ANTONIO SORGENTONE LIVE Direttamente da Italia’s Got Talent in concerto

Antonio Sorgentone_IGT

Sabato 23 febbraio, ore 18.00

presso IPERDEM in Via delle Ciliegie, 100 – Roma (Zona Alessandrino)

INGRESSO GRATUITO

 nell’ambito dell’iniziativa “i Viaggi di DEM”:  

ANTONIO SORGENTONE LIVE

Direttamente da Italia’s Got Talent, il Golden Buzz più Rock’n’Roll di sempre!

Dalle ore 18.00 Vintage DJset by Lalla Hop. Live ore 18.30

Antonio Sorgentone_posa_BNridL’America degli anni’50, il Messico, la Cina, il Giappone e poi l’Italia. Un giro intorno al mondo che coinvolge tutti, dai più grandi ai più piccini, con caratteristici eventi a tema a base di degustazioni, musica e performance che riempiranno le giornate de “i viaggi di DEM”, una serie di appuntamenti con sapori e tradizioni dal mondo, che porterà gli avventori dell’IPERDEM, dal cuore del quartiere Alessandrino verso luoghi lontani nel tempo e nello spazio e che culminerà con il ritorno in Italia grazie all’inconfondibile voce di Al Bano, così come mostra il video lanciato in rete: https://www.facebook.com/watch/?v=360269684811188 .

23Feb_LallaHop_i Viaggi di DEM

Si inizia sabato 23 febbraio con un viaggio nelle Americhe, da nord a sud, partendo dalle ore 18.00 con un tuffo indietro nel tempo, nell’America degli anni’50, sulle note live e rockabilly di Antonio Sorgentone. Direttamente da Italia’s Got Talent, il golden buzz più rock’n’roll di sempre fa tappa in Via delle Ciliegie 100 per un concerto gratuito che riporterà il pubblico nei ruggenti anni’50, tra gonne a ruota e ciuffi alla brillantina, il tutto rigorosamente a ritmo di Rock’n’Roll, Boogie-Woogie e di un irrefrenabile Swing! Partecipare rispettando il dress code vintage conviene: per le prime dieci persone vestite a tema infatti, saranno distribuiti buoni spesa del valore di 25€ (a fronte di una spesa di minimo 50€).

In apertura spazio ai vinili di lady Lalla Hop, djette che apre la pista alla scuola di ballo Feel That Swing, per poi lasciare spazio all’ospite Antonio Sorgentone e band. Pin-up e giovani marinai accoglieranno gli avventori, invitandoli a degustare birra e appetizers, oppure del goloso zucchero filato appena montato, mentre La Bettynatrice Betty Soares, è pronta ad acconciare ogni passante con deliziose pettinature vintage. Con il giusto look e i sorrisi ben in vista, sarà impossibile non immortalarsi con un bel selfie al corner photo, dove i veicoli d’epoca di Conti S.r.l. saranno protagonisti. La cinematografica Vespa modello VNB 125, color azzurro pastello brillerà nelle foto ricordo, insieme ad un nuovo ed esclusivo ciuffo alla brillantina. Un binomio perfetto!

Nel pomeriggio di domenica 24 febbraio invece, si farà un salto nell’America del sud e più precisamente in Messico, grazie alle serenate suonate dal gruppo Mariachi Tierra de Mexico, da anni impegnato nella pratica e diffusione della musica messicana. Due giorni di musica, degustazioni e performance che sono solo l’inizio di una serie di appuntamenti in cui prenderanno vita luoghi magici come l’America delle pin up, quella dei mariachi e poi la Cina, il Giappone e nuovamente l’Italia, con l’illustre presenza del grande Al Bano.

i VIAGGI di DEM / ANTONIO SORGENTONE LIVE

ingresso gratuito – presso IPERDEM in Via delle Ciliegie, 100 – Roma (Zona Alessandrino)

