Vernissage d’Autunno de la Chaine Francigena Toscana un trionfo di “Saperi e Sapori”

Vice Presidente Nazionale e Avv. Elettra Giovanna Livreri

Un vero trionfo per il “Vernissage D’Autunno”, “Chaine Autumnal – San Martino Gourmet” del Bailliage Toscana Francigena della millenaria Confrérie Chaine des Rotisseurs, tenutosi lo scorso sabato 10 novembre 2018 in Artimino, presso la splendida Villa Medicea La Ferdinanda, residenza dei Granduchi di Toscana e patrimonio dell’Unesco. Per i fortunati ospiti, l’intera serata è stata un susseguirsi di scoperte culturali ed esperienze eno-gastronomiche di alto livello in un contesto altamente storico e infinitamente suggestivo.

Edoardo Coli studenteUna organizzazione impeccabile quella voluta dalla determinata Presidente (Bailli) del Bailliage Francigena Toscana, l’avvocato Giovanna Elettra Livreri, all’unisono con la Vice-Chargé Des Missions Marzia Frascatani e la Vice-Echanson du vin Annabella Pascale, CEO della Artimino spa e splendida padrona di casa della Villa Ferdinanda in Artimino. Ad aprire la serata la Vice-Chargé Des Press, Gabriella Chiarappa, con l’introduzione del salotto culturale nella sala conferenze della Villa, il Salone del Toro. Salotto culturale  magistralmente condotto dal Confrér de la Confrérie Prof. AvvEmilio Petrini Mansi, Marchese della Fontanazza, che ha presentato la Prof. June di Schino, docente universitaria di storia rinascimentale e barocca dell’università di Roma e grande studiosa della cultura della tavola rinascimentale e barocca, autrice dell’opera “Arte Dolciaria Barocca – I segreti del Credenziere di Papa Alessandro VII”.

Anisetta AL’incantevole presentazione del libro della June Di Schino, accompagnata da altri testi per immagini, ha regalato ai numerosi ospiti momenti magici, svelando i segreti di un credenziere seicentesco e l’utilizzo dello zucchero, alimento principe del Seicento Un ritorno nel passato, passando nella Sala Dell’Annunziata, con il suo monumentale caminetto, dove il famoso genio Galileo Galilei dava lezioni di matematica al delfino del Granducato di Toscana, Cosimo II de Medici, ha trionfato l’aperitivo, particolarmente ricco di gusto e di sapori ed altamente scenografico, curato dalla Chef Rotisseurs Najada Frascheri, Vice-Conseiller Culinaire del Bailliage Chaine Toscana; coadiuvata dallo Chef Rotisseurs, Paolo Sciara. Uno show cooking con degustazione di speciali e particolari prodotti tipici toscani e marchigiani, rielaborati, scomposti e ricomposti tra loro in una danza di perfetta fusione territoriale, ed accompagnati da marmellate e mieli marchigiani ed uno speciale miele di acacia e castagno della Valsesia (Folecchio) “Fior Mel” altamente biologico di Cinzja Mc kensi; il tutto in armonia con le bollicine dello champagne della “Relais & Champagne – Import & Quality del Confrèr Antonio Gullì ed il Brut rosé della “Tenuta Baron di Asolo” della Bailli Bailliage Asolo Montegrappa Donna Enrica Beatrice Amabilia.

