KUMI AND THE TRIUMPH OF LOVE IL NUOVO DISCO DELLA CANTANTE ITALO-GIAPPONESE

Cover disco_bKUMI

 

Il 5 aprile esce

 

KUMI AND THE TRIUMPH OF LOVE

IL NUOVO DISCO DELLA CANTANTE ITALO-GIAPPONESE CHE HA DUETTATO CON FRANCO BATTIATO E HA SUONATO AL FIANCO DI ARTISTI DEL CALIBRO DI

DEEP PURPLE, JEFF BECK, JETHRO TULL, GARY MOORE, ANI DIFRANCO, STEVE LUKATHER, VASCO ROSSI, BOB GELDOF, GOTTHARD

Da venerdì 5 aprile sarà disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “KUMI and the Triumph of Love” (Routenote.com) il nuovo disco della cantante italo-giapponese Kumi, che nella sua carriera ha duettato (e ha partecipato al tour) con Franco Battiato, è stata in tour con Ani Difranco e Deep Purple ed ha aperto i concerti di artisti del calibro di Gary Moore, Jeff Beck, Jethro Tull, Steve Lukather, Vasco Rossi, Bob Geldof e Gotthard. L’anno scorso ha vinto il FIAT Music Tour 2018 organizzato da Red Ronnie e Fiat Music.

KUMI

“KUMI and the Triumph of Love”, è un disco alternative soul registrato tra Londra e Milano. L’album si sviluppa su diversi piani sonori mettendo insieme violoncello, pianoforte, chitarra, basso ed un tappeto ritmico creato da batterie, da suoni elettronici e da loop con i quali Kumi si diverte a giocare sia con parole, destrutturandone il significato, che con suoni inusuali (Dalla cipolla affettata in “Your Favorite Toy”, ai comuni suoni che si possono sentire – uova, frusta – mentre si prepara una ricetta come in “Je Voudrais Vous Dire Je t’Aime”, fino ai suoni di una foresta in “Restin’ Time”). Le melodie e gli arrangiamenti risaltano il colore e il timbro della voce di Kumi.

«Il mio mondo vuole andare oltre tutti i confini: territoriali, culturali e linguistici e musicali ed è anche popolato da suoni atipici. – commenta la cantante italo-giapponese – Ho voluto al mio fianco musicisti amici che stimo molto per creare un alternative soul pieno di ritmo, che affonda le sue radici vocali nella sensibilità rock distillata attraverso le jazz and blues torch songs.»

KUMI Cristina Watanabe è una cantante, autrice, sound-designer italo-giapponese cresciuta tra Germania, Messico, Giappone, Francia e Italia e suona il pianoforte e la batteria. Scrive oltrepassando ogni confine linguistico/culturale con brani che spaziano tra inglese, francese, italiano, giapponese e spagnolo. Gli ultimi undici anni trascorsi a Londra hanno contribuito ad accentuarne la sua creatività. In Inghilterra gli storici speaker Tom Robinson su BBC  6 Introducing e Gary Crawley su BBC LONDON hanno più volte passato alla radio i suoi brani. Nella sua carriera, tra i numerosi concerti, ha aperto gli spettacoli di: Gary Moore, Jeff Beck, Jethro Tull, Ani DiFranco, Deep Purple, Steve Lukather, Vasco Rossi, Bob Geldof e Gotthard. Ha duettato con Franco Battiato nell’album “X Stratagemmi” (Sony music) accompagnandolo nel tour Europeo del quale è stato registrato il DVD live “Un soffio al cuore di natura elettrica” (Sony music). KUMI scrive anche musica per visuals, pubblicità televisive e spettacoli teatrali.

 www.routenote.com

Ufficio Stampa KUMI: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Annunci

In uscita il nuovo singolo di Bimeni

Bimeni.jpgJ.P. BIMENI

IL MIGRANTE FENOMENO DEL SOUL

IL 15 FEBBRAIO ESCE

FREE ME

ARRIVA ANCHE IN ITALIA IL MIGLIOR DISCO DELL’ANNO

PER BBC 6 MUSIC E UK VIBE MOJO

 

IN RADIO IL SINGOLO “I MISS YOU”

 

Da venerdì 15 febbraio arriva anche in Italia – nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming – “Free Me” (Tucxone Records/Self) il nuovo disco di J.P. Bimeni, il migrante del Burundi divenuto il nuovo fenomeno soul in Inghilterra.

Preceduto dal singolo “I Miss You” già in rotazione radiofonica nelle principali radio della penisola, “Free Me” è considerato il miglior album dell’anno da BBC 6 Music e Uk Vibe Moko.

 

J.P. Bimeni discende dalla famiglia reale burundese ma già all’età di 15 anni è costretto a fuggire dal suo paese allo scoppio della guerra civile, sopravvivendo  miracolosamente   a ben due attentati. Si rifugia nel Regno Unito e dopo qualche anno in Galles si stabilisce a Londra, dove abbraccia le infinite possibilità musicali che la città offre: jam session con la band di Roots Manuva, serate open mic insieme ai Noisettes e un incontro con una Adele all’epoca adolescente.

 

Il fatto che, come migrante, abbia vissuto un’esistenza fuori dall’ordinario e viva per raccontare questa storia rende le sue canzoni ancor più cariche di significato: «Quando mi trovavo sospeso tra la vita e la morte, dopo che mi spararono, chiamarono un prete per darmi l’estrema unzione – ricorda J.P. Bimeni – Ho guardato il prete e ho detto ‘Sento che non morirò. Sento che vivrò a lungo, conoscerò il mondo e proverò a me stesso che il mondo non è soltanto odio e violenza’».

 

A portarlo verso la strada che ancora oggi sta percorrendo è stato l’invito, nel 2013, ad unirsi alla tribute band ufficiale di Otis Redding. Partecipando, nel 2017, come ospite del gruppo funk Speedometer ad uno show in Spagna viene notato dalla Tucxtone Records che lo mette subito sotto contratto e dà inizio al suo progetto insieme ai The Black Belts la sua attuale band.

 

“Free Me” è deep soul all’ennesima potenza in cui risuona l’anima dell’Africa: le sue canzoni ci parlano di amore e perdita, speranza e paura, con la consapevolezza tipica delle vite messe innumerevoli volte alla prova. Alle jam funk si susseguono profonde ed accorate ballad provenienti dal southern soul, con un’atmosfera unica presente in tutto questo capolavoro, grazie a quel suo edificante stile africano. Che si tratti del funk di “Honesty”, della ribelle ed ispirata “Fade Away” o della commovente “I Miss You”, in ogni situazione J.P. Bimeni dimostra una incredibile profondità con la sua estensione vocale.

www.musicalista.it

Ufficio Stampa J.P. BIMENI: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Promozione Radio J.P. BIMENI: Tunefit – Sandor Von Mallasz – Stefano Predolin stefanopredolin@yahoo.it

Booking J.P. BIMENI: Musicalista Produzioni – Magalì Berardo magalie@musicalista.it   

CAT POWER WITH BAND DAL VIVO ALL’ALCATRAZ DI MILANO

cat_power_-_pc_eliot_lee_hazel_bFREAK & CHIC

presenta

CAT POWER

WITH BAND

 IL 6 NOVEMBRE DAL VIVO ALL’ALCATRAZ DI MILANO

 Martedì 6 novembre, alle ore 21.00, all’Alcatraz di Milano (via Valtellina, 25 – ingresso a partire da 25 euro + prevendita – www.ticketone.it) la cantautrice statunitense Cat Power ritorna dal vivo in Italia con il suo nuovo disco “Wanderer”, in uscita il 5 ottobre per Domino Records, che la riporta sulla scena musicale internazionale a distanza di sei anni dal suo ultimo lavoro in studio. I biglietti saranno disponibili sul circuito Ticketone dalle ore 10.00 di venerdì 20 luglio in versione scontata ‘early bird’ (20 euro + prevendita) solo per la prima settimana di prevendita.

«Le 11 tracce di ‘Wanderer’ raccontano quello che è stato il mio viaggio fino a qui commenta Cat Power Come ho vissuto la mia vita, vagando di città in città con la mia chitarra, per raccontare la mia storia, nel massimo rispetto di tutti quelli che, prima di me, lo avevano già fatto. I cantanti folk e quelli blues, e anche tutti gli altri, in realtà. Tutti hanno viaggiato, e io mi sento fortunatissima ad aver avuto la possibilità di fare lo stesso».

