‘COMICI CAMICI RUN 2018’ DI CORSA COL SORRISO, TRA SPORT E SOLIDARIETÀ

2 Comici Camici Run passate edizioni2Sabato 19 Maggio Ore 9.00 Villa Pamphilj

‘COMICI CAMICI RUN 2018’ DI CORSA COL SORRISO, TRA SPORT E SOLIDARIETÀ

Nella splendida cornice di una delle ville storiche di Roma grandi e piccini, atleti e non, si ritroveranno insieme per raggiungere un traguardo importante: sostenere il prezioso lavoro dei Clown Dottori di Comici Camici nei reparti pediatrici dell’Ospedale San Camillo di Roma
1 Comici Camici Run passate edizioni 1(1)

ROMA – Una corsa di 10 Km, una passeggiata storico-botanica, un pic-nic solidale e tanto, tanto divertimento per una mattina indimenticabile alla scoperta del potere terapeutico delle emozioni positive. Torna  Sabato 19 Maggio, alle ore 9.00 a Villa Pamphilj la quinta edizione della ‘Comici Camici Run, una maratona unica nel suo genere aperta a tutti, grandi, piccini famiglie intere, atleti professionisti e amatoriali, non atleti, scuole, gruppi, singoli, animali etc.

3 Locandina Comici Camici Run 2018

Un’ondata oceanica di allegria e di buonumore per una manifestazione organizzata dalla Cooperativa Sociale Onlus Comici Camici, per raggiungere insieme un traguardo importante: sostenere il prezioso lavoro dei Clown Dottori di Comici Camici nei reparti pediatrici dell’Ospedale San Camillo di Roma. I fondi raccolti con la quota d’iscrizione, infatti, garantiranno la presenza quotidiana dei clown del sorriso in corsia.

Dunque “Pronti, partenza, via” per il nuovo percorso da 10 Km che si snoderà all’interno della Villa interessando sia la parte orientale che quella occidentale. Quest’anno ad accompagnare i partecipanti alle corse destinate ai bambini e ragazzi sarà lo staff della SS LAZIO Atletica Leggera. Chi, invece, vorrà godere del verde del parco potrà partecipare alla passeggiata storico-botanica che negli anni è cresciuta e si è arricchita a tal punto da aver ottenuto nel 2017 il patrocinio gratuito della FIE (Federazione Italiana Escursionismo). Mentre a tutti i partecipanti verrà consegnato un pacco gara che, anno dopo anno grazie ai generosi partner della Run diventa sempre più ricco.

Ad incitare e accompagnare, perché no, i partecipanti durante la maratona saranno proprio i clown dottori di Comici Camici che accoglieranno partecipanti e accompagnatori, coinvolgendo tutti con la loro allegria e dando vita ad una vera e propria giornata di festa ricca di sport, cultura, fantasia e momenti esilaranti anche durante la premiazione.

Insomma, un sabato mattina diverso, pieno di attività per ri-trovarsi all’interno di un contesto intergenerazionale capace di integrare in modo armonico i principi valoriali dello sport, l’educazione alle emozioni positive, la solidarietà immersi in una cornice che offre un enorme patrimonio naturalistico, storico e culturale come Villa Pamphilj. Mi raccomando, partecipate numerosi perché, come è il motto dei Comici Camici: “La salute vien ridendo”…In questo caso “correndo!”

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Telefono: 328.2941996 (risponde Gianluca)

E-mail: info@comicicamici.it

Sito web: http://www.comicicamici.it/run

Pagina Facebook: Comici Camici (https://www.facebook.com/comicicamici/)

COMUNICAZIONE&UFFICIO STAMPA
Francesca Nanni
ufficiostampa@nannimagazine.it

Annunci

Ambizione e talento per la nuova capsule di “Lake View”

IMG_6812                                           “

Il team dei tre giovani fondatori del marchio Lake View è determinato nel proporre nuove idee nel mondo del fashion,  brillanti idee e spirito manageriale emergono in modo sorprendente nelle loro creazioni.  La presentazione della seconda Capsule, presentata il 20 aprile 2018, ha riscontrato un grande successo confermando il grande talento di Greta Schettino, Pietro Floris e Pietro Fadda. Insieme nel 2016  hanno fondato  il brand Lake View, tutti classe 97’ hanno frequentato, il Liceo Volta di Como per poi intraprendere studi diversi rispettivamente di sociologia, giurisprudenza e fashion design. La produzione dei capi è stata, come nel caso della prima collezione, totalmente artigianale e volta allo scopo di creare capi unici e dotati di una valenza artistica. I capi sono dunque prodotti in una quantità estremamente limitata ed assumono pertanto un valore aggiunto di unicità e cura al dettaglio, sebbene vi sia l’interesse in futuro di sviluppare il brand verso una produzione industriale.