Najara e Gabriella ChiarappaMolti sono stati gli sponsor tecnici tra i quali hanno primeggiato la Artimino Spa, che ha messo a disposizione per la Chaine la monumentale Villa Medicea; e la Scuola Made – Management dell’Accoglienza e delle Discipline Enogastronomiche – Fondazione Campus di Lucca e Fondazione Palazzo Boccella in Capannori –  che hanno prestato il servizio in sala con i propri diplomati e studenti; ed il Garden Club di Lucca – Scuola italiana arte floreale – SIAF per le decorazioni della tavola rinascimentale della cena placè nel Salone del Leone;  ed a seguire le molte aziende del territorio marchigiano, coordinate da Lorella Lamponi, responsabile dello scouting aziendale territoriale de la Chaine Toscana Francigena. E’ stata anche una serata di conferimento di premi speciali e riconoscimenti.  Infatti tra i momenti significativi della serata vi è stata la consegna al Bailliage Toscana Francigena, del dono del Presidente Dr. Roberto Zanghi Bailli Délégué d’Italie, conferito in sua vece dal vice presidente nazionale de la Chaine des Rotisseurs Italia, Dr. Bruno Peloi. La cena placè si è tenuta nel Salone del Leone, dove il Granduca di Toscana Ferdinando I de Medici teneva udienza ed amministrava giustizia. Una cena che ha visto correre lungo tutto il salone due imbandite tavole rinascimentali alle quali gli ospiti sono stati accolti con ogni confortevolezza ed hanno potuto godere di una accurata presentazione dei vini da parte della Consoeur Annabella Pascale, e dalla presentazione degli elaborati piatti da parte della Chef Rotisseurs Michela Bottasso, Chef executive del famoso Ristorante Biagio Pignatta di Artimino. Il servizio durante l’aperitivo e la cena è stato assicurato dai numerosi studenti della Scuola Made, Master post diploma in management dell’accoglienza e delle discipline enogastronomiche. Tutti insieme appassionatamente ed in sinergia per la riuscita di questo esemplare “viaggio sensoriale dei saperi e dei sapori” nella cultura della tavola. L’atteso momento di consegna di premi speciali e riconoscimenti è quindi intervenuto in un clima di armonioso “star bene” ed ha visto conferire Le Prix Spécial Jeune professionnel des disciplines d’accueil et de enogastronomiques choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena”, al giovane ventenne lucchese Edoardo Coli (consegnano il premio Il Vice Presidente nazionale de la Chaine des Rotisserus Italia Bruno Peloi e la Chef Rotisseurs del Bailliage Toscana Francigena Najada Frasheri) diplomato in Master in Accoglienza e discipline gastronomiche con indirizzo “Maitre di sala”, per essersi distinto esemplarmente nei pori studi e nel conseguimento del massimo dei voti in sede di diploma. Il conferimento più partecipato è stato poi “Le Prix Spécial de Carrière en tant que personnage d’excellence choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena” al conduttore e regista televisivo Anthony Peth.

Premio Anthony Vincitore del David di Michelangelo nella categoria Spettacolo nel 2012, nel 2013 riceve un secondo David, conseguendo, con quest’ultimo premio, un piccolo primato. (consegna il premio la Consoeur Enrica Beatrice Amabilia, Bailli du Bailliage Chaine Asolo Montegrappa).  Mentre “Le Prix Spécial de Journalisme d’Auteur choisies par la Chaîne des Rôtisseurs – Bailliage Toscana Francigena” è andato a  Lorella Ridenti, direttore del settimanale Lei Style e del settimanale Ora,per la sua particolare tenacia, intraprendenza, determinazione e versatilità che l’avvicina allo spirito ed ai valori della Chaine (consegna il premio il Confrèr Matteo Gobbo Trioli, Vice Chargé De Missions du Bailliage Asolo Montegrappa e Presidente dell’Associazione Spirito Nuovo Venezia). A seguire è intervenuta la consegna delle targhe per Reconnaissance Particulière, per lo speciale contributo culturale, artistico e professionale conferito all’evento Chaine Autumnal 2018 – San Martino Gourmet, alla Prof. June di Schino; al Prof. Avv Emilio Petrini Mansi; al musicista e cantante Matteo Gobbo Triolo;  alla pittrice Mara Corfini; alla fotografa d’autore Alberta Puccinelli; al Garden Club di Lucca – Scuola SIAF, ed alla Scuola MADE – Management dell’Accoglienza e delle Discipline Enogastronomiche – Fondazione Campus, in collaborazione con Fondazione Palazzo Boccella di Capannori (lucca) – per il perfezionamento di diplomati nelle figure professionali protagoniste dell’ospitalità: addetto sala, cucina e organizzazione eventi/catering – Nella persona della Prof.ssa Enrica Lemmi, Direttrice Scuola MADE e Presidente corsi di laurea Fondazione Campus. Sono state infine conferite targhe di ringraziamento ai numerosi Sponsor tecnici dell’evento Chaine Autumnal 2018 – San Martino Gourmet organizzato dalla Chaine Toscana Francigena: Artimino spa, Scuola Made di Capannori, Antica Gastronomia, Tenuta Baron, Cantina Carmignano, Champagneria di Gaetano Gullì, Camera CC-ICRD, Garden Club di Lucca, Anisetta Rosati, Caonà, Mencarelli, Frolla, Ambrosia, Danhera Un appuntamento che si ripeterà ogni anno, con performance e contenuti di volta in volta diversi, per confermare il grande operato della Chaine Des Rotisseurs in Italia, decisa a divulgare la diffusione  della cultura della tavola, della convivialità, dell’amicizia senza confini e soprattutto del valore assoluto della diffusione e conoscenza dei saperi e sapori delle eccellenze dell’eno-gastronomiche nel nostro paese; valori sempre in linea con l’essenza e la missione della Confrèrie de la Chaine Des Rotisseurs: il piacere della tavola, dell’accoglienza ed il valore dell’amicizia.