Scritto tra Los Angeles e Miami nel corso degli ultimi anni, “Wanderer”, decimo disco di studio, segna un punto di svolta nella vita privata e musicale di Cat Power, rappresentando sia la quintessenza della sua discografia sia una sopraggiunta maturità interiore. Dopo la pubblicazione di Sun, l’ultimo disco risalente al 2012 con Matador Records, Cat Power ha trascorso gli ultimi sei anni tra viaggi, vita familiare e decisi momenti di rotture discografiche, che hanno in qualche modo segnato lo scorrere del tempo, tra alti e bassi, contribuendo a rafforzare la personalità di Cat Power. Prodotto dalla stessa artista e da Rob Schnapf (Elliott Smith, Beck) al mixer, “Wanderer” contiene numerose collaborazioni con amici di lunga data, tra cui il cameo vocale con Lana Del Rey.

CAT POWER

Alcatraz

Via Valtellina, 25

Milano

Martedì 6 novembre

Ore 21.00

 Ingresso posto unico 25 euro + prevendita

Solo la prima settimana di prevendita

dalle ore 10.00 di venerdì 20 luglio in versione scontata ‘early bird’ (20 euro + prevendita)

Charlyn “Chan” Marshall, in arte Cat Power, è tra le voci più importanti del nuovo cantautorato americano al femminile. Classe 1972, il suo talento compositivo – intimista e minimale – e la sua musica hanno subìto nel corso degli anni un’evoluzione costante, passando dal dark-folk al rock, al gospel, al country-blues e soul, fino a ritmi elettronici e funky.

www.freaknchic.it

Ufficio Stampa: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Produzione: Freak & Chic – 02.34537886 – info@freaknchic.biz

IL DUO BIT’N B IN VERSIONE ACUSTICA CON LE LORO COVER DALL’ANIMA SOUL PER L’ESTATE ROMANA

bitnb corretta

Due giovanissimi dall’anima soul e black intoneranno le loro calde note alla banchina sul Tevere “Poveri ma belli” in uno dei punti più affascinanti di Roma in una rassegna che fa parte del progetto di intrattenimento della capitale “Estate Romana”. Oggi 10 agosto dalle ore 21.30m circa il giovane duo, composto da Giorgia Quagliola ed Alessandro Passi, si proporranno al pubblico con le loro rivisitazioni di brani noti sia del panorama musicale italiano che internazionale, in uno stile a cavallo tra il classico soul e gli arrangiamenti attuali. Il duo artistico Bit’N B, benchè di recente formazione, sta già riscuotendo un interessante successo di  seguito e di ascolti proprio per la particolarità delle loro proposte. Gli artisti, che fanno parte dei venerdì musicali proposti dalla direzione artistica di #Differevent di Sara Lauricella, fanno parte della “scuderia” della Produzioni Why Not…? di David Pironaci, che tanto investe nei giovani talenti ed in nuovi progetti musicali. E sarà proprio David Pironaci a presentare i Bit’n B sul palco  raccontandoci anche un po’ il percorso di questi giovanissimi che hanno scelto di proporsi in uno stile così particolare, che potremo continuare ad ascoltare anche in altre tappe del loro minitour.

FB_IMG_1533905212168[1]Sabato  11 agosto si proseguirà poi con la vitalità di Rock Circus Bandche proporranno uno show liver di Rock Dance, aspettando  il 15 agosto con la Fp Band in concerto che ripercorrerà i successi anni 70 ed 80.  Il progetto “Poveri ma belli”, è stato ideato e proposto dalla “Take off 2011” che si è attivata per mettere in atto la riqualificazione di una parte della banchina sul Tevere abbandonata restituendola ai cittadini ed ai turisti, oltre ad offrire varietà gastronomiche e dare spazio a diversi artisti del mondo della musica, dell’arte, dell’editoria e del teatro.

FB_IMG_1533905198991[1]Tra un piatto di pesce fresco, un po’ di sushi, un gelato, ascoltando musica e guardando spettacoli,  si partecipa anche alla buona riuscita di progetti sociali. Con  questo format, infatti, la Take off 2011,  si è attivata per  provvedere all’inserimento sociale e lavorativo di alcuni ragazzi di una nota casa famiglia ed ha scelto di affidare la sorveglianza ad una cooperativa di vigilantes composta da personale extracomunitario. Un rassegna sempre piena di stimoli il “POVERI MA BELLI”  e sempre aperta a dare nuovi enzimi culturali.

Per info ed aggiornamenti ci trovate su tutti i social, seguendo l’hastag #pmbfestival nella pagina  www.facebook.com/poverimabellifest/

Coordinamento stampa e sponsor media Sara Lauricella – differevent@gmail.com

Al via i venerdì “spettacolari” di #Differevent e Why Not…? per l’Estate Romana sulle sponde del Tevere

FB_IMG_1530621354878

E’ iniziata venerdì 29 giugno la “rassegna nella rassegna” targata #Differevent e Why Not…? per questa stagione dell’Estate Romana. Tutti i venerdì, fino al 07 settembre le due organizzazioni proporranno un lungo programma che partirà dalla serata e fino alle mezzanotte, aprendo con una parte culturale e sul Made in Italy per poi continuare con progetti musicali e canori di nuovi talenti. La serata di opening è stata condotta dai due titolari delle organizzazioni, rispettivamente Sara Lauricella per #Differevent e David Pironaci per Why Not…? che hanno dato il via a questa nuova collaborazione con la manifestazione “Poveri ma belli” che, come ricordiamo, è parte integrante dell’Estate Romana.

FB_IMG_1530621218899 La rassegna si trova sul Lungotevere in Sassia all’altezza dell’Ospedale Santo Spirito (due ingressi sia sotto Ponte Vittorio che da Piazza della Rovere). FB_IMG_1530622594509[1]Durante la serata di opening, aperta con lo spettacolo proposto da Insieme per l’arte, dal titolo “Poveri ma belli” scritto ed interpretato a quattro mani da Marianna Petronzi e Carlo Baldassini, con la scenografia arricchita dalla digital art di Michele Grimaldi, si sono esibiti sul palco dei nuovi progetti musicali e che hanno già riscosso tanto successo sia di pubblico che sui social. Si è iniziato con una prima parte acustica e poi si è conclusa la serata con il rock pop.

L’introduzione è stata affidata all’indie pop dell’alternativo Francesco Oscar Ferraro, accompagnato alla chitarra dal bravissimo Ezio Natale, che ci ha introdotto in un mondo musicale ”new vintage” utilizzando le canzoni “datate” ma riadattate in chiave moderna ed accattivante.

FB_IMG_1530621323843

Lo stesso chitarrista ha accompagnato poi Mike di Tommaso, un giovane artista del panorama black soul con un pizzico di ritmo e di verve. Si è chiuso poi in bellezza con la band Alicia Pizzonia & Black Soul che hanno fatto scatenare il pubblico e cantare a squarciagola i brani classici del rock.

“Abbiamo voluto creare una sinergia con la manifestazione “Poveri ma belli” per dare spazio non solo alla musica, ma anche all’arte, ai libri, all’artigianato Made in Italy – afferma la titolare di #Differevent Sara Lauricella- e per dar risalto alle varie tipologie di prodotti italiani uniti anche alla valenza sociale e di integrazione di alcune scelte della direzione di progetto, tematica e noi sempre cara”. “Abbiamo voluto raccogliere l’invito a partecipare a questa manifestazione per presentare i nostri nuovi progetti musicali – afferma il titolare di Why Not…? David Pironaci- e per via dello spazio dedicato anche alla cultura che da un valore aggiunto alla nostra musica”.  “Poveri ma belli” non è, quindi solo musica e spettacoli: tante le degustazioni disponibili a partire dalla classica ed italianissima pizza, a continuare con le proposte gastronomiche internazionali passando per l’orientale sushi. Ovviamente con dolci e bevande in quantità. In tutto ciò ci sono anche dei progetti di inserimento sociale e lavorativo di ragazzi provenienti da una casa famiglia e l’inserimento lavorativo di personale extracomunitario.

FB1Una rassegna mai monotona che si appresta a diventare un punto fermo per l’intrattenimento di romani e turisti. Nelle prossime settimane vedremo anche mostre d’arte, di fotografia, reading di poesia e libri, presentazioni di brand, tanta musica, Made in Italy ed eventi internazionali. Un dialogo dunque tra le diverse discipline artistiche per colorare le già suggestive serate estive sul Tevere, esperienze culturali originali e creative, ricche di linguaggi e pratiche che pongono al centro lo spazio pubblico e lo stare insieme.

Per info ed aggiornamenti ci trovate su tutti i social, seguendo l’hastag #pmbfestival nella pagina http://www.facebook.com/poverimabellifest/

Coordinamento stampa Sara Lauricella – differevent@gmail.com