DIORHA’ INTERVISTA A CASA SANREMO

DIOHORA'Diorhà intervista alla cantautrice foggiana.

Proseguiamo con gli incontri a Sanremo durante il Festival della Canzone Italiana. Tra i cantanti e cantautori che si esibiscono nei tanti angoli della città dei fiori mi affascina un viso pieno di entusiasmo e che emana positività. Lei è Diorhà e, parlando con lei, scopro una donna che vive “a testa in sù” nel senso che la sua testa va verso le nuvole ma con i piedi ben piantati per terra. Un percorso di vita ed artistico a tappe e con quattro cambiamenti fondamentali. L’artista attualmente, fa parte del percorso professionale di NEM Nuove Energie Musicali. Scoprite nell’intervista che ha rilasciato alla nostra Sara Lauricella.

Introduzione a cura di Max Angotti, riprese Sara Lauricella.

Vi invitiamo a visitare il canale You Tube di Diorhà al seguente indirizzo:

https://www.youtube.com/channel/UCWwQD1pzV8VmBqnSPCc6Bwg?fbclid=IwAR1pV6Mp0iGkOduRIN3PspPaa3no-zIv-S1ZR17ScORj1PfEKHqF8QFII48

Annunci

Fashion In The City illumina la Fashion Week di Milano

Valentina Scarnecchia Chef

Valentina Scarnecchia Chef

Presenta

 “Fashion In The City”

Domenica 24 Febbraio dalle ore  10.00

al  Circolo FilologicoMilano

Via Clerici n.10

Invito alla Stampa

Alberto FortisDomenica 24 Febbraio 2019, durante la Milano Fashion Week presso il Circolo Filologico di Milano in Via Clerici n.10, si terrà la seconda edizione di  “Fashion In The City” un evento organizzato dalla B&20 di Paolo Distaso.

Vice-Presidente-Nazionale-e-Avv.-Elettra-Giovanna-Livreri Un appuntamento da non perdere, dove la sinergia tra arte, moda, musica e food trovano la giusta dimensione, il tutto in piena armonia con un vernissage di opere contemporanee allestite da “Incanti d’Arte”  nel piano superiore della location, l’apertura è prevista per le ore: 10.00 fino alle ore : 18.00. Il Fashion Show avrà inizio dalle ore: 15.00 pm, dove  cinque stilisti emergenti di varie nazionalità si confronteranno  con una capsule collection creata per l’occasione, puntando sulla ricerca estetica e stilistica, sull’impiego di materiali inediti e sull’arte come espressione di moda.

Gabriella Chiarappa rossoNell’evento non mancheranno premiati ed ospiti d’eccezione tra cui il cantautore  Alberto Fortis (premio alla carriera), Valentina Scarnecchia (premio new Talent). Tra gli esponenti internazionali l’avvocato Giovanna Elettra Livreri, presidente della Chaine Francigena Toscana e direttore generale della prestigiosa Camera estera CC-ICRD (Italia Caraibi e America Latina), la fashion manager Gabriella Chiarappa direttore de “Le Salon de la Mode” e referente moda advisor Camera estera CC-ICRD (Italia Caraibi e America Latina) e tanti altri .  Durante l’evento, varie realtà entreranno in sinergia, tra cui: aziende del luxury sistem, del fashion e del mondo dell’arte appartenenti a diverse nazionalità,  mettendo in azione un reale concetto di Social impact, che consiste nel mettere in atto politiche innovative e del come raccontare attraverso l’arte e l’industria del fashion, nuove idee.

molly

Un evidente motore di rigenerazione della società contemporanea  che si evidenzia con spazi espositivi dedicati a chi decide di sponsorizzarsi durante un evento, in cui business e visibilità sono messi al primo posto. Il tutto allietato da musica soft e degustazioni

Si ringraziano

Lo staff:  di B&20

Media Partner: Becool

Tra gli ospiti, ricordiamo: Consolati, Camere di Commercio estere, influencer, fashion blogger,giornalisti , Tv,  fotografi ecc.

