MICHELE LA GINESTRA PER SOLIDARIETA’

46511208_1807890132652909_1341507020288688128_n (1)

Cresce l’attesa per lo spettacolo di beneficenza in programma il 10 dicembre al Teatro Italia,

“M’accompagno da me” di e con  Michele La Ginestra, per la regia di Roberto Ciufoli.

Uno spettacolo raccolta fondi a favore dalla Onlus Giulia Arni e dell’associazione “Luna e Cometa. Comunicare, educare e prevenire”  associazioni che perseguono da anni gli obiettivi: portare in classe chi a scuola non può andare, aiutando famiglie e bambini in difficoltà e promuove la donazione di sangue.

Michele La Ginestra e i rappresentati associazioniUn appuntamento che vedrà un aperitivo offerto dalle associazioni  prima dello spettacolo e che  proseguirà con lo spettacolo del talentuoso Michele La Ginestra, un campione di simpatia e solidarietà

Promotrice di questo appuntamento la  Onlus Giulia Arni, associazione che nata quattro anni fa per volere dei genitori di Giulia, dopo la prematura scomparsa della ragazza avvenuta a soli 23 anni dopo una lunga malattia.

giulia-arniGiulia fu, in un certo senso, una pioniera suo malgrado, la prima “studentessa virtuale” d’ Italia o meglio, la prima studentessa ad avvalersi delle moderne tecnologie per poter seguire la scuola a distanza mediante un computer collegato alla rete internet.

“ Oggi siamo in un altro mondo, viviamo un’altra epoca, un’epoca digitale in cui tutto corre rapidamente sulla banda larga: dalle piattaforme Social al crowdfunding, dalle campagne sociali all’informazione Internet è una risorsa enorme, quindi anche l’insegnamento a distanza non è più un’idea utopica; oggi ci sono i potenziali, i mezzi e gli strumenti per fornire un servizio telematico non solo di qualità tecnica ma soprattutto un valido supporto strumentale per chi ne ha bisogno, vanno però colti i parametri, ricercata la “materia prima” e predisposta un’adeguata strumentazione in grado di interfacciare la Scuola con il Domicilio dello studente, sia casa o struttura sanitaria cui è costretto”, fanno sapere i sostenitori del progetto che prende il nome: “ A scuola con Giulia”.

47220513_2142321722466407_2959739543667867648_nUn’assistenza completa e totale che permette ai ragazzi di non vivere isolati e distanti dal mondo cercando di stabilire e mantenere un contatto duraturo con la realtà”, questo aggiungono i sig.ri Arni, genitori di Giulia.

cristiano Arni,Lucia Granati e Michele La GinestraAltra associazione promotrice dell’iniziativa e a favore dalla quale saranno raccolti i proventi  del 10 dicembre al teatro Italia è “Luna e Cometa COMUNICARE-EDUCARE-PREVENIRE”, associazione fondata dalla prof.ssa Lucia Granati docente di ematologia presso l’ Università “ LA SAPIENZA”, responsabile del gruppo studenti La SAPIENZA i cui obiettivi sono: prevenzione e promozione della donazione del sangue.

Un evento di solidarietà da non perdere, quello del 10 dicembre una serata per incontrare amici in prossimità del Natale donare e dare il suo contributo a questi nobili progetti didattici ma anche per passare una serata spensierata e divertente.

IMG-20181201-WA0003[1]Il Ministero dell’Istruzione dagli anni ’90 ha reso ordinaria l’offerta della scuola in ospedale ed ha dotato di docenti i principali reparti pediatrici per favorire l’apprendimento dei ragazzi temporaneamente malati contrastando così la dispersione scolastica.

Molti però sono i minori che dopo essere stati dimessi devono restare a casa per proseguire le cure e non possono riprendere la scuola a causa delle basse difese immunitarie, per sopperire parzialmente al problema è stata pensata l’istruzione domiciliare che purtroppo non supera le 5-6 ore settimanali, troppo poche per raggiungere un profitto adeguato.

