NOMA: UNA SFIDA CREATIVA ALLA VITA … il film che ci racconta il rapporto tra arte e malattia

unnamedLunedì 14 maggio alle ore 18 al WEGIL (Largo Ascianghi, 5, 00153 Roma) avrà luogo la presentazione ufficiale di NOMA: UNA SFIDA CREATIVA ALLA VITA, il film documentario di Alessandra Laganà e Tommaso Marletta vincitore del premio di riconoscimento per il valore umanitario dell’opera all’Accolade Global Film Competition 2017 (CA), USA. Si tratta di un’opera particolarissima sul rapporto tra Arte e Malattia, basata su una esperienza personale vissuta dalla stessa autrice, che affronta il tema delicato della prevenzione oncologica del tumore al seno: un viaggio straordinario per ritrovarsi, per riscoprire l’essenza, per rigettare il superfluo. La proiezione dell’opera verrà anticipata dal dibattito a cui parteciperanno i medici e gli artisti coinvolti nel progetto.

Questo il programma ed i relatori:

Ore 18.00

Andrea Ciampalini
Direttore Generale Lazio Innova

Alfredo d’Ari
Direttore Generale della Comunicazione e dei Rapporti Europei e Internazionali Ministero della Salute

Gian Paolo Manzella
Assessore Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Start-Up, “Lazio Creativo” e Innovazione Regione Lazio

Partecipano al dibattito:

Viviana Enrica Galimberti
Direttore della Divisione di Senologia dell’Istituto Europeo di Oncologia

Carlo De Felice
Professore al Dipartimento di Scienze Radiologiche Oncologiche,
Università La Sapienza di Roma

Paola Iorio
Medico Chirurgo Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Consulente presso il Policlinico Militare del Celio e Aereonautica Militare

Laura Agostini
Psicologa, Psiconcologa, Psicoterapeuta

Tommaso Marletta
Produttore Artistico ed Esecutivo
Sound Designer e musicista del Film Documentario NOMA

Andrés Arce Maldonado
Regista del Film Documentario NOMA

Fabio Zanino
Artista, Digital Art Director

Alessandra Laganá
Ideatrice, autrice e musicista del Film Documentario NOMA

Daniela Terrinoni di Lazio Innova introdurrà l’appuntamento per Race for the cure 2018
Dona per la lotta ai tumori al seno, che si terrà a Roma (Circo Massimo) dal 17 al 20 maggio.

Ore 19.00

Conclusioni

Gian Paolo Manzella
Assessore Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Start-Up, “Lazio Creativo” e Innovazione Regione Lazio

Proiezione del Film Documentario NOMA (durata 60’)

NOMA è sostenuto dal Ministero della Salute e dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica, AIOM. È condiviso con i suoi amichevoli partecipanti nell’Associazione no-profit NOMA World A.P.S., che devolverà i proventi del film alla causa motrice che l’ha ispirata.

Maggiori info e trailer al sito: www.noma.world

Elisabetta Castiglioni
+39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Annunci

Aperto il bando per filmaker “PREMIO CESARE ZAVATTINI”

zavattini

E’ finalmente online il bando e il regolamento 2018 per accedere al PREMIO CESARE ZAVATTINI, il concorso pubblico rivolto a giovani filmmaker professionisti e non, di qualsiasi nazionalità, di età compresa tra i 18 e i 35 anni intitolato ad uno dei padri del neorealismo italiano, nonché sostenitore instancabile del cinema come libero, multiforme, creativo, irriverente strumento di conoscenza del reale in tutti i suoi aspetti.
L’iniziativa – promossa dalla Fondazione Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico (di cui lo stesso Zavattini fu primo presidente),  sostenuta dalla Siae e dal MiBACT, attraverso il bando “Sillumina”, e dalla Regione Lazio, e realizzata in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e con la partecipazione della Cineteca Sarda, Deriva Film e Officina Visioni – ha la particolarità di stimolare e premiare l’originalità, la sperimentazione, anche il “tradimento” o il rimescolamento dei generi nell’ambito del riuso del cinema d’archivio.
I materiali utilizzabili (parzialmente o integralmente) per realizzare il progetto di un film documentario della durata massima di 15 minuti e senza vincoli tematici o di genere, appartengono infatti all’immenso archivio AAMOD e dei partner messi a disposizione sul sito del premio stesso (www.premiozavattini.it).
Una volta pervenuti i progetti, dieci di essi saranno selezionati da una Giuria composta da importanti personalità del cinema italiano e – novità di questa edizione – gli autori delle opere finaliste avranno la possibilità di partecipare a un percorso formativo e di sviluppo guidato da affermati professionisti. Tale percorso, che si terrà fra luglio e dicembre 2018, prevede 124 ore di lezioni frontali e laboratoriali, 36 ore di tutoring individuale (18 in presenza e 18 a distanza), 4 ore di tutoring collettivo, la realizzazione di un dossier di sviluppo e di un teaser per ciascun progetto finalista.
Al termine dell’itinerario formativo, la Giuria sceglierà tre progetti vincitori che, oltre a utilizzare liberamente (con licenze Creative Commons) il materiale filmico dell’Aamod e degli archivi partner, riceveranno servizi gratuiti di supporto per la realizzazione dei cortometraggi (produzione e post-produzione) – la cui fase di lavorazione è prevista fra gennaio e giugno 2019 – e la somma di 2.000 euro per ciascun progetto realizzato.
Il Premio – la cui direzione è affidata ad Antonio Medici – si avvale di un Comitato di Garanti presieduto da Arturo Zavattini e composto dai rappresentanti di tutte le istituzioni che contribuiscono a realizzarlo. È promosso dalla Fondazione Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico (Aamod) nell’ambito del progetto UnArchive (“comando” informatico, traducibile con “estrai da un archivio”), con cui essa intende sperimentare percorsi di massima apertura alla conoscenza, alla diffusione e alla riutilizzazione del proprio patrimonio filmico, attraverso l’adozione di licenze aperte e la valorizzazione delle opportunità offerte dal Web.
Il Bando 2018 è scaricabile al link
http://premiozavattini.it/bando/

Infoline: 06/57289551 – 06/5742872 – 06/5730544
www.aamod.itinfo@aamod.itapalandrani@aamod.it

Ufficio stampa AAMOD: Elisabetta Castiglioni
+39 06 3225044 – +39 3284112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Cineforum Palestina – 1948 : creation e Catastrophe – a 70 anni dalla Nakba

unnamed(4)

Giovedi 10 maggio – Ore 18

1948: CREATION & CATASTROPHE
di  Ahlam Muhtaseb e Andy Trimlett

USA 2017  / 85 minuti in
inglese, arabo, ebraico con sottotitoli italiani

Un evento in collaborazione con Al Ard Doc Film Festival

Sala Zavattini FONDAZIONE AAMOD
Via Ostiense 106 – Roma (Centrale Montemartini)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

unnamed(3)
È impossibile avere un  quadro completo del conflitto israelo-palestinese, senza  comprendere  pienamente cosa sia stato il 1948 – anno della fondazione dello Stato di  Israele. Il documentario 1948: CREATION & CATASTROPHE di  Ahlam Muhtaseb and Andy Trimlett, in programma giovedi 10 maggio alle ore 18 alla Sala Zavattini dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico nell’ambito della rassegna Cineforum Palestina, affida questo compito – a 70 anni di distanza – a storici e a chi ha vissuto quell’esperienza  in prima persona, da entrambi le parti  coinvolte. Per molti testimoni era l’ultima occasione di raccontare i tragici avvenimenti della Nakba, la Catastrophe  per il popolo palestinese….
L’ingresso alla proiezione è libero a tutti.

Infoline: 06/57289551 – 06/5742872 – 06/5730544
www.aamod.itinfo@aamod.itapalandrani@aamod.it

Ufficio stampa AAMOD: Elisabetta Castiglioni
+39 06 3225044 – +39 3284112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Info CINEFORUM PALESTINA: reteromanapalestina@gmail.com

DIGITAL DISTRIBUTION OF “ALTIN IN CITTA'”

altinIn the multiplexes, the logic of the box office dominates and the marketing of the big studios brings an indistinct mass to see the films / product that come out in large quantities every week. We want to make a direct digital distribution of our films without intermediaries between the author and the public: a way to use them in a different, less consumerist way, and to share the journey of cinematographic creation through a working diary from the initial idea until premiere, video and behind-the-scenes images, thoughts and reflections, events, and more that goes beyond the mere consumption of a film product.

