FEMMES la Belle Epoque ritorna a teatro

WhatsApp Image 2019-09-11 at 16.51.26Un affresco piacevolissimo il Varietà “Femmes”, di Emanuela Mari, sulla conturbante Belle Époque. Dal 27 settembre al Petrolini.

Lo splendente Varietà “Femmes” sulla conturbante Belle Époque, e non soltanto, firmato Emanuela Mari, con collaborazione al testo di Salvatore Scirè, grazie al suo straordinario successo, giunge alla sua seconda stagione, ed è in programmazione al Teatro Petrolini dal 27 settembre alle ore 21,00 con replica il 28 settembre sempre alle ore 21,00 ed il 29 settembre in pomeridiana ore 19,00.
Emanuela - - Mari

Un affresco piacevolissimo di grande effetto scenico e godibilità per il pubblico che abbraccia ogni forma di spettacolo e quindi per tutti i gusti: arie d’operetta interpretate dalle voci di Emanuela Mari e Mauro Ceccarelli (la serata del 28 avremo a sostituzione Valerio Aufiero) accompagnati al pianoforte dal maestro Massimiliano Franchina) ; un affascinante angolo di teatro puro dedicato alla “divina” Eleonora Duse (interpretato dall’ attrice Antonella Arduini, su testo appositamente scritto dall’autore di soggetti teatrali Salvatore Scirè); due quadretti di raffinatissimo burlesque, di cui uno dedicato alla conturbante figura di Mata Hari (intepretata dalla performer Mad Cat) e l’altro si rivelerà come un’originale sorpresa per gli spettatori (ad opera della performer Elektra Kiss).

Presente anche il balletto classico (ispirato alla “Paris de fin du siècle”, per arrivare al grande Charlie Chaplin) con la danzatrice Fabiola Zossolo.  Immancabile il Can Can (animato da Sofia Ronchini e Giulia Catalucci, su coreografie di Susanna Serafini, titolare dell’Istituo superiore di Danza) e, dulcis in fundo, una vera e propria “chicca” riguardante uno dei balli statunitensi appena approdati a Parigi ai primi del 900: il Ragtime. Emanuela Mari x-
La presenza di una dolcissima “midinette” (interpretata da Monica Fiore) farà da “trait d’union” ai vari momenti dello spettacolo, rivelandosi essere     – soltanto alla fine – un’altra delle donne più significative dell’epoca. Chi? Lo saprete a teatro!
Insomma un autentico e coloratissimo varietà, che offrirà al pubblico un meraviglioso cammeo sulla bellezza femminile espressa attraverso ogni
forma d’arte (pittura, recitazione, canto, musica, danza) e che proietterà gli spettatori in un mondo fantastico, straordinario e scintillante.
L’artista messicano MIGUEL ANGEL ACOSTA LARA ha messo a disposizione dello spettacolo una delle sue bellissime opere ispirate alla donna, presente come immagine di scena e nella locandina da lui stesso curata.
Tecnico audio-luci: Pierfrancesco Galeri
Media partner Fashion Luxury di Roberto Mercuri.
Comunicazione a cura di Ester Campese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...