SHEILA JORDAN esce il singolo della cantante americana

SheilaJordan1©CarloMaradei_bSHEILA JORDAN

 Il 7 dicembre esce

LUCKY TO BE ME

IL NUOVO DISCO LIVE DELLA CANTANTE AMERICANA CHE PER PRIMA HA MESSO LE PAROLE ALLA MUSICA DI CHARLIE PARKER, IL PADRE DEL BEBOP

 Da venerdì 7 dicembre sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Lucky to be me” (Abeat Records) il nuovo disco della cantante americana Sheila Jordan, la prima a mettere le parole sulla musica di Charlie Parker, il padre del Bebop.

 SJQuartet©CarloMaradei_b

«Ho chiamato questo disco ‘Lucky to Be Me’ – commenta Sheila Jordan – non solo perchè è uno dei brani ma perché mi sento veramente fortunata nella vita ad avere amici e musicisti così meravigliosi, che si divertono a fare musica con me, ad organizzare tour e registrazioni. Sono come una famiglia e mi sento fortunata ad averli con me in questa vita.»

“Lucky to be me” è la testimonianza del live dell’11 novembre del 2016 a Castellanza (Mi) registrato da Gabriele Simoni e masterizzato presso il prestigioso studio milanese Indiehub. Si tratta di uno dei migliori concerti in Italia di Sheila Jordan, una piccola perla di eleganza jazz, dove è possibile vedere al meglio la caratura della straordinaria vocalità della cantante americana, accompagnata dal suo quartetto composto da musicisti jazz italiani del calibro di Attilio Zanchi, al contrabbasso, Roberto Cipelli, al piano, e Tommaso Bradascio, alla batteria.

“Lucky to be me” segna il ritorno sulla scena discografica, sotto il marchio Abeat Records, di un’interprete che ha lasciato il segno nella storia della tradizione vocale jazz afroamericana.

Sheila Jordan è una cantautrice jazz statunitense nata nel 1928 a Detroit. Cresciuta in Pennsylvania, nel 1940 fa ritorno nella sua città d’origine dove comincia la sua carriera cantando e suonando il pianoforte. Sheila Jordan è la prima che inizia a scrivere testi per le musiche di Charlie Parker con il suo trio Skeeter, Mitch, and Jean di cui faceva parte. I tre, insieme, si recano agli spettacoli di  Charlie Parker che, dopo averli conosciuti, li invita a cantare per lui. La loro collaborazione dura fino alla morte di Charlie Parker nel 1955 e lei lo considererà sempre uno dei suoi maestri di riferimento. Nel 1951, Sheila Jordan si trasferisce a New York e inizia gli studi di armonia e teoria musicale con Lennie Tristano e Charles Mingus, concentrandosi sempre sulle musiche di Parker. Nel 1962, ha lavorato con George Russell, con il quale ha registrato la canzone “You Are My Sunshine” nel suo album The Outer View (Riverside). Nello stesso anno ha registrato l’album Portrait of Sheila, pubblicato dalla Blue Note Records. Nei primi anni 60’ è iniziata anche la sua lunga collaborazione con Steve Kuhn e ha anche suonato con Don Heckman, Lee Konitz e Roswell Rudd. Nel 1976 ha realizzato l’album Sheila, con Arild Andersen per Steeple Chase. Nel 1979 ha fondato un quartetto con Steve Kuhn, Harvie S e Bob Moses. Sheila Jordan è una cantautrice affermata che opera nel bebop e nel free jazz e nel  2012 ha ricevuto il NEA Jazz Masters Award. La sua biografia “Jazz Child: A Portrait of Sheila Jordan”, pubblicata nel 2014, è stata scritta da Ellen Johnson.

www.abeatrecords.com

Ufficio Stampa SHEILA JORDAN: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it

Annunci

AMOR MIO lo spettacolo di Simone Sibillano al Teatro ALTRO SPAZIO

AMOR MIO_SIMONE SIBILLANO (1)Giovedì 27 e Venerdì 28 Settembre, ore 21.30

Teatro ALTRO SPAZIO, Via Tiburno, 33 – Roma

 

AMOR MIO

uno spettacolo scritto e diretto da Simone Sibillano

 

 

con Simone Sibillano, Brunella Platania e Chiara Di Bari

 

con la partecipazione straordinaria della voce di Teo Achille Caprio,

costumi, make up e consulenza drag a cura di K.B. Project

 

AMOR MIOdi SimoneSibillano (5)

Va in scena Giovedì 27 e Venerdì 28 Settembre alle ore 21.30, nel teatro Altro Spazio di Via Tiburno 33, il nuovo spettacolo “Amor Mio”, scritto, diretto e interpretato dal cantante-attore Simone Sibillano, premiato nel 2014 come Miglior Attore Protagonista dal sito Broadwayworld.com, per la sua interpretazione nel musical “America” da lui stesso scritto e diretto, oltreché interprete acclamato di tante opere musicali (“Jesus Christ Superstar”, “Alladin”, “Robin Hood”, etc). Saranno sul palco insieme a lui, Brunella Platania (“Tosca-Amore Disperato”, “Jesus Christ Superstar”) e Chiara Di Bari (“Notre Dame de Paris”, “Canti di Scena”, “La Strada”), con la consulenza in drag, costumi e makeup a cura di K.B. Project.

Amor Mio di Simone Sibillano (2)

Siamo sul finire degli anni ’70 e la storia è quella di un uomo che indossa i panni di una donna, per un debutto in scena che non vuole deludere le attese. In città tutti parlano di Eva, quel travestito dalla voce incantevole, pronto a strabiliare il pubblico. Accanto a lui c’è l’adorata Jaq, colonna portante della sua vita e un’ombra, sua madre, che porta indosso un carico di dolore troppo grande da sopportare.

Il vento di libertà degli anni ’70 alimentato dal sapore delle rivolte, soffia ancora tra le strade, ma il suo respiro diventa sempre più sottile lasciando sempre più spazio all’ambiguità e alla paura del diverso. Eppure il fermento culturale, la trasgressione, le rivolte di classe e il movimento di liberazione femminile e sessuale, sono il pane quotidiano di una popolazione in ascolto, che assorbe elementi anche e soprattutto attraverso la musica: “Amor Mio”, “I Giardini di Marzo”, “Gracias a la Vida”, “Historia de un Amor”, “Poesia”, “Per una Bambola”, sono solo alcuni dei brani con cui i protagonisti racconteranno al pubblico la storia di Eva.

SIMONE SIBILLANO - Amor Mio

E mentre il mondo esterno sta cambiando costruendo le infrastrutture culturali del domani, il mondo interiore di Eva si sgretola pian piano, sotto il peso delle pesanti mura dell’esclusione e dell‘emarginazione a cui la società lo ha destinato. Una società che muta e va veloce, ma che non smuove un passo se non nelle consuete direzioni. Forse un palcoscenico renderà familiare ciò che loro considerano diverso e incomprensibile. Eva vede in quel fascio di luce la sua ultima possibilità di rivalsa verso la vita e ci si aggrappa con tutte le forze che ha, interpretando le parole e i sentimenti della musica che ha fatto epoca: da Lucio Battisti a Mina, passando per Patty Pravo, Charles Aznavour, Riccardo Cocciante e tanti altri grandi interpreti di una decade che ha segnato la storia della musica italiana e internazionale.

 

NOTE DI REGIA, a cura di Simone Sibillano:

Eva è un travestito. Un essere umano in perenne apprendimento esistenziale, sempre in equilibrio tra i sentimenti e il rifiuto, nella precaria accettazione di se stesso e della sua posizione nel mondo, nella costante ricerca di quelle radici che darebbero un senso alla sua vita. Non vuole ascoltare il mondo di fuori e come un impavido Ulisse si riempie le orecchie di cera per attraversare i mari al riparo dall’infame canto delle sue sirene. Ma quelle sirene non recitano il canto del mare, sono spietate e sputano velenose sentenze, attaccandolo e discriminando la sua vita sui tacchi a spillo, costringendolo a vivere in disparte. Così la sua innocenza di vivere è violata da chi si arroga il diritto della normalità, ripetendo una storia che si ripete da diecimila anni. Eva è senza difese di fronte all’abbandono, al tradimento e al rifiuto di sé.

