L’ATTRICE ROBERTA GARZIA INSIEME CON FABIO GRAVINA IN “UN FIGLIO A TUTTI I COSTI” DEBUTTA AL CINEMA

UNFIGLIO ATUTTI I COSTI35mm e Easy cinema

presentano 

Commedia all’italiana di e con Fabio Gravina, su vicende e peripezie di una coppia per arrivare a coronare il sogno di diventare genitori

Colonna sonora di Gigi D’Alessio

Divertimento, riflessione e sentimento. Sono questi gli ingredienti di “Un figlio a tutti i costi”, opera prima di Fabio Gravina, prodotto da 35mm, dal 1° marzo nelle sale italiane. La pellicola, girata tra maggio e giugno 2017 tra Lariano e Roma, trae spunto da una commedia teatrale rappresentata nel 2012. Il suo successo al Teatro Prati con più di 5000 spettatori in due mesi di repliche, ha convinto Gravina a crearne un adattamento per il cinema. Gravina+Garzia_Un Figlio A tutti i Costi

“Un figlio a tutti i costi” è una commedia d’autore curata nei minimi dettagli dal regista. Il film affronta con ironia un tema molto serio, come quello della difficoltà di due coniugi ultraquarantenni ad avere figli a fronte del loro forte desiderio di diventare genitori.

“Questa commedia – spiega Fabio Gravina – attraversa i sentimenti di chi deve fare i conti con i ritmi e le convenzioni della società attuale. Prima bisogna trovare la propria anima gemella, poi una posizione lavorativa, e alla fine, il momento giusto per un figlio arriva tardi. L’amore può fare molto ma non tutto; e non è facile trattare un argomento così personale e delicato. La sfida nel raccontare questa storia è stata puntare sulla comicità, senza cedere mai alla volgarità”.

La situazione in cui vengono a trovarsi Orazio (Fabio Gravina) e Anna (Roberta Garzia) è di stretta attualità: la coppia può cominciare a costruire una famiglia soltanto in un’età in cui concepire un figlio comincia a risultare problematico. Per inseguire questo sogno, i protagonisti si troveranno, come accade nella vita di tutti i giorni, a seguire strade diverse, a volte anche poco ortodosse, sino a ricorrere a metodi “alternativi” collegati a credenze popolari e superstizioni. Moglie e marito si imbatteranno in personaggi molto particolari, dal commissario implacabile (Ivano Marescotti) alla stalker (Paola Riolo) paziente dell’amico psicanalista (Stefano Masciarelli); c’è anche la partecipazione straordinaria di Maurizio Mattioli nel ruolo di medico “terapeuta” e l’”inseminatore professionista” Beppe Convertini. Garzia+Gravina+Tittocchia_Un Figlio a Tutti i Costi

Quando Anna decide di rivolgersi ad un sedicente professionista del settore, nonostante il secco rifiuto di Orazio, il destino riserva ad entrambi la sorpresa per un gustoso finale.

Accanto a Fabio Gravina, tanti bravi attori come Roberta Garzia, Ivano Marescotti, Paola Riolo, Gianni Ciardo, Angelo Di Gennaro, BeppRoberta Garzia_ph Azzurra Primaverae Convertini, Emanuela Tittocchia, Gino Cogliandro ‘Nduccio.

Con la partecipazione di Stefano Masciarelli

e con la partecipazione straordinaria di Maurizio Mattioli.

La colonna sonora è di Gigi D’Alessio.

Fabio Gravina

Fabio Gravina nasce a Roma il 24 settembre 1965. Attore, regista e autore.

Nel 1995 inizia a mettere in scena testi di grandi autori della tradizione napoletana: De Filippo, Scarpetta, Curcio, Samy Fayad. Nel 1996 fonda la Compagnia Teatrale Umoristica Quartaparete e, dopo aver diretto artisticamente alcuni teatri della capitale, nel 1998 apre il Teatro Prati nel cuore dell’omonimo quartiere. In soli cinque anni di attività lo porta a 25.000 presenze annue, rendendolo il terzo teatro in Italia nell’ordine dei 200 posti. Dal 1998 al 2012 Fabio Gravina mette in scena oltre sessanta commedie.

Dall’ottobre del 2012 decide di cambiare il repertorio teatrale e inizia a mettere in scena commedie di cui è autore e testi del teatro classico italiano. I suoi scritti sono sempre alla ricerca del miglior equilibrio tra comicità esilarante e riflessione a volte amara sulla vita; tra feroce osservazione della realtà contemporanea e narrazione delicata e rispettosa dei sentimenti umani.

Il nuovo capitolo della sua vita artistica è il cinema. Un vecchio amore nato come nel “Nuovo cinema paradiso”, quando poco più che bambino spesso correva al cinema e, divenuto amico di un proiezionista, imparava a proiettare i film, perdendosi nel fascino del grande schermo.

Oltre ad essere sceneggiatore regista e attore del film “Un figlio a tutti i costi”, Fabio Gravina ha partecipato, come attore, al film “La macchinazione” di David Grieco con Massimo Ranieri ed al film “Made in china napoletano” di Simone Schettino.

Per quanto riguarda la televisione, l’atto unico di Fabio Gravina “Anime in pena” è stato prodotto da Rai Cultura, girato con la regia televisiva di Guendalina Biuso, con Gravina interprete, e andato in onda su Rai1 il 30 luglio 2010, successivamente replicato su Rai4 e poi ancora su Rai1.

 

Annunci

LOOMY (& FRIENDS) AD APERIVER AL MARMO DI ROMA

ApeRIVER_Loomy

Giovedì 15 Febbraio, dalle 19.00
presso Marmo, Piazzale del Verano 71, San Lorenzo

Aperitivo a Buffet fino alle 21.00 | Inizio dei Live ore 22.00

apeRIVER

Thursday is the New Saturday

 presenta:

LOOMY

da XFactor

 LOOMY_special guest_ApeRIVER

A seguire i Live di:

Scandaletti, Aula39,  Phantom, Rash-1

 

h.21.30 intervista a Roberta Garzia per l’uscita del film Un Figlio a Tutti i Costi

 

h.22.30 intervista a Ottavia Bianchi e Giorgio Latini, per il nuovo spazio Altrove Teatro Studio

Host Giusva

Marmo tra musica dal vivo e cultura. Torna l’ApeRIVER con il rap di Loomy e il film di Roberta Garzia

ApeRIVER_Roberta Garzia_foto Azzurra Primavera

 

 

 

Giovedì 15 Febbraio da Marmo torna ApeRIVER, serata all’insegna della musica dal vivo dedicata al compianto attore River Phoenix, che per il suo nono appuntamento di stagione torna alla formula di aperitivo a buffet e accoglie per la prima volta il paroliere Loomy, salutato dal frontman Giusva, che poi lascerà la scena alle sonorità degli Aula39.

ApeRIVER_Aula39

A seguire arriva il cantautore Scandaletti con l’album Condomio Scandaletti e ancora la trap dei giovani romani Phantom e Rash-1. In apertura saranno cinema e teatro a farla da padrona, con l’intervista all’attrice Roberta Garzia, image001

 

 

protagonista insieme a Fabio Gravina del film Un Figlio a Tutti i Costi, in uscita nelle sale il 1°Marzo 2018. Salutata l’attrice romana, riflettori puntati sui giovanissimi attori Ottavia Bianchi e Giorgio Latini, creatori del nuovo spazio nascente nel quartiere Prati, di nome Altrove Teatro Studio.

 

Una serata diversa quella di Giovedì 15 Febbraio, quando il padovano Giusva accoglierà la musica rap e la nuova trap, per la prima volta ad ApeRIVER, appuntamento celebre per le sue scelte musicali più votate al pop.

ApeRIVER_Phantom_rid

 

Il giovanissimo rapper Phantom aprirà i giochi seguito dai versi di Rash-1, entrambi presenti con alcuni inediti non sempre in rima e dal sapore trasteverino, prettamente il linea con il gusto attuale che vede tra i primi posti in classifica giovani cantautori romani, viva espressione della trap music.

ApeRIVER_Rash-1

 

ApeRIVER_Scandaletti_Condominio Scandaletti

Seguirà Scandaletti, paroliere d’eccezione con il suo cantautorato celebrato nell’album Condominio Scandaletti, un fil rouge di canzoni sequenziali e connesse tra loro, come hanno insegnato i Pink Floyd prima di lui. Infine l’ospite d’eccezione, il giovane rapper piemontese Loomy, in forza ad Arisa nell’ultimo XFactor, celebre per il suo freestyle e per la passione che mette in ogni cosa che fa. Prima dei live arrivano gli Aula39 con lo spazio musicale #APERIVER39, un momento in cui ascoltare le quattro voci beniamine del web e i più celebri brani che macinano like in rete.

 

 

 

 

 

BIOGRAFIE

LOOMY: Cantautore piemontese vicino alla musica sin dalla tenera età. Già da 14 anni incide i primi lavori in home studio e poco dopo calca i palcoscenici del territorio aprendo il palco nelle grandi discoteche e contest del genere. Nel 2016-2017 partecipa a XFactor10 arrivando alle fasi finali, scelto da Arisa. Il suo inedito “Ora e Ancora” per la Sony, è seguito da due freestyle Kamala1 e Kamala2, un singolo “Lontano da Noi” e due websingle “Invisibile” e “Dejavu”. Dopo la scelta di non rinnovare il contratto e diventare indipendente, adesso è al lavoro con il suo team per realizzare nuovi brani.
( https://www.youtube.com/channel/UCLCEQJ_nKIYv26y93XmZTmQ ).

SCANDALETTI: Cantautore con un album dal concept vincente. Condominio Scandaletti non è una semplice raccolta di brani, è un album in cui ogni brano è legato all’altro da un filo rosso. Un idea che non è certo di questi giorni e rievoca celebri esempi come The Wall dei Pink Floyd. Da attore a musicista, Scandaletti colleziona collaborazioni con grandi come Daniele Lucchetti, Francesca Archibugi, Marco Tullio Giordana e scrive brani per i noti Zero Assoluto, per esempio e lavora insieme al produttore Matteo Buzzanca, autore tra gli altri di Max Gazzè, Marco Mengoni, Emma Marrone…  Attualmente Condominio Scandaletti è disponibile negli store digitali e su youtube ( https://www.youtube.com/watch?v=uvOhT7rP8VQ&list=PLPAxam1EdHx-sUfKdvyQkDXFYVJ7Oslbm ). Dieci canzoni che raccontano di diversi personaggi, tutti accomunati tra loro.

PHANTOM: Il suo brano Dove Sei ( https://www.youtube.com/watch?v=1nZUPVzFrjI ), è l’espressione della romanità che sta spopolando in tutta Italia e soprattutto in rete. La musica trap cantata dal rapper Phantom nel video trasteverino racconta dell’amore 2.0, quello non in rima dei giovanissimi ragazzi di Trastevere, che fanno collezionare al rapper circa 15’000 visualizzazioni in un mese. Phantom inizia da subito a fare rap con i suoi coetanei di zona. Gli piace il freestyle e con un tema o una parola, inventava rime al volo per gli amici. Sono i sorrisi della gente, incredula d’innanzi alle sue capacità, a spronarlo a continuare e a puntare tutto su quel dono che oggi vince e convince tutti, scalando le classifiche d’Italia con la musica trap. E ci auguriamo che ApeRIVER gli porti fortuna e che presto sia la sua musica in vetta all’olimpo del gradimento.

RASH-1: Al secolo Daniele Bartoli, rapper di appena vent’anni, in rima già dall’adolescenza. Inizia il suo percorso con il suo amico Soul Sinner, con quale condivide palcoscenici e un disco. Online il suo canale YouTube da cui pubblica i suoi singoli, continuando a far musica, per lui una vera salvezza.

( https://www.youtube.com/channel/UCbqwYFKmzvcRI2ZsUAVaM9A )

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MODALITA’ D’INGRESSO

ApeRIVER, 3° Edizione @ MARMO // Giovedì 15Febbraio 2018, dalle 19.00, Piazzale del Verano 71, San Lorenzo

INGRESSO GRATUITO – Possibilità  Aperitivo: 10 Euro (Comprensivi di 1Drink + 1Food) Tessera Associativa annuale di 2 euro

Prenotazione Tavoli con Consumazione / Info e Prenotazioni: 342 6158365

 

UFFICIO STAMPA CARLA FABI ROBERTA SAVONA

FRANCO NERO E’ IL BOSS IN CALIBRO 10 IN USCITA AL CINEMA

loc-calibro10

SELEZIONATI PER NOI

Stà per uscire nelle sale italiane, dopo essere stato già presentato a New York dalla Aurelia Film Production e dal Cav. Raffaele Alberto nel 2015, il vero Pulp italiano sulla mafia “CALIBRO 10 -IL DECALOGO SULLA MAFIA”.

FRANCO NERO è “MOSE’ ” il BOSS  protagonista del film.

Tutto parte dal famoso “pizzino”, ritrovato nel nascondiglio del boss mafioso Salvatore Lo Piccolo, arrestato il 5 novembre 2007, dopo una latitanza di 25 anni.

 pizzino

 Questo “pizzino” contiene il “decalogo del perfetto mafioso”.

Ecco come nasce il primo, vero, pulp italiano sulla mafia!

L’intreccio della storia è il continuo susseguirsi del rispetto e della trasgressione del “decalogo” da parte dei protagonisti, a seconda del loro ruolo e del loro sporco gioco, tutto finalizzato al  potere e al denaro dell’Organizzazione.

Di fatto nel film, Cosa Nostra è L’Organizzazione, il Boss diventa il Capo (come scritto negli stessi pizzini di Lo Piccolo)  e i picciotti diventano dei criminali.

La merce di scambio: il denaro dell’Organizzazione, quello vero e quello falso. La posta in gioco? un ruolo di peso nell’Organizzazione e… la vita.

Cospirazioni, tradimenti, corruzione: IL pulp all’italiana per raccontare, e sopratutto ridicolizzare, il grottesco spaccato della malavita.

Paradais, è il taciturno braccio destro del Capo, il suo silenzio incute timore e rispetto, tutti sanno che è l’ombra del potente “Mosè”, ama i soldi ancor più della sua bellissima moglie Nina, la sua ossessione è mettere  a posto le mazzette di denaro. Paradais ha il potere: è quella figura che “Lo Piccolo” definiva il Sotto Capo.

Nina, di venti anni più giovane, è la bella e seducente moglie di Paradais, è la donna al quale nessun uomo potrebbe resistere. A Nina il ruolo della moglie del vice sta stretto e ambisce a qualcosa di più importante, l’occasione è il trasporto del tesoro dell’Organizzazione, i soldi di Mosè che viaggiano all’interno del pilone di una pala eolica, il monumento che dà luce alla futuribile “Terra Promessa”.

Biancosarti, uomo tanto normale quanto paranoico, è il tirapiedi di Paradais, ed è ossessionato da Nina.

Lorena, è la tassista al servizio dell’Organizzazione, sacrificata nel rispetto del decalogo.

Soprattutto e sopra tutti Mosè: il Boss, il Capo, il Vertice! Il personaggio centrale di tutta la storia, un ruolo complesso ed articolato, magistralmente interpretato dal grande Franco Nero.

… il gioco ha inizio, in palio: la vita.