Press: Le Salon de La Mode

VILLA ARTIMINO RESORT

Viale Papa Giovanni XXIII,1

59015 Artimino Prato (PO)

http://www.artimino.it

writer Gabriella Chiarappa

 

Annunci

Opening Maison Maria Laurenza : madrina Elisabetta Gregoraci

DSC_1118L’eleganza degli abiti della stilista Maria Laurenza, sfila sul pink carpet dell’opening party romano e incanta la Capitale

Elisabetta Gregoraci madrina d’eccezione per un Opening in grande stile, che ha catalizzato l’attenzione della Capitale sulle meravigliose creazioni made in Italy realizzate dalla brillante stilista campana.

 

Autentico bagno di folla per l’opening party della Maison Maria Laurenza, l’evento fashion dell’anno che ha letteralmente bloccato Via Cola di Rienzo, gremita di fotografi e giornalisti come ai tempi della dolce vita romana.

DSC_1133.Maria Laurenza, avvocato, giovane stilista e brillante imprenditrice campana, ha inaugurato ieri, 9 ottobre 2018, il suo secondo Atelier di alta moda e sposa, il primo nella Capitale. E lo ha fatto alla grande, con un evento che ha richiamato nella via dello shopping romano oltre 500 persone tra stampa, ospiti e personaggi del mondo dello spettacolo che hanno voluto celebrare questo importante momento di rinascita per la moda a Roma.

Su un elegante tappeto rosa, che si sviluppava dalla strada fino all’interno dei prestigiosi spazi dell’Atelier, hanno sfilato i meravigliosi abiti da sposa e da cerimonia realizzati dalla stilista con il proprio ufficio stile, capolavori del made in Italy nei quali Maria Laurenza ha saputo magistralmente fondere la modernità del design e la tradizione sartoriale tramandata da generazioni di donne ed imprenditrici nel mondo del wedding.

Le deliziose modelle li hanno indossati, affascinando i numerosissimi ospiti, in una atmosfera incantata realizzata dalla famosa event planner Cira Lombardo, tra spettacolari cornici floreali e suggestivi allestimenti scenografici, esaltati da sapienti giochi di luci che hanno accolto ed emozionato gli ospiti fin dall’ingressDSC_1074o della Maison.

Tra le prelibatezze di un delizioso cocktail, concluso con un squisito dolce alle fragole, nell’atmosfera musicale creata dalla fashion deejay Isa Iaquinta, un tripudio di scatti fotografici e condivisioni social ha accolto l’arrivo dei numerosi personaggi che hanno posato al photo-call con la stilista che sfoggiava un elegantissimo abito bianco in cui il candore esaltava la dolce attesa del suo secondo bimbo.

Tra questi la madrina Elisabetta Gregoraci, Milena Miconi, Janet de Nardis, Vincenzo Bocciarelli, Craig Warwick, Pino AmmendolaGuglielmo Giovanelli Marconi, Irene Bozzi, Yosmany Larrea, Yaneska Lanbert, Gisela Lopez, Ilian Rachov e Stefania de Pincher, rapiti dalle stupende creazioni realizzate con pregiati tessuti italiani, attraverso sapienti costruzioni artigianali, in una filiera produttiva completamente Made in Italy, dal design alla finitura, nel rispetto della tradizione sartoriale del nostro Paese, leader mondiale per la produzione di abiti da sposa di alta qualità.

I preziosi cadeaux realizzati per l’occasione da Emò Italia sono stati il gradito omaggio con il quale Maria Laurenza ha salutato gli oltre 500 ospiti di questa indimenticabile serata che ha avuto la consacrazione istituzionale dalla dr.ssa Daniela Spinaci, intervenuta a nome del Primo Municipio di Roma Capitale.

Il valore del Made in Italy di Angela Bellomo veste “Il Mondo delle Donne”

43006400_1132087116954027_2885427860598685696_o (1)

Un vero trionfo per la mostra “Il mondo delle donne”, che è stata inaugurata il 30 settembre presso la Chiesa di S. Ambrogio a Cantù (Como), durante il Festival del Legno.

La mostra curata e prodotta dall’Associazione “RussiA Como” e dalla rivista italo-russa “Ozero Komo” , gli scatti realizzati  dal fotografo Herman Koval (Production – Shoroh Gang).

Questi splendidi scatti, raccontano la vita delle donne che il destino ha portato lontano dalle loro radici, e che nonostante gli ostacoli della vita hanno raggiunto con successo i loro obiettivi a livello professionale e personale, grazie alla loro passione e visione globale del mondo. Le protagoniste 10 Donne straordinarie che hanno dimostrato al mondo la loro forza attraverso gli obiettivi raggiunti, dieci storie diverse, ma con un comune denominatore “la forza delle donne”.

Ospite d’onore della mostra “Il mondo delle donne”, la stilista Angela Bellomo, parte attiva del progetto, visto che molti dei suoi capi sono stati indossati per la realizzazione della mostra, pluripremiata ed ambasciatrice del made in Italy, i suoi capi di alta sartoria rappresentano la vera eccellenza italiana, la stessa dichiara – Voglio continuare a battermi per rendere viva la nostra tradizione che da sempre ci viene riconosciuta in tutto il mondo –

Numerosi ospiti da tutta l’Italia e dalla Russia hanno partecipato alla serata piena di sorprese, valorizzata da speciali performance e interviste a seguire con l’inviata Gabriella Chiarappa di RomeFashionTv.

La mostra è stata abilmente raccontata dall’editore della rivista “Ozero Komo” Tatiana Rykoun, menzionando le persone coinvolte tra cui la presidente dell’Associazione “RussiA Como” Natalia Brusentsova, che ha ricordato gli altri progetti della «RussiA Como» ringraziando il Comune di Cantù per la collaborazione. A seguire la curatrice della mostra Angelica Kozlova ha presentato le protagoniste: 10 donne magnifiche, forti, intelligenti e piene di talento. Tutte presenti all’inaugurazione, nonostante gli impegni, (tranne tre assenti per motivi personali).  Olga Strada – direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Mosca. Beatrice Venezi – direttore d’orchestra, pianista e compositrice. Ludmilla Radchenko – pittrice, art designer, ex modella e attrice. Irina Gerasimenko – la presidente della storica squadra di pallacanestro e business woman. Olga Romanko – soprano, cantante lirica di fama mondiale. Irene Muscara’ attrice italiana che recita in russo e porta la sua arte nei pù grandi teatri di Mosca. Anna Olkhovaya – la ballerina russa del Teatro alla Scala, insegnante, coreografa che ha sorpreso il pubblico con una performance straordinaria per l’occasione. Un messaggio solidale giunge da coloro che per motivi improrogabili non ha potuto presenziare: Natasha Stefanenko attrice, show girl, modella, Olga Sorokina, l’avvocato, madre di ‘8 figli e business woman e Irina Stigler allevatrice di cavalli arabi, giudice internazionale e organizzatrice dei concorsi di cavalli. Grande l’entusiasmo che ha riscosso nei visitatori, un ambiente decisamente unico una Chiesa seicentesca ed una grande atmosfera dove ammirare le splendide gigantografie, le interviste, i video e gli oggetti del cuore di queste donne come simbolo della loro personalità, un viaggio che racconta  le sfide della donna di oggi, in un mondo globalizzato, dove loro eterne protagoniste sono in grado di portare la loro cultura oltreoceano.