Per maggiorni informazioni: 06 7263 0081 info@supermercatidem.it

Official FB: https://www.facebook.com/supermercatidem/

Annunci

YAMATT CONTINUA IL SUCCESSO DELLA HIT LEONE

yamatt9YAMATT

CONTINUA IL SUCCESSO DELLA HIT

LEONE

IL 22 FEBBRAIO DAL VIVO DURANTE LA SERATA LINOLEUM AL ROCKET CLUB DI MILANO

 Venerdì 22 febbraio, alle ore 23.00, al Rocket Club di Milano (Alzaia Naviglio Grande, 98 – ingresso 10 euro con consumazione previo inserimento in lista) nell’ambito della serata Linoleum YaMatt si esibirà in apertura del concerto della rapper italiana Priestess. Nel frattempo, il giovane talento è rientrato in studio con il produttore Riccardo Sciré (già al fianco di Riki) per produrre quattro nuovi inediti.

Intanto, il singolo “Leone” – presentato durante il talent “Amici” condotto da Maria De Filippi – è ad oggi a più di 36.000 stream su Spotify e a più di 65.000 visualizzazioni su YouTube e dimostra essere ogni giorno di più una hit che sta lasciando il segno nell’attuale panorama musicale. Come dice il ritornello, questo giovane talento sta già conquistando la savana:

yamatt6Sono un leone se

un leone se

conquisto la savana

sono un leone se

un leone se

conquisto la corona

 

Matteo Galvani, in arte YaMatt, avvia la sua carriera musicale con la fondazione del gruppo Mad&Bros nel 2013. Con la produzione del primo video della band, di cui si è occupato in prima persona, ha potuto sperimentare le sue abilità nel video-making. Tre anni dopo ha svolto la sua prima esperienza come Assistente alla Regia per YouNuts!, sui set di Jovanotti, Salmo, Marco Mengoni, Nitro, Maneskin e molti altri. Nel 2016 ha recitato insieme ai Mad&Bros nel film Disney “Come diventare grandi nonostante i genitori“. Nel 2017 ha preso parte, in veste di attore, alle riprese del video Fenomeno di Fabri Fibra. Nel 2018 avvia la sua carriera da solista con lo pseudonimo di YaMatt e pubblica tre video: Selvaggi, Leone e Fuorilegge, interamente scritti e diretti da Matt.

www.facebook.com/wowmanagement/

 Ufficio Stampa YaMatt: Ufficio Stampa GPC

FOLCO ORSELLI liveSUL PALCO DI NA COSETTA A ROMA

Folco Orselli.jpgFOLCO ORSELLI

 

IL 23 DICEMBRE DAL VIVO

SUL PALCO DI NA COSETTA A ROMA

 

Domenica 23 dicembre, alle ore 21.30, il cantautore milanese Folco Orselli si esibirà dal vivo sul palco di Na Cosetta a Roma (via Ettore Giovenale, 54 – ingresso gratuito – info su www.nacosetta.com) per proseguire la presentazione del suo nuovo disco “Blues in Mi – Vol. 1” (Muso Records-Moletto/Self-IDM) che inizia un lungo percorso musicale sulla sua città dal titolo “Blues in Mi: periferia identità di Milano”.

 

«Da questo disco è scaturito un progetto più ampio dal titolo “Blues in Mi: periferia identità di Milano” – commenta Folco Orselli – trattasi di una serie di docufilm, diretti da Il Terzo Segreto di Satira e ideati da me e dal mio staff creativo, che gireremo lungo il 2019 e che racconteranno, attraverso le mie canzoni, il lato più blues di Milano, i suoi quartieri, la sua gente e l’esperimento continuo di integrazione tra culture, vera sfida sociale dei prossimi anni.»

 

«Ho riunito i musicisti con cui suono da sempre e abbiamo registrato questi pezzi – commenta ancora Folco Orselli – che sono un compromesso tra la forma canzone e il blues e che andranno a finire in due dischi: Blues in MI volume 1, che presentiamo ora e, Blues in Mi volume 2 che presenteremo a Novembre 2019.»

 

“Blues in Mi – Vol. 1” è composto di dodici tracce di blues tagliente cadenzato da riff pieni di groove che il cantautore milanese affianca a testi che delineano storie dalla forte componente milanese ma altrettanto diretti e ironici da poter abbracciare un immaginario molto più vasto.

 

Nel disco, al fianco di Folco Orselli (voce, chitarre, percussioni e cori), hanno suonato Enzo Messina (piano, wurlitzer, hammond, chitarra wha e slide, programmazioni e percussioni), Leif Searcy (batteria), Paolo Legramandi (basso elettrico e acustico), Daniele Moretto (tromba), Pepe Ragonese (tromba), Valentino Finoli (sax), Luciano Macchia (trombone) e Francesca Risoli (cori).

 

Folco Orselli compositore e cantautore milanese, suona chitarra e pianoforte. Nel 1995, con il duo Caligola, partecipa al Festival di Sanremo nella categoria ‘Giovani’ e, nel 1996, esce il suo primo album “Il sole che respira” (EMI). Segue una partecipazione come band di apertura del “Golden Eye Tour di Tina Turner (1996) e dello “Spirito Divino Tour” di Zucchero Fornaciari (1996). Nello stesso anno nasce il progetto musicale “Folco Orselli e La Compagnia dei Cani Scossi” con cui autoproduce l’album di inediti “La stirpe di Caino” (2000). Parallelamente crea il Caravanserraglio, autentico e originale movimento musicale formato da un gruppo di affiatati cantautori milanesi. Nel 2003 suona, interpretando il ruolo di sé stesso, nel lungometraggio di Silvio Soldini “Agata e la tempesta” e canta “More” per i titoli di coda. Nel novembre 2004 esce il suo terzo album “La Spina”, prodotto da Lifegate e registrato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani, dove sarà registrato anche il suo quarto album “Milano Babilonia” (2007). Nel corso dell’edizione di Musicultura 2008, il cantautore è Vincitore del Premio della Critica, Vincitore del Miglior Testo e Vincitore Assoluto votato dal pubblico con il brano “L’amore ci sorprende”. Folco Orselli è stato l’unico nella storia di Musicultura a vincere tre differenti e importanti premi contemporaneamente nel corso della stessa edizione. È del 2011 “Generi di conforto”, disco di ballate registrato con un’orchestra d’archi. Nel 2013/14/15 crea insieme a Carlo Fava e Claudio Sanfilippo “Scuola Milanese”, con 24 appuntamenti tematici sulla città di Milano, a cui partecipano più di 100 ospiti di spicco a Milano (Giuliano Pisapia, Stefano Boeri, Gillo Dorfles, Ornella Vanoni…). Folco Orselli è stato in tour con lo spettacolo “Passati col rosso” con e di Gino e Michele, per la regia di Paolo Rossi. Nel Dicembre 2015 esce il suo ultimo album “Outside is my side” co-prodotto con gli stessi Gino e Michele. Nel Settembre 2018, Folco Orselli ha partecipato, come gli anni precedenti, con Scuola Milanese, alla seconda edizione di Fuori Cinema, rassegna ideata da Gino e Michele, Sky e Cinema Anteo, in collaborazione con Cristiana Capotondi.

www.folcoorselli.com 

FATOUMATA DIAWARA CONTINUA IL TOUR IN ITALIA

Fatoumata Diawara2 @ Aida MulunehFATOUMATA

DIAWARA

CONTINUA IL TOUR IN ITALIA

DI UNA DELLE PIÙ VITALI VOCI DELLA MUSICA AFRICANA CONTEMPORANEA

 Da domani, sabato 1 dicembre, dal festival “Il Volo del Jazz” di Sacile (Pn), riparte il tour di Fatoumata Diawara, la serie di appuntamenti live, targata Musicalista Produzioni, che porterà una delle figure più carismatiche della musica africana contemporanea sui palchi dei migliori teatri e festival di tutta Italia.

La cantante e attrice maliana che ha collaborato con Damon Albarn, Herbie Hancock, Tony Allen e Flea porterà dal vivo tutto il suo repertorio e i brani del suo nuovo disco “Fenfo” (Wagram/Audioglobe), disponibile dal 25 maggio scorso, prodotto Matthieu Chedid e registrato tra Mali, Burkina Faso, Barcelona e Parigi.

Statuaria, superba, elegante; dotata di un sorriso radioso e naturale, Fatoumata Diawara reinventa i ritmi veloci e le melodie blues della sua ancestrale tradizione Wassoulou attraverso una sensibilità istintivamente pop. C’è qualcosa di speciale nell’idea di una giovane donna che canta con la sua chitarra. Non solo Fatoumata Diawara si riappropria di questa immagine in maniera forte e personale, ma la colloca letteralmente in una nuova era, in un’altra cultura; conferendo una prospettiva decisamente africana al concetto di cantautrice.

Ad accompagnare la cantautrice maliana durante il tour, ci saranno Yacouba Kone, alla chitarra, Arecio Smith, alle tastiere, Sekou Bah, al basso, e Jean Baptiste Gbadoe, alla batteria.

Ecco le prossime date del tour:

1 dicembre – Teatro Zancanaro – Sacile (Pn); Il Volo del Jazz

21 febbraio – Teatro Nuovo – Verona; Live at Teatro Nuovo

22 febbraio – Locomotiv – Bologna;

23 febbraio – Teatro Splendor – Aosta; Saison Culturelle

info e prevendite su www.ticketone.it; www.mailticket.it e www.boxol.it

Fatoumata Diawara era una ragazza energica e testarda quando all’età di dodici anni rifiuta di andare a scuola. I suoi genitori decidono di mandarla a vivere da una zia a Bamako per disciplinarla un po’ (storia di cui canta in Sowa). Quella zia lavora nel mondo dello spettacolo e, attraverso di lei, nel 2002 il direttore della compagnia teatrale francese Royale de Luxe, rimane colpito da Fatou e le offre una parte nella sua nuova produzione. Una donna non sposata è considerata come un minore nella società maliana, così è necessario chiedere il permesso della sua famiglia. Che però rifiuta. Dopo un lungo esame di coscienza Fatou decide infine di scappare e in modo rocambolesco riesce a salire su un aereo per Parigi, sfuggendo all’inseguimento della polizia che era stata avvertita del ‘sequestro’ della ragazza. Con Royal de Luxe Fatou si esibisce in tutto il mondo, dal Vietnam al Messico e in tutta Europa. Durante le prove e i momenti di tranquillità si ritrova spesso a cantare dietro le quinte per il proprio divertimento. Il direttore si accorge presto di questo suo altro talento e in un attimo le dà anche ruoli da voce solista negli spettacoli della compagnia. Incoraggiata dalla risposta del pubblico, inizia a cantare nei caffè e club parigini durante le pause della tournèe. Qui incontra Cheikh Tidiane Seck il celebre musicista e produttore maliano che la invita a viaggiare con lui di nuovo in Mali, per lavorare come corista su due progetti; “Seya”, album della stella del Mali Oumou Sangare nominato ai Grammy e “Red Earth” progetto sul Mali della cantante jazz americana Dee Dee Bridgewater (vincitore di un Grammy Award). Quando gli album vengono pubblicati Fatou è già tour in tutto il mondo come cantante e ballerina di entrambi i progetti. È in quel momento che prende la decisione di dedicarsi a tempo pieno alla sua passione, la musica. Lavora alacremente per completare un numero di canzoni sufficienti per un album, canzoni tutte rigorosamente scritte e arrangiate da lei. Grazie ad Oumou Sangare si aprono le porte per un contratto discografico con la World Circuit e la registrazione del suo album di debutto. Durante le registrazioni trova anche il tempo per collaborare con il progetto “Africa Express” di Damon Albarn e contribuire con la sua voce agli album di Cheikh Lô, AfroCubism, il progetto “Imagine” di Herbie Hancock e il clamoroso ritorno dell’Orchestra Poly-Rythmo de Cotonou. Dopo l’uscita dell’acclamato disco di debutto “Fatou” (19 settembre 2011) Fatoumata Diawara gira a lungo con la sua band e con Damon Albarn, Tony Allen e Flea come parte del progetto “Rocket Juice & The Moon”. Più recentemente, l’abbiamo apprezzata dal vivo al fianco del celebre pianista cubano Roberto Fonseca (con cui realizza anche uno splendido disco dal vivo, “At Home”) e soprattutto nella sua ultima apparizione in veste d’attrice, quel “Timbuktu” del regista Abderrahmane Sissako, che ha riportato al centro dell’attenzione internazionale il carisma e la determinazione di un’artista unica nel suo genere.

