IL VIDEO DEI CYWKA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE PRESENTATO AL COMUNE DI FANO

TIZI DUO

Il 26 novembre 2017, nella settimana dedicata a combattere la violenza sulla donna,  come evento conclusivo della programmazione annuale della Presidenza del Consiglio e dell’Assessorato alle Pari Opportunità, nella  Sala Verdi del Teatro della Fortuna Comune di Fano, è stato proiettato il cortometraggio musicale “La violenza va denunciata”, del singolo “Io meno te”. Il brano é contenuto nel mini cd “Messaggi” dei CYWKA Duo acustico di cui Tiziana Stefanelli – voce e Riccardo Paci – chitarra classica. Il cd, ideato, voluto e creato dal duo è rivolto ai “Diritti Umani” ed ha trovato, in questo caso, il sostegno della Regione Marche e del Comune di Fano.

TIZI ATTRICIE’ proprio in questa località che il video (o meglio i due video) sono stati girati,  in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano, e che hanno coinvolto circa 120 persone per la realizzazione.  I videoclip, in doppia versione con la partecipazione uno dei Carabinieri e l’altro della Polizia,  sono stati autorizzati dal Ministero dell’Interno e del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, ed hanno visto come partecipanti il Commissariato di Fano e il Comando dei Carabinieri di Fano al fine di rendere più veritiero il momento dell’atto di denuncia. TIZIGRUPPO

Protagonisti del video l’attrice Lucilla Monaco, la donna che subisce violenza domestica e l’attore Marco Marchese che incarna il ruolo dell’uomo violento. Parte focale quella dell’Anima, incarnata dalla giovanissima Maria Castaldo, quell’anima che spesso viene dimenticata e che porta i lividi indelebili per tutto il resto dell’esistenza. Corale ed intenso il momento delle 51 figuranti, tra le quali anche Erminia Kobau di Uomini e Donne, che si sono rese disponibili ad incarnare le future donne che andranno a denunciare una violenza seguendo il coraggioso esempio. Perché è proprio il sostenere le donne a denunciare l’accaduto il messaggio centrale del brano e del video. La sceneggiatura del video è di Tiziana Stefanelli, Prodotto da Associazione Teatro LaVanda e lo possiamo trovare sul canale personale dei CYWKA Duo acustico della piattaforma professionale Vevo-Youtube. https://www.youtube.com/watch?v=MjS2hL2jFtE

I CYWKA Duo acustico, da sempre paladini di musica e testi  raffinati e colti, hanno voluto creare questo brano, poi divenuto video, appositamente per la tematica della violenza sulle donne, che affligge quotidianamente  la nostra società. Dallo scorso anno è iniziato il loro tour itinerante italiano presso i centri/associazioni anti violenza e manifestazioni in genere in cui devolvono loro i proventi a sostegno delle attività. Tutto il cd è portatore (e lo dice il titolo stesso) di “Messaggi”, che contengano dei principi positivi e di riflessione verso vari aspetti dei diritti umani. La mission dei CYWKA è quella di seminare delle “note“ positive e dei modi di vivere e di espressione che possano essere indicazioni di buona via per le generazioni future e di memento per i cittadini attuali. Riportiamo le parole di Tiziana Stefanelli:

“Un lavoro di utilità sociale, non solo espressione musicale, un lavoro progettato nel lontano 2010 per la sua complessità, soprattutto con la volontà di far capire quanto la musica e le immagini possano contribuire, quando sorretti da messaggi corretti, a cambiare il corso di vita di alcune donne e aiutino l’intera società a comportamenti più sani.” 

Oltre ai personaggi già citati si vogliono ringraziare:

Erminia Kobau personaggio pubblico di Uomini e Donne di Maria de Filippi che per l’occasione ha prestato la sua immagine a sostegno del progetto e di tutte le donne

erminia
– Carlo Diamantini, che ha curato gli effetti speciali; grazie ai precedenti lavori internazionali gli sono stati assegnati
2 Premi del David di Donatello
– Mario Orfei, stilista romano che ha donato gli abiti di scena per Tiziana Stefanelli; riconosciuto Ambasciatore della
moda italiana negli Emirati Arabi
– Stefano Melone, pianista, arrangiatore e sound engineer a livello internazionale che ha curato la scrittura archi del
brano “Il canto che non so”.
– Claudio Morosi pianista e arrangiatore che vanta collaborazioni musicali con la Ferrari Casa Automobilistica e
Musical di Broadway; ha firmato la scrittura degli archi di “Io meno te” e “Il volo degli angeli”
– Mauro Chiappa, tramite l’arte del disegno in caricatura, ha lasciato al mondo del jazz a livello internazionale le sue
opere; ha firmato il disegno di copertina del cd “Messaggi”.

