AL TEATRO LA FENICE DI VENEZIA GRAND FINALE con KYLIE MINOGUE

kylieJACK SAVORETTI

 ACOUSTIC NIGHTS

LIVE

 IL 25 LUGLIO AL TEATRO LA FENICE DI VENEZIA

GRAND FINALE

OSPITE LA STELLA INTERNAZIONALE DEL POP

KYLIE MINOGUE

 

Kylie Minogue, oltre a Imelda May – già annunciata sui social – sarà il grande ospite internazionale del Grand Finale dell’“Acoustic Nights Live” di Jack Savoretti il 25 luglio nella meravigliosa cornice del Teatro La Fenice di Venezia (ingresso a partire da 35 euro – prevendite su www.ticketone.it, www.teatrolafenice.it e in tutti i punti vendita Venezia Unica e call center Hellovenezia 041.2424) nell’ambito dell’XI edizione di Venezia Jazz Festival, firmata da Veneto Jazz.

Jack Savoretti - Photo Dino Buffagni3_b

Jack Savoretti salirà sullo storico palcoscenico con una formazione speciale, per la prima ed unica volta: al quintetto che lo ha accompagnato in questo tour, composto dal chitarrista Pedro Vito Vieira De Souza, il pianista Nikolaj Torp Larsen e – direttamente dalla band di Paolo Conte – Francesca Gosio al violoncello e Piergiorgio Rosso al violino, si aggiungeranno altri musicisti di fama internazionale, ospiti a sorpresa che contribuiranno a rendere questo evento unico ed irripetibile.

 

Kyle Minogue ha già duettato con il cantautore italo-inglese e l’ha chiamato a cantare con lei nel suo nuovo disco “Golden” (Bmg/Warner) all’interno del brano “Music’s Too Sad Without You” scritto a quattro mani dai due artisti.

 Jack Savoretti - Photo Dino Buffagni2_b

Il progetto nasce dopo il successo di “Sleep No More” e dell’edizione speciale “Sleep No More – special edition” (Bmg Rights Management/Warner), che comprende un secondo disco contenente rare e inedite versioni acustiche di brani del repertorio del cantautore italo-inglese.

 JACK SAVORETTI ACOUSTIC NIGHTS LIVE

GRAND FINALE

Ft. KYLIE MINOGUE

TEATRO LA FENICE

25 luglio 2018

Ingresso a partire da 35 euro + prevendita

info su www.concerto.net e prevendite su www.ticketone.it , www.teatrolafenice.it e in tutti i punti vendita Venezia Unica e call center Hellovenezia 041.2424

www.jacksavoretti.com; www.youtube.com/user/JackSavoretti; www.facebook.com/Jacksavorettihttps://twitter.com/jacksavorettihttp://www.concerto.net/jacksavoretti/home.html

Ufficio Stampa

Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio – 349.1345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Promozione Radio-Tv

Passo dopo passo – Umberto Labozzetta – 335.6542916 – labozzettaumberto@gmail.com

Management & Booking Italia 

Concerto Music – Milo Fantini – 339.3767663 – milo.fantini@concerto.net

Annunci

JACK SAVORETTI per il GRAND FINALE AL TEATRO LA FENICE DI VENEZIA

Jack Savoretti_b

 

JACK SAVORETTI

 

ACOUSTIC NIGHTS

LIVE

 

 

IL 25 LUGLIO AL TEATRO LA FENICE DI VENEZIA

 

Dopo dodici straordinari concerti, di cui otto sold out con quello del 12 luglio al Teatro dell’Opera di Roma, si aggiunge all’“Acoustic Nights Live” di Jack Savoretti una nuova data, il 25 luglio, per uno straordinario Grand Finale nella meravigliosa cornice del Teatro La Fenice di Venezia (ingresso a partire da 35 euro – prevendite a partire dal 24 maggio su www.ticketone.it) nell’ambito dell’XI edizione di Venezia Jazz Festival, firmata da Veneto Jazz.

