ANTEPRIMA DEL FILM “MISTERO DI UN IMPIEGATO” DI FABIO DEL GRECO

MONITORE

Nella società contemporanea digitale dove lo smartphone domina le giornate dell’uomo tecnologico, Giuseppe Russo ha una moglie, una casa, un posto fisso con cui può permettersi di fare acquisti al centro commerciale e le sue credenze politiche; ma quando incontra una strano vagabondo che gli dà dei vecchi nastri video in cui lui è filmato fin da piccolo, ma di cui non ricorda nulla, si rende conto che la realtà che lo circonda è molto diversa da quello che sembra.

Qualcuno lo spia, lo controlla: ma Giuseppe Russo non è uno dei tanti. Pur di ritrovare la sua autenticità è disposto a tutto. Qual’è il mistero di un impiegato e di una vita così “normale”?

 

info: MONITORE FILM

email: monitorefilm@libero.it

www.monitorefilm.com

Annunci

IN ARRIVO IN ITALIA “IO SONO NULLA”

poster-IO-SONO-NULLA-italiano

Esce in Italia dopo essere già approdato in Usa, UK, Germania, Austria, Giappone e Cina il film

IO SONO NULLA

un film di  FABIO DEL GRECO

con Vasco Montez

Roberto Pensa, Chiara Pavoni, Simone Di Pascasio, Fabio Del Greco, Rimi Beqiri

una produzione  MONITORE FILM

DAL 26 APRILE AL CINEMA Vasco, un ricco palazzinaro italiano, vive tra vizi e lusso, quando un killer della criminalità organizzata lo ferisce gravemente in un agguato. Quando si sveglia dopo tre anni di coma non è più lo stesso: non ha più alcuna memoria del suo passato, parla con gli alberi come fossero amici fraterni, evita gli impegni di lavoro e i lussi preferendo vagabondare sulle spiagge. Per evitare il crollo del suo impero economico viene mandato in cerca di una cura tra Italia, India e Stati Uniti, ma un cataclisma planetario è in agguato…

 


Io sono nulla è un film sull’ego e l’assenza di ego. Sull’avidità, la sete di potere e sull’inocenza e la purezza. E’ un film sulla ricerca spirituale che vuole sperimentare nuove soluzione visive e di racconto. Il protagonista, precedentemente legato al suo ruolo di uomo influente e ricco e alla società in cui vive, si ritrova improvvisamente a essere come un marziano piombato sulla terra, attraversando i suoi gironi infernali e le sue bellezze con lo sguardo vergine di un bambino.


RECENSIONE CINEMAITALIANO

RECENSIONE SENTIERI SELVAGGI

SITO WEB DEL FILM

PAGINA FACEBOOK

Monitore film – Roma

www.monitorefilm.com  

ALTIN IN CITTA’: QUANTO PUO’ UN TALENT SCONVOLGERE LA VITA DELLE PERSONE? – di Sara Lauricella

Altin in città è il quarto film indipendente del  filmmaker italiano Fabio Del Greco e parla di come il successo, la fama  e l’ambizione possano stravolgere la vita delle persone.

Si presenta come un noir fuori le righe con diverse tematiche rappresentative della società odierna: l’immigrazione, la speranza e la lotta per l’ottenimento di una posizione sociale, le illusioni che creano e che alimentano i vari talent, l’abuso del potere da parte di chi ha una posizione chiave, l’avidità del denaro, le finte cortesie che nascondono  giochi sporchi … insomma uno spaccato di vita enfatizzato  ed estremizzato. Fin dove può arrivare  la manifestazione di potere della conduttrice di Masterstory  Mara Le Monde (Chiara Pavoni), fin quando può essere capace di reggere l’illusione della fama e del successo il neo vincitore del talent per scrittori Altin  Rama (Rimi Beqiri), fino a che punto può diventare vendicativa una persona che cercava solamente una sua realizzazione personale, ed ancora fino a che punto i tanto promossi talent possono realmente lanciare un artista? Un lungometraggio che và visto più volte sotto i vari aspetti per i tanti contenuti all’interno con una Chiara Pavoni che spicca per la sua interpretazione. Il film è diretto da Fabio Del Greco. Nel cast: Rimi Beqiri, Chiara Pavoni, Roberto Fazioli, Giuseppe Panebianco, Fabio Del Greco, Germano Germani, Marcello Capitani, Alexandra Maravia, con la partecipazione di Giuseppe Lorin.  Produzione, soggetto e sceneggiatura di Fabio Del Greco per Monitore film con la collaborazione di Silvana Porreca e Massimiliano Perrotta, musiche di Stefano Agnini, fotografia montaggio e suono di Fabio Del Greco, trucco ed effetti speciali di Roberta Budicin, scenografia Silvana Porreca, aiuto regista Dario Gino. In calce link: per visionare il trailer

Altin, aspirante scrittore albanese sbarcato in Italia a bordo di un grande traghetto negli anni ’90, lavora in una macelleria quando viene selezionato ad un provino di un reality per scrittori e vede finalmente la possibilità di avere successo con il suo libro “il viaggio di Ismail”. È invece il momento in cui iniziano le sue disavventure che lo porteranno a conoscere la vendetta, la solitudine, la povertà, fino al lato oscuro della ricchezza e del successo. “Altin in città” è un film sull’inquietante rapporto tra arte e potere, tra le energie oscure e le aspirazioni superiori, tra l’avidità, la corruzione e la crescita personale.