RITORNA A ROMA “C’ERA UNA VOLTA MIMI’ LO SPETTACOLO DI DOMENICO SANTARELLA DEDICATO A DOMENICO MODUGNO – di Sara Lauricella

locandina c'era una volta mimiDopo il grande successo del debutto romano e delle tappe del tour che ha toccato anche la Svizzera, ritorna a Roma lo spettacolo teatrale di e con Domenico Santarella e dedicato a Domenico Modugno, l’11 maggio 2018, dalle ore 21, presso il Teatro Vigna Murata. Lo spettacolo, prodotto da Produzioni Why Not…? di Tomas Conforti e David Pironaci, è stato fortemente voluto dalla Diamond Production di Ivano Trau e Catiuscia Siddi.

23550167_10210913766743336_5558298676632928641_o

La struttura dello spettacolo “C’ERA UNA VOLTA MIMI’”  è semplice e di notevole presa sul pubblico: Domenico Santarella canta e suona sul palco, accompagnato dalla coreografa e danzatrice Cora Gasparotti,  riproponendo  la musica, il canto, i racconti e la vita di uno delle voci che ha fatto la storia della musica e dello spettacolo italiano. Due vite messe in parallelo: quella dei due Mimì entrambi pugliesi ed entrambi alla ricerca di un posto nel mondo della musica e dello spettacolo. In questo viaggio di vite parallele il pubblico viene coinvolto in un percorso musicale, ma anche in un percorso storico e della memoria. Com’è cambiata l’Italia, com’è cambiata la musica, com’è cambiato il modo di cantare e di fare arte dagli anni 40 ai giorni d’oggi.

WAL_6119HD

 

Canto, musica e racconti partendo dalle prime canzoni di Domenico Modugno in dialetto salentino e siciliano ispirate alla sua amata e mai dimenticata Puglia, che parlano del mare, del sole, di pescatori, di minatori, di cicorie, di tamburelli, di gatti neri, di grilli innamorati, di svegliette, di donne dai capelli ricci, di pesci spada, per poi passare alle canzoni in napoletano divenute parte della quotidianità di tutti i tempi come “Tu si na cosa grande”, “Resta cu me”, “Io mammeta e tu”, “O ccafè”, ‘’Lazzarella’’, ai grandi successi in italiano, “Vecchio Frack”, “Meraviglioso”, “Piove”, “La lontananza”, ”Nel blu dipinto di Blu”.  Non solo Domenico Modugno in C’era una volta Mimì! Durante lo spettacolo c’è anche spazio per musiche e monologhi di altri grandi artisti che hanno fatto la storia dell’arte italiana e che si sono relazionati con Domenico Modugno nel corso degli anni: Eduardo De Filippo, Totò, Renato Carosone, Nino Manfredi, Fred Buscaglione, Aurelio Fierro, Fabrizio De Andrè, Gigi Proietti. Una prova emotiva, oltre che artistica, per il giovane Domenico Santarella … uno spettacolo che riporta ad immagini e luoghi che, nonostante non siano tanto lontani da noi, già non ci sono più. Partners media della serata  #Differevent e  Radio Impegno con la collaborazione di Kasanova.   Potete seguire l’evento su facebook nella pagina dell’Accademia Why Not. Biglietto E. 10 con sconti per gruppi e persone sotto i 6 anni e oltre i 65 anni.  Per info e prenotazione posti e biglietti accademiawhynotroma@gmail.com

3494256087 Tomas Conforti

338733941 Domenico
Evento Facebook ‘’C’era una volta Mimì’’: https://www.facebook.com/events/239902479905459/

Trailer: https://www.youtube.com/channel/UCuVOolIaoU9lzottIeyoIJA 

info@whynotroma.it

23550082_1746897665618853_4377914754354319485_o

Annunci

Ambizione e talento per la nuova capsule di “Lake View”

IMG_6812                                           “

Il team dei tre giovani fondatori del marchio Lake View è determinato nel proporre nuove idee nel mondo del fashion,  brillanti idee e spirito manageriale emergono in modo sorprendente nelle loro creazioni.  La presentazione della seconda Capsule, presentata il 20 aprile 2018, ha riscontrato un grande successo confermando il grande talento di Greta Schettino, Pietro Floris e Pietro Fadda. Insieme nel 2016  hanno fondato  il brand Lake View, tutti classe 97’ hanno frequentato, il Liceo Volta di Como per poi intraprendere studi diversi rispettivamente di sociologia, giurisprudenza e fashion design. La produzione dei capi è stata, come nel caso della prima collezione, totalmente artigianale e volta allo scopo di creare capi unici e dotati di una valenza artistica. I capi sono dunque prodotti in una quantità estremamente limitata ed assumono pertanto un valore aggiunto di unicità e cura al dettaglio, sebbene vi sia l’interesse in futuro di sviluppare il brand verso una produzione industriale.

