RipartiAmo da Caldarola dopo il sisma nulla li ferma

dav

Grande successo è stato dimostrato dalla platea di RipartiAmo, seconda edizione del progetto di rinascita di Comunità resilienti, con la direzione artistica di LuNa eventi di Lucia Nardi.  Affrontare il tema della rinascita nei Comuni colpiti dal sisma del 2016 nelle Marche, e che ancora oggi stanno lavorando alla loro ripartenza, è il fulcro del progetto dedicato ai cittadini ed a tutti coloro che hanno a cuore queste amene località. davSabato 18 maggio si è tenuto, per il secondo anno consecutivo, un momento culturale solidale, proprio in sala polivalente Tonelli di Caldarola (prov. Macerata) con il patrocinio del Comune di Caldarola. Il poeta Gastone Cappelloni ha donato un contributo per materiali didattici dell’Istituto de Magistris, ma anche i suoi poemi 6.0, ma anche i cd del musicista Antonio Cottini sono stati devoluti in favore del Comune di Caldarola. davIntervenuti a titolo gratuito e con grande generosità anche tanti altri artisti, tra i quali la vulcanica Francesca Guidi, pesarese,  che ha eseguito una performance live di body painting a tema “dal buio alla luce” verso la Rinascita. L‘arte della pittura interpretata da toni freddi e cupi che rappresentano la tragedia e la paura del terremoto a quelli caldi fino ai pastellati della Speranza… Nota per sposare nobili cause come questa, il cui filo comune sia la solidarietà istinto puro nella realizzazione, é Morena Oro la quale ha declamato le poesie del Cappelloni, aggiungendo riflessioni su RipartiAmo. Antonio Cottini ha rallegrato l’atmosfera con le note di alcuni suoi brani. L’arte tutta si è dunque fatta strumento per veicolare un messaggio positivo coinvolgendo un ragazzo che si è offerto di leggere delle poesie tratte dalla raccolta 6.0 in spagnolo. Calzature Ginevra di Acqualagna ha sostenuto l’iniziativa accolta con piena soddisfazione dalla comunità.

FB_IMG_1558292274705La cittadina mostra ancora i segni devastanti del terremoto del  2016, come possiamo vedere dalle foto in galleria, ma la popolazione non vuole abbattersi ma, anzi ridare vita e forza alla comunità mantenendo sempre alta, anche grazie a questi eventi, l’attenzione su quanto è accaduto e ricordare alla nazione la continuità della presenza di queste cittadine nel territorio. Momenti che possono essere utili per attirare nuovi possibili visitatori ed appassionati di borghi e cittadine.

Lucia Nardi LunaEventi

 

 

2019-05-19-22-15-52-187

Questa presentazione richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...