G_CIRILLI_01

GABRIELE CIRILLI

#TaleEQualeAMe… Again

Teatro Comunale di Cagli

Sabato 16 dicembre 2017 ore 21.00

 

G_CIRILLI_02

Sabato 16 dicembre 2017 alle 21,00 al Teatro di Cagli, nelle Marche, c’è una delle star della comicità italiana: Gabriele Cirilli con il suo #TaleQualeAMe… Again, uno spettacolo che ha già diversi sold out all’attivo in questo tour invernale appena iniziato.

Gabriele Cirilli, grazie al suo talento, è uno dei personaggi più amati della nostra Tv. Nel corso della carriera è stato interprete di grandi fiction e star in programmi quali “Ballando con le stelle”, “Zelig” e “Colorado”. Ultimo impegno in “Tale e quale show”, programma RAI 1 condotto da Carlo Conti e campione di ascolti, che ha esaltato le sue capacità di trasformista.

Ma il richiamo delle scene è sempre fortissimo e per la stagione 2017 2018 Cirilli torna in tour uno show irresistibile: #TaleEQualeAMe… AGAIN che ha scritto con i suoi tradizionali collaboratori Maria De Luca e Carlo Negri, per la regia di Gabriele Guidi. Lo spettacolo prende ispirazione da una citazione della nonna Concetta che diceva “La casa nasconde ma non perde”, i frammenti della nostra vita si conservavano in soffitta o cantina e ogni tanto rispuntavano fuori.

Ma oggi tutto è cambiato, ci sono internet e i social network, i nostri ricordi sono sempre meno “solidi” e non si perdono più nelle nostre case. Ora gran parte delle nostre emozioni sono “virtuali” foto, video e incontri stanno in rete, conservate dagli “hashtag” con i quali  le contrassegniamo, un tag e via. In #TaleEQualeAMe… Again, Gabriele Cirilli presenta i suoi personali #hashtag, e lo fa nell’unico luogo dove riesce ad essere “tale e quale a … se stesso”: sul palcoscenico.

G_CIRILLI_03

#TaleQualeAMe… Again è un vero e proprio one man show, due ore di recital nel quale il  protagonista è un uomo di spettacolo che si racconta. Il talento di Cirilli si muove sempre nei territori della comicità e del cabaret con disinvoltura e leggerezza. Un dialogo pieno di ironia con il pubblico durante il quale parla del nostro quotidiano con grande forza: i rapporti famigliari, i luoghi della giovinezza, la grande città e  le tradizioni.

E forse al termine sapremo anche … chi è Tatiana!

Gabriele Cirilli ha fatto la sua gavetta assieme ad alcuni dei migliori artisti del teatro e del cinema italiano, lavorando con impegno, umiltà e determinazione. Si è formato al Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Roma, diretto dal grande Gigi Proietti. Ha partecipato a tantissime produzioni in teatro, nel cinema e nella fiction tv, interpretando ruoli diversi. Ha lavorato con artisti del livello di Flavio Bucci, Piera Degli Esposti, Lina Sastri, Michele Placido, Lino Banfi, Paolo Villaggio, Nino Manfredi e Alberto Sordi. Ha scritto testi assieme a grandi autori come Vincenzo Cerami e ha potuto lavorare con il Premio Oscar Nicola Piovani.

Biglietti: Platea-palchi Settore A 20,00 € – Palchi Settore B 15,00 € – Loggione 10,00 €

Botteghino del Teatro: Tel. 0721 781341 – e mail: botteghino.teatrodicagli@gmail.com

