“MacBeth Rock Opera” al Teatro Viganò di Roma

comunicato stampa

MacBeth Rock Opera

torna in scena il 20 e 21 aprile 2018

al Teatro Viganò di Roma

La Vega Rock Musical torna in scena il 20 e 21 aprile 2018 con l’Opera Rock di Fabio Caliandro, MacBeth Rock Opera, al Teatro Viganò di Roma.
Lo spettacolo, diretto da Alessia Ciccariello e Ermanno Manzetti, ha già registrato sold out in entrambe le serate della prima stagione, svoltasi al Monk di Roma.  L’opera fonde i canoni tradizionali del musical con il Rock moderno e la multimedialità, in un’ambientazione di natura Gotica. La scenografia e gli ambienti, interni ed esterni, sono creati dalle video proiezioni di Ermanno Manzetti. La durata dello spettacolo – cantato in lingua inglese e con soprattitoli in italiano – è di 125 minuti.

LA STORIA
Macbeth, barone di Scozia, è un leale suddito di re Duncan, al quale è anche legato dalla parentela attraverso sua moglie, Maeve. Guidando la battaglia contro i ribelli che intendono invadere la Scozia, Macbeth combatte con al fianco Banquo barone di Lochaber – suo luogotenente e migliore amico – e Macduff, barone di Fife e uomo dall’alta morale, fedelissimo anche lui di Duncan. Dopo la battaglia Macbeth e Banquo si imbattono in tre entità, fantasmi, streghe, o semplicemente le Tre Sorelle, personificazione del destino, le tre Parche che tessono e muovono i fili degli umani burattini, lasciando loro l’illusione di essere registi e attori delle proprie vite. Spinto dall’ambizione di sua moglie, Macbeth si sporcherà le mani di sangue innocente, bramando un potere che “non significa nulla” e che sarà la sua stessa rovina.

L’AUTORE
Fabio Caliandro è un cantante, chitarrista, autore e arrangiatore, cresciuto musicalmente con il rock degli anni settanta, contaminato con il grunge rock degli anni novanta, con con una grande passione per il Musical. Fonda nel 2000 la Compagnia Vega Progetto Musical, con la quale ha portato in scena Jesus Christ Superstar, The Rocky Horror Show, A Musical Parade, Rent, come attore, regista e vocal coach.
Ha partecipato a un seminario sull’interpretazione nella musica tenuto da Carl Anderson, presso il Saint Louis Music College di Roma, duettando con il famoso Judas. Si è esibito in teatri di circuito tra Roma e Londra nell’ambito del progetto Teatro in Lingua, interpretando alcuni dei maggiori personaggi Shakespeariani, come Macbeth, Polonio, Riccardo III, Jago.

LA COMPAGNIA
Una realtà del musical e del teatro della Capitale, attiva dal 2000, dapprima come Compagnia Vega e poi Vega Rock Musical, la Compagnia ha all’attivo le produzioni di Jesus Christ Superstar, di Rocky Horror Show e delle riduzioni in forma concerto di Rent e Hair e Jesus Christ Superstar, i cui diritti di esecuzione sono sempre stati garantiti alla Vega dallo stesso autore, Andrew Lloyd Webber, ha avuto il suo culmine con le due produzioni maggiori della Vega, una in collaborazione con il Vicariato di Roma, inserita nella rassegna Incontragiovani – rappresentazione avvenuta in Piazza Navona a Roma, il 5 giugno 2002 – e la seconda con le repliche al Teatro Italia di Roma, con un weekend di tutto esaurito, a marzo 2013.
Nel 2017 porta in scena l’opera inedita MacBeth Rock Opera, scritta, composta e arrangiata da Fabio Caliandro, con la regia di Alessia Ciccariello e Ermanno Manzetti.

IL CAST

È composto da diciassette voci soliste, più l’ensemble formato da sei elementi, sia ballerini che cantanti.