IMG_6815

La collezione è caratterizzata concettualmente da un immaginario punk che non vuole tuttavia connotarsi di sfumature di protesta e ribellione quanto piuttosto incarnare il senso di una gioventù unita, indipendente e creativa.  La presentazione della nuova Capsule, ha rivelato la fusione tra i vari  elementi, quali: la moda, l’arte e la musica,  una sinergia perfetta che ha catturato l’attenzione dei presenti.

Un altro aspetto fondamentale, per il giovane brand Lake View  è il riciclo  e la rielaborazione di capi vintage.

In particolare emerge l’idea di selezionare accuratamente di capi unici che già di per sé raccontano una storia, e donare loro una seconda vita tramite la loro attualizzazione.

IMG_6818

Tale modernizzazione dei capi vintage vede in questa capsule numerosi passi avanti rispetto a quella dell’anno precedente, esplorando concettualmente il tema del decostruttivismo, con immancabili riferimenti al mondo di Martin Margiela. I capi spalla derivati dal mondo militare quali parka, sahariane e bomber, sono accompagnati dalle giacche ed i pantaloni in denim,  tutti scomposti e riassemblati tra loro al fine di esplorare nuove soluzioni volumetriche e stilistiche.

Un grande traguardo raggiunto per il giovane team,  che con  uno sguardo al passato si proietta con attenzione  nella modernità del futuro.

Compleanno della SIAE nella Giornata Mondiale del Diritto d’Autore

siae pal

IL DIRITTO D’AUTORE FA VIVERE CHI CI FA SOGNARE #SIAE136

Abbiamo liberato la creatività: è la Giornata Mondiale del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE

Roma, 23 aprile 2018. Questa mattina migliaia di palloncini* sono stati liberati nel cielo dell’Eur dal palazzo della Direzione Generale SIAE, in viale della Letteratura. È il modo con cui la Società Italiana degli Autori ed Editori ha scelto di celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, che coincide con la data di nascita di SIAE, che oggi compie 136 anni.

“Abbiamo scelto il palloncino come simbolo perché vola alto, come le emozioni – commenta Filippo Sugar, Presidente di SIAE. – È un oggetto semplice eppure capace di evocare la spensieratezza e la creatività. Ma anche un simbolo di fragilità, perché basta uno spillo per renderlo un involucro privo di vita. Così il diritto d’autore, che tutela tutti coloro che ogni giorno ci regalano emozioni, è messo a rischio dagli ‘spilli’ di chi non riconosce il lavoro degli autori”.

image002

Oggi come non mai è di importanza cruciale celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore. Il rischio, infatti, è di assistere alla incredibile affermazione del paradosso per cui corrispondendo meno diritti agli autori e agli editori si otterrebbe un aumento della produzione culturale.

Hanno ricordato l’importanza della creatività con la loro presenza premi Oscar come Ennio Morricone e Nicola Piovani, autori che hanno fatto la storia della canzone italiana come Mogol, e tanti autori e artisti tra i più amati, da Luca Barbarossa a Dori Ghezzi, da Paolo Fresu a Paolo Damiani, Mario Lavezzi, Riccardo Sinigallia, Franco Mussida, Piero Cassano in rappresentanza degli oltre ottantacinquemila associati SIAE che fanno grande ogni giorno la cultura italiana.

Con loro il Presidente di SIAE Filippo Sugar, il Direttore Generale Gaetano Blandini e il Presidente del Consiglio di Sorveglianza Franco Micalizzi, per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore e il 136° compleanno di SIAE, fondata a Milano il 23 aprile 1882, e numerosi autori, rappresentanti di tutte le generazioni della creatività italiana, per ricordare che il diritto d’autore fa vivere chi ci fa sognare.

Sono intervenuti al festeggiamento dando prova del loro entusiasmo e del loro talento anche i ragazzi del Dipartimento di jazz presso il Conservatorio romano di Santa Cecilia diretto dal M° Paolo Damiani.