Fashion Show, brand partecipanti: Asmoni, Vanilla Style, Molly Bracken, Mad Mad, M’Art.

Sponsor tecnici: Mita Cosmetics, Patatas Nana, Serena la Sciampista, biscottificio Frolla.

m'art

Press Office

LE SALON DE LA MODE
Contatti : lesalondelamode@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

b&20

Premio Sette Colli tutti i premiati

Il Premio “Sette Colli” (Patrocinato dall’A.N.P.O.E. – Associazione Nazionale Produttori e Organizzatori Eventi) è una manifestazione che si ripete alla vigilia di ogni derby Roma-Lazio, organizzata da Fabrizio Pacifici.
La 12^ edizione si svolgerà Giovedì 28 febbraio al Nur Bar (Via del Teatro Valle 19), alle ore 20.30.

Nell’occasione si assegna il “Pallone d’Oro Romanista” ad un calciatore della Roma che si è reso protagonista in uno o più derby del passato, e comunque rimasto nel cuore dei tifosi.
Un riconoscimento unico nel suo genere, dettato dal tifo e dalla passione, un modo diverso per dire “Grazie!” a quegli Eroi romanisti che ci hanno fatto esultare ed impazzire di gioia per una vittoria sui “cugini”.

Cosa sarebbe però il derby senza i tifosi?
Probabilmente non avrebbe ragione di esistere…

La gioia per un derby vinto è un qualcosa che rimane per sempre e che permette di potersi prendere gioco dell’amico, del familiare, del collega di lavoro o di qualsiasi altro tifoso laziale. Sempre nei limiti dello sfottò e del buon senso. In nome della sportività, dell’amicizia e del Fair Play è stato quindi istituito il premio “Roma&Lazio”, che viene consegnato ad un tifoso laziale eccellente o ad un ex giocatore biancoceleste.

E siccome il derby è anche spettacolo, si assegna anche il premio “Romanista vip” a rappresentanti del mondo del cinema, della musica, della tv, del teatro e del giornalismo (Premio Mass Media).

 
 
PREMIATI DEL 28 FEBBRAIO 2019
 
 
– Ettore Viola (Figlio dell’indimenticato Presidente Dino Viola)
 
– Franco Peccenini (ex giocatore, 152 presenze ed una Coppa Italia con la Roma)
 
– Loris Boni (ex giocatore, 80 presenze con la Roma)
 
– Rino Barillari (The King of Paparazzi)
 
– Ryan Paris (interprete del successo mondiale Dolce Vita)
 
– Francesca Brienza (giornalista, abituale ospite e opinionista di Tiki Taka e Quelli del Calcio)
 
– Valentina Vignali (modella, influencer, giocatrice di basket della Athena Roma)
 
– Flavio Giustolisi (Presidente della SIS Roma pallanuoto femminile, vincitrice dell’ultima Coppa Italia)
 
– Alexandra Filotei (attrice)
 
– Salvatore Marino (attore)
 
– Avv. Lucio Barletta (Premio Internazionale Professionalità Rocca D’Oro 2018)
 
– Nicola Cilento (ideatore del Museo dello Sport di Roma)

PREMIO CESARE ZAVATTINI I VINCITORI

unnamed(5)

La Fondazione Aamod e L’Istituto Luce Cinecittà
Presentano

I PROGETTI VINCITORI
DEL PREMIO CESARE ZAVATTINI EDIZIONE 2018/19

SABATO 23 FEBBRAIO 2019
SALA ZAVATTINI – FONDAZIONE AAMOD
Via Ostiense, 106 Roma

Ore 11:00 Conferenza Stampa
Proclamazione e proiezione dei teaser dei tre progetti vincitori
Sarà presente la Giuria presieduta da Susanna Nicchiarelli

Ore 14:30 Tavola rotonda
Una discussione collettiva sul lavoro svolto. Partecipano docenti e tutor del percorso formativo, gli autori dei progetti finalisti e i componenti della Giuria. 