Tra gli sponsor tecnici : l’atelier di hairstyling Revolution Hair. TABU, Accademia di Belle Arti Aldo Galli – IED Como, Mondovisione, Arsagome, Caffecchio Living Bar, Astoria Wines, Salumificio Cacciavillani, La Maison de Marie, Anna_makeuplakecomo, Irina Shkolnaya, Copisteria Canturina.

Patrocinato dal Comune di Cantù, Teatro Teatro San Teodoro

La mostra successivamente si sposterà a Torino, Verona e Roma per poi proseguire per la Russia. Woman’s in world “Il Mondo delle Donne”

Gabriella Chiarappa

L’ABITO PROFESSIONALE DIVENTA GLAM E SFILA IN PASSERELLA A MILANO

Foto Laura Bottomei CON LA STILISTA LAURA BOTTOMEI L’ABITO PROFESSIONALE DIVENTA GLAM E SFILA IN PASSERELLA A MILANO

‘FASHION ART and MORE’ – Milan Fashion Week

24 Settembre 2018 – Ore 18.30

FiftyFive 55, Via Piero della Francesca, 55 – Milano

Fashion Art and More Milano

Portare le esperienze della moda nel mondo della ristorazione e dell’ospitalità per vestirne identità, immagine, format di ultima generazione e tutto il personale di riferimento. Nascono così abiti professionali unici, che baipassano la tradizione delle divise, trasformandole in capi dallo stile innovativo e ricercato, in grado di coniugare la praticità e la funzionalità delle attività con l’eleganza, lo stile tessile e sartoriale del Made in Italy in una fusion tra fashion e food.

Black&White Collection - Foto ©Angelo Cricchi

Promotrice di questa rivoluzione che mixa Fashion&Food è Laura Bottomei, stilista del brand Circuito da Lavoro che così realizza sei collezioni una selezione delle quali sfilerà per la prima volta in assoluto il 24 Settembre 2018 alle 18.30 durante l’ottava edizione dell’International Luxury EventFashion Art and More, organizzato da Sabrina Spinelli Wellness for You® evento nella Milano Fashion Week. Una serata esclusiva che riunisce brands e artisti internazionali in un connubio di arte, moda e design.

Una vita e una storia familiare tutta all’interno del tessile e dell’abbigliamento, poi a Circuito da lavoro brand giovane e innovativo per vision e creazioni, Laura Bottomei che oggi collabora anche con il Gambero Rosso, porta in passerella un progetto creativo “non convenzionale”. Proposte stilistiche professionali al passo con l’evoluzione veloce ed esponenziale dei settori della ristorazione e dell’ospitalità in cui l’innovazione è una prerogativa quotidiana.

Linee che ridefiniscono e valorizzano le figure uomo/donna, tessuti scelti tenendo presente le molteplici declinazioni del food in cucina ma anche in sala. Spazio, dunque, all’eleganza con la collezione ‘Black&White’: semplice e minimal per ambienti dove è il cibo il grande. Qui anche la Cover Chef giacca da chef ideata per essere rinnovabile con le diverse cover disponibili premiata ad Host Milano 2017 con il Premio SMART Label per il miglior prodotto innovativo.

Terra&Sapori Collection - Foto ©Angelo Cricchi

In linea con le contaminazioni culturali gastronomiche, le Giacche Coreane che si evolvono in lunghezza sotto al ginocchio, permettendo movimenti più liberi. La ‘Terra e Sapori’, omaggio all’Italia con i colori della terra e dei suoi frutti, austera ed elegante di allure bon-ton. Largo allo scozzese ‘Kilt’ per gonne, pantaloni, t-shirt e copricapo, o ai grembiuli a quadretti stile ‘Contadino’ ora un vero e proprio abito comodo e pratico. Comfort e design nella ‘Ristosport’, per un trend giovane che sceglie la comodità di una felpa, una tuta o un poncho come abito da lavoro ma anche attenzione all’ambiente e al mondo Veg con la ‘100% Natura’ in puro lino e corda in cotone.

Una rivoluzione dello stile in cucina fortemente ‘esclusiva’ che mantiene salde le caratteristiche per svolgere il proprio lavoro ma senza rinunciare allo stile. Ricerca, innovazione e qualità per creazioni uniche nel loro genere, espressione di gusto, bellezza ed eccellenza del Made in Italy.