IMG_6815

La collezione è caratterizzata concettualmente da un immaginario punk che non vuole tuttavia connotarsi di sfumature di protesta e ribellione quanto piuttosto incarnare il senso di una gioventù unita, indipendente e creativa.  La presentazione della nuova Capsule, ha rivelato la fusione tra i vari  elementi, quali: la moda, l’arte e la musica,  una sinergia perfetta che ha catturato l’attenzione dei presenti.

Un altro aspetto fondamentale, per il giovane brand Lake View  è il riciclo  e la rielaborazione di capi vintage.

In particolare emerge l’idea di selezionare accuratamente di capi unici che già di per sé raccontano una storia, e donare loro una seconda vita tramite la loro attualizzazione.

IMG_6818

Tale modernizzazione dei capi vintage vede in questa capsule numerosi passi avanti rispetto a quella dell’anno precedente, esplorando concettualmente il tema del decostruttivismo, con immancabili riferimenti al mondo di Martin Margiela. I capi spalla derivati dal mondo militare quali parka, sahariane e bomber, sono accompagnati dalle giacche ed i pantaloni in denim,  tutti scomposti e riassemblati tra loro al fine di esplorare nuove soluzioni volumetriche e stilistiche.

Un grande traguardo raggiunto per il giovane team,  che con  uno sguardo al passato si proietta con attenzione  nella modernità del futuro.

Compleanno della SIAE nella Giornata Mondiale del Diritto d’Autore

siae pal

IL DIRITTO D’AUTORE FA VIVERE CHI CI FA SOGNARE #SIAE136

Abbiamo liberato la creatività: è la Giornata Mondiale del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE

Roma, 23 aprile 2018. Questa mattina migliaia di palloncini* sono stati liberati nel cielo dell’Eur dal palazzo della Direzione Generale SIAE, in viale della Letteratura. È il modo con cui la Società Italiana degli Autori ed Editori ha scelto di celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, che coincide con la data di nascita di SIAE, che oggi compie 136 anni.

“Abbiamo scelto il palloncino come simbolo perché vola alto, come le emozioni – commenta Filippo Sugar, Presidente di SIAE. – È un oggetto semplice eppure capace di evocare la spensieratezza e la creatività. Ma anche un simbolo di fragilità, perché basta uno spillo per renderlo un involucro privo di vita. Così il diritto d’autore, che tutela tutti coloro che ogni giorno ci regalano emozioni, è messo a rischio dagli ‘spilli’ di chi non riconosce il lavoro degli autori”.

image002

Oggi come non mai è di importanza cruciale celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore. Il rischio, infatti, è di assistere alla incredibile affermazione del paradosso per cui corrispondendo meno diritti agli autori e agli editori si otterrebbe un aumento della produzione culturale.

Hanno ricordato l’importanza della creatività con la loro presenza premi Oscar come Ennio Morricone e Nicola Piovani, autori che hanno fatto la storia della canzone italiana come Mogol, e tanti autori e artisti tra i più amati, da Luca Barbarossa a Dori Ghezzi, da Paolo Fresu a Paolo Damiani, Mario Lavezzi, Riccardo Sinigallia, Franco Mussida, Piero Cassano in rappresentanza degli oltre ottantacinquemila associati SIAE che fanno grande ogni giorno la cultura italiana.

Con loro il Presidente di SIAE Filippo Sugar, il Direttore Generale Gaetano Blandini e il Presidente del Consiglio di Sorveglianza Franco Micalizzi, per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE, fondata a Milano il 23 aprile 1882, e numerosi autori, rappresentanti di tutte le generazioni della creatività italiana, per ricordare che il diritto d’autore fa vivere chi ci fa sognare.

Sono intervenuti al festeggiamento dando prova del loro entusiasmo e del loro talento anche i ragazzi del Dipartimento di jazz presso il Conservatorio romano di Santa Cecilia diretto dal M° Paolo Damiani.

Sono Vittorio Gervasi (sax tenore), Stefano Di Grigoli (sax tenore), Daniele Dominici (sax baritono), Vittorio Solimene (pianoforte), Fabio De Vincenti (chitarra acustica), Giordano Panizza (contrabbasso), Fabrizio Ferrazzoli (percussioni), Daphne Nisi (voce), Marta Alquati (voce), Laura Sciocchetti (voce) e Daniela Troilo (voce), che hanno omaggiato il Maestro Morricone e il Maestro Piovani eseguendo alcune delle loro più celebri colonne sonore, da C’era una volta un film a La vita è bella.

Fotografo ufficiale dell’evento è stato Massimo Sestini, vincitore del World Press Photo 2015.

Tutte le immagini e il video dell’evento sono scaricabili a questo link: http://www.massimosestini.it/archive/Slate.aspx?id=c33505dc-4235-4567-98d3-3c108f11547d

*tutti i palloncini utilizzati per realizzare l’evento sono ecologici e biodegradabili

Maria Rosaria Grifone

UFFICIO STAMPA

 SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori

Colombia crocevia di Business e Glamour: importante incontro a Roma con le aziende per l’export

IMG_0789 mancini ok stretta di mano

Mercoledì 18 Aprile, si è svolto a Roma Capitale, presso la sede della Camera di Cooperazione Araba e della Camera di Commercio Italia – Cuba e Repubblica Dominicana_ Area Celac (Parioli), l’incontro per promuovere il Progetto Colombia Moda 2018. Grande entusiasmo per le oltre 20 aziende, tra cui anche un rappresentate della celebre Maison Gattinoni, che hanno partecipato attivamente  alla presentazione, ponendo evidenza alla potenzialità che questi Paesi possono rappresentare per il Made in Italy.

1. La Fashion Manager Gabriella Chiarappa - presidente mancini direttore generale Livreri e l'Imprenditore Luigi Antinori

La Colombia attualmente  ha intrapreso un percorso di costante crescita e prosperità per cui il paese è ora un modello economico per tutto il continente latino americano e sta conquistando investitori da tutto il mondo.

IMG-20180421-WA0041  La Colombia è la terza economia latino-americana e il terzo paese per numero di popolazione, dopo Brasile e Messico, il che la pone in posizione privilegiata anche in termini quantitativi. La capitale, Bogotá è al 5º posto nel ranking delle migliori città per gli investimenti nel sud America, raggiungendo i livelli delle grandi capitali latino americane.

foto ok

Lo stesso Direttore Generale della CC-ICRD avv. Elettra Giovanna Livreri, spiega, dati alla mano “La Colombia rappresenta oggi un paese di grandi opportunità per l’export italiano della moda italiana, sia per la stabilità politica che per l’elevato tasso di crescita della popolazione  e per la forte presenza di pubblico alto – spendente”.  Prosegue, il Presidente della CCIA Mario Mancini, “L’Italia è il 3° Partner dell’UE per le Importazioni di prodotti in Colombia e la partecipazione alla Missione Moda  in Colombia sarà occasione unica per affacciarsi su un mercato promettente, quello caraibico e sudamericano, che vive l’acquisto di prodotti Made in Italy come un vero e proprio status symbol”.

IMG_0367 sala completaConclude in modo incisivo ed approfondito la Resp. settore moda,  la manager del fashion Gabriella Chiarappa, “E’ importante evidenziare il reale e concreto sostegno della Camera di Commercio nei confronti delle aziende, attraverso la definizione di strategie  e l’offerta di risposte efficaci alle esigenze delle stesse che decidono di intraprendere o rafforzare il proprio percorso di internazionalizzazione”. Un vero successo, per l’incontro che ha avvalorato l’entusiasmo da parte delle aziende partecipanti che hanno potuto constatare con dati dimostrabili, la validità delle opportunità presentate  e il concreto supporto nel processo di sviluppo economico della Camera di Commercio CC-ICRD, l’unica attivamente presente in questi territori.

IMG_0566 aziende

THE VOICE OF ITALY 2018: IN GARA DUE PREMI “INEDITO DOC” DI #DIFFEREVENT DEBORAH XHAKO E FERDINANDO VEGA

Grande soddisfazione della presidente di #Differevent per la presenza di ben due artisti, che hanno ricevuto il premio “Inedito Doc”, nella trasmissione televisiva “The Voice of Italy 2018”.

PREMIO INEDITO DOC VEGA bnGli artisti in questione sono Ferdinando Vega, che ha ricevuto il premio “Inedito Doc” per il brano “Il Presidente” durante la finale del talent canoro “My Voice” svoltasi al Billions di Roma il 12 marzo 2017 e Deborah Xhako, che è stata premiata per il brano “Tutto può succedere” durante la finale del “Sanremo Festival Cafè” svoltasi al Billions il 1 febbraio 2018.

