LA VIOLENZA INVISIBILE DELL’ASS. NO VIOLENCE AL TEATRO DEI DIOSCURI AL QUIRINALE

invito No Violence ufficiale

Sabato 14 ottobre a Roma presso la location istituzionale del teatro dei Dioscuri al Quirinale in Via Piacenza 1 alle ore 18,00, si terrà l’evento “La violenza invisibile” organizzato dall’Associazione “Obiettivo No Violence”. L’evento mira a sensibilizzare l’opinione pubblica al tema della VIOLENZA CONTRO LE DONNE. L’obiettivo primario di questo incontro è quello di sensibilizzare tutti coloro che non trovano il coraggio di denunciare. Secondo dati Istat una donna su tre al giorno d’oggi è vittima di violenza da parte delle persone a lei più vicine nel proprio nucleo familiare (mariti, compagni, ex, amici, ecc.) e molto spesso non si è in grado e si ha paura di recarsi nelle sedi opportune per poter denunciare ciò che si è subito. Il progetto “Obiettivo No Violence”, nato nel 2014 ed ideato dal fotografo romano Michele Simolo, si sviluppa in diverse fasi: la prima è la realizzazione di una campagna fotografica con pannelli in forex stampa B/N dimensioni 33×50 e la seconda è stata la realizzazione di un video fotografico con musiche esclusive di Nando Citarella. Molte attrici e personaggi di cultura hanno voluto aderire offrendo la propria immagine per realizzare questo progetto, la loro partecipazione è stata del tutto gratuita in relazione alla finalità dello scopo sociale e soprattutto no profit. Alcuni fra i nomi noti che hanno aderito al progetto “No Violence” e che parteciperanno all’evento troviamo: Valentina Pace, Loredana Cannata, Elena Ossola, Elisabetta Pellini,  Alma Manera, Jinny Steffan, Hoara Borselli, Metis Di Meo, Nadia Bengala, Dott.ssa Elena Parmegiani, Lucia Batassa, Andreea Duma, Graziano Scarabicchi, Fanny Cadeo. Presentano: Elena Parmegiani e Beppe Convertini. Elena Parmegiani è Direttore Eventi della Coffee House di Palazzo Colonna da oltre dieci anni, è laureata in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa presso la facoltà “La Sapienza” di Roma. Collabora con le riviste di moda Life&People International e Fashion in Town occupandosi di moda, arte e costume. Beppe Convertini  vanta una carriera di oltre trent’anni nel mondo dello spettacolo in qualità di attore e conduttore, recentemente ha partecipato alla missione umanitaria in Africa di “Terre Des Hommes” a sostegno dei bambini e dei rifugiati. Letture di Elisabetta Pellini, Lucia Batassa, Marianna Petronzi, Alma Manera – Performer Singer, Soprano, Actress, Dancer, Alessandra Miccichè e Kal Guglielmelli (ballerini televisivi, si sono esibiti persino al Teatro “La Fenice” di Venezia) in un balletto struggente tra Odio – Amore –Passione. Esibizione dei Big Soul Mama con Special guest Marcia Sedoc Gruppo Gospel che partecipa contro la Violenza sulle donne con 2 bellissimi brani Carlo Riccardi tra colori e fotografia per “Obiettivo No Violence” creerà, in tempo reale, uno dei suoi capolavori con il coinvolgimento dei presenti per dire No alla Violenza. L’evento inizierà con una tavola rotonda moderata dalla giornalista Sara Zuccari, Direttore di Velvet Magazine a cui parteciperanno psichiatri, criminologi, psicoterapeuti quali: Dott. Marco Cannavicci – Psichiatra e psicoterapeuta, Dott.ssa. Maria Gaia Pensieri – Sociologa investigativa, Dott. Domenico Giuseppe Bozza – Psicologo e consulente in sessuologia clinica, Dott. Francesco Cifariello – Psicologo clinico, Dott.ssa Livia Capezzani – psicologa psicoterapeuta, Avv. Loredana Carrillo – pubblico ministero onorario Procura di Roma. L’evento ha già ottenuto il patrocinio dell’Ordine Provinciale degli Psicologi di Roma. Ai partecipanti è offerto uno spazio di riflessione e di discussione critica e costruttiva, in cui potersi esprimere e sentirsi parte attiva. L’associazione Obiettivo No Violence è apolitica, non segue scopi religiosi e non ha finalità di lucro. Essa si propone di promuovere e favorire in Italia attività di incontro, culturali, convegni ed eventi artistici con lo scopo di promuovere azioni volte ad un cambiamento culturale nei riguardi del fenomeno della violenza sulle donne. Gli scatti fotografici vengono presentato per la prima volta durante l’estate del 2014 presso lo spazio cinema dell’isola Tiberina. Sono innumerevoli gli eventi a cui è stato presente il progetto, fra questi: il Festival dei Corti Internazionali presso la Casa del Cinema nel 2015, la trasmissione “State Comodi” a Canale 10 per ben 2 puntate, all’ Isola Tiberina il 2 agosto, alla Casa del cinema di Villa Borghese, all’Aquila con la Polizia di stato, al Carcere di Regina Coeli il 25 Novembre scorso, presso lo Spazio Elsa Morante durante l’estate Romana, al Teatro dei Dioscuri al Quirinale, al Senato in occasione di un convegno contro la Violenza sulle donne. Ad oggi vari canali stampa si sono occupati di “No Violence” quali emittenti radio e magazine on line e cartacei. Ad ogni presentazione vengono invitate personalità esperti di materie giuridiche, criminologi, psichiatri ed ospiti legati al mondo dello spettacolo per dare giusta visibilità all’evento. Stiamo quindi cercando il sostegno di tutti coloro che credono in questa giusta causa per condividere con noi questa missione. L’obiettivo primario è quello di poter aiutare quelle donne che non hanno più la possibilità di difendere la propria dignità di donna. Si ringraziano gli sponsor tecnici Teatro dei Dioscuri al Quirinale, Egeria, Oro Oro, I sentieri di Bacco, Omina Romana, Via Roma Gioielli, Josè &Giò di Maison Lombardi, Gioielli D’Autore di Massimiliano Facchini, Fragranika,  Stella Vintage Store,  Antica Pasticceria artigianale Napoletana Lpa.

