ANTONELLA RUGGIERO ALLA FIERA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA DI MILANO

RUGGIERO

ANTONELLA RUGGIERO e ANDREA BACCHETTI
con ORCHESTRA CLASSICAVIVA

diretta da Stefano Ligoratti
arrangiamenti di Stefano Barzan 

La vita imprevedibile delle canzoni

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
Giovedì 31 maggio 2018, Auditorium Testori, Piazza Città di Lombardia, Milano. Si conclude ufficialmente la prima giornata della nuova edizione di FIM – Fiera della Musica con un concerto straordinario, davvero imperdibile. In occasione dei 20 anni di Tranquilo, Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti, insieme all‘Orchestra ClassicaViva diretta da Stefano Ligoratti, presentano al FIM il concerto La vita imprevedibile delle canzoni. FIM 2018, edizione ricca di grandi novità, non poteva che aprirsi così: con il concerto di una diva della musica italiana, una straordinaria voce e un’artista con una nota ed eclettica sensibilità musicale. La vita imprevedibile delle canzoni è l’ultimo album della popolare vocalist, realizzato insieme al pianista genovese, e contiene le più belle canzoni della sua carriera e del suo periodo con i Matia Bazar, riarrangiate per voce e pianoforte, come se fossero arie antiche, da Stefano Barzan, fondatore di Tranquilo, storica casa di produzione musicale di Milano nata nel 1998.

unnamed(1)Nella sua carriera da solista Antonella Ruggiero ha affrontato repertori diversi che hanno attraversato folk, etnica, pop, musica sacra, lirica e contemporanea, accompagnata da ogni genere di organico: orchestre, solisti, organo, cori popolari, elettronica pura. Per Antonella non esiste distinzione tra generi musicali e Roberto Colombo, da sempre al suo fianco, è probabilmente l’unico produttore in Italia con una veduta così ampia a livello musicale, da non rappresentare alcun limite per Antonella. L’inarrestabile ricerca sonora e musicale di Colombo e il talento di Antonella hanno creato una alchimia unica, riconoscibile e penetrante nel panorama italiano. La visione musicale e artistica di Antonella Ruggiero è totalmente condivisa da Stefano Barzan, arrangiatore, orchestratore e direttore d’orchestra ma soprattutto fondatore di Tranquilo, che quest’anno celebra 20 anni di attività.

Senza compromessi (in primis commerciali), la musica vissuta e prodotta da Tranquilo, nei propri studi, non ha generi e non ha etichette. Stefano Barzan e Michela Casazza coltivano giorno per giorno la qualità del suono e della musica, trasferendo (da ormai 13 anni) il know-how acquisito anche ai giovani allievi del Corso di Tecnologia del suono dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. Spaziando dal pop alla musica cantautorale, dalle incisioni di musica classica-sinfonica alla partecipazione ad eventi memorabili come l’inaugurazione e la chiusura di Expo 2015, 14 edizioni del festival di Sanremo e 2 edizioni dello Zecchino d’oro, Stefano Barzan è una figura presente “dietro le quinte” di molte produzioni oltre che come musicista come tecnico di registrazione e di mastering. Fondatore con Massimo Mariani del corso di Tecnologia del suono presso l’Accademia del teatro alla Scala di Milano, svolge anche una intensa attività divulgativa e didattica centrata sull’integrazione delle competenze tecniche con quelle musicali, con l’intento di formare figure complete e competitive per il mondo della musica.

FIM è una manifestazione ideata e diretta da Verdiano Vera e organizzata da Maia, in collaborazione con BigBox e L’Alveare e il contributo di Regione Lombardia e in Lombardia.

Per informazioni: www.fimfiera.it  – Info Line: +39 010 86 06 461

UFFICIO STAMPA
Synpress44 Ufficio stampa: www.synpress44.com

Annunci

Il Batterista di Jovanotti alla Fiera della Musica

 batterista

Gareth Brown: una poliedrica batteria
al FIM – Fiera della Musica!

Giovedì 31 maggio il batterista londinese ospite in Casa FIM: racconterà la sua esperienza tra i tamburi per Joss Stone, Donna Summer e molti altri, attualmente al seguito di Jovanotti.

