IN USCITA I SINGOLI DEL MAESTRO MICALIZZI CANTATI DA FRANKIE LOVECCHIO E VALENTINA DUCROS

MICALIZZI 01 (Small)

“Anche se l’uomo ha posato il suo piede sulla sua superficie, la luna ha conservato sempre il suo misterioso fascino: la sua faccia nascosta, la sua luce fredda nelle notti di plenilunio, i suoi lineamenti appena accennati…e io credo non ci sia poeta, scrittore, musicista che voglia girarle intorno…”.

Presenta cosi’ la sua ultima fatica musicale il compositore e direttore d’orchestra Franco Micalizzi.

Usciti a fine anno sulle principali piattaforme mondiali due singoli estratti dal suo nuovo lavoro musicale intitolato “AROUND THE MOON”.

I titoli? “Music No Stop” e “When The Music starts”, cantati rispettivamente da Frankie Lovecchio e Valentina Ducros sulle atmosfere create da un Micalizzi davvero ispirato’.

L’uscita dell’intero album e’ prevista invece per gli inizi di questo 2018 appena cominciato.
Molto mistero attorno all’ultima creatura del Maestro: poche le indiscrezioni, tanto il riserbo.

“E’ un album ispirato e vario. I brani che lo compongono hanno la caratteristica di rappresentare le emozioni che vivo quando ascolto la Vita ed osservo il mondo intorno” – dichiara Micalizzi.
“Non voglio influenzare nessuno con i suggerimenti tipici degli autori, bensi’ desidero che siano le varie atmosfere a conquistare chi sta ascoltando la mia Musica e le suggestioni che da quelle note derivano. Un po’ come la Luna: non va spiegata, ma osservata soprattutto nel suo lato nascosto, perché solo in quello rivela la sua vera essenza”.

Che aspettiamo? Andiamo tutti ad ascoltare le prime accattivanti sembianze di questa Micalizzi’s Moon.

Lisa Bernardini

Resp. Comunicazione Franco Micalizzi

Annunci

PRIMA PRESENTAZIONE DEL NUOVO LIBRO DEL MAESTRO FRANCO MICALIZZI

locandina 14 ottobre 2017

Prima uscita ufficiale per  il nuovo libro di Franco Micalizzi “Le chiamavano Colonne Sonore – Golden 70’s”, edito da Viola Editrice, e ad accogliere l’evento nell’Urbe, il Centro Culturale sito a Via Boncompagni nr. 22, il 14 OTTOBRE con inizio alle ore 18.00. L’evento gode del Patrocinio morale della SIAE. Si parlerà di un’opera che racconta oltre cinquant’anni del Re della Pulp Music, che lo ha visto protagonista dalle tournée con i grandi del momento in voga negli anni Sessanta, alle grandi colonne sonore di film diventati dei Cult nel panorama cinematografico internazionale. “Le chiamavano Colonne Sonore – Golden 70’s” non risparmia neanche il Franco Micalizzi “uomo” oltre che musicista, e spazia dai momenti più intimi legati alla sua famiglia, a quelli più goliardici; dagli incontri con i grandi del mondo della musica a quelli del mondo dello spettacolo. Innovatore, eclettico, vivace, fuori dai canoni, un poeta musicale… e se n’è accorto anche Quentin Tarantino che ha  utilizzato suoi temi in vari film da lui diretti come “Grindhouse A prova di Morte ” e “Django Unchained”; un Artista a tutto tondo che si esprime con le note musicali, con le parole, con i modi raffinati degni di un animo sensibile che riesce a trasmettere le sue sensazioni sul pentagramma come tra le righe di questa opera. Franco Micalizzi dichiara, alla vigilia della prima presentazione al pubblico del suo libro: “Confesso di essere stato molto fortunato, perché con la Musica ho fatto il lavoro che più amavo, e non ho ancora finito. Questo libro rappresenta le tante esperienze e le infinite emozioni che la vita mi ha regalato. Vi aspetto numerosi, per un incontro che parlerà della mia vita, ma anche di un’epoca che oggi, probabilmente, non esiste più. Una volta le chiamavano colonne sonore, ed erano fondamentali per il successo dei film. Oggi non si sa piu’ come chiamarle, ed ho voluto scrivere la mia testimonianza  per sottolineare che è importante ricordare il valore del passato, perchè senza memoria il futuro  è precluso”. Ad introdurre l’incontro, Lisa Bernardini come Presidente dell’Associazione culturale Occhio dell’Arte; a gestire la presentazione del volume al pubblico, invece, Simone Ceccano della Viola Editrice. Una novità dell’opera, che di fatto ne fa anche un libro “musicale”, è data dalla prima pagina: è stato inserito infatti un QC code che permette di ascoltare, grazie a questa applicazione tecnologica che tutti i telefoni di nuova generazione possono installare, l’intramontabile tema di “Lo chiamavano Trinità”, cult assoluto nel panorama internazionale delle sette note.

