PREMIO IN REGOLA A TUTTO FAIR PLAY

squadra vvf roma a ny

Una vita differente? Passa anche per il fair play. Lo sapeva un uomo di cultura come William Shakespeare che lo coniò per indicare un comportamento di cortese lealtà fra i protagonisti delle sue opere. E lo sa Ruggero Alcanterini, presidente Comitato Nazionale Italiano Fair Play che, insieme all’Osservatorio Nazionale Amianto presieduto dall’avvocato Ezio Bonanni, promuovono una settimana di Fair Play con la Cup, il Day e la Week. Dato per certo che gli inglesi presero il termine in prestito dall’illustre Shakespeare per trasportarlo poi nel mondo dello sport, del Rugby in particolare, ove divenne indice di una competizione da svolgere all’insegna dell’onestà e della Brazucacorrettezza, oggi la dignità e il rispetto delle regole passa anche per una riflessione sul futuro in termini ideali. “Non si può immaginarlo senza fair play. Tutti siamo portati ad immaginare un orizzonte roseo verso il quale andare gaudiosi. Purtroppo, non mancano invece sorprese amare, difficoltà a volte terribili e irreparabili, tali da incrinare anche gli ottimisti, oltre ragionevole certezza. Ecco, come dire, di fronte alla volontà di Dio, ai rivolgimenti naturali e sovrannaturali, davvero poco possiamo, se non manifestare eroicità, solidarietà o magari rassegnazione, ma se, al contrario, la causa del male è umana, allora di certo il rispetto delle regole basilari della lealtà dei comportamenti, il fair play secondo il re dei visionari, William Shakespeare, è fuori discussione”, dice Ruggero Alcanterini. “Tuttavia – continua -, l’esempio più eclatante del momento è il “carpiato con doppio avvitamento” americano per il Kurdistan, entità virtuale e sostanziale al contempo, membrana vibrante nel profondo della coscienza collettiva. Come dire, prima ti ferisco e poi ti soccorro ed è dirimente del concetto di cinica sceneggiata, quella di cui sono capaci soltanto gli umani, anche nei confronti di Gaia, avviata all’irreparabile, salvo tardivi, finti e parziali ravvedimenti, con tanti saluti a COP 21, all’ONU e pure l’UNESCO”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel frattempo non ci resta che giocarsela. Lo sanno anche i calciatori della nazionale dei parlamentari, dei giornalisti RAI, dei vigili del fuoco e degli esperti della sicurezza sul lavoro che contro le stragi del sabato sera, per invocare la sicurezza sul lavoro e le bonifiche dei luoghi con l’amianto scenderanno in campo domani 16 ottobre per la Fair Play Cup, a Roma (ore 15), nel Centro Sportivo La Borghesiana. Preambolo per il 25 ottobre quando, al Salone d’Onore nella sede del Coni, con il Green Ona Day si rinnoverà il Fair Play Day, iniziativa è fortemente voluta dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play (che dà il nome all’evento e ai trofei) e dall’Osservatorio Nazionale Amianto, presieduto dall’avvocato Ezio Bonanni. Sette giorni dedicati alla dignità e al rispetto delle regole con una Week, il Day e la Cup, che si concluderanno con la HSE Safety Cup allo Stadio Landieri di Napoli Scampia sabato 26 ottobre. Nel frattempo fervono i preparativi per premiare i numerosissimi rappresentanti delle istituzioni, dell’arte, della cultura, della comunicazione, dell’imprenditoria, dell’associazionismo e dello sport che prenderanno parte al Fair Play Day.

Sara Lauricella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...