PREMIO INEDITO DOC XHAKO

“Grande, anzi immensa soddisfazione – afferma Sara Lauricella, la presidente di #Differevent- aver scelto questi due artisti  tra le decine di partecipanti ad ognuno dei due concorsi a cui hanno partecipato. Li ho voluti premiare per il brani che loro stessi hanno scritto, e sappiamo tutti quanto la musica italiana abbia bisogno di nuovi autori. Inoltre sono anche degli ottimi cantanti e con una splendida presenza scenica. Ero sicura che avrebbero avuto molto da dire: il mio è un premio piccolo e nato da poco ma ha la funzione di incoraggiare i nuovi talenti a scrivere e creare la nuova musica e, perché no, essere anche un piccolo portafortuna. Sono molto felice che Ferdinando Vega e Deborah Xhako siano entrambi in quest’edizione di The Voice of Italy e sono convinta che si faranno notare dal grande pubblico e dalle grandi produzioni”.  Stiamo tutti pronti a vedere il percorso di questi due artisti sia a TVOI che nel prossimo futuro e ad ascoltare la bella musica che avranno da proporci! Il premio “Inedito Doc” è stato instituito il 12 febbraio 2017 durante il talent “Lasciatemi Cantaaare” organizzato da Produzioni Why Not presso Aprilia2 ed il primo artista ad aggiudicarsi il titolo è stato Massimiliano Lavanga; anche per quest’artista si è aperto un brillante percorso nel mondo dei musical e, il   26 maggio 2018, lo vedremo al Teatro Sistina in “Georgie il musical”. Un premio assegnato con cura e che porta bene agli artisti: aspettiamo di vedere l’evolversi dei loro percorsi.

THE VOICE OF ITALY 2018: IN GARA DUE PREMI “INEDITO DOC” DI #DIFFEREVENT DEBORAH XHAKO E FERDINANDO VEGA

TEAM TVOI JAX

Grande soddisfazione della presidente di #Differevent per la presenza di ben due artisti, che hanno ricevuto il premio “Inedito Doc”, nella trasmissione televisiva “The Voice of Italy 2018”.

PREMIO INEDITO DOC VEGA bnGli artisti in questione sono Ferdinando Vega, che ha ricevuto il premio “Inedito Doc” per il brano “Il Presidente” durante la finale del talent canoro “My Voice” svoltasi al Billions di Roma il 12 marzo 2017 e Deborah Xhako, che è stata premiata per il brano “Tutto può succedere” durante la finale del “Sanremo Festival Cafè” svoltasi al Billions il 1 febbraio 2018.

PREMIO INEDITO DOC XHAKO “Grande, anzi immensa soddisfazione – afferma Sara Lauricella, la presidente di #Differevent- aver scelto questi due artisti  tra le decine di partecipanti ad ognuno dei due concorsi a cui hanno partecipato. Li ho voluti premiare per il brani che loro stessi hanno scritto, e sappiamo tutti quanto la musica italiana abbia bisogno di nuovi autori. Inoltre sono anche degli ottimi cantanti e con una splendida presenza scenica. Ero sicura che avrebbero avuto molto da dire: il mio è un premio piccolo e nato da poco ma ha la funzione di incoraggiare i nuovi talenti a scrivere e creare la nuova musica e, perché no, essere anche un piccolo portafortuna. Sono molto felice che Ferdinando Vega e Deborah Xhako siano entrambi in quest’edizione di The Voice of Italy e sono convinta che si faranno notare dal grande pubblico e dalle grandi produzioni”.  Stiamo tutti pronti a vedere il percorso di questi due artisti sia a TVOI che nel prossimo futuro e ad ascoltare la bella musica che avranno da proporci! Il premio “Inedito Doc” è stato instituito il 12 febbraio 2017 durante il talent “Lasciatemi Cantaaare” organizzato da Produzioni Why Not presso Aprilia2 ed il primo artista ad aggiudicarsi il titolo è stato Massimiliano Lavanga; anche per quest’artista si è aperto un brillante percorso nel mondo dei musical e, il   26 maggio 2018, lo vedremo al Teatro Sistina in “Georgie il musical”. Un premio assegnato con cura e che porta bene agli artisti: aspettiamo di vedere l’evolversi dei loro percorsi.

 

“MacBeth Rock Opera” al Teatro Viganò di Roma

comunicato stampa

MacBeth Rock Opera

torna in scena il 20 e 21 aprile 2018

al Teatro Viganò di Roma

La Vega Rock Musical torna in scena il 20 e 21 aprile 2018 con l’Opera Rock di Fabio Caliandro, MacBeth Rock Opera, al Teatro Viganò di Roma.
Lo spettacolo, diretto da Alessia Ciccariello e Ermanno Manzetti, ha già registrato sold out in entrambe le serate della prima stagione, svoltasi al Monk di Roma.  L’opera fonde i canoni tradizionali del musical con il Rock moderno e la multimedialità, in un’ambientazione di natura Gotica. La scenografia e gli ambienti, interni ed esterni, sono creati dalle video proiezioni di Ermanno Manzetti. La durata dello spettacolo – cantato in lingua inglese e con soprattitoli in italiano – è di 125 minuti.