Per informazioni, richiesta materiali e interviste:

COMUNICAZIONE & UFFICIOSTAMPA
FRANCESCA NANNI

ufficiostampa@nannimagazine.it

LA PITTRICE ESTER CAMPESE SFILA PER FABIANA GABELLINI

IMG_0928Sempre aperta a nuove esperienze e piena di vitalità Ester Campese, l’ecclettica pittrice romana i cui quadri hanno girato il mondo. Per  la serata dedicata alla III° edizione di “Arte & musica”,  kermesse ideata da Michele Spanò, la vulcanica artista è tornata alla vecchia passione del mondo della moda indossando un abito della stilista Fabiana Gabellini, in veste di sua testimonial. L’artista, infatti, in passato ha anche sfilato, creato abiti  e partecipato ad alcuni concorsi di bellezza.  La Campese, che ha dalla sua parte una forma perfetta unita ad un’innata eleganza, ha portato sulla passarella della manifestazione un abito  della sofisticata Fabiana Gabellini, creatrice di abiti Made to measure, i  cui tessuti sono lavorati ed impreziositi da opere d’arte dipinte che rendono l’abito unico e personalizzato. L’uscita della creazione ha aggiunto un tocco al già bellissimo spettacolo in una stupenda scenografia arricchita dalla luce di suggestive candele e da un trionfo di composizioni floreali.

La manifestazione che ha coniugato Arte, moda  e musica, è stata caratterizzata da un tappeto di colore verde che ha fatto da sfondo ai diversi stilisti ed artisti intervenuti all’evento, in una cornice estiva della movida romana durante la quale hanno dato il loro preziosissimo contributo  tantissimi altri Vip, dando così luogo ad un evento tra i più esclusivi dell’estate in fatto di eleganza, gusto e stile.

A fine luglio, tra i tanti riconoscimenti artistici già assegnati alla pittrice  Ester Campese,  il premio all’arte nell’ambito di “Palermo capitale della cultura 2018” proprio per i suoi meriti artistici.

Writer Sara Lauricella

IMG_0930

FASHION ON THE RIVER ed OBIETTIVO NO VIOLENCE alla banchina sul Tevere

received_10216907892353864Saranno le sponde del Tevere ad ospitare, il 2 luglio a partire dalle ore 20.00, Fashion on The River – moda, musica e sociale sulla banchina del Festival Poveri ma belli, la manifestazione dell’Estate Romana 2018 dove  musica, enogastronomia, spettacolo ed intrattenimento si fondono in un magico connubio, all’ombra di Ponte Vittorio Emanuele II a poche centinaia di metri da San Pietro e Castel Sant’Angelo. Il salotto di Ella Grimaldi e Sara Lauricella si apre ad una nuova iniziativa e ospiterà, in questa serata, un molteplice appuntamento. FASHION ON THE RIVER OBIETTIVO NO VIOLENCE, moda e impegno sociale quando l’unione diventa il punto di forza, è l’evento sul Tevere che si  fa promotore dei talenti emergenti della moda che raccontano con entusiasmo percorsi stilistici, guardando anche oltre i confini del fashion. In passerella per una sfida creativa e sociale le modelle del progetto fotografico itinerante Obiettivo No Violence di Michele Simolo, che attraverso i suoi scatti vuole dare voce ad un grande messaggio di solidarietà contro la violenza di genere, grazie al volto di donne e uomini del mondo dello spettacolo che gratuitamente hanno aderito all’iniziativa artistica sociale. Ideatrice e conduttrice della serata l’attrice pugliese Floriana Rignanese  che presenterà le collezioni di due stiliste: la pugliese Pasqua Pistillo e Sara Lumy dell’Accademia del lusso. Un progetto di stile dedicato a due talenti Made in Italy che proporranno abiti unici e femminili. Special guest il prof. Luca Filippone Spoleto Art Festival. La serata si accompagnerà a momenti musicali, con la cantautrice Angelita Puliafito con la promozione del suo brano “Ancora qui” in finale al prestigioso premio Mia Martini,  con un balletto realizzato dalle stesse modelle e una performance teatrale a cura di Marianna Petronzi, già precedentemente stata ospite applaudita della banchina. Chiude la serata il tanghero Sergio Tirletti con una sua travolgente esibizione. Un intreccio multi artistico tra moda e spettacolo per un grande messaggio: la moda non veste soltanto ma fa bene alle donne! Come sempre l’evento è gratuito ed aperto a tutti.