 

Annunci

“LE DISSOLUTE ASSOLTE” AL TEATRO ARCILIUTO

LeDissoluteAssolte_09102017

Teatro Arciliuto
Piazza Montevecchio, 5 – Roma

Dal 9 al 19 Ottobre 2017 ore 20:30
Il Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì (date: 9, 10, 11, 12, 16, 17, 18, 19)

Le Dissolute Assolte
(ovvero le donne del Don Giovanni)

Uno spettacolo ideato, scritto e diretto da Luca Gaeta

Con Lucia Rossi, Valentina Ghetti, Nela Lucic, Priscilla Micol Marino, Annamaria Zuccaro, Licia Amendola, Adele Perna, Giulia Morgani, Martina Palmitesta, Glenda Canino, Raffaella Paleari, Giada Colafrancesco.

Con la partecipazione straordinaria di Marco Giustini.

Costumi Laura Di Marco
Organizzazione Federica Di Stefano
Foto locandina Christopher Alvarez-Hnks
Produzione KILL THE PIG

Le Dissolute assolte_2

Dopo il successo nelle repliche nazionali che segue dal 2012 “Le Dissolute Assolte” tornano a Roma per una serie di date in uno spazio davvero evocativo: il Teatro Arciliuto, denso della sua storia e con forti richiami alla musica, molto calzante per la figura del Don Giovanni tramite l’opera di Mozart/Da Ponte. In questa occasione verrà presentato lo Spettacolo nella sua versione integrale e con nuovi personaggi.
Le Dissolute Assolte sono le donne che il Don Giovanni ha conquistato, usato, tradito, ingannato, ma la loro forza è l’ironia, la poesia, la grazia, la purezza, la sensualità, la capacità di sognare un sogno più grande… quello di essere donne.
Racconteranno la loro storia ancora, ancora, ancora, ancora… a memoria di tutti quei Don Giovanni ormai decaduti.Le Dissolute assolte_1

