FIM LA FIERA DELLA MUSICA CHIUDE CON UN GRANDE SUCCESSO

unnamed(1)FIM 2018: il successo della Fiera della Musica!

Concerti, incontri e laboratori per i professionisti del futuro: si conclude positivamente la VI Edizione a Milano, un progetto inclusivo e riqualificante con 16.000 presenze in quattro giorni.

Appuntamento nel 2019 dal 16 al 19 maggio

Piazza Città di Lombardia
Milano

Grande soddisfazione per il successo della VI Edizione di FIM 2018 – Fiera della Musica, terminata domenica 3 giugno dopo quattro intensissime giornate in Piazza Città di Lombardia. Oltre 16.000 presenze in quattro giorni per un evento che, nella nuova location di una delle più grandi piazze coperte d’Europa, ha confermato la propria originalità. FIM 2018 infatti ha messo in rete il mondo del fare musica con un progetto riqualificante e concreto: quattro giorni densissimi di eventi che hanno fatto sistema includendo tutte le componenti del mercato della musica (didattica, strumenti, discografia, concerti, media, showcase degli artisti ecc.) che hanno visto nel FIM una possibilità di riqualificazione del fare musica, a partire dalla formazione musicale, unica possibilità di sviluppo di un mercato ancora in difficoltà.

unnamed(9)
Questa VI Edizione ha sottolineato le peculiarità dell’iniziativa, che si conferma fiera di contenuti, di progettualità e soprattutto rete di collaborazioni. In particolare FIM 2018 ha impostato i suoi quattro giorni su un doppio binario: quello educational per le scuole medie e superiori, quello della musica di qualità suonata dal vivo. Per quanto riguarda il primo versante, fiore all’occhiello di FIM 2018, la manifestazione ha accolto oltre 2.000 ragazzi che hanno partecipato ai vari laboratori per loro organizzati: pensiamo a quelli curati da Franco Mussida, Cesareo, Christian Meyer e Mario Guarini, a quelli con Paola Bertassi sulla voce, Irene Cavazzoni Pederzini sulla musica per i videogames, Rock History sulla divulgazione storica del rock, alla collaborazione laboratoriale con realtà affermate quali CPM, Accademia del Suono, Mondomusica, IED di Milano, Spotlight, Roland, Native Instruments e numerose altre. Il progetto FIM Educational, coordinato da Giovanni La Grotteria, è riuscito con successo: nell’Auditorium Testori – FIM Theater si sono infatti esibite numerose giovani orchestre provenienti da tutta Italia (programma FIM Showcase & Youth Orchestras). FIM 2018 è stata la dimostrazione tangibile di un impegno a favore dei professionisti del futuro: per i ragazzi è stata un’occasione di incontro con la musica dal vivo, con la possibilità di provare strumenti musicali, partecipare a workshop e suonare in pubblico, in un ambiente naturalmente aperto e disponibile al confronto tra esperienze, professionalità ed esigenze artistiche.

Per quanto riguarda i concerti, Casa FIM e FIM Theater si sono dimostrati i luoghi perfetti per far combaciare le conversazioni con gli artisti e il concerto. CASA FIM è stato il collettore di tutti i contenuti del FIM e ha accolto – con la conduzione di Giulia Iannello, Piero Chianura e Jocelyn, ancora una volta tutor di Casa FIM – nomi del calibro di Paolo Jannacci, Mirkoeilcane, Mauro Di Domenico, Omar Pedrini, Christian Meyer, Cesareo, Rigo Righetti, Saturnino, Bebo Ferra, Davide Tagliapietra, Danilo Madonia, Fabrizio Poggi, Amedeo Bianchi, Mario Guarini, a sorpresa Carlo Marrale, Rolando Giambelli con la sua serata “Un disco lungo 70 anni” dedicata ai 70 anni del 33 giri e molti altri. Nella stessa Casa FIM si sono conclusi i contest It’s Your Time DJ, organizzato in collaborazione con Pioneer DJ, vinto da Mike37, VIC – Videoclip Italia Contest vinto dagli Stanley Rubik, P.A.E. – Premio Autori Emergenti vinto da Stona, FIM Rock Contest vinto dalle tre band emergenti Keplero, Opra Mediterranea e Danime. Il FIM Theater (Auditorium Testori) è stato invece il luogo delle performance inaugurato con il concerto a cura del Conservatorio Verdi di Milano, che ha accolto la serata “Prog On” capitanata dagli svedesi Anekdoten, ma anche nomi storici come i Trip di Pino Sinnone. È qui che Antonella Ruggiero è stata protagonista di un concerto esclusivo per FIM, con Andrea Bacchetti e l’Orchestra ClassicaViva diretta da Stefano Ligoratti con gli arrangiamenti di Stefano Barzan, per festeggiare i 20 anni di Tranquilo.