MacBeth Rock Opera
di Fabio Caliandro

Regia
Alessia Ciccariello e Ermanno Manzetti

Coreografie
Laura Sodano

CAST
Fabio Caliandro
Olivia Calò
Aleks Ferrara
Emanuele Gabrielli
Francesca Bianchi
Manuela “Nenia” Condò
Aurora Sebastiani
Alessia Ciccariello
Andrea Longo
Andrea Stocchino
Gabriele Giorgi
Emiliano Laglia
Ermanno Manzetti
Francesco Latini
Sarah Trinciarelli
Alessandra Annibali
Daniela Dato

ENSEMBLE
Alice Stocchino
Giulia Uda
Giovanni Alaimo

DANCERS
Giorgia Angiolo
Desireè Borrelli
Serena Zanobi

Macbeth Rock Opera

Teatro Viganò – Piazza A. Fradeletto 17

20 e 21 aprile 2018 – inizio ore 21:00

Biglietti € 15,00 + prevendita

Ridotti per bambini 6/12 anni € 10,00 + prevendita

Info e biglietti http://www.vegarockmusical.com

http://www.vegarockmusical.com

macbethrockopera@gmail.com

Facebook: @macbethrockopera

Youtube: MacBeth RockOpera

Annunci

L’ACCETTAZIONE DELLA DIVERSITA’ IN “AMOR MIO” AL TEATRO “ALTRO SPAZIO”

locandina-Amor-mio-768x432AMOR MIO

scritto da Simone Sibillano

con
Simone Sibillano
Brunella Platania
Chiara Di Bari

con la partecipazione straordinaria della voce di Teo Achille Caprio

costume make up e consulenza drag K.B. Project

regia di Simone Sibillano  Simone Sibillano
27/28/29 aprile
Altro Spazio Via Tiburno 33 Roma

Info e prenotazioni:
altrospazioinfo@gmail.com
Line Up 3939075005

Orari:
venerdì e sabato ore 21:30
domenica ore 18:30

Prezzo.
€15 + 2 euro (tessera soci)

Dopo “Antonietta e Gabriele”, storia di una esclusione di due anime diverse eppure tanto simili nella Roma degli anni ’30, dalla penna di Simone Sibillano nasce “Amor mio”
Siamo negli anni ’70 e l’accettazione della diversità è ancora difficile.

Sul palco accanto alla grintosa coppia costituita dai ben noti cantattori Simone Sibillano e Brunella Platania si unisce la talentuosa performer Chiara Di Bari.

I brani dello spettacolo segnano l’epoca in cui si svolge la storia:da Patty Pravo, Lucio Battisti a Mina, Charles Aznavour e brani spagnoli come “Gracias a la vida” e “Historia de un amor”.

Amor mio

E’la storia di un en travestì che sta per avere il suo debutto che vi racconteremo.
Un camerino, un palco, un pubblico in febbrile attesa: tra poco “il travestito” di cui tutta la città parla si esibirà. Un momento di divertimento per un pubblico eterogeneo che, nonostante il vento di libertà che spira in quegli anni ’70, si diverte al doppiogiochismo dell’ambiguità.

