SCUSATE SE PARLIAMO D’AMORE all’OFF/OFF THEATRE DI ROMA

scusateseparliamod'amore_offofftheatre_rid2Dal 15 al 20 gennaio 2019

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

scusateseparliamod'amore_offofftheatre_massimo poggio_rid“Arthea” associazione culturale

presenta

SCUSATE SE PARLIAMO D’AMORE

(il teatro nelle storie di Raymond Carver)

 

con Barbara Rizzo, Andrea Mitri e Letizia Sacco

e con la partecipazione di Massimo Poggio

 

drammaturgia e regia Alberto Di Matteo

 

Da martedì 15 a domenica 20 gennaio 2019, all’Off/Off Theatre va in scena Scusate se parliamo d’amore (Il teatro nelle storie di Raymond Carver), con Massimo PoggioBarbara Rizzo, Andrea Mitri e Letizia Sacco, per la regia di Alberto Di Matteo.

Due coppie di amici, al tavolo di cucina, con quattro bicchieri, una bottiglia di gin e una di soda; è giorno di festa, bevono e chiacchierano e non si sa come e perché cominciano a parlare d’amore. Ma, per parafrasare il titolo di un famoso racconto di Carver, di cosa parliamo esattamente e veramente quando parliamo d’amore? Questa, in sintesi, la situazione di partenza del nostro spettacolo. Di quel famoso racconto abbiamo fatto il punto di partenza e il contenitore di altre storie tratte dai testi dello scrittore americano. A pensarci bene, i personaggi di Carver vivono costantemente tale condizione: agiscono, parlano, raccontano a proposito di cose importanti, oppure di cose normali, semplici, quotidiane, perfino banali, ma sembrano sempre alludere, più o meno coscientemente, a ben altro, a qualcosa di più grande, misterioso, assoluto. E non manca mai un sottile senso di inquietudine, una vena strisciante di tensione, come se da un momento all’altro stesse per succedere l’irreparabile.

scusateseparliamod'amore_offofftheatre_rid

Ecco allora che si spiega il senso della nostra scommessa: cercare, attraverso il nostro lavoro, il teatro nelle storie di Raymond Carver; una teatralità tutta contemporanea, quasi beckettiana, che ha dei tratti inquietanti, ma che contiene anche un imprevedibile e anomalo umorismo. I racconti di Carver si situano in quell’orizzonte che è anche il nostro, quello di esseri umani del 21° secolo, quello della quotidianità, della vita di tutti i giorni, fatta dalle ‘solite cose’. In quello stesso orizzonte lo scrittore americano ha saputo lasciare tracce di poesia, di mistero, di trascendenza. Solo che Carver, come scrittore, è reticente, non dice tutto, dissemina le sue storie di vuoti, di buchi, di cose non spiegate e inspiegabili… Sta a noi allora, spettatori e interpreti, sta al teatro, in definitiva, il compito di rinvenire il brivido della poesia e delle emozioni in quelle storie di tutti i giorni.

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

Annunci

IL GIOVANE CRIMINALE GENET/SASÀ all’OFF OFF THEATRE

8-13gennaio_SalvatoreSasàStriano_phValentina Tamborra (3)Dall’8 al 13 gennaio 2019

 

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

 

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

 

IL GIOVANE CRIMINALE

GENET/SASÀ

scritto, diretto e interpretato da

SALVATORE SASÀ STRIANO

UNA SOCIETA’ CHE NON PROTEGGE, CON LA COMPLICITA’ DELLA FAMIGLIA, EDUCATORI, SISTEMA PENITENZIARIO E CAMORRA

8-13gennaio_SalvatoreStriano_ph Valentina Tamborra (1)

 Da martedì 8 a domenica 13 gennaio 2019 all’OFF/OFF Theatre torna sul palco di Via Giulia, dopo averlo inaugurato nella stagione passata, Salvatore Sasà Striano, con il suo spettacolo dal titolo Il Giovane Criminale, Genet/Sasà.

É ispirato al Giovane Criminale di Jean Genet, il monologo con cui Salvatore Sasà Striano, si rivolge direttamente agli spettatori, provocandoli e sollecitandoli ad una reazione ma soprattutto, alla comprensione della realtà criminale e carceraria. Un invito ad aprire gli occhi su verità spesso rimosse o tenute distanti, oppure semplicemente ignorate. Sono quelle verità che Sasà racconta agli spettatori, a ruotare costantemente intorno alla vita di un giovane criminale, che nasce e cresce miezz’a vie, proprio com’è accaduto a se stesso. Sasà infatti, attinge alla sua vita passata, un andirivieni tra riformatori, carceri e guai continui, così come l’aveva già raccontata nel suo libro Teste Matte, scritto insieme a Guido Lombardi.

Le sue parole vogliono minare le certezze del pubblico, che sa essere talvolta ascoltatore, talvolta giudice severo. E così come da solo ha iniziato, da solo Sasà finirà il suo racconto. Come Genet, Striano indicherà la via d’uscita che egli ha imboccato. Quella strada illuminata dalla capacità salvifica dell’arte, della poesia, della letteratura e soprattutto, del teatro.

8-13gennaio_SalvatoreStriano_ph Valentina Tamborra (2)

“Questa sera io non sarò l’attore e voi non sarete gli spettatori. Facciamo una prova! Io sarò il detenuto, il delinquente, il criminale, e voi, voi sarete gli avvocati, i giudici, i politici, i giornalisti. Vediamo se funziona! E giudicatemi solo alla fine!”. Salvatore Sasà Striano

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

Associazione Altra Scena presenta INCINTO all’off off theatre

2-6gennaio_LucaDiCapua_Incinto_OffOff Theatre_ridDal 2 al 6 gennaio 2019

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Associazione Altra Scena

presenta

INCINTO

di Pietro Marone

con Olivia Cordsen, Luca Di Capua, Luca Forte e Cristina Todaro

Regia di Tommaso Arati Di Maida e Pietro Marone

UNA GRAVIDANZA MASCHILE IN UN’ASSURDA SITUAZIONE DI CONFLITTI GENERAZIONALI

 Da mercoledì 2 a domenica 6 gennaio 2019 è di scena Incinto, lo spettacolo scritto da Pietro Marone e presentato dall’Associazione Altra Scena, che vedrà protagonisti dell’OFF/OFF Theatre gli attori Olivia Cordsen, Luca Di Capua, Luca Forte e Cristina Todaro, diretti da Tommaso Arati Di Maida e Pietro Marone. Qualche sedia, un tavolino e un divano. Un posto caldo che fa subito casa e quattro amici che si fronteggiano con discorsi brillanti il cui filo rosso è la maternità. Una commedia dai toni alti, con giovani attori pronti a strappare sorrisi e applausi sul palco di Via Giulia.

2-6gennaio_Incinto_OffOff Theatre_rid2 

SINOSSI: Un salotto, una cena, una serata comune, quotidiana, annoiata forse. Le intelligenti teste di quattro amici (due coppie) si fronteggiano in discorsi brillanti, piccate prese in giro che delineano i loro caratteri e i loro rapporti. Tutto ha come base la maternità, l’appartenenza. Carla la moglie del protagonista è sterile e lo nasconde al marito per paura della sua reazione. Fausto ed Elisa, coppia in crisi, fanno da coro in questa tragicommedia, protagonisti anche loro di questa assurdità, che li mette di fronte a domande fondamentali. Nessuno di loro poteva immaginare che Carmelo, marito e amico di sempre, avrebbe cambiato per sempre il loro modo di vedere la vita. Incinto è colui che decide di essere “pieno” già a partire dallo stomaco e quindi dall’istinto, trovare in sé il coraggio di cambiare quel che non va più bene per se stesso. Essere dunque a stretto contatto con il proprio volere, la propria identità, i propri desideri.

Note di Regia:

Una gravidanza maschile, inaspettata, un’assurda situazione che vede quattro amici di vecchia data mettere in discussione la propria vita e le proprie convinzioni. I conflitti generazionali, le tare familiari di ognuno dei personaggi si scontrano, muoiono e risorgono (forse) durante un’unica serata. Carmelo, anti-eroe della vicenda, decide di caricarsi sulle spalle la responsabilità di re-agire e di de-strutturare le convinzioni fasulle che circondano l’uomo contemporaneo. L’informe ombra dei personaggi, che si trascinano nel mondo, viene individuata e smascherata dall’amico folle e geniale. Cosa significa non avere identità? Cosa significa giustificarsi? Queste le domande orfane di risposta che vanno ad infrangersi su un muro ben più spesso e duro mostrando la fragilità dei legami e di come spesso la consapevolezza delle scelte fatte dovrebbe generarsi da un senso di responsabilità e non dall’inerzia di vivere. “Essere incinto” assume quindi un significato non puramente letterale, ma esistenziale. Partorire equivale a rivelare ciò che è dentro di noi e analizzarlo: dubbi, difese, strutture e pregiudizi. Siamo in strada di notte e vediamo una luce accesa di una finestra. Quello che accade dentro possiamo solo immaginarlo.

 

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

 

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

Capodanno non-sense all’off off theatre di via Giulia

Valerio LundiniDal 29 al 31 dicembre 2018, ore 21.00

 

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

 

 

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

 

VALERIO LUNDINI

in

UNO SPETTACOLO ETEROSESSUALE

CON TUTTO IL RISPETTO

Musiche originali di Valerio Lundini e Carmelo Avanzato
Regia dei contributi video di Matteo Tiberia

 Dare un senso al Capodanno con comicità non-sense in Via Giulia

 Sarà una fine dell’anno nel segno del divertimento e del più puro non-sense all’OFF/OFF Theatre, che vedrà in scena Valerio Lundini con Uno Spettacolo Eterosessuale. Con Tutto il Rispetto, dal 29 dicembre fino al 31 dicembre 2018, per arrivare al consueto brindisi di Capodanno, alle ore 23.00, offerto dal direttore artistico Silvano Spada.

Valerio Lundini in scena_OffOff Theatre

Nella passata stagione all’OFF/OFF Theatre, Lundini ha riempito la platea con lo spettacolo Penultima Data del Tour Mondiale, una serata-unica che ha lasciato il segno in Via Giulia, dove Valerio tornerà nei tre giorni a ridosso di Capodanno, con il suo ultimo lavoro: oltre un’ora di sketch surreali, di quel surrealismo ormai noto ai suoi fans e con cui colleziona sold out in giro e fuori dalla capitale. Uno Spettacolo Eterosessuale. Con Tutto il Rispetto vedrà l’attore reinterpretare atmosfere che spaziano dal noir al musical e affrontare temi importanti per la sua attività autorale, come i citofoni, le locandine brutte e le reazioni che hanno gli operatori del pronto soccorso quando già conoscono il morto. Non plus ultra sarà la dedica agli autori delle hit estive, con l’esistenziale domanda che Lundini si pone: Cosa fanno questi autori durante le festività pasquali? Un interrogativo forte che spacca l’opinione e fornisce spunti per nuovi e futuri lavori a cui il giovane creativo romano sta già lavorando.

BIOGRAFIA: Valerio Lundini nasce a Roma nel 1986, frequenta tutte le scuole dell’obbligo e poi si laurea in lettere (scelta pavida dopo aver passato tre anni a giurisprudenza dove veniva sempre bocciato). Al contempo si diploma alla Scuola Romana dei Fumetti. Scrive abitualmente sulla rivista Linus e, oltre all’attività di musicista, fa l’autore alla radio e alla tivù collaborando, tra gli altri, con Nino Frassica, Lillo & Greg e con varie trasmissioni tra cui una sulle mamme che però non era comica. Soffre di diabete di tipo uno e non possiede la tiroide. Nel 2018 porta in giro per l’Italia lo spettacolo “Penultima Data del Tour Mondiale” facendo sold-out tutte le volte (tranne una, a onor del vero, in un paesino dove comunque il teatro era grande).

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00 – Lunedì h.21,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

S.E.X. Sigma, Epsilon and X in scena gli incontri sessuali

SEX_OffOffTheatre_rid2Da martedì 11 a domenica 16 dicembre 2018

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

 

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

CTS Centro Teatrale Siciliano

in collaborazione con Compagnia dei giovani

presenta

S.E.X.

Sigma, Epsilon and X

scritto e diretto da Salvo Valentino

con Salvo Valentino e Pietro Cucuzza

CORPI IN VENDITA E INCONTRI SESSUALI. DAL VIRTUALE AL REALE.

 Da martedì 11 a domenica 16 dicembre all’OFF/OFF Theatre è la volta di S.E.X., Sigma, Epsilon and X., lo spettacolo scritto e diretto da Salvo Valentino, in scena con il giovane Pietro Cucuzza. I personaggi raccontano di corpi in vendita e incontri sessuali che dalla rete prendono forma sempre più spesso nella vita reale. Un thriller teatrale dalle sfumature arcobaleno, poiché al centro della piéce c’è l’omicidio di un certo Leandro Dresner, trovato ucciso con 23 coltellate e attorno cui ruota tutta la rappresentazione scritta da Salvo Valentino.

Sigma (Pietro Cucuzza) vende il suo corpo a uomini e donne, senza differenza alcuna. Epsilon (Salvo Valentino) è un ispettore di polizia in incognito, chiamato ad investigare sul misterioso caso Dresner. I protagonisti, in una scena grigia ed essenziale, si avvicendano in sette serrate sequenze, in quella che viene chiamata “scatola dei desideri”, in cui si svolgono gli appuntamenti con il destino. Ma su di loro incombe l’inquietante presenza di X.

“Sigma Epsilon and X è un’opera che nasce dopo mesi di lavoro e riflessioni – spiega l’autore Salvo Valentino – sull’onda di una necessità emotiva, di un’urgenza di comunicazione, sul bisogno di crescita professionale ma anche umana. In una indagine poliziesca è nascosta, come in una scatola cinese, in un continuo rimando di verità e finzioni, la ricerca psicologica di due uomini così lontani caratterialmente e anche anagraficamente, ma paradossalmente tanto vicini da cambiare per sempre le loro vite”.

 OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona

CARTA STRACCIA all’OFFOFF Theatre tra gli ospiti Alessandro Gassman

OFFOFFTheatre_Applausi Gassman_ph Cosimo Sinforini (81)CARTA STRACCIA all’OFFOFF Theatre: tra gli applausi e i sorrisi degli ospiti c’è anche Alessandro Gassman

L’atmosfera in Via Giulia ha già il sapore e i colori del Natale che sta arrivando, un’aria di festa che pervade i locali dell’OFFOFF Theatre sin dal secolare selciato all’ingresso, dove sostano gli amici di Pino Strabioli e Sabrina Knaflitz, giunti numerosi insieme al pubblico pronto ad assistere allo spettacolo Carta Straccia di Mario Gelardi, ultima fatica interpretativa di Strabioli che ha debuttato a Roma in coppia inedita con SabrinaOFFOFFTheatre_Francesco Montanari e Silvano Spada_ph Giovanna Onofri Knaflitz e con la divertente presenza del giovane Barnaba Bonafaccia, vero e proprio adone da palcoscenico. Una prima lunga due giorni, iniziata nella serata del 27 e conclusasi il 28 novembre, per due serate all’insegna di grandi applausi e ampi sorrisi. Per oltre un’ora il divertissement, voluto e apprezzato dal direttore artistico Silvano Spada e che sarà in scena fino al 9 dicembre, racconta del 1968 e di quell’aria di rivoluzione che spazzava via le tradizioni a colpi di trasgressioni. OFFOFFTheatre_Rosanna Cancellieri_ph Giovanna OnofriUn vento di novità che però non oltrepassa le quattro mura in cui sono operativi i due artigiani della cartaAgostino affascinato da Patty Pravo e dalla sua musica così innovativa e Teresa, artista incompresa dalla carriera mai decollata. I due fratelli sono due non fratelli che hanno a loro volta anche una sorella (astra, puntalizzano i due), figlia di un padre che cambiava consorte a ritmo quotidiano e lasciava figli sparsi sulla sua strada. Così, dal passato sopraggiunge un nipote che li riporta nel presente.

E’ Remo, bello e aitante, che giunge a Roma dal paesino, desideroso di mordere la vita e farla assaggiare anche ai suoi due zii che della vita ben poco sanno, rimanendone esclusi e chiusi nella loro quotidianità. Così, dall’esterno, irrompe la rivoluzione sessantottina, in modo leggero e sulle note di un’immortale Ragazza del Piper. Applausi per Pino e i suoi omaggi recitativi ad Aldo Palazzeschi e Paolo Poli, nonché per quelli canori al Leone di Venezia, ma anche per la Knaflitz luminosa ed in perfetta sintonia con Strabioli e, per il giovane Barnaba, che convince non solo per la sua indiscutibile prestanza fisica. In tanti gli amici illustri giunti nella due giorni, da Alessandro Gassman che si congratula con la moglie per la nuova avventura teatrale. Si vede anche la coppia Paola Saluzzi Gabriele Romagnoli.

OFFOFFTheatre_Saluti compagnia_ph Giovanna OnofriDalle prime gli applausi delle attrici e grandi doppiatrici Paila Pavese e Ludovica Modugno, seguite da Lella BertinottiRosanna Cancellieri e Drusilla, insieme alla coppia Laura Lattuada e Domenico Federici. Il direttore di Rai3 Stefano Coletta, che fresco di conferma, riceve i complimenti di Pino dal palco al termine dello spettacolo. E ancora, il giornalista Giovanni Anversa insieme a Maurizio Prenna, OFFOFFTheatre_Lattuada+Spada_ph Cosimo Sinforini (40)

con di seguito Orsetta e Ninni De Rossi, Pino Ammendola e ancora le attrici Ilaria BorrelliElena RussoSarah Maestri, Roberta Garzia con il suo adorabile Lupin, il conduttore Marco Di Buono e poi Alma Manera insieme al creativo Francesco Forte. I giovani attori Alberto Melone, Riccardo Pieretti, Fabio Vasco Valeria Nardella insieme ai registi Daniele Falleri e Giovanni Franci, seguiti dal produttore Cristiano Cucchini che si congratula con Barnaba. Si vedono anche l’autrice Annarita Landi insieme al makeup artist Ivan Amaniera. Prima dello spettacolo il direttore Silvano Spada saluta l’attore Francesco Montanari, presto di nuovo in scena in coppia con l’amico Alessandro Bardani, con il fortunato spettacolo La Più Meglio Gioventù.

 

STAY IL VIAGGIO A TEATRO SI PARLA DI EUTANASIA

3 dicembre_Locandina_Stay_OffOff TheatreLunedì 3 dicembre 2018 – ore 21.00

 

VIA GIULIA, 19/20/21 – Roma

Ingresso libero

 

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

 

Exit-Italia

presenta

S T A Y – IL VIAGGIO

PaolaFrancescaIozzi_Stay_OffOffTheatre (1)di e con Paola Francesca Iozzi

 Musiche e fisarmonica: Sandro Paradisi

MatteoFrenguelli_Stay_OffOffTheatre

Disegno luci: Matteo Frenguelli – Riprese e Video: Andrea Marchi, Leonardo Giuli

Scenografia: Toni Sarnataro – Costumi: Valentina Sgrena

 

“Stay” – Resta è quello che le chiedono tutti.

“Stay” – Restate è quello che lei chiede ai suoi cari nel momento dell’ultima partenza.

 

Proseguono gli eventi speciali del lunedì all’Off Off Theatre di Via Giulia. Lunedì 3 dicembre sarà la volta di uno spettacolo centrato su un tema tra i più importanti e dibattuti nella società civile, quello dell’eutanasia. Stay-Il viaggio, scritto e interpretato da Paola Francesca Iozzi e prodotto da Exit-Italia, segue le orme segnate da Marco Longhi con il suo libro “Il viaggio” e lo fa da un punto di vista tutto al femminile.

Accompagnata dalla musica dal vivo di una fisarmonica, l’attrice veste gli abiti di una giovane donna, narra di ciò che dà alla sua vita il gusto di essere vissuta, del rapporto con l’uomo che ama, della passione per il tango e per i tacchi alti. La sua tranquillità viene interrotta dalla diagnosi di una malattia incurabile e degenerativa che la porterà lentamente a perdere completamente la capacità di condurre una vita normale.  Totalmente dipendente dalle cure del compagno comincerà a interrogarsi sul senso della vita, sulle relazioni con gli altri e sul tradimento che la vita stessa le ha riservato.

PaolaFrancescaIozzi_Stay_OffOffTheatre (5)La protagonista resta senza nome come la sua malattia mentre restano i nomi delle cose che lentamente perde: l’autonomia, il sesso, il piacere di una passeggiata sulla neve, il sapore dei cibi, il tango, la libertà e la dignità.

Sua sarà la scelta di affrontare un ultimo viaggio, quello verso la Svizzera, per morire consapevolmente senza vergogna ne’ paura, nel pieno diritto di decidere per la sua morte come ha fatto per tutta la sua vita. Coloro che l’hanno sostenuta nella malattia l’accompagnano ora oltreconfine e svelano ancora più in profondità gli aspetti intimi di doversi relazionare con il fine vita, il dolore e il lutto.

 

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Lunedì 3 dicembre 2018 – ore 21.00 – Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

 

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona