Andrea Radice in mini tour dopo X Factor 11

radice microfono

Andrea Radice, il soul man partenopeo della passata edizione di X Factor prosegue il suo percorso nella musica italiana in attesa del prossimo lavoro in uscita.   andrea radiceGià nel prossimo weekend lo potremo vedere  in qualità di ospite il 28 settembre al Pareo Park (il parco acquatico più grande del sud Italia) e, sempre al Pareo Park  il giorno seguente 29 settembre in full live show dalle 21.45 con nuovi brani e piccole novità. il 1 ottobre a Napoli, al molo Beverello,  sarà ospite in un evento esclusivo per la MSC e lo sport. radice e maraMa non finisce qui perchè sono in partenza nuovi progetti che lo porteranno a percorrere percorsi ancora sconosciuti (rumors parlano di teatro … lo scopriremo) e di un paio di grandi eventi invernali e per la promozione delle sonorità del Sud.

per seguirlo sui social facebook: https://www.facebook.com/pg/radicemusic/photos/?ref=page_internal

su Instagram: https://www.instagram.com/andrearadiceofficial/

Annunci

La Laurito in scena con PERSONE NATURALI E STRAFOTTENTI fino al 6 maggio

unnamed

Altra Scena
in collaborazione con Sycamore T Company

presenta

PERSONE NATURALI E STRAFOTTENTI

dal 3 al 6 Maggio 2018

con

Marisa Laurito – Giovanni Anzaldo
Filippo Gili – Federico Lima Roque

Regia Giancarlo Nicoletti

Teatro Palladium – Università Roma Tre
Piazza Bartolomeo Romano 8, 00154 Roma 

unnamed(2)

Quarantacinque anni dopo lo “scandaloso” debutto, torna in scena, in un nuovo e originalissimo allestimento, Persone naturali e strafottenti, l’opera più controversa e fra quelle di maggiore successo di Giuseppe Patroni Griffi. Una tragicommedia cruda, poetica ed esilarante, fra situazioni grottesche, cinismi, ironia tagliente e surrealismo, in perfetto equilibrio fra Eduardo e Ruccello, e ancora attualissima nella sua geniale spudoratezza. In anteprima nazionale a Roma, dal 3 al 6 Maggio, al Teatro Palladium, in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre.
Un cast unico, non convenzionale e proveniente dai mondi teatrali più variegati è il cuore pulsante di un’operazione destinata a far parlare di sé: Marisa Laurito accetta la sfida di dare voce e corpo al ruolo che fu di Pupella Maggio, segnando il suo ritorno alla grande drammaturgia d’autore e inaugurando una nuova stagione della sua lunga carriera; il Premio Ubu e rivelazione del cinema italiano Giovanni Anzaldo interpreta quel Fred che fu creato da un esordiente Gabriele Lavia e Filippo Gili presta la sua attorialità unica e la sua esperienza  di uomo di teatro a 360° al travestito Mariacallàs. Completa il cast Federico Lima Roque, attore italiano originario di Capo Verde, nel ruolo dello scrittore Byron.
Il lavoro è prodotto da Altra Scena in collaborazione con Sycamore T Company, per la regia di Giancarlo Nicoletti, regista e autore pluripremiato, fra le rivelazioni delle ultime stagioni.

SINOSSI – Quattro solitudini, un appartamento e una notte di Capodanno a Napoli. Donna Violante, la padrona, ex serva in un bordello, discute e litiga con Mariacallàs, un travestito, in bilico fra rassegnazione, ironia, squallore e cattiveria. E ancora, Fred e Byron che sono alla ricerca dell’ebbrezza di una notte: l’uno, uno studente omosessuale alla ricerca di una vita libera dalle paure, l’altro, uno scrittore nero che vorrebbe distruggere il mondo per vendicare le umiliazioni subite. Quattro persone naturali e strafottenti, che, per un gioco del destino, divideranno la loro solitudine con quella degli altri, mentre fuori la città saluta il nuovo anno, fra accese discussioni, recriminazioni, desideri repressi, liti e violenze sessuali.

