È NATA FEMMINA le Poesie di Laura Pingiori

CORPETTIABBANDONIAMOCI ALLA POESIA

È NATA FEMMINA

È nata femmina

Figlia di donna

Madre dei mille colori

Una nuova vita

che serba vita

È nata femmina

e già i suoi occhi

onorano la creazione

Lei è un gioiello

Una piccola gemma

Ecco che ha tutto

Ecco che non dubita della verità

Ecco che chiude gli occhi

con la luna e li apre col sole

Non sa cosa sarà,

ma non dubita.

Respira e vive

I suoi occhi sono universo

Nel cuore vive l’Amore

Non conosce divisione

Lei è unione

Sa far nascere costellazioni

La sua pelle è figlia del fuoco

ma le sue mani sono sorgenti

Il suo grembo è già una culla

È lei la custode

Davanti a lei tutto si genuflette.

Autrice Laura Pingiori @Diritti riservati

immagine: vetrata artistica “Perdonaci Mucha”

di Paolo Corpetti

esposta con MoWi Art Communication

Annunci

Gina Lollobrigida in prima fila per “Femmina”

img_9241

L’icona del cinema italiano, Gina Lollobrigida, in prima fila al Salone Margherita per lo spettacolo “Femmina” e curiosa di assistere all’omaggio in suo onore con l’imitazione di Manuela Villa

 

Fino al 3 febbraio Salone Margherita

 

Una delle dive più amate del cinema italiano, Gina Lollobrigida, è stata applauditissima ospite al Salone Margherita in occasione dello spettacolo “Femmina”, img_9320scritto e diretto da Pier Francesco Pingitore, nel quale spicca l’omaggio che il regista ha voluto esprimerle attraverso l’imitazione portata in scena magistralmente da una delle protagoniste del varietà, Manuela Villa.

 

Divertita la Lollo nazionale si è complimentata con tutto il cast, Martufello, Mario Zamma, Manuela Zero, Morgana Giovannetti, Enzo Piscopo, Raffaella di Caprio, Vittoria Schisano insieme ad un gruppo di coloratissimi ballerini e musicisti, soffermandosi poi proprio con la Villa in una foto ricordo che le ha immortalate insieme, sorridenti, così simili come due gocce d’acqua.

Lo spettacolo, in scena fino al 3 febbraio, porta alla ribalta le donne che hanno fatto, o fanno, la storia Una serie di dialoghi improbabili, ma efficaci: Eva si confronta con Asia Argento, Lucrezia Borgia con Barbara D’Urso e via via fino a Sophia Loren e Gina Lollobrigida. Il pensiero di Pingitore, maestro della satira italiana, si concretizza attorno ad una scorribanda musicale tra passato e presente, pronto a sottolineare l’importanza di un “cambio di pelle” in grado di garantire un cambiamento sostanziale perché, secondo il regista, l’Italia governata dalle donne avrebbe sicuramente una marcia in più.

img_9324

img_9270

LA CANZONE È FEMMINA con DEBORA VILLA AL TEATRO DELLA COOPERATIVA DI MILANO

Duperdu

DUPERDU

presenta

LA CANZONE È FEMMINA

Con la straordinaria partecipazione di

DEBORA VILLA

 

di e con Duperdu – Marta Marangoni e Fabio Wolf

consulenza drammaturgica Francesca Sangalli

produzione Minima Theatralia e Teatro della Cooperativa

 DAL 4 AL 9 DICEMBRE

UN OMAGGIO AL VARIEGATO ATLANTE DELL’UNIVERSO DONNA

IN SCENA AL TEATRO DELLA COOPERATIVA DI MILANO

Da martedì 4 a domenica 9 dicembre al Teatro della Cooperativa di Milano (via Hermada, 8 – ingresso 10 euro) va in scena “La canzone è femmina”, il nuovo spettacolo teatrale ideato e messo in scena dai Duperdu – alias Marta Marangoni e Fabio Wolf – che omaggia l’universo femminile attraverso un lungo viaggio nella mente e nelle storie delle grandi donne del passato, del presente e del futuro.

Lo spettacolo è basato sui brani originali de “La canzone è femmina”, il nuovo disco dei Duperdu dove ogni canzone narra – a Dalia, la seconda genita di casa Wolf – la storia di una donna e ne canta le doti e le gesta. Questo concept album si è trasformato in uno spettacolo teatrale grazie all’adattamento dei testi e della sceneggiatura da parte di Francesca Sangalli.

«Ritratti di donne reali e fantastiche, leggendarie e primordiali che popolano il nostro immaginario e danno un volto all’eterno femminino. – commentano i Duperdu – Donne che prendono forma e spazio, diventano voce, canto, musica, forza creativa, si assumono colpe, esplodono in sentimenti, assurgono ad anime guida: una costellazione poetica del femminile che costruisce un viaggio interstellare alla ricerca di un’unità, di una visione d’insieme dell’universo donna.»

Ad ogni replica ci sarà un ospite che porterà la propria testimonianza di donna all’interno dello spettacolo. Ecco il programma:

LA CANZONE è FEMMINA

Teatro della Cooperativa

Via Hermada, 8

Martedì 4 dicembre (ore 20.30) // Claudia Pinelli (Presidente Anpi Niguarda) figlia di Giuseppe Pinelli

Mercoledì 5 dicembre (ore 20.30) // Jole Milanesi (Magistrata)

Giovedì 6 dicembre (ore 19.30) // Diana De Marchi (Commissione Pari Opportunità del Comune di Milano)

Sabato 8 dicembre (ore 20.30) // Ira Rubini (giornalista di Radiopopolare)

Domenica 9 dicembre (ore 17.00) // Donatella Massimilla (regista CETEC dentro/fuori san vittore)

www.teatrodellacooperatva.it

info e prenotazioni: info@teatrodellacooperativa.it; tel. 026420761

Duperdu, Marta Marangoni e Fabio Wolf, battezzati dal grandissimo maestro Nanni Svampa dei Gufi e sono cantori ufficiali dello Spirit De Milan, per cui hanno composto l’inno. Hanno partecipato al Long Lake Festival di Lugano 2013. Il primo disco “Chiamerolla Milano” ha ottenuto il finanziamento della campagna crowdfunding di Musicraiser. Insieme recitano, cantano e compongono musica per gli spettacoli teatrali del Teatro degli Incamminati, Teatro della Cooperativa, Teatro Out Off e hanno fondato la compagnia Minima Theatralia, progetto di teatro-canzone urbano con i cittadini-attori delle periferie milanesi. Il loro spettacolo “PLUF! intermezzi teatral-musicali fra un tuffo e l’altro”, è stato prodotto dal Teatro Franco Parenti di Milano, per cui sono anche autori e interpreti delle canzoni originali di “Opera Panica” di Jodorowsky (vincitore del premio NEXT) e di “Stasera si può entrare fuori” di Andrée Ruth Shammah. Sono gli autori delle musiche originali dello spettacolo tratto dal romanzo “Le otto montagne” di Paolo Cognetti (Ed. Einaudi, vincitore Premio Strega 2017). Prodotti dal Teatro della Cooperativa sono anche gli ultimi due spettacoli: la saga sulle leggende milanesi “Ri-Chiameròlla Milano” con la partecipazione di Leonardo Manera (Zelig) e l’omaggio al mondo femminile “La Canzone è Femmina” che sarà portato in scena dal 4 al 9 dicembre 2018 con la partecipazione di Debora Villa (Zelig) al Teatro della Cooperativa.

www.duperdu.org