Porche Macan alla presentazione romana vince l’emozione

balduina 2018

Grande successo per la presentazione a Roma il 6 dicembre della Macan presso il Prati Bus District, un evento fashion a firma Monica Mattei Events per Autocentri Balduina-Centri Porsche di Roma la storica concessionaria romana. Oltre 500 invitati per una serata da ricordare per impatto, effetti e per calorosa accoglienza.

balduina 2018Tanti i giornalisti, blogger e  Vip presenti a questo atteso appuntamento nella capitale come Fabio Fulco celebre attore molto amato dal pubblico femminile, le splendide Maria Monsè,  Natalia Simonova, Turchese Baracchi, il modello Mauro Franciotti, la conduttrice di RTL Federica Gentile,  la giornalista inviata di Porta a Porta Cristina Bigongiali, l’editore Gio di Giorgio, la giornalista Rai Antonietta Di Vizia, le blogger Elenia Scarsella e Sara Lauricella, Gisella Peana, l’artista Ilian Rachov e la modella Elisabetta Viaggi,  Ruggiero Capone.

Antonietta di Vizia, Monica Mattei, Maria Cristina Bigongiali, Elenia Scarsella, Sara Lauricella

Antonietta di Vizia, Monica Mattei, Maria Cristina Bigongiali, Elenia Scarsella, Sara Lauricella

Una serata magica, durante la quale si sono potute apprezzare tutte le caratteristiche tecniche della Macan un’autovettura che unisce gli opposti e rappresenta il cambiamento,  e che nel terzo millennio fa leva sull’emozione.

E’ stato possibile scoprire la nuova Macan nella sua elegante e dinamica estetica. Molto apprezzato il frontale e i fari, adesso completamente a LED, ridisegnati, sottolineando il concetto futuristico delle luci.

Foto credits Luigi Orru

Grazie alla sue proporzioni, la nuova Macan si distingue dalle vetture della concorrenza, affermandosi come la vettura più sportiva del segmento. Le linee orizzontali ancora più accentuate nella parte anteriore e posteriore sottolineano il carattere sportivo e rendono la vettura riconoscibile fra i tipici SUV compatti.

L’evento è stato un percorso sensoriale, articolato in varie postazioni dove era possibile degustare delizie dello  street-food. Gli ospiti avvolti in fasci di luci colorate hanno come percorso una strada ricca di emozioni abbandonandosi al lusso e la comodità.

Insomma per tutti gli appassionati di Porsche una vera occasione quella della presentazione del 6 dicembre della nuova Macan, per ammirare da vicino questa sportiva dal carattere deciso ed elegante, che in molti sognano di possedere.

Annunci

MICHELE LA GINESTRA PER SOLIDARIETA’

46511208_1807890132652909_1341507020288688128_n (1)

Cresce l’attesa per lo spettacolo di beneficenza in programma il 10 dicembre al Teatro Italia,

“M’accompagno da me” di e con  Michele La Ginestra, per la regia di Roberto Ciufoli.

Uno spettacolo raccolta fondi a favore dalla Onlus Giulia Arni e dell’associazione “Luna e Cometa. Comunicare, educare e prevenire”  associazioni che perseguono da anni gli obiettivi: portare in classe chi a scuola non può andare, aiutando famiglie e bambini in difficoltà e promuove la donazione di sangue.

Michele La Ginestra e i rappresentati associazioniUn appuntamento che vedrà un aperitivo offerto dalle associazioni  prima dello spettacolo e che  proseguirà con lo spettacolo del talentuoso Michele La Ginestra, un campione di simpatia e solidarietà

Promotrice di questo appuntamento la  Onlus Giulia Arni, associazione che nata quattro anni fa per volere dei genitori di Giulia, dopo la prematura scomparsa della ragazza avvenuta a soli 23 anni dopo una lunga malattia.

giulia-arniGiulia fu, in un certo senso, una pioniera suo malgrado, la prima “studentessa virtuale” d’ Italia o meglio, la prima studentessa ad avvalersi delle moderne tecnologie per poter seguire la scuola a distanza mediante un computer collegato alla rete internet.

“ Oggi siamo in un altro mondo, viviamo un’altra epoca, un’epoca digitale in cui tutto corre rapidamente sulla banda larga: dalle piattaforme Social al crowdfunding, dalle campagne sociali all’informazione Internet è una risorsa enorme, quindi anche l’insegnamento a distanza non è più un’idea utopica; oggi ci sono i potenziali, i mezzi e gli strumenti per fornire un servizio telematico non solo di qualità tecnica ma soprattutto un valido supporto strumentale per chi ne ha bisogno, vanno però colti i parametri, ricercata la “materia prima” e predisposta un’adeguata strumentazione in grado di interfacciare la Scuola con il Domicilio dello studente, sia casa o struttura sanitaria cui è costretto”, fanno sapere i sostenitori del progetto che prende il nome: “ A scuola con Giulia”.

47220513_2142321722466407_2959739543667867648_nUn’assistenza completa e totale che permette ai ragazzi di non vivere isolati e distanti dal mondo cercando di stabilire e mantenere un contatto duraturo con la realtà”, questo aggiungono i sig.ri Arni, genitori di Giulia.

cristiano Arni,Lucia Granati e Michele La GinestraAltra associazione promotrice dell’iniziativa e a favore dalla quale saranno raccolti i proventi  del 10 dicembre al teatro Italia è “Luna e Cometa COMUNICARE-EDUCARE-PREVENIRE”, associazione fondata dalla prof.ssa Lucia Granati docente di ematologia presso l’ Università “ LA SAPIENZA”, responsabile del gruppo studenti La SAPIENZA i cui obiettivi sono: prevenzione e promozione della donazione del sangue.

Un evento di solidarietà da non perdere, quello del 10 dicembre una serata per incontrare amici in prossimità del Natale donare e dare il suo contributo a questi nobili progetti didattici ma anche per passare una serata spensierata e divertente.

IMG-20181201-WA0003[1]Il Ministero dell’Istruzione dagli anni ’90 ha reso ordinaria l’offerta della scuola in ospedale ed ha dotato di docenti i principali reparti pediatrici per favorire l’apprendimento dei ragazzi temporaneamente malati contrastando così la dispersione scolastica.

Molti però sono i minori che dopo essere stati dimessi devono restare a casa per proseguire le cure e non possono riprendere la scuola a causa delle basse difese immunitarie, per sopperire parzialmente al problema è stata pensata l’istruzione domiciliare che purtroppo non supera le 5-6 ore settimanali, troppo poche per raggiungere un profitto adeguato.

Il progetto completamente gratuito realizzato dalla Associazione Giulia Arni Onlus in collaborazione col Prof. Benvenuto Salducco intitolato “A SCUOLA..CON GIULIA” pone invece il ragazzo all’interno della classe per tutta la durata delle lezioni lasciando all’intervento del Docente domiciliare solo compiti di verifica e controllo.

“Una storia di intuizioni” il libro sulla storia dell’azienda vinicola Felluga

presentazioneI 90 anni di Marco Felluga celebrati con un libro dal figlio Roberto

Un libro per parlare di un vino, delle storie di tanti vini, delle storie di un’azienda, delle storie di una famiglia. Questo è “Una storia di intuizioni”: il libro scritto da Walter Filiputti con le immagini di Tiziano Scaffai che il figlio di Marco Felluga, Roberto, ha voluto dedicare al padre per i suoi 90 anni. Un omaggio al padre, alla vita che ha dedicato alla ricerca delle uve migliori, all’educazione al mantenimento dell’azienda ed alla famiglia.  Tutto filtrato dall’abile penna di Walter Filiputti che ha riportato su carta sacrifici, gioie, successi e l’odore dei campi.

