I Walk Alone Project Fotografie in Mostra di Ivan Urban Gobbo

Ivan Urban Gobbo - I walk alone Project, Lisbona 1I Walk Alone Project. Fotografie di Ivan Urban Gobbo

 Le Tartarughe Eat & Drink, Piazza Mattei 7/8, Roma

Giovedì 29 novembre ore 19.00

Inaugura giovedì 29 novembre, ore 19, presso Le Tartarughe Eat & Drink di Roma, la mostra I walk alone di Ivan Urban Gobbo: un progetto in divenire nato nel 2016; una narrazione di solitudini e città in più tappe e serie. Per l’occasione sono presentati i lavori su Amburgo e Lisbona, il primo a colori e il secondo in bianco e nero, cui si aggiunge un piccolo omaggio alla capitale: quindici fotografie che raccontano il rapporto dell’uomo con l’ambiente contemporaneo.

Ivan Urban Gobbo - I walk alone Project, Amburgo 1Siamo nell’ambito della street photography, con ampie vedute metropolitane e una quotidianità senza celebrazioni, incoerente, spontanea: se è vero che lo spazio condiziona il nostro stare al mondo, che il corpo si muove tra i pieni e i vuoti delle architetture proiettando e misurando su di esse se stesso, Ivan sceglie di inquadrare zone liminari, interstizi dove tradizione e nuovi assetti negoziano ogni giorno le proprie ragioni, confrontandosi tra mille contraddizioni. Esclusi i paesaggi da cartolina, è la parte urbana in via di cambiamento che lo interessa. È così che di Lisbona predilige le aree che portano al centro, quelle non ancora restaurate, che stanno affrontando solo adesso problematiche legate alla modernità. Strade in decadenza, spesso abitate da emarginati, dove gioia e tristezza sono l’una componente dell’altra. Di Amburgo sottolinea invece le strutture di transito o il vecchio mercato, in cui la mattina suonano gruppi rock e i ragazzi usciti dai locali condividono i loro riti con famiglie e bambini. Città di porto, di frontiera, gotica e recente, lattiginosa e cupa, è ripresa durante il lungo inverno, la neve che cade, semideserta.

Ivan Urban Gobbo - I walk alone Project, Lisbona 2Non si tratta di descrivere la città, ma di restituirne la particolare percezione; di osservarne i mutamenti e gli effetti che produce su chi vive. Di frequente sembra che gli edifici, il costruito, incombano sulle persone; in alcuni casi una sottile indifferenza, distanza, permea uomini e cose. In tutte le immagini bello e brutto sono sospesi: addentrandosi nelle viscere di un’umanità fragile, l’unico approccio possibile è di empatia, poesia e partecipazione.

Ivan Urban Gobbo viene dalla musica, dal teatro. E dalla tela, con gli studi all’Accademia di Belle Arti. Non stupisce, dunque, che le modalità di narrazione trovino affinità con altri linguaggi. Le contaminazioni con la pittura, dalle atmosfere solitarie e di attesa a un certo uso di composizione e colore, si fondono con un taglio cinematografico. Di fermo-immagine, hanno parlato, definendo il suo lavoro; palese tanto nelle inquadrature larghe, dove la scena si disperde nei particolari, che nei campi stretti, in cui la figura, al centro, lascia intendere una sospensione tra un prima e un poi. Anche i ritratti dichiarano una precisa temporalità: che siano rubati o meno, nell’immediatezza che li contraddistingue – sono realizzati quando il soggetto perde il controllo, cioè nel passaggio tra l’emozione autentica e l’atteggiamento/maschera – hanno la capacità di ricostruire un mondo (privato), una storia. Infine, è ancora lo schermo (dal neorealismo alle pellicole odierne, impegnate) a tracciarne l’obiettivo: la descrizione, scevra di retorica, dell’affanno quotidiano. Per Ivan la fotografia deve «riportare coi piedi per terra, metter di fronte a disagio e lotta, perché senza di questo, la cura formale, non ha senso».

Ivan Urban Gobbo - I walk alone Project, Amburgo 2

Info:

I Walk Alone Project di Ivan Urban Gobbo

Mostra personale di fotografia

Inaugurazione: giovedì 29 novembre ore 19.00

Fino al 7 gennaio 2019

Dal lunedì alla domenica ore 15.00-23.30

Le Tartarughe Eat & Drink

Piazza Mattei 7/8, Roma | 06 6476 0520

Ingresso gratuito

Contatti: box11studio@gmail.com

https://www.facebook.com/events/555859411533591/

Annunci

FOTOGRAFIA, MODA E BELLEZZA A ROMA HANNO UN NUOVO INDIRIZZO: EFFETTI VISIVI È IL NUOVO PUNTO DI RIFERIMENTO DELLA CAPITALE

Invito Effetti Visivi

 Unire conoscenze, esperienze e percorsi professionali diversi e prestigiosi in un contenitore elegante che possa soddisfare ogni esigenza di chi si occupa di immagine a Roma.

Questa la mission di Effetti Visivi, creative factory capitanata da Pietro Piacenti, brillante fotografo romano e docente all’Accademia di Fotografia di Terni e Perugia, che ha raccolto, in uno spazio funzionale e raffinato, le migliori professionalità della comunicazione visiva, della moda, della bellezza e della creatività al servizio dell’immagine in tutti gli ambiti professionali: dal food, al content creator, dagli still life alle cerimonie, dall’automotive alla moda, settore di particolare eccellenza.

A Roma mancava una realtà come Effetti visivi capace di offrire, in un unico studio, tutto quanto necessario per realizzare una campagna di comunicazione, per uno shooting professionale o, semplicemente, per costruire piccoli progetti visivi personali, uno spazio accogliente e razionale, in stile loft milanese, in cui ci si sente immediatamente a proprio agio, potendo condividere esperienze tanto diverse dalle quali attingere per la realizzazione di qualsiasi progetto di comunicazione. Ideale per fotografi che vogliano ambientare i loro scatti nelle due sale di posa o per eleganti showroom ed eventi espostivi.

Grande attenzione viene dedicata da Effetti Visivi ad ogni aspetto del processo creativo, grazie alle importanti partnership attive nello studio:

Ph. Pietro PIacenti - Mua Donatella Alberino (2)

MUSE MAKE UP, realtà che nasce dall’idea di Donatella Alberino e Simona Pesciaioli, due truccatrici professioniste che hanno unito le loro diverse personalità in una comune passione artistica, condividendo le proprie competenze con altri professionisti che hanno arricchito lo staff con la loro esperienza nel cinema, nella fotografia e nella moda. A partire dal mese di ottobre 2018, Muse Make Up Academy entrerà ufficialmente a far parte di V)OR Academy, aderendo in pieno alla filosofia e al programma messo a punto da Valeria Orlando, guru della bellezza e titolare del brand V)OR Makeup.

NEXT BEST MODEL AGENCY, giovane agenzia di moda, si occupa di scouting, casting e management di modelle, modelli ed influencer. Propone corsi di portamento, posa fotografica, realizzazione di book professionali e presentazione video dei modelli, corsi di self makeup e di social media marketing.

CUSTOMPRO LAB, importante realtà creativa che gestisce tutto il processo comunicativo di ogni azienda. Dotata di modernissime attrezzature che spaziano dal ricamo alla stampa, opera nella  customizzazione e personalizzazione di prodotti e gadget, garantendo ogni fase del percorso visivo: dalla realizzazione dei loghi fino alla stampa dei materiali coordinati istituzionali, su ogni formato e su qualsiasi materiale e supporto.

Lo spazio, situato al civico 11 di Via Ottavio Gasparri a Roma, si presta splendidamente all’individuazione ed alla crescita di nuovi talenti sotto la guida esperta dei professionisti che, in appositi programmi formativi, sapranno farne emergere le potenzialità, trasmettendogli il loro grande bagaglio di professionalità e le esperienze acquisite che li hanno consacrati come gli importanti nomi nel mondo della moda, che sono diventati nel tempo.

La data da segnare in agenda per ogni operatore creativo della Capitale è quindi il 12 ottobre 2018, giornata dell’opening che si articolerà su diversi momenti in cui gli staff operativi daranno dimostrazione delle grandi potenzialità dello spazio attraverso coinvolgenti sessioni di shooting on stage e di trucco con tutor d’eccezione.