La prefazione del volume porta la firma di un amico di sempre, il noto sceneggiatore e oramai anche scrittore di successo Marco Tullio Barboni. Cosi’ Barboni tratteggia il  Micalizzi uomo e professionista : – Avessi dovuto decidere il titolo di questo libro sarebbe stato “Storia di un uomo entusiasta”. Bertrand Russel diceva che “l’ entusiasmo è per la vita quello che la fame è per il cibo”, ebbene credo che il nostro protagonista sia la conferma vivente di questa affermazione. Se ad un’ età che per molti coincide con quella dei nipotini accompagnati al parco, Franco raccoglie e dirige i migliori rapper in circolazione facendoli esibire sulle note delle sue musiche in uno scatenato concerto sold out, questo può essere reso possibile solo da un formidabile entusiasmo, da una voglia inesausta di sperimentare, da un sapersi porre sempre in accoglienza e mai in chiusura. Frequentando Franco ho scoperto un uomo così tenero da commuoversi per un profumo che gli ricorda l’infanzia e così risoluto da liquidare senza complimenti il presunto divo che pretende di imporgli le sue scelte; sempre disposto a mettersi in gioco e mai rassegnato davanti alle avversità; un acerrimo nemico del “fare tanto per fare” e uno strenuo sostenitore delle buone cause (…).  Franco Micalizzi si racconta e ci racconta mezzo secolo della sua musica. Impossibile e sbagliato decidere dove finisce l’uomo e comincia l’artista perché l’uno non potrebbe esistere senza l’altro. Molto più utile ed istruttivo cercare di cogliere gli ingredienti che hanno consentito alla sua vita di essere tanto intensa e gratificante perché sono gli stessi in grado di produrre benefici effetti su chiunque ne faccia uso.

Conclude, il Barboni: – E probabilmente alla fine di questo libro sarete d’accordo con chi affermava che “invecchiare non è niente se ne frattempo si è rimasti giovani”. 

Ingresso libero.

Comunicazione : Lisa Bernardini 347 1488234 occhiodellarte@gmail.com

Info su Viola Editrice : Tel.065202296 info@violaeditrice.it

www.violaeditrice.it/cinema/le-chiamavano-colonne-sonore-golden-70s/

IL PREMIO “MUSA D’ARGENTO” INFIAMMA LA BELLA SICILIA – tutti gli ospiti e i premiati

Grande successo per la seconda edizione del Premio nazionale Musa d’Argento, giunto alla seconda edizione e svoltosi nella ridente cittadina di Vittoria (Rg), su idea di Lucia Aparo,da sx Anthony Peth_Lucia Aparo_Fioretta Mari

presidente della Associazione culturale Academy Stars, che ha fondato con entusiasmo e passione questa bellissima kermesse su tutte le arti ed i talenti nascosti della nostra bella Italia, aperta anche ai diversamente abili. Hanno dato egida istituzionale alla manifestazione la pro loco guidata da Marco Ciancio, il Comune di Vittoria con il suo Sindaco, Giovanni Moscato, ed il Vice sindaco Andrea La Rosa, che hanno deciso di ospitare un contest utile e dedicato in primis ai giovani, ma anche ai meno giovani. La manifestazione è stata voluta anche dall’Assessore Cultura e Spettacolo, Daniele Scrofani, e dal presidente del Consiglio comunale, Andrea Nicosia.

Vincitori della categoria Cinema, capitanata dalla giornalista di stampa estera Elizabeth Missland: Miglior Regia a Salvatore Arimatea (“Ballando il Silenzio”); Miglior attrice/attore a Marina Suma e Paride Benassi nei lungometraggi; Elizabeth Missland_Stefano Fresi

Un momento delle premiazioni sul palco con l'autorita comunale presente alla serata

nei cortometraggi, invece, hanno vinto Jacopo Cavallaro e Ketty Governali. Miglior cortometraggio, all’unanimità, e’ risultato essere “Angelo” di Federica D’Ignoti, mentre Miglior Film e’ risultato “L’ultimo sorriso” – Rosalinda Ferrante.Rachele Astuto con Giorgia Ferrero

Premiati con riconoscimenti speciali alcuni ospiti prestigiosi del settore di competenza, presenti anche nella giuria giudicante: la produttrice Carlotta Bolognini, ha ritirato il Premio al suo Docufilm Figli Del Set, fuori concorso. L’attrice Giorgia Ferrero, Premio Solidarieta’. L’attore Stefano Fresi Premio Rivelazione.Gianpaolo Balsamo premiato eccellenza al giornalismo

Categoria Talenti; nella sezione Canto Junior, Krizia Lupo e Sofia Meli hanno vinto l’apertura di un canale VEVO; al primo posto, Danilo Guardabasso, vincitore di un contratto di distribuzione discografica; nella sezione Senior, al terzo posto si e’ classificata Rosangela Spadaro (canale VEVO), al secondo Rosario Morando (canale VEVO), al Primo Francesca Monaco (vincitrice di un contratto discografico con la SPC Sound di Pacicca Silvio, Partners dell’intera sezione). Premio della critica, infine, a Desiree Voddo’, consegnato da Marco Vito Vocal Coach.

Per la compilation Musa, hanno vinto: Desiree Voddo’, Krizia Lupo, Sofia Meli, Beatrice Arancio, Federico Firrincieli (Junior); Ivana Baglieri, Francesca Spadaro, Marco Allegretti, Carlotta Scribano, Rosario Morando (Senior).