Brunella Platania (2)
Del resto tutto è ambiguo nell’Italia anni ’70, in pieno fermento multiculturale, intriso di spirito di libertà, di trasgressione, di lotte politiche, libertà nei costumi, nei colori, nelle mode.
E non è tutto le donne diventano protagoniste complice il movimento di liberazione delle donne.
Un vento di novità che soffia attraverso la musica non solo made in USA ma anche quella che accompagna lo scorrere di chi è giovane in quel crocevia della storia: Battisti, Mina, Aznavour…
Mentre il mondo cambia, lui “il travestito” continua a vivere il doloroso dramma dell’esclusione, lui il marginale della storia e della vita. Quel palco, l’apertura di quel sipario appaiono come la sua possibilità. L’unica, forse l’ultima. Con lui una giovane donna, una francese che è la sua forza e un’ombra la madre con un carico di insopportabile dolore.
Un travestito, un essere umano in perenne apprendimento esistenziale, disperato equilibrismo di cuore e sentimenti, sempre in bilico tra il rifiuto e la precaria accettazione, una ricerca disperata di radici, in un continuo doloroso chiedersi il senso di quella vita che pure deve vivere, giorno dopo giorno, testa alta e cera nelle orecchie come Ulisse. Ma le Sirene che lo circondano non cantano amore e non intrecciano trame di reti nelle quali sarebbe dolce perdersi e addormentarsi come in un grembo di madre. Quelle Sirene non vivono il gioco di una sessualità negata, ma gridano e sputano veleno, deturpando nel profondo chi la sua vita in tacchi a spillo e abiti scintillanti vorrebbe solo viverla, sulla scena e in disparte. Una intima, profonda, incorrotta innocenza violata dal fango di chi si arroga la normalità: il solito vecchio scandalo della storia che si ripete da diecimila anni.
Uno scandalo che il travestito, conosce, indifeso: l’abbandono e il tradimento, il peggiore, quello che sua madre scrive sulla sua pelle bambina con la punta di un pennino che intinge nell’inchiostro nero e denso del rifiuto. Con quell’inchiostro al veleno lui scrive un doloroso amore: in un intreccio fra gioco, travestimento e ricerca di affettività. Il rifiuto di una donna troverà, forse,compensazione nella accettazione piena e incondizionata dell’altra donna.
Maria Laura Platania

Chiara Di Bari
Per sostenere la realizzazione di questo spettacolo, è ancora aperta la campagna di crowdfunding sul portale Indiegogo a questo link https://www.indiegogo.com/projects/amor-mio#/

Video crowdfunding a questo link
https://www.youtube.com/watch?v=hLY5fIA9TZo&feature=youtu.be

SCOPRI IL BONUS “CUORE & TEATRO” CON LO SPETTACOLO “UNA DONNA PER AMICO” AL TEATRO DELLE MUSE

locandina-definitiva-amicoArriva il Bonus “Cuore & Teatro”

Con lo spettacolo “Una Donna per Amico”

Teatro delle Muse dal 10 al 25 marzo

Il teatro e l’amore. Tanti volti, tante storie. Due universi che si incontrano in occasione del debutto dello spettacolo “Una donna per amico”, con Luciana Frazzetto al Teatro delle Muse (via Forlì 43) dal 10 al 25 marzo, e danno seguito per la prima volta al bonus “Cuore & Teatro”, una possibilità per le unioni di diversa natura, ufficializzate nei primi mesi del 2018, che potranno usufruire dell’ingresso gratuito presentando il certificato di avvenuto matrimonio o quello di unione civile. L’idea  nasce proprio dalle vicissitudini dei protagonisti della commedia: Luciana Frazzetto con Francesca Milani e Stefano Scaramuzzino. Al centro della storia, scritta da Luca Giacomozzi e per la regia di Massimo Milazzo, la povera Marisa, interpretata dalla bravissima Frazzetto, che per fronteggiare le difficoltà quotidiane decide di tentare la fortuna attraverso il gioco ma questo non le assicura la felicità, soprattutto dopo il dolore per la perdita del marito. La vita di Marisa sembra non avere una svolta, fino a quando una notte attraverso una modernissima agenzia matrimoniale per corrispondenza “ordina” il suo uomo ideale ma per uno scherzo del destino conosce invece la dipendente meticolosa e logorroica dell’agenzia. Dall’incontro di queste due personalità, così forti e diverse tra loro, nasceranno una serie di situazioni divertentissime ed un rapporto speciale. Battute, risate ed equivoci… per una commedia ricca di colpi di scena e sentimenti.

Teatro delle Muse, via Forlì 43

Dal giovedi alla domenica.