Giovedì 31 maggio 2018 FIM – Fiera Della Musica 2018 (con la direzione artistica di Verdiano Vera, organizzato da Maia in collaborazione con Alveare e BigBox) sarà lieta di accogliere Gareth Brown per un incontro incentrato sulla sua esperienza di batterista per grandi del pop e del rock. Brown sarà intervistato in CASA FIM, il centro nevralgico della rassegna, all’interno del quale si incontrano – come sempre da tradizione FIM – i nomi illustri e creativi del mondo della musica, in diretta streaming. Per l’occasione il palco/salotto di FIM sarà il luogo in cui il batterista racconterà il suo mondo musicale e le sue collaborazioni, con una breve performance per FIM.

Londinese di origini giamaicane, Gareth Brown è un richiestissimo session man, sempre impegnato in studio di registrazione. Da tempo è il batterista della focosa band di Jovanotti, ma ha all’attivo il progetto solista Jungle Green e ha lavorato con molti musicisti, pensiamo a Donna Summer, Rihanna, Craig David, TIziano Ferro, Joss Stone, Rita Ora e molti altri. In un’edizione unica nel suo genere come quella del 2018, particolarmente attenta al tema della formazione musicale, la presenza di un musicista così attivo tra musica, concerti e workshop sarà molto utile nel percorso relativo alle professioni nella musica.

La partecipazione di Gareth Brown al FIM 2018 è in collaborazione con Mondomusica Milano.

Per informazioni: www.fimfiera.it  – Info Line: +39 010 86 06 461

UFFICIO STAMPA
Synpress44 Ufficio stampa: www.synpress44.com

unnamed(1)

Nuovo singolo per Giada Agasucci: “La mia Itaca”

Cover cs LA MIA ITACA_GIADA AGASUCCIGIADA AGASUCCI torna ad incantare con forza e passione, con il suo nuovo singolo “LA MIA ITACA”, che verrà presentato, in anteprima nazionale, venerdì 27 Aprile 2018 al Teatro Brancaccio di Roma 

all’interno dello spettacolo “Stasera a casa di Geppo”, lo spettacolo che vede Simone Metalli, in arte Geppo Show, protagonista di un appuntamento in cui le risate, le barzellette e la comicità sono l’asse portante di due ore di sano divertimento

“Questo è un brano al quale sono particolarmente legata – dichiara Giada – parla di una crescita, di una rinascita di me stessa…la rinascita di una forza, una volontà di farcela e di raggiungere i miei obiettivi. Musicalmente è un genere nuovo per me, nei precedenti lavori non mi ero mai accostata ad un arrangiamento così “forte”. Sono molto orgogliosa di questo nuovo lavoro e del progetto che sto portando avanti con la Otto P Management, e non vedo l’ora di mostrare a tutti la Giada che sono diventata: più determinata, più consapevole e forse, anche emotivamente, più forte.”
GIADA AGASUCCI (© Carlo William Rossi e Fabio Mureddu)
La canzone arriva a pochi mesi dall’uscita del singolo “Non lasciarmi andare”. Quello che si vuole raccontare in note, è un percorso interiore di Giada, un percorso che parte in “Non lasciarmi andare” con un amore adolescente, sbagliato e malato, che l’ha portata alla disillusione; fino alla “rinascita”, alla maturità, al superamento del sentimento di sfiducia in “La mia Itaca”. In questo nuovo brano l’amore è una ricerca, un’isola sicura da trovare con la stessa pazienza e determinazione con cui Ulisse cercò la sua Itaca. La sequenza di pubblicazione dei brani non è stata casuale, poiché è solo dalla frantumazione delle certezze, da ciò che è stato prima che si può ripartire con più forza e più convinzione verso il futuro, così come cita il testo:
“Seduto sopra un mondo che si sgretola, Lo vedi, Cerco anch’io la mia isola”
Si tratta di un percorso necessario per la cantante, un cambiamento naturale per un’artista che
ha incontrato il grande pubblico ancora adolescente e che ora lo affronta con una maturità ed
una consapevolezza diversa.