Jack Savoretti salirà sullo storico palcoscenico con una formazione speciale, per la prima ed unica volta: al quintetto che lo ha accompagnato in questo tour, composto dal chitarrista Pedro Vito Vieira De Souza, il pianista Nikolaj Torp Larsen, Francesca Gosio al violoncello e – direttamente dalla band di Paolo Conte – Piergiorgio Rosso al violino, si aggiungeranno infatti altri musicisti di fama internazionale, ospiti a sorpresa che contribuiranno a rendere questo evento unico ed irripetibile.

Il progetto nasce dopo il successo di “Sleep No More” e dell’edizione speciale “Sleep No More – special edition” (Bmg Rights Management/Warner), che comprende un secondo disco contenente rare e inedite versioni acustiche di brani del repertorio del cantautore italo-inglese.

JACK SAVORETTI ACOUSTIC NIGHTS LIVE

GRAND FINALE

TEATRO LA FENICE

25 luglio 2018

Ingresso a partire da 35 euro + prevendita

 info su www.concerto.net e prevendite su www.ticketone.it

www.jacksavoretti.com; www.youtube.com/user/JackSavoretti; www.facebook.com/Jacksavorettihttps://twitter.com/jacksavorettihttp://www.concerto.net/jacksavoretti/home.html

Ufficio Stampa

Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio – 349.1345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Promozione Radio-Tv

Passo dopo passo – Umberto Labozzetta – 335.6542916 – labozzettaumberto@gmail.com

Management & Booking Italia 

Concerto Music – Milo Fantini – 339.3767663 – milo.fantini@concerto.net

capital

SANANDA MAITREYA IL 17 LUGLIO DAL VIVO AL CASTELLO SFORZESCO DI MILANO

Sananda_Maitreya_PP_2017_013_bFREAK & CHIC

presenta

SANANDA MAITREYA

IL 17 LUGLIO DAL VIVO AL CASTELLO SFORZESCO DI MILANO

 

Martedì 17 luglio, alle ore 21,30, presso il Cortile della Armi del Castello Sforzesco di Milano (Piazza Castello – ingresso a partire da 20 euro + prevendita – www.ticketone.it) il poliedrico cantautore Sananda Maitreya, già conosciuto al pubblico come Terence Trent D’Arby, presenterà dal vivo il suo nuovo disco “Prometheus & Pandora” e celebrerà trent’anni di vita dedicata alla musica. Il concerto rientra nella manifestazione “Estate Sforzesca” organizzata dal Comune di Milano.

«Nel sollevare le nostre voci per raggiungere il coro del mondo – racconta Sananda Maitreya – punteremo i nostri strumenti verso le stelle che brillano luminose attraverso gli occhi dell’amore e saremo uniti come delle campanelle  appese al sempreverde albero della Vita»