Sezione Recitazione: a consegnare i premi, la Madrina dei Talenti 2017 e Premiata in serata alla Carriera, Fioretta Mari, accompagnata dal giurato Fabrizio Romagnoli, che sono poi stati raggiunti sul palco anche dal regista Tony Gangitano.

Hanno vinto, rispettivamente classificandosi al terzo, secondo e primo posto, i concorrenti Alessandra Garofalo, Giorgia Fornaro, Walter Cavallo. Menzione Speciale a Paolo Lo Giudice e Angelica De Caro. Saranno inseriti in  future produzioni cinematografiche e televisive, dal Regista Tony Gangitano.

Uno dei momenti piu’ commoventi di questa seconda edizione del Musa e’ stato il Premio alla Memoria dedicato all’amato cantautore Rino Gaetano. Hanno ritirato il premio Anna Gaetano,

Il momento del premio alla memoria a Sara Bruni con Peth, Francesca Guidi, Nadia Celi, Luca Filipponi

anna gaetanoconsegnato dal Presidente Lucia Aparo, sorella del grande artista scomparso da tanti anni ma mai dimenticato, ed il figlio di Anna, Alessandro greyVision, nipote di Rino ma soprattutto leader della Rino Gaetano Band, la formazione ufficiale che continua a portare in giro per il nostro Paese la memoria musicale storica di uno dei geni piu’ ante litteram che il panorama di settore abbia mai avuto.Alessandro greyVision

Alessandro ha anche cantato un paio di successi dello zio, con standing ovation finale da parte del folto pubblico di piazza del Popolo che ha assistito alla serata. Categoria Ballo: sul palco i tre Giudici Pietro Gorgone, Gaia Barlocco, Caterina Abela hanno annunciato i vincitori, a cui sono stati assegnati degli stage di danza professionali, : terzo posto per Gloria Lo Piano, secondo per Antoci Alice, primo per Danilo Guardabasso (risultato un talento davvero eclettico, avendo vinto anche nella categoria canto). Premiata in serata anche una eccellenza del Giornalismo: Gianpaolo Balsamo, della Gazzetta del Mezzogiorno, ha visto consegnare il suo riconoscimento dal Presidente del Musa, Lucia Aparo, . E’ stata anche una occasione, per il rispettato giornalista pugliese, di presentare il suo ultimo romanzo, “Benvenuti in Paradiso” (in serata, proiettato sul mega schermo di piazza anche il breve video saluti di Albano, che ha consigliato vivamente l’acquisto di questo libro che rappresenta  in maniera originale il talento letterario di un uomo del Sud come lo stesso Balsamo è).

Categoria Moda: la passerella e’ stata aperta dai vincitori dello scorso anno; al termine, chiamati sul palco i giudici Marco Di

Franco, Vincenzo Merli, Lucia Caccamo, Alessia Cataudella.

Le finaliste Moda hanno indossato la Collezione della Stilista Lucia Caccamo.

Per gli Junior, hanno vinto Prima Classificata Corbascia Asia, Secondo Classificata Desire’ Scifo, terza Classificata Arianna Scifo, al quale va il titolo di Mascotte Musa Baby 2018. Kevin Catania Primo Classificato cat. Junior.

I Senior (i vincitori avranno accesso diretto alla finale nazionale de “Il Piu’ Bello d’Italia” e “Ragazza Protagonista”), al terzo posto Un Exquo va a Giulia Autore e Pamela Zisa, al secondo Giada Nicolosi, al primo Sara Iurato (testimonial catalogo Romeo Gigli – Orazio Fazio manager brand Romeo Gigli).  Da sx_Anthony Peth_Calo Alberto Terranova_la top model internazionale presente alla serata

Vincitori anche Walter Cavallo e Davide Lagazzo (quest’ultimo e’ stato scelto come testimonial campagna 2018 Atelier Del Sarto – Marco DI Franco). Eccellenza nella Moda consegnato dalla Modella Ania Cinz, per l’occasione allo stilista Carlo Alberto Terranova, per una Carriera internazionale al top che ha reso alto il nome del Made in Italy nel mondo. Premio Industria ed Imprenditoria alla Astuto Companies; ha ritirato il Premio Gaetano Astuto, alla presenza di  Lucia Aparo che ha consegnato l’ambito riconoscimento. A concludere la serata, la categoria Arte (Premio alla Memoria all’artista scomparsa Sara Bruni). La Responsabile categoria Francesca Guidi, salita sul palco, ha annunciato i vincitori: nella sezione Pittura, al terzo posto Daniela Prata (“Cow Girl Assorta” – segnalata anche dallo Spoleto Festival Art del Prof. Luca Filipponi, presente a Vittoria e salito anch’egli sul palco), al secondo Agata Floriana Vinghini (“La Conversazione”). Al primo posto, Antonino Leanza (“Tangentopoli verso il Federalismo bossiano”), a cui la critica d’Arte Nadia Celi ha annunciato il riconoscimento : una mostra personale presso il Palazzo della Giunta di San Marino.

Sezione Scultura: secondo posto a Stefania Lo Monaco (partecipazione a mostra collettiva); primo posto per Leonardo d’Orsi (premio mostra d’arte presso Palazzo Giunta di San Marino).