GIADA AGASUCCI è una talentuosa interprete nata a Roma il 20 settembre 1995. Ama cantare sin da quando era bambina, ha iniziato a dedicarsi alla musica all’età di 7 anni. Dal 2010 al 2013 partecipa a numerosi festival e concorsi facendosi notare sin da subito per le sue doti canore: “Una stella sarò” (1° Classificata, 2010), “Una stella sarò” (1° Classificata, 2011), “Una voce italiana” (1° Classificata, 2012), “Cantamonte” (1° Classificata, 2012), “Far far away” (1° Classificata, 2012), “Una stella sarò” (1° Classificata, 2013), “Stasera canto io” (1° Classificata e Premio della Critica, 2013), “Festival dell’adriatico” (2° Classificata, 2013), “Miss teenager” (1° Classificata, 2013), “Festival di Arce” (1° Classificata, 2013), “Cantamonte” (1° Classificata, 2013), “Faenza Pop Festival” (3° Classificata e Premio della Critica, 2013). Nel settembre 2013 supera le selezioni ed entra a far parte del cast di “Amici 13”. “Amici”  rappresenta la sua grande occasione: arrivata in semifinale nel corso del programma la cantante della Squadra Blu, capitanata da Miguel Bosè, si è fatta notare grazie alla sua voce intensa, la sua dolcezza e la sua sensibilità. Nel corso del programma si è fatta notare con interpretazioni cariche di emozione, oltre ai prestigiosi duetti con nomi eccellenti della musica italiana ed internazionale come Kylie Minogue, Antonello Venditti, Loredana Bertè, Marco Mengoni, Umberto Tozzi, Fedez e Modà. Uscita dal programma televisivo nell’estate del 2014 ha pubblicato il suo primo disco con Sony, dal titolo “Da Capo”. Per i due anni successivi, ha partecipato al programma tv di capodanno “L’anno che verrà” su Rai1. All’inizio del 2016 esce l’Ep “La foglia e il sole”. Da giugno 2017 inizia la sua collaborazione con l’etichetta discografica Otto P Management, ed esce il singolo “Non lasciarmi andare”.

Rigo Righetti ospite al FIM – Fiera della Musica!

unnamed(2)

Dai Rocking Chairs a Ligabue, passando per il nuovo album ‘Cash Machine’ e il nuovo romanzo ‘Schiavoni Blues’, il bassista modenese partecipa a un incontro sulla sua esperienza tra rock americano e narrativa. Appuntamento domenica 3 giugno in CASA FIM.

Domenica 3 giugno 2018 FIM – Fiera Della Musica (con la direzione artistica di Verdiano Vera, organizzato da Maia in collaborazione con Alveare e BigBox) sarà lieta di accogliere Rigo Righetti per un incontro speciale incentrato sulla sua esperienza di musicista e narratore, in occasione del suo ultimo disco Cash Machine e del suo ultimo romanzo Schiavoni Blues. Righetti sarà intervistato in CASA FIM, il centro nevralgico della rassegna all’interno del quale si incontrano – come sempre da tradizione FIM – i nomi illustri e creativi del mondo della musica, in diretta streaming.
unnamed(1)
Antonio Righetti, meglio noto come Rigo, è una colonna portante del rock italiano. Modenese, classe 1964, fa parte dei Rocking Chairs, la pionieristica band italiana tra le più attive e amate della seconda metà degli anni ’80. Negli anni ’90 intraprende una storica collaborazione con Ligabue in dischi popolarissimi come Buon Compleanno Elvis e anche in tour. Con Songs from a room vol. 1 del 2005 avvia una carriera solista unica nel suo genere, caratterizzata da una personale interpretazione delle influenze rock americane e una devozione verso figure colossali come Johnny Cash, Bob Dylan e Elvis Presley, come accaduto nell’ultimo album Cash Machine, pubblicato alla fine del 2017. Rigo è anche un valido narratore: nel 2014 debutta con il suo libro Autoscatto in 4/4, recentissima è l’uscita del nuovo romanzo Schiavoni Blues, dedicato alla sua infanzia modenese, ai luoghi della sua città come il Bar Schiavoni, al suo amore per l’America.

In un’edizione così ampia e sfaccettata come quella del 2018, particolarmente attenta al tema della formazione musicale e delle professioni legate alla musica, la presenza di un musicista e narratore come Rigo Righetti sarà utile nel percorso relativo al rapporto tra musica, professione e scrittura.

FIM è una manifestazione ideata e diretta da Verdiano Vera e organizzata da Maia, in collaborazione con BigBox e L’Alveare e il contributo di Regione Lombardia e inLombardia.