Sabato ore 17.00 e ore 21.00

Domenica ore 18.00

Info 06 44233649

“NEI PANNI DI UNA DONNA” LO SPETTACOLO DI LUCIANA FRAZZETTO AL TEATRO DELLE MUSE DI ROMA

IMG-20180305-WA0053

La forza di un sorriso come terapia del dolore

“Nei panni di una donna?” lo spettacolo con Luciana Frazzetto

8 marzo ore 20.30 Teatro delle Muse, via Forlì 43

Nella serata saranno assegnati dei riconoscimenti in memoria di Franca Rame a coloro

che combattono la violenza per affermare il diritto alla giustizia e alla verità

Il sorriso come terapia per affrontare un dolore forte, lacerante. Con questa filosofia, che ha incoraggiato soprattutto se stessa nelle drammaticità vissute, l’attrice Luciana Frazzetto torna sul palco nello spettacolo “Nei panni di una donna?” nella giornata dell’8 marzo al Teatro delle Muse ore 20.30  (via Forlì 43) per la regia di Massimo Milazzo e prodotto dalla Lumax Production. Un monologo, scritto a quattro mani con Riccardo Graziosi, che racconta uno spaccato di vita legato al delicato ed attuale tema della violenza sulle donne attraverso un’esperienza uomo/donna che si arricchisce inizialmente di un’emozionante e divertente carica umana, di un’ironia graffiante, fino a svelarsi poi in tutta la sua atrocità ed amarezza. Stati d’animo opposti ed opposte reazioni: si ride, si piange, si riflette, si spera. Un testo che pone anche l’accento sull’importanza di denunciare fatti, accadimenti, già quando i primi segnali evidenziano un campanello d’allarme. E proprio per fortificare questo concetto la serata sarà dedicata alla memoria di Franca Rame, da sempre in prima linea nel dare voce alle donne, alle vittime. Con il benestare della famiglia Fo saranno, infatti, assegnati dei riconoscimenti a: Maurizio Insidioso per la figlia Chiara, la ragazza romana aggredita brutalmente dal fidanzato nel 2014 ed oggi costretta a vivere in stato vegetativo, Daniele Bocciolini, l’avvocato in prima linea nelle cause di stalking, Roberta Bruzzone, la criminologa e psicologa forense chiamata ad intervenire in numerosi casi di cronaca, Progetto No Violence, l’associazione del fotografo Michele Simolo e l’associazione La Voce di Rita Onlus, che da anni documentano, denunciano per sensibilizzare l’opinione pubblica con eventi mirati.

ANTONIO DELLE DONNE IN 50 SFUMATURE DI …. CANZONI E COMICITA’ SI MIXANO – di Sara Lauricella

received_10156466008392388

Canzoni Musica e Comicità: il mix esplosivo di ANTONIO DELLE DONNE! Il giovane cantante e show man, già noto al pubblico televisivo per la sua partecipazione come sfidante ad Amici nel 2003, diverte spesso il pubblico con le sue trasmissioni televisive e radiofoniche (è uno speaker di Top100 n.d.r.) e con le conduzioni di serate e spettacoli con il  suo stile semiserio che lo contraddistingue. Il 31 AGOSTO 2017 dalle ore 21.30, a divertirsi sarà il pubblico che verrà a seguirlo nel suo show a Piazza Domus de Maria a PONTE GALERIA (Roma) dal titolo “50 SFUMATURE DI …” in cui farà diversi sketch, le sue storiche imitazioni e l’interpretazione di brani famosi.

FB_IMG_1503910941336

In questo live sarà accomFB_IMG_1503910691388pagnato dai bravissimi “I SOLITI IGNOTI BAND” e con ospiti d’eccezione quali la soprano lirica LAURA TEOFANI

 

 

mattiae il “Mr. Cartoon” MATTIA CAROLA che ci proporrà alcuni dei suoi singoli. Una serata da non perdere per grandi e piccini, all’insegna del divertimento e della musica … in tutte le sue “Sfumature”.