SANANDA MAITREYA & THE SUGAR PLUM PHARAONS

Castello Sforzesco

Cortile delle Armi

 Martedì 17 luglio

Ore 21.30

 Ingresso posto unico 20 euro + prevendita

Prevendite: www.ticketone.it

Artista, compositore, arrangiatore, produttore, polistrumentista, imprenditore e post Millennium Rocker, Sananda Maitreya è nato a New York negli Stati Uniti il ​​15 marzo 1962. Suona gli strumenti base del Rock: batteria, basso, chitarra e tastiere. È cresciuto in America e durante la sua giovinezza è stato addestrato come pugile a Orlando e ha vinto il campionato dei pesi leggeri Golden Gloves Florida nel 1980. Ha prestato servizio nell’esercito degli Stati Uniti per 3 anni e 1 in Germania, dove è diventato anche il cantante principale della band The Touch. Nel 1987 il suo album di debutto “Introducing the Hardline According to Terence Trent D’Arby” gli dà successo internazionale. Sananda Maitreya vince un Grammy Award nel 1988 come Miglior R&B Vocal Performance maschile. Nel giugno 1988 appare sulla copertina di Rolling Stone Magazine e viene nominato “Top International Newcomer” ai British Awards. Negli anni successivi vengono pubblicati 3 album in studio: “Neither Fish Nor Flesh” nel 1989, “Symphony or Damn” nel 1993 e “Vibrator” nel 1995. Negli album ci sono celebri pezzi presenti nella colonna sonora di vari film di Hollywood come: Beverly Hills Cop III, Prêt-à-Porter, The Promised Land, The Fan, Shake Rattle & Roll, Frankie & Johnny, Knocked Up, Funny People e Up In the Air. Sananda Maitreya in questo periodo lavora anche come attore, ha un ruolo nel 1988 nel film “Clubland” e nel 1999 interpreta Jackie Wilson nella serie televisiva della CBS “Shake, Rattle & Roll”. Nel 2000 apre i Sidney Olympic Games come frontman degli INXS. Nel 2001 è pronto il suo quinto album “WildCard!” che segna la sua nuova vita come artista indipendente. Dal 1995, all’età di 33 anni, adotta il nome Sananda Maitreya che per l’artista rappresenta un nuovo punto di partenza, e nel 2001 diventa anche il suo nome legale. Dopo l’album in studio “WildCard!” Sananda ha pubblicato con la sua etichetta indipendente TreeHouse Publishing un nuovo catalogo: il doppio album “Angels & Vampires” nel 2006/07, “Nigor Mortis” nel 2009, “The Sphinx” nel 2011, “Return To Zooathalon” nel 2013, il doppio album “The Rise Of The Zugebrian Time Lords” nel 2015. Nel 2016 ha iniziato la registrazione del suo nuovo progetto chiamato “Prometheus & Pandora”, il triplo album uscito il 13 ottobre 2017. Parallelamente alla produzione degli album in studio, la TreeHouse ha pubblicato 4 album live “Influenza in Firenze”, “Camels at the Crossroads” e “Lovers & Fighters”, “Confessions of a Zooathaholic” e un DVD “Live at the Blue Note Milano”. Gli album live sono stati registrati durante i suoi concerti e festival europei. Il 2017 è il 30° anniversario della suo primo album da solita: “Introducing the Hardline According to Terence Trent D’Arby”.

www.freaknchic.it

Ufficio Stampa: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Produzione: Freak & Chic – Jacopo Levantaci jacopo@freaknchic.biz

SUZANNE VEGA IL 10 LUGLIO LIVE ALL’AUDITORIUM DI MILANO FONDAZIONE CARIPLO PER FREAK & CHIC

Suzanne VegaFREAK & CHIC

presenta

SUZANNE VEGA

 

IL 10 LUGLIO DAL VIVO ALL’AUDITORIUM DI MILANO FONDAZIONE CARIPLO

 

Martedì 10 luglio, alle ore 21,30, presso l’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo (Largo Gustav Mahler – ingresso a partire da 25 euro + prevendita – www.ticketone.it) la cantautrice americana Suzanne Vega suonerà dal vivo con il chitarrista Gerry Leonard, noto per le sue collaborazioni con David Bowie, per ripercorrere i migliori successi della sua lunga e prolifica discografia.

Tra le cantautrici più prolifiche, icona della musica contemporanea, Suzanne Vega si affaccia alla discografia nel 1985 con l’omonimo album subito ben accolto dalla critica musicale. Nel 1987 esce “Solitude Standing”, disco che raggiunge la N.2 della UK Album Chart, e che contiene il famosissimo singolo “Luka”. Cambio di stile nel 1990 con “Days of Open Hand”, un disco più maturo, sperimentale e profondo, che si aggiudica un Grammy nella categoria Best Package, raggiungendo la settima posizione nelle classifiche di vendita inglesi. Due anni dopo è la volta di “99.9F”°, una miscela eclettica di folk, dance ed industrial. Nel 1996 esce “Nine Objects of Desire”, semplice ed essenziale. “Songs in Red and Grey” (2001) parla del suo divorzio dal marito e produttore discografico Mitchell Froom, nel 2003 esce “Retrospective, the Best of Suzanne Vega” e nel 2006 “Beauty&Crime”, prodotto da Jimmy Hogart che, per questo lavoro, ha vinto un Grammy come “best engineered album, non classical”. Dopo un silenzio durato sette anni, nel 2014 esce “Tales from the Realm of the Queen of Pentacles, una stupenda collezione di canzoni, un viaggio sonoro ispirato al mondo materiale e spirituale. Due anni dopo è la volta di “Lover, Beloved: Songs form an Evening with Carson McCullers”, un omaggio alla scrittrice americana Carson McCullers, una figura femminile da sempre fonte di ispirazione per la songwriter newyorkese. Scritto da Suzanne Vega in collaborazione con Duncan Sheik, il disco è una bellissima raccolta di eleganti ballate folk-pop.