Per informazioni: www.fimfiera.it  – Info Line: +39 010 86 06 461

UFFICIO STAMPA
Synpress44 Ufficio stampa: www.synpress44.com

GLI STAG AD APERIVER DI ROMA CON INTERVISTE E LIVE DI TANTI OSPITI

29Mar_STAG_special guest_ApeRIVER (1)

Giovedì 29 Marzo, dalle 19.00
presso Marmo, Piazzale del Verano 71, San Lorenzo

Aperitivo a Buffet fino alle 21.00 | Inizio dei Live ore 22.00

apeRIVERPaola Pessot1

Thursday is the New Saturday

 presenta:

 STAG /Live

in apertura l’intervista all’attrice PAOLA PESSOT

 

 

a seguire Palco Aperto con i Live di:

 LORENZO BOTTEGHELLI | VANESIA | ELIA | DOMENICO IMPERATO | SPLEEN78 | CESCO

Host Giusva

29Mar_ApeRIVER_ELIA

STAG: dai David di Donatello a San Lorenzo. Il Live della band riempie di musica ApeRIVER

Giovedì 29 Marzo da Marmo a partire dalle 19.00, musica e tanti ospiti riempiranno il giardino sanlorenzino curato dai fratelli Marazzotti & Pizzolorusso, che nell’ultimo giovedì del mese ospitano il dodicesimo appuntamento di ApeRIVER, serata musicale dedicata al compianto attore River Phoenix, che in prima battuta vedrà l’arrivo dell’attrice Paola Pessot. A seguire, spazio al talento e alle sonorità degli STAG, ospiti principali della serata e reduci dall’ambita nomination ai David di Donatello per The Place di Paolo Genovese. La sezione Palco Aperto, dedicata al meglio degli emergenti selezionati dall’organizzazione aperiviana, vedrà onstage Lorenzo Botteghelli, Vanesia, Domenico Imperato, Elia,  e i rapper Spleen78 e Cesco.

 

29Mar_ApeRIVER_Cesco_Francesco Perri

Cesco

LA SERATA:

Sarà una dolce e pungente chiacchierata sull’amore con PAOLA PESSOT, accolta e intervistata dal padrone di casa Giusva. L’intervista sarà l’occasione per presentare lo spettacolo L’Amore E’ Una Sostanza Stupefacente, scritto dalla stessa Pessot insieme ad Alessandro Bardani, che il prossimo 6 e 7 Aprile torna in scena nel teatro CometaOFF con una nuova versione 2 punto 018. Ospiti molto attesi sono gli STAG, protagonisti della nuova scena musicale italiana anche grazie alla vicinanza al mondo del cinema e della fiction, dove spiccano per le loro colonne sonore. Ne è un esempio il brano scritto per The Place, con cui il gruppo si guadagna la prima nomination per i David di Donatello 2018. Marco Guazzone leader del gruppo e gli STAG, sono quella parte buona della giovane musica italiana, cresciuta con la spontaneità del talento e con la semplicità di canzoni sincere dalle sonorità innovative, che tornano a San Lorenzo ad un anno dalla loro prima partecipazione aperiviana.

 

29Mar_ApeRIVER_Domenico Imperato

Domenico Imperato

A seguire, nella sezione Palco Aperto, arriva il cantautore metà uomo e metà chitarra, DOMENICO IMPARATO nato da madre pugliese e padre napoletano, cresciuto in terra d’Abruzzo e vissuto per alcuni anni s’una nave dal nome Lusofonia, dapprima in Portogallo e poi al largo delle coste del Brasile. Le tantissime influenze si riversano nel primo album Postura Libera, dove mischia il suo sangue meridionale a delle nuove forme tropicali e mediterranee. Ad ApeRIVER presenta il Bellavista, il nuovo album che ha arrangiato insieme a Francesco Arcuri (musicista che lavora con grandi come Capossela, Mannarino, Einaudi) e che arriva come un disco duro e a tratti rabbioso. Subito dopo è la volta dei VANESIA, una band nata dalla collaborazione tra Sara Berardinucci (voce), Mariarita Musa (violino) e Francesco Aceto (chitarra). La band divide il palco con grandi nomi del panorama emergente italiano, come Brunori Sas, Paolo Benvegnù, Rocco Hunt, Molla. A Gennaio del 2018 arrivano primi al Sanremo Rock Abruzzo e attualmente lavorano al loro primo album. Subito dopo è la volta di LORENZO BOTTEGHELLI, virtuoso del pianoforte e romano d.o.c., che nonostante gli studi in scienze motorie e l’attività da personal trainer, guarda alla musica come alla sua prima passione. A settembre 2017 lavora alla composizione del suo primo album che intitola Anima. Dal 2018 studia canto all’Accademia Musicale Praeneste, portando avanti il sogno del cantautorato con cui nascono i primi due lavori, Via da Te e Vorrei. Toccherà poi ad ELIA, modenese d’origine, ma nato da padre inglese e padre leccese, deliziare il pubblico con la sua chitarra, con cui è partito per Londra per studiare presso la Music Technology (Kingston University). Oggi è al lavoro al suo album, in sala registrazioni.