Un’opening day in cui la creatività sarà il fil rouge che legherà la scoperta di ogni singolo corner in cui poter conoscere interessanti aspetti di tante professionalità diverse che si esprimono in una proficua coralità, lasciandosi suggestionare da quelle grandi capacità che rendono semplice la realizzazione anche di progetti complessi, immaginando la soddisfazione di portare a termine i propri sogni nelle forme desiderate, con immagini curate in ogni dettaglio, che ne rappresentino il respiro vitale, stampate e confezionate con quell’eleganza che ognuno desidera per proporre le proprie idee creative al pubblico.

Il week end di “Poveri ma belli” tra teatro, musica, arte, buon cibo e … tanti talenti

FB1Sta per iniziare il primo week end festivo della nuova banchina sul Tevere “Poveri ma belli” la rassegna di food, arte e musica sul Lungotevere in Sassia (due ingressi sia sotto Ponte Vittorio che da Piazza della Rovere). La rassegna fa parte delle iniziative dell’estate romana, e, per questo weed end, che comprende anche la festività di San Pietro e Paolo, IMG-20180625-WA0000[1]

 

 

presenta ai cittadini ed ai turisti, un ricco programma culturale e di intrattenimento oltre le tante e succulente proposte culinarie. Si inizia già da mercoledì con l’appuntamento fisso con il Dj Set di Larry C, si continua il giovedì con un altro appuntamento fisso con la serata “SSB *#SANZALA SUMMER BEATS” – genere Kizomba Bachata afrobit e reggetton-,

IMG-20180622-WA0000[1]

per continuare con l’esplosivo e festivo venerdì 29 giugno con un triplo spettacolo condotto da Sara Lauricella e David Pironaci: dalle 21 si inizia con il teatro e la piece, scritta appositamente per la manifestazione, dal titolo “Poveri ma belli” da Marianna Petronzi e Carlo Baldassini ed interpretata dagli stessi autori ed attori, conla speciale cornice di quadri di pittura digitale di Michele Grimaldi. La serata del venerdì 29 continua poi, a partire dalle  22.30 con degli artisti musicali del team #Differevent e Produzioni Why Not…?. Si inizia la prima parte con l’acustico e poi si conclude la serata con il rock pop.

francesco oscar ferraro

Francesco Oscar Ferraro

L’introduzione è affidata all’indie pop dell’alternativo Francesco Oscar Ferraro, accompagnato alla chitarra dal bravissimo Ezio Natale,

ezio natale

Ezio Natale

 

che ci introdurrà in un mondo musicale che unisce in se le canzoni “datate” ma riadattate in chiave moderna ed accattivante.

 

Lo stesso chitarrista accompagnerà, a seguire, Mike di Tommaso, un altro giovane artista, questa volta del panorama black soul con uno stile anche più ballabile.

 

mike di tommaso

Mike di Tommaso

 

La serata sarà poi conclusa con la band Alicia Pizzonia & Black Soul che ci faranno urlare e sfogare con il loro rock di cover e non solo. Non si può non concludere la settimana con il sabato dedicato alla pop dance con la band EMTV che ci farà scatenare. Ma “Poveri ma belli” non è solo musica e spettacoli: tante le degustazioni disponibili a partire dalla classica ed italianissima pizza, a continuare con le proposte gastronomiche internazionali passando per l’orientale sushi.

alicia pizzonia

Alicia Pizzonia

Ovviamente con dolci e bevande in quantità. Una rassegna mai monotona che si appresta a diventare un punto fermo per l’intrattenimento di romani e turisti. Nelle prossime settimane vedremo anche mostre d’arte, di fotografia, reading di poesia, presentazioni di brand, tanta musica, Made in Italy ed eventi internazionali. Un dialogo dunque tra le diverse discipline artistiche per colorare le già suggestive serate estive sul Tevere, esperienze culturali originali e creative, ricche di linguaggi e pratiche che pongono al centro lo spazio pubblico e lo stare insieme.

Per info ed aggiornamenti ci trovate su tutti i social, seguendo l’hastag #pmbfestival nella pagina http://www.facebook.com/poverimabellifest/

Coordinamento stampa Sara Lauricella – differevent@gmail.com