LE DISSOLUTE ASSOLTE 
(ovvero le donne del Don Giovanni)
Dal 9 al 19 ottobre, il Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedi
Date: 9, 10, 11, 12, 16, 17, 18, 19
Con Lucia Rossi, Valentina Ghetti, Nela Lucic, Priscilla Micol Marino, Annamaria Zuccaro, Licia Amendola, Adele Perna, Giulia Morgani, Martina Palmitesta, Glenda Canino, Raffaella Paleari, Giada Colafrancesco, e la partecipazione straordinaria di Marco Giustini.
Costumi Laura Di Marco – Organizzazione Federica Di Stefano – Foto locandina Christopher Alvarez-Hnks – Produzione KILL THE PIG


Dalle ore 20.30 ingresso Euro 20,00 con consumazione. Si consiglia la prenotazione

Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è consigliabile la prenotazione; mail info@arciliuto.it / sms & calls mobile +39 3338568464 / teatro tel. 06 6879419 (ore 18-22)

***

Sinossi
Nell’atmosfera inquietante di una festa oscura, tra maschere e mantelli neri si consumerà un party dai riti orgiastici. Un Teatro che si trasforma in una casa chiusa dove abitano le donne che Don Giovanni ha reso immortali, inserendole nel suo famoso catalogo; qui raccontano le loro storie di seduzione. Un onirico locale notturno, dove, come un “fool”, il servo Leporello accompagnerà divertito il pubblico tra sensuali corpi nudi, diabolici suoni di violino, fumi di candele e alcool, da cui uscirà dopo aver bevuto e cantato fino all’alba.

Note di Regia
In un Teatro che diventa una casa chiusa piena di sensualità e mistero, ci sono le donne sedotte dal Don Giovanni: figura che non rappresenta solo la seduzione dell’uomo che mira alle donne e poi se ne libera, ma anche dell’essere umano che vuole assecondare i propri piaceri senza pensare ad altro, affondando sempre più nel vizio, anche a scapito della morale. Queste Donne decidono di “chiudersi” in un convento di amletica memoria, un oscuro bordello in cui “espiare” la propria dissolutezza. Si racconta la loro storia e il loro incontro con il Don Giovanni, come un percorso a ritroso nel cuore di tenebra dell’uomo…

 

Il Regista
LUCA GAETA. Lavora come aiuto-regia in QUESTO AMORE con Laura Lattuada, ALICE con Romina Mondello, ORLANDO IN LOVE con Lorenzo Lavia. Ha curato la regia di commedie come CENTRAL PARK STATION di Woody Allen, nel 2012 progetta uno spettacolo dal titolo le DISSOLUTE ASSOLTE (ovvero le donne del Don Giovanni). Ha diretto lo spettacolo CUORI DI DONNA (2013) con Tosca D’aquino, Iaia Forte, Michela Andreozzi. Nel Maggio 2013 debutta con il primo capitolo della futura trilogia scrivendo e dirigendo CONFESSIONI DI UN BURATTINO SENZA FILI (vincitore del premio MARTELIVE 2014) con Salvatore Rancatore e Fefo Forconi, nel 2014 e 2016 da vita al secondo e terzo capitolo rispettivamente con #ALTROKESUPERMAN e R.I.P. Ritorno in platea. Nel 2017 dirige il suo primo lavoro sul regista tedesco Rainer Werner Fassbinder – FASSBINDER/VON KANT che aprirà un ciclo sulle opere dell’autore. Viene selezionato al FRINGE FESTIVAL di ROMA con lo spettacolo LA GABBIA DI CARNE che ha scritto e diretto per l’attrice Valentina Ghetti. Nel 2015 scrive e dirige HAMLETOPHELIA con gli attori Massimiliano Vado, Salvatore Rancatore, Federica Rosellini. Dal 2014 inizia a lavorare anche come autore e sceneggiatore per il cinema e la TV.