Ore 17:00 Proiezione del film La follia di Zavattini di Ansano Giannarelli (1981, 56’)
Presentano Antonio Medici e Marina Piperno

Si ringrazia 


I tre progetti vincitori del Premio Zavattini 2018 verranno annunciati il prossimo 23 febbraio alle ore 11 presso l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico di Roma. Saranno scelti tra i dieci finalisti che hanno partecipato al percorso formativo e di sviluppo di proposte originali, basate sul riuso creativo di film d’archivio provenienti dalla Fondazione Aamod, dall’Istituto Luce Cinecittà, dagli altri archivi partner dell’iniziativa. Gli autori hanno incontrato tra luglio e dicembre 2018 importanti professionisti del cinema italiano, con i quali hanno approfondito aspetti creativi, tecnici e produttivi del cinema documentario e sono stati seguiti nel loro lavoro di sviluppo da cinque tutor, acquisendo gli strumenti per arrivare alla realizzazione di un dossier di approfondimento delle loro proposte e alla realizzazione di un teaser.
La Giuria del Premio, presieduta da Susanna Nicchiarelli e composta da Ugo Adilardi, Elisabetta Lodoli, Roland Sejko e Giovanni Spagnoletti, accoglierà i candidati nel pomeriggio di venerdì 22 febbraio, per un pitch in cui i giovani film-maker illustreranno i dossier di progetto e mostreranno i rispettivi teaser. Poi si riunirà per deliberare i tre vincitori, che avranno l’accesso gratuito alle fonti filmiche necessarie per realizzare i loro cortometraggi, oltre a un contributo alle spese di produzione e l’assistenza di professionisti per la post-produzione; inoltre riceveranno, a lavoro terminato, un premio in denaro di 2.000 euro per ogni progetto.

unnamed(6)Nella mattinata di sabato, insieme alla proclamazione dei vincitori, saranno proiettati anche i teaser dei progetti, mentre nel pomeriggio, a partire dalle 14,30, avrà luogo un confronto con i docenti e i tutor che hanno partecipato al percorso formativo per fare un bilancio dell’esperienza. A seguire, in occasione del trentennale della morte di Cesare Zavattini, primo presidente della Fondazione Aamod e instancabile sostenitore di un cinema libero e indipendente, verrà proiettato il film La “follia” di Zavattini (1982) di Ansano Giannarelli, ritratto di Zavattini sul set dell’unico film realizzato come regista, La Veritàaaa (1982). Il film sarà presentato dalla produttrice Marina Piperno e da Antonio Medici.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto in questi mesi”, afferma Antonio Medici, direttore del Premio Zavattini. “Si è trattato di un’attività formativa intensa che ha coinvolto ragazzi e ragazze provenienti da differenti mondi e con diversificate esperienze professionali: tutti hanno lavorato con passione e serietà, apprezzando la possibilità di confrontarsi con importanti professionisti del cinema italiano e scoprendo le potenzialità di riuso creativo dei patrimoni audiovisivi conservati negli archivi. Grazie a questi incontri e al lavoro dei tutor, i giovani film-maker hanno maturato la necessaria consapevolezza rispetto ai loro progetti, sia sul piano espressivo che del focus delle loro storie”.

Questi i dieci titoli e i rispettivi autori che hanno partecipato al percorso formativo e di sviluppo: Anche gli uomini hanno fame di Andrea Settembrini, Francesco Lorusso, Gabriele Licchelli; La memoria della luna di Tiziano Locci; Domani chissà, forse di Chiara Rigione; Liquirizia romana di Valentina Savi e Giulia Sbaffi; Tracce di Rocco di Marina Resta; La Napoli di mio padre di Alessia Bottone; Supereroi senza superpoteri di Beatrice Baldacci; I suoni del tempo di Jeissy Trompiz; Monuments Men: la storia di Montecassino di Ludovica Acampora e Monica Siclari; Sync di Giacomo Riillo e Gaia Siria Meloni.