Sono Vittorio Gervasi (sax tenore), Stefano Di Grigoli (sax tenore), Daniele Dominici (sax baritono), Vittorio Solimene (pianoforte), Fabio De Vincenti (chitarra acustica), Giordano Panizza (contrabbasso), Fabrizio Ferrazzoli (percussioni), Daphne Nisi (voce), Marta Alquati (voce), Laura Sciocchetti (voce) e Daniela Troilo (voce), che hanno omaggiato il Maestro Morricone e il Maestro Piovani eseguendo alcune delle loro più celebri colonne sonore, da C’era una volta un film a La vita è bella.

Fotografo ufficiale dell’evento è stato Massimo Sestini, vincitore del World Press Photo 2015.

Tutte le immagini e il video dell’evento sono scaricabili a questo link: http://www.massimosestini.it/archive/Slate.aspx?id=c33505dc-4235-4567-98d3-3c108f11547d

*tutti i palloncini utilizzati per realizzare l’evento sono ecologici e biodegradabili

Maria Rosaria Grifone

UFFICIO STAMPA

 SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori

Colombia crocevia di Business e Glamour: importante incontro a Roma con le aziende per l’export

IMG_0789 mancini ok stretta di mano

Mercoledì 18 Aprile, si è svolto a Roma Capitale, presso la sede della Camera di Cooperazione Araba e della Camera di Commercio Italia – Cuba e Repubblica Dominicana_ Area Celac (Parioli), l’incontro per promuovere il Progetto Colombia Moda 2018. Grande entusiasmo per le oltre 20 aziende, tra cui anche un rappresentate della celebre Maison Gattinoni, che hanno partecipato attivamente  alla presentazione, ponendo evidenza alla potenzialità che questi Paesi possono rappresentare per il Made in Italy.

1. La Fashion Manager Gabriella Chiarappa - presidente mancini direttore generale Livreri e l'Imprenditore Luigi Antinori

La Colombia attualmente  ha intrapreso un percorso di costante crescita e prosperità per cui il paese è ora un modello economico per tutto il continente latino americano e sta conquistando investitori da tutto il mondo.

IMG-20180421-WA0041  La Colombia è la terza economia latino-americana e il terzo paese per numero di popolazione, dopo Brasile e Messico, il che la pone in posizione privilegiata anche in termini quantitativi. La capitale, Bogotá è al 5º posto nel ranking delle migliori città per gli investimenti nel sud America, raggiungendo i livelli delle grandi capitali latino americane.

foto ok

Lo stesso Direttore Generale della CC-ICRD avv. Elettra Giovanna Livreri, spiega, dati alla mano “La Colombia rappresenta oggi un paese di grandi opportunità per l’export italiano della moda italiana, sia per la stabilità politica che per l’elevato tasso di crescita della popolazione  e per la forte presenza di pubblico alto – spendente”.  Prosegue, il Presidente della CCIA Mario Mancini, “L’Italia è il 3° Partner dell’UE per le Importazioni di prodotti in Colombia e la partecipazione alla Missione Moda  in Colombia sarà occasione unica per affacciarsi su un mercato promettente, quello caraibico e sudamericano, che vive l’acquisto di prodotti Made in Italy come un vero e proprio status symbol”.

IMG_0367 sala completaConclude in modo incisivo ed approfondito la Resp. settore moda,  la manager del fashion Gabriella Chiarappa, “E’ importante evidenziare il reale e concreto sostegno della Camera di Commercio nei confronti delle aziende, attraverso la definizione di strategie  e l’offerta di risposte efficaci alle esigenze delle stesse che decidono di intraprendere o rafforzare il proprio percorso di internazionalizzazione”. Un vero successo, per l’incontro che ha avvalorato l’entusiasmo da parte delle aziende partecipanti che hanno potuto constatare con dati dimostrabili, la validità delle opportunità presentate  e il concreto supporto nel processo di sviluppo economico della Camera di Commercio CC-ICRD, l’unica attivamente presente in questi territori.

