IL GIOVANE FEDERICO PROIETTI IN ACUSTICA SUL TEVERE A “POVERI MA BELLI” PER L’ESTATE ROMANA – di Sara Lauricella

IMG-20180719-WA0021

Altro weekend entusiasmante per la banchina sul Tevere in uno dei punti più belli di Roma che fa parte del progetto di intrattenimento della capitale “Estate Romana”.

FB_IMG_1532003128967 Si comincia con il venerdì letterario organizzato da “Insieme per l’Arte” di Ella Grimaldi e con la presentazione del libro “Frammenti” di Domenico Oriolo e l’importante tematica sociale trattata, moderatore della presentazione il dott. Claudio Mazzella, psicoterapeuta, accompagnati dalle letture dell’attore Dante Perrel. Come ormai di consueto i venerdì culturali musicali proseguono con l’apporto di #Differevent di Sara Lauricella che, in questa serata, propone un giovane e talentuoso artista romano: Federico Proietti. L’artista è appena uscito su tutte le piattaforme con il suo nuovo video “Davide x Golia” ed il videoclip stà già riscuotendo un grande successo sul “Tubo” superando le 17.000 visualizzazioni in poco meno di un mese dall’uscita.

Lo stile fresco e frizzante del giovane cantautore è molto coinvolgente e lo si può vedere ed ascoltare in diversi locali dell’interland romano, ma per questa serata eccezionale dell’Estate Romana, avremo modo di apprezzare Federico Proietti in versione acustica, per un omaggio che l’artista vuol fare alla romantica sede sul Tevere e con lo sfondo di Castel Sant’Angelo.

FB_IMG_1532003142109

Marco Liotti & Fifty Fifty

Il sabato si proseguirà poi con l’esibizione di Marco Liotti & Fifty Fifty in concerto al 33 Tevere, uno dei locali adiacenti al palco sulla banchina, che si sta prodigando per offrire gli spettacoli del sabato sera. Il progetto “Poveri ma belli”, è stato ideato e proposto dalla “Take off 2011” che si è attivata per mettere in atto la riqualificazione di una parte della banchina sul Tevere abbandonata restituendola ai cittadini ed ai turisti, oltre ad offrire varietà gastronomiche e dare spazio a diversi artisti del mondo della musica, dell’arte, dell’editoria e del teatro. Tra un carciofo alla giudia, un piatto di pesce fresco, un po’ di sushi, un gelato, ascoltando musica e guardando spettacoli, si partecipa anche alla buona riuscita di progetti sociali. Con questo format, infatti, la Take off 2011, si è attivata per provvedere all’inserimento sociale e lavorativo di alcuni ragazzi di una nota casa famiglia ed ha scelto di affidare la sorveglianza ad una cooperativa di vigilantes composta da personale extracomunitario. Un rassegna sempre piena di stimoli il “POVERI MA BELLI” e sempre aperta a dare nuovi enzimi culturali. Per info ed aggiornamenti ci trovate su tutti i social, seguendo l’hastag #pmbfestival nella pagina http://www.facebook.com/poverimabellifest/

Coordinamento stampa e sponsor media Sara Lauricella – differevent@gmail.com

Di seguito BIOGRAFIA del cantautore Federico PROIETTI

Federico Proietti nasce a Roma il 19 Maggio 1996.
Il cantautore inizia a prendere lezioni private di chitarra in seguito al suggerimento del suo insegnante di musica.
Mentre frequenta il liceo viene scelto per partecipare ad un corso per autori al CET, la scuola di Mogol.
Intraprende il percorso accademico al St. Louis College of Music di Roma, dove tutt’ora sta studiando per diplomarsi in Chitarra Pop.
Inizia a cantare davvero dopo aver scritto la sua prima canzone, avvicinandocisi in precedenza solo grazie al suo amore per la musica e alle sue esperienze teatrali come attore di Musical nell’associazione culturale ”Compagnia della Nanas”.

 

Vanta una grande esperienza live, sia con varie band che come solista, salendo su palchi importanti come quelli di Auditorium  Parco della Musica, Atlantico Live, Terrazza del Pincio, Jailbreak, Monk e tanti altri.
Il 22 Dicembre 2017 esordisce con il suo primo singolo “Regina delle tenebre”, e il 5 Marzo 2018 il relativo Videoclip Ufficiale. Il suo secondo lavoro in studio “Davide x Golia” esce il 25 Maggio 2018, mentre il video esce esattamente un mese più tardi.