Di seguito alcune foto di backstage

TIZI 51DONNE

TIZI BACK MARIA

 

tizdue

Annunci

PERCHE’ L’AVETE UCCISO? “PER VEDERE L’EFFETTO CHE FA” .. IL CASO VARANI DALLA CRONACA AL TEATRO

L’EFFETTO CHE FA la cronaca in scena

Tutto esaurito in Via Giulia. Tra commozione e applausi, ci sono anche quelli di Giuseppe Varani, padre del giovane Luca.

 Sono state otto le repliche de L’Effetto Che Fa, lo spettacolo liberamente ispirato alla terribile vicenda che ha visto ucciso Luca Varani lo scorso marzo 2016. Un martire dei giorni nostri, così l’ha definito il giovane regista e autore Giovanni Franci, che dallo scorso giugno in occasione del lancio di stagione del nuovo OFF/OFF Theatre, ha fatto silenziosamente fronte alle tante polemiche che lo hanno tacciato come speculatore di un fatto che per molti, non doveva finire in teatro. Ma la caparbietà e la bravura dell’autore nel comporre un testo delicato e pregevolmente scritto, si è unito alla grande interpretazione dei giovani attori Fabio Vasco, Valerio Di Benedetto e Riccardo Pieretti, dando vita ad una piéce che ha indagato l’oscurità dell’animo umano, ponendo infinite riflessioni su una società che vacilla, reggendosi ormai su vacui stereotipi.

 IMG_9480 copia

Per otto giorni la sala ha registrato il tutto esaurito, tra la commozione e gli applausi di un pubblico trasversale, che ha visto a teatro anche chi abitualmente non lo frequenta. E quando lo scorso 2 novembre tra le prime file si è seduto il padre di Luca, Giuseppe Varani, accompagnato da amici e familiari, l’emozione della compagnia si è tramutata in profondo rispetto per un uomo che ha saputo insegnare in pochi gesti, la dignità del dolore. Giuseppe è poi tornato per rivedere ancora come Luca, in questa rappresentazione, sia divenuto il simbolo di qualcosa che va ben oltre l’orrore e il massacro. Perché i martiri sono destinati a vivere oltre ogni fine e nel testo di Franci, Luca è e sarà sempre vivo più che mai. L'Effetto Che Fa_La Scena + Attori_ph Marco Aquilanti

L’Effetto Che Fa la cronaca in scena, è stato disarmante. Per tutti. Ne è convinto Silvano Spada, direttore artistico del nuovo spazio di Via Giulia, insieme alla sua direttrice organizzativa Carmen Pignataro. Sono proprio loro a credere sin da subito, in un testo che era destinato a spaccare l’opinione pubblica e su cui scommettere non era cosa scontata. Dai social della compagnia e dal teatro parte la promessa che L’Effetto Che Fa tornerà in scena, affinché il teatro sia ancora una volta scuola di vita e di pensiero. Affinché non ci siano più vittime sacrificali, ma solo insegnamenti da ricordare.

 

L'Effetto Che Fa_A Luca_ph Marco Aquilanti

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona
carla@fabighinfanti.it
savonaroberta@gmail.com
Carla 338 4935947 | Roberta 340 2640789

www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/

INTERVISTA A DAVID PIRONACI: CONOSCIAMO IL VOCAL COACH, L’ACCADEMIA WHY NOT…? E PRODUZIONI WHY NOT…? – di Sara Lauricella

Continua a leggere

SPECIALE GAY PRIDE NEW YORK 2015 – di Sara Lauricella

Alcune esperienze vanno condivise più e più volte. Un percorso che ho iniziato parecchi anni fa di valorizzazione e tutela dei cosiddetti “diversi” … ma nasce la solita domanda: diversi da chi? diversi rispetto a chi? chi ha stabilito chi e cosa è da considerare diverso?

La molteplicità di espressione sessuale si può considerare diversità?

Condividiamo con voi un video reportage girato nel 2015 a New York durante il Gay Pride. Quando si dice l’America … in questo caso un altro mondo ed un altro modo di vivere ed affrontare “la diversità”. Il gioco del travestimento e la colorata follia della parata sono solo mezzi comunicativi per far parlare delle problematiche vere. Non è ridicolizzazione ma ironia, un modo gioviale di manifestare temi seri. Le riprese sono state fatte con un cellulare ed un tablet …. il nostro videomaker Antonello Martone ha cercato di fare il possibile con il montaggio di materiale non di ottima qualità. Ma è il senso quello che conta… nel video.. come nella vita! Buona visione

Sara Lauricella

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE IL DUO ACUSTICO CYWKA PRESENTANO IL LORO VIDEOCLIP ALLO SPAZIOQ8 DELL’ISOLA TIBERINA … E MARIO ORFEI SFILA CON I SUOI ABITI – di Sara Lauricella

ALE_2434

giusta

Doppio evento giovedì 25 agosto 2017, con ingresso gratuito, allo SpazioQ8 dell’Isola del Cinema: alle 20 ci sarà  la  presentazione del videoclip “La violenza va denunciata” con il brano musicale del duo CYWCA “Io meno te” ed, alle 21,15 si terrà la sfilata di moda dalla collezione Reflex dello stilista Mario Orfei, da tempo impegnato nella lotta contro la violenza di genere. I due eventi saranno condotti da Giovanni Fabiano Direttore artistico della rassegna Cinema&Libri. I CIWKA, formazione in duo acustico composta da Tiziana Stefanelli – voce – e Riccardo Paci – chitarra classica, hanno scritto il brano “Io meno te” con il preciso scopo di trattare la spinosa tematica della violenza sulle donne. Il pezzo  è contenuto nel mini cd “Messaggi” , a sua volta  facente parte di un più ampio progetto sui diritti umani in via di produzione. titti & ricky (da fotoshop)

 

 

Per via della complessità del progetto, la costruzione del video è iniziata nel 2016 ed è stata molto curata già a partire dalla sceneggiatura, che ha voluto evidenziare la problematica senza voler mostrare alcuna forma di violenza fisica e volendo incentrare il tema sulla violenza all’anima della donna vittima.  La realizzazione del clip, a cui hanno partecipato anche nomi noti quali Erminia Kobau di Uomini e Donne, Marco Marchese, Lucilla Monaco e Maria Castaldo, è stata avvalorata dalla collaborazione con i Carabinieri di Fano, città dove è stato girato il video. Centrale la scena della “rivolta” in cui la vittima denuncia il suo accaduto ed “apre il varco” alle altre donne vittime per uscire dal silenzio. Come vetrina di presentazione in anteprima nazionale, i CIWKA hanno scelto la Rassegna Cinema & Libri, nello Spazio Q8 di Isola del Cinema a Roma, rassegna che, in questi lunghi anni, ha spesso abbracciato tematiche forti ed attuali. La serata vedrà protagonista anche il designer romano MARIO ORFEI il quale, oltre a proporre le sue creazioni della collezione REFLEX, vestirà la cantante del duo Tiziana Stefanelli e la copresentatrice della sfilata Maria Castaldo. orfei

 

L’evento sarà seguito da importanti personaggi del mondo dello spettacolo, del giornalismo e dei media, e delle istituzioni. Una serata da seguire e da ascoltare … con tutti i sensi.

APPREZZATO AL TEATRO SOCIALE DI AMELIA LO SPETTACOLO TEATRALE “IL SOGNO DI CLIO”: ”L’ARTE CHE PURIFICA E REDIME” IN TOUR PER L’ITALIA– di Sara Lauricella

Apprezzato e gradito dagli addetti ai lavori lo spettacolo teatrale “IL SOGNO DI CLIO” che ha toccato l’antica città di AMELIA  come tappa umbra del tour. Location storica ed elegante il  TEATRO SOCIALE DI AMELIA che il 30 GIUGNO 2017 ha  ospitato la “Compagnia Teatrale Carmen Morello” in un dramma musicale di gelosia e di passione, un dramma degli anni ’20 che potrebbe essere accaduto anche nei nostri giorni,  e che presenta  le ARTI come la via di purificazione per le coscienze onnubilate dal male. La forte tematica (un paradosso giudiziario su un delitto d’onore) è presentata in chiave moderna e fresca anche grazie alla presenza di tanti giovanissimi artisti e con una fusion di rap, danze dell’epoca unite all’hip hop, acrobazie aeree, musicisti classici che improvvisamente verteranno in temi moderni. Uno spettacolo in cui il moderno e l’antico si uniscono in un’amalgama interessante ed avvincente.