Il progetto completamente gratuito realizzato dalla Associazione Giulia Arni Onlus in collaborazione col Prof. Benvenuto Salducco intitolato “A SCUOLA..CON GIULIA” pone invece il ragazzo all’interno della classe per tutta la durata delle lezioni lasciando all’intervento del Docente domiciliare solo compiti di verifica e controllo.

Annunci

PREMIO MOSCATI XXXI° EDIZIONE TESTIMONIANZA DI AMORE E DI SPERANZA

44927069_10156809469979282_1878575621043388416_nTestimonianze d’amore protagoniste alla 31° edizione del Premio prof. Giuseppe Moscati. L’unica grande opportunità che abbiamo, ciò che è davvero essenziale e può dare il senso alla vita è spendersi per gli altri, questa la grande sfida dell’uomo moderno in conflitto tra razionalità e umanità. I medici devono saper ascoltare e vedere i loro pazienti,  testimoniargli coraggio, resistenza e accompagnarli nella sofferenza. Questi i temi proposti e la grande mission,  ancora una volta riconosciuta e affermata a gran voce sul sagrato del monumentale convento francescano a Casanova di Carinola in provincia di Caserta, domenica 28 ottobre 2018.

moscati immagineLa manifestazione che si ispira all’esempio del Medico Santo e insigne scienziato napoletano Giuseppe Moscati, individua in una serie di personalità l’impegno civile, professionale e sociale da premiare ogni anno e, le invita ad essere testimonianza davanti a rappresentanti delle istituzioni ed un attento pubblico.

IMG_5073Il Premio nato da un idea della dott.ssa Amelia Ullucci è stato realizzato negli anni con passione e grande spirito di sacrificio e ha ottenuto nel tempo importanti riconoscimenti: Medaglia d’Argento del Presidente della Repubblica, patrocini dal Senato,  Presidenza del Consiglio, Regione Campania e perfino una lettera di ringraziamento del Santo Papa Giovanni Paolo II. Alle 16:00 appuntamento come da rito si è celebrata la Santa Messa officiata dal Capo Ufficio del Pontificio Consiglio nuova evangelizzazione Mons. Michele Fiorentino insieme a Padre Giovanni Siciliano priore.

IMG_5079 A seguire gli ospiti presentati dal giornalista Rai Nando Santonastaso si sono avvicendati in una carrellata di preziosi interventi e riconoscimenti: il Prof. Mario Melazzini, Direttore Scientifico Fondazione Maugeri al quale è stata assegnata la Medaglia del Senato della Repubblica Italiana e la Medaglia bronzea dell’ Ente di Formazione Ricerca e Studi sulla Pace Jus et Pax, il Prof. Francesco Deodato che ha ritirato la Targa della Regione Campania per la UOC di Radioterapia della Fondazione Giovanni Paolo II° di Campobasso; Katia Villirillo, Fondatrice dell’associazione Libere donne di Crotone, ha ritirato il premio “Angelo della vita” per l’impegno verso le donne vittime di violenza salvate dalla strada e dalla droga;

IMG_4988il gruppo cinofilo Umbro dei Vigili del Fuoco impegnati ultimamente nel crollo del ponte a Genova ai quali è stata consegnata dal Cav. Andrea Marini Sera la medaglia bronzea Jus et Pax, il Dott. Diego Falchetti, primario della UOC di Chirurgia Pediatrica del Niguarda a cui è stata consegnata un opera pittorica dell’artista matesina Anna Zulla Ciardiello, l’emozionato ricordo del magistrato Antonella Cantiello, il dolce e accorato appello alla misericordia divina dal titolo Pane nostrum, scritto da un medico pugliese, Raffaele Grimaldi, contemporaneo del Moscati letto e interpretato dalla dott.ssa Ella Clafiria Grimaldi, la Targa del Comune di Carinola al comitato dell’Infiorata, organizzata nel mese di maggio, da Ilaria Pagano.