SUZANNE VEGA

Auditorium Milano Fondazione Cariplo

Martedì 10 luglio

Ore 21.30

 Platea A 35 euro + prevendita

Platea B 30 euro + prevendita

Galleria 25 euro + prevendita

Prevendite: www.ticketone.it

Suzanne Vega (Santa Monica, 11 luglio 1959) è una cantautrice statunitense cresciuta a New York a Spanish Harlem e nella Upper West Side. Tra le cantautrici più prolifiche, icona della musica contemporanea, Suzanne Vega si affaccia alla discografia nel 1985 con l’omonimo album subito ben accolto dalla critica musicale. Nel 1987 esce Solitude Standing”, disco che raggiunge la N.2 della UK Album Chart, e che contiene il famosissimo singolo “Luka”. Cambio di stile nel 1990 con Days of Open Hand”, un disco più maturo, sperimentale e profondo, che si aggiudica un Grammy nella categoria Best Package, raggiungendo la settima posizione nelle classifiche di vendita inglesi. Due anni dopo è la volta di 99.9F”, una miscela eclettica di folk, dance ed industrial. Nel 1996 esce Nine Objects of Desire”, semplice ed essenziale. Songs in Red and Grey” (2001) parla del suo divorzio dal marito e produttore discografico Mitchell Froom, nel 2003 esce Retrospective, the Best of Suzanne Vega” e nel 2006 Beauty&Crime”, prodotto da Jimmy Hogart che, per questo lavoro, ha vinto un Grammy come “best engineered album, non classical”. Dopo un silenzio durato sette anni, nel 2014 esce “Tales from the Realm of the Queen of Pentacles”, una stupenda collezione di canzoni, un viaggio sonoro ispirato al mondo materiale e spirituale. Due anni dopo è la volta di Lover, Beloved: Songs form an Evening with Carson McCullers, un omaggio alla scrittrice americana Carson McCullers, una figura femminile da sempre fonte di ispirazione per la songwriter newyorkese. Scritto da Suzanne Vega in collaborazione con Duncan Sheik, il disco è una bellissima raccolta di eleganti ballate folk-pop.

www.freaknchic.it

 Ufficio Stampa: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Produzione: Freak & Chic – Jacopo Levantaci jacopo@freaknchic.biz

FLOWERS FESTIVAL parte DOMANI SERA “DAI DIAMANTI NON NASCE NIENTE”

flowerFLOWERS

FESTIVAL

 

DOMANI SERA PARTE DAI DIAMANTI NON NASCE NIENTE CON

CLGENSEMBLE & WILLY MERZ PROJECT

in

LA SAGGEZZA DELLO ZENIT

 

DAL 10 AL 21 LUGLIO I CONCERTI NEL CORTILE DELLA LAVANDERIA A VAPORE

NEL PARCO DELLA CERTOSA DI COLLEGNO (TO)

 

Domani sera, martedì 3 luglio parte la sezione intitolata Dai Diamanti non nasce niente con il primo appuntamento, alle ore 21, alla Fondazione Merz di Torino con la performance di CLGEnsemble & Willy Merz Project (via Limoone, 24 – ingresso gratuito con registrazione in lista).