 

www.fatoumatadiawara.com;

www.musicalista.it

THE ANDRE domani sera dal vivo al THE ALIBI di Foggia

TheAndre2 @ Fabio Marchiaro_bFREAK & CHIC

PRESENTA

THE ANDRÉ

 

RITORNA CON IL

VENDETTA VERA TOUR

 

www.youtube.com/watch?v=Ao4MIstQMBU

TREDICI APPUNTAMENTI INVERNALI TRA LA TRAP, L’INDIE E LA MEMORIA DEL CANTAUTORE GENOVESE

DOMANI SERA DAL VIVO AL THE ALIBI DI FOGGIA

Domani sera, sabato 1 dicembre, alle ore 21.00, al The Alibi di Foggia (viale Colombo, 180 – ingresso 10 euro) The André ritorna dal vivo per il “Vendetta Vera Tour”, la nuova serie di appuntamenti live che lo porterà sul palco dei più importanti club della Penisola, senza mai svelare il suo volto e donando la sua arte di interpretare in versione acustica le hit più famose e i linguaggi più criptici del mondo della trap e dell’indie.

TheAndre_bIl tour è organizzato e prodotto da Freak & Chic Srl con la collaborazione come media-partner di VH1, canale 67 del DTT, il brand di Viacom Italia dedicato agli amanti della musica di tutti i generi. Ecco tutte le date:

1 dicembre – The Alibi – Foggia;

7 dicembre – Colorificio Kroen – Verona;

8 dicembre – HT Factory – Seregno (Mb);

22 dicembre – Spazio Astra – Foligno;

28 dicembre – Pop Festival/Capitol – Pordenone;

4 gennaio – Csa Magazzino 47 – Brescia;

5 gennaio – H2NO – Pistoia;

info su www.freaknchic.it

Con più di 3 milioni di visualizzazioni sul canale YouTube, The André diventa presto un fenomeno del web grazie alle straordinarie versioni di cover d’autore in cui omaggia il grande Maestro immaginando come si sarebbe cimentato ai giorni nostri cantando i testi del filone trap.

Le opere prime del ‘Principe del Web’ sono disponibili anche sui digital stores: l’ep “Demos” raccoglie l’ormai celebre “ Habibi” di Ghali, “Rockstar” e “Tran Tran” di Sfera Ebbasta, “Cono Gelato” e “SportsWear” della Dark Polo Gang, mentre l’ep “Deluxe” annovera le cover di Salmo con ”Perdonami”, Marracash e Gue Pequeno con “Scooteroni”, ancora Gue Pequeno con “Lamborghini”, Capoplaza con “Giovane Fuoriclasse” e la Dark Polo Gang con “Diego Armando Maradona” (https://artistfirst.lnk.to/TheAndreCantaLaTrap-Demos). Durante il primo tour The Andrè si è esibito in alcuni dei più importanti festival italiani come l’Home Festival, il Woodoo Festival, Parco Tittoni e il Flower Festival (in apertura al concerto di Carl Brave x Franco 126).

www.youtube.com/channel/UC0MLXyxoAT-GDcjGWkHdhVA/; www.facebook.com/theandreufficiale

ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB: SUSANNA STIVALI in GOLSONIANA

Foto SUSANNA STIVALIALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

Questi i prossimi appuntamenti: Domenica 25 novembre SUSANNA STIVALI in “GOLSONIANA”:  SUSANNA STIVALI  voce – ETTORE  CARUCCI piano – FRANCESCO PUGLISI contrabbasso – ANDREA NUNZI  batteria

SUSANNA STIVALI in GOLSONIANA

Golsoniana un nuovo progetto di Susanna Stivali, una delle voci più note del jazz italiano, un omaggio alla musica ed al genio di Benny Golson, uno dei più grandi compositori di jazz ancora viventi. Un nuovo quartetto composto da  Stivali, appunto alla  voce, un grande quartetto formato  da alcuni  dei  migliori  jazzisti  italiani pianista: Ettore Carucci al piano, Francesco Puglisi  al  contrabbasso,  Andrea  Nunzi  alla batteria. “Benny non scrive canzoni, scrive standard” è stato detto di lui. Golsoniana vuole essere un viaggio nel mondo compositivo di questo grande musicista attraverso una rilettura personale del quartetto. Gli arrangiamenti originali, i testi appositamente scritti da Susanna Stivali, lo scambio, lo spazio dedicato all’ improvvisazione, restituisce la scrittura di Golson da un punto di vista personale partendo dal concetto di lavoro orchestrale di tutti e quattro gli strumentisti che lavorano insieme agli arrangiamenti all’interno di un‘ottica di  rilettura  della  scrittura di Golson, una  scrittura colta e accattivante  al tempo stesso.


Inizio concerto ore 21.30


L’ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB, lo storico locale di Roma fondato nel 1984 è considerato uno dei 100 migliori locali jazz al mondo.

Dopo una stagione di inattività, lo spirito avventuriero, il coraggio d’avanguardia della famiglia Rubei continua ad esprimersi attraverso Eugenio Rubei, figlio dell’indimenticabile Giampiero che, commenta così questa nuova stagione: “Rendere immortale il lavoro quarantennale di mio padre e dare alla città di Roma un luogo di reale aggregazione del mondo del jazz, che accompagni le generazioni attuali e possa essere in grado di andare oltre. Questo è il vero messaggio, il vero obiettivo della riapertura dell’AlexanderPlatz, che anche nel 2018 ha ricevuto il premio Downbeat e il prestigioso Django d’or. L’AlexanderPlatz dunque può continuare ad essere lo spazio principe per i musicisti di tutte le età e provenienze”. 

Con la sua riapertura, l’AlexanderPlatz sta facendo scoprire, un tratto innovativo, estetico e non solo, che parte dall’originale cucina a vista e arriva alla ristrutturazione del bar.

Gabriele Geri e Angela Buono, registi del cambiamento, sempre sotto l’occhio attento del Presidente Eugenio Rubei, puntano sull’unicità del locale, con un giusto mix di esperienza e sperimentazione sia in sala che dietro le quinte. Attraverso le sapienti mani dello chef Davide Boggian il menù è basato sull’essenzialità e sulla qualità dei sapori con un occhio di riguardo alla selezione delle materie prime e alla loro stagionalità, puntando a una cucina piena di creatività che non rinuncia ad essere semplice. Discorso che viaggia di pari passo al rinnovo del bar, dove l’ospitalità e gli alti standard qualitativi saranno garantiti da Fabrizio Valeriani, classe 1972, capace di approntare una drink-list unica nel suo genere grazie a distillati selezionati, attenzione particolare a vermouth e bitter’s, e una linea creata ad hoc per il mondo del jazz con ‘twist on classic’ pensati per lo storico locale romano.

ALEXANDERPLATZ Via Ostia 9 – Roma
Info e prenotazioni: prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com – tel. 06 83775604

Federica Baioni LIVE al Lettere Caffè

Federica BaioniFederica Baioni

In concerto per: “Giovedì D’Autore”

Giovedì 22 Novembre ore 21,30 

Lettere Caffè 

Ritorna sul palco del Lettere Caffè di Trastevere a Roma, per la rassegna dei “Giovedì d’Autore” la cantautrice ed interprete: Federica Baioni. Con lei sul palco in dimensione acustica e intima Enrico Contardi al contrabbasso e Dario Esposito alle percussioni.

Un insolito trio per un live sussurrato e rigorosamente acustico fino all’ultima nota. Formazione e line up originale per un repertorio che va dalla rivisitazione di brani jazz a successi della canzone italiana ed internazionale arrangiati ad hoc, a brani originali della stessa autrice che presenta in una veste essenziale e nuova un repertorio di canzoni da viaggio in musica che tocca: Roma, Istanbul, New York e Parigi.

Sorprese ed ospiti in scaletta, l’appuntamento è per giovedì 22 novembre alle ore 21,30 circa nel bistrot trasteverino. Orario super britannico.

In loco selezioni di vini italiani e possibilità di cenare à la carte.
Si consiglia la prenotazione.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Lettere Caffè

Via San Francesco a Ripa, 100/101