IMG_0566 aziende

In viaggio con Ettore, alla scoperta del Patrimonio Artistico del nostro Paese – Euroma 2

Locandina (Copia)

“In viaggio con Ettore, alla scoperta del Patrimonio Artistico del nostro Paese”

Il simpatico Riccio viaggiatore approda a Venezia nel secondo libro della collana ideata dalla storica dell’arte Camilla Anselmi

Roma, Mercoledì 18 Aprile 2018. Un’affollatissima Sala, nella splendida cornice dei Musei Capitolini, ha ospitato oggi la Conferenza Stampa sulla seconda edizione dell’evento volto alla promozione della Storia dell’Arte fin dalle scuole primarie: “In viaggio con Ettore, alla scoperta del patrimonio artistico del nostro Paese”.

Gli attori Sebastiano Somma e Sabrina Crocco (Copia)

A presentare l’incontro, è stato l’attore Sebastiano Somma. Ospite d’eccezione, il noto conduttore tv e giornalista Roberto Giacobbo. Tra coloro che sono intervenuti a sostegno del progetto il Presidente Consorzio Euroma2 Davide Maria Zanchi, il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito, l’Assessore politiche giovanili e grandi eventi cittadini Daniele Frongia, il Curatore delle raccolte storiche dei Musei Vaticani Sandro Barbagallo, l’Assessore alle Politiche Sociali ed educative X Municipio Germana Paoletti, l’Assessore al Diritto della Scuola, crescita culturale, turismo e sport IX Municipio Carmela Lalli.

da sinistra Valentina Fontana Camilla Anselmi e Roberto Giacobbo (Copia)

 

Presenti in sala, l’autrice Camilla Anselmi, ideatrice della collana “Ettore, il riccio viaggiatore”, l’illustratrice Valentina Fontana, il Presidente dell’Associazione Peter Pan Onlus Renato Fanelli, insieme ai Dirigenti delle scuole aderenti al progetto e ad una rappresentanza di 80 bambini delle scuole primarie coinvolte nell’iniziativa, provenienti dai Municipi VIII, IX e X.

Pannello espositivo Ettore con Opsiti (Copia)

Dal 7 al 18 Maggio torna a Euroma2 l’attesissima iniziativa “A spasso con Ettore, un’avventura a Venezia”, l’evento dedicato ai più piccoli, nato dalla collana di libri illustrati per bambini che vede protagonista Ettore, il Riccio viaggiatore (Scalpendi Editore). In questa seconda avventura il piccolo Riccio sbarca a Venezia, per accompagnare i giovanissimi lettori tra i monumenti della meravigliosa città d’arte sospesa sulla Laguna più famosa del mondo.

Ettore, il simpatico protagonista nato da una fortunata intuizione dell’autrice Camilla Anselmi e disegnato dall’illustratrice Valentina Fontana, è diventato in breve tempo il compagno di viaggio di migliaia di bambini che attraverso le avventure del piccolo riccio, scoprono le meraviglie storico-artistiche del nostro Bel Paese. Un progetto al quale Euroma2 ha voluto fortemente credere e offrire il proprio sostegno, contribuendo in questo modo alla formazione dei più piccoli sulle inestimabili ricchezze dell’arte e della storia italiana.

Presidente Zanchi e Marcello De Vito (Copia)

Dal 7 al 18 maggio, attraverso un itinerario di allestimenti scenografici ricreati nella Galleria di Euroma2, il viaggio di Ettore prosegue insieme ai 1700 bambini che ripercorreranno le tappe visitate dal riccio nel suo tour alla scoperta delle magnificenze di Venezia. Accanto ad ogni installazione, giovani studenti del Confalonieri – De Chirico (Istituto Professionale Servizi Commerciali Tecnico Tecnologico Liceo Artistico) terranno brevi lezioni di storia dell’arte, illustrando e spiegando alle scolaresche la storia e l’importanza dei monumenti veneziani. Un’esperienza formativa per i piccoli visitatori, ma anche per gli studenti delle superiori che potranno testare sul campo le conoscenze apprese nel proprio piano di studi, acquisendo così i crediti formativi indispensabili per completare il percorso di alternanza scuola-lavoro.

Quest’anno all’iniziativa hanno aderito ben 25 Scuole, Istituti Comprensivi dell’VIII, IX e X Municipio, per un totale di 75 classi; un coinvolgimento straordinario che conta 150 insegnanti e oltre 1700 alunni delle primarie. I bimbi che parteciperanno all’iniziativa riceveranno in regalo il libro di “Ettore”, sempre più protagonista della letteratura per ragazzi e un importante strumento didattico per sensibilizzare ed educare le nuove generazioni alla conoscenza e al rispetto del patrimonio culturale delle città italiane.