Ticket Online:  http://www.liveticket.it/istituzioneteatrocomunalecagli

Istituzione Teatro Comunale di Cagli – Ufficio Cultura Comune di Cagli: Tel. 0721 780731

http://www.teatrodicagli.it

Annunci

“PARLA CON NOI” PROGETTO PER GLI UOMINI CHE USANO VIOLENZA ALLE DONNE

parla con noi

Non colpirla. “Parla con noi”
LA REGIONE LAZIO FINANZIA “PARLA CON NOI”.
IL PROGETTO PER CONTRASTARE LA VIOLENZA SULLE DONNE
La linea telefonica 371. 3564730 sarà collegata a uno sportello di ascolto per gli uomini
“maltrattanti” che vogliono intraprendere un percorso educativo alla relazione di coppia contro la violenza di genere. Il progetto è promosso dall’Associazione Donna e Politiche Familiari e finanziato dalla Regione Lazio. Sarà presentato giovedì 14 dicembre, dalle ore 10.00, alla Casa internazionale delle donne di Roma. La comunicazione è l’arma vincente nel contrasto agli episodi di violenza domestica e di genere. Ecco perché il nome del progetto promosso dall’Associazione Donna e Politiche Familiari, finanziato dalla Regione Lazio, è “Parla con noi”: uno sportello e una linea telefonica di primo contatto per gli uomini “maltrattanti” che vogliono uscire dalla morsa del loro comportamento violento. Il progetto si propone infatti il recupero degli uomini autori di violenza contro le donne e fa seguito a “Colpire non è virile” del 2010, prima esperienza pilota nella Capitale in quest’ambito, che ha riscosso l’apprezzamento delle Istituzioni, delle Forze dell’Ordine e del Tribunale Giudiziario di Roma, per il carattere innovativo ed efficace, per essere strutturato secondo modelli clinici e di ricerca validati per la prevenzione della recidiva. “Parla con noi”, il cui numero è 371. 3564730, viene presentato giovedì 14 dicembre presso la Casa Internazionale delle donne (sala Tosi – via della Lungara, 19 – ore 10.00) in un convegno al quale partecipano numerosi rappresentanti delle Istituzioni, oltre a psicologi e psicoterapeuti. “Parla con noi” , si rivolge agli uomini “maltrattanti”, ovvero che si rendono autori di episodi di violenza nei confronti delle donne, aiutandoli a uscire dal cerchio del loro comportamento violento, acquisendo una maggiore consapevolezza sul piano emotivo dei fattori scatenanti, potenziando gli strumenti cognitivi di riconoscimento e modulazione delle emozioni che generano la collera, per arrivare, infine, a sostituire i comportamenti violenti con modalità di relazione più adeguate, quali il riconoscimento della donna come soggetto alla pari e il dialogo con essa.
Al convegno di presentazione del progetto “Parla con noi” parteciperanno:
• Teresa Dattilo, psicoterapeuta e presidente Associazione Donna e Politiche Familiari
• Lucia Valente, assessore Lavoro e Pari opportunità Regione Lazio
• Marta Bonafoni, consigliera Regione Lazio
• Maria Grazia Passuello, Cabina di regia per la prevenzione e contrasto alla violenza di genere
• Angela Altamura, dirigente Divisione Anticrimine Questura di Roma
• Maria Monteleone, procuratore aggiunto Procura della Repubblica presso Tribunale di Roma
• Angelo Proietti, capitano Nucleo investigativo Carabinieri
• Anna Costanza Baldry, psicologa e criminologa
• Maddalena Cialdella, psicoterapeuta familiare
• Simona Stefanile, psicologa
• Vera Cuzzocrea, psicoterapeuta, esperta in psicologia giuridica
• Chiara Gambino, psicoterapeuta
A margine degli interventi saranno presentate testimonianze di donne e uomini che hanno vissuto storie di violenza.
Cosa prevede il progetto
• L’attivazione della linea telefonica 371. 3564730, a cui gli uomini possano rivolgersi per un primo contatto, uno sportello in grado di recepire le richieste di aiuto per il contenimento del comportamento violento;
• colloqui individuali, finalizzati alla valutazione del rischio di recidiva e alla canalizzazione verso l’attività terapeutica di gruppo;
• la somministrazione del test SARA per la valutazione del rischio di recidiva e la raccolta dati relativi al comportamento violento;
• l’attivazione di un gruppo terapeutico di supporto agli uomini con comportamenti violenti, per elaborare gli stereotipi culturali e le emozioni da cui traggono origine e acquisire maggiore capacità di gestione della rabbia, al fine di trasformare i comportamenti aggressivi in una interazione paritaria.
Per informazioni:
Ufficio Stampa | Rossana Tosto | http://www.rossanatosto.com |
redazione@rossanatosto.com | rossanatosto@gmail.com |

PRESENTATA LA COLLEZIONE “COLORS” DI ELENIA SCARSELLA NELLA SEDE DI ROMAOGGI

Collezioone Colors Elenia Scarsella Andreea Duma 2

Parata di Vip e Modelle per la presentazione sabato 2 dicembre 2017 della Capsule Collection – “Colors” della blogger e per l’occasione designer Elenia Scarsella, nella redazione di www.RomaOggi.eu, in via di Tor di Quinto 31 – Roma.