Sezione Fotografia : il giudice Fazio Gardini ha decretato vincitore Marco Benzi (una personale  organizzata nel Palazzo Giunta a  San Marino nel 2018 come premio), mentre al secondo posto e’ andato Massimiliano Bartesaghi (ha vinto la partecipazione

ad una collettiva organizzata dall’Associazione Occhio dell’Arte nel 2018).

A conclusione della serata, la Poesia: l’opinionista scrittrice nonchè giudice al Musa, Ketty Carraffa, ha consegnato i premi ai vincitori; qaurto posto per Falvia Scebba (partecipazione al premio internazionale Maiori and Love 2018 in costiera amalfitana), terzo per Gastone Cappelloni (contratto per 5 anni con Monetti Editore con copie omaggio), secondo per Augusta Tomassini (contratto per 5 anni con Monetti Editore e copie in omaggio), primo per Beatrice Monceri (contratto per tre anni obbligazione personal piu’ 30 copie con Monetti editore).

Tra gli ospiti canori della serata, Marta Barrano vincitrice della categoria Canto dello scorso anno, la cantante lirica internazionale Irina Bulatitscaia, la cantante Federica Pento.

Ha condotto l’evento con spigliatezza e ritmo il conduttore radio-televisivo Anthony Peth.

Il Presidente e Direttrice Artistica, Lucia Aparo, ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.

Appuntamento all’edizione 2018!

Lisa Bernardini – Uff. Stampa Nazionale

Concita Occhipinti – Uff. Stampa Regionale

 

Si ringraziano gli Sponsor ed i Partners Musa 2017: Spc Sound – Magic Effect – Panourmous Pictures – Orazio Fazio – Romeo Gigli Plus – Atelier del Sarto – Premio Ragusani nel Mondo – Benny Lounge Bar – Capelli Mania di Maria Romano – Concept Store, Proibito – Fashion Baby – Diva e Donna – Il Bello delle Donne – Diva Studio Make up Estetica – Musica e oltre – UMM Universita’ Multimediale della Musica – Service Messina – Monetti Editore – Fiori Cassibba.

 

Segreteria : Rachele e Alice Astuto

Regia : Tony Gangitano – Pino Giacchi – Gianluca Salvo

Direzione Palco: Cinzia Tibaldi

Direttore backstage: Deborah Belfiore – Biagio Emmolo

Foto: Ettore Puglisi – Anthony Lucifora – Fazio Gardini

Video Makers : Michelangelo Lentini e Gianluca Salvo

Grafica Live Sergio Mustile

MAKE UP : Selly Speranza – Oriana Chiarenza

Hair stilist : Giusy Mazza – Tiziana Di Martino – Graziella Fornaro

URBANA TEXTURE ALLO SPOLETO FESTIVAL ART

 

FB_IMG_1504773276175

Un intenso dialogo tra Fotografia e Pittura: questo e’ il concept della exhibition artista “URBANA TEXTURE” – storie soggettive di città – che si disvelera’ al pubblico all’interno dello Spoleto Festival Art il prossimo 22 Settembre presso la Galleria Pianciani.

La curatela critica e’ dela storica dell’Arte Loredana Finicelli, che cosi accenna a questo confronto interessante:

“Nulla, come la città, è l’espressione di una memoria tangibile, il punto nel quale il passato e il presente si intersecano prefigurandovi una certa idea di futuro. Quando la città è quella del centro Italia poi, la storia sembra farsi materia, e il passato si riverbera sulle mura, sui merli e sui bastioni, su vicoli e viottoli che serbano il crisma di una civiltà intera. Perché nulla, come la città, è plasmato dalla civiltà nel suo farsi, che sceglie accuratamente i suoi simboli religiosi e civili e, nella proprio nella città, identifica il luogo dei suoi rituali collettivi.IMG_20170907_103117

Spoleto è emblematica in tal senso”.  

La mostra Urbana Texture, che l’Associazione “Occhio dell’Arte” di Lisa Bernardini e la Finicelli propongono nell’ambito dello “Spoleto Art Festival”, rinnovando un gemellaggio proficuo e funzionante tra due protagonisti degli eventi culturali, pone al centro della sua iniziativa una riflessione artistica sul tema della città, indagata nelle sue mille sfaccettature, interpretazioni, e molteplici identità.

La formula non prevede solamente una mostra di pittura, ma promuove l’idea di un dialogo proficuo tra espressione pittorica e fotografia, con opere che colloquiano tra di loro e in qualche modo si relazionano contaminandosi.

Gli artisti in esposizione: Massimiliano Bartesaghi, Mara Brera, Marisa Cesanelli, Gionata Copparo, Lucio Freni, Alessandro Guerrini, Judith Offord, Marofeta, Emanuela Pisicchio, Cleofe Ramadoro, Leonardo Serafini, Paolo Veneziani.

La presentazione generale dello Spoleto Festival Art ed. 2017  avverrà sempre il prossimo 22 Settembre alle ore 16.30, ma al  teatro Caio Melisso di Spoleto.

 

Lisa Bernardini

Presidente Occhio dell’Arte

347 1488234       www.occhiodellarte.org

 

 

Nella foto, Luca Filipponi e Lisa Bernardini ; una immagine in mostra tratta dal lavoro “Geometrie Urbane” di Massimiliano Bartesaghi; la locandina della exhibition artistica URBANA TEXTURE

PHOTOFESTIVAL “ATTRAVERSO LE PIEGHE DEL TEMPO” SERATA DI FINE ESTATE AD ANZIO

Luciano Bruschini con Lisa Bernardini Presidente dell'Occhio dell'Arte

PhotoFestival “Attraverso le pieghe del tempo”

VII Edizione

Rassegna itinerante di incontri tra sociale, cultura e spettacolo

 

Nella giornata di venerdi’ primo settembre ha avuto luogo ad Anzio una delle tappe annuali  della VII Edizione del Photofestival “Attraverso le pieghe del tempo”, not

a rassegna culturale nazionale sull’Immagine contemporanea, che da un paio d’anni ha cambiato abiti ed è diventa itinerante. La manifestazione è ideata e curata dall’Associazione culturale “Occhio dell’Arte”, ed ha inaugurato lo scorso 22 maggio a Roma i battenti per l’anno in corso, assegnando a Palazzo Firenze il Premio “La Leonessa” ad Anita Garibaldi.

Da sx_ Franco Micalizzi_Marco Tullio Barboni_Giovanni Brusatori_Luciano Bruschini

L’evento del primo settembre, presentato da Anthony Peth,  e’ stato ospitato durante una cena spettacolo   nel locale dell’imprenditore Mauro Boccuccia. E’ stata  oltremodo un’occasione per ospitare  la Cooperativa Sociale La Coccinella, che in zona accoglie e si prende cura di minori e ragazzi provenienti da situazioni di grave disagio sociale. Il Photofestival ha scelto in piu’ occasioni   di sostenere questa realta’, che  si e’ presentata il primo sera al pubblico, ha raccolto  offerte libere ed ha esposto  per la vendita graziosi  oggetti artigianali di propria realizzazione.Lidia Sassone de La Coccinella con Maria Lucia De Sica madrina solidale della serata

Nella suggestiva cornice esterna del locale di Mauro Boccuccia, a conclusione di un programma intenso di attività estive dell’Occhio dell’Arte, si e’ svolta  pertanto la serata di fine estate  dedicata interamente al fulcro della VII  edizione del Photofestival , che ha visto arrivare ad Anzio come protagonisti  personaggi illustri del mondo della fotografia, della musica, dello spettacolo e del giornalismo italiano.in diretta radio con New York

Giornalismo come Impegno Civile, in collaborazione con la testata “Il Granchio”, e’ stato  assegnato al fotoreporter Francesco Barilaro; Premio Creatività a Verteramo; Fotogiornalismo d’Autore a Marcello Carrozzo; Premio della Critica al Prof. Antonio Enrico Maria Giordano. Da sx Elisa Pepe' Sciarria_Anthony Peth_Luciano Bruschini_Stelvio Cipriani_Lisa Bernardini

Premi Speciali Cultura a Maria Laura Annibali (attuale presidente del Di’Gay Project, è nota attivista, documentarista e film maker; testimonial della legge sulle unioni civili; il suo operato, insieme a quello del movimento, è stato fondamentale per l’approvazione della legge Cirinnà) ed Edda Billi (poeta raffinata, una delle principali protagoniste del lesbofemminismo; è Presidente onorario dell’AFFI, l’Associazione Federativa Femminista Internazionale che unisce circa sessanta associazioni tra cui “Telefono Rosa” e “Il paese delle Donne”; fondatrice della Casa Internazionale delle Donne di Roma, storica femminista, nonchè fautrice negli anni ‘70 del celebre collettivo di Via Pompeo Magno).

Da sx Anthony Peth_Luciano Bruschini_Stelcio Cipriani_Lisa BernardiniPremi Speciali alla carriera ad  Anthony Pasquale da ICN Radio New York (ad inizio serata un collegamento radiofonico  in diretta proprio con New York ha visto impegnato in primis il Primo Cittadino anziate), al Prof. Francesco Petrino Presidente S.N.A.R.P., alla Presidente AISL_O Maria Grazia De Angelis: tre professionisti che nei loro campi di afferenza hanno raggiunto i massimi livelli per competenze e risultati.

Premio Musica ed. 2017, infine,  ad un nome che non ha avuto bisogno di molte presentazioni: il M° Stelvio Cipriani, per una carriera internazionale vissuta ai massimi livelli, che ha contribuito a portare in alto il nome del nostro Paese nel mondo. A lui è andato il prezioso “KEO – IL Piccolo Faraone” scolpito dal Maestro Scultore Valerio Capoccia.

Tantissimi i nomi di prestigio  presenti anche tra il pubblico:  il Direttore d’orchestra  e compositore Franco Micalizzi, lo sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni, il cantautore Amedeo Morrone, la regista Iolanda La Carrubba, la critica cinematografica Sarah Panatta, il direttore di doppiaggio e doppiatore Giovanni Brusatori, la nuora di Vittorio De Sica e Maria Mercader Maria Lucia De Sica (vedova del compianto Manuel e madrina solidale della serata), la D.ssa Sylvia Irrazabal responsabile culturale dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia, Giannino Cesare Bernabei dal Comitato sociale ed economico europeo, Orazio Anania Tenente Colonnello Scuola Marescialli e Brigadieri di  Firenze nonche’ direttore artistico ed ideatore del Premio internazionale “Apoxiomeno”, Arif Hossain Presidente LIFE and LIFE-Onlus, il fisico Sergio Bartalucci, la gia’ top model internazionale Giuseppina Iannello, Elisa Pepe’ Sciarria “Una Ragazza per il Cinema” ed. 2015 accompagnata dall’agente Massimo Meschino con le ragazze della MTM Events, Mariacristina Romano vice-presidente delle Mille Donne per l’Italia, l’architetto e scrittore Ugo De Angelis. Tra gli artisti presenti, il fotografo internazionale Euro Rotelli, il Maestro Fabbro Mario Righini, la disegnatrice Daniela Prata, i pittori Gino Di Prospero ed Emanuela Pisicchio, intrattenuti in sala a tratti, amabilmente, dalla storica dell’Arte e critica Loredana Finicelli. Gli artisti che hanno allietato in musica la serata, Debora Xhako ed i Getting Louder, sono stati gentilmente concessi per una sera da Tatiana Mele e Massimiliano Lazzaretti della Mapples Production. Lo stand de La Coccinella

Il Sindaco Luciano Bruschini ha accolto con entusiasmo tutti  i circa 230 invitati alla serata, compresa una  rappresentanza interetnica dall’Urbe (Venezuela e Bolivia).

Riconfermati nella serata gemellaggi importanti e vecchie amicizie (oltre ad ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterrraneo e a  FotoArte in Puglia,   l’Escamontage Film Festival itinerante – lo Spoleto Festival Art); nate anche nuove collaborazioni (il Premio Musa d’Argento in Sicilia ideato e diretto da Lucia Aparo), per una kermesse italiana che si prefigura in continua evoluzione, sia spaziale che temporale, alla ricerca di una dimensione cosmopolita e contemporanea sempre piu’ contaminata nei linguaggi e negli abiti via via adottati.

Uno specchio multiriflettente, attraverso le pieghe del tempo.

Fotografie della serata a cura di Marco Bonanni.

Presente Vittorio Bertolaccini per youreporter de Il Corriere della Sera.

Molti in genere i giornalisti noti presenti alla serata: Antonello De Pierro, Maria Rita Parroccini. Loredana Filoni, Nadia Cantelli ed altri.Alla torta finale

IL PREMIO MUSA D’ARGENTO GIUNGE ALLA SECONDA EDIZIONE

I partners

Continuano le rivelazioni sulla seconda edizione del Premio Musa d’Argento di Lucia Aparo! La siciliana Lucia Aparo, Presidente della Associazione culturale Academy Stars e fondatrice del Premio Nazionale Musa D’Argento, sta tirando fuori dal cilindro tante novita’, a pochi giorni dalla finalissima.

– Sta per cominciare questa ennesima avventura – dichiara emozionata la Aparo.

– Tanti i nomi prestigiosi coinvolti nel Musa come giurati ed ospiti; li abbiamo rivelati via via per far capire quanto duro lavoro di contatti e relazioni professionali si nascondano dietro un format.

ELIZABETH MISSLAND

 

Ecco la giuria completa della sezione Cinema : ad un Presidente del calibro della giornalista Elizabeth Missland e ad i nomi gia’ annunciati dei giurati Lucia Sardo, Giorgia Ferrero e Stefano Fresi, si e’ aggiunta Carlotta Bolognini, un cognome ed una ennesima garanzia!

A presiedere la categoria Arte, l’Artista dei Led Francesca Guidi, e sono stati confermati i giurati gia’ annunciati: il Prof. Luca Filipponi, Nadia Celi, Giuseppe Nuccio Iacono, Fazio Gardini e Ketty Caraffa.                                             FIORETTA MARI

Nella sezione Talenti, capeggiati dalla Madrina Fioretta Mari premiata nell’occasione per la sua carriera, oltre ai nomi gia’ annunciati alla stampa nei giorni scorsi (Silvio Pacicca, Graziella Terrei, Roy Geraci, Iskra Menarini, Marco Vito ed Ivan Lazzara, Gianluca Sole, Marco D’Angelo, Marco Di Franco, Dradi Dimitar, Orazio Fazio, Vincenzo Merli, Alessia Caudatella, Pablo Gil Cagne’, Gennaro Diana, Gaia Barlocco, Pietro Gorgone e Lucia Simoneski, Caterina Abela) si sono aggiunti quelli dell’ attore Fabrizio Romagnoli e di un grande personaggio che ritirera’ il suo riconoscimento per l’annosa attivita’ lavorativa al top nel campo della Moda internazionale: lo stilista Carlo Alberto Terranova.CARLO ALBERTO TERRANOVA

 

 

 

 

Premio alla Memoria ad un indimenticabile e indimenticato cantautore: Rino Gaetano, omaggiato nell’anno del 40° anniversario dell’uscita del terzo LP del cantautore – Aida – contenente, tra gli altri, l’omonimo, popolarissimo e amatissimo, brano. Scenderanno in Sicilia per ritirare la statuetta del Musa la sorella, Anna Gaetano, e il nipote del cantautore, Alessandro greyVision, leader della official Band Rino Gaetano.

