FRA I TUOI CAPELLI -le poesie di Laura Pingiori

FB_IMG_1544633079241

Foto credits Emanuele Tetto ph Model Valentina Blandino

 

 

ABBANDONIAMOCI ALLA POESIA

Appuntamento poetico settimanale

FRA I TUOI CAPELLI

È fra i tuoi capelli
che ho intrecciato i sogni più belli
fili di seta fra le mie mani giovani
Solo fra i tuoi capelli s’infrange il mare
e nasce il sole ebro di luna
È dai tuoi capelli che affiorano i desideri,
abbracciano vita nuova,
si gonfiano come vele,
assaporando il vento.

Laura Pingiori
Diritti riservati

 

 

Annunci

Poesia A VOLTE

cuore gomma

ABBANDONIAMOCI ALLA POESIA

Prosegue la pubblicazione settimanale del nostro angolo di dolcezza. Le poesie di Laura Pingiori ci elevano l’anima

 

 

 

A VOLTE

A volte la vita ti ferisce, ti sporca il cuore con una pennellata di dolore.

A volte ti spegne proprio mentre balli o canti a squarciagola una canzone.

A volte sbaglia nota e spezza la melodia, ti lascia attonito davanti allo spartito vuoto. A volte ti ruba il respiro, ti trascina altrove. Fa male la vita quando ti ruba un amore. A volte fa tanto rumore. A volte diventa silenziosa ossessione.

A volte spezza le catene del dolore e ti fa uscire da un corpo di flagellazione.

A volte vai via senza rancore, chiudendo gli occhi con devozione…

altre volte non trovi rassegnazione e scalci ed urli chiedendo ancora ore.

Prosegue il ciclo eterno della vita, fatto di nascita, morte e ancora vita e tu non puoi far altro, per renderla migliore, che vivere ogni attimo in nome dell’amore.

Laura Pingiori

Diritti riservati

POESIA: L’AMORE CHE NON CONOSCI

Screenshot_20181125-162511.jpgL’AMORE CHE NON CONOSCI

Ho conosciuto una donna,
che dispensava sorrisi e carezze
ed io ne ero innamorata.
Era una donna dalle mani ossute,
che sapeva disegnare sogni fantastici,
quando arrivava tutto diventava favola
ed ogni cosa ritrovava vita.
Ho conosciuto una donna,
che raccontava storie desiderate,
io l’ascoltavo incantata
e poi correvo via felice.
Ho conosciuto questa donna
e ne ho toccato l’anima,
mentre le sue mani ossute
mi allargavano il cuore,
mostrandomi le sue ferite.
Ho conosciuto una donna,
che cantava con un filo di voce,
per non rammentare le proprie urla.
Ho amato questa donna,
schiacciata dalla sua stessa vita,
suonata da un pianista,
che ne mortificava l’anima
e ne spezzava le ossa.
Ho conosciuto questa donna,
che insegnava l’Amore…
senza averlo mai avuto addosso.

Laura Pingiori
Diritti riservati

POESIA: DAL FONDO DEL MARE di Laura Pingiori

ABBANDONIAMOCI ALLA POESIA

mare

DAL FONDO DEL MARE

È immenso il mare
ed io mi sento così piccola.
Lo osservo e vi cerco le parole,
quelle più belle, per dar gioia a te.
Parole infilate come una collana,
perle a colori per farti sognare.
Salgono dal fondo,
hanno ancora ricci e anemoni,
hanno una voce di sirena,
che vuol cantar solo per te.
Una collana di parole portate dal mare,
ogni parola una perla per te,
come un tesoro emerso,
ti parlano dei nostri abbracci,
dei nostri momenti più belli,
da tenere per sempre sul cuore.
Son salite dal fondo del mare…
portando una stella,
solo per te.

Laura Pingiori
Diritti riservati

POESIA: L’AMORE DELL’ ASSENZA di Laura Pingiori

ABBANDONIAMOCI ALLA POESIA

Screenshot_20181103-184848

L’AMORE DELL’ ASSENZA

Quando vuoi bene veramente,
l’altro lo sente,
non importa la distanza,
né il silenzio,
non importa il tempo,
pochi minuti sembrano infiniti,
lunghi anni racchiusi in un secondo.
Quando vuoi bene davvero,
puoi far finta di niente,
guardare altrove,
scappare lontano,
bendare gli occhi,
riempire le orecchie di suoni nuovi,
accarezzare altra pelle,
sorridere spavaldamente,
riempire la testa di desideri…
ma se vuoi bene davvero,
vive in ogni tuo respiro…
e l’altro lo sa.

Laura Pingiori
Diritti riservati

ABBANDONIAMOCI ALLA POESIA …”SOLTANTO POCHE ORE” di Laura Pingiori

facebook_1533125779625Iniziamo con l’opera di Laura Pingiori una nuova rubrica di #Differevent dedicata alla poesia. Ho letto questo suo scritto e mi ha ispirato la volontà di creare questo spazio che, da oggi, si chiamerà “ABBANDONIAMOCI ALLA POESIA”. Grazie Laura per essere diventata la mia musa del ritorno a questa antica arte, con l’augurio che possa essere di enzima anche per altri.

Sara Lauricella

 

 

 

SOLTANTO POCHE ORE

 

Potessi avere ancora un po’ di tempo,
per guardarti meglio negli occhi,
per ascoltare il suono della tua voce,
che già non ricordo più.
Una manciata di tempo,
per camminarti accanto,
attenta ad ogni tuo passo,
per il gusto di stare al tuo fianco.
Potessi…anche soltanto poche ore,
ti domanderei cosa hai provato
quando mi hai visto per la prima volta,
com’era tenermi sulle ginocchia.
Vorrei chiederti cosa desideravi davvero
e in quale pozzo hai lasciato i tuoi sogni.
Potessi avere un po’ di tempo ancora…
ti direi quanto ti ho amato,
nonostante le tue tempeste dolorose
e quanto hai lasciato di te nella mia vita.
Potessi… starti ancora accanto..
tenendoci per mano,
in pace,
senza dolore.

 

Laura Pingiori
Diritti riservati