ULTERIORI INFO SUL SITO UFFICIALE DEL TEATRO:
http://www.arciliuto.it/it/programmazione/spettacoli/549-le-dissolute-assolte.html

Contatti Evento:

Teatro ARCILIUTO
Piazza Montevecchio, 5
00186 Roma (Italy)
Tel. +39 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)
– mobile 333 8568464 (calls&sms)
info@arciliuto.it
http://www.arciliuto.it/

SEGNALI “BESTIALI” : COME SI FANNO CAPIRE I NOSTRI ANIMALI

gatti ciotoleDalla cuccia alla ciotola : gli animali comunicano anche se non parlano. Anche da lì si vede la salute. Le cose da non trascurare secondo l’Ordine di Medici Veterinari di Roma e provincia gatti
Saper riconoscere i sintomi dei propri animali è importante sia per capire la loro corretta qualità di vita che la presenza di eventuali malesseri. Mancanti del dono della parola i nostri amici a quattrozampe faticano a comunicare disagi, indisposizioni o qualsiasi genere di malore e quindi come individuare i campanelli di allarme? Ecco le cose importanti da non trascurare secondo l’Ordine dei Medici Veterinari di Roma e provincia. Di certo possiamo imparare ad osservare con più cura i loro atteggiamenti e verificare in primis il loro rapporto con il cibo e l’acqua. Occhio, quindi, alla ciotola perché può indicarci una silenziosa richiesta di aiuto se mangiano poco o bevono troppo. L’inappetenza cronica o improvvisa è infatti, il primo segnale in grado di evidenziare una sofferenza, così come una ripetuta e costante necessità di bere. 24 ore di mancato appetito possono anche voler significare un problema di salute. Altri sintomi a cui a volte non diamo molta importanza sono poi considerevoli perdite di peso o peli in massiccia quantità in alcune zone o forme di stanchezza letargica che, soprattutto, per i gatti potrebbe sembrare normale dato che la maggior parte del loro tempo lo trascorrono schiacciando lunghi pisolini. Se però il felino è particolarmente pigro, non ha molta voglia di giocare o uscire ma preferisce esclusivamente sonnecchiare oppure il cane non risponde ai richiami, ai fischi, non viene più a salutare l’ingresso del proprietario, è buona prassi consultare un veterinario, così come negli altri casi citati. Anche una banale tosse può nascondere insidie, tra cui difficoltà di respirazione o scompensi cardiaci. Il controllo periodico di bocca, naso, orecchie e la pratica di palpeggiare delicatamente la pancia, per valutare possibili tensioni muscolari, potrebbero darci indizi. I cani e i gatti anziani necessitano, invece, di controlli periodici e magari anche analisi del sangue e delle urine. I problemi più comuni degli animali anziani sono infatti simili ai nostri: rallentamento della digestione, stipsi, minore efficienza del sistema immunitario, cataratta o improvvise cecità, patologie a cuore, polmoni e reni. Se è vero che la vita media dei nostri amici si è allungata è anche vero che dopo i 9 anni è importante un consulto con un medico veterinario per prevenire problemi più gravi.