Il Premio Zavattini è promosso dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (di cui lo stesso Zavattini fu primo presidente), sostenuto dalla Siae e dal MiBACT (attraverso il bando “Sillumina”) e dalla Regione Lazio, è realizzato in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e con la partecipazione della Cineteca Sarda, Deriva Film e Officina Visioni.

http://premiozavattini.it

Infoline: +39 06 57289551 – +39 06 5742872 – +39 06 5730544
comunicazione@premiozavattini.iteventi@aamod.it

Ufficio stampa AAMOD: Elisabetta Castiglioni

Ti racconto l’Iran: realtà e pregiudizi di un paese lontano

persiaTi racconto l’Iran:

realtà e pregiudizi di un paese lontano

 

 

Con il Patrocinio della Città di Ariccia, nella splendida cornice di Palazzo Chigi, Sabato 23 Febbraio 2019, dalle ore 17.00, si svolge la presentazione del libro “Ti racconto l’Iran” di Tiziana Ciavardini, prefazione di Dacia Maraini– edito da ARMANDO EDITORE.

Per l’occasione, presenti come relatori Roberto Di Felice e Carla Gozzi-rispettivamente Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Ariccia, Emilio Orlando-Giornalista, Igor Baglioni-Direttore del Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”, Monica Desideri-Presidente dell’Associazione Dharma, e ovviamente l’Autrice del libro Tiziana Ciavardini.

A cornice dell’evento, sarà allestita una mostra fotografica sull’Iran, con foto scattate da Daria De Marchis, ed eccezionalmente per la serata, potranno essere ammirati i gioielli d’autore ispirati all’Iran, realizzati dal Maestro Orafo Massimiliano Facchini.

Dopo la presentazione, sarà possibile assaggiare i sapori della cucina iraniana, con cibi tipici, organizzati ed offerti dal famosissimo Ristorante Persiano TANUR di Roma, presente Ely ed i suoi collaboratori.

@photo by Fabio Cantiani.

INGRESSO LIBERO

Presentazioni libri – Il mestiere del dare di Cecilia Martino

MMD_locandinaIl mestiere del dare di Cecilia Martino

Sarà presentato venerdì 1 marzo alle ore 18.00 alla libreria Fahrenheit451 di Campo de’ Fiori 44 Il mestiere del dare di Cecilia Martino, edito da Aracne per la collana Ragnatale.

La raccolta racchiude un decennio di visioni poetiche dell’autrice, in una perenne ricerca spirituale che si realizza soprattutto attraverso la meditazione.

C_autriceE’ proprio l’importanza del silenzio che dà voce alle sue poesie, in uno iato esistenziale che percorre tutto il tragitto dell’opera.

La raccolta, che segue ed è naturale maturazione della precedente IllogicaMente, non è mera visione estetica, bensì esprime l’aletheia di heideggeriana memoria,

come qualità originaria di questa personale recherche. Un percorso non scevro da ostacoli, sofferenze, solitudini. Per tornare a casa. Per ritrovarsi.

Interverrà

Alessandra SANNELLA

Sociologa (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale)

CON LA PARTECIPAZIONE PER LE LETTURE DI

Valentina OLLA

Valerio APREA

MODERATORE

Eleonora DE NARDIS

SARA’ PRESENTE L’AUTRICE

MDD

CECILIA MARTINO

Giornalista, scrittrice e viaggiatrice, Cecilia Martino nasce a Roma il 10 settembre 1976. Laureata in Lettere, consegue una seconda laurea in Filosofia con una tesi dal titolo: Poesia. Immagini dialettiche. La ricerca linguistica dell’indicibile. Approfondisce nel tempo i temi della comunicazione linguistica e dell’estetica coltivando, in particolare, una connaturata vocazione alla scrittura creativa e mitopoietica. Ha pubblicato tre libri, la raccolta di poesie illogicaMente e alcuni saggi nella rivista « Philosophema ». I suoi articoli a tema sviluppo personale, poesia, viaggi, filosofia e spiritualità sono periodicamente pubblicati sui canali online e sul suo Blog (ilmestieredeldare.blogspot.it).