Il concerto, co-produzione di Fondazione Merz e Flowers Festival, unisce la CLGEnsemble, celebre collettivo di musicisti che mette insieme operatori e ospiti disabili psicofisici dell’omonima Cooperativa sociale, diretti da Dario Bruna, e il Willy Merz Project, un trio classico formato da Marja-Liisa Marosi (pianoforte), Joel Marosi (violoncello) e Olivier Darbellay (corno), diretto da Willy Merz.

L’idea del concerto nasce dall’incontro tra l’esperienza del collettivo musicale CLGEnsemble diretto da Dario Bruna e l’arte del maestro dell’Art Brut Adolf Wölfli. Da una parte abbiamo l’ensemble di Bruna che esegue brani suonando quadri/dipinti che sostituiscono le normali partiture, utilizzando un metodo di notazione di propria invenzione; dall’altra, abbiamo alcuni celebri dipinti di Wölfli nei quali l’artista creava partiture fantastiche espandendo l’abituale sistema di notazione.

Una psiche differente dalla norma unisce queste due esperienze, quella di Wölfli, che dipinse essenzialmente durante i suoi lunghi periodi di internamento, e quella dei musicisti/utenti dell’ensemble di Bruna.

CLG Ensemble_b

Toccherà a questa inedita orchestra dare una forma musicale ai quadri realizzati da CLGEnsemble e a quelli di Wölfli, fino alla costruzione di una vera e propria opera musicale inedita e inaudita impreziosita dalla voce narrante di Vanessa Roghi, come omaggio a Franco Basaglia.

L’evento è inserito nel programma AXTO, azioni per le periferie torinesi promosso dalla Città di Torino e fa parte di “Dai Diamanti non nasce niente”, la sezione di Flowers Festival dedicata al 40° anniversario della Legge Basaglia.

Dal 10 luglio, nel Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certosa di Collegno (To), inizia la quarta edizione di Flowers Festival, la rassegna estiva, organizzata e promossa dall’associazione culturale Hiroshima Mon Amour e Cooperativa Culturale Biancaneve, che questo anno farà surf sulla nuova onda pop all’insegna delle nuove tendenze della musica italiana e animerà l’estate torinese fino al 21 luglio: Motta (10 luglio), Lo Stato Sociale (11 luglio), Alborosie (12 luglio), Willie Peyote + Frah Quintale (13 luglio), Carl Brave X Franco126 (14 luglio), Fabri Fibra (17 luglio), Noyz Narcos (18 luglio), Coez (19 luglio), Sfera Ebbasta (20 luglio) e Gemitaiz (21 luglio).

Ecco allora la proposta di vari numeri uno nelle classifiche di vendite FIMI dell’ultimo biennio come Sfera Ebbasta, Lo Stato Sociale, Coez, Gemitaiz, Noyz Narcos, Fabri Fibra, e ancora una valanga di protagonisti della top five italiana, da Carl Brave x Franco126 a Willie Peyote, da Motta a Frah Quintale da Achille Lauro a Mezzosangue. Oltre a questi poi, artisti non (al momento) ai vertici delle classifiche di vendita ma ben messi negli smartphone di tutti i ragazzi, da Alborosie a Andrea Lazlo De Simone da The André a Eugenio in Via di Gioia e Quentin 40.

 

FLOWERS FESTIVAL

10-21 luglio

Cortile della Lavanderia a Vapore

Parco della Certosa, Collegno (TO)

 

Prequel

4 giugno – Cat Power

 

Dai Diamanti non nasce niete: omaggio a Franco Basaglia

3 luglio – CLGEnsemble & Willy Merz Project

4 luglio – Giovanni Lindo Ferretti

6-7 luglio – Eugenio in Via di Gioia

 

Line up

10 luglio – Motta + Andrea Lazlo de Simone + Andrea Nabel

11 luglio – Lo Stato Sociale + Eugenio in Via di Gioia

12 luglio – Alborosie + Poor Man Style e Madò che crew

13 luglio – Willie Peyote + Frah Quintale

14 luglio – Carl Brave x Franco 126 + The André

17 luglio – Fabri Fibra + Mezzosangue

18 luglio – Noyz Narcos + Ensi + Kaos One e dj Craim

19 luglio – Coez

20 luglio – Sfera Ebbasta

21 luglio – Gemitaiz + Achille Lauro + Quentin40

 