“L’obiettivo del FIM è buttare alle spalle la crisi della musica in Italia e investire finalmente nella cultura dei professionisti di domani – dice Verdiano Vera, ideatore e direttore del FIM – per gli organizzatori, gli espositori, i partner tecnici, giornalistici e organizzativi, i musicisti coinvolti, il bilancio è ampiamente positivo. Tutti gli eventi sono stati amplificati dagli oltre venti mediapartner che hanno dato costante risonanza mediatica a FIM, grazie a una diretta streaming completa e ininterrotta. FIM 2018 si è presentato dunque come luogo ideale e reale di dialogo, come spazio condiviso di riflessione operativa sul fare musica oggi”.

FIM dà appuntamento alla VII Edizione, che si terrà nuovamente in Piazza Città di Lombardia a Milano dal 16 al 19 maggio 2019.

FIM 2018 è stata ideata e organizzata da Maia di Verdiano Vera, in collaborazione con L’Alveare e BigBox, con il patrocinio del Comune di Milano e il contributo di Regione Lombardia e In Lombardia, inoltre si è avvalsa delle seguenti partnership: Conservatorio G. Verdi di Milano; L.I.M. – Laboratorio di Informatica Musicale – Università Statale di Milano; Politecnico di Milano – dipartimento di Elettronica, informazione e bioingegneria, dipartimento di Fisica; CPM Music Institute; IED di Milano; Museo Strumenti Musicali del Castello Sforzesco; Museo Teatrale alla Scala; Conservatorio G. Verdi di Como; Accademia del Suono; Conservatorio GB. Martini di Bologna; Mondomusica, Rock History; Black Widow Records; Beatlesiani d’Italia.

unnamed(8)
Annunci

ANTONELLA RUGGIERO ALLA FIERA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA DI MILANO

RUGGIERO

ANTONELLA RUGGIERO e ANDREA BACCHETTI
con ORCHESTRA CLASSICAVIVA

diretta da Stefano Ligoratti
arrangiamenti di Stefano Barzan 

La vita imprevedibile delle canzoni

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
Giovedì 31 maggio 2018, Auditorium Testori, Piazza Città di Lombardia, Milano. Si conclude ufficialmente la prima giornata della nuova edizione di FIM – Fiera della Musica con un concerto straordinario, davvero imperdibile. In occasione dei 20 anni di Tranquilo, Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti, insieme all‘Orchestra ClassicaViva diretta da Stefano Ligoratti, presentano al FIM il concerto La vita imprevedibile delle canzoni. FIM 2018, edizione ricca di grandi novità, non poteva che aprirsi così: con il concerto di una diva della musica italiana, una straordinaria voce e un’artista con una nota ed eclettica sensibilità musicale. La vita imprevedibile delle canzoni è l’ultimo album della popolare vocalist, realizzato insieme al pianista genovese, e contiene le più belle canzoni della sua carriera e del suo periodo con i Matia Bazar, riarrangiate per voce e pianoforte, come se fossero arie antiche, da Stefano Barzan, fondatore di Tranquilo, storica casa di produzione musicale di Milano nata nel 1998.

unnamed(1)Nella sua carriera da solista Antonella Ruggiero ha affrontato repertori diversi che hanno attraversato folk, etnica, pop, musica sacra, lirica e contemporanea, accompagnata da ogni genere di organico: orchestre, solisti, organo, cori popolari, elettronica pura. Per Antonella non esiste distinzione tra generi musicali e Roberto Colombo, da sempre al suo fianco, è probabilmente l’unico produttore in Italia con una veduta così ampia a livello musicale, da non rappresentare alcun limite per Antonella. L’inarrestabile ricerca sonora e musicale di Colombo e il talento di Antonella hanno creato una alchimia unica, riconoscibile e penetrante nel panorama italiano. La visione musicale e artistica di Antonella Ruggiero è totalmente condivisa da Stefano Barzan, arrangiatore, orchestratore e direttore d’orchestra ma soprattutto fondatore di Tranquilo, che quest’anno celebra 20 anni di attività.

Senza compromessi (in primis commerciali), la musica vissuta e prodotta da Tranquilo, nei propri studi, non ha generi e non ha etichette. Stefano Barzan e Michela Casazza coltivano giorno per giorno la qualità del suono e della musica, trasferendo (da ormai 13 anni) il know-how acquisito anche ai giovani allievi del Corso di Tecnologia del suono dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. Spaziando dal pop alla musica cantautorale, dalle incisioni di musica classica-sinfonica alla partecipazione ad eventi memorabili come l’inaugurazione e la chiusura di Expo 2015, 14 edizioni del festival di Sanremo e 2 edizioni dello Zecchino d’oro, Stefano Barzan è una figura presente “dietro le quinte” di molte produzioni oltre che come musicista come tecnico di registrazione e di mastering. Fondatore con Massimo Mariani del corso di Tecnologia del suono presso l’Accademia del teatro alla Scala di Milano, svolge anche una intensa attività divulgativa e didattica centrata sull’integrazione delle competenze tecniche con quelle musicali, con l’intento di formare figure complete e competitive per il mondo della musica.

FIM è una manifestazione ideata e diretta da Verdiano Vera e organizzata da Maia, in collaborazione con BigBox e L’Alveare e il contributo di Regione Lombardia e in Lombardia.

Per informazioni: www.fimfiera.it  – Info Line: +39 010 86 06 461

UFFICIO STAMPA
Synpress44 Ufficio stampa: www.synpress44.com

Fiera Internazionale della Musica di Erba: primi Ospiti Internazionali Cross, Jackson e Knopfler…

 

fim-ospiti

SELEZIONATI PER NOI

La FIM, che si terrà alla Fiera di Erba (a soli 40 km da Milano) dal 26 al 28 maggio 2017, conferma la sua vocazione internazionale. Tra gli ospiti della 5ª edizione (la 2ª a Erba) sono già confermati tre nomi importanti della scena rock inglese: David Cross (ex violinista/tastierista dei King Crimson), David Jackson (ex saxofonista dei Van Der Graaf Generator) e David Knopfler (ex chitarra ritmica dei Dire Straits). I tre “David” sono stati invitati al FIM per presentare i loro attuali progetti musicali.
A David Cross è bastato firmare la splendida “Starless”, ispirata song dell’album dei King Crimson Red (1974) per entrare a pieno titolo nel gotha del prog inglese. Violinista della band di Robert Fripp nel periodo 1973-1974 (Larks’ Tongues in Aspic, Starless and Bible Black e Red), David Cross è un modello di riferimento per chiunque voglia suonare il violino in chiave moderna. Dopo aver fondato la band They Came from Plymouth, più vicina all’improvvisazione di stampo jazzistico, e aver lavorato in vari progetti, anche in ambito teatrale, ha fondato la David Cross Band, oggi composta da Craig Blundell (batteria), Paul Clark (chitarra), Mick Paul (basso), Jinian Wilde (voce), David Jackson (sax e tastiere) e dallo stesso Cross (violino elettrico). David Cross sarà presente al FIM di Erba sabato 27 maggio 2017 per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award – Modern Violin. La David Cross Band si esibirà la sera dello stesso 27 maggio sul main stage del FIM.

Sassofonista, flautista e compositore di area progressive, David Jackson ha fatto parte dei Van Der Graaf Generator di Peter Hammill, collaborando successivamente con lo stesso Hammill e con altri nomi del calibro di Peter Gabriel e Keith Tippett. Definito dalla rivista inglese New Musica Express “il Van Gogh del saxofono”, David Jackson è anche noto per il suo particolare stile, che prevede spesso l’uso di due saxofoni contemporaneamente.

A fianco della sua attività di musicista, che lo ha visto impegnato anche in Italia (Alan Sorrenti, Osanna e Alex Carpani Band tra gli altri), “Jaxon” ha svolto un’intensa attività didattica che lo ha portato a utilizzare un sistema tecnologico di supporto alle disabilità, progettato da Edward Williams e denominato Soundbeam.

Sabato 27 maggio David Jackson sarà presente al FIM per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award – Modern Sax. Successivamente salirà sul main stage del FIM con la David Cross Band.

40 anni fa, nel 1977, nascevano i Dire Straits. Tra i fondatori c’era anche David Knopfler, chitarrista/songwriter e fratello minore del co-fondatore Mark. Dopo aver contribuito al successo del primo album della band inglese (Dire Straits ha venduto più di una decina di milioni di copie), David Knopfler ha deciso di abbandonare il gruppo per intraprendere una prolifica carriera solista. David Knopfler sarà presente al FIM di Erba domenica 28 maggio per un’intervista in casa FIM.
Per informazioni: www.fimfiera.it | Info Line: +39 010 86 06 461
E-mail: press@fimfiera.it