 

Nelle sue canzoni parla di esperienze, sensazioni o semplicemente di storie inventate, mettendole in musica in un incrocio di generi che va dal Pop all’ Indie, passando dal Rap all’Alternative Rock, in chiave fresca e moderna.

IMG-20180719-WA0018

Annunci

PATRIZIA CIRULLI con SANREMO D’AUTORE finalista per le TARGHE TENCO

PatriziaCirulli_SanremoDAutore.jpgPATRIZIA CIRULLI

CON IL DISCO

 

SANREMO D’AUTORE

FINALISTA PER LE TARGHE TENCO

 SEZ. “MIGLIORE INTERPRETE”

 

La cantautrice Patrizia Cirulli è tra i cinque finalisti per le Targhe Tenco 2018 nella categoria “Migliore interprete” con il disco “Sanremo D’Autore” (Egea Music), disponibile dal 19 gennaio 2018 in download digitale, in streaming e in formato fisico.

“Sanremo D’Autore” racchiude dodici brani arrivati ultimi, penultimi o non arrivati in finale in altrettante edizioni del Festival di Sanremo ma che negli anni sono diventate canzoni di successo, qui reinterpretate dalla cantautrice conosciuta per la sua capacità di muoversi tra profondità e leggerezza. Per lanciare il disco sono usciti due singoli in cui Patrizia Cirulli duetta con Mario Venuti (“Un altro posto nel mondo”) e con Sergio Cammariere (“Il tuo amore”, brano di Bruno Lauzi portato in gara nel 1965 nella sua unica partecipazione al Festival). Tra i brani più significativi dell’album anche “Pitzinnos in sa gherra” dei Tazenda (che tra gli autori vede anche De André), qui suonata e arrangiata da Giorgio Cordini, e la “grande esclusa” per antonomasia, la tenchiana “Ciao amore, ciao”, che Patrizia Cirulli interpreta accompagnata da Vince Tempera al pianoforte, in una versione registrata in presa diretta. L’immagine di copertina, del fotografo Renzo Chiesa, è stata realizzata al Teatro Carcano di Milano.

 

 

“Un altro posto nel mondo” feat. Mario Venuti

https://youtu.be/JROkPHPa-Zk

 

“Il tuo amore” feat. Sergio Cammariere

https://youtu.be/YnW84Y0ELeo

 

Per ascoltare il disco completo:

https://open.spotify.com/album/1VVfIm8cRjW1tSQSzgMaKj?si=0opm7K9RTASVNUaExLl4WQ

 

 

 

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese dalla voce “insolita e straordinaria” come l’ha definita un giorno Lucio Dalla, opera da anni nel campo della musica leggera e della musica d’autore. Vince tre volte il Premio Lunezia, i primi due nel 2010 e nel 2013 nella categoria “Musicare i Poeti”, ed è finalista al Premio Tenco 2013 nella sezione “interpreti” con il disco “Qualcosa che vale”, rilettura in chiave acustica dell’album “E già” di Lucio Battisti. Negli anni partecipa ai principali festival di musica d’autore italiani e internazionali vincendo premi della critica, premi per il miglior testo e per la miglior composizione musicale. Come interprete, si esibisce in un prezioso duetto insieme a Pino Mango nella trasmissione Stella Nascente su Rai Due e pubblica il brano “Dentro l’anima”, prodotto da Mario Lavezzi. Collabora con Angelo Carrara, storico produttore discografico da molti stimati e amato dagli artisti. Firma con lui un contratto discografico ed editoriale da cui nascono due pubblicazioni su etichetta Targetmusic e distribuiti dalla Sony, prodotti artisticamente da Pino Pischetola e Roberto Baldi, Walter Tesoriere e Filippo Bentivoglio. Il primo singolo “Un viaggio in macchina” viene trasmesso da varie radio tra cui Radio Montecarlo ed è “disco della settimana” su Radio 105. Il 22 gennaio 2016 esce l’album “Mille Baci”, pubblicato da Egea Music, dove la cantautrice è interprete, compositrice e produttrice del disco e con il quale vince per la terza volta il Premio Lunezia, arriva in finale al Premio Tenco e si aggiudica il premio “La musica nella poesia” nell’ambito del Premio Bianca D’Aponte 2016. Il 19 gennaio 2018 esce il nuovo album dal titolo “Sanremo d’Autore” (Egea Music), una rilettura di alcuni brani che hanno partecipato negli anni al Festival di Sanremo e che hanno in comune il fatto di essere arrivati ultimi e penultimi nella classifica delle votazioni finali oppure non essere stati ammessi alla serata finale.

www.patriziacirulli.com

Milano, 20 giugno 2018

Ufficio Stampa PATRIZIA CIRULLI: Ufficio Stampa GPC – Gaetano Petronio  – Rif. Marta Scaccabarozzi 3925364173  marta@ufficiostampagpc.it

RITORNA A ROMA “C’ERA UNA VOLTA MIMI’ LO SPETTACOLO DI DOMENICO SANTARELLA DEDICATO A DOMENICO MODUGNO – di Sara Lauricella

locandina c'era una volta mimiDopo il grande successo del debutto romano e delle tappe del tour che ha toccato anche la Svizzera, ritorna a Roma lo spettacolo teatrale di e con Domenico Santarella e dedicato a Domenico Modugno, l’11 maggio 2018, dalle ore 21, presso il Teatro Vigna Murata. Lo spettacolo, prodotto da Produzioni Why Not…? di Tomas Conforti e David Pironaci, è stato fortemente voluto dalla Diamond Production di Ivano Trau e Catiuscia Siddi.

23550167_10210913766743336_5558298676632928641_o

La struttura dello spettacolo “C’ERA UNA VOLTA MIMI’”  è semplice e di notevole presa sul pubblico: Domenico Santarella canta e suona sul palco, accompagnato dalla coreografa e danzatrice Cora Gasparotti,  riproponendo  la musica, il canto, i racconti e la vita di uno delle voci che ha fatto la storia della musica e dello spettacolo italiano. Due vite messe in parallelo: quella dei due Mimì entrambi pugliesi ed entrambi alla ricerca di un posto nel mondo della musica e dello spettacolo. In questo viaggio di vite parallele il pubblico viene coinvolto in un percorso musicale, ma anche in un percorso storico e della memoria. Com’è cambiata l’Italia, com’è cambiata la musica, com’è cambiato il modo di cantare e di fare arte dagli anni 40 ai giorni d’oggi.

WAL_6119HD

 

Canto, musica e racconti partendo dalle prime canzoni di Domenico Modugno in dialetto salentino e siciliano ispirate alla sua amata e mai dimenticata Puglia, che parlano del mare, del sole, di pescatori, di minatori, di cicorie, di tamburelli, di gatti neri, di grilli innamorati, di svegliette, di donne dai capelli ricci, di pesci spada, per poi passare alle canzoni in napoletano divenute parte della quotidianità di tutti i tempi come “Tu si na cosa grande”, “Resta cu me”, “Io mammeta e tu”, “O ccafè”, ‘’Lazzarella’’, ai grandi successi in italiano, “Vecchio Frack”, “Meraviglioso”, “Piove”, “La lontananza”, ”Nel blu dipinto di Blu”.  Non solo Domenico Modugno in C’era una volta Mimì! Durante lo spettacolo c’è anche spazio per musiche e monologhi di altri grandi artisti che hanno fatto la storia dell’arte italiana e che si sono relazionati con Domenico Modugno nel corso degli anni: Eduardo De Filippo, Totò, Renato Carosone, Nino Manfredi, Fred Buscaglione, Aurelio Fierro, Fabrizio De Andrè, Gigi Proietti. Una prova emotiva, oltre che artistica, per il giovane Domenico Santarella … uno spettacolo che riporta ad immagini e luoghi che, nonostante non siano tanto lontani da noi, già non ci sono più. Partners media della serata  #Differevent e  Radio Impegno con la collaborazione di Kasanova.   Potete seguire l’evento su facebook nella pagina dell’Accademia Why Not. Biglietto E. 10 con sconti per gruppi e persone sotto i 6 anni e oltre i 65 anni.  Per info e prenotazione posti e biglietti accademiawhynotroma@gmail.com

3494256087 Tomas Conforti

338733941 Domenico
Evento Facebook ‘’C’era una volta Mimì’’: https://www.facebook.com/events/239902479905459/

Trailer: https://www.youtube.com/channel/UCuVOolIaoU9lzottIeyoIJA 

info@whynotroma.it

23550082_1746897665618853_4377914754354319485_o

THOMAS FESTEGGIA I 18 ANNI CON UN NUOVO ALBUM

Thomas 18 Edition cover digipack

THOMAS

un talento incredibile che unisce canto e ballo

Festeggia 18 anni  con un nuovo album

“THOMAS 18 EDITION”

In uscita il 4 maggio

Buon Compleanno Thomas! Ha compiuto, venerdì 13 aprile, “18 anni” Thomas ed ha festeggiato annunciando un nuovo album, “Thomas 18 edition”, la nuova versione dell’album omonimo uscito lo scorso ottobre ed entrato direttamente al n.1 della classifica di vendita, arricchito da 4 nuovi brani inediti.

 Personalità artistica delicata e coinvolgente, Thomas è un ragazzo che ha trovato nella musica e nel ballo le modalità perfette per esprimere le proprie emozioni e le sue passioni e lo testimoniano i suoi successi tanto che, nonostante la sua giovane età, sia l’ultimo album, che il precedente EP “Oggi più che mai”, sono arrivati al vertice della classifica di vendita, ottenendo quest’ultimo la certificazione ORO in soli 10 giorni.

Thomas356

Thomas ha deciso di fare una sorpresa ai suoi fans: ha dato loro la possibilità di auguragli “ Buon Compleanno” rispondendo personalmente ad un telefono dedicato all’occasione e parlando con loro.

 Thomas aprirà il concerto dei Why don’t we” il prossimo 7 giugno a Milano ai Magazzini Generali.

INSTAGRAM https://www.instagram.com/thomas_officialpage/

TWITTER https://twitter.com/ThomasOfficial

FACEBOOK https://www.facebook.com/ThomasBocchimpaniOfficial

RACCOGLIE CONSENSI “DIAMANTI E STRACCI” IL BRANO DI NICOLETTA SCARPINELLA per L’ACCETTAZIONE DELL’OMOSESSUALITA’ – di Sara Lauricella

IMG-20180412-WA0010

Raccoglie immediatamente consensi ed ha già superato le 4000 visualizzazioni il videoclip del brano “Diamanti e stracci”, prodotto e cantato da Nicoletta Scarpinella in cui l’artista vuol affrontare il tema della libertà e dell’affermazione di se nell’ambito dell’omosessualità.

IMG-20180412-WA0011

L’artista è bendata perché non si accorge della realtà, ma quando si scopre ha la necessità di raccontare per sensibilizzare “gli altri”. Lui, un uomo che si sente “incatenato” in un ruolo, in una sessualità che non lo rispecchia più, gli altri “maschere bianche” che si fermano all’apparenza e che vogliono vedere solo l’apparenza. E per Lui diventa sempre più difficile “guardarsi allo specchio” ed accettarsi nella propria totalità, finchè non decide di “rompere le catene” e di uscire allo scoperto, di esporsi, di liberarsi… per poi scoprire che l’accettazione ……

IMG-20180412-WA0008

Nicoletta canta con passione questo brano forte e molto attuale.  Edizioni Vyolet Music, Actor performer Massimiliano Lavanga (già conosciuto da noi amici di #differevent per aver vinto nel febbraio 2017 il premio “Inedito Doc”). Dopo il video proponiamo il testo del brano per una miglior comprensione del testo

https://www.youtube.com/watch?v=FUc5SpCOP5A&sns=em

 

 

Diamanti e stracci, nuvole e sole Polvere nera e chiare stelle Piccoli squarci d’illusione Siamo noi Come chiunque ambisca al calore Ma quanta strada amore… Ti ricordi quando noi Intrecciavamo le nostre radici Al riparo da occhi nemici Solo il buio complice E ostile la luce del sole Ma quanta strada amore… Eppure siamo ancora qui Sopravvissuti ad intimidazioni Sbagliate educazioni! Diamanti e stracci, nuvole e sole Polvere nera e chiare stelle Piccoli squarci d’illusione Siamo noi Come chiunque ambisca al calore Ma quanta strada amore…

IMG-20180412-WA0007Ti ricordi quando noi In stanze nere senza finestre Di un mondo invisibile Ci fondevamo in una verità Con l’apparenza incompatibile Agli altri incomprensibile… Eppure siamo ancora qui Sopravvissuti a processi sommari Pubbliche esecuzioni! Diamanti e stracci, nuvole e sole Polvere nera e chiare stelle Piccoli squarci d’illusione Siamo noi Come chiunque ambisca al calore Ma quanta strada amore… Diamanti e stracci… Ma quanta strada ancora Noi la faremo insieme… Insieme! Diamanti e stracci Nuvole e sole… Con la neve sui capelli E le nuvole negli occhi E qualche ruga in più sul cuore Una per ogni “sbagliato” amore Umidi prati in festa Dopo la tempesta Verdi come tasche piene solo di speranza E grandi giorni spalancati Meraviglie in fiore Come chiunque ambisca all’amore!… …Ma quanta strada ancora

“LA CORSA DELL’ORA” IL DOCU-FILM DI ANTONIO BELLIA ALLA FONDAZIONE AAMOD

aamod

Giovedì 19 aprile 2018 – ore 18

Proiezione del film
unnamed
LA CORSA DELL’ORA
di Antonio Bellia

Sala Zavattini FONDAZIONE AAMOD
Via Ostiense 106 – Roma (Centrale Montemartini)

Al termine della proiezione
incontro con Marcello Sorgi e Maurizio Di Rienzo
e il regista Antonio Bellia

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Parte con LA CORSA DELL’ORA, il docu-film di Antonio Bellia dedicato al quotidiano “L’Ora di Palermo” durante il ventennio della direzione di Vittorio Nisticò, la rassegna organizzata negli spazi dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico che vede coinvolta la stessa Fondazione AAMOD nella produzione, co-produzione e collaborazione di significative opere audiovisive. Giovedì 19 aprile alle ore 18, all’interno della sala Zavattini, sarà possibile assistere alla proiezione del docu-film dedicato ad uno dei massimi esempi di giornalismo al servizio della lotta contro la mafia e partecipare di seguito al dibattito che vede la presenza dello stesso regista, di Marcello Sorgi e Maurizio Di Rienzo e che ha come tema proprio il mezzo della parola contro i soprusi di potere e gli attacchi alla democrazia. L’incontro è aperto liberamente al pubblico, fino ad esaurimento posti.
LA CORSA DELL’ORA, recente vincitore ai Nastri d’argento 2018 come miglior docu-film (ex aequo con “Diva!” di Francesco Patierno), è prodotto da Demetra produzioni SAS e da Marvin Film SRL con la collaborazione della Fondazione Archivio Movimento Operaio
Il Progetto di documentario, realizzato con il contributo dell’Ordine dei Giornalisti Regione Sicilia è vincitore di:
Bando Mibac (prima sessione 2015)
Bando “Fondo regionale Cinema-­‐Bando documentari 2014 Film Commission Regione Sicilia.
Bando IMAIE del 2014

 

Infoline: 06/57289551 – 06/5742872 – 06/5730544
www.aamod.itinfo@aamod.itapalandrani@aamod.it

Ufficio stampa AAMOD: Elisabetta Castiglioni
+39 06 3225044 – +39 3284112014 – info@elisabettacastiglioni.it

SCHEDA
LA CORSA DELL’ORA
Film documentario
durata 64’
Genere: storico
Director: Antonio Bellia
Story: Antonio Bellia
DOP: Daniele Ciprì
Editing: Marzia Mete
Musiche: Mokadelic
Suono: Danilo Romancino
Scenografia: Fabrizio Lupo
Organizzatore generale: Giacomo Iuculano
Produttore esecutivo: Andrea Petrozzi
Cast: Pippo Delbono
Prodotto da:Antonio e Giovanni Bellia per Demetra produzioni Giacobbe Gamberini per Marvin Film
In collaborazione con Fondazione Archivio Movimento Operaio.
Partner nel progetto: Istituto Gramsci siciliano, Biblioteca regionale siciliana, Filmoteca regionale siciliana

SINOSSI
Tra il 1954 e il 1975 si concentra e sviluppa la storia del documentario; sono gli anni in cui Vittorio Nisticò è il direttore del quotidiano L’ORA. Le parole di Nisticò interpretate da Pippo Delbono rappresentano l’ossatura del film:
da un lato le battaglie contro l’intreccio di poteri e interessi tra la mafia e la politica in un momento storico di grande trasformazione per la Sicilia, dall’altro l’impegno di una generazione di intellettuali e artisti che vedono protagonisti personaggi come Sciascia, Consolo, Dolci, Guttuso, Caruso, che si fanno carico della necessità di essere interpreti di un cambiamento sociale e civile e che scelgono il piccolo quotidiano palermitano come luogo e strumento di questa grande scommessa. Il giornale in pochi anni diviene il perno della lotta alla “mentalità mafiosa”, Nisticò diventa un maestro del giornalismo e l’Ora una grande scuola, una “fabbrica delle notizie”.

NOTE DI REGIA
Attraverso l’analisi testuale del piccolo quotidiano palermitano mi son fatto l’idea che “L’Ora” rappresenta la nascita “dell’anno zero” della lotta alla “mentalità mafiosa”, rappresenta l’anno zero della presa di coscienza e di consapevolezza da parte degli intellettuali siciliani. La nascita dell’esigenza da parte loro di una presa di posizione; la lotta alla mafia doveva partire dalla accettazione del fenomeno mafioso e dalla necessità di combatterla attraverso lo strumento che gli era più consono e cioè attraverso la scrittura, attraverso la denuncia, attraverso la presa di consapevolezza che la mafia non era solo piccola criminalità, ma era diventata un elemento fondante della società civile, un elemento fondante i rapporti di potere e politica. Per la prima volta si denuncia pubblicamente sulle prime pagine di un quotidiano la connivenza tra politica e mafia e lo si fa in modo forte, palese e determinato, mettendosi contro la politica, contro la magistratura e contro una grossa fetta della parte dirigente del nostro Paese, pubblicando nomi e cognomi sulle prime pagine sia di mafiosi capimafia sia di politici, imprenditori e società civile che facevano parte di questo meccanismo mafioso. E questo lo si fa prima di tutto attraverso le pagine della cultura e attraverso l’autorevolezza dell’intellighenzia siciliana che rafforza e sostiene la forza dirompente degli straordinari giornalisti di cronaca guidati dal direttore Vittorio Nisticò.
La cosa che mi ha più stupito studiando, cercando tra gli archivi degli articoli pubblicati su “L’Ora”, è lo spessore culturale di questo piccolo giornale. Le pagine della cultura sono straordinarie, vi erano i contributi di Leonardo Sciascia, di Consolo, di Bufalino, di Perriera, di Danilo Dolci, intellettuali siciliani e non, che bazzicavano in quella redazione. A volte, leggendo gli articoli di Leonardo Sciascia, mi sono chiesto come fosse possibile che un quotidiano letto da una piuttosto scarna popolazione eterogenea, potesse avere un livello così alto di intellettualismo, così alto di analisi politica, sociale e culturale. Mi chiedo, ma oggi le grandi testate giornalistiche riescono anche solo parzialmente, a proporre un livello culturale di quello spessore? Mi chiedo: è un problema di epoca in cui viviamo, dove gli intellettuali sono sempre meno raffinati o dipende soprattutto dallo spazio che l’informazione dà alla cultura nell’analisi dei fenomeni sociali?

ANTONIO BELLIA – Profilo e filmografia
Nasce a Catania nel 1969. Si laurea in Psicologia all’Università di Palermo ma fin da giovanissimo coltiva la passione per la fotografia e il cinema. Ben presto inizia un percorso nel cinema prima come assistente e poi come aiuto regia. Per diversi anni alterna la regia di documentari al lavoro di aiuto regia nel cinema. Realizza alcuni documentari per la RAI e altri per ARTE’/ZDF. Nel 2005 fonda la Demetra produzioni con cui realizza le proprie opere e partecipa in qualità di coproduttore e/o produttore esecutivo alla realizzazione di documentari e fiction di altri autori.
Dal 2009 è direttore artistico del SiciliAmbiente documentary film Festival giunto alla VIII edizione. Dal 2015 assume la co-­‐direzione del “DIRITTI A TODI Human Right International Film Festival” di Todi

FILMOGRAFY: 2015 linea 101 (Short-­‐film) 2013 No mans land (doc collettivo-­‐ ZDF/ARTE’) 2012 Il Santo Nero (doc); 2010 A Tutto tonno (doc) 50’; Uno di Noi (doc-­‐ ZDF/ARTE’) 55’; 2009 La Terra inquieta (videoart)11’; 2008 Cronache di mafia (doc RAI) 54’ 2007 La Favola Perduta (doc)52’; Terre in moto Belice 68’ (doc-­‐RAI )52’; 2006 A’ Pirrera (doc-­‐ HC)54’; Musica dai balconi (Theater)18’; Unesco (spot) 2005 Biciclette (doc) 37’; Lo spazio ecologico urbano (doc)50’; 2004 Senza tempo (Short-­‐ film S16mm). 14’ 2003 Crimini di pace (doc-­‐ RAI)47’; Andare (Short-­‐film 35 mm)11’.; KIRKA (Music videoclip of the group Nest)4’; 2002 Tra natura e storia (doc)52’; Ore d’aria: storia di Silvia Baraldini (doc)54’; 2001 La caduta degli angeli (doc)48’; 2000 Nel cuore delle alghe e dei coralli: storia di Peppino Impastato (doc-­‐ TELE+)47’; 1998 Radio spazio pirata (doc) 32’; Peppino Impastato: Storia di un siciliano libero (Doc-­‐ PLANET)32’; 1996 Posso darle un facsimile? (Doc)52’.

PRESENTATO IL FAN MOVIE “LA TOMBA DI EVAN” DI MICHELE CONIDI

PSL_4628

La Tomba di Evan:

Presentato il Fan Movie ideato, scritto e diretto da Michele Conidi

 E’ stato presentato domenica 11 febbraio alle ore 17.30 presso il teatro Olympia di Roma, il film ideato scritto e diretto dal regista Michele Conidi, protagonisti principali Elisa Pepè Sciarria nei panni di Lara Croft e Marco Bonafaccia nei panni di Nathan Drake, i due eroi più famosi dei videogiochi.

PSL_4635

Il film è nato da un’idea del regista che essendo un Fan dei due eroi, riusciva solo a trovare video dove i due personaggi erano sempre uno contro l’altro, e quindi li ha pensato di scrivere una storia dove invece i due potessero collaborare assieme così, dopo circa due mesi di ricerca delle location adatte dove girare il tutto, sono iniziate le riprese durate circa un anno e terminate a novembre 2017. Tanto il tempo dedicato per perfezionare ogni minima cosa, a cominciare dalla scelta del Cast che dovevano essere somiglianti ai personaggi che vengono richiamati nel film, per arrivare al montaggio video e audio. La presentazione è stata organizzata e curata dall’Agenzia MTM EVENTS, del Presidente Massimo Meschino, e dall’Università Thomas More del Presidente Teodoro Calvo che hanno sposato il progetto sin da subito, e sia gli stessi Presidenti che varie ragazze dell’agenzia hanno fatto parte del cast.

PSL_4608

Il film ha avuto anche il patrocinio e sostegno da parte del Fan site “Tomb Raider Italia” il cui Amministratore Daniela Valeri non potendo essere presente, ha voluto omaggiare il regista Michele Conidi e tutti gli attori presenti di una sua chiamata in diretta per complimentarsi con loro del lavoro svolto.La presentazione della serata è stata affidata alla bravissima giornalista e conduttrice Chiara Failli che ha egregiamente svolto il proprio ruolo, presentando subito il regista Michele Conidi, che ha spiegato come è nato il film,  e poi i due attori principali, ovvero la giovanissima e bellissima Elisa Pepè Sciarria ed il bravissimo Marco Bonafaccia, che hanno testimoniato la loro felicità ed entusiasmo nel vestire i panni dei due eroi, dopodiché luci spente e proiezione del film.

PSL_4633

Circa un’ora di immagini di varie località del mondo, scene d’azione e suspance, e anche con un piccolo accenno ad un sequel, senza lasciare fuori le immagini divertenti del back stage. Un lungo e forte applauso da parte del folto pubblico che ha gremito la sala del teatro ha accompagnato i titoli di coda, con apprezzamenti vari e commenti positivi.

Subito dopo la proiezione e dopo qualche risposta del regista a delle domande e/o curiosità da parte degli ospiti e della stampa presente in sala, la conduttrice ha dato la parola al Presidente dell’Università Thomas More che ha spiegato il perché la sua Università ha sposato il progetto, tanto da prenderne parte anche come attore, ed ha poi voluto premiare prima gli attori principali Elisa Pepè Sciarria e Marco Bonafaccia con un riconoscimento e attestato di titolo Accademico d’Onore per la Migliore Interpretazione del Personaggio, e poi il regista Michele Conidi con il Premio Internazionale Thomas More University U.P.T.M. come Regista e Sceneggiatura originale.

Dopo questa premiazione, si è proseguiti alla presentazione del breve cortometraggio “La scommessa di San Valentino”, un cortometraggio comico ideato, scritto e diretto sempre dal regista Michele Conidi con riprese di Carolina Zero e fotografia di Mario Buonanno, con la partecipazione straordinaria della bravissima e simpaticissima attrice Luciana Frazzetto e del simpaticissimo disturbatore e presenzialista tv Niki Giusino. Ovviamente anche qui non sono mancate risate a più non posso da parte degli ospiti presenti, che ha continuato ancora nel momento in cui la conduttrice li ha invitati a salire sul palco e, sempre in modo scherzoso, i due hanno raccontato il loro divertimento nel partecipare al corto.

La parola è stata poi data al Presidente dell’Agenzia MTM EVENTS Massimo Meschino che ha spiegato il perché ha sposato questo progetto e tanti altri progetti del regista Michele Conidi con cui collabora ormai da qualche anno e nei quali lavori vengono sempre inserite ragazze dell’agenzia e del concorso nazionale di bellezza e talento Una Ragazza per il Cinema appunto rappresentato nel Lazio e Molise dallo stesso Massimo Meschino.

Inoltre, a nome dell’Agenzia MTM EVENTS e dell’Università Thomas More, i due Presidenti hanno voluto consegnare un attestato di riconoscimento a tutti gli attori partecipanti, a cominciare da quelli del film ovvero, oltre ad Elisa Pepè Sciarria e Marco Bonafaccia, anche Gabriel Cash (regista ma questa volta in veste di attore), Sandro Presta (cantante e attore di cui è stato anche inserito un suo brano inedito nel film), Andrea Franchini, Andrea Barbieri, Nicole Ammannito, Erika Sibio, Marco Bersaglini, Monica Giannotti, Alessia Maria Tanase, Roberta di Rago, Fabio Bosco, Federico Saliola, Francesca Angarano, Mario Buonanno, Alessandro Betti, Ilenia Pisicchio, Giorgia Succu, Irene Mezzelani, Christian Draghi, Lorenzo De Silvestro, Alfredo Lucarelli, Luigi Collalti, Davide Mattei, Sebastiano Testoni, Sergio Capuano, Valentina Capuano, Francesco Porcari, Salvatore Canzonetta, Giovanni Conidi e gli stessi Massimo Meschino, Teodoro Calvo e Michele Conidi, per poi passare a quelli del corto, ovvero Luciana Frazzetto, Niki Giusino, Ilaria Semenzato, Cristina Alexandra, Massimo Diodato e lo stesso Michele Conidi.

Dopo la premiazione la conduttrice ha chiamato sul palco la regista Giovanna D’Urso che ha spiegato ed illustrato tutti i progetti che partiranno e che vedranno la nascita della collaborazione tra lei, eur web tv5 e la MTM EVENTS e tutte le loro ragazze.

Ad immortalare tutti i più bei momenti è stato il fotografo ufficiale della serata Walter Truocchio, le riprese sono state del Videomaker Andrea Pierini e il Regista di palco Claudio Pallotta.

Tanti gli amici del mondo dello spettacolo che hanno voluto esserci, a cominciare dal presentatore di La7 Anthony Peth, il regista e doppiatore Massimo Milazzo, la produttrice Maria Nanette, il regista Claudio Lucarelli, la fotografa dei Vip Marcella Pretolani, il Maestro di musica Corinna Ricci ed il musicista Lorenzo Tonelli (di cui alcuni loro inediti e brani sono stati inseriti nel film), la public relation manager Anna Nori, il regista Giovanni Brusatori, l’attrice Giorgia Floridi, l’attore comico Fiore, l’attore Alessandro Somma, il fumettista Pierpaolo Pasquini, la sceneggiatrice Valentina Di Stefano, la giornalista e Presidente dell’Associazione Occhio dell’Arte Lisa Bernardini, il cabarettista Oscar Biglia, il dj Bibi Gismondi e tanti altri ancora.