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

 

ROMA FRINGE FESTIVAL TRA TEATRO, INSTALLAZIONI, CINEMA, MUSICA E …

roma fringe 2017

Roma Fringe Festival 2017
Il programma dall’11 al 16 settembre

 

Provocazioni, Teatro Civile, Teatro di Figura e Puppet, Classici, Perfomance e Installazioni visual con 16 compagnie da tutta Italia, Gran Bretagna, Svizzera e Irlanda per 8 differenti spettacoli a sera

 

E poi ancora
Cinema con Gabriele Mainetti, il regista visionario di Lo chiamavano Jeeg Robot con ospiti a sorpresa

Musica con Spaghetti Unplugged

 

Prosegue con un’incursione nel cinema e nella musica il Roma Fringe Festival che, oltre a proporre 16 spettacoli in concorso anche per la settimana che va dall’11 al 16 settembre, per sabato 16 a partire dalle ore 22.30 vedrà anche uno dei artisti del momento, il regista visionario di Lo chiamavano Jeeg Robot, Gabriele Mainetti presentare i suoi cortometraggi più premiati con ospiti a sorpresa (Palco A), e sempre alle 22.30 sul Palco B i live di Spaghetti Unplugged in una speciale “trasferta Fringe”.

 

Nel segno del contemporaneo tra provocazioni politicamente scorrette, teatro civile, teatro di figura e puppet, classici e installazioni, dall’11 al 16 si continuerà anche a chiamare a raccolta il già fedele pubblico teatrale – e non solo – con un’offerta sempre ampia: 16 compagnie da tutta Italia, Gran Bretagna, Svizzera e Irlanda per 8 differenti spettacoli a sera.

 

Programma dettagliato su: www.romafringefestival.it

Spettacoli in scena al Roma Fringe Festival dall’11 al 16 settembre

 

La Rivoluzione delle Sedie di Massimiliano Aceti, regia di Matteo Nicoletta Barbara Alesse CommediaCome ci si comporta con un paraplegico arrogante e prepotente? Siamo in un ufficio del supermercato Eurospin. “La rivoluzione delle sedie” attraverso un turbine di ritmo e divertimento, svela l’ipocrisia del senso di colpa dei normodotati nei confronti dei disabili e verso chi vediamo diverso da noi.

 

Questa è casa mia Compagnia Sasiski! di Alessandro Blasioli Teatro Civile. Il racconto della storia vissuta da una famiglia aquilana, i Solfanelli, in seguito al terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo il 6 Aprile 2009; la storia di un’amicizia, travolta anch’essa dalla potenza della natura e dall’iniquità dell’uomo. Il monologo è il naturale prosieguo del corto teatrale “A Vostra completa disposizione!”, vincitore di diversi premi e riconoscimenti.

 

Da Otello Scritto ed interpretato da: Lorenzo Caldarozzi, Alberto Fumagalli, Federico Gatti, Alice Hardouin Bertini, Francesco Massaro, Silvia Parasiliti Collazzo  Commedia / Classico Otello è il proprietario di una trattoria, con lui c’è Desdemona, la sua incantevole compagna. Tra soffritti, polpette e mollichine di pane, si cucinerà una storia di sospetti, invidie e gelosie. Una saporita rivisitazione dell’Otello shakespeariano, genuina e senza olio di palma.

 

Giorgio Garofoli/Nexus Teatro di parola, performance e installazione in una Terni, fine del millennio. Giuseppe ci racconta il suo rapporto col padre. In bilico fra epopea e ricerca d’archivio, riesamina un’infanzia fatta di sale giochi e battute di caccia, Roger Rabbit e film di Schwarzenegger. Poi l’adolescenza e il declino della Terni post-industriale che puntava tutto sul cinema e il volo.

 

Barocco Shocking Street Mestieri Misti di Clio Gaudenzi, Francesca Montanari Commedia. Un girotondo di sketch di ordinario delirio compongono un variegato affresco di scene di vita realmente accadute e che continuano ad accadere. Vi preghiamo di non giudicare, ma di tentare di vedere, al di là dello squallore, la poesia della miseria umana.

 

Il tempo è fermo Roma di Pierpaolo Buzza e Dario Folchi Dramma Romantico Onirico Un dramma romantico originale e ricco di colpi di scena…

 

Aspettando una chiamata di Matteo Cirillo Monologo brillate Ridere sull’attesa del “lavoro della vita” delle giovani generazioni. Un ragazzo aspetta fiducioso una chiamata che faccia valere questo suo diritto. “Il vero lavoro è saper attendere” Nell’attesa spesso si è da soli, nella solitudine o ritrovi te stesso oppure ti perdi; nell’attesa i pensieri prendono vita, nell’attesa la speranza è l’ultima a morire.