Ha aperto la parata di personaggi la top model e testimonial di Colors Andreea Duma, la giornalista Rai Antonietta Di Vizia ha invece presentato la sfilata.  Non potevano mancare all’evento personaggi del mondo dello spettacolo come l’ attrice Natalia Simonova, l’indossatore Mauro Franciotti, il conduttore ed inviato del “La 7” Anthony Peth, lo stilista MarcoAurelio Calandra, il giornalista Cesare Deserto, la ex modella Elisabetta Viaggi, la straordinaria cantautrice Star Elaiza , la opinionista Jolanda Gurreri, l’attrice e autrice Sabrina Tutone, la bellissima blogger Meggy Fri di Impossibile Fermare i Battiti e i finalisti del concorso “il più Bello d’ Italia” e “Ragazza Protagonista“.Collezioone Colors Elenia Scarsella

Una sfilata e un party esclusivo per un progetto di moda che parte da una ricerca sui colori. “I colori evocano sensazioni, emozioni e ricordi- dice Elenia Scarsella– ognuno ha un colore preferito, che corrisponde ad uno stato d’animo o ad un preciso momento della vita. A chi non è mai capitato di scegliere di indossare un capo d’abbigliamento di un colore invece di un altro a seconda dell’umore o della sensazione del momento. Proprio dall’importanza e dal valore che i colori assumono nella quotidianità nasce una collezione di T-shirt denominata ‘Colors’.

Collezioone Colors Elenia Scarsella Andreea Duma Anthony Peth

L’idea è venuta alla blogger romana Elenia Scarsella fondatrice del molto seguito blog Blog and the City, in collaborazione con il brand italoamericano di abbigliamento sportivo Plankon believe in your core, che punta su prodotti di qualità e rigorosamente Made in Italy.

I'm Red - Colors Collection Blog and the city Elenia Scarsella 2

La Capsule Collection Colors composta da sei magliette belle, colorate, pratiche, dinamiche e chic allo stesso tempo. La collezione ‘Colors’ prevede quattro modelli da donna e due da uomo.

Collezioone Colors Elenia Scarsella ragazze

T-shirt che rappresentano un vero e proprio manifesto della personalità: si parte dalla più dolce e romantica che recita I’m Pink, si passa alla più strong e passionale in cui si legge l’affermazione I’m Red per arrivare alla più glam e scintillante che è una sexy canotta con la scritta I’m Gold per tutte le donne e le ragazze che hanno voglia di brillare.

Collezioone Colors Elenia Scarsella Andreea Duma

 

 

 

 

Per I’m Gold è stata pensata anche una versione prémaman che ha visto come modella d’eccezione la Top Model Andreea Duma, neomamma che ha posato poco prima della nascita del suo primogenito.

 

 

Elenia Scarsella ha anche pensato ad una versione uomo/ragazzo che parte da due grintose magliette: I’m Blue e I’m Green.

Collezioone Colors Elenia Scarsella ragazzi

Completa la mini collezione una maglietta laminata limited edition con il logo Blog and the City.

 

Elenia Scarsella come nasce l’idea della collezione Colors? 

Da quando ho fondato il Blog ho conosciuto molte designers di moda e di gioielli e sono rimasta affascinata dal loro estro e dalla loro creatività.  E’ nata pian piano in me l’esigenza di creare qualcosa di mio che mi rappresentasse nelle mie diverse sfaccettature.

 

Chi ti ha aiutato in questa nuova avventura?

Per rappresentare la mia idea sui colori mi sono rivolta a due grafici bravissimi Irene Sollecchia e Francesco Mazzeo della Graphos Stampa e Comunicazione che hanno saputo interpretare al meglio quello che avevo in mente. Con Plankon believe in your core abbiamo invece definito i modelli e abbiamo scelto i tessuti, tutti rigorosamente Made in Italy! Pensavo fosse più semplice ideare una collezione di T-shirt invece c’è dietro tanto lavoro e tanta progettazione.

 Collezioone Colors Elenia Scarsella roll up

 Dove è possibile acquistare le magliette della collezione Colors?

Al momento nella pagina T- shirt del mio sito http://www.blogandthecity.it e sul sito di Plankon nella sezione Brand, ma a breve sarà possibile acquistarle anche in diversi negozi di abbigliamento a Roma.

 La serata si conclusa con l’ottima amatriciana dell’Hostaria Edmondo che ha ricevuto un premio proprio in questi giorni in occasione di Roma Golosa come migliore trattoria della regione mentre i vini e il brindisi è stato a cura delle Cantine Lupo, altra peculiarità del territorio.

Addetto Stampa

Cristiano Morelli

RomaOggi.eu

ARCIPELAGO 24o Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini

cast

Un’ondata di rifugiati sbarca al Festival
[A]RCIPELAGO 2017

Trovano ad accoglierli Paul Verhoeven, il Movimento del ’77, James Bond e una
flottiglia di cortometraggi accorsa in loro aiuto da mezzo mondo

Teatro Palladium – Università Roma Tre
Piazza Bartolomeo Romano 8, 00154 Roma

Ingresso libero

Si è inaugurata lunedì 4 dicembre, per concludersi domenica 10, al Teatro Palladium di Roma, la 24a edizione di [A]RCIPELAGO | Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini, la più seguita e longeva tra le manifestazioni dedicate ai nuovi linguaggi audiovisivi e ai giovani talenti.
Ad ingresso totalmente gratuito, dopo un anno d’interruzione dovuta alla scarsità di finanziamenti, la popolare manifestazione romana – che quest’anno fa parte del programma di Contemporaneamente Roma 2017 promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con SIAE – torna più determinata che mai ad
attraversare i confini che separano generi cinematografici e linguaggi visivi, anticipando come sempre nuove tendenze e immaginari del futuro.
Oltre a ConCorto, la competizione riservata ai cortometraggi italiani che ha fatto da trampolino di lancio a molti dei giovani filmmaker scoperti dal Festival, tra cui il regista di Il più grande sogno Michele Vannucci (quest’anno invitato nella giuria che dovrà giudicare 25 film, assieme alla produttrice Gloria Giorgianni e al direttore della Film Commission Torino Piemonte Paolo Manera, assegnando per la prima volta anche il Premio SIAE per il Migliore Giovane Talento Under 35), e alla quarta edizione del concorso dedicato alle serie web internazionali World Wide Series, che l’ultimo giorno del Festival salperà verso il cyberspazio a bordo del sito www.arcipelagofilmfestival.org, per concludere il suo viaggio alla fine di gennaio, nel programma fa spicco la competizione internazionale The Short Planet, che raccoglie i migliori corti provenienti da tutto il mondo, suddivisi in quattro programmi tematici (Welcome Home!, Fratello, dove sei?, Il seme della discordia e Breaking Mad), ognuno dei quali sarà introdotto da un breve reading interpretato da giovani diplomati del corso di recitazione della Scuola d’Arte Cinematografica “Gian Maria Volonté”.
Due gli italiani selezionati su 21 titoli: il notevole saggio di diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Hleb Papou Il legionario, sul conflitto interiore di un giovane celerino costretto a sgomberare l’abitazione abusivamente occupata dalla sua stessa famiglia, e il delizioso Merlot, una folle girandola animata firmata dal Giulia Martinelli e Marta Gennari. A premiare i migliori film saranno i giurati Elena Cotta (grande interprete del teatro e della tv italiani, vincitrice della Coppa Volpi come Miglior Attrice alla Mostra di Venezia 2013), la regista iraniana Fernoosh Samadi e il giovane regista francese Morgan Simon, vincitore della precedente edizione del concorso internazionale di [A]RCIPELAGO, che porterà al Festival il suo recente, intenso debutto nel lungometraggio Compte tes blessures (A Taste of Ink), protagonista di una vertiginosa carriera nei festival internazionali.
Nel quarantennale del “Movimento del ’77”, [A]RCIPELAGO ha scelto di ricordare la rivolta giovanile che ha segnato quell’anno fatidico evidenziandone più le ricadute culturali e artistiche che gli avvenimenti più schiettamente politici, con una retrospettiva che già dal titolo “dada” Bu-bù?! Settantasette-té! rievoca la vena più sarcastica e provocatoria che attraversava la contro-cultura dell’epoca, dominata dagli Indiani Metropolitani e dall’ala creativa del Movimento. Partendo dai grandi eventi giovanili di massa come quello raccontato da Alberto Grifi nel 1976 con il documentario Il festival del proletariato giovanile al Parco Lambro, e passando per il “memoir” del Movimento bolognese messo in scena in Il trasloco (1991) di Renato De Maria, la rassegna indugia sull’esperienza della storica rivista satirica “Il Male” raccontata dai suoi protagonisti in Lo stato si è estinto (2010) di Gianluca Rame, si ferma ad indagare sui “tormenti” politico-adolescenziali svelati in Porci con le ali di Paolo Pietrangeli (uscito appunto nel 1977, ma nato dal precedente successo editoriale del romanzo omonimo di Lidia Ravera e Marco Lombardo Radice), esplora la turbolenta scena musicale dell’epoca (la vicenda artistica del grande Demetrio Stratos, ripercorsa da Monica Affatato e Luciano D’Onofrio in La voce Stratos, 2009) ed approda infine alla nascita dei primi centri sociali (Macondo a Milano di Michele Sordillo, 2004), lungo un percorso a zig-zag più simile ad un “graffito urbano” che alla sistematicità di un’indagine storico-sociale. E tracciato ad uso e consumo di tutti quelli che “Io c’ero”, ma anche di quanti avrebbero voluto esserci.
L’omaggio che [A]RCIPELAGO dedica al grande cineasta olandese Paul Verhoeven (sezione Outsiders), intende dimostrare una volta di più che anche i grandi del cinema hanno “iniziato da piccoli”. Proposti in anteprima italiana, i cinque cortometraggi giovanili realizzati da Verhoeven tra il 1960 e il 1970 (Eén Hagedis Teveel/A Lizzard Too Much, Niets Bijzonders/Nothing Special, Feest!/Let’s Have A Party, Het Korps Mariniers/The Royal Dutch Marine Corps e De Worstelaar/The Wrestler) gettano inoltre un inedito sguardo sul cammino artistico del regista di blockbuster americani come Basic Instinct, Starship Troopers e Robocop, ma anche di film d’autore come il recente Elle, confermando in lui un raro esempio di come si possa restare profondamente europei perfino nel proverbiale “tritacarne” hollywoodiano.
L’appuntamento è domenica 10 dicembre alle 20:00.
Tra gli eventi speciali, [A]RCIPELAGO 2017 proporrà anche quest’anno, in A distanza ravvicinata, una selezione ragionata di lungometraggi indipendenti, perlopiù in anteprima italiana o almeno cittadina, a cominciare dall’intrigante bio-pic Essere James Bond (Becoming Bond) di Josh Greenbaum (il 6 dicembre alle 22:00, in collaborazione con Studio Universal e Wanted Cinema), sulla curiosa vicenda che portò uno sconosciuto meccanico e poi modello australiano, George Lazenby, prima a vestire gli eleganti smoking di successore di Sean Connery nel ruolo di 007 e poi a perdersi nell’oblio. Oltre al già citato Compte tes blessures di Morgan Simon, della sezione fanno parte anche due film prodotti dal prolifico Gianluca Arcopinto, La cena di Toni di Elisabetta Pandimiglio e Scuola calcio del Collettivo Mina, mentre un altro “ensemble” di giovani cineasti – i 13 allievi del Master di Cinema del Reale 2016 del DAMS dell’Università Roma Tre – firma Fuoricampo, documentario su una squadra di calcio composta di soli rifugiati, che condivide l’impegno sociale con il documentario di Parsifal Reparato Nimble Fingers, film di chiusura del Festival, il 10 dicembre.
Sempre in tema di diritti umani, il Festival ne celebra quest’anno la Giornata Mondiale (che cade appunto il 10 dicembre) con il focus Fuga senza fine | Vecchi esodi, nuovi muri: il dramma dei rifugiati attraverso la visione prismatica proposta da 15 tra cortometraggi, documentari e lungometraggi, italiani e internazionali, e di cui fanno parte anche – è una novità, per [A]RCIPELAGO – tre matinée per le scuole (il 5, 6 e 7 dicembre, in collaborazione con l’Associazione Diario di bordo) e il concorso tematico Chiedo asilo, quest’ultimo in collaborazione con Emergency (da non perdere le sue postazioni di Virtual Reality al Palladium, con le quali “visitare”, attraverso alcuni corti a 360°, le missioni umanitarie in cui la ONG è impegnata, nel Sud del Mondo e non solo), la quale offrirà in premio al regista vincitore l’opportunità di realizzare un breve documentario su uno dei suoi ospedali, ospitandolo “sul campo.”
Martedì 5 dicembre alle 15:00, invece, si parlerà ancora una volta del rapporto tra  videogiochi, Realtà Virtuale e Cinema, nel corso dell’incontro FilmWare 2017 dal titolo Lady Macbit – Le signore del videogame, durante il quale la giornalista e critica cinematografica e videoludica Ilaria Ravarino, fiancheggiata da un nutrito parterre di sviluppatrici di videogiochi, esponenti di squadre femminili di e-sport e registe cinematografiche, in collaborazione con AESVI e VIGAMUS – Museo del Videogioco di Roma, ne esplorerà il vivace “versante femminile” Per tutta la durata del Festival, VIGAMUS metterà inoltre a disposizione del pubblico – nel foyer del Palladium – due postazioni sulle quali giocare con alcuni titoli classici sulle grandi eroine del videogioco.
Concludono il programma del Festival il tradizionale spazio autogestito dal DAMS dell’Università Roma Tre (Carta Bianca DAMS Roma Tre, il 10 dicembre alle 16:00), con una selezione di 6 cortometraggi provenienti dall’ultima edizione del Roma Tre Film Festival, e la riproposizione – il 7, 8 e 9 dicembre, in collaborazione con Biblioteche di Roma e l’Isola del Cinema – dei vincitori della 6a edizione del concorso Mamma Roma e i suoi quartieri, bandito ogni anno dalla popolare manifestazione estiva dell’Isola Tiberina.
L’artwork di [A]RCIPELAGO 2017 è di Simone Massi [A]RCIPELAGO 2017 è dedicato alla memoria di CARLA MANFREDONIA, per tanti anni prezioso punto di riferimento per tutti i festival di cortometraggi (ma non solo) al Centro Sperimentale di Cinematografia.
La Società Italiana degli Autori ed Editori è lieta di sostenere il Festival [A]RCIPELAGO per il suo impegno nella ricerca di nuovi talenti nella produzione italiana ed europea, con una particolare attenzione alle spinte più originali e ai linguaggi più innovativi, contribuendo così a definire l’identità del cortometraggio nel nostro Paese.

[A]RCIPELAGO
2.4° Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini
fa parte del programma di Contemporaneamente Roma 2017
promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale
e in collaborazione con SIAE
ed è realizzato con il contributo della
REGIONE LAZIO
Assessorato alla Cultura e Politiche giovanli
e con il sostegno della
SIAE
ed è patrocinato da
ISTITUZIONE BIBLIOTECHE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VIII
Media Partner
MULTIPLAYER

Info
tel. 06-39388262
e-mail: info@arcipelagofilmfestival.org
web: www.arcipelagofilmfestival.org
Infoline Teatro Palladium: tel. 06-57332772

Ufficio stampa
Studio PUNTOeVIRGOLA
tel. 06-45763506/7
e-mail: info@studiopuntoevirgola.com
Teatro Palladium – Università Roma Tre
Sito ufficiale: http://teatropalladium.uniroma3.it/
Pagina FB: https://www.facebook.com/search/top/?q=teatro%20palladium

Organizzazione e promozione Teatro Palladium: Music Theatre International
Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
info@elisabettacastiglioni.it

Cristina Egger la vera star di Pechino Express al “Gran Gala’ della “Chaine Francigena Toscana”

Pechino-Express-2017-Gli-EggerCristina Egger,  è stata uno dei personaggi più chiacchierati della sesta edizione di Pechino Express. Una donna elegante, molto forte e determinata , che ricorderemo per molto tempo ,per l’immagine che ha dato  di Lei ai telespettatori , attraverso le sue dichiarazioni snob e il suo scarso spirito di adattamento, con occhiali scuri e sguardo  sbalordito nei confronti del  figlio Alessandro disperato  per essere stato eliminato dal programma.

9B6ACE82-9FAB-4440-B637-B226567615E4   Un aspetto che ha catturato  decisamente tutti i social network, definendo la Signora Egger la vera star di questa edizione di Pechino,  manager del lusso impegnata su vari fronti e che vedremo in prima linea il 9 di Dicembre  in uno degli eventi piu’ attesi dell’anno il “ Gran Galà della Chaine Francigena Toscanaad Artimino.

Beppe e Cris

In questa splendida occasione ritroverà il suo grande amico di lunga data Beppe Convertini presentatore della serata , attore molto impegnato nel sociale; la sua ultima missione umanitaria per Terre Des Hommes quest’estate nel centro profughi siriano a Zarqa al confine giordano alla quale seguono una serie di altre missioni ad Arsal in Libano in un campo profughi ad Haiti, nelle favelas Brasiliane, nei paesi terremotati in Abruzzo.

gli-egger

Non mancheranno inoltre altre sorprese tra cui la conferma della presenza del figlio Alessandro Egger, molto noto nel mondo della moda, a livello internazionale , attore , musicista  e che presto ci riserverà grandi. Un Natale decisamente pieno di rivelazioni, tante novita’ da condividere in una cena di Gala con lo stile unico che si identifica perfettamente con la filosofia della “Gran Dama della Real Casa Savoia”  Cristina Egger.              Press  – Gabriella Chiarappa

Cris Egger auto

40 ANNI DI PUNK AL THE CLUB98 DI ROMA

slowfesta

Il 9 dicembre, a partire dalle ore  19.00, al The Club 98 ci sarà una serata unica dedicata al PUNK. Un genere musicale per “gente tosta” e che ha fatto epoca. La leggenda narra che il #Punk sia nato nello storico Covent Garden di Londra la notte di Capodanno del 1977.

2hurt

Il concerto dei Clash inaugura un anno che vedrà uscire gli album di debutto di Sex Pistols, Damned, Clash, Stranglers. Nulla sarà come prima. Il Punk non tarderà a giungere anche in Italia, dove oltre alla sua matrice dura e pura e “Straight Edge”, a volte si trasformerà in suoni più morbidi e in una vena ironica. Basti citare i bolognesi Skiantos, su tutti.

reflux

 

 

 

Ma il Punk non è solo un’espressione musicale, quanto una sorta di movimento ideologico che è fonte di diversi tipi di espressione artistica.  La Celebrazione di questo 40ennale avverrà presso il The Club 98 di Roma. Sarà lì che il blog culturale Slowcult : Il lento fluire del sapere festeggerà 10 anni di attività. Una decade di musica, cinema, teatro, letteratura vissuti e raccontati con contenuti esclusivi. Per gli amanti del genere e per i curiosi che vogliono sapere di più qualcosa del Punk una serata da non perdere al The Club 98, via di Monteverde, 98 – Romafreak

Ingresso GRATUITO.
Dalle 19, happy hour drink+buffet €5

▪ Musica (punk si intende) con

2Hurt – band guidata da Paolo Spunk Bertozzi che con i Fasten Belt è stato il più importante esponente del punk romano
Her Pillow – con la loro micidiale miscela folk-punk

▪ Ospiti d’onore i fotografo Tano D’amico, giornalista e fotoreporter che ci ha regalato alcune tra le immagini più famose di quel periodo. Insieme a Gabriele Agostini, fondatore del Centro Sperimentale di Fotografia “CSF-Adams” presenteranno il libro dedicato a quegli anni intitolato “Il piombo e le rose” e la mostra attualmente in corso al Museo di Roma in Trastevere 77 una storia di quarant’anni fa – visita guidata.

▪ La famosa giornalista Daniela Amenta ci racconterà la figura di #Freak#Antoni frontman degli Skiantos presentando il libro “Freak out. Freak Antoni: Psicofilologia di un genio” (Compagnia Nuove Indye).
▪ La serata sarà arricchita da un allestimento speciale, la mostra “Reflux Generation” a cura di Mario Belfiore, dove il punk verrà raccontato con materiali d’archivio.

https://www.facebook.com/events/390868421362399/

www.slowcult.com 

RECENT WORKS ON CERAMIC – MINIGALLERY DI CLAUDIO ANDREOLI

Claudio Andreoli Sottocosto 4 MinigalleryRECENT WORKS ON CERAMIC

Sottocosto 4

Di Claudio Andreoli

 

Venerdì 8 dicembre 2017 ore 18
Minigallery, Assisi      Recent works on ceramic Sottocosto 4

La Minigallery è lieta di presentare Recent Works on Ceramic, la prima personale in galleria di Claudio Andreoli. Dopo le sculture lignee esposte alla Terza Biennale di Scultura di Piazzola sul Brenta, l’artista propone ad Assisi la recente ricerca composta da 30 “tavole” (18x14cm circa) in ceramica naturale o verniciata, con impressa l’immagine di una figura umana sempre più astratta, rarefatta.

Recent Works on Ceramic

L’argilla è per sua natura duttile, incapace di resistere alla forza; facile da manipolare, ha una predisposizione intrinseca a essere messa in forma. Partendo da queste riflessioni Andreoli ne ribalta l’approccio: da un lato riduce al minimo l’energia utilizzata, sottolineando gli incidenti involontari del lavoro, che diventano cicatrici durature. La modellazione come testimonianza di un metodo processuale. Dall’altra interviene sulla resistenza del materiale, stravolto da azioni violente: le proprietà fisiche consentono a linee, graffi, incisioni di dissolversi gradualmente nella massa stessa. Così, quelli che sono dei corpi, la sottile umanità che ossessivamente l’autore racconta, viene diluita in segni impercettibili, sostituita dall’imprevedibilità e dal caso. Anche la rottura in cottura o essiccazione (l’errore) può trasformarsi in opera, ricomposta con barre di piombo e gomma. In mostra, infine, sono presenti due tele di grandi dimensioni che perdono il telaio e acquistano, nella deformazione, la capacità di farsi struttura nello spazio.

Claudio Andreoli Sottocosto 4

E’ il quarto Sottocosto di Claudio Andreoli, un appuntamento che si concentra sul tema dell’accessibilità dell’arte; un progetto nato nel 2012 con la Takeawaygallery di Roma e che dopo il legno, il cemento e la pittura, approda alla Minigallery per insistere sull’analisi dei ruoli di gallerista, critico, artista e collezionista e del complesso rapporto tra gli ultimi due. Ciascuna tavola, proposta a una cifra irrisoria, perde nel momento dell’acquisizione la sua aura, assumendo quella di semplice “oggetto”; un esperimento sui processi e i meccanismi dello scambio; un cortocircuito che fa saltare la regola non scritta della corrispondenza tra prezzo e valore.

Info:

RECENT WORKS ON CERAMIC

flyerSottocosto 4    Di Claudio Andreoli

8 – 17 dicembre 2017

Vernissage: venerdì 8 dicembre 2017 ore 18

Orari: dal giovedì al martedì 10-18; mercoledì chiuso

MINIGALLERY

Di Stefano Frascarelli

Via Portica 26, Assisi PG

stefano.frascarelli@gmail.com | 3332946260 | http://www.minigallery.it

Ingresso gratuito