LA STORIA
Macbeth, barone di Scozia, è un leale suddito di re Duncan, al quale è anche legato dalla parentela attraverso sua moglie, Maeve. Guidando la battaglia contro i ribelli che intendono invadere la Scozia, Macbeth combatte con al fianco Banquo barone di Lochaber – suo luogotenente e migliore amico – e Macduff, barone di Fife e uomo dall’alta morale, fedelissimo anche lui di Duncan. Dopo la battaglia Macbeth e Banquo si imbattono in tre entità, fantasmi, streghe, o semplicemente le Tre Sorelle, personificazione del destino, le tre Parche che tessono e muovono i fili degli umani burattini, lasciando loro l’illusione di essere registi e attori delle proprie vite. Spinto dall’ambizione di sua moglie, Macbeth si sporcherà le mani di sangue innocente, bramando un potere che “non significa nulla” e che sarà la sua stessa rovina.

L’AUTORE
Fabio Caliandro è un cantante, chitarrista, autore e arrangiatore, cresciuto musicalmente con il rock degli anni settanta, contaminato con il grunge rock degli anni novanta, con con una grande passione per il Musical. Fonda nel 2000 la Compagnia Vega Progetto Musical, con la quale ha portato in scena Jesus Christ Superstar, The Rocky Horror Show, A Musical Parade, Rent, come attore, regista e vocal coach.
Ha partecipato a un seminario sull’interpretazione nella musica tenuto da Carl Anderson, presso il Saint Louis Music College di Roma, duettando con il famoso Judas. Si è esibito in teatri di circuito tra Roma e Londra nell’ambito del progetto Teatro in Lingua, interpretando alcuni dei maggiori personaggi Shakespeariani, come Macbeth, Polonio, Riccardo III, Jago.

LA COMPAGNIA
Una realtà del musical e del teatro della Capitale, attiva dal 2000, dapprima come Compagnia Vega e poi Vega Rock Musical, la Compagnia ha all’attivo le produzioni di Jesus Christ Superstar, di Rocky Horror Show e delle riduzioni in forma concerto di Rent e Hair e Jesus Christ Superstar, i cui diritti di esecuzione sono sempre stati garantiti alla Vega dallo stesso autore, Andrew Lloyd Webber, ha avuto il suo culmine con le due produzioni maggiori della Vega, una in collaborazione con il Vicariato di Roma, inserita nella rassegna Incontragiovani – rappresentazione avvenuta in Piazza Navona a Roma, il 5 giugno 2002 – e la seconda con le repliche al Teatro Italia di Roma, con un weekend di tutto esaurito, a marzo 2013.
Nel 2017 porta in scena l’opera inedita MacBeth Rock Opera, scritta, composta e arrangiata da Fabio Caliandro, con la regia di Alessia Ciccariello e Ermanno Manzetti.

IL CAST

È composto da diciassette voci soliste, più l’ensemble formato da sei elementi, sia ballerini che cantanti.

MacBeth Rock Opera
di Fabio Caliandro

Regia
Alessia Ciccariello e Ermanno Manzetti

Coreografie
Laura Sodano

CAST
Fabio Caliandro
Olivia Calò
Aleks Ferrara
Emanuele Gabrielli
Francesca Bianchi
Manuela “Nenia” Condò
Aurora Sebastiani
Alessia Ciccariello
Andrea Longo
Andrea Stocchino
Gabriele Giorgi
Emiliano Laglia
Ermanno Manzetti
Francesco Latini
Sarah Trinciarelli
Alessandra Annibali
Daniela Dato

ENSEMBLE
Alice Stocchino
Giulia Uda
Giovanni Alaimo

DANCERS
Giorgia Angiolo
Desireè Borrelli
Serena Zanobi

Macbeth Rock Opera

Teatro Viganò – Piazza A. Fradeletto 17

20 e 21 aprile 2018 – inizio ore 21:00

Biglietti € 15,00 + prevendita

Ridotti per bambini 6/12 anni € 10,00 + prevendita

Info e biglietti http://www.vegarockmusical.com

http://www.vegarockmusical.com

macbethrockopera@gmail.com

Facebook: @macbethrockopera

Youtube: MacBeth RockOpera