Roberto Felluga, Walter Filiputti

La splendida e barocca Coffee House di Palazzo Colonna a Roma è stata la sede scelta per la presentazione di ieri sera. Roberto Felluga e sua figlia Ilaria hanno raccontato assieme all’autore Filiputti le oltre 60 vendemmie che li hanno visti protagonisti in Collio e ritmato il tempo del loro lavoro e della loro vita.

Una serata speciale, introdotta da Elena Parmegiani, Direttore Eventi della location, che ha coinvolto gli ospiti vip ed i molti amici giunti per festeggiare Marco Felluga, patriarca dell’enologia friulana, vignaiolo incredibilmente appassionato che scelse il Collio per continuare a seguire quell’entusiasmante vocazione iniziata dalle generazioni precedenti oltre 100 anni fa in Istria.IMG_7770 La serata è proseguita con un cocktail organizzato sulla splendida terrazza con vista su Piazza Venezia a cui hanno preso parte diversi ospiti, tra questi: la splendida attrice Elisabetta Pellini, lo stilista Anton Giulio Grande, l’artista Amedeo Brogli, la pr e designer Sonia Rondini, le giornaliste Silvia Santori, Antonietta Di Vizia, Elenia Scarsella e Sara Lauricella, la presidente di Aide Nettuno Anna Silvia Angelini, l’imprenditrice Maria Beatrice Romani.

 

50/90: il libro racconta la storia di Marco Felluga, 90 anni orgogliosamente portati, intrecciata con quella del Collio – che ha contribuito in modo decisivo a valorizzare con una vita imprenditoriale tutta dedicata al vino – e i 50 anni che tutta la famiglia ha percorso e dedicato a Russiz Superiore, il suo “capolavoro”. Marco ha compreso come pochi – e fu tra i primissimi – ciò che bisognava fare affinché queste colline eoceniche del Nord Est straordinariamente vocate alla viticoltura, diventassero “il” Collio, zona d’elezione nella storia enologica d’Italia, da dove è partito il nuovo stile dei vini bianchi di quello che sarebbe stato – a partire dal 1970, con l’affermarsi di una nuova imprenditoria vinicola di gran successo – il Rinascimento del vino italiano. Uomo pragmatico, molto esigente sul lavoro, munito di una grande intelligenza, sorretto da un intuito fuori del comune e da una vasta cultura, ha dedicato la sua vita di produttore, oltre che alle sue aziende, anche alla causa comune del territorio, tant’è che, per due mandati, si è impegnato come Presidente del Consorzio Collio. “Questo percorso della Marco Felluga – Russiz Superiore si è nutrito dell’arte e dello stile italiano, che non è solo moda e design, ma una maniera di vivere dove entrano in gioco componenti come il concetto di bellezza, il cibo e la cucina – scrive Walter Filiputti nella prefazione del volume – Assieme rappresentano ed esaltano una ricchezza reale, concreta, che il mondo ci invidia.”

terrazza piena cocktail

Due generazioni a confronto, gli aneddoti di una famiglia giunta ora alla quinta generazione e una tradizione che prosegue sulla strada della qualità assoluta che identifica e rende riconoscibile nel mondo i vini Marco Felluga e Russiz Superiore: storia e conoscenze che entrambi stanno tramandando ad Ilaria, figlia di Roberto. Situate la prima a Gradisca d’Isonzo e la seconda a Capriva del Friuli, le aziende Marco Felluga e Russiz Superiore, fiori all’occhiello dell’enologia friulana e italiana, si attestano oggi capogruppo del progetto “Viticoltura sostenibile in Fvg”. “Tema fondante di una filosofia che riconosce a questa terra la bellezza e l’unicità delle sue irripetibili caratteristiche pedoclimatiche e che cerca di presidiarle, salvaguardandole e valorizzandole con onestà e consapevolezza”, afferma Roberto Felluga che continua “se sapremo lavorare bene, potremo consegnare a chi verrà dopo di noi più di quanto abbiamo ricevuto. E’ questo l’ impegno”