); Snob (live); Recitando (Live); Eden (live); Sudamerica (live); Lavavetri.

 CD2: Dancing (live); Gioco d’azzardo (Live); Gli impermeabili (live); Madeleine (live); Via con me (Live); Max (live); Diavolo rosso (live); Le chic et le charme (live); Azzurro (live); Bye, music (live).

Inoltre, da venerdì 30 novembre “Live in Caracalla – 50 years of Azzurro” (BMG) sarà disponibile in una speciale edizione in tre vinili.

Ecco la straordinaria orchestra che accompagna Paolo Conte nel disco: Nunzio Barbieri (Guitar – Electric Guitar), Lucio Caliendo (Oboe – Bassoon – Percussions – Keyboard), Claudio Chiara (Alto Sax – Tenor Sax – Baritone Sax – Flute – Accordeon – Bass – Keyboard), Daniele Dall’Omo (Guitar), Daniele Di Gregorio (Drums – Percussions – Marimba – Piano), Luca Enipeo (Guitar), Massimo Pitzianti (Accordeon – Bandoneon – Clarinet – Baritone Sax – Piano – Keyboard), Piergiorgio Rosso (Violin), Jino Touche (Double Bass – Electric Guitar), Luca Velotti (Soprano Sax – Tenor Sax – Contralto Sax – Bariton Sax – Clarinet) con la straordinaria partecipazione di Francesca Gosio (violoncello), Natalino Ricciardo (corno francese), James Thompson (sax), Ginger Brew (vocals) e Julie Brannen (vocals).

Nel frattempo, continua il tour organizzato da Concerto Music (www.concerto.net) nelle principali città d’Europa e d’Italia. Ecco tutte le date:

PAOLO CONTE

CINQUANT’ANNI DI AZZURRO

 14-15 giugno – Terme di Caracalla – Roma;

29 giugno – Montreux Jazz Festival – Montreux;

6 luglio – Gent Jazz Festival – Gent;

12 novembre – Teatro Arcimboldi – Milano; SOLD OUT

13 novembre – Teatro Arcimboldi – Milano; SOLD OUT

22 novembre – Teatro Regio – Parma; SOLD OUT

10 dicembre – Teatro EuropAuditorium – Bologna;

11 dicembre – Teatro EuropAuditorium – Bologna; SOLD OUT

23 febbraio – Teatro Carlo Felice – Genova;

28 marzo – KKL Luzern – Lucerna (Ch);

15 aprile – Teatro Regio – Torino;

10 maggio – Creberg Teatro – Bergamo; New

3 agosto – Roncalliplatz – Koln;

Info: www.ticketone.it e www.concerto.net

www.paoloconte.it; www.facebook.com/paoloconteofficial; twitter.com/Conte_Official;

www.concerto.net

DUCCIO BERTINI & Orchestra live alla Villa Medicea di Artimino

Duccio BertiniDUCCIO BERTINI

&

RAINBOW JAZZ ORCHESTRA

 

BOTH DIRECTIONS: THE MUSIC OF JOHN COLTRANE

DAL VIVO DOMENICA 4 NOVEMBRE PRESSO LA VILLA MEDICEA DI ARTIMINO (PO) CON LA STRAORDINARIA PARTECIPAZIONE DI

JESSE DAVIS

 Domenica 4 novembre, alle ore 17.30, Duccio Bertini & Rainbow Jazz Orchestra, presso la Villa Medicea di Artimino (ingresso gratuito) suoneranno dal vivo “Both Directions: the music of John Coltrane”, un concerto dedicato alle musiche del maestro del jazz John Coltrane e, in particolare, al suo album perduto recentemente “rintracciato” dagli eredi di Coltrane. L’evento, inserito all’interno del Festival Ognissanti suona il Jazz, vedrà la straordinaria partecipazione dell’eccezionale sassofonista afro-americano Jesse Davis.