L’impegno di Euroma2 verso le nuove generazioni in questa edizione si estenderà anche ai bambini malati di cancro, con un contributo a supporto dell’Associazione Peter Pan Onlus, un modello di integrazione socio-sanitaria, che da decenni offre sostegno e accoglienza ai bambini malati e alle loro famiglie. Le avventure di Ettore terranno compagnia ai ragazzi che arrivano da tutta Italia per potersi curare a Roma, permettendogli di leggere e viaggiare con l’immaginazione in compagnia di un nuovo amico.

Il progetto sarà riproposto ad ogni pubblicazione della collana e avrà lo scopo di fornire ai giovani un bagaglio di conoscenze tale da renderli, un giorno, cittadini dotti e consapevoli sul ruolo primario che l’Italia ha ricoperto nella storia e nella cultura e che, ancora oggi, la rende grande agli occhi del mondo.

L’autrice, già nota nell’ambito della letteratura per l’infanzia per essere stata, nel 2012, co-autrice del testo “Raccontami il Duomo. Storie del Duomo di Milano”, nato dall’esperienza maturata in anni di attività come co-responsabile dei Servizi Educativi del Museo del Duomo, ha pensato di avvicinare all’arte i più piccoli servendosi del racconto ludico prendendo spunto dalle loro domande più frequenti e curiosità principali, dal loro approccio ricco di prospettive inedite. Al protagonista, infatti, il piccolo riccio Ettore, è affidato un compito fondamentale: educare al patrimonio le future generazioni.
Per l’alto valore culturale dell’iniziativa, “A Spasso con Ettore, un’avventura a Venezia” è patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Città Metropolitana di Roma Capitale e dalla Presidenza dell’Assemblea Capitolina.

EUROMA2

Via Cristoforo Colombo, angolo Viale dell’Oceano Pacifico (Roma)
Tel. +39 06 5262161

www.euroma2.it

Materiale Video scaricabile al link: https://we.tl/CDM9TlTwFF

Materiale fotografico: https://goo.gl/e9gwnV

“LA CORSA DELL’ORA” IL DOCU-FILM DI ANTONIO BELLIA ALLA FONDAZIONE AAMOD

aamod

Giovedì 19 aprile 2018 – ore 18

Proiezione del film
unnamed
LA CORSA DELL’ORA
di Antonio Bellia

Sala Zavattini FONDAZIONE AAMOD
Via Ostiense 106 – Roma (Centrale Montemartini)

Al termine della proiezione
incontro con Marcello Sorgi e Maurizio Di Rienzo
e il regista Antonio Bellia

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Parte con LA CORSA DELL’ORA, il docu-film di Antonio Bellia dedicato al quotidiano “L’Ora di Palermo” durante il ventennio della direzione di Vittorio Nisticò, la rassegna organizzata negli spazi dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico che vede coinvolta la stessa Fondazione AAMOD nella produzione, co-produzione e collaborazione di significative opere audiovisive. Giovedì 19 aprile alle ore 18, all’interno della sala Zavattini, sarà possibile assistere alla proiezione del docu-film dedicato ad uno dei massimi esempi di giornalismo al servizio della lotta contro la mafia e partecipare di seguito al dibattito che vede la presenza dello stesso regista, di Marcello Sorgi e Maurizio Di Rienzo e che ha come tema proprio il mezzo della parola contro i soprusi di potere e gli attacchi alla democrazia. L’incontro è aperto liberamente al pubblico, fino ad esaurimento posti.
LA CORSA DELL’ORA, recente vincitore ai Nastri d’argento 2018 come miglior docu-film (ex aequo con “Diva!” di Francesco Patierno), è prodotto da Demetra produzioni SAS e da Marvin Film SRL con la collaborazione della Fondazione Archivio Movimento Operaio
Il Progetto di documentario, realizzato con il contributo dell’Ordine dei Giornalisti Regione Sicilia è vincitore di:
Bando Mibac (prima sessione 2015)
Bando “Fondo regionale Cinema-­‐Bando documentari 2014 Film Commission Regione Sicilia.
Bando IMAIE del 2014

 

Infoline: 06/57289551 – 06/5742872 – 06/5730544
www.aamod.itinfo@aamod.itapalandrani@aamod.it

