ROMA FRINGE FESTIVAL 2017: IL 21 SETTEMBRE FINALE E PREMIAZIONI

tiger boy_Roma Fringe Gabriele MainettiRoma Fringe Festival 2017

Finale e Premiazioni il 21 settembre

Ospiti: Gabriele Mainetti e Lillo Petrolo

In scena i 3 finalisti del Roma Fringe Festival 2017, insieme ai corti del pluripremiato regista di
Lo Chiamavano Jeeg Robot

 

A partire dalle 19.30, Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo)

Il Roma Fringe Festival 2017 si concluderà il 21 settembre con una serata all’insegna del Teatro e del Cinema: a partire dalle 19.30 andranno in scena i 3 spettacoli più apprezzati da pubblico e critica di questa edizione, per poi proseguire con l’appuntamento cinematografico guidato da uno dei registi del momento, Gabriele Mainetti insieme a Lillo Petrolo, per finire con le premiazioni, che vedranno lo stesso autore di Lo Chiamavano Jeeg Robot assegnare il premio al vincitore.

Giunto alla sua sesta edizione, guidato da Davide Ambrogi, anche quest’anno il Fringe capitolino ha intercettato alcune delle più interessanti proposte teatrali indipendenti dello stivale, raccontando l’Italia sul palcoscenico, attraverso inedite versioni di grandi classici, veri e propri momenti poetici e nuove drammaturgie, con performance, visual art, comicità, non sense e teatro civile.roma fringe 2017

Tra i finalisti del Roma Fringe Festival 2017: Il Circo Capovolto del Teatro delle Temperie (Bologna) di Andrea Lupo e A Sciuquè, di Ivano Picciallo, Malmand Teatro/i Nuovi Scalzi (Barletta).

Insieme ai tre spettacoli finalisti, alle 22.30 salirà sul palco in compagnia di Lillo Petrolo (di Lillo e Greg) il pluripremiato regista di Lo chiamavano Jeeg Robot, Gabriele Mainetti, che presenterà una serie di corti in cui ripercorrere la sua poetica artistica dal poliziesco al noir, con Basette (2008 con Valerio Mastandrea, Daniele Liotti, Marco Giallini, Luisa Ranieri, Flavio Insinna, Lidia Vitale, Santa De Santis, Alessandro Tavanti), Tiger Boy (2012 con Francesco Foti, Lidia Vitale e Simone Santini), la serie di Ningyo (2016).

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e si svolge con il Patrocinio delle Biblioteche di Roma.

Appuntamento con il Roma Fringe Festival dal 30 agosto al 21 settembre a Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo). Ingr. gratuito, spettacoli 6 euro – 8 euro. Sconti con Bibliocard.

Media Partner: Periodico Italiano Magazine, Gufetto, Saltinaria, Media e Sipario, Persinsala, Recensito, La Platea, Roma Tre Radio – Radio ufficiale dell’Università degli Studi di Roma Tre”.

Per info, prevendite e programma: www.romafringefestival.it

Ufficio Stampa HF4 – Marta Volterra marta.volterra@hf4.it +39.340.96.900.12

Annunci

ROMA FRINGE FESTIVAL TRA TEATRO, INSTALLAZIONI, CINEMA, MUSICA E …

roma fringe 2017

Roma Fringe Festival 2017
Il programma dall’11 al 16 settembre

 

Provocazioni, Teatro Civile, Teatro di Figura e Puppet, Classici, Perfomance e Installazioni visual con 16 compagnie da tutta Italia, Gran Bretagna, Svizzera e Irlanda per 8 differenti spettacoli a sera

 

E poi ancora
Cinema con Gabriele Mainetti, il regista visionario di Lo chiamavano Jeeg Robot con ospiti a sorpresa

Musica con Spaghetti Unplugged

 

Prosegue con un’incursione nel cinema e nella musica il Roma Fringe Festival che, oltre a proporre 16 spettacoli in concorso anche per la settimana che va dall’11 al 16 settembre, per sabato 16 a partire dalle ore 22.30 vedrà anche uno dei artisti del momento, il regista visionario di Lo chiamavano Jeeg Robot, Gabriele Mainetti presentare i suoi cortometraggi più premiati con ospiti a sorpresa (Palco A), e sempre alle 22.30 sul Palco B i live di Spaghetti Unplugged in una speciale “trasferta Fringe”.