Chiudono il cerchio i due rapper SPLEEN78 e CESCO. Il collettivo Hip-Hop Spleen78 formato da 5MC tra i 17 e i 19 anni di nome Fisto, Kanon, 3P, Six-y e Mummia, sarà seguito dal cantautore rap Cesco, al secolo Francesco Perri, oggi impegnato con l’associazione Uniti per Amatrice, con cui gira l’Italia cantando per una buona causa. Nell’ultimo anno è uscito il singolo Astronauta, realizzato con la collaborazione della mai dimenticata Silvia Capasso.

 29Mar_STAG_special guest_ApeRIVER (2)

BIOGRAFIA STAG:

Band romana che nasce dal progetto musicale solista di Marco Guazzone. Il loro album di debutto L’Atlante Dei Pensieri è uscito nel 2012 ed è stato prodotto da Steve Lyon. Il disco contiene anche ‘Guasto‘, brano che Guazzone, in veste di solista, aveva presentato alla 62a edizione del Festival di Sanremo nella sezione Giovani, vincendo i premi Assomusica e Rai Gulp. Nel 2013 esce Live Al Piper Club album registrato dal vivo contenente brani estratti dal concerto che la band ha tenuto nello storico locale romano. Nel 2014 vengono invitati da Elisa come ospiti sul palco del Luca Summer Festival 2014. Nel 2015 ricevono una nomination ai Ciak D’Oro come miglior brano originale per “Cosa C’è“, canzone scritta e interpretata insieme a Malika Ayane per la colonna sonora del film “Fratelli Unici”. Il loro brano “Senza Mentire” viene scelto dall’AISM come colonna sonora della campagna di sensibilizzazione per la raccolta fondi del 2015, per la quale gli STAG coinvolgono altri giovani artisti del panorama musicale italiano con i quali interpretano la canzone. Da aprile 2016 conducono un loro programma di musica dal vivo in onda su In Blu Radio. Come autori hanno scritto per Arisa il brano “Dimmi Se Adesso Mi Vedi” contenuto nel suo album “Se Vedo Te” e due brani per l’album Nessun Posto E’ Casa Mia di Chiara Galiazzo (“Le Leggi di Altri Universi”, “Le Ali Che Non Ho”). Negli anni hanno aperto le date di artisti come Moby, Suzanne Vega, Elisa, Malika Ayane, Niccolò Fabi, Levante, L’Aura, Morgan, Dolcenera, Jay Brannan, The Irrepressibles, Azure Ray, Ex-Otago, Meganoidi. A Luglio 2016 si esibiscono all’I-Days Festival di Monza insieme ad artisti come Sigur Ròs, Stereophonics, Biffy Clyro. Collaborano abitualmente alla composizione di varie colonne sonore per cinema, teatro e televisione (‘La Mamma Imperfetta’, ‘Un Bacio’, ‘Tutto Può Succedere’). Il loro brano “To The Wonders”, scritto per la colonna sonora del film Un Bacio di Ivan Cotroneo è stato in corsa per le nomination dei David Di Donatello 2017 come miglior brano originale. Hanno collaborato alla colonna sonora delle tre stagioni di “Tutto Può Succedere“, la serie tv targata Rai1 nella quale compaiono interpretando loro stessi. Il loro secondo album di inediti dal titolo, “Verso Le Meraviglie”, è uscito il 10 marzo su etichetta INRI/Metatron e edizioni Sugar Music. A settembre 2017 suonano all’Arena Di Verona in apertura del concerto di Elisa per l’evento #TogetherHereWeAre che celebra i vent’anni di carriera dell’artista. Hanno composto e suonato insieme a Marianne Mirage il brano che fa da titoli di coda della colonna sonora di “The Place” il nuovo film del regista di “Perfetti Sconosciuti” Paolo Genovese. La canzone è stata nominata ai David Di Donatello 2018 come miglior brano originale. Guazzone è inoltre co-autore della versione del singolo di “Perfect” di Ed Sheeran in cui quest’ultimo duetta con Andrea Bocelli, diventando il primo autore italiano a collaborare con il cantautore britannico. www.stag.st