RINO GAETANO

Infine, Premio Giornalismo a Gianpaolo Balsamo e Menzione speciale alla Memoria all’artista Sara Bruni, scomparsa dopo dolorosa malattia.

Hanno dato egida istituzionale alla manifestazione la Pro Loco guidata da Marco Ciancio, il Comune di Vittoria con il suo sindaco, Giovanni Moscato, ed il vice sindaco Andrea La Rosa, che hanno deciso di ospitare con orgoglio un contest dedicato ai giovani. La manifestazione è stata fortemente voluta anche dall’Assessore Cultura e Spettacolo Daniele Scrofani e dal Presidente del Consiglio comunale Andrea Nicosia.

Il Premio Musa d’Argento è alla sua seconda edizione ed in dirittura di finale nazionale nei giorni 8-9-10 Settembre in Sicilia: presso il fantastico Hotel Villa Orchidea di Comiso soggiorneranno i concorrenti provenienti da tutta Italia e selezionati dalla direzione artistica nel corso del 2017; le selezioni definitive per arrivare ai vincitori nelle varie categorie si avvicenderanno invece per tutta la giornata del 9 all’interno dello straordinario gioiello di arte neoclassica del Teatro Comunale di Vittoria, in Piazza del Popolo, intitolato a Vittoria Colonna fondatrice della citta’; all’esterno, in Piazza, si svolgera’ infine la serata conclusiva della kermesse, che decretera’ i nuovi fortunati vincitori dei numerosi premi in palio.

Il Premio Nazionale Musa d’Argento e’ nato per valorizzare l’arte ed il talento in tutte le sue sfaccettature. Obiettivo principale del Premio e’ quello di creare una rete di collegamento tra Produttori – Registi – Distributori e Artisti vari, favorendo una rilevante visibilità per tutti i partecipanti. Una nota che contraddistingue in senso sicuramente meritorio questa kermesse itinerante e’ la possibilità che anche i Diversamente Abili, purchè dotati di talento, possano accedervi. Tutti gli artisti selezionati in giro per l’Italia e che hanno avuto accesso alla finale, in ciascuna categoria in gara, potranno dire di avere avuto una concreta occasione di lancio, con importantissimi premi in palio che verranno divulgati anch’essi a breve. Per assistere alla finale nazionale del Premio Musa D’Argento, si necessiterà di accredito nominativo. La Conferenza stampa con i nomi dei vincitori nelle varie categorie, che si aggiudicheranno i tanti premi in palio, e’ stata fissata per domenica 10 Settembre alle ore 10.00 presso la Sala Conferenza di Villa Orchidea a Comiso. A presentare l’evento, il conduttore radiofonico e televisivo Anthony Peth.          LUCIA APARO ED ANTHONY PETH

 

Info a : http://www.musadargento.it Direzione Musa: luciaaparo2010@hotmail.it

PARTNERS

SPCSOUND – MAGIC EFFECT- PANORMUS PICTURES – ORAZIO FAZIO PER MARCHIO ROMEO GIGLI – EGON VAN FURSTENBERG – ATELIER DEL SARTO – RMEDITORI – IL PIU BELLO D’ITALIA & RAGAZZA PROTAGONISTA – OCCHIO DELL’ARTE – PHOTOFESTIVAL ATTRAVERSO LE PIEGHE DEL TEMPO – PREMIO RAGUSANI NEL MONDO – BENNY LOUNGE BAR – CAPELLI MANIA di Maria Romano – CONCEPT STORE “PROIBITO” – FASHION BABY – DIVA &DONNA – SCOPRIRSI BELLA – IL BELLO DELLE DONNE di Graziella Fornaro – DIVA STUDIO MAKE UP ESTETICA di Oriana Chiarenza – MUSICA E OLTRE – BAROCCO FOOD – AZ AGRICOLA ASTUTO – MEMORIAM BOOK – ICN RADIO NY – ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA STRADA – DRADI DIMITAR –

Media Partners Video Regione canale televisivo – Vittoriadaily.net – CANALE 66

UNA RAGAZZA PER IL CINEMA: FINALE REGIONALE LAZIO – TUTTE LE VINCITRICI CHE ANDRANNO A TAORMINA

Stupenda serata quella della finale regionale del Lazio del Concorso Nazionale di bellezza e talento Una Ragazza per il Cinema, giunto ormai alla sua 29° edizione e che vedrà svolgersi la propria finale nazionale dal 7 al 12 settembre a Taormina con serate finali presso il Teatro Antico di Taormina.
La serata, svoltasi il 25 agosto, è stata organizzata dal Comune di Veroli (FR) e dalla Pro Loco di Veroli (FR) in collaborazione con la MTM EVENTS e sotto l’attenta direzione del Responsabile Regionale Lazio e Molise Massimo Meschino nonché presidente della MTM Events, che insieme al suo staff composto dal vice presidente della MTM Events Thierry Mandarello (anche presentatore della serata), dal regista ufficiale regionale Michele Conidi e dal fotografo ufficiale regionale Mario Buonanno hanno gestito il concorso nella regione Lazio.

All’evento hanno attivamente collaborato in primissima persona l’Assessore comunale Patrizia Viglianti e Paolo De Caris del bar Chalet (che ha anche offerto la cena ai giurati ed alle 20 ragazze in gara) ed anche i partner regionali del concorso, ovvero Helen Eyes Concept, Probet scommesse sportive, Non Solo Video, Atelier Emposio Sposi di Palestrina, Marianna Schiuma make up artist, il mensile C-magazine, l’impresa di spettacolo On Broadway e per l’ultima serata l’Agenzia Bussola Casting di Enio Drovandi ed Anna Maria Piva con sede in Cinecittà (con cui la MTM Events collabora); altra collaborazione con gli sponsor della serata Real Caffè, Go Group automobili, FEM srl, onoranze funebri di Arci Giacomo, Lafrate Loreta, farmacia Nuova della Dott.ssa Alessandra Papaleo, macelleria Fanfarillo, Due x due di Guja Reali e Raffaella Arci, Gioielleria di Raffaella Arci e parrucchiera Dettagli di Lorena.

Ampia e qualificata la giuria composta dalla madrina la Ragazza per il Cinema 2015 Elisa Pepè Sciarria, dal Presidente di giuria l’attore Enio Drovandi, dall’attore Nicolò Centioni, dall’attore e regista Giovanni Pannozzo, dal regista e doppiatore Giovanni Brusatori, dal giornalista e Presidente dell’Italia dei Diritti, dal presenzialista tv Niki Giusino, dallo showman, attore e conduttore televisivo Paciullo, dalla Miss Lione Rita Pascale Fiorini, dal fotografo del mensile C-magazine Ivan D’Angelo, dal regista e produttore Alfonso Stagno, dall’organizzatrice di eventi e Presidente dell’Associazione Occhio dell’Arte Lisa Bernardini, dall’Assessore comunale Patrizia Viglianti, dal Presidente della Pro Loco di Veroli Gianluca Scaccia, dalla ballerina Katia Lisi, dall’imprenditrice Serena Proietti e dalla giornalista Maria Rita Parroccini.

Fantastici anche gli ospiti che hanno allietato le circa 1000 persone presenti, a cominciare dal cantante Marco Capuano, la cantante Debora Xhako, la campionessa mondiale di salsa, merengue e bachata Alisea Quattrociocchi, il gruppo musicale Wrong, i ballerini della Longevity Gym Center di Alan Oddi ed il duo comico composto da Fabio Bosco e Gianfranco Zedde che hanno ricordato i grandi Tomas Milian e Bombolo. Proiettato anche un filmato con piccole perle della storia cinematografica dell’attore Enio Drovandi.

Le ragazze sono state pettinate da Carla, Lorena e Stefania e truccate da Cristina e Michela dei negozi Beauty Hair Top, Dettagli di Lorena e Dimensione Bellezza di Stefania Caringi.

Il service è stato magicamente gestito dalla ditta AZ Service di Alessio Zizzo.

20 le finaliste regionali presenti per cercare di aggiudicarsi un posto per la finale nazionale; alla fine si sono aggiudicate i 10 posti disponibili per Taormina le ragazze Cristina Alexandra, Angelica Mazzarini, Federica Rizza, Silvia Tempestini, Federica Salzano, Valentina Capuano, Ilaria Semenzato, Elisabetta Puzzo, Claudia Testoni e Desirè De Luca; nominate anche due riserve nella persona di Aurora D’Ambrosio ed Erika Sibio.

Le altre fasce sono state così assegnate: Ragazza Città di Veroli a Giulia Colacchi, Ragazza Pro Loco Veroli a Valeria Capuano, Ragazza bar Chalet a Lucia Verardi, Ragazza Helen a Silvia Tempestini, Ragazza Probet a Alessia Savani, Ragazza Emporio Sposi a Giorgia Pennacchio, Ragazza On Broadway a Mila Coccia,

Ragazza MTM Events a Giulia Saroy, Ragazza Non Solo Video a Erika Sibio, Ragazza Bussola Casting a Claudia Testoni (che vince anche delle lezioni di recitazione con l’attore Enio Drovandi, che ha anche om

 

aggiato tutte le ragazze di una giornata di stage presso la Bussola Casting di Cinecittà), Ragazza Go Group Automobili a Federica Salzano, Ragazza C-Magazine a Carolina Zero, Ragazza Velar a Federica Rizza e l’ultima fascia per il Premio Nazionale La Modella per l’Arte è andata a Beatrice Verdi.

Inoltre il fotografo ufficiale Mario Buonanni ha regalato due servizi fotografici personali a Mila Coccia ed Angelica Mazzarini, mentre il fotografo di C-Magazine lo ha regalato a Federica Rizza.

Nel ringraziare il Comune di Veroli e la Pro Loco di Veroli per averci voluto nella loro città per la finale regionale del concorso, un ringraziamento particolare va all’Assessore Patrizia Viglianti e Paolo De Caris del bar Chalet per il grande impegno in prima persona, a tutte le ragazze partecipanti di questa edizione, ai loro genitori ed accompagnatori, ai Partner e sponsor del concorso e della serata ed a tutti coloro che hanno reso possibile la buona riuscita della serata.

Appuntamento a tutte le ragazze che vogliono partecipare alle selezioni della prossima edizione che inizieranno dal mese di novembre; chi fosse interessata può contattare il Responsabile regionale del Lazio e Molise Massimo Meschino al 328/8954226.

Foto credits Mario Buonanno PH