 

BIOGRAFIA, di Simone Sibillano:

Diplomatosi nel ’98 all’Istituto Statale d’Arte Sacra per l’Arredamento e la Decorazione della Chiesa, dal ’96 si dedica agli studi di canto lirico con il baritono R. Piemontese, mentre intraprende parallelamente gli studi di danza moderna, jazz e latina, oltre che un corso di recitazione con il regista G. Nardoni. Immediatamente comincia a collaborare con reti televisive come Mediaset. Nel ’97 è il cantante solista del programma “Sarabanda”. Due anni dopo debutta a teatro come cantattore al fianco di N. Castelnuovo, nella tragedia musicale “Elena”, per la regia di G. Nardoni. Nel 2000 apprende i segreti del mestiere dall’istrionico Massimo Ranieri, che lo scrittura per il musical “Il Grande Campione”, di M. Fabrizio e G. Morra, per la regia di G.P. Griffi. Nel 2001 entra a far parte del musical “I Promessi Sposi”, di T. Russo e un anno più tardi nel musical “Il Ritratto di Dorian Gray”, con il medesimo regista. Nel 2003 è cantante solista e ballerino in Rai, per il programma “Casaraiuno”, con le coreografie di F. Miseria. Nello stesso anno interpreta il ruolo dell’evangelista nel musical “Per Sempre Mio Divino Amore”, seguito poi dal ruolo dell’angelo in “Quando Cantano Le Ali”, entrambi per la regia di L. Cognatti. Nel 2004 fa parte della produzione “Boccadoro The Traveller”, il musical diretto da F. Angelini che lo vede protagonista. L’anno seguente interpreta Raoul, diretto da Andre De La Roche nello spettacolo “Il Fantasma dell’Opera”. Dal 2006 al 2008 è impegnato come protagonista nella versione italiana di “Jesus Christ Superstar”, per la regia di F. Angelini e nel contempo prende parte a “Il Principe della Gioventù” diretto da P.L. Pizzi. Tra il 2008 e il 2010 diretto da C. Ginepro, interpreta lo sceriffo di Nottingham in “Robin Hood” di B. Dati. Al termine del 2010 interpreta il ruolo di Karol Wojtila nel musical “Non Abbiate Paura – Giovanni Paolo II il grande”, per la Regia di Gianluca Ferrato. Dal 2009 al 2011 gira l’Europa con l’opera musicale “Wojtila Generation”, mentre dal 2010 al 2012 interpreta Jafar nel musical “Aladin”, con le musiche dei Pooh e la regia di F.Angelini, per cui svolge durante la tourneè anche l’attività di vocal coach. Nel 2012 e 2013 è tra i protagonisti del musical “Biancaneve” e sempre nel 2013 si dedica per la prima volta alla scrittura di uno spettacolo che intitola “America”, in cui interpreta il ruolo di Bartolomeo. Nello stesso anno prende parte alla commedia musicale “Raffaello e la Leggenda della Fornarina”, per la regia di M. Sindici. Nel 2014 arriva la sua seconda opera autorale dal titolo “Cercasi Violetta” con la regia di M. Simeoli e l’anno dopo scrive e dirige “Le Sorelle Frank”, liberamente ispirato al “Diario di Anna Frank”. Nel 2015 è diretto ancora da G. Nardoni nel musical “Amore e Psiche” e nello stesso anno dirige e interpreta “Il Primo Papa”, sulla vita di San Pietro. Dal 2015 al 2017 è Singer Producer presso le navi di Costa Crociere. Nel 2017 torna alla scrittura con “Antonietta e Gabriele”, seguito dall’ultimo lavoro dal titolo “Amor Mio”, in cui interpreta il ruolo di Eva. Nel 2014 è premiato come miglior attore protagonista dal sito Broadwayworld.com, per l’interpretazioni di Bartolomeo nel musical “America”.

MODALITA’ D’INGRESSO

Giovedì 27 e Venerdì 28 Settembre alle ore 21.30,

presso il teatro ALTRO SPAZIO in Via Tiburno, 33 – Roma / Metro Tiburtina/Pietralata

Biglietto 12€ / Ridotto Gruppi 10€ – Info e Prenotazioni:+39 393 9075005

 

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona
carla@fabighinfanti.it
 – savonaroberta@gmail.com
Carla 338 4935947 | Roberta 340 2640789

www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/