Ultime pubblicazioni, dicembre 2018: nuova edizione “IllogicaMente”, “Il mestiere del dare” 10 anni di Poesia (2007-2017) e l’Ebook “Un qualsiasi giorno a Varanasi”

Sito: www.ceciliamartino.it

FIONA MAY e LUISA CATTANEO in MARATONA DI NEW YORK

Fiona May e Luisa Cattaneo - Maratona di New York_RidDal 26 febbraio al 3 marzo 2019

 

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

 

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

 

Teatrodante Carlo Monni

in coproduzione con Todi Festival

presentano

Fiona May_Luisa Cattaneo- Maratona di New York_phPinoLePera_rid(3)FIONA MAY e LUISA CATTANEO

in

MARATONA DI NEW YORK

Nuova edizione

di Edoardo Erba

Regia Andrea Bruno Savelli

Maratona di New York di Edoardo Erba, uno dei testi teatrali contemporanei più rappresentati al mondo, sarà in scena all’OFF/OFF Theatre dal 26 febbraio al 3 marzo 2019, con un nuovo allestimento al femminile. Una novità assoluta che il regista Andrea Bruno Savelli, con la collaborazione dell’autore al riadattamento, ha affidato ad una coppia davvero d’eccezione: la ex campionessa mondiale di salto in lungo Fiona May, al suo esordio teatrale dopo i successi ottenuti sul piccolo schermo, in scena con l’attrice Luisa Cattaneo, già protagonista in molti spettacoli di Stefano Massini e più volte al fianco di Ottavia Piccolo, Lucilla Morlacchi, Franca Valeri e Gigi Proietti.

Una sfida fisica (oltre che verbale) per tutti gli attori che l’hanno portata in scena, impegnati a correre per l’intera durata della pièce. Un’autentica prova di resistenza.

Fiona May_Luisa Cattaneo- Maratona di New York_phPinoLePera_rid(5)Da una parte c’è la leader, nella corsa così come nella vita, donna determinata, sicura e invincibile; dall’altra la sua amica, più insicura, impaurita, fortemente legata ad un passato dal quale non riesce a separarsi. Per tutta la durata dello spettacolo le due donne sviluppano una vera e propria rincorsa verbale, che cresce insieme all’aumentare dei battiti del loro cuore, accompagnandoci lungo il percorso narrativo col battere delle loro suole.

Una drammaturgia dallo straordinario impatto emotivo dove il gesto sportivo diventa massima espressione della metafora del percorso della vita. Una corsa dell’esistenza, un’estrema ultima volata. Un percorso immaginario che, tra ostacoli, fatica, sudore, ricordi, memoria, tempo e spazio sospesi, celebra sentimenti autentici e suggella la storia di un’amicizia sincera e fraterna.

FIONA MAY:

Fiona May (Slough12 dicembre 1969) è  un’ex lunghistatriplista e  attrice  britannica  naturalizzata italiana. Nel corso della propria carriera sportiva si è laureata due volte campionessa mondiale di salto in lungo, specialità in cui è salita due volte sul secondo gradino del podio olimpico. È tuttora la detentrice del record italiano di salto in lungo, sia outdoor che indoor. Avendo conquistato quattro medaglie ai campionati del mondo, (due ori, un argento e un bronzo) la May è tutt’oggi l’atleta italiana che più volte è salita sul podio ai campionati del mondo di atletica leggera.