 

Opera Panica DoveComeQuando Compagnia Teatrale di Pietro Dattola Commedia surreale. Tre generali si contendono un soldato, una donna insegue le richieste del suo uomo, una certa storia non va raccontata. “Il culmine di un teatro che coniuga l’incanto magico della scrittura e le immagini surrealiste” (Multiversi.info)

 

SISTER(s) – miraggio su strada qualunqueexvUoto teatro di Andrea Dellai regia di Tommaso FranchinCommediaUna zona remota. Una civiltà in stato confusionario e razzista. Bruno lavora alla stazione di benzina di famiglia insieme ad Allison, sua sorella. Che succede se una notte Bruno apre il frigo e ci trova dentro la Madonna, un po’ alticcia per di più, che gli intima di farsi suora?

 

S Y R I U S Rosebuds (Dublino)regia di Karen Killeen  Performance art La storia di Rasha, una giovane donna siriana costretta a lasciare il proprio paese per trovare rifugio in Europa. La vicenda viene narrata tutta attraverso il movimento e una colonna sonora che segue ogni fase del viaggio.
HLa Crisalyde  di Vania Castelfranchi, Matteo Paino e Claudia Marsico regia di Vania Castelfranchi  Monologo Un famoso primario dalla florida carriera ospedaliera il cui vero nome non verrà mai pronunciato, all’improvviso viene declassato ad archivista. Spezzata la sua identità vengono alla luce le sue frustrazioni, dalle quali riesce a trovare un apparente sollievo costruendosi un amico fantoccio.

 

The Conductor LA COMPAGNIE DES DIVINS ANIMAUX (United Kingdom)
di Mark Wallington and Jared McNeillDramma. Nel 1941 la città di Leningrado viene messa sotto assedio. Durante i bombardamenti, un compositore lavora al completamento della sua sinfonia per la gente. La vera storia del suono che sollevò l’intera città, e di come l’arte ispirò le persone a rinnovare la fede nella loro dignità e nella propria forza.

 

GOOSELa Cavalcade En Scène Neuchâtel (Svizzera)
regia di Ladislaja PietrangeliCommedia – Estratto di spettacolo per tutte le età. Protagoniste di Goose, maschere larvali da noi costruite, inserite in una gimcana tragicomica tra gli enigmi della vita: miseria o miracolo? Un presentatore senza testa, un bambino, una donna, un uomo. Uno sguardo assurdo e a tratti toccante sull’inquieto umano vivere.

 

A Sciuquè Malmand Teatro/i Nuovi Scalzi di Ivano PiccialloDramma. Il luogo dove vive l’azione scenica è uno spazio vuoto, colorato da una sparuta presenza di abiti sul fondo. Luci e ombre guidano lo spettatore a prender parte al viaggio inconsapevole di Nicola, alla ricerca di una risposta all’ormai ossessiva domanda, che forse gli ha cambiato la vita: cos’è il gioco?

 

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e si svolge con il Patrocinio delle Biblioteche di Roma, all’interno dell’Estate del Municipio II.

 

Appuntamento con il Roma Fringe Festival dal 30 agosto al 21 settembre a Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo). Ingr. gratuito, spettacoli 6 euro. Per i possessori di Bibliocard, ingresso 5 euro.

 

Media Partner: Periodico Italiano Magazine, Gufetto, Saltinaria, Media e Sipario, Persinsala, Recensito, La Platea, Roma Tre Radio – Radio ufficiale dell’Università degli Studi di Roma Tre”.