Per info ed aggiornamenti trovate la manifestazion su tutti i social, seguendo l’hastag #pmbfestival nella pagina  www.facebook.com/poverimabellifest/

Coordinamento stampa e sponsor media Sara Lauricella – differevent@gmail.com

 

 

PRESENTAZIONE ECCEZIONALE SUL TEVERE DEL LIBRO “DE CORE” CON LO STREET ARTIST INTERNAZIONALE MAURO SGARBI VENERDI’ 27 LUGLIO

LOCANDINA DE COREROMA – Un evento d’eccezione arricchirà la programmazione dell’Estate Romana presso la banchina sul Tevere “Poveri ma belli” venerdì 27 luglio dalle ore 20.00, con la presentazione da parte dello street artist internazionale Mauro Sgarbi della graphic novel “DE CORE … il marziano è vivo e lotta insieme a noi” pubblicato da Edizioni il Galeone.

Un libro che ha una caratteristica particolare: sono otto storie, scritte ed illustrate dallo stesso Sgarbi insieme con altri 11 artisti, ambientate in altrettanti quartieri storici di Roma che poi danno il nome alla storia stessa. A fine presentazione ogni copia del libro diventerà una piccola opera d’arte personalizzata in quanto Mauro Sgarbi, oltre a scrivere la classica dedica, eseguirà sul momento un disegno sulla copertina interna del libro rendendolo unico.

Mauro SgarbiIl graphic book è stato scritto ed illustrato a più mani insieme con Enrico Astolfi, Er Pinto, Eltilf Pep, Croma (Claudia Romagnoli), Jump (Gianpiero Giorgio), Nigra Pica (Nicola Graziano Pica), Marco Bevivino, Aladin Hussain Al Baraduni,  Marta Bianchi, Andromalis, Mauro Sgarbi e  Yest.

La raccolta è la rivisitazione in chiave moderna del racconto “Un marziano a Roma” di Ennio Flaiano ed il personaggio chiave vivrà una storia completamente diversa da quella dell’originale vagando da un quartiere periferico all’altro della Capitale. Ogni quartiere è una storia di accoglienza o di intolleranza, uno specchio della società contemporanea raccontata dal questi bravissimi illustratori, fumettari, scrittori e street artist. “….Una favola sulla diversità. Un grido d’allarme che pagina dopo pagina vuole scuotere il lettore perché ‘siamo tutti marziani dentro’….”.

Noi treLa serata sarà condotta e moderata dalla giornalista Francesca Nanni, con l’intervento della “smoderata” blogger e co-direttrice artistica della manifestazione Sara Lauricella. Sul palco saranno letti ed interpretati stralci delle graphic novel che daranno lo spunto di discussione sugli argomenti. Anche il pubblico sarà chiamato ad intervenire sulle tematiche proposte, in una sorta di presentazione-dibattito animata e coinvolgente. E quale poteva essere ambientazione migliore del lungotevere, nella zona del Parco del Tevere proprio sotto Castel Sant’Angelo, che, grazie al progetto della manifestazione “Poveri ma belli” è stata strappata dal degrado e ridonata ai cittadini ed ai turisti.

Un libro Made in Italy, anzi Made in Rome, che ci darà l’opportunità di confrontarci su ciò che quotidianamente ci circonda. E’ piacevole ricordare che, nella parte sociale del progetto di riqualificazione della banchina, è compreso un percorso di inserimento lavorativo per dei ragazzi provenienti da una casa famiglia e per dei ragazzi di una cooperativa di reinserimento di personale extracomunitario. Tanti mondi che si incontrano su un piccolo tratto di Tevere… ed anche “Il Marziano” sarà lì con noi.

Per informazioni, accrediti stampa, richiesta materiali e interviste:

Coordinamento stampa e sponsor media Sara Lauricella

differevent@gmail.com

Per informazioni ed aggiornamenti seguite l’hastag #pmbfestival sui Social o curiosate nella pagina:

www.facebook.com/poverimabellifest/

Copertina De Core

L’intervista di #Differevent a Mauro Sgarbi, a cura di Sara Lauricella, tratta dal nostro reportorio