URLA DI DONNE INVISIBILI contro la violenza nella sede della LIDU

20181125_165936.jpg

URLA DI DONNE INVISIBILI
Mai più donne dimenticate. Diamo voce a tutte quelle donne invisibili vittime di violenza, testimonianze di grande coraggio e dignità ma spesso lasciate sole dalle istituzioni a combattere le loro battaglie per la giustizia. Questo il tema affrontato al convegno del 23 novembre 2018 presso la sede nazionale della Lega italiana Diritti dell’Uomo, un pomeriggio dedicato a quell’emergenza sociale che è diventata la violenza contro le donne.

L’evento organizzato dalla Commissione Donne e Parità e dalla pres. Maricia Bagnato Belfiore anima della manifestazione ha visto l’alternarsi di momenti molto intensi, caratterizzati da interessanti interventi moderati dalla giornalista Roberta Gisotti, Radio Vaticana. Tra i relatori: il Pres. Vicario Lidu  Eugenio Ficorilli, Maricia Bagnato Belfiore pres. Commissione Donne e Parità, Fausta Speranza de L’Osservatore Romano,  Claudia Corinna Benedetti Ambasciatrice di Pace UPF, la giornalista Tiziana Primozich, Ettore Lembo LaNotizia.net, Ella Clafiria Grimaldi, Insieme per l’Arte e Federica De Pasquale, Fidapa. Toccanti le testimonianze di due mamme vittime di violenza: Caterina Villirillo dell’associazione Libere donne di Crotone a cui hanno ammazzato il figlio davanti ai suoi occhi perché con la sua attività di denuncia dava fastidio, ma che continua ad andare avanti con determinazione e coraggio. E di Debora M. che ha raccontato della figlia stuprata e picchiata, massacrata nel corpo e nell’anima e del calvario e dello sfacelo della vita dell’intera famiglia. L’arte come strumento di speranza il messaggio contenuto nella lettura poi di toccanti poesie che, dal cuore delle autrici: Sonia Giovannetti, Laura Pingiori, Luciana Argentino, Raffaella Lanzetta, hanno creato un ponte con i cuori dei molti partecipanti che affollavano la sala fra i quali molte Pres.ti di Ass.ni che hanno condiviso questa grande iniziativa facendo rete ! Anche l’arte fumettistica scende in campo contro l’abuso sulle donne e lo fa attraverso un nuovo fumetto ideato ed interpretato dalla giornalista ed attrice Emanuela Del Zompo e presentato nel corso della manifestazione. Una coinvolgente performance teatrale di Marianna Petronzi giovane talento pugliese, ed una musicale, curata da Sara Lauricella di #Differevent e realizzata dalla cantautrice Aryan e il produttore Ezio Natale con il brano “Meno di niente”, ha concluso quest’articolato ed importante evento.
L’importanza della diffusione della cultura delle pari opportunità come strumento di contrasto alla violenza di genere resta la priorità della Commissione. La LIDU e la Comm.ne al riguardo saranno promotrici di iniziative mirate, volte a sensibilizzare le istituzioni a porre in essere concrete azioni per sostenere le famiglie i cui familiari siamo stati vittime di efferati delitti.

Ella Grimaldi

Annunci

LA LEGA ITALIANA DEI DIRITTI UMANI DI ROMA APRE LE PORTE PER IL CONVEGNO SULLA VIOLENZA SULLE DONNE

lidu-urla-di-donne-invisibili

Violenza: nella prestigiosa sede nazionale, nei pressi di Piazza Venezia a Roma, l’attivissima LIDU -Lega Italiana dei Diritti Umani attiva dal 1919- apre le porte per il convegno dal  titolo “Urla di donne invisibili Testimonianze di coraggio e dignità” promosso insieme con la Commissione Nazionale Donne e Parità, per offrire un momento di riflessione e di confronto sul tema e per richiamare l’attenzione sulle politiche di intervento e di prevenzione della violenza di genere. Venerdì 23 novembre, dalle ore 17.00, si assisterà agli interventi dei relatori istituzionali intervallati da alcune  testimonianze dirette e da momenti di poesia, musica e canto per manifestare il dolore della situazione reale ma anche la speranza e la ricerca di una soluzione e di un percorso educativo migliorativo. Il convegno, fortemente voluto dalla LIDU e dai tanti collaboratori del team, si incastona nella settimana dedicata alla tragica tematica ed in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. lidu presidenteInterverranno al Convegno, Il presidente d’Onore On. Alfredo Arpaia, Maricia Bagnato Belfiore, Presidente della Commissione Nazionale Donne e Parità, Claudia Corinna Benedetti, Presidente ONPS, Natale Fusaro Criminologo, Tiziana Primozich Presidente Ipathia; la dott.ssa Ella Clafiria Grimaldi Presidente Insieme per l’arte. lidu donne senza pauraModera i lavori, Roberta Gisotti, Radio Vaticana; modera il dibattito, Ettore Lembo, La notizia.net. Ascolteremo alcune importanti testimonianze di Caterina Villirillo, Fondatrice dell’associazione «Libere donne» a Crotone e mamma di Giuseppe ucciso a 18 anni davanti ai suoi occhi, nota per l’impegno verso le donne vittime di violenza, salvate dalla strada e dalla droga, ma lasciata spesso sola a combattere il malaffare e le ingiustizie, e di Debora  M. che racconterà la storia di sua figlia vittima di una violenza e abbandonata dalle istituzioni.  Anche l’Arte scende in campo contro la violenza di genere, attraverso le sue varie espressioni, si alterneranno con sussurri dell’anima e messaggi di speranza le poetesse: Sonia Giovannetti, Lucianna Argentino, Laura Pingiori e Raffaella Lanzetta  con letture di brani sul tema.

Screenshot_20181117-130944[1]

 

Presente l’Associazione #Differevent con la presidente Sara Lauricella ed un momento musicale realizzato dalla cantautrice Aryan e il produttore Ezio Natale.

Durante l’evento verrà presentato “Grunda, l’Angelo dalle Ali Rotte” il fumetto-cartoon contro il femminicidio ideato ed interpretato dalla giornalista e attrice Emanuela Del Zompo con la collaborazione della regista Annie Depardieu.  A chiusura una performance teatrale dell’attrice Marianna Petronzi giovane talento pugliese.  Importanti testimonianze che daranno voce al muro di silenzio che spesso blocca la parola alle donne, testimonianze dirette e coraggiose che suonano come un monito, mentre l’Italia è scossa da continue tragedie,  testimonianze di chi ha saputo trasformare la sofferenza in aiuto e impegno civile, al fianco di  altre donne, invitando tutte a non seppellire mai la propria dignità. Non potremo mai assuefarci all’orrore di gravissimi fatti di cronaca, c’è bisogno di condividere, creare una rete, c’è bisogno di parlare giacché il silenzio non salverà altre donne. L’evento affronterà ambiti diversi, da quello giuridico all’azione collettiva, con un particolare riferimento alla differenza di genere, e con l’obiettivo fondamentale di inserirsi in un percorso educativo sempre più capillare per debellare la terribile piaga sociale che stà condizionando il nostro vivere a tutti i livelli.

Ingresso libero

https://www.facebook.com/lidu1919/

GRUNDA PORTA LE ALI CONTRO IL FEMMINICIDIO ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA

ghost roma

Grunda l’angelo dalle ali rotte continua a presentarsi al pubblico: dopo la 75° Mostra del Cinema di Venezia, il fumetto a sfondo sociale  ideato, interpretato e prodotto da Emanuela Del Zompo con la collaborazione della regista Annie Depardieu,  approda alla 13° edizione della Festa del Cinema di Roma.

garsiaIl 26 ottobre  2018 è stato presentato un trailer del prossimo film in produzione presso la sala Arte (Lazio film Commission) dell’Auditorium Parco della Musica, durante la prestigiosa rassegna  Cinemadamare– Travelling Campus, che nelle sue 16 edizioni ha dato spazio ad oltre 300 registi e filmmaker per la promozione dello loro opere. Alla presentazione di Grunda, l’angelo dalle ali rotte, sono stati  presenti la regista Annie Depardieu, la protagonista e produttrice Emanuela Del Zompo, Roberta Garzia, Cristian Stelluti e vari altri volti che si sono prestati nella fase fotografica della creazione del cartoon in versione fotoromanzo e di cui è stato proiettato il trailer  di un corto di animazione tratto dal fumetto.

annieGrunda si prepara alla fase due di divulgazione della delicata tematica (il femminicidio) con la prossima edizione del cortometraggio, per il lancio della serie tv, la cui produzione dovrebbe iniziare nella primavera del 2019. Tanti i nomi importati di attori professionisti che sono già in lizza per l’originale iniziativa che, sarà divulgata anche  in diversi progetti di formazione scolastica e programmi specifici. L’attuale versione cartacea ha visto come set per i servizi fotografici le città di San Benedetto del Tronto, Montedinove, Ponte S. Angelo, Cimitero Monumentale del Verano, Gravina in Puglia, Castello di Conversano ed ha visto la collaborazione per i costumi femminili dell ‘Atelier Brutta Spose di Alessandra Ferrari.

pastedImage “Abbiamo già visto Grunda a Venezia, al Romics ed adesso alla Festa del Cinema di Roma e tutto in pochissimo tempo. Dove trovi l’energia per partecipare a tutte queste iniziative?” – “La trovo nella motivazione: sono molto presa dalla tematica del femminicidio – afferma l’ideatrice Emanuela del Zompo- e sono convinta che l‘approccio tramite il libro cartoon sia solo il primo  passaggio per le successive fasi di divulgazione del cortometraggio, prima, e della tv series poi. Sempre mantenendo il linguaggio del cartoon che ci permetterà di arrivare sia ad un pubblico adulto che ad un pubblico molto giovane”. Il Cartoon Book “Grunda, l’angelo dalle ali rotte”  è distribuito ed acquistabile su www.amazon.it.

Sara Lauricella

FASHION ON THE RIVER ed OBIETTIVO NO VIOLENCE alla banchina sul Tevere

received_10216907892353864Saranno le sponde del Tevere ad ospitare, il 2 luglio a partire dalle ore 20.00, Fashion on The River – moda, musica e sociale sulla banchina del Festival Poveri ma belli, la manifestazione dell’Estate Romana 2018 dove  musica, enogastronomia, spettacolo ed intrattenimento si fondono in un magico connubio, all’ombra di Ponte Vittorio Emanuele II a poche centinaia di metri da San Pietro e Castel Sant’Angelo. Il salotto di Ella Grimaldi e Sara Lauricella si apre ad una nuova iniziativa e ospiterà, in questa serata, un molteplice appuntamento. FASHION ON THE RIVER OBIETTIVO NO VIOLENCE, moda e impegno sociale quando l’unione diventa il punto di forza, è l’evento sul Tevere che si  fa promotore dei talenti emergenti della moda che raccontano con entusiasmo percorsi stilistici, guardando anche oltre i confini del fashion. In passerella per una sfida creativa e sociale le modelle del progetto fotografico itinerante Obiettivo No Violence di Michele Simolo, che attraverso i suoi scatti vuole dare voce ad un grande messaggio di solidarietà contro la violenza di genere, grazie al volto di donne e uomini del mondo dello spettacolo che gratuitamente hanno aderito all’iniziativa artistica sociale. Ideatrice e conduttrice della serata l’attrice pugliese Floriana Rignanese  che presenterà le collezioni di due stiliste: la pugliese Pasqua Pistillo e Sara Lumy dell’Accademia del lusso. Un progetto di stile dedicato a due talenti Made in Italy che proporranno abiti unici e femminili. Special guest il prof. Luca Filippone Spoleto Art Festival. La serata si accompagnerà a momenti musicali, con la cantautrice Angelita Puliafito con la promozione del suo brano “Ancora qui” in finale al prestigioso premio Mia Martini,  con un balletto realizzato dalle stesse modelle e una performance teatrale a cura di Marianna Petronzi, già precedentemente stata ospite applaudita della banchina. Chiude la serata il tanghero Sergio Tirletti con una sua travolgente esibizione. Un intreccio multi artistico tra moda e spettacolo per un grande messaggio: la moda non veste soltanto ma fa bene alle donne! Come sempre l’evento è gratuito ed aperto a tutti.

Per info ed aggiornamenti trovate la manifestazion su tutti i social, seguendo l’hastag #pmbfestival nella pagina  www.facebook.com/poverimabellifest/

Coordinamento stampa e sponsor media Sara Lauricella – differevent@gmail.com