Info www.flowersfestival.itinfo@flowersfestival.it – Tel 011 3176636

Prevendite su www.mailticket.it; www.ticketone.it; www.flowersfestival.it;

 

FLOWERS FESTIVAL è un festival musicale, giunto alla IV edizione, che si tiene a Collegno (To) nel Parco della Certosa, parco urbano di 400.000 mq, in un’area attrezzata per 5000 spettatori. L’area spettacolo, allestita nello spazio insonorizzato noto come Cortile della Lavanderia, è racchiusa da due delle grandi esperienze di riprogettazione urbana messe in atto dalla Città di Collegno: la Lavanderia a Vapore, eccellenza della danza contemporanea internazionale e il Padiglione 14, centro culturale giovanile. In quello che fu il Cortile della Lavanderia del Manicomio di Collegno, si svolge FLOWERS FESTIVAL, che prosegue la tradizione dei grandi spettacoli di teatro e musica cha a partire dal momento dell’abbattimento delle mura manicomiali fino ai primi duemila, hanno contribuito al rinnovamento di questi luoghi meravigliosi, sull’impulso della amministrazione pubblica.

www.flowersfestival.it; https://www.facebook.com/FLOWERSMUSICFESTIVALhttps://twitter.com/FLOWERSFEST;

Ufficio Stampa Flowers Festival: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio  gaetano@ufficiostampagpc.it

Glenda Gamba glenda@hiroshimamonamour.org

PATRIZIA CIRULLI con SANREMO D’AUTORE finalista per le TARGHE TENCO

PatriziaCirulli_SanremoDAutore.jpgPATRIZIA CIRULLI

CON IL DISCO

 

SANREMO D’AUTORE

FINALISTA PER LE TARGHE TENCO

 SEZ. “MIGLIORE INTERPRETE”

 

La cantautrice Patrizia Cirulli è tra i cinque finalisti per le Targhe Tenco 2018 nella categoria “Migliore interprete” con il disco “Sanremo D’Autore” (Egea Music), disponibile dal 19 gennaio 2018 in download digitale, in streaming e in formato fisico.

“Sanremo D’Autore” racchiude dodici brani arrivati ultimi, penultimi o non arrivati in finale in altrettante edizioni del Festival di Sanremo ma che negli anni sono diventate canzoni di successo, qui reinterpretate dalla cantautrice conosciuta per la sua capacità di muoversi tra profondità e leggerezza. Per lanciare il disco sono usciti due singoli in cui Patrizia Cirulli duetta con Mario Venuti (“Un altro posto nel mondo”) e con Sergio Cammariere (“Il tuo amore”, brano di Bruno Lauzi portato in gara nel 1965 nella sua unica partecipazione al Festival). Tra i brani più significativi dell’album anche “Pitzinnos in sa gherra” dei Tazenda (che tra gli autori vede anche De André), qui suonata e arrangiata da Giorgio Cordini, e la “grande esclusa” per antonomasia, la tenchiana “Ciao amore, ciao”, che Patrizia Cirulli interpreta accompagnata da Vince Tempera al pianoforte, in una versione registrata in presa diretta. L’immagine di copertina, del fotografo Renzo Chiesa, è stata realizzata al Teatro Carcano di Milano.

 

 

“Un altro posto nel mondo” feat. Mario Venuti

https://youtu.be/JROkPHPa-Zk

 

“Il tuo amore” feat. Sergio Cammariere

https://youtu.be/YnW84Y0ELeo

 

Per ascoltare il disco completo:

https://open.spotify.com/album/1VVfIm8cRjW1tSQSzgMaKj?si=0opm7K9RTASVNUaExLl4WQ

 

 

 

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese dalla voce “insolita e straordinaria” come l’ha definita un giorno Lucio Dalla, opera da anni nel campo della musica leggera e della musica d’autore. Vince tre volte il Premio Lunezia, i primi due nel 2010 e nel 2013 nella categoria “Musicare i Poeti”, ed è finalista al Premio Tenco 2013 nella sezione “interpreti” con il disco “Qualcosa che vale”, rilettura in chiave acustica dell’album “E già” di Lucio Battisti. Negli anni partecipa ai principali festival di musica d’autore italiani e internazionali vincendo premi della critica, premi per il miglior testo e per la miglior composizione musicale. Come interprete, si esibisce in un prezioso duetto insieme a Pino Mango nella trasmissione Stella Nascente su Rai Due e pubblica il brano “Dentro l’anima”, prodotto da Mario Lavezzi. Collabora con Angelo Carrara, storico produttore discografico da molti stimati e amato dagli artisti. Firma con lui un contratto discografico ed editoriale da cui nascono due pubblicazioni su etichetta Targetmusic e distribuiti dalla Sony, prodotti artisticamente da Pino Pischetola e Roberto Baldi, Walter Tesoriere e Filippo Bentivoglio. Il primo singolo “Un viaggio in macchina” viene trasmesso da varie radio tra cui Radio Montecarlo ed è “disco della settimana” su Radio 105. Il 22 gennaio 2016 esce l’album “Mille Baci”, pubblicato da Egea Music, dove la cantautrice è interprete, compositrice e produttrice del disco e con il quale vince per la terza volta il Premio Lunezia, arriva in finale al Premio Tenco e si aggiudica il premio “La musica nella poesia” nell’ambito del Premio Bianca D’Aponte 2016. Il 19 gennaio 2018 esce il nuovo album dal titolo “Sanremo d’Autore” (Egea Music), una rilettura di alcuni brani che hanno partecipato negli anni al Festival di Sanremo e che hanno in comune il fatto di essere arrivati ultimi e penultimi nella classifica delle votazioni finali oppure non essere stati ammessi alla serata finale.

www.patriziacirulli.com

Milano, 20 giugno 2018

Ufficio Stampa PATRIZIA CIRULLI: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio  – Rif. Marta Scaccabarozzi 3925364173  marta@ufficiostampagpc.it

FATOUMATA DIAWARA dal 19 luglio in Italia – una storia di musica … una storia di donna

Fatoumata Diawara @ Aida MulunehFATOUMATA

DIAWARA

 

DAL 19 LUGLIO e’ ARRIVATA ANCHE IN ITALIA

UNA DELLE PIÙ VITALI VOCI DELLA MUSICA AFRICANA CONTEMPORANEA

 

Da giovedì 19 luglio, dalla straordinaria cornice del Teatro Goldoni di Venezia, è partito il tour di Fatoumata Diawara, la serie di appuntamenti live, targata Musicalista Produzioni, che porterà una delle figure più carismatiche della musica africana contemporanea sui palchi dei migliori teatri e festival di tutta Italia. La cantante e attrice maliana che ha collaborato con Damon Albarn, Herbie Hancock, Tony Allen e Flea porterà dal vivo tutto il suo repertorio e i brani del suo nuovo disco “Fenfo” (Wagram/Audioglobe), disponibile dal 25 maggio scorso, prodotto Matthieu Chedid e registrato tra Mali, Burkina Faso, Barcelona e Parigi.

Statuaria, superba, elegante; dotata di un sorriso radioso e naturale, Fatoumata Diawara reinventa i ritmi veloci e le melodie blues della sua ancestrale tradizione Wassoulou attraverso una sensibilità istintivamente pop. C’è qualcosa di speciale nell’idea di una giovane donna che canta con la sua chitarra. Non solo Fatoumata Diawara si riappropria di questa immagine in maniera forte e personale, ma la colloca letteralmente in una nuova era, in un’altra cultura; conferendo una prospettiva decisamente africana al concetto di cantautrice.

Ad accompagnare la cantautrice maliana durante il tour, ci saranno Yacouba Kone, alla chitarra, Arecio Smith, alle tastiere, Sekou Bah, al basso, e Jean Baptiste Gbadoe, alla batteria.

Ecco le prime date del tour:

19 luglio – Teatro Goldoni – Venezia;

23 luglio – Carroponte – Milano;    

6 agosto – Dromos Festival – Tharros (Or);

1 dicembre – Il Volo del Jazz – Sacile (Pn);

 info e prevendite su www.ticketone.it; www.mailticket.it e www.boxol.it  

Fatoumata Diawara2 @ Aida MulunehFatoumata Diawara era una ragazza energica e testarda quando all’età di dodici anni rifiuta di andare a scuola. I suoi genitori decidono di mandarla a vivere da una zia a Bamako per disciplinarla un po’ (storia di cui canta in Sowa). Quella zia lavora nel mondo dello spettacolo e, attraverso di lei, nel 2002 il direttore della compagnia teatrale francese Royale de Luxe, rimane colpito da Fatou e le offre una parte nella sua nuova produzione. Una donna non sposata è considerata come un minore nella società maliana, così è necessario chiedere il permesso della sua famiglia. Che però rifiuta. Dopo un lungo esame di coscienza Fatou decide infine di scappare e in modo rocambolesco riesce a salire su un aereo per Parigi, sfuggendo all’inseguimento della polizia che era stata avvertita del ‘sequestro’ della ragazza. Con Royal de Luxe Fatou si esibisce in tutto il mondo, dal Vietnam al Messico e in tutta Europa. Durante le prove e i momenti di tranquillità si ritrova spesso a cantare dietro le quinte per il proprio divertimento. Il direttore si accorge presto di questo suo altro talento e in un attimo le dà anche ruoli da voce solista negli spettacoli della compagnia. Incoraggiata dalla risposta del pubblico, inizia a cantare nei caffè e club parigini durante le pause della tournèe. Qui incontra Cheikh Tidiane Seck il celebre musicista e produttore maliano che la invita a viaggiare con lui di nuovo in Mali, per lavorare come corista su due progetti; “Seya”, album della stella del Mali Oumou Sangare nominato ai Grammy e “Red Earth” progetto sul Mali della cantante jazz americana Dee Dee Bridgewater (vincitore di un Grammy Award). Quando gli album vengono pubblicati Fatou è già tour in tutto il mondo come cantante e ballerina di entrambi i progetti. È in quel momento che prende la decisione di dedicarsi a tempo pieno alla sua passione, la musica. Lavora alacremente per completare un numero di canzoni sufficienti per un album, canzoni tutte rigorosamente scritte e arrangiate da lei. Grazie ad Oumou Sangare si aprono le porte per un contratto discografico con la World Circuit e la registrazione del suo album di debutto. Durante le registrazioni trova anche il tempo per collaborare con il progetto “Africa Express” di Damon Albarn e contribuire con la sua voce agli album di Cheikh Lô, AfroCubism, il progetto “Imagine” di Herbie Hancock e il clamoroso ritorno dell’Orchestra Poly-Rythmo de Cotonou. Dopo l’uscita dell’acclamato disco di debutto “Fatou” (19 settembre 2011) Fatoumata Diawara gira a lungo con la sua band e con Damon Albarn, Tony Allen e Flea come parte del progetto “Rocket Juice & The Moon”. Più recentemente, l’abbiamo apprezzata dal vivo al fianco del celebre pianista cubano Roberto Fonseca (con cui realizza anche uno splendido disco dal vivo, “At Home”) e soprattutto nella sua ultima apparizione in veste d’attrice, quel “Timbuktu” del regista Abderrahmane Sissako, che ha riportato al centro dell’attenzione internazionale il carisma e la determinazione di un’artista unica nel suo genere.

www.fatoumatadiawara.com;

www.musicalista.it;

Ufficio Stampa FATOUMATA DIAWARA: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio  gaetano@ufficiostampagpc.it

Booking FATOUMATA DIAWARA: Musicalista Produzioni – Magalì Berardo magali@musicalista.it