 

Nel segno del contemporaneo tra provocazioni politicamente scorrette, teatro civile, teatro di figura e puppet, classici e installazioni, dall’11 al 16 si continuerà anche a chiamare a raccolta il già fedele pubblico teatrale – e non solo – con un’offerta sempre ampia: 16 compagnie da tutta Italia, Gran Bretagna, Svizzera e Irlanda per 8 differenti spettacoli a sera.

 

Programma dettagliato su: www.romafringefestival.it

Spettacoli in scena al Roma Fringe Festival dall’11 al 16 settembre

 

La Rivoluzione delle Sedie di Massimiliano Aceti, regia di Matteo Nicoletta Barbara Alesse CommediaCome ci si comporta con un paraplegico arrogante e prepotente? Siamo in un ufficio del supermercato Eurospin. “La rivoluzione delle sedie” attraverso un turbine di ritmo e divertimento, svela l’ipocrisia del senso di colpa dei normodotati nei confronti dei disabili e verso chi vediamo diverso da noi.

 

Questa è casa mia Compagnia Sasiski! di Alessandro Blasioli Teatro Civile. Il racconto della storia vissuta da una famiglia aquilana, i Solfanelli, in seguito al terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo il 6 Aprile 2009; la storia di un’amicizia, travolta anch’essa dalla potenza della natura e dall’iniquità dell’uomo. Il monologo è il naturale prosieguo del corto teatrale “A Vostra completa disposizione!”, vincitore di diversi premi e riconoscimenti.

 

Da Otello Scritto ed interpretato da: Lorenzo Caldarozzi, Alberto Fumagalli, Federico Gatti, Alice Hardouin Bertini, Francesco Massaro, Silvia Parasiliti Collazzo  Commedia / Classico Otello è il proprietario di una trattoria, con lui c’è Desdemona, la sua incantevole compagna. Tra soffritti, polpette e mollichine di pane, si cucinerà una storia di sospetti, invidie e gelosie. Una saporita rivisitazione dell’Otello shakespeariano, genuina e senza olio di palma.

 

Giorgio Garofoli/Nexus Teatro di parola, performance e installazione in una Terni, fine del millennio. Giuseppe ci racconta il suo rapporto col padre. In bilico fra epopea e ricerca d’archivio, riesamina un’infanzia fatta di sale giochi e battute di caccia, Roger Rabbit e film di Schwarzenegger. Poi l’adolescenza e il declino della Terni post-industriale che puntava tutto sul cinema e il volo.

 

Barocco Shocking Street Mestieri Misti di Clio Gaudenzi, Francesca Montanari Commedia. Un girotondo di sketch di ordinario delirio compongono un variegato affresco di scene di vita realmente accadute e che continuano ad accadere. Vi preghiamo di non giudicare, ma di tentare di vedere, al di là dello squallore, la poesia della miseria umana.

 

Il tempo è fermo Roma di Pierpaolo Buzza e Dario Folchi Dramma Romantico Onirico Un dramma romantico originale e ricco di colpi di scena…

 

Aspettando una chiamata di Matteo Cirillo Monologo brillate Ridere sull’attesa del “lavoro della vita” delle giovani generazioni. Un ragazzo aspetta fiducioso una chiamata che faccia valere questo suo diritto. “Il vero lavoro è saper attendere” Nell’attesa spesso si è da soli, nella solitudine o ritrovi te stesso oppure ti perdi; nell’attesa i pensieri prendono vita, nell’attesa la speranza è l’ultima a morire.

 

Opera Panica DoveComeQuando Compagnia Teatrale di Pietro Dattola Commedia surreale. Tre generali si contendono un soldato, una donna insegue le richieste del suo uomo, una certa storia non va raccontata. “Il culmine di un teatro che coniuga l’incanto magico della scrittura e le immagini surrealiste” (Multiversi.info)

 

SISTER(s) – miraggio su strada qualunqueexvUoto teatro di Andrea Dellai regia di Tommaso FranchinCommediaUna zona remota. Una civiltà in stato confusionario e razzista. Bruno lavora alla stazione di benzina di famiglia insieme ad Allison, sua sorella. Che succede se una notte Bruno apre il frigo e ci trova dentro la Madonna, un po’ alticcia per di più, che gli intima di farsi suora?

 

S Y R I U S Rosebuds (Dublino)regia di Karen Killeen  Performance art La storia di Rasha, una giovane donna siriana costretta a lasciare il proprio paese per trovare rifugio in Europa. La vicenda viene narrata tutta attraverso il movimento e una colonna sonora che segue ogni fase del viaggio.
HLa Crisalyde  di Vania Castelfranchi, Matteo Paino e Claudia Marsico regia di Vania Castelfranchi  Monologo Un famoso primario dalla florida carriera ospedaliera il cui vero nome non verrà mai pronunciato, all’improvviso viene declassato ad archivista. Spezzata la sua identità vengono alla luce le sue frustrazioni, dalle quali riesce a trovare un apparente sollievo costruendosi un amico fantoccio.

 

The Conductor LA COMPAGNIE DES DIVINS ANIMAUX (United Kingdom)
di Mark Wallington and Jared McNeillDramma. Nel 1941 la città di Leningrado viene messa sotto assedio. Durante i bombardamenti, un compositore lavora al completamento della sua sinfonia per la gente. La vera storia del suono che sollevò l’intera città, e di come l’arte ispirò le persone a rinnovare la fede nella loro dignità e nella propria forza.

 

GOOSELa Cavalcade En Scène Neuchâtel (Svizzera)
regia di Ladislaja PietrangeliCommedia – Estratto di spettacolo per tutte le età. Protagoniste di Goose, maschere larvali da noi costruite, inserite in una gimcana tragicomica tra gli enigmi della vita: miseria o miracolo? Un presentatore senza testa, un bambino, una donna, un uomo. Uno sguardo assurdo e a tratti toccante sull’inquieto umano vivere.

 

A Sciuquè Malmand Teatro/i Nuovi Scalzi di Ivano PiccialloDramma. Il luogo dove vive l’azione scenica è uno spazio vuoto, colorato da una sparuta presenza di abiti sul fondo. Luci e ombre guidano lo spettatore a prender parte al viaggio inconsapevole di Nicola, alla ricerca di una risposta all’ormai ossessiva domanda, che forse gli ha cambiato la vita: cos’è il gioco?

 

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e si svolge con il Patrocinio delle Biblioteche di Roma, all’interno dell’Estate del Municipio II.

 

Appuntamento con il Roma Fringe Festival dal 30 agosto al 21 settembre a Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo). Ingr. gratuito, spettacoli 6 euro. Per i possessori di Bibliocard, ingresso 5 euro.

 

Media Partner: Periodico Italiano Magazine, Gufetto, Saltinaria, Media e Sipario, Persinsala, Recensito, La Platea, Roma Tre Radio – Radio ufficiale dell’Università degli Studi di Roma Tre”.

 

Per info e programma: www.romafringefestival.it

ROMA FRINGE FESTIVAL 2017: PARTE LA RASSEGNA DEL TEATRO GIOVANE ED INDIPENDENTE

XXIX CIVITAFESTIVAL CON I VINCITORI DEL ROMA FRINGE FESTIVAL E GIORGIO TIRABASSI

LA CLASSICA AVANGUARDIA DEL XXIX CIVITAFESTIVAL

XXIX CIVITAFESTIVAL     Fabrizio Bosso_CivitaFestival 2017

A Civita Castellana (VT) tra Classico e Avanguardia con
Fabrizio Bosso, Giorgio Tirabassi, Daniele Pozzovio e Ares Tavolazzi, Premio Strega, Teatro di Roma, Roma Fringe Festival, Beatlestory e molti altri…

Giorgio Tirabassi_CivitaFestival 2017

10 – 22 luglio 2017 Forte Sangallo, Via del Forte, 1 – Civita Castellana (VT)

Forte Sangallo, imponente fortezza in terra falisca costruita nel 1495 su volere di Alessandro VI Borgia e oggi Polo museale del Lazio,  sarà la suggestiva scenografia della ventinovesima edizione di uno dei festival estivi più raffinati del centro Italia: il CivitaFestival a Civita Castellana (VT). Un’iniziativa gratuita che presenta al grande pubblico i molteplici volti dell’arte e che nella cornice medievale di un monumento simbolo della regione, porterà le grandi performance di Fabrizio Bosso, Giorgio Tirabassi, Daniele Pozzovio e Ares Tavolazzi, letture con il Premio Strega, i vincitori del Roma Fringe Festival, Teatro di Roma, Beatlestory e molti altri.

Diretto dal regista, attore e musicologo Fabio Galadini, il CivitaFestival 2017 offrirà un percorso alla scoperta delle arti a 360°, guardando alle varie forme dei linguaggi musicali tra tradizione, innovazione, territorio e creatività giovanile, consolidando la presenza teatrale grazie alla stretta collaborazione con il principale festival italiano e internazionale di teatro indipendente, il Fringe Festival, e la letteratura ospitando il Premio Strega 2017.

CIVITAFESTIVAL 2017. Dopo l’anteprima del 6 luglio con la mostra fotografica di Kami Salak e con Il Flauto Magico dedicato ai giovanissimi, a cura di Teatro di Roma ed Europaincanto, il CivitaFestival 2017 si apre il 10 luglio con un progetto artistico protagonista in tutta Italia e nel mondo (su palchi come L’Arena di Verona, Broadway e Hong Kong) e al tempo stesso squisitamente civitonico, Beatlestory, definito dalla stampa italiana il “miglior omaggio ai Beatles degli ultimi 50 anni”.

Tra musica e danza, prosegue l’11 luglio con Le Metamorfosi Musicali sulla linea sonora della tradizione popolare italiana, con la grande classica di Xilon Orchestra il 12 luglio e poi ancora il 13 luglio con l’eccellenza jazz di Daniele Pozzovio Trio in accompagnato da Ares Tavolazzi contrabbasso e Amedeo Ariano batteria, con introduzione di una delle massime esponenti del settore: Daniela Floris.

Dal 14 al 16 luglio, al CivitaFestival arrivano le importanti collaborazioni con la scena teatrale italiana in compagnia di due vincitori del Roma Fringe Festival, Mozza di e con Claudia Gusmano il 14 luglio e Rukeli di Farmacia Zoe il 15 luglio, e poi con un volto noto anche del piccolo schermo: Giorgio Tirabassi il 16 luglio con il suo Romantica.

Il progressive diventerà protagonista del CivitaFestival il 17 luglio con Il Giardino Onirico, mentre nella meravigliosa cornice di Forte Sangallo il 19 luglio sarà la volta di una star ormai internazionale: Fabrizio Bosso con Blue Moka.

Giovedì 21 luglio, ancora grandi ospiti con il Premio Strega 2017, mentre il 21 luglio si torna alla musica con il concerto interamente dedicato alla musica di Duke Ellington con gli arrangiamenti originali per big band eseguiti dalla Giorgio Cuscito & Massimo Pirone Big Fat Band.

Sabato 22 luglio, infine, grande chiusura con un omaggio a Massimo Coen tra Musica klezmer, sefardita, jewish jazz, con Gabriele Coen Trio e la sua Jewish Experience.

Tutti gli eventi si svolgono a Forte Sangallo e sono a ingresso gratuito.

 Ufficio Stampa HF4 – Marta Volterra marta.volterra@hf4.it +39.340.96.900.12