DUE CHIACCHERE CON …. ROBERTO TARONI – di Cristina Roncalli

img-20161122-wa0016

 

 

 

Tra i tanti ospiti ed amici che sono venuti oggi a trovarci nella prima tappa romana di   Miss Diva Italia a Palazzo Ferrajoli, della Cristina Roncalli Events, inizio a parlare con un ragazzo bello ma un po’ schivo e discreto. Durante la nostra chiacchierata, divenuta un’intervista, Scopro un “ragazzo speciale”. Lui è Roberto Taroni, modello ciociaro che nasce a Sora il 23 agosto sotto il segno del Leone. Roberto di te non si può non notare il fisico … ma quanto sport fai?: “Fin da bambino!  Ho iniziato con il calcio grazie al primo pallone che mi regalò il mio papà interista. Per fare il bravo non mi dovevano dare il ciuccio ma il pallone” (sorride). Ho da sempre amato lo sport, ma oltre il calcio amavo la boxe, la bici, ho fatto nuoto a livello agonistico, atletica leggera insomma una vita concentrata sullo sport. Quando ero bambino facevo le cose più impossibili, ero molto vivace, i miei cartoni animati preferiti erano Holly e Benji e Ken il Guerriero.Vuoi raccontarci qualcosa della tua infanzia in ciociaria? : “Un’infanzia spensierata, primo maschio della famiglia, ero il principino di casa. Ricordo me stesso col sorriso a tavola, il mio bicchiere col simbolo del re a casa di nonna Antonietta, il servizio di posate d’argento con lui a capotavola, pranzo che non cominciava se non prima aver dato un bacio ai nonni. Ero un bimbo speciale, servito come un vero e proprio principe, racconta con tenerezza ed il mio piatto preferito erano gli gnocchi fatti da nonna”.

img-20161122-wa0017

Ma adesso com’è Roberto?: “Oggi sono un uomo che crede nei valori, nella famiglia, un bravo ragazzo, educato, ma espansivo solo con chi mi trasmette fiducia, mi ci devo trovare bene con una persona per essere il vero me stesso. Se conosco qualcuno che non mi trasmette positività mi chiudo, non ho uno stereotipo di persona, un sorriso mi trasmette di più di una chiacchierata di un’ora ed a volte basta a darmi sicurezza. In una donna guardo lo sguardo e il sorriso, due cose fondamentali perché da questo capisco che persona ho davanti. Se una persona se la tira mi suscita indifferenza”. Ritorniamo al tuo rapporto con lo sport che mi sembra per te sia un vero e proprio stile di vita. “Si lo spot ha cambiato il mio modo di essere, mi dà sicurezza e fiduci. Quando faccio palestra mi dedico solo a me stesso, mi sfogo, esce quella parte di me animale che durante la giornata tengo chiusa, dopo la palestra sarei capace di affrontare di nuovo tutta la giornata intera, mi rigenero. Tengo al mio fisico non solo per un fatto estetico, ho cominciato a fare palestra per essere più forte e difendere le persone che amo, mio fratello è la mia vita, ho sempre avuto un senso di protezione per lui e prima o poi farò un tatuaggio con l’iniziale del suo nome. Il mio aspetto fisico non è solo genetica ma il frutto di tanti sacrifici, dai 16 anni in poi mangio tutto ciò che è sano, peso tutto, non bevo, non fumo, non ho vizi particolari, mangio solo prodotti di qualità e, come  unico sgarro, mi concedo il tiramisù della mia mamma al quale non posso dire di no. Per il resto sono fortunato perché non amo particolarmente i dolci, e al massimo la domenica mi concedo una pizza margherita. Mi piace mangiare sano, amo la fiorentina al sangue, a casa ho il camino e cucino spesso alla brace. In passato ho vissuto un periodo in cui non stavo in forma, ma ora faccio tanti sacrifici per essere come sono ma ne sono felice.

img-20161122-wa0015

Cosa ti piacerebbe fare e che progetti hai in immediato?: “Mi piacerebbe lavorare in tv, amo le fiction e uno dei miei sogni è quello di fare l’attore. Se in questo momento dovessi guardarmi dentro, vedrei serenità, faccio un lavoro che mi piace e che da hobby è diventato un lavoro, sono contento e realizzato, magari un giorno mi piacerebbe lavorare solo come personal trainer, dedicarmi solo a poche persone e avere più tempo per me. Per quanto riguarda la moda e la fotografia, fino a 18 anni odiavo le foto, infatti ho poche foto della mia infanzia, ma crescendo è nata questa passione, amo farmi fotografare ma adoro anche fotografare, infatti un altro dei miei sogni è quello di diventare fotografo. La foto per me immortala l’istante perché magari tra 10 anni non sarò più come adesso, amo i ricordi e le foto li imprimono per sempre. Ho fatto alcuni concorsi di bellezza, mi piace la passerella ma preferisco stare in giuria, magari a un concorso per miss, dare un giudizio tecnico piuttosto che essere giudicato. Ho vinto il concorso “Mister fratellanza nel mondo 2016” che mi ha dato la possibilità di essere presente spesso agli eventi mondani come ospite. Sogno di uscire sulla copertina di una rivista importante, mi è già capitato per un giornale locale e per me è stata una gioia immensa, come stare “tre metri sopra il cielo”.
Amo tutto ciò che è arte e mi piacerebbe un giorno posare per un calendario e magari interpretare i personaggi della mitologia, Ercole, Poseidone, Hermes, in tutte le cose voglio essere l’unico e il primo. (sorride). In passato mi è capitato di scartare la proposta di fare un calendario, non ho accettato perché avrei dovuto posare per un solo mese … al massimo mi sarei convinto se mi avessero proposto la copertina (ride). Come vedi il tuo futuro?: “Nella mia vita non ho nessun rimpianto, faccio un lavoro che amo, anche se fra 10 anni vorrei avere più tempo da dedicare anche alle mie passioni. Credo nel destino, ma in parte. Noi siamo stati dotati del “libero arbitrio” quindi il destino ci mette su una strada ma sta a noi scegliere al bivio quella da percorrere. Il destino esiste, ma siamo noi quelli che decidiamo la nostra vita, quello che ci capita, accade per una ragione ma tutto può cambiare in base alle nostre scelte. Sono un uomo che crede nelle emozioni, il mio istinto al 99% non sbaglia mai, mi basta guardare negli occhi una persona per capire come è fatta, è un mio dono! In amore seguo sempre l’istinto, nel lavoro sono super razionale, nella vita per me contano al primo posto il rispetto, a seguire fiducia e sincerità, basi fondamentali per costruire qualsiasi legame. Tra i miei sogni c’è quello di avere una villa tutta mia, una moglie, e un domani quello di diventare papà, dare a mia figlia tutto ciò che posso. Amo i bambini e per me a mia figlia non dovrà mai  mancare nulla, essere genitori è una responsabilità, così vedo il mio futuro”. Ci salutiamo con la consapevolezza che questa conversazione, non so quando, ma continuerà.   img-20161122-wa0020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...