Una volta appese le scarpette al chiodo, Fiona si dedica al mondo dello spettacolo: diventata testimonial di Kinder (con la primogenita Larissa e poi con la secondogenita Anastasia), partecipa alla trasmissione di Milly Carlucci “Ballando con le stelle”, dove danza insieme con l’insegnante Raimondo Todaro; si cimenta anche come attrice recitando nelle fiction (tratte da un romanzo di Maria Venturi) “Butta la luna” e “Butta la luna 2”, in onda su Raiuno e dirette da Vittorio Sindoni, in cui si affrontano temi come il razzismo e l’integrazione nella società degli stranieri; è protagonista del cortometraggio Guinea Pig (La Cavia), del regista Antonello De Leo, patrocinato da Amnesty International, con il quale ha vinto il Globo d’Oro come migliore attrice. Nel 2011, invece, è guest star nella sit-com Mediaset “Così fan tutte”, al fianco di Alessia Marcuzzi e Debora Villa. Nel 2018 debutta a teatro portando in scena la nuova edizione del celebre testo di Edoardo Erba “Maratona di New York”. Lo spettacolo è attualmente in tour nazionale.

 LUISA CATTANEO:

Fiorentina, attrice, dopo una lunga formazione con alcuni dei massimi nomi del teatro italiano e internazionale (Sandro Lombardi, Stefano Massini, Gunter Grass, Barbara Nativi, Rickart Gunther), inizia come assistente alla regia di Barbara Nativi (“Binario morto” di Letizia Russo, Biennale di Venezia), e quindi si impone all’attenzione della critica nei maggiori festival teatrali italiani con il progetto “Trittico delle Gabbie” scritto e diretto da Stefano Massini (il trittico riceve premi e segnalazioni, fra cui una nomination nella terna dei Premi Ubu 2006 e il Premio Nazionale della Critica Teatrale). Nel 2006 Franco Quadri la coinvolge in “Serata Beckett” al Teatro Studio di Scandicci, in una squadra di attori che vede fra gli altri Franca Valeri e Paolo Graziosi. Successivamente, è fra i protagonisti di “Frankenstein” prodotto dal Teatro Stabile della Toscana. Sempre per il Metastasio di Prato, affianca Lucilla Morlacchi ne “Lo schifo”. Lungo e proficuo il sodalizio con il Teatro delle Donne, per cui interpreta con grande consenso della critica il dittico di monologhi “Balkan Burger” e “Shenzhen significa inferno” (entrambi scritti e diretti da Stefano Massini) ma anche “Voci del verbo fare” di Silvia Calamai, “Complici” di Alberto Severi, “Buio” di Dacia Maraini. Per FDC2008 è con Massimo Dapporto in “Kosmos”. E’ inoltre chiamata da Federico Tiezzi per “LIVE! Il teatro del racconto” lettura de “Il Giardino dei Finzi-Contini” insieme a Sandro Lombardi, Iaia Forte, Anna Meacci e condivide con Isabella Ragonese l’esperienza di “African Requiem”, presentato fra l’altro anche alla Camera dei Deputati. Per Intercity Festival è fra le interpreti de “Le cognate” di M. Tremblay, di “Mighty Society 4” di Eric de Vroedt e “Cosmic Fear” di Christian Lollike. Nel 2009 è diretta da Maurizio Scaparro in “Tony Bennet tribute” al Teatro della Pergola. Ha dato voce per Art Media Studio “Il Trittico di San Giovenale” e “Intorno al David – la grande pittura del secolo di Michelangelo” prodotti da Friends of Florence/ Polo Museale fiorentino. Per la Società Dantesca Italiana ha realizzato numerose letture dantesche, sia come voce sola sia dividendo il palco con Gigi Proietti, Ottavia Piccolo, Giulia Lazzarini. Nel 2015 viene scelta da Michele Placido fra le protagoniste del film “7 minuti” (Goldenart/Rai Cinema) uscito nelle sale di tutta Europa nell’autunno 2016.

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

 

 

 

 

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona