La Confessione di Marco Politi all’Off/Off Theatre

retroUn Vaticanista si rivela:  “La Confessione. Un Prete Gay Racconta La Sua Storia”, andrà in scena in prima nazionale all’OFF/OFF Theatre di Via Giulia dal 23 al 28 Ottobre, con l’interpretazione e la regia di Alfredo Traversa. Un’occasione unica che parte da Roma, la città ideale, tra umano e divino, sensualità e spiritualità. Tratto dall’omonimo romanzo del giornalista, vaticanista e biografo di Papa Giovanni Paolo II,  Marco Politi che ci rivela e rappresenta la lobby gay  in Vaticano vista e vissuta dall’interno.

23-28ottobre_OffOffTheatre_LaConfessione_Rid1Tante le sfumature che saranno affrontate: le gerarchie vaticane, la tolleranza pontificia sugli ultimi accadimenti, gli abusi sessuali ed i tanti tabù di questo Stato così tanto vicino ed, allo stesso tempo, tanto lontano dal nostro.

imma battagliaNell’ambito di queste giornate uniche si inserisce un evento altrettanto unico per Mercoledì 24 ottobre alle ore 18.30:  Imma Battaglia, la storica leader delle lotte LGBTQ, e (don) Mario Bonfanti, sacerdote costretto dalle gerarchie vaticane a lasciare il suo impegno di parroco, si confronteranno con l’autore Marco Politi sul grande tabù che ancora oggi, in questi giorni, scuote la Chiesa con la lettera del nunzio Mons. Viganò, il quale accusa papa Francesco di tollerare una rete omosessuale in Vaticano, mescolando oscenamente il tema con la questione degli abusi.

23-28ottobre_OffOffTheatre_LaConfessione_Rid3Dal 23 al 28 Ottobre 2018

VIA GIULIA n. 19, 20, 21 – ROMA

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Produzione AT/Associazione Babele

presenta

LA CONFESSIONE

Un Prete Gay Racconta La Sua Storia

di Marco Politi

 adattamento teatrale di Alfredo Traversa e Marco Politi

diretto e interpretato da Alfredo Traversa

23-28ottobre_OffOffTheatre_LaConfessione_Rid2“La Confessione” di Marco Politi, è il primo spettacolo teatrale italiano che racconta la condizione di un sacerdote omosessuale. Tratto dall’omonimo romanzo di Politi:  “La Confessione. Un Prete Gay Racconta La Sua Storia”, andrà in scena in prima nazionale all’OFF/OFF Theatre di Via Giulia dal 23 al 28 Ottobre, con l’interpretazione e la regia di Alfredo Traversa. Un’occasione unica che parte da Roma, la città ideale, tra umano e divino, sensualità e spiritualità.

L’opera nasce da un incontro con un prete che ha raccontato il suo mondo ed il suo vissuto. Dall’entrata in seminario alle saune, dalla sospensione alla celebrazione eucaristica. Un calvario attraverso le scomuniche della gerarchia ecclesiastica e la comprensione dell’uomo e dei suoi desideri carnali. Una testimonianza drammatica e sincera di un prete cattolico che scopre di essere omosessuale, raccontata sul palco mentre, nella vita reale, è in giro per Roma. Non ha segreti, si mostra al pubblico proprio come nell’atto di una confessione piena. Non c’è mediazione. Il suo corpo e la sua anima sono davanti agli spettatori.

Non è stato facile arrivare sino a questo punto. Sentire l’urgenza di portare un corpo in scena per vedere le sue piaghe. Per condividerne la contraddizioneracconta l’interprete Alfredo Traversaho cercato lo scrittore e giornalista Marco Politi per anni, volevo comprendere quello che lo scrittore Vincenzo Cerami aveva già scritto sul conto del sacerdote nella prefazione al libro di Politi (E’ il viaggio di un’anima alta, messa a dura prova da un destino difficile. Chi parla è una persona speciale, vera e vivente. La sua voce è di un uomo disarmante e sincero fin quasi alla spudoratezza, ma ferma nel suo desiderio di assoluzione e di vita). C’è amore c’è odio, c’è insicurezza, c’è distruzione, c’è salvezza, c’è conforto, c’è silenzio. C’è tutto il mondo nell’anima del nostro sconosciuto e se ci fosse una via d’uscita non ci sarebbe la Vita, non ci sarebbe il Teatro”.

MARCO POLITI – Scrittore e Giornalista

Commentatore de Il Fatto Quotidiano, per diciassette anni corrispondente del Vaticano per La Repubblica e, prima ancora, del Il Messaggero. Insegna “Media e comunicazione di papa Francesco” all’Università telematica internazionale-Uninettuno. Ha scritto con il premio Pulitzer Carl Bernstein la biografia best-seller di Giovanni Paolo II His Holyness (ed. Doubleday / in Italia Sua Santità, ed. Rizzoli), pubblicata in dieci paesi d’Europa e delle Americhe. Nel mio ultimo libro Francesco tra i lupi (ed.Laterza), tradotto in Europa e nelle Americhe, ha evidenziato da subito la crescente opposizione in Vaticano e nell’episcopato mondiale contro le riforme del papa argentino. Autore di numerose inchieste, si occupa di informazione religiosa dal 1971 e nei due conclavi del 1978 è stato il primo giornalista a fare una serie di interviste ai cardinali-elettori, individuando l’identikit del “papa-pastore” che poi sarà Giovanni Paolo II. Ha seguito papa Wojtyla e Benedetto XVI in più di ottanta viaggi intorno al mondo. La sua intervista nel novembre 2004 al cardinale Joseph Ratzinger, che ha indicato come candidato segreto al papato, ha avuto risonanza internazionale. Con il suo libro “Joseph Ratzinger. Crisi di un papato”, ed. Laterza 2011, ha prefigurato con un anno di anticipo le dimissioni del Papa tedesco. Dal 1987 al 1993 è stato corrispondente a Mosca, dove ha fondato l’Associazione corrispondenti esteri, di cui è stato due volte presidente. Collabora regolarmente con Abc, Cnn, Bbc, Rai, Zdf e i principali network americani ed europei. La trasmissione «ABC News Special Events», di cui eraesperto per il Conclave del 2005, ha vinto il premio Alfred I.duPont-Columbia University 2006. Pubblicazioni: La Chiesa del No, Mondadori 2009. Il ritorno di Dio – Viaggio tra i cattolici d’Italia, Mondadori, già alla terza edizione. Papa Wojtyla/ l’Addio, Morcelliana (tradotto in Polonia e Spagna). Io, prete gay, Oscar Mondadori. Giovanni Paolo II, un papa tra la gente, De Agostini.  Andate per tutto il mondo, EDB.

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

per Accrediti Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona
Carla: carla@fabighinfanti.it , 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789

Annunci

Roma Caput Mundi, tutti gli ospiti presenti alla prima del nuovo spettacolo di Giovanni Franci

12ottobre_OffOffTheatre_RomaCaputMundi_Bertinotti_phGiovannaOnofri (38)

Fausto e Lalla Bertinotti

 

E’ una prima che va subito a segno, spiazzando il pubblico. Il direttore artistico dell’OFFOFF Theatre Silvano Spada ha scelto “Roma Caput Mundi”, un debutto nazionale che apre la seconda stagione dell’elegante e innovativo teatro di Via Giulia.

12ottobre_OffOffTheatre_RomaCaputMundi_Cancellieri_Cerquetelli_phGiovannaOnofri (59)(1)

Rosanna Cancellieri

Un testo scritto dal giovane Giovanni Franci, uno che le parole non le lascia andare, ma le ferma sui fogli immacolati delle proprie opere, sempre pregne di poesia e di una sacralità che sorprende il pubblico al termine dei suoi spettacoli. Come può un autore così giovane parlare di violenza con una tale delicatezzaCome possono due parole contrarie,

12ottobre_OffOffTheatre_RomaCaputMundi_Grimaldi_Battaglia_phGiovannaOnofri (65)

Eva Grimaldi ed Imma Battaglia

sovrapporsi? Un’operazione complicata ma riuscita, già dallo scorso anno con “L’Effetto Che Fa” (pièce che parla dell’omicidio di Luca Varani), anche grazie all’interpretazione di tre attori under35Valerio Di Benedetto, Riccardo Pieretti e Fabio Vasco, nuovamente insieme per “Roma Caput Mundi”. La risposta, forse, sta proprio in quelle quattro lettere: Roma.

12ottobre_OffOffTheatre_RomaCaputMundi_EldaAlvigini_phGiovannaOnofri (49)

EldaAlvigini

Un filo conduttore di un progetto che la vede  vittima carnefice dei propri figli. Così i personaggi Valerio, Riccardo e Fabio, sono il frutto di una città che sa donarci e privarci di emozioni in egual misura. Uno spettacolo di denuncia contro un momento storico ed una situazione sociale che tocca nel profondo anche i più giovani, sempre più pericolosamente vicini a quell’estremo pensiero di una destra spietata che non si cura dei più deboli, dando luogo ad episodi di xenofobia, omofobia e puro odio.

12ottobre_OffOffTheatre_RomaCaputMundi_RobertaBeta_phGiovannaOnofri (66)

Roberta Beta

 

Al grido di “Italia agli Italiani, Roma ai Romani”, i violenti quadri dipinti da Franci, prendono forma nei luminosi giochi di luce curati da Umberto Fiore, alternati alle elaborazioni digitali di Marco Aquilanti. Uno spettacolo che colpisce allo stomaco, delineando realtà figlie di una cronaca che assimiliamo giornalmente tra le pagine dei quotidiani. Un lungo applauso saluta la compagnia al termine della prima, lasciando spazio ad un ampio dibattito consumatosi nel club dell’OFFOFF, grazie al brindisi inaugurale a base di bollicine Nero Champagneassortiti canapè che hanno stemperato gli animi scossi del pubblico giunto, sollevati anche dal djset dell’attrice bosniaca Nela Lulic.

 

12ottobre_OffOffTheatre_RomaCaputMundi_CatrinelMarlon_phGiovannaOnofri (30)

Catrinel Marlon

Tra le prime file anche tanti volti noti: dall’ex direttore del Teatro di Roma Antonio Calbi ai coniugi Fausto e Lalla Bertinotti, passando per Sabrina Alfonsi Presidente del I Municipio accanto all’elegante Rosanna Cancellieri. Si vedono anche la coppia Eva Grimaldi e Imma Battaglia, il vicedirettore di Rai 3 Giovanni Anversa insieme all’artista Maurizio Prenna e poi Laura Lattuada e Domenico Federici, la modella in dolce attesa Catrinel Marlon insieme a Massimiliano Di Lodovico. E ancora gli attori Elena Croce, Elda Alvigini, Elisabetta Rocchetti, Cristina Golotta e Rocco Castel, Riccardo Castagnari, il modello Luca Pontillo con il creativo Riccardo Pirrone, seguiti dalla sempre presente Roberta Beta.

Foto Credits Giovanna Onofri Ph

ROMA CAPUT MUNDI_ph Giovanna Onofri (77)

LA CONFESSIONE Un Prete Gay Racconta La Sua Storia

23-28ottobre_OffOffTheatre_LaConfessione_Rid1

Dal 23 al 28 Ottobre 2018

Produzione AT/Associazione Babele

presenta

LA CONFESSIONE

Un Prete Gay Racconta La Sua Storia

di Marco Politi

adattamento teatrale di Alfredo Traversa e Marco Politi

diretto e interpretato da Alfredo Traversa

 

“La Confessione” di Marco Politi, è il primo spettacolo teatrale italiano che racconta la condizione di un sacerdote omosessuale. Tratto dall’omonimo romanzo di Politi:  “La Confessione. Un Prete Gay Racconta La Sua Storia”, andrà in scena in prima nazionale all’OFF/OFF Theatre di Via Giulia dal 23 al 28 Ottobre, con l’interpretazione e la regia di Alfredo Traversa. Un’occasione unica che parte da Roma, la città ideale, tra umano e divino, sensualità e spiritualità.

L’opera nasce da un incontro con un prete che ha raccontato il suo mondo ed il suo vissuto. Dall’entrata in seminario alle saune, dalla sospensione alla celebrazione eucaristica. Un calvario attraverso le scomuniche della gerarchia ecclesiastica e la comprensione dell’uomo e dei suoi desideri carnali. Una testimonianza drammatica e sincera di un prete cattolico che scopre di essere omosessuale, raccontata sul palco mentre, nella vita reale, è in giro per Roma. Non ha segreti, si mostra al pubblico proprio come nell’atto di una confessione piena. Non c’è mediazione. Il suo corpo e la sua anima sono davanti agli spettatori.

Non è stato facile arrivare sino a questo punto. Sentire l’urgenza di portare un corpo in scena per vedere le sue piaghe. Per condividerne la contraddizioneracconta l’interprete Alfredo Traversaho cercato lo scrittore e giornalista Marco Politi per anni, volevo comprendere quello che lo scrittore Vincenzo Cerami aveva già scritto sul conto del sacerdote nella prefazione al libro di Politi (E’ il viaggio di un’anima alta, messa a dura prova da un destino difficile. Chi parla è una persona speciale, vera e vivente. La sua voce è di un uomo disarmante e sincero fin quasi alla spudoratezza, ma ferma nel suo desiderio di assoluzione e di vita). C’è amore c’è odio, c’è insicurezza, c’è distruzione, c’è salvezza, c’è conforto, c’è silenzio. C’è tutto il mondo nell’anima del nostro sconosciuto e se ci fosse una via d’uscita non ci sarebbe la Vita, non ci sarebbe il Teatro”.

MARCO POLITI – Scrittore e Giornalista

Commentatore de Il Fatto Quotidiano, per diciassette anni corrispondente del Vaticano per La Repubblica e, prima ancora, del Il Messaggero. Insegna “Media e comunicazione di papa Francesco” all’Università telematica internazionale-Uninettuno. Ha scritto con il premio Pulitzer Carl Bernstein la biografia best-seller di Giovanni Paolo II His Holyness (ed. Doubleday / in Italia Sua Santità, ed. Rizzoli), pubblicata in dieci paesi d’Europa e delle Americhe. Nel mio ultimo libro Francesco tra i lupi (ed.Laterza), tradotto in Europa e nelle Americhe, ha evidenziato da subito la crescente opposizione in Vaticano e nell’episcopato mondiale contro le riforme del papa argentino. Autore di numerose inchieste, si occupa di informazione religiosa dal 1971 e nei due conclavi del 1978 è stato il primo giornalista a fare una serie di interviste ai cardinali-elettori, individuando l’identikit del “papa-pastore” che poi sarà Giovanni Paolo II. Ha seguito papa Wojtyla e Benedetto XVI in più di ottanta viaggi intorno al mondo. La sua intervista nel novembre 2004 al cardinale Joseph Ratzinger, che ha indicato come candidato segreto al papato, ha avuto risonanza internazionale. Con il suo libro “Joseph Ratzinger. Crisi di un papato”, ed. Laterza 2011, ha prefigurato con un anno di anticipo le dimissioni del Papa tedesco. Dal 1987 al 1993 è stato corrispondente a Mosca, dove ha fondato l’Associazione corrispondenti esteri, di cui è stato due volte presidente. Collabora regolarmente con Abc, Cnn, Bbc, Rai, Zdf e i principali network americani ed europei. La trasmissione «ABC News Special Events», di cui eraesperto per il Conclave del 2005, ha vinto il premio Alfred I.duPont-Columbia University 2006. Pubblicazioni: La Chiesa del No, Mondadori 2009. Il ritorno di Dio – Viaggio tra i cattolici d’Italia, Mondadori, già alla terza edizione. Papa Wojtyla/ l’Addio, Morcelliana (tradotto in Polonia e Spagna). Io, prete gay, Oscar Mondadori. Giovanni Paolo II, un papa tra la gente, De Agostini.  Andate per tutto il mondo, EDB.

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

 

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona
Carla: carla@fabighinfanti.it
, 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

Roma Caput Mundi apre la stagione dell’Off Off Theatre

RomaCaputMundiPHstampaCOLOREDal 12 al 21 Ottobre 2018

 

VIA GIULIA, 19, 20, 21 – ROMA

Spettacolo d’Apertura

ROMA CAPUT MUNDI

con Valerio Di Benedetto, Riccardo Pieretti, Fabio Vasco

scritto e diretto da Giovanni Franci

elaborazioni digitali Nuvole Rapide Produzioni, assistente Fabio Del Frate,

supervisione tecnica Umberto Fiore

UN VIAGGIO AL TERMINE DI UNA NOTTE COME TANTE NEL CUORE DELLA CAPITALE

 Cronaca, violenza, estrema destra giovanile: comincia nel segno dell’attualità e di Roma il nuovo programma dell’Off/Off Theatre, il teatro di via Giulia, diretto artisticamente da Silvano Spada, che venerdì 12 ottobre inaugurerà la sua seconda stagione con lo spettacolo Roma Caput Mundi, scritto e diretto dal giovane drammaturgo Giovanni Franci e interpretato da Fabio Vasco, Valerio Di Benedetto e Riccardo Pieretti.

Roma non è una città come le altre. Roma è un simbolo, una metafora, un’iperbole: è il sismografo etico, morale e politico del nostro Paese, un sismografo che registra scosse sempre più frequenti, violente ed inquietanti e a pagarne le conseguenze sono i più giovani.

RomaCaputMundi_RidI protagonisti di Roma Caput Mundi infatti, sono tre ragazzi, tre ventenni e il paesaggio che li circonda è una periferia senza regole, un luogo trascurato e abbandonato, ostaggio della criminalità organizzata, dove l’unica legge vigente è inevitabilmente quella del più forte e quelli che non fanno parte della loro realtà, sono i nemici.

A questi ragazzi è stato inculcato il mito del machismo, ogni orientamento sessuale non conforme è da condannare, ed ecco germinare e crescere il seme dell’omofobia e l’odio per le diversità e gli immigrati.

E a questi ragazzi è stato fatto credere che il consumo, nonché lo spaccio di cocaina, rientri nei canoni di uno stile di vita vincente mitizzato invece che da condannare.

Chi sono i responsabili di tutto questo?

NOTE DI REGIA

Lo spettacolo Roma Caput Mundi riparte lì da dove è terminato L’Effetto che Fa, con lo stesso cast, gli stessi collaboratori, nello stesso teatro, come a riprendere le fila di un discorso precedentemente iniziato, che non abbiamo alcuna intenzione di interrompere, né di chiudere. Mi è capitato spesso di stare a contatto con ragazzi molto simili ai tre protagonisti di Roma Caput Mundi, soprattutto durante la stesura del testo, e non ho potuto fare a meno di notare l’estrema fragilità che questi ragazzi nascondano dietro le loro maschere brutali, spesso grottesche. Quasi tutti si dichiarano xenofobi, si dicono omofobi, sono pieni di fobie, insomma, pieni di paure: non sono affatto forti. La paura è un termine freudiano. In questo senso, per lo spettatore, potrà essere interessante leggere lo spettacolo in chiave psicanalitica; il rapporto con i padri, con la sessualità, l’iniziazione all’età adulta, sono fatti determinanti e scatenanti in Roma Caput Mundi. Le conclusioni a cui sono giunto, a cui mi hanno portato i tre ragazzi protagonisti dello spettacolo, il finale per intenderci, ha sorpreso e inquietato anche me. ROMA CAPUT MUNDI E’ UNO SPETTACOLO-MANIFESTO CONTRO IL DEGRADO, CONTRO OGNI FORMA DI FASCISMO, CONTRO LA VIOLENZA, CONTRO LA XENOFOBIA, CONTRO L’OMOFOBIA.

 

 

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – info@altacademy,it

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

 

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona