Biennale Internazionale dell’Etruria concorso d’arte contemporanea

etruriaCONCORSO INTERNAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA e
CONFERENZA DI PRESENTAZIONE
del Progetto della Biennale Internazionale dell’Etruria (B.I.E.) Prima Edizione 2018/2019
“FIRENZE E LA SUA ANIMA ETRUSCA”
CON I PATROCINI del Consiglio Regionale della Toscana, della Città Metropolitana di Firenze, Funvic.
PALAZZO BASTOGI Via Cavour, 18 FIRENZE
dall’11 al 26 settembre 2019 orario di visita della mostra dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 19:00
Si inaugura il giorno 11 settembre 2019 alle ore 16,30 nelle prestigiose sale di Palazzo Bastogi, con il Patrocinio e la collaborazione della Presidenza del Consiglio Regionale della Toscana, col Patrocinio della Città Metropolitana di Firenze ed altri privati, la mostra dal titolo
“Firenze e la sua anima etrusca”
Dopo la prima presentazione del progetto tenutasi nello scorso mese di marzo a Roma con una esposizione e convegno nelle sale del Primo Municipio, la “Biennale Internazionale dell’Etruria” (B.I.E.) sbarca a Firenze con una mostra che raggruppa artisti di area toscana e di altri territori, anche internazionali.

loghi etruria
Nomi di rilievo ed opere di alta qualità sintetizzano efficacemente quanto le radici storiche siano determinanti nel linguaggio artistico. La mostra crea un percorso nel tempo, un richiamo all’antico, al passato, e poi una progressione verso una visione contemporanea e futuristica. Viene messa in prima luce la scultura con opere di artisti che hanno creato un forte richiamo con il territorio e la cultura etrusca, a cominciare da Claudio CAPOTONDI, nativo di Tarquinia, che in età giovanile venne incaricato di eseguire una copia dei ‘Cavalli Alati’ conservati al Museo Etrusco di Palazzo Vitelleschi. Importanti altresì le opere di Sauro CAVALLINI, due grandi figure in ferro di impronta arcaica e le sculture lignee di Giuliano AZZONI, artista che visse a Terranova Bracciolini ed ha lasciato opere di forte impatto emozionale. Molti altri sono gli artisti che meriterebbe citare, ma sarà il pubblico a scoprirne o riconoscerne la validità artistica e creativa. Opere realizzate col legno e col ferro, con materiali di scarto, a simboleggiare la perduranza della materia che non conosce tempo.
Nel corso dell’inaugurazione, dopo l’introduzione alla mostra del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio GIANI, dopo la Presentazione del Presidente della B.I.E. Quirino MARTELLINI, ci sarà un intervento di carattere storico condotto dal prof. Giovanni CIPRIANI, in cui sarà evidenziato il tema della celebrazione dell’antica Etruria nella vita politica e culturale della Firenze del Rinascimento.
La mostra proseguirà fino al 26 settembre con orario di visita 10-12, 15-19
ARTISTI
Scultura: Giuliano AZZONI, Matteo BARONI, Claudio CAPOTONDI, Sauro CAVALLINI, Luciano LONGO, Lea MONETTI, Alessandro ROCCHI, Charles SKAPIN, Giuliano STACCHI
Pittura: Maurizio AVI, Maddalena BARLETTA, Carmelo BOLOGNESE, Fabrizio DESSI’, Renee FABBIOCCHI, Stefania GALLETTI, Alberto GALLINGANI, MILOT, Antonio MURGIA, Gema PERALES, Anna SCHIAVO, Algida TEMIL, Alessandro VANNINI, Josè VASCONCELLOS, Anna VASSILIOU, Luis Miguel VAZ-ROMERO MORENO.
PRESENTAZIONE DI QUIRINO MARTELLINI
Presidente della B.I.E.
Un viaggio verso l’ignoto è forse il più bell’incontro con la realtà: anche quand’esso nulla offre se non la promessa d’esser migliori arrivati, infine, al suo epilogo… Ecco cosa si prova dopo due lunghi anni di lavoro solo per immaginare e quindi avviare, organicamente, questo meraviglioso e originale progetto dal titolo Biennale Internazionale dell’Etruria.
Dopo il successo della prima e prestigiosa tappa romana, avvenuta in data 22 marzo 2019, in me si sono aperti interrogativi sulle motivazioni profonde del voler rendere omaggio al Popolo Etrusco e soprattutto sulle modalità operative più opportune per informare le Comunità dei territori interessati alla Manifestazione. Seppur non definitiva, la risposta è venuta: la Storia, cioè, ha già assegnato un posto d’onore agli Etruschi e a noi è rimasto, semmai, l’ambizioso compito di scoprirne gli ultimi e ben celati enigmi.
Inoltre, vorrebbe essere nostro il compito di ricordarne le peculiarità, scoprirne lo spirito e porre l’accento sul contributo decisivo che essi diedero a quello che poi sarebbe diventato il MITO DI ROMA.
In questo contesto, l’asse Roma-Firenze, geograficamente dal Tevere all’Arno, per me è diventato sorgente di ispirazione, di motivazione e di entusiasmante figurazione in vista di nuovi traguardi da raggiungere. Realizzare un secondo appuntamento della B.I.E. proprio l’11 settembre 2019, in una data così simbolica e per certi versi così inquietante per l’Occidente, presso la sede istituzionale del Consiglio Regionale della Toscana, in quel di Palazzo Bastogi al Centro dell’amata Firenze, ci onora e ci rende orgogliosi d’aver intrapreso questa lunga navigazione verso l’ignoto. Di quest’ultimo, dunque, mai aver paura, ma rispettarne l’essenza che esso rappresenta per il progresso umano.
Tra Firenze e Roma, infine, si è realizzato un unicum storico di proporzioni mondiali: la nascita dell’IMPERO DI ROMA, cui gli Etruschi diedero un fondamentale contributo, e il RINASCIMENTO, molto tempo dopo, con epicentro Firenze. Va ricordato come il territorio della Toscana, fiorentino in particolare, sia stato il crocevia di vicende che ancora oggi ricordiamo per il segno che hanno lasciato nella Cultura internazionale. Il 2019 è anche l’anno in cui si festeggia, in tutto la Terra, il 500° Anniversario dalla morte del “genio universale etrusco” conosciuto con il nome di LEONARDO DA VINCI.
Un ringraziamento speciale va alla Curatrice della Mostra Rosanna OSSOLA, al Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio GIANI ed ai suoi collaboratori, alla Critica d’arte Ilaria MAGNI, alla Coordinatrice Elisa PAOLI, agli artisti che hanno voluto condividere e supportare la B.I.E. ed ai tanti appassionati che si aspettano da noi d’essere all’altezza della “missione” che ci siamo dati.

English

INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART COMPETITION and
CONFERENCE PRESENTATION
of the Project of the International Biennial of Etruria (B.I.E.) First Edition 2018/2019
“FLORENCE AND ITS ETRUSCAN SOUL”
WITH THE PATROCINS of the Regional Council of Tuscany, of the Metropolitan City of Florence, Funvic.
PALAZZO BASTOGIVia Cavour, 18FLORENCE
11 to 26 September 2019Visiting hours of the exhibition
from 10:00 to 12:00 and from 15:00 to 19:00
On September 11, 2019 at 4:30 p.m. in the prestigious halls of Palazzo Bastogi, with the patronage and collaboration of the Presidency of the Regional Council of Tuscany, under the patronage of the Metropolitan City of Florence and other private citizens, the exhibition entitled
“Florence and its Etruscan soul”
After the first presentation of the project held last March in Rome with an exhibition and conference in the halls of the First Municipality, the “International Biennial of Etruria” (B.I.E.) arrives in Florence with an exhibition that brings together artists from Tuscany and other territories, including international.
Important names and high quality works effectively synthesize how much the historical roots are determinant in the artistic language. The exhibition creates a journey through time, a reference to the ancient, to the past, and then a progression towards a contemporary and futuristic vision. Sculpture is highlighted with works by artists who have created a strong appeal with the Etruscan territory and culture, starting with Claudio CAPOTONDI, a native of Tarquinia, who in his youth was commissioned to make a copy of the ‘Winged Horses’ preserved in the Etruscan Museum of Palazzo Vitelleschi. Also important are the works of Sauro CAVALLINI, two large iron figures of archaic imprint and the wooden sculptures of Giuliano AZZONI, an artist who lived in Terranova Bracciolini and left works of strong emotional impact. There are many other artists who deserve to be mentioned, but it will be the public to discover or recognize the artistic and creative validity. Works made with wood and iron, with waste materials, to symbolize the durability of the material that knows no time.
During the inauguration, after the introduction to the exhibition by the President of the Regional Council Eugenio GIANI, after the presentation of the President of B.I.E. Quirino MARTELLINI, there will be a speech of a historical nature conducted by Prof. Giovanni CIPRIANI, which will highlight the theme of the celebration of ancient Etruria in the political and cultural life of Renaissance Florence. The exhibition will continue until September 26 with visiting hours 10-12, 15-19.
ARTISTS
Sculpture: Giuliano AZZONI, Matteo BARONI, Claudio CAPOTONDI, Sauro CAVALLINI, Luciano LONGO, Lea MONETTI, Alessandro ROCCHI, Charles SKAPIN, Giuliano STACCHI
Painting: Maurizio AVI, Maddalena BARLETTA, Carmelo BOLOGNESE, Fabrizio DESSI’, Renee FABBIOCCHI, Stefania GALLETTI, Alberto GALLINGANI, MILOT, Antonio MURGIA, Gema PERALES, Anna SCHIAVO, Algida TEMIL, Alessandro VANNINI, Josè VASCONCELLOS, Anna VASSILIOU, Luis Miguel VAZ-ROMERO MORENO.
PRESENTATION OF QUIRINO MARTELLINI
President of B.I.E.
A journey into the unknown is perhaps the most beautiful encounter with reality: even when it offers nothing but the promise of being better arrived, finally, at its end… This is what it feels like after two long years of work just to imagine and then start, organically, this wonderful and original project entitled International Biennial of Etruria.
After the success of the first and prestigious step in Rome, which took place on March 22, 2019, I was asked about the profound reasons for wanting to pay homage to the Etruscan people and especially about the most appropriate ways to inform the communities of the territories involved in the event. Although not definitive, the answer has come: History, that is, has already assigned a place of honor to the Etruscans and we have remained, if anything, the ambitious task of discovering the last and well hidden puzzles.
Moreover, it would be our task to remember their peculiarities, discover their spirit and emphasize the decisive contribution that they gave to what would later become the MYTH OF ROME.
In this context, the Rome-Florence axis, geographically from the Tiber to the Arno, has for me become a source of inspiration, motivation and exciting figuration in view of new goals to be achieved.
To make a second appointment of the B.I.E. on September 11, 2019, on a date so symbolic and in some ways so disturbing for the Western World, at the institutional headquarters of the Regional Council of Tuscany, in that of Palazzo Bastogi in the center of the beloved Florence, honours us and makes us proud to have undertaken this long journey into the unknown. Therefore, never be afraid of the latter, but respect its essence which it represents for human progress.
Between Florence and Rome, finally, a historical unicum of world proportions has been created: the birth of the Roman Empire, to which the Etruscans gave a fundamental contribution, and the RENAISSANCE, long afterwards, with Florence as its epicentre. It should be remembered that the territory of Tuscany, particularly Florence, was the crossroads of events that we still remember today for the mark they left in international culture. 2019 is also the year in which the 500th Anniversary of the death of the “universal Etruscan genius” known as LEONARDO DA VINCI is celebrated all over the world.
A special thanks goes to the Curator of the exhibition Rosanna OSSOLA, to the President of the Regional Council of Tuscany Eugenio GIANI and his collaborators, to the art critic Ilaria MAGNI, to the Coordinator Elisa PAOLI, to the artists who wanted to share and support the B.I.E. and to the many fans who expect us to live up to the “mission” we have given ourselves.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...