 

Nelle multisale la logica del botteghino domina e il marketing dei grandi studios porta una massa indistinta a vedere i film/prodotto che escono in grande quantità ogni settimana. Noi vogliamo fare una distribuzione digitale diretta dei nostri films senza intermediari tra l’autore e il pubblico: un modo per fruirne in modo diverso, meno consumistico, e per condividere il viaggio della creazione cinematografica attraverso un diario di lavorazione dall’idea iniziale fino all’anteprima, video e immagini da dietro le quinte, pensieri e riflessioni, eventi, e altro che vada al di là del semplice consumo di un prodotto filmico.


Here are the interviews to the author and the cast of “Altin in the city“.

Ecco le interviste all’autore e al cast di “Altin in città“.

Compleanno della SIAE nella Giornata Mondiale del Diritto d’Autore

siae pal

IL DIRITTO D’AUTORE FA VIVERE CHI CI FA SOGNARE #SIAE136

Abbiamo liberato la creatività: è la Giornata Mondiale del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE

Roma, 23 aprile 2018. Questa mattina migliaia di palloncini* sono stati liberati nel cielo dell’Eur dal palazzo della Direzione Generale SIAE, in viale della Letteratura. È il modo con cui la Società Italiana degli Autori ed Editori ha scelto di celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, che coincide con la data di nascita di SIAE, che oggi compie 136 anni.

“Abbiamo scelto il palloncino come simbolo perché vola alto, come le emozioni – commenta Filippo Sugar, Presidente di SIAE. – È un oggetto semplice eppure capace di evocare la spensieratezza e la creatività. Ma anche un simbolo di fragilità, perché basta uno spillo per renderlo un involucro privo di vita. Così il diritto d’autore, che tutela tutti coloro che ogni giorno ci regalano emozioni, è messo a rischio dagli ‘spilli’ di chi non riconosce il lavoro degli autori”.

image002

Oggi come non mai è di importanza cruciale celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore. Il rischio, infatti, è di assistere alla incredibile affermazione del paradosso per cui corrispondendo meno diritti agli autori e agli editori si otterrebbe un aumento della produzione culturale.

Hanno ricordato l’importanza della creatività con la loro presenza premi Oscar come Ennio Morricone e Nicola Piovani, autori che hanno fatto la storia della canzone italiana come Mogol, e tanti autori e artisti tra i più amati, da Luca Barbarossa a Dori Ghezzi, da Paolo Fresu a Paolo Damiani, Mario Lavezzi, Riccardo Sinigallia, Franco Mussida, Piero Cassano in rappresentanza degli oltre ottantacinquemila associati SIAE che fanno grande ogni giorno la cultura italiana.

Con loro il Presidente di SIAE Filippo Sugar, il Direttore Generale Gaetano Blandini e il Presidente del Consiglio di Sorveglianza Franco Micalizzi, per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE, fondata a Milano il 23 aprile 1882, e numerosi autori, rappresentanti di tutte le generazioni della creatività italiana, per ricordare che il diritto d’autore fa vivere chi ci fa sognare.

Sono intervenuti al festeggiamento dando prova del loro entusiasmo e del loro talento anche i ragazzi del Dipartimento di jazz presso il Conservatorio romano di Santa Cecilia diretto dal M° Paolo Damiani.

Sono Vittorio Gervasi (sax tenore), Stefano Di Grigoli (sax tenore), Daniele Dominici (sax baritono), Vittorio Solimene (pianoforte), Fabio De Vincenti (chitarra acustica), Giordano Panizza (contrabbasso), Fabrizio Ferrazzoli (percussioni), Daphne Nisi (voce), Marta Alquati (voce), Laura Sciocchetti (voce) e Daniela Troilo (voce), che hanno omaggiato il Maestro Morricone e il Maestro Piovani eseguendo alcune delle loro più celebri colonne sonore, da C’era una volta un film a La vita è bella.

Fotografo ufficiale dell’evento è stato Massimo Sestini, vincitore del World Press Photo 2015.