19665202_1549314741809259_6959354466712150710_n

Una profusione d’arte in tutte le sue forme da quelle più terrene come la danza a quelle più celestiali quali le acrobazie aeree. L’opera, messa in scena dalla “Compagnia Teatrale  Carmen Morello” , è stata  ideata da Carmen Morello, scritta  da Gennaro Francione e è stata curata nella regia da Igor Maltagliati. Tanti i volti già noti al grande pubblico tra cui Mario Misuraca già attore della Compagnia della Rancia, la stessa Carmen Morello, protagonista dell’opera, che impersonerà la musa CLIO, la passionale donna del sud Simona Meola esperiente attrice di teatro, la flautista Mirella Pantano che ha suonato ne “La Corrida”  ed è stata docente di “La flute dans la music pour Cinema”, il bravissimo attore teatrale Cristiano D’Alterio nei panni dell’amante  e tanti tanti altri artisti.

19702531_1549314665142600_4298427234822787652_n

Il cast attori condivide spesso il palco con il team cantanti (capitanati dal Maestro David Pironaci e comprendente il duo rap degli LtSpeak, la dolce voce di Anita Tenerelli e quella potente di Alessandra Fineo, il rapper Grossover ed il rockman Alessio Torri con un accompagnamento alla chitarra di Alessio Bonelli, il team acrobati delle giovanissime Ludovica del Nero e Lucrezia Bussoletti, il team musicisti delle fantastiche Mirella Pantano e Guendalina Pulcinelli, e il team danza della Union Oktopus Company coreografati da Chiara Tobia anche in veste di coreografa di scena. I costumi sono opera della visual designer  Maristella Gulisano, la fotografa ufficiale  Isabella Cavallaro,  la comunicazione media web di “Sara Lauricella Ufficio Stampa” affiancata dal grande Giò di Giorgio e da Laura Gorini quale ufficio stampa nazionale di Carmen Morello, la segreteria di produzione di Tomas Conforti. Tutta la compagnia, composta da circa 20 artisti oltre lo staff tecnico, è organizzata Chantal d’Agostino e dalla Sabrina Alfarano Koko Events. I biglietti di tutte le tappe, esclusivamente in prevendita, si possono acquistare sul sito Do It Yourself http://www.diyticket.it.  Le prossime tappe saranno il 31 luglio ai Parchi della Colombo a Roma, l’8 e 9 agosto Sestri Levante (Genova) ed il 23 settembre a Scarzuola, e ritornerà a Roma, per 15 giorni, a partire dal 5 ottobre, in cartellone presso il Teatro Laura; si toccheranno anche tante altre città che via via vi sveleremo. Per il sostegno si ringraziano gli sponsor Kasanova, Why Not?, Crif, Koko Events, Fusions Arts, Rachele Landi make up artist, Movimento diritti e futuro, #Differevent, Centro Rottami srl, Le Colture Valdobiaddene Italia.

Per essere sempre informati su “Il sogno di Clio” potete  seguire la pagina facebook dedicata alla tournee:  https://www.facebook.com/Il-Sogno-Di-Clio-176091949549947/?fref=ts

Per acquistare i biglietti per TUTTE  le tappe  tramite DO IT YOURSELF  si potrà consultare il sito www.diyticket.it

Ufficio Stampa Spettacolo Teatrale IL SOGNO DI CLIO

19665202_1549314741809259_6959354466712150710_nSara Lauricella e Giò di Giorgio

differevent@gmail.com

LA STILISTA DEGLI ABITI DA LAVORO: CON NOI LAURA BOTTOMEI

MADE IN ITALY

Intervista  con l’innovativa stilista Laura Bottomei. Anche durante l’attività lavorativa si può vestire bene e di gusto con abiti Made in Italy nei tessuti e nel design. In questo caso vediamo come si può essere fashion nella ristorazione. Abbiamo incontrato la stilista e visual designer che, in questo caso, ha anche curato l’arredamento e gli allestimenti per “HOME” Food & Coffee, locale di nuova apertura a Ciampino in via Mura dè Francesi 12. Presto la stilista presenterà a Milano la sua nuova collezione di abiti da lavoro.

Intervista e montaggio a cura di Sara Lauricella

20170628_223301