 

Per info e programma: www.romafringefestival.it

URBANA TEXTURE ALLO SPOLETO FESTIVAL ART

 

FB_IMG_1504773276175

Un intenso dialogo tra Fotografia e Pittura: questo e’ il concept della exhibition artista “URBANA TEXTURE” – storie soggettive di città – che si disvelera’ al pubblico all’interno dello Spoleto Festival Art il prossimo 22 Settembre presso la Galleria Pianciani.

La curatela critica e’ dela storica dell’Arte Loredana Finicelli, che cosi accenna a questo confronto interessante:

“Nulla, come la città, è l’espressione di una memoria tangibile, il punto nel quale il passato e il presente si intersecano prefigurandovi una certa idea di futuro. Quando la città è quella del centro Italia poi, la storia sembra farsi materia, e il passato si riverbera sulle mura, sui merli e sui bastioni, su vicoli e viottoli che serbano il crisma di una civiltà intera. Perché nulla, come la città, è plasmato dalla civiltà nel suo farsi, che sceglie accuratamente i suoi simboli religiosi e civili e, nella proprio nella città, identifica il luogo dei suoi rituali collettivi.IMG_20170907_103117

Spoleto è emblematica in tal senso”.  

La mostra Urbana Texture, che l’Associazione “Occhio dell’Arte” di Lisa Bernardini e la Finicelli propongono nell’ambito dello “Spoleto Art Festival”, rinnovando un gemellaggio proficuo e funzionante tra due protagonisti degli eventi culturali, pone al centro della sua iniziativa una riflessione artistica sul tema della città, indagata nelle sue mille sfaccettature, interpretazioni, e molteplici identità.

La formula non prevede solamente una mostra di pittura, ma promuove l’idea di un dialogo proficuo tra espressione pittorica e fotografia, con opere che colloquiano tra di loro e in qualche modo si relazionano contaminandosi.

Gli artisti in esposizione: Massimiliano Bartesaghi, Mara Brera, Marisa Cesanelli, Gionata Copparo, Lucio Freni, Alessandro Guerrini, Judith Offord, Marofeta, Emanuela Pisicchio, Cleofe Ramadoro, Leonardo Serafini, Paolo Veneziani.

La presentazione generale dello Spoleto Festival Art ed. 2017  avverrà sempre il prossimo 22 Settembre alle ore 16.30, ma al  teatro Caio Melisso di Spoleto.

 

Lisa Bernardini

Presidente Occhio dell’Arte

347 1488234       www.occhiodellarte.org

 

 

Nella foto, Luca Filipponi e Lisa Bernardini ; una immagine in mostra tratta dal lavoro “Geometrie Urbane” di Massimiliano Bartesaghi; la locandina della exhibition artistica URBANA TEXTURE

NUOVE FORME DI GENITORIALITA’ … SE NE PARLA AL GAY VILLAGE CON LA CIRINNA’

7settembre_NuoveFormediGenitorialitàGiovedì 7 settembre 2017

Amarganta Floor – h. 20.30

GAY VILLAGE FANTÀSIA

 presenta l’incontro su:

 NUOVE FORME DI GENITORIALITÀ

 intervengono:

la Senatrice Monica Cirinnà

 

l’Avv. Andrea Catizone, presidente Family Smile e blogger HuffingtonPost

Imma Battaglia del Gay Village

Modera Francesco Lepore di Gaynews.it

La Senatrice Monica Cirinnà, l’avv. Andrea Catizone di Family Smile, Imma Battaglia del Gay Village e Francesco Lepore di Gaynews.it, saranno i protagonisti del dibattito su Nuove forme di Genitorialità che si terrà sul palco del Gay Village il prossimo Giovedì 7 settembre alle ore 20.30.

 

Dall’acceso dibattito in Senato sulla stepchild adoption (o adozione del configlio), che portò nello scorso anno allo stralcio dell’ex art. 5 dal ddl sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso e convivenze di fatto, il tema della genitorialità continua a essere al centro di grandi attenzioni. Se ne continua a parlare con toni spesso infuocati soprattutto in riferimento a coppie same sex e ad alcune modalità per concretare il desiderio di genitorialità come la gestazione per altri. Nel mese di luglio si è poi sollevato un polverone con l’annuncio della creazione del Dipartimento Dem Mamme. Negli ultimi giorni, infine, il documento Famiglie, coppie, matrimonio, genitorialità, approvato dal sinodo valdese, ha mostrato quanto una tale tematica possa essere affrontata con lungimirante apertura anche in seno alle chiese cristiane.

L’incontro Nuove forme di genitorialità intende fare perciò un punto della situazione e avviare anche una riflessione sull’esistenza o meno d’un diritto alla genitorialità. Aspetto, questo, quanto mai importante dal punto di vista giuridico per verificare la sussistenza di un rapporto tra il diritto del minore (legislativamente previsto dall’ordinamento nazionale e dai trattati internazionali) ad avere una famiglia e quello dell’adulto ad avere dei figli.

 

 

 

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

Carla 338 4935947 carla@fabighinfanti.it – Roberta 340 2640789 savonaroberta@gmail.com

www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/

LE INTERVISTE DE “I RACCONTI DI FANTASIA” LUCA ZINGARETTI CHIUDE LA STAGIONE AL GAY VILLAGE

Sett_7_Luca Zingaretti _Gay VillageGiovedì 7 settembre 2017

Amarganta Floor – h. 22.00

GAY VILLAGE FANTÀSIA presenta

Per il ciclo d’interviste I Racconti di Fantàsia condotti da PINO STRABIOLI,

 LUCA ZINGARETTI

Ospite Speciale dell’ultimo appuntamento con i grandi protagonisti della stagione 2017

Nove i capitoli che hanno impreziosito il ciclo de “I Racconti di Fantàsia”, gli eccezionali appuntamenti con la cultura e con i grandi nomi accolti sul palco del Gay Village da un impagabile Pino Strabioli, che il prossimo Giovedì 7 Settembre ospiterà l’immenso Luca Zingaretti. Strabioli dà il benvenuto al poliedrico Luca Zingaretti, accolto nella locanda fantasy ricostruita nel Regno di Fantàsia, dove ad attenderlo ci sarà la drag singer Daniel Decò, accompagnata dal maestro Max Minoia al pianoforte, per un excursus nella sua vita, un viaggio nel suo lavoro e in ciò che più lo appassiona…

L’appuntamento con Luca Zingaretti verterà sul tema La fatica di essere liberi e vuole donare al pubblico una storia artistica che va al di là di quella televisiva che lo vede spopolare nei panni del famoso e amatissimo Commissario Montalbano.

Tra le tante passioni dell’attore romano c’è sicuramente il teatro e con la sua casa di Produzione Zocotoco, ha sostenuto progetti impegnati e coraggiosi che lo hanno visto protagonista, da La Sirena, dal racconto Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, alla pièce La Torre D’Avorio che racconta la discussa relazione con il regime nazista del grande direttore d’orchestra Furtwangler, fino ad arrivare a The Pride, centrato sul tema dell’identità. Ospite dell’incontro sarà l’attore Maurizio Lombardi per presentare il suo prossimo spettacolo Who i Biancaneve, in scena al Teatro Vascello a fine ottobre, altro progetto sostenuto da Zingaretti.

“I Racconti di Fantàsia” hanno ospitato nell’arco di questa stagione che si appresta a terminare il 9 settembre: Veronica Pivetti, Arturo Brachetti, Barbara D’Urso, Orietta Berti, Patty Pravo, Eva Grimaldi, Chiara Francini, Antonello Dose, con la cornice scenica ricreata da Roberta Savona, impreziosita dai video e dall’attenta regia di Manuel Minoia e con la direzione autorale di Christian Nastasi e la supervisione di Pino Strabioli.

UFFICIO STAMPA CARLA FABI ROBERTA SAVONA

Carla 338 4935947 – carla@fabighinfanti.it | Roberta 340 2640789 – savonaroberta@gmail.com

www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/