NOTE DI REGIA – C’è, in questo testo del 1973 di Patroni Griffi, un sottobosco di attualità così tangibile e una poetica di fondo così lucida e disincantata, da farne a tutti gli effetti un testo ancora fortemente contemporaneo, e perciò di teatro necessario. Emarginazione, violenza, distanze socio-culturali, violenza sessuale e psicologica, la ricerca continua di un altro che non esiste: la straordinaria drammaturgia di Patroni Griffi è cruda e ironica, scandalosa e poetica, verbosa e visionaria. Ne viene fuori una tragicommedia dal sapore post-eduardiano e pre-ruccelliano, col respiro di un periodare socio – poetico, che fra cinismi, grettezze e turpiloqui ci restituisce uno squarcio di vita di una generazione senza futuro, un affresco animato da personaggi borderline che appaiono come noi vogliamo vederli: cinici, superficiali, amorali. In realtà si tratta di creature inquiete, sole che soffrono inconsapevolmente la loro condizione nella perenne ricerca di una possibile felicità. E la cercano dando libero sfogo alle pulsioni sessuali e alla loro mercificazione.
Da questo sudore di corpi costretti coattivamente alla ricerca della propria felicità o del proprio illusorio, riscatto, entro le mura di uno spazio vitale / non vitale, che ogni pagina del testo sprigiona chiaramente, l’intuizione di farne uno spettacolo concreto, dal gusto e sapore quasi cinematografico, che si serva della realtà per declinarla in astrazione, in un’esperienza di teatro diretto, e non filtrato dalla convenzionalità rappresentativa, con il fine ultimo di mettersi accanto all’autore, e non davanti, in un rapporto di dialettica e relazione. Per tradurre, declinandola nel contemporaneo, una drammaturgia così sofisticata e imponente, e troppo spesso sottovalutata.

Teatro Palladium – Università Roma Tre
Sito ufficiale: http://teatropalladium.uniroma3.it/
Pagina FB: https://www.facebook.com/search/top/?q=teatro%20palladium

Prevendite:
biglietteria.palladium@uniroma3.it – tel. 327 2463456 (orario 10:00-13:00 / 15:00 – 20:00)
http://www.liveticket.it/TeatroPalladium

Organizzazione e promozione Teatro Palladium: Music Theatre International
Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

DIRITTO ALLA LETTURA: NASCE L’APP “TADA'” – PRESENTAZIONE A NAPOLI

unnamed(1)

Basta un pc o uno smartphon e tutti possiamo accogliere l’invito alla presentazione di “Tadà”, una APP unica ed innovativa che rende possibile l’accesso al fantastico mondo della lettura a tutti i bambini normotipo e con disabilità varie dello sviluppo.

Tadà!!!

Quando eravamo bambini, “tadà” era l’esclamazione che accompagnava il colpo di scena, l’attimo prima della sorpresa. Abbiamo scelto di chiamare così la nostra applicazione perché speriamo possa essere questa la reazione di ogni bambino quando gli si spalancano le porte del fantastico mondo della lettura.

Attraverso suoni e disegni e sfruttando le ultime tecnologie, abbiamo reso accessibile la lettura anche a bambini con bisogni comunicativi complessi. L’applicazione, disponibile da Sabato su Pc e dispositivi iOS e Android, insieme all’emozione di leggere , ascoltare, guardare, sfogliare, comprendere una storia, consente al bambino la possibilità di approfondirla con giochi ed esperienze interattive.

Tadà in aramaico significa “cuore” ed è quello che ci ha fatto iniziare e continuerà a guidarci in questa avventura.

Il nostro obiettivo è realizzare uno strumento tanto semplice quanto efficace da mettere a disposizione di tutti i bambini che si avvicinano alla lettura, nessuno escluso.

L’evento si terrà Sabato 24 marzo ore 10 presso la Sala Consiliare ” Silvia Ruotolo” V municipalità, in via Morghen 84, Arenella Vomero.

A seguire verrà offerto un aperitivo per tutti i presenti.

Ecco il Programma della Presentazione

unnamed

A TEATRO PER DIRE ‘NO’ ALLA VIOLENZA DI GENERE “MYSELF” DI JAMES LA MOTTA

Foto 1_Locandina spettacolo 8 Marzo Napoli

Giovedì 8 Marzo 2018 alle ore 21 – Napoli, Teatro Totò

Via Frediano Cavara, 12E

 ‘MYSELF’

VIENI A TEATRO PER DIRE ‘NO’ ALLA VIOLENZA DI GENERE

Intenso e toccante il testo del regista James La Motta darà voce a tante donne, nel giorno a loro dedicato, alternandosi tra musica e parole con un grande messaggio finale di speranza. Ospite della serata la onlus Internazionale bon’t worry da anni impegnata nella lotta alla violenza di genere

 “Un ‘Io’ diviso in più anime. Una donna allo specchio che fai i conti con se stessa, raccontandosi attraverso le sue mille fragilità, impotenze, incoscienze, innocenze, rinchiuse in corpi che le rappresentano. Stereotipi imposti da una società che l’ha sfruttata, condannata, umiliata, prima come bambina e poi come donna, per essersi ribellata all’uomo nero”. Così l’attore, regista e sceneggiatore napoletano James La Motta, descrive lo spettacolo ‘Myself’ da lui scritto e diretto che l’8 Marzo, in occasione del giorno dedicato alle donne, andrà in scena a Napoli presso il Teatro Totò alle ore 21.

Foto 3_Il regista James La Motta(1)

Prodotto dalla Source Of Emotions, in collaborazione con la Onlus Internazionale ‘bon’t worry’, già in scena al Teatro Agorà di Roma il 25 Novembre durante la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, ‘Myself’ è uno spettacolo che ha riscosso numerosi consensi di pubblico e critica. L’8 marzo arriverà a Napoli, impreziosito da camei di musica, canto e monologhi dello stesso regista. Insieme a lui sul palcoscenico le attrici Anna Soares De Oliveira, Noemi Cognigni, Lorenza Pisani, Lorena Bartoli, Fabiana Russo, con l’amichevole partecipazione di Fabio Serino.

Foto 2_Un momento dello spettacolo

Un testo-manifesto di tanti, troppi abusi che, nella visione di James La Motta, diventano corde stringenti: ogni giro una violenza. Una performance dal fiato sospeso dalla prima all’ultima nota di un carillon, illuminato da una luce di taglio, che prima di giungere all’ultimo giro musicale, fa scendere la sua ballerina per lasciarla correre via verso un mondo migliore. “Quando ho conosciuto James spiega Bo Guerreschi, presidentessa della bon’t worry mi ha molto colpita il suo tatto nel raccontare un argomento difficile come la violenza sulle donne così come il grande messaggio di speranza racchiuso sia nel suo lavoro teatrale e successivamente nel suo cortometraggio ‘Abused Child’ presentato fuori concorso alla 74a Mostra del Cinema di Venezia. Un messaggio che esorta alla denuncia, perché un’altra vita è davvero possibile, non bisogna sempre morire per essere ascoltate”.

Ed è proprio questo il messaggio di fondo di ‘Myself’, ma più in generale dell’impegno artistico che James La Motta porta ogni giorno nelle scuole di ogni ordine e grado e nei tanti workshop teatrali: avvicinare, sensibilizzandolo, un pubblico sempre più giovane attraverso momenti didattici di dialogo e di confronto per una cultura non-violenta. “I bambini e i ragazzi sono talmente esposti alla cronaca nera veicolata dai mass­-media o ad episodi negativi vissuti nel quotidiano – sottolinea La Motta -, che il modello comportamentale violento vittima-carnefice è spesso l’unico con cui si confrontano, ed è un ruolo deviante dal quale, una volta entrati, è difficile uscire”.

“Ecco perché sono convinto che educare le nuove generazioni fin da piccole al rispetto – aggiunge il regista –, a non utilizzare la violenza come base di un sentimento e a non accettarla mai come prova d’amore, attraverso attività artistico-scolastiche come il teatro sia la via da seguire per la consapevolezza e per la prevenzione di questo fenomeno”.

INFORMAZIONI

Titolo: ‘Myself’

Quando: 8 Marzo 2018

Dove: Teatro Totò – Via Frediano Cavara, 12E Napoli –

Orario: 21:00
Biglietti: Euro 5 studenti. Euro 12 adulti

Info e Prenotazioni: 333.9058550 – 328.1913814

E-mail: sourceofemotions23@gmail.com
PER INTERVISTE E ACCREDITI STAMPA

Comunicazione&Ufficio Stampa
FRANCESCA NANNI

ufficiostampa@nannimagazine.it

IN PUNTA DI DONNA-RASSEGNA DI DANZA … ED AMORE – di Sara Lauricella

inpuntadi donna

…. “Ma cos’è “IN PUNTA DI DONNA”? E’ un progetto, un’iniziativa, o un evento? ….. E’ un credo nell’Amore” … questa è la risposta di Michele Vitiello, ideatore e regista della rassegna di danza che sta invadendo le principali città italiane a suon di note e di scarpette. Una rassegna che vuol contaminare artisti, persone, scuole ed accademie di danza, ma anche, e soprattutto i giovani. Un “memo”  per tutti … per non dimenticare la centralità della donna nella società di tutti i tempi e per non dimenticare che la violenza è, in fondo, solo una manifestazione di inferiorità verso l’universo femminile da cui tutti, indistintamente, proveniamo. Al motto ” #mettiqualcosadirossoeballaconnoi “eccovi gli inviti per le prossime tappe che potete seguire anche sulla pagina facebook      https://www.facebook.com/MicheleVitielloRegista/

27 marzo a Napoli #flashmob in Largo Berlinguer (metro Toledo) alle ore 12.00,

1 aprile a Roma al Teatro Viganò,

3 aprile a Napoli alla Casina Pompeiana,

7 aprile a Napoli a Palazzo San Giacomo