Ufficio stampa AAMOD: Elisabetta Castiglioni
+39 06 3225044 – +39 3284112014 – info@elisabettacastiglioni.it

SCHEDA
LA CORSA DELL’ORA
Film documentario
durata 64’
Genere: storico
Director: Antonio Bellia
Story: Antonio Bellia
DOP: Daniele Ciprì
Editing: Marzia Mete
Musiche: Mokadelic
Suono: Danilo Romancino
Scenografia: Fabrizio Lupo
Organizzatore generale: Giacomo Iuculano
Produttore esecutivo: Andrea Petrozzi
Cast: Pippo Delbono
Prodotto da:Antonio e Giovanni Bellia per Demetra produzioni Giacobbe Gamberini per Marvin Film
In collaborazione con Fondazione Archivio Movimento Operaio.
Partner nel progetto: Istituto Gramsci siciliano, Biblioteca regionale siciliana, Filmoteca regionale siciliana

SINOSSI
Tra il 1954 e il 1975 si concentra e sviluppa la storia del documentario; sono gli anni in cui Vittorio Nisticò è il direttore del quotidiano L’ORA. Le parole di Nisticò interpretate da Pippo Delbono rappresentano l’ossatura del film:
da un lato le battaglie contro l’intreccio di poteri e interessi tra la mafia e la politica in un momento storico di grande trasformazione per la Sicilia, dall’altro l’impegno di una generazione di intellettuali e artisti che vedono protagonisti personaggi come Sciascia, Consolo, Dolci, Guttuso, Caruso, che si fanno carico della necessità di essere interpreti di un cambiamento sociale e civile e che scelgono il piccolo quotidiano palermitano come luogo e strumento di questa grande scommessa. Il giornale in pochi anni diviene il perno della lotta alla “mentalità mafiosa”, Nisticò diventa un maestro del giornalismo e l’Ora una grande scuola, una “fabbrica delle notizie”.

NOTE DI REGIA
Attraverso l’analisi testuale del piccolo quotidiano palermitano mi son fatto l’idea che “L’Ora” rappresenta la nascita “dell’anno zero” della lotta alla “mentalità mafiosa”, rappresenta l’anno zero della presa di coscienza e di consapevolezza da parte degli intellettuali siciliani. La nascita dell’esigenza da parte loro di una presa di posizione; la lotta alla mafia doveva partire dalla accettazione del fenomeno mafioso e dalla necessità di combatterla attraverso lo strumento che gli era più consono e cioè attraverso la scrittura, attraverso la denuncia, attraverso la presa di consapevolezza che la mafia non era solo piccola criminalità, ma era diventata un elemento fondante della società civile, un elemento fondante i rapporti di potere e politica. Per la prima volta si denuncia pubblicamente sulle prime pagine di un quotidiano la connivenza tra politica e mafia e lo si fa in modo forte, palese e determinato, mettendosi contro la politica, contro la magistratura e contro una grossa fetta della parte dirigente del nostro Paese, pubblicando nomi e cognomi sulle prime pagine sia di mafiosi capimafia sia di politici, imprenditori e società civile che facevano parte di questo meccanismo mafioso. E questo lo si fa prima di tutto attraverso le pagine della cultura e attraverso l’autorevolezza dell’intellighenzia siciliana che rafforza e sostiene la forza dirompente degli straordinari giornalisti di cronaca guidati dal direttore Vittorio Nisticò.
La cosa che mi ha più stupito studiando, cercando tra gli archivi degli articoli pubblicati su “L’Ora”, è lo spessore culturale di questo piccolo giornale. Le pagine della cultura sono straordinarie, vi erano i contributi di Leonardo Sciascia, di Consolo, di Bufalino, di Perriera, di Danilo Dolci, intellettuali siciliani e non, che bazzicavano in quella redazione. A volte, leggendo gli articoli di Leonardo Sciascia, mi sono chiesto come fosse possibile che un quotidiano letto da una piuttosto scarna popolazione eterogenea, potesse avere un livello così alto di intellettualismo, così alto di analisi politica, sociale e culturale. Mi chiedo, ma oggi le grandi testate giornalistiche riescono anche solo parzialmente, a proporre un livello culturale di quello spessore? Mi chiedo: è un problema di epoca in cui viviamo, dove gli intellettuali sono sempre meno raffinati o dipende soprattutto dallo spazio che l’informazione dà alla cultura nell’analisi dei fenomeni sociali?