Tutte le immagini e il video dell’evento sono scaricabili a questo link: http://www.massimosestini.it/archive/Slate.aspx?id=c33505dc-4235-4567-98d3-3c108f11547d

*tutti i palloncini utilizzati per realizzare l’evento sono ecologici e biodegradabili

Maria Rosaria Grifone

UFFICIO STAMPA

 SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori

In viaggio con Ettore, alla scoperta del Patrimonio Artistico del nostro Paese – Euroma 2

Locandina (Copia)

“In viaggio con Ettore, alla scoperta del Patrimonio Artistico del nostro Paese”

Il simpatico Riccio viaggiatore approda a Venezia nel secondo libro della collana ideata dalla storica dell’arte Camilla Anselmi

Roma, Mercoledì 18 Aprile 2018. Un’affollatissima Sala, nella splendida cornice dei Musei Capitolini, ha ospitato oggi la Conferenza Stampa sulla seconda edizione dell’evento volto alla promozione della Storia dell’Arte fin dalle scuole primarie: “In viaggio con Ettore, alla scoperta del patrimonio artistico del nostro Paese”.

Gli attori Sebastiano Somma e Sabrina Crocco (Copia)

A presentare l’incontro, è stato l’attore Sebastiano Somma. Ospite d’eccezione, il noto conduttore tv e giornalista Roberto Giacobbo. Tra coloro che sono intervenuti a sostegno del progetto il Presidente Consorzio Euroma2 Davide Maria Zanchi, il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito, l’Assessore politiche giovanili e grandi eventi cittadini Daniele Frongia, il Curatore delle raccolte storiche dei Musei Vaticani Sandro Barbagallo, l’Assessore alle Politiche Sociali ed educative X Municipio Germana Paoletti, l’Assessore al Diritto della Scuola, crescita culturale, turismo e sport IX Municipio Carmela Lalli.

da sinistra Valentina Fontana Camilla Anselmi e Roberto Giacobbo (Copia)

 

Presenti in sala, l’autrice Camilla Anselmi, ideatrice della collana “Ettore, il riccio viaggiatore”, l’illustratrice Valentina Fontana, il Presidente dell’Associazione Peter Pan Onlus Renato Fanelli, insieme ai Dirigenti delle scuole aderenti al progetto e ad una rappresentanza di 80 bambini delle scuole primarie coinvolte nell’iniziativa, provenienti dai Municipi VIII, IX e X.

Pannello espositivo Ettore con Opsiti (Copia)

Dal 7 al 18 Maggio torna a Euroma2 l’attesissima iniziativa “A spasso con Ettore, un’avventura a Venezia”, l’evento dedicato ai più piccoli, nato dalla collana di libri illustrati per bambini che vede protagonista Ettore, il Riccio viaggiatore (Scalpendi Editore). In questa seconda avventura il piccolo Riccio sbarca a Venezia, per accompagnare i giovanissimi lettori tra i monumenti della meravigliosa città d’arte sospesa sulla Laguna più famosa del mondo.

Ettore, il simpatico protagonista nato da una fortunata intuizione dell’autrice Camilla Anselmi e disegnato dall’illustratrice Valentina Fontana, è diventato in breve tempo il compagno di viaggio di migliaia di bambini che attraverso le avventure del piccolo riccio, scoprono le meraviglie storico-artistiche del nostro Bel Paese. Un progetto al quale Euroma2 ha voluto fortemente credere e offrire il proprio sostegno, contribuendo in questo modo alla formazione dei più piccoli sulle inestimabili ricchezze dell’arte e della storia italiana.

Presidente Zanchi e Marcello De Vito (Copia)

Dal 7 al 18 maggio, attraverso un itinerario di allestimenti scenografici ricreati nella Galleria di Euroma2, il viaggio di Ettore prosegue insieme ai 1700 bambini che ripercorreranno le tappe visitate dal riccio nel suo tour alla scoperta delle magnificenze di Venezia. Accanto ad ogni installazione, giovani studenti del Confalonieri – De Chirico (Istituto Professionale Servizi Commerciali Tecnico Tecnologico Liceo Artistico) terranno brevi lezioni di storia dell’arte, illustrando e spiegando alle scolaresche la storia e l’importanza dei monumenti veneziani. Un’esperienza formativa per i piccoli visitatori, ma anche per gli studenti delle superiori che potranno testare sul campo le conoscenze apprese nel proprio piano di studi, acquisendo così i crediti formativi indispensabili per completare il percorso di alternanza scuola-lavoro.

Quest’anno all’iniziativa hanno aderito ben 25 Scuole, Istituti Comprensivi dell’VIII, IX e X Municipio, per un totale di 75 classi; un coinvolgimento straordinario che conta 150 insegnanti e oltre 1700 alunni delle primarie. I bimbi che parteciperanno all’iniziativa riceveranno in regalo il libro di “Ettore”, sempre più protagonista della letteratura per ragazzi e un importante strumento didattico per sensibilizzare ed educare le nuove generazioni alla conoscenza e al rispetto del patrimonio culturale delle città italiane.

L’impegno di Euroma2 verso le nuove generazioni in questa edizione si estenderà anche ai bambini malati di cancro, con un contributo a supporto dell’Associazione Peter Pan Onlus, un modello di integrazione socio-sanitaria, che da decenni offre sostegno e accoglienza ai bambini malati e alle loro famiglie. Le avventure di Ettore terranno compagnia ai ragazzi che arrivano da tutta Italia per potersi curare a Roma, permettendogli di leggere e viaggiare con l’immaginazione in compagnia di un nuovo amico.

Il progetto sarà riproposto ad ogni pubblicazione della collana e avrà lo scopo di fornire ai giovani un bagaglio di conoscenze tale da renderli, un giorno, cittadini dotti e consapevoli sul ruolo primario che l’Italia ha ricoperto nella storia e nella cultura e che, ancora oggi, la rende grande agli occhi del mondo.

L’autrice, già nota nell’ambito della letteratura per l’infanzia per essere stata, nel 2012, co-autrice del testo “Raccontami il Duomo. Storie del Duomo di Milano”, nato dall’esperienza maturata in anni di attività come co-responsabile dei Servizi Educativi del Museo del Duomo, ha pensato di avvicinare all’arte i più piccoli servendosi del racconto ludico prendendo spunto dalle loro domande più frequenti e curiosità principali, dal loro approccio ricco di prospettive inedite. Al protagonista, infatti, il piccolo riccio Ettore, è affidato un compito fondamentale: educare al patrimonio le future generazioni.
Per l’alto valore culturale dell’iniziativa, “A Spasso con Ettore, un’avventura a Venezia” è patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Città Metropolitana di Roma Capitale e dalla Presidenza dell’Assemblea Capitolina.

EUROMA2

Via Cristoforo Colombo, angolo Viale dell’Oceano Pacifico (Roma)
Tel. +39 06 5262161

www.euroma2.it

Materiale Video scaricabile al link: https://we.tl/CDM9TlTwFF

Materiale fotografico: https://goo.gl/e9gwnV

Fiabe “originali” in “The black’s tales tour” con Licia Lanera al Teatro Argot

unnamed

#DPBLACKMIRROR
23 – 24 APRILE 2018

THE BLACK’S TALES TOUR
scritto, diretto e interpretato da Licia Lanera
sound designer Tommaso Qzerty Danisi
scenografia Giorgio Calabrese
costumi Sara Cantarone
light designer Martin Emanuel Palma
regista assistente Danilo Giuva

The Black’s Tales Tour è uno spettacolo in cui cinque fiabe classiche – la Sirenetta, Scarpette rosse, Biancaneve, La Regina delle Nevi e Cenerentola – vengono spogliate della loro parte edulcorata e consolatoria e presentate in tutta la verità della loro versione autentica. Licia Lanera firma una scrittura originale che racconta incubi notturni e storie di insonnia, per parlare di alcune donne, delle loro ossessioni, delle loro manie, delle loro paure.

unnamed
 PROMOZIONE
THE BLACK’S TALES TOUR + SUZANNE
2 SPETTACOLI A 16€
+ TESSERA ASSOCIATIVA STAGIONALE 5€
Valida tutti i giorni

chiamando il numero 06.5898111 o scrivendo a info@teatroargotstudio.com
con oggetto PROMOZIONE THE BLACK’S TALES + SUZANNE