IMG_5091Il Premio quest’anno è stato assegnato alla clinica dei Primari in Pensione di Borgomanero in provincia di Novara che si prende cura di chi ha problemi di salute e non ha i mezzi per permettersi visite specialistiche. Sono tutti primari in pensione,  cardiologi, dermatologi, radiologi, urologi, nefrologi che soltanto nel 2017 hanno visitato oltre 1.500 persone senza chiedere in cambio nulla e garantendo un servizio invidiabile. Tutte queste testimonianze  ci regalano pezzi di verità, fatti e storie di uomini in carne e ossa, che appartengono all’anima e al cuore profondo di questo Paese, ci donano un sorriso e una speranza e ci riconciliano con le mille amarezze di questi tempi tormentati.

Appuntamento alla prossima edizione.

Ella Grimaldi

“IL CASSETTO DEI RICORDI 6” RED CANZIAN E TANTI ARTISTI AL SISTINA PER LA PEDIATRIA DELL’OSPEDALE DI ANZIO-NETTUNO di Sara Lauricella

20180521_213007

Lo storico Teatro Sistina ha aperto le porte alla solidarietà in una data da ricordare (il 21 maggio 2018) per un bellissimo ed importante  evento con la direzione artistica e la conduzione  di Roberta  Ammendola, affiancata dal bravissimo Pino Ammendola. Lo spettacolo ha preso la forma del cuore e del sorriso dei neonati, al fine di raccogliere fondi per l’acquisto di un macchinario per la visualizzazione del sistema venoso da donare al reparto pediatria e neonatologia dell’ospedale Anzio-Nettuno.  Tanti, tantissimi gli artisti accorsi ma, tra tutti, ha brillato la voce di Red Canzian dei Pooh, reduce dal concerto romano all’Auditorium Parco della Musica in cui ha proposto la rivisitazione di grandi classici musicali,  che ha incantato con l’emozionante “Uomini Soli”.

20180521_214357 Toccante il momento in cui ha preso parola il presidente dell’associazione Gabriele Viti, il piccolo  che ci ha lasciati per una malattia al midollo osseo e  motivo per cui il padre ha deciso di fondare l’associazione e dedicargli le sue attività benefiche.  Francesco Pannofino, ormai artista “colonna” delle varie edizioni del “Cassetto dei Ricordi”, non è voluto mancare nemmeno quest’anno, dando un saluto al pubblico ed ai colleghi intervenuti.

20180521_221237 Esilarante il comico Andrea Perroni, bravissimo e divertente il “doppiattore”  Angelo Maggi in una carrellata di personaggi tra cui i Simpson, Iron Man e  Mary Poppins  in  duetto  con la poliedrica Roberta Amendola. Ed ancora Greg & i the Frigidaires, Maria Letizia Gorga con una splendida poesia, gli allievi dell’accademia Sistina diretti da Claudia Tocchi, Isabella del Principe e poi personaggi del calibro di Katia Nani, il mago Daniele Antonini, la diretta su Radio Rock di Betta Cianchini, il tip-tap di Marco Rea con l’attrice Cristina Sciabbarrasi e il divertente gran finale dei Pensieri Positivi cover band di Jovanotti.

foto1 - Copia.jpgEd inoltre, come ormai consuetudine, un’importantissima pesca solidale, con premi offerti da importanti aziende italiane promosse da “Le Salone de La Mode” di Gabriella Chiarappa, Manager del Fashion che promuove a livello internazionale il Made in Italy, tra cui la veterana Clybo bags di Cinzia Maria Statuto,  l’Associazione Concappello – azienda Carlo Forti, I Duchi di Claudio Guazzaroni.   IMG_1165

Per seguire l’evento e per contatti e donazioni: https://www.facebook.com/cassettodeiricordi/