ANTONIO BELLIA – Profilo e filmografia
Nasce a Catania nel 1969. Si laurea in Psicologia all’Università di Palermo ma fin da giovanissimo coltiva la passione per la fotografia e il cinema. Ben presto inizia un percorso nel cinema prima come assistente e poi come aiuto regia. Per diversi anni alterna la regia di documentari al lavoro di aiuto regia nel cinema. Realizza alcuni documentari per la RAI e altri per ARTE’/ZDF. Nel 2005 fonda la Demetra produzioni con cui realizza le proprie opere e partecipa in qualità di coproduttore e/o produttore esecutivo alla realizzazione di documentari e fiction di altri autori.
Dal 2009 è direttore artistico del SiciliAmbiente documentary film Festival giunto alla VIII edizione. Dal 2015 assume la co-­‐direzione del “DIRITTI A TODI Human Right International Film Festival” di Todi

FILMOGRAFY: 2015 linea 101 (Short-­‐film) 2013 No mans land (doc collettivo-­‐ ZDF/ARTE’) 2012 Il Santo Nero (doc); 2010 A Tutto tonno (doc) 50’; Uno di Noi (doc-­‐ ZDF/ARTE’) 55’; 2009 La Terra inquieta (videoart)11’; 2008 Cronache di mafia (doc RAI) 54’ 2007 La Favola Perduta (doc)52’; Terre in moto Belice 68’ (doc-­‐RAI )52’; 2006 A’ Pirrera (doc-­‐ HC)54’; Musica dai balconi (Theater)18’; Unesco (spot) 2005 Biciclette (doc) 37’; Lo spazio ecologico urbano (doc)50’; 2004 Senza tempo (Short-­‐ film S16mm). 14’ 2003 Crimini di pace (doc-­‐ RAI)47’; Andare (Short-­‐film 35 mm)11’.; KIRKA (Music videoclip of the group Nest)4’; 2002 Tra natura e storia (doc)52’; Ore d’aria: storia di Silvia Baraldini (doc)54’; 2001 La caduta degli angeli (doc)48’; 2000 Nel cuore delle alghe e dei coralli: storia di Peppino Impastato (doc-­‐ TELE+)47’; 1998 Radio spazio pirata (doc) 32’; Peppino Impastato: Storia di un siciliano libero (Doc-­‐ PLANET)32’; 1996 Posso darle un facsimile? (Doc)52’.

TORNA AD APRILIA2 IL “PROGETTO YOUNG” dal 23 AL 27 APRILE

 

Sindaco di APrilia Antonio Terra con Volontarie CRI (Copia)

Croce Rossa Italiana e Vigili Urbani di Aprilia offrono lezioni pratiche di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale

 Aprilia, Mercoledì 11 Aprile 2018. Grande partecipazione di bambini in occasione della presentazione alla Stampa dell’edizione 2018 del “Progetto Young”. All’interno della Sala Consiliare “Luigi Meddi”- Palazzo Comunale sono intervenuti il Sindaco di Aprilia Antonio Terra, l’Assessore alla Scuola Francesca Barbaliscia,

Assessore Barbaliscia (Copia)

l’Assessore alle Attività produttive Vittorio Marchitti, il Direttore di Aprilia2 Alceste Elia, il Responsabile di Progetto della CRI Roberto Capello insieme alle volontarie CRI e diverse classi delle scuole primarie, provenienti dagli Istituti Compresivi di Aprilia, Campoleone e Casalazzara (“Garibaldi”, “Gramsci” e “Copernico”).

Roberto Cappello Croce Rossa (Copia)

“Ringrazio il Centro Commerciale Aprilia2 – ha affermato il Sindaco di Aprilia Antonio Terra – perché è importante che le aziende presenti sul territorio sposino determinati progetti legati alla crescita culturale dei nostri figli. Quando si investe sui nostri giovani vuol dire che alla base c’è qualità. Come Amministrazione – ha proseguito il Sindaco –  abbiamo portato tanti progetti all’interno delle nostre Scuole, il “Progetto James Fox”, quello legato ai rifiuti; ci siamo spesi per dare un contributo alla formazione e alla crescita dei ragazzi. Questo – ha poi concluso il Sindaco – è uno dei progetti più belli che vi porterà ad imparare tante cose utili nella vita, che spesso anche agli adulti sfuggono”.

Direttore Aprilia2 Alceste Elia (Copia)

“Il Progetto Young è di grande valore educativo e sociale – ha affermato il Direttore di Aprilia2 Alceste Elia – è rivolto a tutti i bambini e permette di imparare, in forma giocosa, nozioni basilari di primo soccorso e sicurezza stradale. Ringrazio tutti i presenti – ha dichiarato il Direttore – le Istituzioni, i volontari e le Scuole, per aver aderito e reso possibile la realizzazione del progetto”.

Relatori e platea (Copia)

Anche quest’anno Aprilia2 rinnova l’appuntamento con il Progetto Young, iniziativa ideata e promossa in collaborazione con Croce Rossa Italiana; un laboratorio di esperienze formative che coinvolge gli alunni delle classi quinte delle scuole primarie in un percorso che punta l’attenzione sui valori di educazione sanitaria, primo soccorso e sicurezza stradale. Durante la settimana, più di 700 alunni delle quinte elementari di Aprilia raggiungeranno il Centro Aprilia2, pronti ad essere coinvolti in dimostrazioni pratiche tenute dai volontari di Croce Rossa Italiana e dagli Agenti del Comando Polizia Municipale di Aprilia, mettendo in pratica le lezioni teoriche affrontate in classe nelle settimane precedenti.

Relatori e classi (Copia)

In questa terza edizione, il coinvolgimento di 30 classi provenienti da 7 scuole, per un totale di oltre 700 bambini testimonia come il Progetto Young continui a ricevere notevoli dimostrazioni di interesse da parte delle istituzioni scolastiche. Aprilia2 ha messo a disposizione navette bus per agevolare l’arrivo degli alunni dai diversi Istituti Scolastici.

L’obiettivo del Progetto Young è quello di sviluppare anche nei più piccoli le capacità di mettere in atto comportamenti di autoprotezione funzionali alla diffusione della cultura della sicurezza.

Il percorso didattico prevede una serie di incontri in aula, dove vengono illustrate le nozioni di primo soccorso, come la valutazione di un incidente, la richiesta di soccorso e le azioni che si possono compiere per risolvere situazioni non complicate, come medicare una piccola ferita. Quest’anno, i volontari della CRI hanno deciso di ampliare l’offerta formativa e dunque di elevare la preparazione degli alunni, sottoponendo loro procedure più avanzate di primo soccorso, come riconoscere i sintomi di un arresto cardiaco e associare una determinata urgenza alla gravità del caso. Gli alunni hanno quindi appreso nozioni relative al c.d. 1° anello della catena di sopravvivenza, spiegate loro con terminologie comprensibili ai più piccoli, cimentandosi nella nuova sfida con sempre crescente interesse ed entusiasmo.

Nei giorni 23, 24, 26 e 27 Aprile, presso Aprilia2, i bambini potranno osservare da vicino l’interno di un’ambulanza e simuleranno, guidati dai volontari della CRI, una serie di interventi di soccorso. Inoltre, attraverso la ricostruzione di un circuito automobilistico creato in collaborazione con il Parco del Traffico dell’Eur, gli alunni saranno invitati a prendere confidenza con i primi rudimenti della guida automobilistica, mettendo in pratica le basilari regole della strada.

Il Progetto Young, come nelle precedenti edizioni, farà da cornice ad un altro importante appuntamento: sabato 28 e domenica 29 aprile torna l’Ospedale dei Pupazzi, iniziativa promossa da Aprilia2, ideata e gestita dal Segretariato Italiano Studenti di Medicina, rivolta a bambini dai 2 agli 8 anni. Nella galleria del centro sarà riprodotta una corsia d’ospedale, suddivisa per reparti, dove gli studenti della Facoltà di Medicina dell’Università di Tor Vergata effettueranno insieme ai bambini, in un’atmosfera ludico-didattica, visite mediche ai loro pupazzi.

L’iniziativa “Progetto Young” è patrocinata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio scolastico per il Lazio, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Latina e dal Comune di Aprilia.

APRILIA2 Via Riserva Nuova, 4, 04011 Aprilia LT
Tel. +39 06 92702774

Con gentile preghiera di diffusione della notizia, grazie!

UFFICIO STAMPA APRILIA2:

Elena Matteucci – matteucci@matebite.it – Cell. 3332945411

Nicola Bitetti bitetti@matebite.it – Cell. 3397967074