Paola Pessot

 

MODALITA’ D’INGRESSO

ApeRIVER, 3°Edizione @ MARMO // Giovedì 29 Marzo 2018, dalle 19.00, Piazzale del Verano 71, San Lorenzo

INGRESSO GRATUITO – Possibilità  Aperitivo: 10 Euro (Comprensivi di 1Drink + Buffet Libero fino alle 21) Tessera Associativa annuale di 2 euro

Prenotazione Tavoli con Consumazione / Info e Prenotazioni: 342 6158365

UFFICIO STAMPA CARLA FABI ROBERTA SAVONA

VALERIO SCANU INCONTRA I FANS IN TOUR PER L’ITALIA PER IL FIRMACOPIE DELLA SUA SECONDA AUTOBIOGRAFIA “GIURO DI DIRE LA VERITA’ – DALLA A ALLA ZIA MARY”

VALERIO SCANU (© Fabrizio Cestari)

DAL CANTO ALLA SCRITTURA: Questa volta  il grande Valerio Scanu PARTE IN TOUR in tutta Italia  “lasciando a casa”  la veste di cantante e proponendosi al suo pubblico nella veste di scrittore con l’autobiorafia  “GIURO DI DIRE LA VERITA’ – Dalla A alla Zia Mary”. Il tour, che ha già toccato città come Milano e Roma, darà la possibilità ai fan di varie città d’Italia di incontrare il proprio idolo, scambiare due parole, scattare in selfie ed avere una copia autografata e personalizzata del libro. E’ un nuovo Valerio Scanu quello che ritroviamo nelle pagine di quest’autobriografia: più maturo e consapevole, che si dona senza remore agli occhi di un pubblico che spesso fatica a decifrarlo. Diretto, immediato e senza filtri, il ventisettenne maddalenino si racconta tra pubblico e privato, scava nei suoi affetti più intimi, confessa aneddoti curiosi, passa in rassegna le diverse esperienze vissute nel corso della sua carriera, senza trascurare le delusioni. “Giuro di dire la verità” è una confessione in piena regola, divisa in ventisei voci, che non lascia spazio a ipotesi e dubbi. A incorniciarne il diorama letterario, una serie di istantanee catturate dall’obiettivo fedele di Fabrizio Cestari.

Ecco le date di marzo dell’instore tour con firma copie del libro: 15.03 Mondadori_Milano 16.03 Discoteca Laziale_Roma
19.03 Fico Eataly World_Bologna 20.03 Mondadori_Carpi 21.03 Feltrinelli_Verona 22.03 Mondadori_Carrara 26.03 Feltrinelli_Perugia 27.03 Mondadori_Frosinone 28.03 Mooks Mondadori_Napoli 29.03 Feltrinelli_Pescara

 

Valerio Scanu nato il 10 aprile 1990 nell’isola di La Maddalena, ha coltivato sin da piccolissimo il sogno di essere un cantante, e la partecipazione ad Amici di Maria De Filippi l’ha fatto conoscere al grande pubblico. Nel 2010 ha vinto il Festival di Sanremo; nel 2011 lascia la Emi ed apre la sua etichetta indipendente, la NatyLoveYou. Nel 2016 ritorna al Festival della canzone italiana con il brano Finalmente Piove scritto per lui da Fabrizio Moro. Il suo talento va oltre la musica: vera e propria star a tutto campo, negli ultimi anni, con il suo eclettismo e la sua spontaneità, ha conquistato il pubblico vastissimo di trasmissioni televisive come Tale e Quale Show, L’isola dei famosi, Ballando con le stelle e Kudos – tutto passa dal web.

AL PALAFIORI DI SANREMO I TRE FINALISTI DEL SAN REMO FESTIVAL CAFE’- di Sara Lauricella

SOLO PRIMI TRE

Entusiasti i giovani talenti premiati con i primi tre posti alla finale del San Remo Festival Cafè  per l’imminente partenza ed esibizione al Palafiori di Sanremo prevista per sabato 10 febbraio 2018 nella trasmissione televisiva SANDREMO DOC di Danilo Daita.

PRIMO CLASSIFICATO

il vincitore Lorenzo Camigliano

 

 

 

Una grande opportunità per questi tre giovani premiati: il primo posto è andato al piccolo Lorenzo Camigliano, che ha sbaragliato tutti i suoi colleghi adulti con la sua voce e la presenza scenica,

 

 

 

il secondo posto al giovane e preciso Alex (Alessandro Floris) ed il terzo alla grintosa Stella Anton. La finale di San Remo Festival Cafè si è svolta il 1 febbraio al Billions di Roma ed i concorrenti sono stati accompagnati dalla Why Not Band di Simone Bufacchi. Per molti dei partecipanti si è trattato di esibirsi per la prima volta live con una band e sono stati tutti molto presi da questa nuova esperienza, ben riuscita per tutti loro e per la fantastica band.

GIURIA

da sinistra: Gianni Testa, Paolo Audino, il Presidente di Giuria AMEDEO MINGHI, Michelangelo Tagliente, Sara Lauricella, Ernesto Lantignotti

La giuria d’eccezione è stata presieduta dal grande Maestro Amedeo Minghi, affiancato da giurati tecnici e di qualità come Gianni Testa, Paolo Audino, Michelangelo Tagliente, Ernesto Lantignotti e  Sara Lauricella.  Ospite della serata il giovanissimo maghetto Andrea Cameracanna che ha divertito i presenti con i suoi numeri di comico-magia.

PREMIO INEDITO DOC

Tilly Fede, Sara Lauricella di #Differevent, la premiata con “Inedito Doc” Deborah Xhako, David Pironaci

Durante la finale, presentata da David Pironaci e Tilly Fede,  sono stati assegnati anche dei premi collaterali: il premio INEDITO DOC di #Differevent assegnato da Sara Lauricella alla concorrente Deborah Xhako per l’inedito “Tutto può succedere” scritto dalla stessa interprete, ed un premio imprevisto ed estemporaneo: ai due piccoli concorrenti Lorenzo Camigliano e Simona Carrieri è stata assegnato di diritto l’ingresso in finale dei piccoli del concorso canoro “Lasciatemi cantaaare” che si terrà a marzo  presso il Centro Commerciale Aprilia2. 

TUTTI PREMIATI

Da sinistra David Pironaci, il primo classificato Lorenzo Camigliano, Stella Anton, Alex, Deborah Xhako, Simona Carrieri, Tlly Fede e la titolare di #Differevent Sara Lauricella

La serata è stata immortalata dalla fotografa Barbara Gallozzi di Imag&vents e dal videomaker Emiliano Idrofano.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10213318192943584&id=1660756942

Il concorso, che ha dato la possibilità di partecipazione ad cantanti e cantautori di tutta Italia, è stato organizzato dall’associazione Assotutela in collaborazione con la SanBiagio produzioni, e nasce con l’intenzione di dare una possibilità ai talenti di potersi esprimere e di emergere in maniera chiara e pulita, seguendo un percorso lineare e senza  influenze esterne.

PATRON

Da sinistra il patron Michel Maritato, i presentatori Tilly Fede e David Pironaci

La kermesse vede il patrocinio di Radio RTR, Look, giornale Vento Nuovo, Radio Sanremo Web, Imag&vents, Il Tabloid,  Radio Tutela, CMD Srl d #Differevent. Tante le collaborazioni già nate con altri importanti concorsi nazionali e tanti i premi collaterali (ed a volte a sorpresa) che sono state assegnate durante le tappe. Per info sul premio potete consultare il sito http://www.sanremofestivalcafe.it/ e  la pagina facebook https://www.facebook.com  .

Foto credits: Barbara Gallozzi Imag&vents

Ufficio Stampa: Sara Lauricella #differevent