Duccio Bertini, attraverso un linguaggio orchestrale, ricco di colori e di varietà, ci porta in nuova e originale dimensione per celebrare la riscoperta dell’album inedito di John Coltrane Both Directions at Once: The Lost Album” registrato nel 1963, insieme alla Rainbow Jazz Orchestra composta da Renzo Telloli, Michele Tino, Marco Bini, Giovanni Pecchioli, Claudio Ingletti (sassofoni), Maurizio Pasqui, Nicola Cellai, Valerio Mazzoni (trombe), Paolo Acquaviva, Jacopo Caramagno (tromboni), Guido Zorn (contrabbasso), Francesco Maccianti (pianoforte) e Andrea Beninanti (batteria).

Duccio Bertini arrangiatore, compositore e direttore d’orchestra che attualmente divide la sua attività artistica tra l’Italia e la Spagna. Nato a Firenze nel 1968, figlio d’arte (sua madre è pittrice), inizia a otto anni a studiare il pianoforte sotto la guida del padre. Successivamente passa al clarinetto e al sassofono studiando con Mirko Guerrini, Nico Gori, Marco Bini, Renato Cordovani, Daniele Malvisi, Pietro Tonolo e Barend Middlehoff. Ha studiato arrangiamento e composizione jazz con Klauss Lessmann, Giancarlo Gazzani, Giancarlo Schiaffini, Bruno Tommaso, Mario Raja, Roberto Spadoni. Ha collaborato con molte orchestre e big band jazz in Europa, in Italia e in Spagna, sia come direttore che come arrangiatore, tra cui ricordiamo la Barcelona Jazz Orchestra, la Big Band di Granada, la Cam Big Band, Andalucia Big Band di Siviglia, l’Original Jazz Orchestra di Barcellona, la Royal Big Band di Stoccolma, la USAL Big Band di Salamanca, l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, e la Ljp Big Band di Matera. Attualmente fa parte dei seguenti progetti: la Futura Jazz Orchestra, la Rainbow Jazz Orchestra e la Duccio Bertini Big Band. Ha collaborato con Perico Sambeat, Bobby Watson, Scott Hamilton, Patti Wicks, Joyce Yuille, Gianni Basso, Claudio Fasoli, Fabrizio Bosso, Marco Tamburini, Fabio Morgera, Nico Gori, Mirko Guerrini, Ignasi Terrasa, David Pastor, Toni Solà, Susana Sheiman e Antonio Zambujo.

Jessie Davis è considerato uno dei migliori contraltisti jazz della scena mondiale, nato a New Orleans nel 1965, Davis ha studiato con maestri di prestigio come Ellis Marsalis, di cui ha seguito le lezioni al New Orleans Center for Creative Arts. Ha registrato e suonato dal vivo assieme a Wynton Marsalis, Jack McDuff, Hank Jones, Chico Hamilton, Joey De Francesco, Wallace Roney, Jeremy Pelt e altri grandi. Con il suo stile assolutamente “parkeriano” (e molto vicino anche a Cannonball Adderley) compare nel film di Robert AltmanKansas City”. All’inizio degli anni Novanta ha firmato un contratto con la Concord realizzando una serie di dischi a proprio nome che hanno ottenuto un notevole successo di critica.

La Rainbow Jazz Orchestra nasce da un idea di Duccio Bertini, che ne cura gli arrangiamenti e la direzione, con lo scopo di eseguire un repertorio decisamente eterogeneo e misurarsi con partiture orchestrali più disparate, dallo swing-era fino alla orchestra jazz contemporanea, ed è composta da alcuni tra i migliori talenti del jazz italiano e da musicisti attivi già da tempo sulla scena jazzistica italiana. Nel 2014 ha registrato il disco Duccio Bertini & Rainbow Jazz Orchestra “A View on Standards” (con ospite Perico Sambeat), pubblicato dalla Temp Record, l’etichetta discografica di Barcellona, con le liner notes di Dave Liebamn. La Rainbow Jazz Orchestra ha inoltre collaborato con Marco Tamburini, Scott Hamilton, Nico Gori, Stefano Cocco Cantini, partecipando ai Festival del Sesto Jazz e del Jazz Italiano a L’Aquila.

Ufficio Stampa DUCCIO BERTINI & RAINBOW JAZZ ORCHESTRA: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it