Gianluca Caruso compleanno nel pallone con Perrotta, Tonetto e Cassetti

Room26_Marco Cassetti_Gianluca Caruso_Simone Perrotta_ph Giovanna OnofriPerrotta, Tonetto, Cassetti: compleanno nel pallone al Room26 per Gianluca Caruso
Tutti gli invitati alla festa dell’imprenditore romano presidente della Jem’s Soccer Academy, fondata con gli ex calciatori della Roma, Simone Perrotta e Max Tonetto
Ha compiuto 37 anni lo scorso venerdì 15 febbraio Gianluca Caruso, noto volto delle notti all’EUR, dove da più di dieci anni è responsabile delle pubbliche relazioni del Room 26, centro nevralgico del divertimento capitolino. Non solo movida ma anche tanto sport nella vita dell’imprenditore neo trentasettenne. Da poco più di un anno infatti, Caruso è il presidente di calcio più giovane d’Italia grazie alla sua squadra A.S.D. Jem’s Soccer Academy, che ha sede nel circolo sportivo Jem Sport a due passi da Ostia, e che ha fondato con i suoi soci e amici Max Tonetto e Simone Perrotta, amati ex idoli della AS Roma che il noto PR romano e imprenditore ha conosciuto grazie alla sua collaborazione pluriennale proprio con il Room 26. E non poteva che svolgersi lì il party di Caruso, nella cornice simbolo della nightlife capitolina che ha accolto oltre duecento invitati e tanti ospiti provenienti dal calcio che conta e dove giungono anche gli auguri in video del capitano romano e romanista Daniele De Rossi. La Jem’s Soccer Academy è una vera e propria ragione di vita per tutti loro, ed è proprio Caruso a trovare lo sprint insieme ai suoi amici, ad aprire nello scorso anno una scuola calcio in cui accogliere soltanto bambini dai 5 ai 15 anni. Un’idea nobile nata dall’aver vissuto ed esser cresciuto nella zona sud di Roma, tra la capitale e Ostia, dove molti ragazzi vivono situazioni difficili e da cui spesso non riescono a scappare.
Room26_Matteo Vespasiani speaker Roma e Gianluca Caruso_ph Giovanna OnofriInsieme, Gianluca, Max, Simone e tanti altri grandi professionisti del calcio e del futsal come Jimmy Maini, Ivano Trotta, Marco Cassetti, Gabriele Caleca, anche loro presenti alla festa, seguiti dalla stella del calcetto femminile Diana Bellucci, campionessa europea e mondiale di calcio a 5, investono il loro tempo e la loro passione giornalmente, per una scuola che oggi conta oltre 400 bambini iscritti che giocano un calcio pulito. Una scuola che segue il protocollo AIC (Associazione Italiana Calciatori), ente nazionale di cui Perrotta è anche vice presidente della sezione junior.
Room26_Gianluca Caruso e sua moglie_ph Giovanna Onofri (“Ho avuto una grande fortuna ad aver incontrato sulla mia strada questo posto è queste persone. Grazie a queste mura ho conosciuto grandi uomini del calcio: grandi uomini dal grande cuore. Da quando hanno smesso con il calcio professionistico, hanno deciso di seguirmi in quest’avventura e questa festa non è solo il mio compleanno, anzi, quella è l’ultima cosa. Questa festa è un modo per ringraziare ognuno di loro, il Room 26 che mi ha sempre appoggiato e tutti coloro che da tempo seguono la nostra attività e credono in ciò che facciamo”, dice Gianluca Caruso emozionato, e aggiunge “E’ importante dare ai bambini che non possono neanche permettersi di sognare, un modo concreto per farlo”. Room26_Gianluca Caruso e Max Tonetto_ph Giovanna OnofriDurante la serata del venerdì che all’EUR prende anche il nome di Forever Young, il party che da il via al weekend, giungono anche gli auguri da parte della direzione del Room 26, che con grande piacere ha ospitato la ricorrenza, “Un’occasione per ritrovarsi ancora una volta in questo luogo dove nascono grandi sinergie e hanno preso vita i sogni di molti di noi. Siamo felici che Gianluca, Simone e Max siano uniti per una causa così nobile. Dare speranza ai bambini è il minimo che ti possa fare in un mondo come quello di oggi, dove scappare dalla strada è sempre più difficile”, ha espresso Gianluca D’Ettorre portavoce della serata.  Dopo la torta a base di pan di spagna, crema pasticcera e panna, i festeggiamenti sono continuati sulle note di Max Rezzonico, dj resident e colonna musicale portante insieme a Paolo Pompei, delle notti all’ombra dell’obelisco di Piazza Guglielmo Marconi.
foto credits Giovanna Onofri
Annunci

ROOM 26 presenta TEN WALLS

1-2feb_room26_ten walls_special guest

Venerdì 1 e sabato 2 febbraio, dalle ore 23.30

ROOM 26 – Piazza Guglielmo Marconi, 31 – Roma (EUR)

 

ROOM 26

presenta:

TEN WALLS

Special Guest di Sabato 2 Febbraio. Autore della Hit Mondiale: https://www.youtube.com/watch?v=rymUSbYQjw8

 

LineUp della Settimana:

Venerdì 1 febbraio / FOREVER YOUNG

Main Room: Guest PAPS’N’SKAR

Resident Double Fab – Max Rezzonico – Marco Gioia / Voice by Lele Sarallo e Lory Voice

Sabato 2 febbraio:

Resident Luis Bertman e Paolo Pompei / Special Guest TEN WALLS

1-2feb_room26_paps_n_skar

Venerdì 1 e sabato 2 febbraio, il Room 26 ha il piacere di ospitare TEN WALLS, special guest del sabato più entusiasmante della capitale. TEN WALLS, DJ di fama internazionale e autore della HIT “Walkin with Elephants” https://www.youtube.com/watch?v=rymUSbYQjw8 , è un altro dei grandi colpi messi a segno dallo storico club dell’EUR, nelle cui serate si ritroveranno anche i resident Double Fab, Max Rezzonico e Marco Gioia, accompagnati dalle voci di Lele Sarallo e Lory Voice nella serata di venerdì 1 febbraio, in occasione del FOREVER YOUNG party, una festa dedicata al meglio delle sonorità anni’90 e di cui punta di diamante sarà il duo PAPS’NSKAR. Nella nella notte di sabato 2 febbraio invece, risuonerà il ritmo inconfondibile di TEN WALLS, accolto dai resident Luis Bertman e Paolo Pompei.

1-2feb_room 26_ten walls

TEN WALLS – BIOGRAFIA: Ten Walls era lanciatissimo verso una carriera brillante e ricca di successi. Brani come ‘Sparta, ‘Requiem’, ‘Walking With Elephants’, lo avevano proiettato sul grande palcoscenico mondiale della dance. Poi Marijus Adomaitis ha deciso di distruggere la sua carriera con le sue stesse mani, a causa dei fatti accaduti a Marzo del 2017. Il motivo sono alcuni post omofobi – e per omofobi non intendo le battutine che fanno irritare i più suscettibili, ma uscite davvero pesanti, da Medioevo – con l’intera comunità del clubbing che ha bandito il dj e produttore lituano dalla scena, cancellando tour e numerosissime serate. La storia è nota. Ora Ten Walls annuncia il suo primo album, ‘Queen’, con un video teaser che rivela un gusto vagamente più disco rispetto al suono a cui ci aveva abituati. Oggetto di una fortissima discriminazione da oltre due anni, l’artista si è scusato in diverse occasioni e chissà che questo album non possa essere il momento del suo riscatto.

LA STORIA: https://www.soundwall.it/ten-walls-fuori-dal-circoloco/ – In questo link si parla della sua esclusione dalla serata più importante di IBIZA (Circoloco) per le sue dichiarazioni omofobe per volere dei suoi colleghe che da lui presero le distanze e non lo vollero più in console. Nonostante le sue dichiarazioni, TEN WALLS resta uno dei più grandi artisti del panorama mondiale, “bruciato” dalle sue stesse parole.

PAPS’N’SKAR – BIOGRAFIA: Al secolo Emanuele Cozzi e Davide Scarpulla, i Paps’n’Skar sono un duo di musica dance italiano, noto anche col nome di Sally Can Dance. La coppia nasce quando Cozzi inizia a lavorare a Radio Monte Carlo e incontra Scarpulla, nel 1994. Debuttano nel 1997, quando esce il loro primo singolo sotto la edito dall’etichetta TIME intitolato Because I’m free e realizzato in collaborazione con Davide di Lernia, figlio del più noto Leone , con la voce di Linda Peverini. L’anno dopo esce You want my love in collaborazione con Alessandro Viale, Roberto Gallo Salsotto e Paola Cannone come voce femminile, che diventa un successo e rimane sette settimane nella classifica delle vendite italiane di Musica&Dischi. Dall’8 al 10 ottobre dello stesso anno partecipano al World dance music festival e producono anche il loro primo video girando tutta l’Europa esibendosi in SpagnaGermaniaAustriaPaesi BassiSvizzera e Belgio. Sempre nel 1999 pubblicano con lo pseudonimo D.E.A.R. (Davide, Emanuele, Alessandro, Roberto) la hit Talk to me, in cui si avvalgono della meravigliosa voce di Melody Castellari. Nel 2000You want my love diventa nel Regno Unito e nei Paesi Bassi sigla di uno spettacolo serale. Tra l’aprile e il maggio di quell’anno viene pubblicato Turn around, che diventa un tormentone, e partecipano per la seconda volta al World dance festival. Nell’autunno dello stesso 2000, con lo pseudonimo di “Sally can dance”, realizzano una cover del celebre brano You spin me round (like a record) dello storico gruppo Dead or Alive, riproponendola in versione italo dance, con tanto di melodia composta al sintetizzatore e voce modificata dal vocoder. L’estate del 2000 è quella di Turn around, una canzone che utilizza un sample del brano I won’t let the Sun go down on me di Nik Kershaw del 1984, che diventò uno dei brani che maggiormente imperversano nelle discoteche e nelle radio. Nel mese di febbraio del 2001 pubblicano il singolo Get it on, con cui partecipano al Festivalbar 2001. Sempre nell’estate del 2001, nuovamente sotto lo pseudonimo di Sally Can Dance, danno luce al singolo All I need e nel 2002 esce il singolo Loving you che ottiene grande successo in Italia e all’estero. All’inizio del 2003 esce Love is love e poco dopo producono con la casa discografica Warner Music il singolo Che vuoto che c’è, prendendo in prestito le parole di una canzone di Raf (Siamo soli nell’immenso vuoto che c’è). Nel dicembre dello stesso anno producono Mon Amour, che anticipava il loro primo album Uno. L’anno seguente pubblicano il singolo Mirage (Stasera la luna) (cover del brano omonimo degli Scotch dell’estate del 1986), prodotto in collaborazione con DJ Maxwell e Simon Ermacora, che diventa un tormentone estivo del 2004 grazie a uno spot dell’azienda di telefonia mobile TIM. Nel mese di giugno del successivo anno pubblicano Vieni con me. Anche questa canzone è scelta come colonna sonora per la campagna della TIM e diventa un tormentone come il precedente. Esattamente un anno dopo, nel giugno del 2006, esce il singolo Balla, sempre scritto in collaborazione con Massimo Perini e Simon Ermacora e prodotto dagli stessi assieme a Nikholas Murphy. A giugno 2007 esce il singolo Ti ricordi quella volta. Per l’estate 2008 viene pubblicato il singolo Bambina in collaborazione con il DJ Gabry Ponte. Il brano contiene un rif accattivante e un grosso impiego del vocoder. Nel giugno 2009 il nuovo singolo La Dance con l’etichetta Bit Records da inizio ad una svolta musicale del gruppo: le sonorità dei Paps’n’Skar diventano più vicine al pop.  Arriva nel 2010 il nuovo singolo intitolato Spazio Fratto Tempo, brano pop presentato alle selezioni di Sanremo. A marzo 2011 esce il nuovo intitolato Into Your Soul con la collaborazione dei Da Brozz. Successivamente esce il La Cicala grega e la sua versione in spagnolo, La Sirena. Nell’estate 2012 si ripresentano con il singolo Twilight of Love. Il singolo è pubblicato sotto l’etichetta Dance and Love di Gabry Ponte. Ad aprile 2013 vengono pubblicati i singoli Wake Up e Voglio tornare negli Anni 90, realizzato in collaborazione con DJ Matrix. Quest’ultimo viene certificato disco d’oro dalla FIMI nel settembre 2017. Nel 2014 viene pubblicato Con una 500, supportato da FIAT con la realizzazione di numerose iniziative promozionali durante l’estate. Nel 2015 continua la collaborazione dei Paps’n’Skar con Dj Matrix e Vise con il singolo Fanno Bam, canzone che anticipa l’album di Dj Matrix & Matt Joe Ho Voglia di Dance. Quest’ultimo singolo rilasciato il 25 giugno, ritrova la musicalità che ha reso famoso il gruppo a fine anni ’90 inizio 2000 riportando alla luce il genere Italodance ormai abbandonato da circa un decennio.

MODALITA’ INGRESSO

Venerdì 8 e Sabato 9 Febbraio, dalle ore 23.30 alle ore 4.30

Prezzo in Lista: 15€ Uomo / 10€ Donna (drink incluso)

L’ingresso “Fuori Lista” subirà un supplemento di 5€ sul ticket al botteghino

Per INFO e LISTE, scarica l’APP di Room26, clicca qui: http://bit.ly/approom26

TEL. 333 428 9202 – EMAIL: info@room26.itwww.room26.it

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA